Giappone, caccia al tesoro in realtà aumentata

Iniziativa marketing d'effetto a Tokyo, si è snodata utilizzando iPhone e un'applicazione ad hoc. Indizi nascosti nella città ma invisibili ad occhio umano

Roma – Realtà aumentata, viral marketing e locative media : ci si aspetterebbe quasi di trovare la misteriosa Blue Ant di Pattern Recognition e Spook Country dietro l’ultima iniziativa pubblicitaria adottata in Giappone: Crimsonfox .

Si tratta di una caccia al tesoro organizzata dalla giapponese Ubiquitous Entertainment , che ha visto coinvolti oltre 200 giocatori e che si è svolta durante il weekend a Tokyo, precisamente nel distretto di Shibuya: la particolarità è che gli indizi erano nascosti per la città, invisibili ad occhio umano, rintracciabili solo con la app di iPhone per la realtà aumentata “Shibuya scanner”. Obiettivo finale: scovare la società segreta “Moonlight”.

Indizi spesso apparentemente insignificanti se non individuati dall’app per la realtà aumentata del telefonino. Come, per esempio, una stampa particolare su un pezzo di carta abbandonato che in realtà nascondeva un codice. Solo grazie al GPS e alla bussola integrati nel dispositivo, poi, i giocatori potevano seguirli e solo attraverso la fotocamera del melafonino potevano, infine, ottenere la conferma (la visualizzazione dello stemma della società segreta sull’oggetto rinvenuto e inquadrato dalla cam) di aver raggiunto obiettivi intermedi. Punto da cui si poteva proseguire per continuare la caccia.

Linee che si estendevano nello spazio se osservato tramite iPhone e obiettivi correlati da direzioni e distanze da raggiungere permettevano quindi ai cacciatori di seguire una pista verso l’obiettivo finale.

“I giochi di ruolo possono mettere a disposizione dei giocatori un nuovo mondo. Noi abbiamo pensato – spiega Ubiquitous Entertainment – che sarebbe stato più interessante ed eccitante portare il gioco nel mondo reale”. E utile sia per sponsorizzare l’applicazione e l’azienda, sia per riqualificare e valorizzare – fine, questo, che ha ottenuto il plauso del Ministro dell’Economia giapponese – il distretto e le attività commerciali intorno alle quali si è sviluppata l’avventura.

La caccia al tesoro con realtà aumentata è stata seguita online da 7mila spettatori.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • aid85 scrive:
    da quando sarebbe necessario ribadirlo?
    Negli USA e in UE non ho mai sentito di un condannato per aver linkato...che sia il proprio account facebook o una canzone o un sito di terroristi da che mondo e mondo un ink nn è reato...spacciare file piratati e linkarli nn è la stessa cosaSpacciare armi e indicare uno che spara non sono la stessa cosaViviamo in un mondo talmente schizzato che è necessario ribadirlo ???
  • vday scrive:
    HASTA LA VICTORIA.....
    siempre!!!!! :D
  • Funz scrive:
    Link
    Ci sono certi forum in Italia che oramai non ti danno nemmeno più i link ed2K o il file .torrent, ma ti dicono solo il nome del file e sta a te andartelo a cercare sul mulo, su google o su isohunt e similari.Però il problema non è tanto quello, visto che in passato gli admin di siti simili sono finiti nei guai perchè favorivano la pirateria, e a questo scopo poco cambia avere o no i link...Ciò non toglie che avere 70 anni di copyright dopo la morte dell'autore è fuori dall'universo. Facciamo 10 anni dalla prima pubblicazione, e contenti tutti.
    • nemo230775 scrive:
      Re: Link
      - Scritto da: Funz
      Ci sono certi forum in Italia che oramai non ti
      danno nemmeno più i link ed2K o il file .torrent,
      ma ti dicono solo il nome del file e sta a te
      andartelo a cercare sul mulo, su google o su
      isohunt e
      similari.

      Però il problema non è tanto quello, visto che in
      passato gli admin di siti simili sono finiti nei
      guai perchè favorivano la pirateria, e a questo
      scopo poco cambia avere o no i
      link...

      Ciò non toglie che avere 70 anni di copyright
      dopo la morte dell'autore è fuori dall'universo.
      Facciamo 10 anni dalla prima pubblicazione, e
      contenti
      tutti.Quoto in pieno, una giusta via di mezzo tra due estremismi, chi vorrebbe tutto libero fin da subito (follia, verrebbe meno la quasi totalita' delle produzioni intellettuali al mondo e le industrie non essendo protette dalla legge assolderebbero dei killer per nn far divulgare i propri segreti...)e chi vorrebbe blindare tutto per godere all'infinito dell'idea di un tizio creata in max mezzora del suo tempo alle volte...
      • angros scrive:
        Re: Link

        Quoto in pieno, una giusta via di mezzo tra due
        estremismi, chi vorrebbe tutto libero fin da
        subito (follia, verrebbe meno la quasi totalita'
        delle produzioni intellettuali al mondo e le
        industrie non essendo protette dalla legge
        assolderebbero dei killer per nn far divulgare i
        propri
        segreti...)
        e chi vorrebbe blindare tutto per godere
        all'infinito dell'idea di un tizio creata in max
        mezzora del suo tempo alle
        volte...Certo, una soluzione intermedia sarebbe l'ideale, ma non sempre è possibile avere una soluzione intermedia, a volte devi scegliere.Ti ricordi questa vecchia barzelletta : Il Governo Italiano ha deciso che col 1° gennaio 2012, le automobili dovranno camminare a sinistra, non piu' a destra. Se l'esperienza sara' positiva, dal 1° febbraio 2012 detta misura sara' adottata anche dagli autotreni.
      • Gattazzo scrive:
        Re: Link
        Una giusta via di mezzo è oggettivamente la soluzione più equa, sta di fatto che ora come ora siamo ben lungi da ottenerla, e al momento tutto sembra sia dovuto, con la spudorata connivenza delle istituzioni, a chi pretende appunto di sanguisugare e lucrare a vita e a morte per un impegno "a volte di mezz'ora" (io ed il mio PC non ci metteremmo di più per tirar fuori certe cavolate...). Non sono d'accordo però sul fatto che libertà totale significherebbe la morte della produzione artistica o al contrario il mantenumento della stessa ricorrendo a mezzi mafiosi e criminali per assicurarsi l'attuale smodato tornaconto: c'è e ci sarà sempre chi produce per hobby, per passione, per propria soddisfazione, per puro encomiabile altruismo... e se mosso da questi ideali anzichè dal banale lucro il risultato sarà sicuramente il migliore possibile...Avete presente LINUX?
  • Evil scrive:
    Comprare un servizio di host spagnolo
    Quindi se faccio hostare un sito .es in territorio spagnolo che contiene dei link per es. a a dei siti che spiegano come fare le copie private di contenuti multimediali acquistati regolarmente non potrei essere perseguito in ita?
    • Pessimista scrive:
      Re: Comprare un servizio di host spagnolo
      - Scritto da: Evil
      Quindi se faccio hostare un sito .es in
      territorio spagnolo che contiene dei link per es.
      a a dei siti che spiegano come fare le copie
      private di contenuti multimediali acquistati
      regolarmente non potrei essere perseguito in
      ita?Sei perseguito perché vivi in Italia e perché crei/aggiorni il sito dall'Italia.In pratica devi rispondere delle leggi italiane perché la "redazione" del sito si trova in Italia.E anche perché è più facile per le forze dell'ordine italiane, arrestarti in Italia alle 5 del mattino a casa tua... :-)
      • artes scrive:
        Re: Comprare un servizio di host spagnolo
        Ma che stai farneticando !!!!La legge si applica nel paese in cui si trova il sito !!!Dev'essere un tribunale di quel paese a decretare se il sito deve o no essere chiuso.
        • Guybrush scrive:
          Re: Comprare un servizio di host spagnolo
          - Scritto da: artes
          Ma che stai farneticando !!!!
          La legge si applica nel paese in cui si trova il
          sito
          !!!

          Dev'essere un tribunale di quel paese a decretare
          se il sito deve o no essere
          chiuso.No no. Leggi bene.Se io ho un sito in spagna e un cittadino italiano sostiene di essere stato danneggiato da quel sito, un tribunale ITALIANO puo' stabilire la mia colpevolezza e condannarmi.D'altro canto se io ho un amico in spagna che mi tiene il sito...
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: Comprare un servizio di host spagnolo
            Inoltre l'ordinamento italiano prevede anche il principio del concepimento del reato.Ovvero se tu concepisci in Italia di delinquere all'estero, quando rientri ti possono perseguire.
          • G,G scrive:
            Re: Comprare un servizio di host spagnolo
            - Scritto da: Momento di inerzia
            Inoltre l'ordinamento italiano prevede anche il
            principio del concepimento del
            reato.
            Ovvero se tu concepisci in Italia di delinquere
            all'estero, quando rientri ti possono
            perseguire.bhe se io in italia concepisco di andare all'estero a fare qualcosa che li non è reato non sono punibile, senò dovrebbero arrestare quasi tutti quelli che tornano da amsterdam! :-)
          • Momento di inerzia scrive:
            Re: Comprare un servizio di host spagnolo
            - Scritto da: G,G
            - Scritto da: Momento di inerzia

            Inoltre l'ordinamento italiano prevede anche il

            principio del concepimento del

            reato.

            Ovvero se tu concepisci in Italia di delinquere

            all'estero, quando rientri ti possono

            perseguire.

            bhe se io in italia concepisco di andare
            all'estero a fare qualcosa che li non è reato non
            sono punibile, senò dovrebbero arrestare quasi
            tutti quelli che tornano da amsterdam!
            :-)Per determinati reati è così.Per esempio se concepisci in Italia di andare in Thailandia a farti una minorenne, ti ingabbiano in Italia
        • Pessimista scrive:
          Re: Comprare un servizio di host spagnolo
          - Scritto da: artes
          La legge si applica nel paese in cui si trova il
          sito !!!E chi stabilisce legalmente "dove si trova il sito"? Lo stabilisce la legge spagnola o quella italiana?Forse ti sfugge il fatto che ogni Paese ha le proprie leggi e queste ultime si applicano esclusivamente sul proprio territorio!!Per la legge italiana (o almeno per la legge sulla stampa periodica) il luogo di pubblicazione si trova dove lavora la redazione. E dato che le leggi italiane si applicano su tutto il territorio nazionale...
          • krane scrive:
            Re: Comprare un servizio di host spagnolo
            - Scritto da: Pessimista
            - Scritto da: artes

            La legge si applica nel paese in cui si trova il

            sito !!!
            E chi stabilisce legalmente "dove si trova il
            sito"?
            Lo stabilisce la legge spagnola o quella italiana?
            Forse ti sfugge il fatto che ogni Paese ha le
            proprie leggi e queste ultime si applicano
            esclusivamente sul proprio territorio!!
            Per la legge italiana (o almeno per la legge
            sulla stampa periodica) il luogo di pubblicazione
            si trova dove lavora la redazione. E dato che le
            leggi italiane si applicano su tutto il
            territorio nazionale...Meglio accederci attraverso Tor.
          • poche idee ma confuse scrive:
            Re: Comprare un servizio di host spagnolo
            - Scritto da: krane
            Meglio accederci attraverso Tor....e tu sei sicuro che il tuo provider non registri anche quello che passa attraverso la porta usata da tor?...ne sei proprio sicuro?
          • krane scrive:
            Re: Comprare un servizio di host spagnolo
            - Scritto da: poche idee ma confuse
            - Scritto da: krane

            Meglio accederci attraverso Tor.
            ...e tu sei sicuro che il tuo provider non
            registri anche quello che passa attraverso la
            porta usata da tor?
            ...ne sei proprio sicuro?So come funziona tor, quindi a meno che non ci si metta la cia si sono sicuro...Non penserai mica che chi ha inventato tor si fidasse del suo provider ? (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • ullala scrive:
            Re: Comprare un servizio di host spagnolo
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: poche idee ma confuse

            - Scritto da: krane


            Meglio accederci attraverso Tor.


            ...e tu sei sicuro che il tuo provider non

            registri anche quello che passa attraverso la

            porta usata da tor?

            ...ne sei proprio sicuro?

            So come funziona tor, quindi a meno che non ci si
            metta la cia si sono
            sicuro...
            Non penserai mica che chi ha inventato tor si
            fidasse del suo provider ?
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Lui suppone (è diverso supporre da sapere)... :D
          • ullala scrive:
            Re: Comprare un servizio di host spagnolo
            - Scritto da: poche idee ma confuse
            - Scritto da: krane

            Meglio accederci attraverso Tor.

            ...e tu sei sicuro che il tuo provider non
            registri anche quello che passa attraverso la
            porta usata da
            tor?
            ...ne sei proprio sicuro?Le idee confuse ce le hai tu!Spiegaci cosa registra che ci facciamo 4 risate!
      • krane scrive:
        Re: Comprare un servizio di host spagnolo
        - Scritto da: Pessimista
        - Scritto da: Evil

        Quindi se faccio hostare un sito .es in

        territorio spagnolo che contiene dei link per

        es. a a dei siti che spiegano come fare le copie

        private di contenuti multimediali acquistati

        regolarmente non potrei essere perseguito in

        ita?
        Sei perseguito perché vivi in Italia e perché
        crei/aggiorni il sito
        dall'Italia.
        In pratica devi rispondere delle leggi italiane
        perché la "redazione" del sito si trova in
        Italia.

        E anche perché è più facile per le forze
        dell'ordine italiane, arrestarti in Italia alle 5
        del mattino a casa tua...
        :-)Quindi ricorda di usare sempre Tor.
      • ullala scrive:
        Re: Comprare un servizio di host spagnolo
        - Scritto da: Pessimista
        - Scritto da: Evil

        Quindi se faccio hostare un sito .es in

        territorio spagnolo che contiene dei link per
        es.

        a a dei siti che spiegano come fare le copie

        private di contenuti multimediali acquistati

        regolarmente non potrei essere perseguito in

        ita?

        Sei perseguito perché vivi in Italia e perché
        crei/aggiorni il sito
        dall'Italia.
        In pratica devi rispondere delle leggi italiane
        perché la "redazione" del sito si trova in
        Italia.

        E anche perché è più facile per le forze
        dell'ordine italiane, arrestarti in Italia alle 5
        del mattino a casa tua...
        :-)Dipende... se la azienda che gestisce il sito ha sede a Barcellona e paga le tasse in catalogna (cosa oggi possibilissima e legalissima grazie alla UE) la vedo grigia per il finanziere tu sei cittadino italiano e le tue tasse individuali (irpef) le paghi qui, ma la azienda è spagnola e paga le tasse aziendali in spagna!Nessuno ti vieta di avere proprietà o partecipazioni in un paese UE.Il finanziere non può chiudere una azienda spagnola che è in regola con la legge spagnola!Può verificare le tue tasse individuali (IRPEF) ma lì si deve fermare! :p
        • poche idee ma confuse scrive:
          Re: Comprare un servizio di host spagnolo
          - Scritto da: ullala
          Dipende... se la azienda che gestisce il sito ha
          sede a Barcellona e paga le tasse in catalogna
          (cosa oggi possibilissima e legalissima grazie
          alla UE) la vedo grigia per il finanziere tu sei
          cittadino italiano e le tue tasse individuali
          (irpef) le paghi qui, ma la azienda è spagnola e
          paga le tasse aziendali in spagna!
          Nessuno ti vieta di avere proprietà o
          partecipazioni in un paese UE.
          Il finanziere non può chiudere una azienda
          spagnola che è in regola con la legge
          spagnola!
          Può verificare le tue tasse individuali (IRPEF)
          ma lì si deve fermare!...a parte che qui non si parla di tasse ma di liberta' di scrivere e di linkare ...comunque puoi essere accusato di esterovestizione dai finanzieri se lavori in italia per la tua societa' che ha la sede fiscale in spagna ...infatti le partecipazioni azionarie sono legali solo se tu non lavori qui, altrimenti quella societa' ha in italia una stabile organizzazione (che fa capo a te che ci lavori) e quindi dovrebbe pagare le tasse qui per il lavoro che svolge qui!
          • ullala scrive:
            Re: Comprare un servizio di host spagnolo
            - Scritto da: poche idee ma confuse
            - Scritto da: ullala

            Dipende... se la azienda che gestisce il sito ha

            sede a Barcellona e paga le tasse in catalogna

            (cosa oggi possibilissima e legalissima grazie

            alla UE) la vedo grigia per il finanziere tu sei

            cittadino italiano e le tue tasse individuali

            (irpef) le paghi qui, ma la azienda è spagnola e

            paga le tasse aziendali in spagna!

            Nessuno ti vieta di avere proprietà o

            partecipazioni in un paese UE.

            Il finanziere non può chiudere una azienda

            spagnola che è in regola con la legge

            spagnola!

            Può verificare le tue tasse individuali (IRPEF)

            ma lì si deve fermare!

            ...a parte che qui non si parla di tasse ma di
            liberta' di scrivere e di linkare ...comunque
            puoi essere accusato di esterovestizione dai
            finanzieri se lavori in italia per la tua
            societa' che ha la sede fiscale in spagna
            ...infatti le partecipazioni azionarie sono
            legali solo se tu non lavori qui, altrimenti
            quella societa' ha in italia una stabile
            organizzazione (che fa capo a te che ci lavori) e
            quindi dovrebbe pagare le tasse qui per il lavoro
            che svolge
            qui!1) Chi ha parlato di lavorarci?2) Cosa c'entra la "stabile organizzazione"? hai presente (ma leggere no?) il concetto di partecipazione o proprietà?3) prima di parlare di "idee confuse" dovresti cercare di leggere (invece che interpretare a modo tuo o presumere in funzione di non so quali scopi) quello che la gente scrive.Datti una calmata bello! non so se fai il finanziere ma se lo fai ti occorre un ripassino veloce del codice!Sai la divisa serve a tutelare e fare applicare la legge non a interpretarla come ti pare e ancora meno sei autorizzato a interpretare a modo tuo eventuali "stabili organizzazioni" o inesistenti impieghi o lavori.
  • Pirate scrive:
    Disco samba
    [yt]IHKl63d-TfM[/yt]P-)
  • The Real Gordon scrive:
    Allora videotecari, come la mettiamo?
    Peeeeeepiiiiiiiiitooooooooooo? Ti toccherà chiudere quello sgabuzzino di videoteca!(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • konnroy scrive:
    ole
    facciamo un WE ad Amsterdam?No, muovo la pagina dei link in Spagna.
  • MARCO TRAVAGLIO scrive:
    LIBERTA' SEMPRE-COMUNQUE-DOVUNQUE!
    LIBERTA'''''!!!! LIBERTA' SEMPRE-COMUNQUE-DOVUNQUE!
  • Valeren scrive:
    Sento il rumore di fegati che esplodono
    E da Barcellona a Milano sono taaaaanti chilometri! :D
    • Wolf01 scrive:
      Re: Sento il rumore di fegati che esplodono
      Pure qui lo sento :DCerto però che sono come dei bambini quelli dell'Industria dell'intrattenimento, capisco che può non essere giusto piratare la loro roba, ma perchè loro devono poter avere tutti i diritti del mondo, anche quello di venderci a pezzi tra un po' e noi no, altrimenti vanno a piangere dai governanti dei vari Paesi?
      • angros scrive:
        Re: Sento il rumore di fegati che esplodono
        Quelli dell'industria dell'intrattenimento hanno completamente perso il senso della realtà, è ora che falliscano e vengano rimpiazzati da gente più ragionevole; non meritano nessuna comprensione.
        • Guybrush scrive:
          Re: Sento il rumore di fegati che esplodono
          - Scritto da: angros
          Quelli dell'industria dell'intrattenimento hanno
          completamente perso il senso della realtà, è ora
          che falliscano e vengano rimpiazzati da gente più
          ragionevole; non meritano nessuna
          comprensione.Ecco... magari sei un po' brutale nella tua esposizione, del resto non e' detto che i nuovi arrivati si dimostrino piu' ragionevoli. I soldi in ballo sono maledettamente tanti.Sarebbe ora che ci svegliassimo e, tramite una serie di scelte dettate dalla ragione, smettessimo di volere tutto e subito concentrandoci solo su cio' che effettivamente ci e' utile.Il resto non va proprio considerato, nemmeno gratis.
          • angros scrive:
            Re: Sento il rumore di fegati che esplodono

            Ecco... magari sei un po' brutale nella tua
            esposizione, del resto non e' detto che i nuovi
            arrivati si dimostrino piu' ragionevoli. I soldi
            in ballo sono maledettamente
            tanti.Ed è proprio questo il punto da ridimensionare! E per farlo, la cosa migliore è togliere i fondi, non comprando nulla, e usando solo i sistemi per ottenerlo gratis.
            Il resto non va proprio considerato, nemmeno
            gratis.Perchè "nemmeno gratis"? Questa non la capisco.
          • Wolf01 scrive:
            Re: Sento il rumore di fegati che esplodono
            Perchè vuol dire che in fondo quella cosa ti interessa e apprezzi il loro lavoro ma non vuoi risarcirli.
          • angros scrive:
            Re: Sento il rumore di fegati che esplodono
            No, vuol dire che il problema non è cosa producono, ma come lo distribuiscono.
    • Reality show scrive:
      Re: Sento il rumore di fegati che esplodono
      - Scritto da: Valeren
      E da Barcellona a Milano sono taaaaanti
      chilometri!
      :DIn un forum di settore italiano si sono letti insulti al giudice.
    • ullala scrive:
      Re: Sento il rumore di fegati che esplodono
      - Scritto da: Valeren
      E da Barcellona a Milano sono taaaaanti
      chilometri!
      :DVero ma qualche schizzo è arrivato fino a qui! ;)
Chiudi i commenti