Gli italiani vincono Capture the Flag

Craccando per primi i computer degli altri, gli studenti del Politecnico di Milano hanno la meglio su colleghi americani ed europei nella gara di Los Angeles. I dettagli
Craccando per primi i computer degli altri, gli studenti del Politecnico di Milano hanno la meglio su colleghi americani ed europei nella gara di Los Angeles. I dettagli


Los Angeles (USA) – Un team di studenti italiani si è imposto in una interessante competizione informatica internazionale organizzata dall’Università di Santa Barbara, in California, un concorso che al centro poneva capacità di lavoro di gruppo e problematiche di sicurezza.

La sfida, nota come Capture the Flag , metteva alla prova le abilità di 18 squadre di studenti di tutto il mondo, dando loro la possibilità di tentare di superare le difese informatiche gli uni degli altri. Il primo che fosse riuscito nell’impresa, “rubando la bandiera”, sarebbe risultato vincitore.

A riuscirci è stato il team italiano “The Tower of Hanoi” del Politecnico di Milano che via Internet tra le 19 e le 2 di notte del 2 dicembre ha saputo sottrarre dati agli altri team, difendersi dai loro attacchi e contestualmente individuare i buchi di sicurezza nel software distribuito per la competizione e provvedere alla loro correzione.

La valenza didattica della competizione viene vista sotto due profili. Da un lato il “team building”, ossia la capacità di lavorare insieme per risolvere problemi in una situazione frenetica. Dall’altro valutare le proprie conoscenze dinanzi a problemi di sicurezza informatica, dalle modalità di attacco a quelle di protezione.

A competere, oltre agli studenti di “Tower of Hanoi”, c’erano squadre provenienti da 14 università, compresi team tedeschi, austriaci e norvegesi.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

19 12 2004
Link copiato negli appunti