Gmail è postina o segretaria?

Google, accusata di intercettare a fini pubblicitari e antispam la corrispondenza dei suoi utenti e di chi comunica con loro, si difende segnalando che il suo è un ruolo da segretario. Come quello di pressoché tutti i servizi di posta elettronica

Roma – Gli utenti non potrebbero ragionevolmente aspettarsi che usando Gmail i messaggi scambiati restino privati, come non possano aspettarsi che un segretario non apra e smisti la posta tradizionale: affidarsi a terzi per un servizio di comunicazione significa necessariamente cedere sulla segretezza.

È questo il nocciolo di un documento depositato da Google in un tribunale californiano per difendere da una class action il proprio servizio di posta elettronica, nel mirino per la pratica di intercettare le comunicazioni in entrata e sottoporle ad analisi che consentono di scongiurare parte dello spam e di somministrare pubblicità contestuale.


C’è chi, nello scorrere il documento in una contingenza in cui l’opinione pubblica è particolarmente sensibile e indignata rispetto alle intrusioni di stato e mercato nelle comunicazioni elettroniche, ha gridato allo scandalo . Nello specifico, l’associazione a tutela dei consumatori Consumer Watchdog : “A Google hanno finalmente ammesso di non rispettare la privacy – ha sentenziato John M. Simpson, a capo della divisione dell’associazione che si occupa della tutela della riservatezza – le persone dovrebbero prenderli in parola: se tenete alla privacy della vostra corrispondenza email, non usate Gmail”.

È vero però che Google non ha mai negato di operare sulla corrispondenza che brulica nelle caselle dei suoi utenti: ci sono le condizioni d’uso a ricordarlo, ci sono le frequenti baruffe con la concorrenza, che costringono Mountain View a riepilogare il funzionamento del suo sistema di analisi, totalmente automatico, senza l’intervento di occhio umano.

Ma poiché queste dimostrazioni di trasparenza non sembrano bastare mai, nel documento depositato in tribunale, e solo parzialmente elaborato da Consumer Watchdog , Google tenta di spiegare la propria posizione con una analogia: “così come il mittente di una lettera indirizzata a un collega non deve sorprendersi se il segretario del destinatario apra la lettera, le persone che usano le email web-based oggi non possono sorprendersi se le loro comunicazioni vengono processate dal fornitore di servizi email del destinatario in fase di consegna”.

Consumer Watchdog osserva invece la realtà sotto una diversa luce: “Mandare una email è come affidare una lettera all’ufficio postale – traccia il paragone Simspon – Mi aspetto che l’ufficio postale consegni la lettera sulla base dell’indirizzo che è scritto sulla busta. Non mi aspetto che coloro che consegnano la posta aprano la mia lettera e la leggano”.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • fluffa scrive:
    include powershell v4
    Il fatto che win 8.1 e WinServer2012 R2 includeranno nativamente powershell V4 non lo vedo menzionato.Qui si tratta ancora di informatica?
    • ... scrive:
      Re: include powershell v4
      no...
    • ... scrive:
      Re: include powershell v4
      qui si fa salotto di informatica. Come dalla parrucchiera.
    • iRoby scrive:
      Re: include powershell v4
      E a che serve in quello schifo del Winzozz?Ma soprattutto quale amministratore punta e clicka la userebbe, dato che i sysadmin Windows non saprebbero da dove cominciare ad usarla, e resterebbero rincretiniti dal cursore lampeggiante?
      • Gianfranco scrive:
        Re: include powershell v4
        Dai su incomincia da qui...http://youtu.be/kg1L0FdaYLQ
        • Darwin scrive:
          Re: include powershell v4
          Un utente Windows che segnala ad un utente unix un video in cui si spiega l'utilizzo di una shell testuale?Siamo alle comiche...
          • Gianfranco scrive:
            Re: include powershell v4
            I tempi cambiano. Lo sai che in Windows puoi fare anche quello. E poi come si dice se tu fossi un bravo insegnante io sarei un pessimo alunno.
          • Darwin scrive:
            Re: include powershell v4
            - Scritto da: Gianfranco
            I tempi cambiano.Ma la XXXXX resta, solo che adesso indossa vestiti piastrellati.
            Lo sai che in Windows puoi fare
            anche quello.Cavolo, corro subito a formattare la mia partizione Linux per installarci Windows. (rotfl)
            E poi come si dice se tu fossi un
            bravo insegnante io sarei un pessimo
            alunno.Per fortuna, nella realtà Unix è stato un ottimo insegnante.Ha insegnato a Microsoft come deve funzionare un vero sistema operativo.
          • Gianfranco scrive:
            Re: include powershell v4
            - Scritto da: Darwin
            - Scritto da: Gianfranco
            Ma la XXXXX resta, solo che adesso indossa
            vestiti
            piastrellati.Beh la XXXXX piastrellata che tu dici è geniale.


            Lo sai che in Windows puoi fare

            anche quello.
            Cavolo, corro subito a formattare la mia
            partizione Linux per installarci Windows.
            (rotfl)Perché non lo hai ancora fatto? Oppure fai come tutti i linussiani che per non sentirsi esclusi hanno sempre una partizione con Windows craccato? La solita reazione da nerd frustrato.


            E poi come si dice se tu fossi un

            bravo insegnante io sarei un pessimo

            alunno.
            Per fortuna, nella realtà Unix è stato un ottimo
            insegnante.
            Ha insegnato a Microsoft come deve funzionare un
            vero sistema
            operativo.Hanno imparato entrambi, anzi Linux ha molto da imparare ancora se non cambia registro. Ormai la filosofia bigotta dell'open source ha fatto il suo tempo e l'ultimo camerlengo (Linux) ha solo l'abito ma poi dietro è solo una grande minaccia peggio di Windows.
          • Darwin scrive:
            Re: include powershell v4
            - Scritto da: Gianfranco
            Beh la XXXXX piastrellata che tu dici è geniale.Certo, così geniale che è praticamente un flop.Un genio incompreso...
            Perché non lo hai ancora fatto?Non ne ho bisogno.Anzi, di solito sulle macchine Windows che usavo andavo di MINGW32/Cygwin per utilizzare roba POSIX.
            Oppure fai come
            tutti i linussiani che per non sentirsi esclusi
            hanno sempre una partizione con Windows craccato?Mi spiace ma non ne ho bisogno.
            La solita reazione da nerd
            frustrato. :-o
            Hanno imparato entrambi, anzi Linux ha molto da
            imparare ancora se non cambia registro. Ormai la
            filosofia bigotta dell'open source ha fatto il
            suo tempo e l'ultimo camerlengo (Linux) ha solo
            l'abito ma poi dietro è solo una grande minaccia
            peggio di
            Windows.[img]http://www.lamarmottacheconfezionavalacioccolata.it/marmotta.gif[/img]
      • non so scrive:
        Re: include powershell v4
        e ci si scorda che windows è nato come sistema da lanciare in DOS e non si è mai liberato della CLI, in nessuna versione e che anzi viene aggiornata a potenziata continuamente al punto che oggi puoi installare windows server senza interfaccia grafica e che servizi di punta come exchange hanno una GUI che non fa altro che lanciare comandi powershell.la powershell è un elemento fondamentale per un sistemista windows e se pensi che gli utenti esperti usano tutti la bash in linux, ti si è fermato l'orologio biologico alla slackware 1.1.2
  • ... scrive:
    ...
    Voi pensate windows 8.1 mentre gli alieni sono tra noi! Sveglia gente![yt]zJPv75RnuvA[/yt]
  • John scrive:
    E dicevano che erano i linari ......
    Scusate se cito la cocorrenza.Class action contro Microsoft ...Ballmer finirà in tribunale: troppe frottole su Surface RT.http://www.tomshw.it/cont/news/ballmer-finira-in-tribunale-troppe-frottole-su-surface-rt/48394/1.htmlAl prossimo giro aspetto W8.
    • Dino scrive:
      Re: E dicevano che erano i linari ......

      Class action contro Microsoft ...
      Ballmer finirà in tribunale: troppe frottole su
      Surface
      RT.
      http://www.tomshw.it/cont/news/ballmer-finira-in-tNon sono queste la class action che impensieriscono un colosso come Microsoft. Possono aggregarsi alla class action solo quelli che hanno acquistato o erano in possesso di azioni Microsoft tra il 18 aprile e il 18 luglio 2013. Le class action che mordono alle caviglie sono quelle dei consumatori. E poi quando ci si mette di mezzo il procuratore generale.
      • iRoby scrive:
        Re: E dicevano che erano i linari ......
        Ehm, dei consumatori non frega niente a nessuno...Tutte le class action dei consumatori sono sempre finite in boffetti per quasi tutte le aziende implicate... Il consumatore deve solo pagare e sorridere... Sono invece proprio le class action finanziarie, quelle dove sono stati frodati soggetti economici forti, che contano (come gli hedge funds), proprio per il loro potere di pagare e muovere avvocati di "prima classe".-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 agosto 2013 14.20-----------------------------------------------------------
        • Dino scrive:
          Re: E dicevano che erano i linari ......

          Ehm, dei consumatori non frega niente a nessuno...
          Tutte le class action dei consumatori sono sempre
          finite in boffetti per quasi tutte le aziende
          implicate... Il consumatore deve solo pagare e
          sorridere...Ah sì?http://online.wsj.com/article/SB10001424127887324669104578203440990704994.htmlLa Toyota deve pagare 1 miliardo e 100 milioni di dollari ai consumatori. Un buffetto, appunto.
          Sono invece proprio le class action finanziarie,
          quelle dove sono stati frodati soggetti economici
          forti, che contano (come gli hedge funds),
          proprio per il loro potere di pagare e muovere
          avvocati di "prima
          classe".Non dico che gli investitori non contino nulla nelle class action. In questo caso specifico, nel quale possono aggregarsi alla causa solo gli investitori che avevano azioni fra il 18 aprile e il 18 luglio 2013, e nel quale si parla solo di risultati "gonfiati", ma non c'è nulla che assomigli a una bancarotta fraudolenta o all'insider trading, credo che le conseguenze per Microsoft siano limitate a un risarcimento. Sempre che perda la causa.
          • iRoby scrive:
            Re: E dicevano che erano i linari ......
            - Scritto da: Dino
            Ah sì?

            http://online.wsj.com/article/SB100014241278873246

            La Toyota deve pagare 1 miliardo e 100 milioni di
            dollari ai consumatori. Un buffetto, appunto.Ma cosa c'entra, quello è un caso grave di insicurezza di veicoli. Scaturiti in incidenti e morti.
            Microsoft siano limitate a un risarcimento.
            Sempre che perda la causa.Tutte le cause precedenti contro M$ sono finite con boffetti. E non l'hanno mai smembrata.Ed è pluripregiudicata e recidiva.
          • Dino scrive:
            Re: E dicevano che erano i linari ......


            Ah sì?




            http://online.wsj.com/article/SB100014241278873246



            La Toyota deve pagare 1 miliardo e 100
            milioni
            di

            dollari ai consumatori. Un buffetto, appunto.

            Ma cosa c'entra, quello è un caso grave di
            insicurezza di veicoli. Scaturiti in incidenti e
            morti.Non so e non voglio sapere in che mondo vivi, iRoby. Le class action sono nate negli Usa per le cause contro grandi aziende e per tutelare gli interessi di un gruppo di privati. In genere consumatori, ma non solo.Tu ti sei messo in mente che le class action si possano fare solo contro le aziende che sono antipatiche a te.

            Microsoft siano limitate a un risarcimento.

            Sempre che perda la causa.

            Tutte le cause precedenti contro M$ sono finite
            con boffetti. E non c'è motivo di pensare che questa andrà diversamente. Anche se poi il boffetto che dovrà pagare Microsoft equivarrebbe alla chiusura per debiti per un'azienda europea medio-grande. :| Tutto è relativo.
            E non l'hanno mai
            smembrata.
            Ed è pluripregiudicata e recidiva.Pluricondannata."Pregiudicato" si usa in caso di condanne penali. E Microsoft è stata condannata solo in sede civile, oppure violazioni della libera concorrenza (per ora).
          • iRoby scrive:
            Re: E dicevano che erano i linari ......
            - Scritto da: Dino
            Tu ti sei messo in mente che le class action si
            possano fare solo contro le aziende che sono
            antipatiche a te.No aspetta, io non ho scritto che la class action contro Toyota non sia lecita. Ho scritto che quella è una class action che non ha attinenza con quella contro Microsoft e il software o i risultati finanziari perché ha comportato morti e problemi di sicurezza pubblica.
            Pluricondannata.
            "Pregiudicato" si usa in caso di condanne penali.
            E Microsoft è stata condannata solo in sede
            civile, oppure violazioni della libera
            concorrenza (per ora).http://web.peacelink.it/boycott/microsoft/ms.htmhttp://www.lastampa.it/2007/09/17/blogs/web-notes/microsoft-confermata-la-condanna-per-monopolio-e-adesso-PIWAfQlxhH6xS7E6eJbzjO/pagina.htmlhttp://www.accomazzi.net/TarticoliI1184.html
          • Dino scrive:
            Re: E dicevano che erano i linari ......


            Tu ti sei messo in mente che le class action
            si

            possano fare solo contro le aziende che sono

            antipatiche a te.

            No aspetta, io non ho scritto che la class action
            contro Toyota non sia lecita.

            Ho scritto che quella è una class action che non
            ha attinenza con quella contro Microsoft e il
            software o i risultati finanziari perché ha
            comportato morti e problemi di sicurezza
            pubblica.Le class action si possono fare <B
            per tutto </B
            . Un avvocato le ha fatte perfino per i casi di pedofilia nelle parrocchie cattoliche. Le ha perse quasi tutte, per inciso.Cambia eventualmente il risarcimento, calibrato sui danni riconosciuti e dimostrabili, non su quelli indimostrati e presunti.

            Pluricondannata.

            "Pregiudicato" si usa in caso di condanne
            penali.

            E Microsoft è stata condannata solo in sede

            civile, oppure violazioni della libera

            concorrenza (per ora).

            http://web.peacelink.it/boycott/microsoft/ms.htm

            http://www.lastampa.it/2007/09/17/blogs/web-notes/

            http://www.accomazzi.net/TarticoliI1184.htmlTutti casi che conosco benissimo. Microsoft non è mai stata condannata in sede penale, nessuno dei suoi dirigenti ha mai rischiato il carcere. Ma si sa, quando uno vuole vedere il cattivo a tutti i costi, trasforma in castigo esemplare anche una multa per ecXXXXX di velocità.
          • iRoby scrive:
            Re: E dicevano che erano i linari ......
            Ancora Leguleo!Ma vaff.!!!
          • Dino scrive:
            Re: E dicevano che erano i linari ......
            Le fini argomentazioni di iRoby....
          • 123g scrive:
            Re: E dicevano che erano i linari ......
            - Scritto da: Dino
            Le fini argomentazioni di iRoby....Un "XXXXXXXXXX" a Leguleio non lo si nega mai, anche perche' se lo merita sempre.
          • iRoby scrive:
            Re: E dicevano che erano i linari ......
            Ancora Leguleio, il qualunquista del forum, sXXXXXXXto e schifato da tutti, che continua a mettere i puntini sulle i, in incognito quelli che gli stanno più antipatici o lo hanno umiliato.
          • Dino scrive:
            Re: E dicevano che erano i linari ......
            Stammi bene iRoby. Buona dieta vegana, e buona nuova teoria monetaria. E buon odio contro Microsoft.
          • iRoby scrive:
            Re: E dicevano che erano i linari ......
            La dieta vegana, anzi meglio quella crudista fruttariana, farebbe bene anche a te per disintossicarti dalla XXXXX industriale che mangia la maggior parte della gente, la stessa XXXXX che gli finisce nel cervello, e gli fa fare poi pensieri e discorsi di XXXXX:http://www.giornaledelribelle.com/index2.php?option=com_content&task=view&id=978&pop=1&page=0&Itemid=10
          • Dino scrive:
            Re: E dicevano che erano i linari ......
            " <I
            la stessa XXXXX che gli finisce nel cervello, e gli fa fare poi pensieri e discorsi di XXXXX </I
            "Scritto da uno che ha una rotella rossa nel cervello, anziché materia grigia, suona inquietante. (rotfl)Grazie, continuo a mangiare come mi piace e come si è sempre fatto, nelle famiglie immuni ai fanatismi alla moda. Sei la dimostrazione vivente che queste diete fanno molto male.
          • iRoby scrive:
            Re: E dicevano che erano i linari ......
            Ahahah ok fa come vuoi...D'altronde della tua salute non me ne frega proprio nulla.
          • Dino scrive:
            Re: E dicevano che erano i linari ......
            Figurati a me delle teorie monetarie o delle idiosincrasie per Microsoft. E però le tue XXXXXte me le devo sorbire lo stesso, quando leggo il forum.
          • iRoby scrive:
            Re: E dicevano che erano i linari ......
            Assolutamente falso.Perché ti basta vedere il mio nick in cima e scartare i miei post.Qui se c'è qualcuno che deve sorbirsi i tuoi litigi con gli altri utenti e gli attacchi nei miei confronti, sono io, perché era da tempo che evitavo di leggerti quando vedevo Leguleio come nick. Così come evito di leggere e rispondere a maxsix e qualcun'altro monotono e antipatico.Il problema è che tu vuoi leggere i miei post per attaccar briga.E mentre io scrivo solo ogni tanto come passatempo, con lunghi periodi di assenza, tu sei sempre qui, in incognito, con nick diversi, ad attaccare la gente col tuo qualunquismo e la voglia irrefrenabile di socialità. Una socialità vuota e malata perché sei riuscito a farti schifare dalla maggior parte degli utenti di questi forum. Perché tu socializzi solo attaccando briga.Io invece non devo nascondermi. Ciò che scrivo può non piacere a tutti. Ma di certo sono sempre me stesso, e non devo vergognarmene come te.E poi io sulla mia antipatia per Microsoft sono sempre coerente, e lo sono dal 1988, dai tempi in cui avevo Amiga e quando i prodotti scadenti di Microsoft hanno iniziato a diffondersi immeritatamente.Windows l'ho usato solo lo stretto indispensabile nei luoghi di lavoro. Ma dai miei computer a casa è sempre stato bandito come sistema principale, dal 1996 anno della scoperta di Debian Linux.Oggi Windows sui miei computer vive in macchine virtuali che uso sporadicamente per alcune utility come i programmi di reflash degli smartphone.O per i software che uso per caricare le mappe nelle centraline delle mie moto o le centraline che vendo a conoscenti e clienti.In officina invece ho preso un netbook usato economico con Windows 7 starter apposta per tutti i software diagnostici. Lo scopo di Windows è solo di far funzionare quei programmi. Non lo uso per altro. Non ne osanno le caratteristiche. Non lo connetto a Internet, salvo quando devo tirare giù aggiornamenti dei miei software diagnostici. E so solo io quante bestemmie per fare funzionare a dovere tutto l'hardware che uso in quel settore.Per me Windows è XXXXX. E finché posso vivo evitandolo come si farebbe su un marciapiede dove sono passate persone maleducate coi propri cani...
          • Dino scrive:
            Re: E dicevano che erano i linari ......
            " <I
            E poi io sulla mia antipatia per Microsoft sono sempre coerente, e lo sono dal 1988 </I
            "La questione Microsoft è <B
            una delle molte </B
            . Tra l'altro, perlomeno, quella è in tema con PI, e sei in buona compagnia, circa metà dei lettori non sopporta la Microsoft, però questi in genere non si inventano di sana pianta cose che Microsoft non ha mai fatto. Bastano le cose vere.Il problema è che intervieni su questioni come la nuova teoria monetaria, le scie chimiche e la dieta fruttariana che qui non c'entrano nulla, e non li definirei interventi ogni tanto, per passatempo. Perché quando attacchi con questi argomenti ci fai un mini-saggio (mini nel senso che non supera i 7000 caratteri, visto che quello è il limite).Quindi non è il caso di prendere le distanze da un comportamento che tu per primo coltivi attivamente, e senza che nessuno lo abbia introdotto prima di te.P.S.: Sulla questione pseudonimi: nei forum in cui sono ammessi utenti non registrati, e dove sono la maggioranza, si risponde al commento, e non alla persona. Un concetto, una notizia, un principio non diventa vero o falso a seconda di come si chiama chi lo scrive.
          • iRoby scrive:
            Re: E dicevano che erano i linari ......
            No Leguleio, la tua socialità è malata perché attacchi personalmente, quando non sai come rispondere a quella questione. Perché sei qualunquista, perché sei di cultura ristretta, ma di grande insolenza e narcisismo patologico.Prima questione sulle scie chimiche, trovami un mio commento dove scrivo che sono convinto della loro esistenza. Continuate ad affibbiarmi questa cosa, ma io ho solo scritto che finché non ci saranno smentite governative ufficiali non possono avere torto o ragione né gli sciachimisti né i debunker. Per cui io sto in posizione neutrale, solo che l'idiozia di chi come voi ragiona col dualismo, non vi permette di capire cosa significa una posizione neutrale. È come per i fanatici religiosi, se non sei un fedele, sei per forza un satanista. Non si ammette una posizione neutrale o alternativa nei confronti di una religione.L'alimentazione fruttariana crudista? L'avrò nominata un paio di volte. È stata una scoperta provvidenziale per me, dato che è stata l'unica cura efficace per le patologie che mi affliggevano. Se tu la consideri incomprensibile, non devi per forza venire ad attaccarmi.I miei mini trattati? Se abbiamo detto che non sei tenuto a leggerli, perché lo fai? Ah, e se hai un nick, che senso ha nascondersi? Hai paura di qualcosa? Ti sei bruciato e ormai tutti ti trattano a pesci in faccia?Nascondersi dietro l'anonimato è non avere le palle per sostenere le proprie azioni e la coerenza delle proprie opinioni.E tu le palle non le hai... Addio Leguleio.
          • Dino scrive:
            Re: E dicevano che erano i linari ......

            No Leguleio, la tua socialità è malata perché
            attacchi personalmente, quando non sai come
            rispondere a quella questione. Perché sei
            qualunquista, perché sei di cultura ristretta, ma
            di grande insolenza e narcisismo
            patologico.iRoby non solo è un esperto in economia e in origini etniche dei banchieri, ma pure in psicologia. Il tuttologo. :-)
            Prima questione sulle scie chimiche, trovami un
            mio commento dove scrivo che sono convinto della
            loro esistenza. Già trovati e pubblicati una settimana fa. Il commento è sparito, ma hai fatto in tempo a leggerlo.
            Continuate ad affibbiarmi questa
            cosa, ma io ho solo scritto che finché non ci
            saranno smentite governative ufficiali non
            possono avere torto o ragione né gli sciachimisti
            né i debunker. È la stessa cosa. È come dire che finché non c'è una commissione governativa che sancisce che non esistono le streghe, io sono autorizzato a esprimere pubblicamente i miei dubbi, col rischio di impressionare persone poco istruite oppure bambini. E che è logico uscire di casa con gli spicchi d'aglio.Ti nascondi dietro il ditino del dubbio, ma su questioni del genere basta un briciolo di buon senso per capire come stanno le cose.
            Per cui io sto in posizione
            neutrale, Hai un concetto di "neutrale" molto personale...
            solo che l'idiozia di chi come voi
            ragiona col dualismo, non vi permette di capire
            cosa significa una posizione neutrale. ÈLasciaci nella nostra idiozia, allora, ma non pretendere che le parole e i concetti si pieghino ai tuoi voleri. Ciò che hai espresso sulle scie chimiche è chiaro, e chi vuole intendere che cosa passa nella tua testa lo ha facilmente capito da quei commenti, senza bisogno di leggere altro.Invocare le etichette di "neutrale", o di "indipendente", o quella che preferisci, non ti serve proprio a nulla.
            come per i fanatici religiosi, se non sei un
            fedele, sei per forza un satanista. Non si
            ammette una posizione neutrale o alternativa nei
            confronti di una
            religione.Paragone decisamente strampalato, ma che rende bene l'idea che ti sei fatto della realtà. Il satanismo non esiste, nessuno ha più possibilità di comunicare con satana rispetto a far volare un asino; sì, ci sono quelli che per moda lo praticano, ma è una moda come vestirsi da punk o ballare il gangnam style. Invece esistono eccome i fanatici religiosi, e anche i fanatici delle teorie bislacche di politica, di economia, di storia moderna... E uno di loro è qui. :-)
            L'alimentazione fruttariana crudista? L'avrò
            nominata un paio di volte. Io credo un po' di più. Ma ne bastano due. Segui tutte le diete che credi, nessuno ha il diritto di giudicarti. Ma nel momento in cui le poni come la salvezza del corpo (o dell'anima, cambia poco), ti esponi a ironie da tutti i punti cardinali.
            I miei mini trattati? Se abbiamo detto che non
            sei tenuto a leggerli, perché lo fai?Ma saranno cose mie, no?!?Di fatto, non si è trattato di un fatto sporadico, è impossibile non vedere la tua monomania per temi che con PI non c'entrano. Sui forum, piaccia o no, si scrive in pubblico e si accetta di essere giudicati dal pubblico. Nessuno sceglie i propri interlocutori.
            Ah, e se hai un nick, che senso ha nascondersi?
            Hai paura di qualcosa?No.Ma ha un'indubbia utilità.
            Ti sei bruciato e ormai tutti ti trattano a pesci
            in
            faccia?No.
            Nascondersi dietro l'anonimato è non avere le
            palle per sostenere le proprie azioni e la
            coerenza delle proprie
            opinioni.Alcuni non hanno bisogno di farsi forti di queste qualità da caserma. Saper stare al mondo, e saper controbattere alle assurdità altrui, è più importante.
            E tu le palle non le hai... Addio Leguleio.Non credo. Fra un paio di giorni sei di nuovo qui, a cercare (invano) di difendere una delle tue assurde idee: la nuova teoria monetaria, il fruttarianesimo elisir contro ogni male, qualche complotto dei governi a scelta.
          • Izio01 scrive:
            Re: E dicevano che erano i linari ......
            - Scritto da: iRoby

            http://www.accomazzi.net/TarticoliI1184.htmlMa dai, Luca Accomazzi! Mi pare che il primo libro di Basic su cui abbia messo le mani, troppi anni fa perché mi piaccia dirne il numero, fosse stato scritto da lui! O forse aveva scritto qualche articolo per quelle riviste tipo Sinclub (che non era il club del peccato bensì dei computer Sinclair!), fatto sta che mi ricordo la sua firma Mrakko messa nel codice.Vedo che la usa ancora adesso, quanti ricordi :)
          • nauseato scrive:
            Re: E dicevano che erano i linari ......
            Tutte le cause precedenti contro M$ sono finite con boffetti. E non l'hanno mai smembrata.Ed è pluripregiudicata e recidiva. Sarebbe il caso che gli USA si facessero prestare e le aizzassero contro quei magistrati milanesi spudoratamente rossi che hanno recentemente sbranato il Berluska...
          • Miani scrive:
            Re: E dicevano che erano i linari ......
            Puoi aizzare tutti i giudici cattivi che vuoi. Le cause contro Microsft non erano penali, né potevano esserlo. La Microsft venne spesso condannata, ma una condanna in sede civile non è la fine.
          • proprio loro scrive:
            Re: E dicevano che erano i linari ......
            ....e Gesù è morto di freddo.....Tre gradi di giudizio, con tre giurie diverse e con tre giudici diversi. Ma se riconoscono la colpevolezza dell'imputato ed il personaggio in questione è Mr. B, allora non possono che essere tutti, giudici e giuria, "spudoratamente comunisti"!!!Sei ridicolo.
          • Miani scrive:
            Re: E dicevano che erano i linari ......

            ....e Gesù è morto di freddo.....Francamente discutere di cosa è morto un personaggio mitologico mi pare ozioso. Sappiamo forse di cosa è morto Buddha, oppure Zeus?
            Tre gradi di giudizio, con tre giurie diverse e
            con tre giudici diversi. Ma se riconoscono la
            colpevolezza dell'imputato ed il personaggio in
            questione è Mr. B, allora non possono che essere
            tutti, giudici e giuria, "spudoratamente
            comunisti"!!!
            Sei ridicolo.Quando hai tempo mi spieghi che cosa c'entra una vicenda italiana di frode fiscale con le grane americane di Microsoft. Conta fino a tre prima di scrivere, però.
      • Izio01 scrive:
        Re: E dicevano che erano i linari ......
        - Scritto da: Dino

        Class action contro Microsoft ...

        Ballmer finirà in tribunale: troppe frottole
        su

        Surface

        RT.


        http://www.tomshw.it/cont/news/ballmer-finira-in-t


        Non sono queste la class action che
        impensieriscono un colosso come Microsoft.
        Possono aggregarsi alla class action solo quelli
        che hanno acquistato o erano in possesso di
        azioni Microsoft tra il 18 aprile e il 18 luglio
        2013.

        Le class action che mordono alle caviglie sono
        quelle dei consumatori. E poi quando ci si mette
        di mezzo il procuratore generale.Forse hai ragione, ma leggendo l'articolo linkato non hanno semplicemente fatto dichiarazioni fuorvianti, hanno proprio contato una marea di palle: utili in alto grazie alle brillanti vendite di Surface RT, LOL!Magari questa causa non porterà da nessuna parte, però gli sta comunque proprio bene.
        • Dino scrive:
          Re: E dicevano che erano i linari ......

          Forse hai ragione, ma leggendo l'articolo linkato
          non hanno semplicemente fatto dichiarazioni
          fuorvianti, hanno proprio contato una marea di
          palle: utili in alto grazie alle brillanti
          vendite di Surface RT,
          LOL!Da quel poco che so di diritto finanziario certe cose sono proprio un reato, se fatte in mala fede. E quindi, eventualmente, la minaccia viene da quella parte.Finché rimaniamo nell'ambito della class action, male che vada la Microsoft perde la causa, e deve rimborsare gli investitori.
    • Gianfranco scrive:
      Re: E dicevano che erano i linari ......
      Quando uscirà a breve il Surface Pro(x86) saranno accontentati.
    • 123g scrive:
      Re: E dicevano che erano i linari ......
      - Scritto da: John
      Scusate se cito la cocorrenza.
      Class action contro Microsoft ...
      Ballmer finirà in tribunale: troppe frottole su
      Surface
      RT.
      http://www.tomshw.it/cont/news/ballmer-finira-in-t
      Al prossimo giro aspetto W8.MA no, che concorrenza: e' come paragonare Novella 3000 al Corriere Della Sera. (tomhw e' il corriere, ovviamente)
  • il signor rossi scrive:
    Il tutorial mostra quanto siano obsoleti
    Davvero pensano di risolvere con un tutorial? Il tutorial, come il wizard, è roba da windows 95, ormai totalmente superata. Gli utenti non leggevano help e tutorial nemmeno nel 95, figuriamoci adesso dopo la rivoluzione ipad. Oggi un'interfaccia deve essere sufficientemente intuitiva per poter essere usata senza aiuti e senza dover imparare nulla (o il minimo indispensabile), se la tua richiede un tutorial allora non è abbastanza intuitiva. Anche le gesture, che per un periodo sono sembrate un'idea geniale, stanno sparendo proprio perché non sono autoesplicative (bisogna che tu legga da qualche parte che esiste un determinato gesto) e devono essere memorizzate. microsoft le ha invece usate pesantemente, al punto che messo di fronte a w8 touch un utente che non lo conosce non è in grado di utilizzarlo. Da qui la necessità di tutorial che nessuno ha voglia di leggere. Non importa quanto sia potente. Ipad ha avuto sucXXXXX non perché era potente, ma facile da usare (clicchi su app, clicchi su tasto home, fine). O microsoft capisce queste cose o resterà al palo.
    • Gianfranco scrive:
      Re: Il tutorial mostra quanto siano obsoleti
      Il tuo ragionamento non fa una grinza. Vedi è come quando prendi la patente. Puoi intuire come si gira, come funziona il cambio ma non come stare in salita è "pattinare" con la frizione. Poi ormai sei così assuefatto dall'utilizzare Windows in "classic mode" che pensi sia quello l'unico modo possibile di utilizzare un PC. I tutorial servono, li mettono anche nei programmi comuni dove ti spiegano quell'aggiornamento a cosa serve. Serve a far crescere un prodotto a far crescere la sua produttività di utilizzo.
      • collione scrive:
        Re: Il tutorial mostra quanto siano obsoleti
        - Scritto da: Gianfranco
        cosa serve. Serve a far crescere un prodotto a
        far crescere la sua produttività di
        utilizzo.il requisito fondamentale è che però il prodotto sia valido e produttivo :Dche bello lavorava 8 ore al giorno su un os coi quadroni pensati per adolescenti feisbuccari
      • apo scrive:
        Re: Il tutorial mostra quanto siano obsoleti
        Invece secondo me "il signor rossi" ha centrato in pieno!Un tutorial può andar bene ma per spiegare cose di livello avanzato o particolari. Non per le banalità.Per riprendere il tuo esempio, per imparare a guidare un'auto per l'appunto mica ti devi leggere un manuale dove ti dicono che per sterzare devi girare il volante verso destra e sinistra, o che per salire a bordo devi prima aprire la portiera.E pensare che è stata proprio Microsoft una delle prime a dire addio al manuale di istruzioni perchè con Windows 95 si era raggiunto un livello tale di semplicità che non serviva nemmeno più visto che tutto era dove dove l'avresti cercato.Se prima di poter usare questo mirabolante piastrellotto devi sorbirti un tutorial che ti dice come lanciare le applicazioni (prima cosa da imparare nel tutorial stando allo screenshot) non so proprio cosa dire se non che ne su ios, ne su android ne tantomeno su windows 7 e precedenti era necessario.- Scritto da: Gianfranco
        Il tuo ragionamento non fa una grinza. Vedi è
        come quando prendi la patente. Puoi intuire come
        si gira, come funziona il cambio ma non come
        stare in salita è "pattinare" con la frizione.
        Poi ormai sei così assuefatto dall'utilizzare
        Windows in "classic mode" che pensi sia quello
        l'unico modo possibile di utilizzare un PC. I
        tutorial servono, li mettono anche nei programmi
        comuni dove ti spiegano quell'aggiornamento a
        cosa serve. Serve a far crescere un prodotto a
        far crescere la sua produttività di
        utilizzo.
        • Gianfranco scrive:
          Re: Il tutorial mostra quanto siano obsoleti
          - Scritto da: apo
          Invece secondo me "il signor rossi" ha centrato
          in
          pieno!
          Un tutorial può andar bene ma per spiegare cose
          di livello avanzato o particolari. Non per le
          banalità.
          Per riprendere il tuo esempio, per imparare a
          guidare un'auto per l'appunto mica ti devi
          leggere un manuale dove ti dicono che per
          sterzare devi girare il volante verso destra e
          sinistra, o che per salire a bordo devi prima
          aprire la
          portiera.
          E pensare che è stata proprio Microsoft una delle
          prime a dire addio al manuale di istruzioni
          perchè con Windows 95 si era raggiunto un livello
          tale di semplicità che non serviva nemmeno più
          visto che tutto era dove dove l'avresti
          cercato.
          Se prima di poter usare questo mirabolante
          piastrellotto devi sorbirti un tutorial che ti
          dice come lanciare le applicazioni (prima cosa da
          imparare nel tutorial stando allo screenshot) non
          so proprio cosa dire se non che ne su ios, ne su
          android ne tantomeno su windows 7 e precedenti
          era
          necessario.Non sono d'accordo, dimentichi forse che in Windows all'inizio si utilizzava la shell e di certo non era per tutti (qui le prime rogne), anche la tastiera e soprattutto il mouse venivano guardati con sospetto. I tutorial servono sempre e comunque. Ti fanno vedere come hanno ragionato i programmatori/architetti UI. Nel bene e nel male solo loro a dettare le regole di quel software. A te può non piacere, non potrà essere intuitivo come dici ma anche chi porta le auto ha una certa propensione ad esempio alla guida, a guidare per più ore, a non brucia la frizione dopo 80000 km.Il touch ha ridefinito il modo di interagire con i PC. E' solo questione di tempo a mio avviso. E poi mentre il mouse, la tastiera sono oggetti tangibili i quattro angoli di win8 e la loro funzione se non li sai non puoi sfruttare appieno il software così come succede con i cartelli stradali e i segnali di pericolo: alcuni li intuisci altri sono più difficili da decifrare e senza un po' di studio non riesci a capire il loro vero scopo.
          • apo scrive:
            Re: Il tutorial mostra quanto siano obsoleti
            - Scritto da: Gianfranco
            Non sono d'accordo, dimentichi forse che in
            Windows all'inizio si utilizzava la shell e di
            certo non era per tutti (qui le prime rogne),
            anche la tastiera e soprattutto il mouse venivano
            guardati con sospetto.Forse ti stai confondendo con il DOS. Windows è nato come il clone del sitema a finestre del Mac e che appunto mandava in pensione la shell per l'avvio dei comandi e la gestione del file system (a sua volta clone di Xerox...)
            I tutorial servono sempre
            e comunque.I tutorial serviranno sempre, ma a parità di funzionalità, se un software ha bisogno di un tutorial/manuale di istruzioni ed un altro no, non puoi negare che il primo è fatto decisamente peggio. Pensa ad esempio alla regolazione dei cronotermostati digitali dove devi premere due volte un pulsante, poi tenerne premuto un altro per 3 secondi fino a che non lampeggia... ed a quelli che invece non devi impazzire tutte le volte (specie poi quando una cosa non la fai sempre e non ti ricordi le sequenze).
            Il touch ha ridefinito il modo di interagire con
            i PC. E' solo questione di tempo a mio avviso.Di certo non grazie a Microsoft che nel suo concetto di tablet (prima di metro) aveva sempre il suo bel pulsante di start con la freccia che anzicchè mossa col mouse la muovevi col pennino, proprio come si faceva anche su windows mobile.Guardati un po' qual'è stato il concetto di tablet secondo Microsoft per almeno un decennio![yt]coAVn_qqhCw[/yt]Poi sono usciti Apple prima, e poi Android che gli hanno fatto vedere in un solo anno come si fà una interfaccia touch!A mio avviso, visto che è da quando sono nati che hanno sempre copiato gli altri, potevano continuare sulla stessa strada. Diciamo che Microsoft ha fatto il suo tempo... Come diceva Jobs, oggi siete il nuovo, ma un giorno verrete superati, è il nuovo che spazza via il vecchio.
    • Trollollero scrive:
      Re: Il tutorial mostra quanto siano obsoleti
      - Scritto da: il signor rossi
      Davvero pensano di risolvere con un tutorial? Il
      tutorial, come il wizard, è roba da windows 95,
      ormai totalmente superata. Gli utenti non
      leggevano help e tutorial nemmeno nel 95,
      figuriamoci adesso dopo la rivoluzione ipad. Oggi
      un'interfaccia deve essere sufficientemente
      intuitiva per poter essere usata senza aiuti e
      senza dover imparare nulla (o il minimo
      indispensabile), se la tua richiede un tutorial
      allora non è abbastanza intuitiva. Anche le
      gesture, che per un periodo sono sembrate un'idea
      geniale, stanno sparendo proprio perché non sono
      autoesplicative (bisogna che tu legga da qualche
      parte che esiste un determinato gesto) e devono
      essere memorizzate. microsoft le ha invece usate
      pesantemente, al punto che messo di fronte a w8
      touch un utente che non lo conosce non è in grado
      di utilizzarlo. Da qui la necessità di tutorial
      che nessuno ha voglia di leggere. Non importa
      quanto sia potente. Ipad ha avuto sucXXXXX non
      perché era potente, ma facile da usare (clicchi
      su app, clicchi su tasto home, fine). O microsoft
      capisce queste cose o resterà al
      palo.E il risultato netto di tutta questa "semplicita'" (un grazie di cuore a Steve, il Grande e Benevolo: se crepavi un dieci anni prima era meglio....) e' che orde infinite di cerebrolesi, per cui anche camminare e respirare contemporaneamente rappresenta una sfida, si sono convinti che uno strumento complesso e pensato per realizzare compiti complessi si possa (anzi: si DEBBA) usare senza un minimo di formazione e/o competenza basilare....Aiuta il pianeta anche tu: LARTA di santa ragione un utonto finche' non rinsavisce !
      • tucumcari scrive:
        Re: Il tutorial mostra quanto siano obsoleti
        - Scritto da: Trollollero
        Aiuta il pianeta anche tu: LARTA di santa ragione
        un utonto finche' non rinsavisce
        !Inutile non rinsavisce...Mi spiace dovertelo dire l'unica cura che "rinsavisce" l'utonto è l'interesse personale (aka motivazione) se è motivato fa le cose più complicate...Ho visto gente che non sa letteralmente nulla (vuoto pneumatico) armeggiare con proxy o configurazioni in cui solo per ricordare la sequenza "giusta" di click dovevi essere pico della mirandola (si preferiscono quello al ragionamento) e sbattersi in ore e ore di ricerca solo per vedere una partita di calcio....Il punto è solo quello la "motivazione"... e imparare qualcosa di nuovo perchè è "più stabile" o "più libero" o "più efficiente" o "più veloce e produttivo" non è tra le "motivazioni" in auge...Questo non è un bene ma è la verità.Il "lamento" più o meno sommesso che giunge dall'utonto "winaddicted" non è che va meno mene o è più lento ecc. ecc. me è infatti sul "piastrellotto" è proprio (non casualmente) che ci sono troppe cose "diverse" (compreso office... molti VOGLIONO quello vecchio) da prima....E questo la dice lunga!
        • Sears Tower scrive:
          Re: Il tutorial mostra quanto siano obsoleti
          Che alla fine, con le dovute differenze di argomento, il messaggio si riduce a:"Sto parlando di kernel OS il che esclude che tu possa interloquire conviene tu passi la palla al tuo amichetto giggiertrojone che c'è più probaabilità che ne sappia qualcosa più di te.;-)"Come era qui:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3704494&m=3705934#p3705934
          • tucumcari scrive:
            Re: Il tutorial mostra quanto siano obsoleti
            - Scritto da: Sears Tower
            Che alla fine, con le dovute differenze di
            argomento, il messaggio si riduce
            alla:Ecatombe rapida dei tuoi post!Come mai non frequenti più la notizia dei cassonetti?Hai un momento di "disaffezione"? ;)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Sears Tower scrive:
            Re: Il tutorial mostra quanto siano obsoleti
            Visto che ti piace tanto parlare dell'argomento, ecco una tua perla:"Hai ragione è colpa del t-1000 che mi ha fatto arrabbiare."Non sai perdere:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3818886&m=3820385#p3820385
          • tucumcari scrive:
            Re: Il tutorial mostra quanto siano obsoleti
            - Scritto da: Sears Tower
            Visto che ti piace tanto parlare dell'argomento,
            ecco una tua
            perla:

            "Hai ragione è colpa del t-1000 che mi ha fatto
            arrabbiare."Peccato che a differenza dei tuoi è rimastoDai va non ti preoccupare che adesso arriva la prossima "rasatura a zero"...è un po come vuotare il mare col secchiello!(rotfl)(rotfl)
          • Sears Tower scrive:
            Re: Il tutorial mostra quanto siano obsoleti
            Bene, due faccine pure qui.Ora qualcosa di nuovo. O di vecchio, ma che faccia ridere.
          • tucumcari scrive:
            Re: Il tutorial mostra quanto siano obsoleti
            - Scritto da: Sears Tower
            Bene, due faccine pure qui.
            Ora qualcosa di nuovo. O di vecchio, ma che
            faccia
            ridere.che noia.. :-o :-oLascio il compito al "mondezzaro" ne tu ne le tue turbe valgono la pena anzi ora prendo il tender e vado a farmi un bel bagnetto... :D
          • Sears Tower scrive:
            Re: Il tutorial mostra quanto siano obsoleti
            Solo tre faccine. Una delusione.Meno male che il revival salva la situazione:"(rotfl)(rotfl)Scusa sai l'argomento neppure mi interessa e ammetto trattarsi di trollata gratuita!Ma come si fa a resistere quando ti mettono il pallone proprio sul dischetto del rigore?:-D"http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3434642&m=3435825#p3435825
        • Trollollero scrive:
          Re: Il tutorial mostra quanto siano obsoleti
          - Scritto da: tucumcari
          - Scritto da: Trollollero


          Aiuta il pianeta anche tu: LARTA di santa
          ragione

          un utonto finche' non rinsavisce

          !
          Inutile non rinsavisce...
          while(!utontoRinsavito){ lart();}Se ci mettevo while(true) faceva brutto...
          Mi spiace dovertelo dire l'unica cura che
          "rinsavisce" l'utonto è l'interesse personale
          (aka motivazione) se è motivato fa le cose più
          complicate...Lo so fin troppo bene.Alla terza richiesta d'aiuto (identica) di parenti e amici, la mia risposta e' sempre quella: "Arrangiati".
          Ho visto gente che non sa letteralmente nulla
          (vuoto pneumatico) armeggiare con proxy o
          configurazioni in cui solo per ricordare la
          sequenza "giusta" di click dovevi essere pico
          della mirandola (si preferiscono quello al
          ragionamento) e sbattersi in ore e ore di ricerca
          solo per vedere una partita di
          calcio....
          Il punto è solo quello la "motivazione"... e
          imparare qualcosa di nuovo perchè è "più stabile"
          o "più libero" o "più efficiente" o "più veloce e
          produttivo" non è tra le "motivazioni" in
          auge...
          Questo non è un bene ma è la verità.
          Il "lamento" più o meno sommesso che giunge
          dall'utonto "winaddicted" non è che va meno mene
          o è più lento ecc. ecc. me è infatti sul
          "piastrellotto" è proprio (non casualmente) che
          ci sono troppe cose "diverse" (compreso office...
          molti VOGLIONO quello vecchio) da
          prima....
          E questo la dice lunga!replay:while(!utontoRinsavito){ lart();}win-win
          • tucumcari scrive:
            Re: Il tutorial mostra quanto siano obsoleti
            - Scritto da: Trollollero
            while(!utontoRinsavito){
            lart();
            }Ti capisco...Ma ripeto è un ciclo praticamente senza exit condition.Non è colpa ne tua ne mia ma purtroppo è così.L'unica mia consolazione è che per mia fortuna non ho mai a che fare con loro...
          • Sears Tower scrive:
            Re: Il tutorial mostra quanto siano obsoleti
            Poi si possono fare considerazioni a margine:"Ma una cosa che sia una la volete tenere sotto il vostro controllo o dovete per forza regalare sempre il c..lo a qualcuno in cambio di una ipotetica "semplicità" e conservare gelosamente l'ignoranza (invece che il vostro c..lo)?"http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3357370&m=3359091#p3359091
          • Trollollero scrive:
            Re: Il tutorial mostra quanto siano obsoleti
            - Scritto da: Sears Tower
            Poi si possono fare considerazioni a margine:

            "Ma una cosa che sia una la volete tenere sotto
            il vostro controllo o dovete per forza regalare
            sempre il c..lo a qualcuno in cambio di una
            ipotetica "semplicità" e conservare gelosamente
            l'ignoranza (invece che il vostro
            c..lo)?"

            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3357370&m=335Patetico stalker
          • Trollollero scrive:
            Re: Il tutorial mostra quanto siano obsoleti
            - Scritto da: tucumcari
            - Scritto da: Trollollero


            while(!utontoRinsavito){

            lart();

            }

            Ti capisco...
            Ma ripeto è un ciclo praticamente senza exit
            condition.Su carta si', non se ne esce mai.Nella pratica, basta "dimenticarsi" di essere gentili e/o assecondare il delirio un numero sufficiente di volte e il problema o si risolve o passa ad altri.....
            Non è colpa ne tua ne mia ma purtroppo è così.
            L'unica mia consolazione è che per mia fortuna
            non ho mai a che fare con
            loro...Per mia disgrazia invece devo averci a che fare anche fin troppo spesso....
          • iRoby scrive:
            Re: Il tutorial mostra quanto siano obsoleti
            Io ne avevo 4 di amici in quelle condizioni, uno poveretto emiplegico.Ho risolto con Ubuntu. Non lo rovinano mai, funziona sempre.E le uniche volte in cui l'emiplegico fa XXXXXX anche lì, perché non c'è proprio con la testa, mi ci connetto da remoto, ranzo alcune directory come la .gconf e si rimette a posto il desktop.
  • vector scrive:
    Re: Be', insomma...

    Se la Microsoft fosse un'azienda di autospurghi,
    secondo me sarebbe un'azienda modello e farebbe
    un reale servizio utile per la
    società...Ti sei dimenticato i sistemi server.Sarà pure come dici, ma nelle aziende è il sistema client più usato da anni, non da mesi, da anni. Ed anche come server non è messa male, parlando sempre di aziende, in particolar modo server interni, non quelli esposti in internet.Naturalmente questa situazione cambierà prima o poi, probabilmente sta già succedendo, ma voglio proprio vedere come, quando avremo un altro SO con numeri a due cifre (e quale!).
    • Gianfranco scrive:
      Re: Be', insomma...
      Cosa sono le statistiche ai tempi di Windows 2000? Poi scommetto che i gestionali li fai meglio tu. Me ne dici qualcuno?
    • Skywalkersenior scrive:
      Re: Be', insomma...
      - Scritto da: iRoby

      Senza contare che un'infezione dei client
      dell'azienda spesso e volentieri ti fa fuori
      anche il
      server.Da mia esperienza, direi di no. Di tutti i clienti che hanno server Windows, in caso di infezioni estese (che purtroppo ci sono state) nessun server è mai stato infettato
      Motivo per cui sono migliori soluzioni ibride
      come quella di Zucchetti, col server RedHat Linux
      e client Windows, Zucchetti, cometutti gli altri produttori di gestionali, ti vende il software e te lo installa dove vuoi tu. Non ti impone alcun server. Ho diversi clienti che usano il loro gestionale, sempre installato su server Windows.
      • Gianfranco scrive:
        Re: Be', insomma...
        Quoto in toto. E pensare che poi l'Italia si regge proprio sulle piccole medie aziende.
        • Polemik scrive:
          Re: Be', insomma...
          Ma è questo modello economico sta proprio mostrando tutti i suoi limiti! Finché l'economia tira va tutto bene, ma con la crisi reggere alla grossa concorrenza internazionale diventa sempre più difficile. Per non parlare del fatto che solo le grandi aziende possono permettersi di fare vera R&S (Ricerca e Sviluppo, quella con le maiuscole).
          • Polemik scrive:
            Re: Be', insomma...

            Ma è -proprio- questo modello economico *CHE* sta
          • Gianfranco scrive:
            Re: Be', insomma...
            Non sono d'accordo. L'Italia ha avuto sempre di questi problemi prima che avvenisse la globalizzazione. E' stata autarchica con il Fascismo e prima ancora autonoma con il sistema stato feudale. Oggi la concorrenza globale è profondamente in crisi, bastano poche speculazioni finanziarie per farle crollare e vai al gioco di chi "se la prende e cosa offre". Invece le piccole aziende legate al tessuto sociale rimangono in piedi nonostante ancora i problemi cronici dell'Italia e una volta raggiunto un parco clienti stabile rimangono a galla anche i tempi di crisi, meno soggette ai cambiamenti coattivi dell'economia globale che gioco forza trasforma un paese. Se come dici tu il piccolo salumiere resiste ancora, anzi mantiene un potere enorme di fronte ad aperture di grossi centri commerciali che conoscono almeno una crisi all'anno se non più. Per non parlare del piccolo artigianato e dei fondi europei che continuano a creare progetti, soprattutto i fondi fesr per l'agricoltura che ha conosciuto in Italia un aumento di occupazione nell'agricoltura non indifferente. Questa è l'Italia, fiero di esserci non la terre per grossi mercenari.
          • Gianfranco scrive:
            Re: Be', insomma...
            Mah! A mio avviso è troppo complesso parlare di limiti di un modello economico che per tanti anni di storia è stato proprio dell'Italia. Io credo che le piccole aziende oggi sono poco soggette alla forza coattiva delle speculazioni finanziarie dell'economia globale e sono paradossalmente rimangono le più sicure in termini di investimento.
          • iRoby scrive:
            Re: Be', insomma...
            Quante XXXXXXXte che scrivi.In Italia le PMI sono affossate dallo Stato. Con politici che segue ordini che provengono dall'estero, di deindustrializzare. Francesi e tedeschi non vogliono la concorrenza italiana e la stanno distruggendo. Con leggi assurde, con la tassazione e l'austerità. Con l'Euro come strumento di indebitamento e stritolamento.
          • Gianfranco scrive:
            Re: Be', insomma...
            - Scritto da: iRoby
            Quante XXXXXXXte che scrivi.

            In Italia le PMI sono affossate dallo Stato. Con
            politici che segue ordini che provengono
            dall'estero, di deindustrializzare. Francesi e
            tedeschi non vogliono la concorrenza italiana e
            la stanno distruggendo. Con leggi assurde, con la
            tassazione e l'austerità. Con l'Euro come
            strumento di indebitamento e
            stritolamento.Beh non ho detto che la gente fa i salti mortali per venire ad investire in Italia. Ho detto semplicemente che secondo le piccole e medie aziende riescono a tirare più avanti rispetto agli enormi incentivi statali ricevuti sempre dai settori strategici dell'industria italiana. Poi su l'euro sono d'accordo con te ma questo che cosa centra. Troppa carne a cuocere. Poi forse vogliamo parlare anche del malcostume in Italia di pagare dopo anni? Soprattutto se si lavora con gli enti pubblici? Ribadisco che nonostante tutte le difficolta le piccole e medie aziende sono riuscite a sopravvivere e a mantenere l'indebitamento dello stato entro limiti accettabili visto che sono loro a pagare le tasse. Questo per dire che l'Italia storicamente non è mai stato terreno fertile per grosse aziende. Abbiamo prodotti, qualità e turismo da fare invidia a tutti ma quello che manca è la capacità di farlo fruttare e non di aprire solo grandi centri commerciali in tutta Italia (una delle macchie del Bel Paese).
    • Gianfranco scrive:
      Re: Be', insomma...
      Per mia esperienza in una azienduccia in cui lavoro che a malapena arriviamo a 5 dipendenti sviluppiamo siti e vendiamo domini su un datacenter che risiede a Roma. Gestiamo sia domini Windows che Linux. Ormai qualsiasi applicazione costruita in dot. net che sfrutta il protocollo ODATA (che realizzi in pochi secondi a differenza di Linux) permette di far dialogare piattaforme diverse con un abbattimento di scosti di sviluppo non indifferente. Virus? Si (entrambi i mondi) ma perlopiù per software programmati male anche dal sottoscritto ( ma ahimè non sono perfetto), senza tener conto delle dovute precauzioni. Quindi smettiamola con questa storia dei virus e della scalabilità che inficia da anni Windows. Quanta gente poi ci ha mangiato partendo con un "serverino" Windows come dici tu e arrivando alle volte alla moda Linux è più sicuro.
    • iRoby scrive:
      Re: Be', insomma...
      Nelle grandi realtà il client non è più fondamentale e in alcuni settori non è più obbligatorio che sia Windows. Nelle gestioni operative e sale programmatori di banche, assicurazioni ecc. I consulenti hanno il proprio client col proprio sistema operativo, che sempre più spesso è Linux o Mac.E l'ultima tua frase, che in un ecosistema Windows ha un ruolo fondamentale, è opinabile. Perché se c'è un sistema operativo assolutamente intercambiabile con Linux o Mac, è proprio Windows. E viene usato quest'ultimo solo per abitudine o perché obbligati dal fatto che alcuni software vengono fatti solo per questo.Ed inoltre parlare di sputare nel piatto dove mangiamo è fuori luogo.Dove li metti tutti i denari di licenze che spariscono dal nostro paese?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 agosto 2013 12.49-----------------------------------------------------------
    • lmao scrive:
      Re: Be', insomma...
      - Scritto da: iRoby
      Nelle aziende Microsoft ha solo middlewre e la
      posta con
      Exchange.[...]
      Il robot dei backup non è Windows, ma per Windows
      c'è il client Netbackup o
      simile.

      Il DB è DB2 o Oracle su mainframe e macchine
      enterprise RISC, e su Windows c'è il programmetto
      .NET che ti aggrega e mostra i
      dati.

      La posta è Exchange e c'è il dominio di rete
      Windows.

      Ma nulla di mission critical e del core business
      delle grandi aziende gira su
      Windows.

      Nelle banche è chiuso in una sottorete blindata
      protetto dai virus e da se
      stesso.Lavoro per intesa sanpaolo e per esselunga su progetti core e ti assicuro che hai scritto una marea di inesattezze, a partire dai server, dai linguagg, dai db utilizzati e dai client.Si salva solo (parte) dell'ultimo messaggio quotato.
      • iRoby scrive:
        Re: Be', insomma...
        - Scritto da: lmao
        Lavoro per intesa sanpaolo e per esselunga su
        progetti core e ti assicuro che hai scritto una
        marea di inesattezze, a partire dai server, dai
        linguagg, dai db utilizzati e dai
        client.
        Si salva solo (parte) dell'ultimo messaggio
        quotato.Allora non hai lavorato per la prima dato che ci ho lavorato anch'io, e ciò che ho scritto proviene proprio da esperienza diretta.middleware, su macchine virtuali protette in reti private.
        • lmao scrive:
          Re: Be', insomma...
          - Scritto da: iRoby
          - Scritto da: lmao

          Lavoro per intesa sanpaolo e per esselunga su

          progetti core e ti assicuro che hai scritto
          una

          marea di inesattezze, a partire dai server,
          dai

          linguagg, dai db utilizzati e dai

          client.

          Si salva solo (parte) dell'ultimo messaggio

          quotato.

          Allora non hai lavorato per la prima dato che ci
          ho lavorato anch'io, e ciò che ho scritto
          proviene proprio da esperienza
          diretta.
          middleware, su macchine virtuali protette in reti
          private.Io continuo a lavorarci, e ti assicuro che buona parte dei loro server e terminali sono Microsoft, così come buona parte dei dati sta su piattaforme sql server, un esempio su tutti la gestione delle giacenze di cassa. E' ben vero che molti dei client sono usati, in alcuni contesti, in emulazione 3270, ma ciò non toglie che il parco macchine sia su piattaforma microsoft. Per dirne un'altra, un applicativo per la profilatura finanziaria del cliente usato dai consulenti di alcune banche di ISP è realizzato in asp.net e poggia la sua base dati su un sql server, oltre ad utilizzare alcuni ws che si interfacciano a db2 per recuperare i dati finanziari in modo puntuale.
          • iRoby scrive:
            Re: Be', insomma...
            Middleware parli ancora di middleware.Tutti i dati, le transazioni di quella banca sono su mainframe. Hanno di tutto OS360, AS400 e DB2. Procedure rodate in Cobol. Tutto lo storico.E poi una miriade di Unix AIX, Solaris.Le altre del gruppo idem. Banca IMI a Milano per esempio ha tutto il sistema di trading online su cluster RedHat ed Oracle.
  • prova123 scrive:
    Secondo me ...
    uno solo di questi analissti non ce la fa, saranno sicuramente una manica di analisti :D Sia come sia, dicono gli analisti, il touch non aiuterà Windows 8 Proprio non capiscono il touch su PC è demenza allo stato puro e soprattutto grave intralcio. Win8 è un OS da terminare. :)
  • Dino scrive:
    Be', insomma...
    Questa frase mi pare esagerata:"non sono finora riusciti a scalfire una situazione di mercato meno che ideale per l'OS più discusso della storia di Redmond".Io ricordo le polemiche al calor bianco ai tempi di Vista, e lì non c'entravano le piastrelle, che volendo si aggirano con programmini gratis che ti rimettono il tasto start, ma malfunzionamenti molto più dannosi (i driver in particolare).Insomma, prima di fare una classifica del genere per comprenderci anche Windows 8:Windows 95: l'Os più simpaticoWindows Me: l'Os con più magagneWindows 2000: l'Os più innovativoaspetterei almeno un annetto.
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Be', insomma...
      - Scritto da: Dino
      aspetterei almeno un annetto.No no, qui a p.i. hanno giá sentenziato che W 8.1 é una schifezza. 8)
      • Dino scrive:
        Re: Be', insomma...
        Se la metti su questo piano, su PI lo avevano sentenziato già prima che uscisse. :-)E sempre su PI sono già fallite un migliaio di aziende produttrici di software e anche di hardware, a seconda delle antipatie personali e delle crisi contingenti. Il tifo informatico è esattamente come il tifo murino, che si trasmette all'uomo attraverso la pulce del ratto.
        • Gianfranco scrive:
          Re: Be', insomma...
          - Scritto da: Dino
          Se la metti su questo piano, su PI lo avevano
          sentenziato già prima che uscisse.
          :-)
          E sempre su PI sono già fallite un migliaio di
          aziende produttrici di software e anche di
          hardware, a seconda delle antipatie personali e
          delle crisi contingenti. Il tifo informatico è
          esattamente come il tifo murino, che si trasmette
          all'uomo attraverso la pulce del
          ratto.Quoto in pieno.
          • Sg@bbio scrive:
            Re: Be', insomma...
            Quoti perchè c'è gente che ha argomentato sul perché win 8 fa XXXXXX.
    • iRoby scrive:
      Re: Be', insomma...
      - Scritto da: Dino
      Windows 95: l'Os più simpatico
      Windows Me: l'Os con più magagne
      Windows 2000: l'Os più innovativo
      aspetterei almeno un annetto.Ma perché non fai una classifica più coerente con l'azienda. <b
      MS-DOS: </b
      XXXXX comprata da altri e rivenduta; <b
      Windows 1.0-3.11: </b
      XXXXX fatta in casa copiando male dal Mac; <b
      Windows 95: </b
      altra XXXXX solo fatta un po' meglio della precedente; <b
      Windows 98: </b
      XXXXX che inizia a solidificare e prendere forma ma solo con la SE; <b
      Windows ME: </b
      diarrea, giusto per non dimenticare cosa produce quell'azienda: <b
      Windows 2000: </b
      sembra un OS, ma se ti avvicini e guardi meglio sempre XXXXX è; <b
      Windows XP: </b
      ancora XXXXX, ma questa almeno è maneggiabile specie dopo i primi SP, solo che ogni tanto si costipa e va reinstallata; <b
      Windows Vista: </b
      diarrea a spruzzi; <b
      Windows 7: </b
      hanno imparato a fare la XXXXX traslucente con gli effetti di trasparenza; <b
      Windows 8: </b
      ecco che l'azienda periodicamente ritrova le sue origini di produttori di XXXXX; <b
      Windows 8.1: </b
      puoi provare a seguire le lamentele del pubblico per la puzza e fare qualche passo indietro per provare a profumarla, ma se nasci produttore di XXXXX, non puoi cambiare la tua indole.Se la Microsoft fosse un'azienda di autospurghi, secondo me sarebbe un'azienda modello e farebbe un reale servizio utile per la società...
      • Minchia scrive:
        Re: Be', insomma...
        che finesse...! :-)
      • orcoiPoD scrive:
        Re: Be', insomma...
        Nel vedere XXXXX ovunque, anche dove non c'è, tradisci la tua innata vocazione alla coprofagia...buon appetito!- Scritto da: iRoby
        - Scritto da: Dino

        Windows 95: l'Os più simpatico

        Windows Me: l'Os con più magagne

        Windows 2000: l'Os più innovativo

        aspetterei almeno un annetto.

        Ma perché non fai una classifica più coerente con
        l'azienda.

        <b
        MS-DOS: </b
        XXXXX comprata da
        altri e
        rivenduta;
        <b
        Windows 1.0-3.11: </b
        XXXXX
        fatta in casa copiando male dal
        Mac;
        <b
        Windows 95: </b
        altra XXXXX
        solo fatta un po' meglio della
        precedente;
        <b
        Windows 98: </b
        XXXXX che
        inizia a solidificare e prendere forma ma solo
        con la
        SE;
        <b
        Windows ME: </b
        diarrea,
        giusto per non dimenticare cosa produce
        quell'azienda:
        <b
        Windows 2000: </b
        sembra un
        OS, ma se ti avvicini e guardi meglio sempre
        XXXXX
        è;
        <b
        Windows XP: </b
        ancora XXXXX,
        ma questa almeno è maneggiabile specie dopo i
        primi SP, solo che ogni tanto si costipa e va
        reinstallata;
        <b
        Windows Vista: </b
        diarrea a
        spruzzi;
        <b
        Windows 7: </b
        hanno imparato
        a fare la XXXXX traslucente con gli effetti di
        trasparenza;
        <b
        Windows 8: </b
        ecco che
        l'azienda periodicamente ritrova le sue origini
        di produttori di
        XXXXX;
        <b
        Windows 8.1: </b
        puoi provare
        a seguire le lamentele del pubblico per la puzza
        e fare qualche passo indietro per provare a
        profumarla, ma se nasci produttore di XXXXX, non
        puoi cambiare la tua
        indole.

        Se la Microsoft fosse un'azienda di autospurghi,
        secondo me sarebbe un'azienda modello e farebbe
        un reale servizio utile per la
        società...
    • krane scrive:
      Re: Be', insomma...
      - Scritto da: Dino
      Questa frase mi pare esagerata:
      "non sono finora riusciti a scalfire una
      situazione di mercato meno che ideale per l'OS
      più discusso della storia di Redmond".
      Io ricordo le polemiche al calor bianco ai tempi
      di Vista, e lì non c'entravano le piastrelle, che
      volendo si aggirano con programmini gratis che ti
      rimettono il tasto start, ma malfunzionamenti
      molto più dannosi (i driver in particolare).
      Insomma, prima di fare una classifica del genere
      per comprenderci anche Windows 8:
      Windows 95: l'Os più simpatico
      Windows Me: l'Os con più magagne
      Windows 2000: l'Os più innovativo
      aspetterei almeno un annetto.Sara' ma giusto l'altra sera piastrellotto che avevo acceso per fare una parta a un gioco mi si e' suicidato a causa di un aggiornamento, tra ripristino e ripigliamento (ha fatto tutto lui per carita' ) ci ha messo tre quarti d'ora, fortuta che avevo il portatile con linux e non dovevo lavorarci con win.
Chiudi i commenti