Google: ecco il mio Wi-Fi

Il re dei motori di ricerca rilascia un client per reti virtuali completamente crittografate, da utilizzare con i suoi punti d'accesso Wi-Fi . Ma c'è chi polemizza: Google traccia le pagine visitate


Mountain View (USA) – Il motore di ricerca più popolare è di nuovo al centro delle attenzioni: a ridosso della circolazione di rumors sugli interessi di Google nel settore della connettività, ecco che fa capolino la primissima versione beta di un software per connettersi a reti virtuali crittografate e senza fili.

Il programma partorito dalla mente di un ingegnere di Mountain View è già disponibile gratuitamente per sistemi Windows XP e 2000. Battezzato Google Secure Access , il client permette di allacciarsi alla VPN dei server Google. La multinazionale della ricerca su Internet ha già attivato alcuni access point nella zona attorno a San Francisco, negli Stati Uniti: utilizzando GSA per connettersi ad Internet, gli utenti saranno doppiamente garantiti contro le più note debolezze dello standard Wi-Fi.

Tutto il traffico dati – sostiene infatti Google – godrà così di una duplice funzione di sicurezza, assicurata sia dalla codifica WEP che da un sistema proprietario di Google. I dati in entrata, una volta raggiunti il terminale, verranno decifrati in tempo reale. I responsabili del progetto GSA assicurano che la privacy degli utenti verrà garantita e sarà tenuta particolarmente in considerazione. Tuttavia, alcune informazioni riguardo alle pagine web visitate verranno registrate dai database di Google .

“Il software in questione è nato per diletto di uno dei nostri programmatori, preoccupato per la sicurezza dei dati sulle reti senza fili”, si legge in una nota ufficiale. Ma GSA non potrebbe rivelarsi solo un hack estremamente utile. “Può essere utilizzato per connettersi a qualsiasi VPN”, ammettono i portavoce dell’azienda californiana – e c’è ben altro. Trasformandosi praticamente in router , il flusso di dati che transiterà per i server di Google diventa facilmente capitalizzabile.

Attraverso l’interfaccia GSA, gli utenti potranno essere “analizzati” e capitalizzati come target di pubblicità altamente mirate. L’ultima trovata targata Google, secondo molti osservatori, è la conferma che annuncia la nascita definitiva di GoogleNet , l’ISP che l’importantissimo search engine si appresterebbe ad assemblare. O forse è solamente l’avvento dei mezzi di comunicazione personalizzati ?

La dinamicità di Google continua a sorprendere investitori ed utenti. Una piccola società nata esclusivamente come motore di ricerca si espande adesso dal VoIP fino alla fornitura di accessi Internet. Ma ormai la strategia dell’azienda sembra farsi più chiara: rivoluzionare la comunicazione. E l’ennesima voce di corridoio si solleva immediatamente da blog e testate specialistiche: il prossimo passo sarà forse il “Google-phone” Wi-Fi per telefonare gratuitamente nel raggio degli access point? Probabilmente è solo questione di tempo…

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: E` uno skifo
    Beh sono d'accordo con te!Anche se utilizzando i programmi come Nero puoi farti la tua copia di back up utilizzando i file immagine.
  • nattu_panno_dam scrive:
    Nuovi artisti per Moira Orfei.
    Come pagliacci non sono male, dato che sputano dal piatto dove mangiano, mi domando se l' Orfei non trovi a loro un nuovo tipo di numero circestense.Mi domando se questi "artisti" non abbiano altri modi per farsi pubblicità invece di tentare di prendere per il culo i loro fan. Non ha nemmeno in lontananza l' apparenza di una protesta, dato che "fregare il DRM" come soluzione non ha nessunissimo senso, oltre a non essere logicamente legale.Se proprio vogliono protestare, che sti stacchino dalla loro major e producano in proprio; voglio proprio vedere quanto dureranno prima che la mafia delle major non gli azzoppi..
    • Anonimo scrive:
      Re: Nuovi artisti per Moira Orfei.
      - Scritto da: nattu_panno_dam
      Come pagliacci non sono male, dato
      che sputano dal piatto dove mangiano, mi
      domando se l' Orfei non trovi a loro un
      nuovo tipo di numero circestense.Io mi chiedo se tu sei in grado di immaginare una possibilita' di cambiamento oppure credi che il mondo sia statico per tutto l'arco della tua vita; ti do' una notizia : non e' cosi' !
      Mi domando se questi "artisti" non abbiano
      altri modi per farsi pubblicità invece di
      tentare di prendere per il culo i loro fan.
      Non ha nemmeno in lontananza
      l' apparenza di una protesta, dato
      che "fregare il DRM" come soluzione non
      ha nessunissimo senso, oltre a non essere
      logicamente legale.Bhe, tu parli di sistema mafioso e lo preferici, la tua idea mi sembra ben peggiore, ma solo e' solo l'imprinting dell'essere italiano.
      Se proprio vogliono protestare, che sti
      stacchino dalla loro major e producano in
      proprio; voglio proprio vedere quanto
      dureranno prima che la mafia delle major
      non gli azzoppi..E forse e' proprio per quello che non lo fanno ??? Ti lamenti che non fanno cose che dici tu stesso non possono permettersi ! Ma ti fai i cori da solo come JBL !
      • nattu_panno_dam scrive:
        Re: Nuovi artisti per Moira Orfei.
        - Scritto da: Anonimo
        Io mi chiedo se tu sei in grado di immaginare una
        possibilita' di cambiamento oppure credi che il
        mondo sia statico per tutto l'arco della
        tua vita; ti do' una notizia : non e' cosi' !Certo, domani sarà tutta un'altra cosa, e al posto del ferrovecchio che uso andro' in giro in ferrari e non dovro' piu' pagare siae e major per quello che ascolto..

        Bhe, tu parli di sistema mafioso e lo preferici,
        la tua idea mi sembra ben peggiore, ma solo e'
        solo l'imprinting dell'essere italiano.
        Si, per me è crimine organizzato legale. Considero i sistemi anticopia incostituzionali e nell' atto di compravendita te li fanno accettare per forza, che tu ne sia consapevole o no. E poi ci sono i tizi che ti vegono a dire "ma no! guarda che basta infrangere il contratto e poi magari fare ricettazione".

        E forse e' proprio per quello che non lo fanno
        ??? Ti lamenti che non fanno cose che dici tu
        stesso non possono permettersi ! Ma ti fai i cori
        da solo come JBL !Allora smettano di rompere le balle e di lamentarsi, a meno che non sia appunto una trovata pubblicitaria di cattivo gusto. JBL? Fa parte della spazzatura che guardi in tv di solito? Vista la fonte, lo prendo come un complimento.
    • KaEl scrive:
      Re: Nuovi artisti per Moira Orfei.
      Ehm..non polemizzerò, ma credo che a Moira orfei casomai si possa chiedere uno spettacolo circense..per quello cistercense rivolgersi a "RenatoZero" Ratzinger :D !
      • nattu_panno_dam scrive:
        Re: Nuovi artisti per Moira Orfei.
        - Scritto da: KaEl
        Ehm..non polemizzerò, ma credo che a Moira orfei
        casomai si possa chiedere uno spettacolo
        circense..per quello cistercense rivolgersi a
        "RenatoZero" Ratzinger :D !Eh, hai ragione, ma cè poi tanta differenza? :D-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 giugno 2006 14.38-----------------------------------------------------------
  • Anonimo scrive:
    E' solo l'inizio della rivoluzione!
    Spero che in seguito ci siano altri artisti che si rivoltino contro le major ingorde e che rescindano i contratti mandandoli tutti in fallimento, così queste capiranno che sono tutti contro, artisti e clienti, ma sarà troppo tardi per tornare indietro e finalmente si mangeranno le mani per le minkiate che hanno fatto!!!! Del resto cosa si aspettano dalla repressione che stanno attuando?????Arriverà il giorno in cui gli artisti distribuiranno il loro lavoro direttamente e GUADAGNANDO IL GIUSTO e le major scompariranno!!!!HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA!!!!!!!! 8)
    • Anonimo scrive:
      Re: E' solo l'inizio della rivoluzione!
      - Scritto da: Anonimo
      Spero che in seguito ci siano altri artisti che
      si rivoltino contro le major ingorde e che
      rescindano i contratti mandandoli tutti in
      fallimento, così queste capiranno che sono tutti
      contro, artisti e clienti, ma sarà troppo tardi
      per tornare indietro e finalmente si mangeranno
      le mani per le minkiate che hanno fatto!!!! Del
      resto cosa si aspettano dalla repressione che
      stanno attuando?????
      Arriverà il giorno in cui gli artisti
      distribuiranno il loro lavoro direttamente e
      GUADAGNANDO IL GIUSTO e le major
      scompariranno!!!!
      HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA!!!!!!!!
      8)Sarà dura: i bestseller sono per lo più fantocci costruiti in laboratorio sulla base di ricerche di mercato e spinti a suon di pubblicità martellante, tutto Made in Majors. senza le major non sopravviverebbero - e le vendite le fanno loro. Se scomparisse una band semiquasisconosciuta a strapparsi i capelli sarebbero pochi fans. Ma se fosse quella strafamosa... il grande pubblico chi delle due salverebbe?
    • Anonimo scrive:
      Re: E' solo l'inizio della rivoluzione!
      - Scritto da: Anonimo
      Spero che in seguito ci siano altri artisti che
      si rivoltino contro le major ingorde e chesi si, certo.promozione, distribuzione, booking, organizzazione concerti ...tutta roba che si fa con margini bassi, vero? ;-)
      • Anonimo scrive:
        Re: E' solo l'inizio della rivoluzione!
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Spero che in seguito ci siano altri artisti che

        si rivoltino contro le major ingorde e che


        si si, certo.
        promozione, distribuzione, booking,
        organizzazione concerti ...

        tutta roba che si fa con margini bassi, vero? ;-)certo, basta un sito internet e un bel po di banda
      • Anonimo scrive:
        Re: E' solo l'inizio della rivoluzione!
        - Scritto da: Anonimo
        si si, certo.
        promozione, distribuzione, booking,
        organizzazione concerti ...

        tutta roba che si fa con margini bassi, vero? ;-)mmmmmmmmmmmhsì
      • Anonimo scrive:
        Re: E' solo l'inizio della rivoluzione!
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Spero che in seguito ci siano altri artisti che

        si rivoltino contro le major ingorde e che


        si si, certo.
        promozione, distribuzione, booking,
        organizzazione concerti ...

        tutta roba che si fa con margini bassi, vero? ;-)

        Promozione =
        concerti, internet, spot tvDistribuzione =
        internet, ditta con cui contrattare i prezzi al ribassoOrganizzazione concerti =
        anche gli stessi artisti o ditta con cui contrattare i prezzi al ribassoIl faidate elimina gli intermediari ed abbassa i costi permettendo di guadagnare anche abbassando i prezzi!
      • Alessandrox scrive:
        Re: E' solo l'inizio della rivoluzione!
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Spero che in seguito ci siano altri artisti che

        si rivoltino contro le major ingorde e che


        si si, certo.
        promozione, distribuzione, booking,
        organizzazione concerti ...

        tutta roba che si fa con margini bassi, vero? ;-)No, hai perfettamente ragione....A meno di non rimanere con il pallottoliere come te..Esiste la tecnologia, l' informatica ....Buona fortuna comunque... nelle tue condizioni ne hai tanto bisogno.
    • psychedelicsys scrive:
      Re: E' solo l'inizio della rivoluzione!
      mmmh se certi "artisti" si metterebero a fare anche le promozione e magari sbattersi con i concerti (inosomma quello che fanno tutti gli emergenti) che tempo avrebbero per stare in piscina o tirare ci coca ad uno shic party???insomma quando uno ha ??? lascia tutto il lavoro in mano ad altri (manager e major) cosi a tempo per i viziben vengano una nuova generazioni di Artisti che voglia cambiare le cose..... ma mi sa che sono in pochi.... e cmq quando avranno molti ??? cambieranno ideaPS: poi c'è l'tra faccia della medaglia: i fruitori, anche qui quasi tutti preferiscono i concerti komerz (sponsorizzati) tutti belli pre-confezionati.... e qui è molto duro cambiare i gusti di masse condizionate fin da giovani da MTV&co.io ci provo sempre ma pochi mi danno retta.... anzi mi mandano a fanculo o dicono: a me piace non è colpa mia se il mercato e cosi.... e gli ??? intanto continuano a spenderli
  • Anonimo scrive:
    Ma come la metteremo...
    quando il trusted computing diventerà operativo? Tutto ciò che è mediatico dovrà passare al vaglio del TGP, ovvero delle grosse multinazionali. Alle etichette indipendenti non resterà che rinunciare o pagare cara l'autorizzazione (e vendere a prezzi maggiorati per rifarsi delle spese) e agli artisti non resterà che pregare i big o suonare per strada.
    • Rex1997 scrive:
      Re: Ma come la metteremo...
      - Scritto da: Anonimo
      quando il trusted computing diventerà operativo?
      Tutto ciò che è mediatico dovrà passare al vaglio
      del TGP, ovvero delle grosse multinazionali. Alle
      etichette indipendenti non resterà che rinunciare
      o pagare cara l'autorizzazione (e vendere a
      prezzi maggiorati per rifarsi delle spese) e agli
      artisti non resterà che pregare i big o suonare
      per strada.dato che in realtà sono molti cosidetti big ad aver bisogno degli artisti, non veceversa, ne vedremo delle belle....:)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma come la metteremo...
        - Scritto da: Rex1997
        dato che in realtà sono molti cosidetti big ad
        aver bisogno degli artisti, non veceversa, ne
        vedremo delle belle....:)Ah si? Questa è buona. E da quando Britney spears è un'artista? La macchina pubblicitaria spendacciona e le tette grosse o rifatte o comunque in bella mostra (perché è questo che ti vendono) a quanto pare contano molto più della musica. P.S: se pensate che i libri siano l'ultima spiaggia, basta dare una lettura agli Harry Potter per capire che per il momento ci salviamo, ma anche quel settore sta prendendo una piega molto molto brutta...
        • Guybrush scrive:
          Re: Ma come la metteremo...
          - Scritto da: Anonimo[...]
          P.S: se pensate che i libri siano l'ultima
          spiaggia, basta dare una lettura agli Harry
          Potter per capire che per il momento ci salviamo,
          ma anche quel settore sta prendendo una piega
          molto molto brutta...Ah si?Vediamo un po'...Roma, febbraio 2005U: Caro signor Salani, quando pensa di pubblicare HP in italiano?S: non prima della fine di ottobre, voglio dare ai lettori italiani un prodotto di qualita'.U: oh com'e' buono signor Salani, grazie... ci sara' da aspettare, ma grazie per il pensiero.Roma, Giugno 2005U: Signor Salani, a ottobre quando? No cosi' per...S: Il 31 ottobre, per HalloweenU: bella idea, speravo a inizio mese, ma cosi' il lancio pubblicitario viene beneRoma: 1 luglio 2005U: Signor Salani, ma in quali librerie si fa il lancio? Cosi' vengo alla festaS: No, non si fa piu' ad Halloween, meglio il 18 novembreU: e perche'?S: Esce il filmRoma 17 luglio 2005U: signor Salani, ma se la traduzione era prevista per ottobre non era meglio...S: No, non era meglio... gli ultimi libri di HP hanno venduto meno del previsto sa?U: forse era il caso di abbassare i prezzi?S: Impossibile, la carta costa sempre di piu', le contingenze, le scale mobili, la rata della ferrari...U: vabbe' il 18 novembre alloraS: no meglio a NataleRoma 20 Luglio 2005U: scusi signor Bloomsbury, mi vende una copia di HP in ingleseB: ecco, fanno 16 euroU: grazieRoma, 6 Agosto 2005S: E' ufficiale, HP esce il 6 gennaio... hey Utente, mi senti? Utente?U: Shhh, sono al capitolo 24 e ancora non so come tradurre il giochino You-Know-Who/You-No-PooS: ma hai capito che bello? Per la befana ti regalo HP..U: se, se, Roma 15 settembreU: buongiorno signor tipografoT: salve, desidera?U: ho un file PDF di 425 pagine da stampareT: altro?U: si ecco la copertina (spoiler!)http://xoomer.virgilio.it/andrew.next/img/copertina.jpgT: ahhh bello, l'hai scaricato da internet?U: quasi, io e altri amici abbiamo collaborato per tradurlo e ora mi voglio godere appieno il risultato.T: bene ripassi domani, sono 8.50 euro se vuole la doppia rilegatura, senno' solo 6 euro pero' dopo un paio di vlte che lo legge si scompagina.U: Doppia rilegatura, per Giove, facciamo le cose fatte perbene!Costo totale dell'operazione:24 euro e 50 centesimi.Harry potter e l'ordine della fenice costava quanto? 24 euro mi pare.Se il PMS costera' la stessa cifra ci avro' rimesso solo 50 centesimi (ma non avro' alcun motivo per lamentarmi della traduzion :D ) altrimenti... 1) Ho ottenuto un risparmio (profitto) 2) Non ho violato alcuna legge3) Salani fara' bene a evitare 'ste porcherie commerciali perche' a parte i malati come me che si traducono il libro a manella e poi se lo stampano per i fatti propri, ci sono tutti quelli che se lo sono letto in inglese e hanno raccontato piu' o meno tutto a quelli che invece aspettano la versione italiana.Ah, per la "You Know Who / You No Poo" qualcuno mi ha suggerito "Colui che non deve essere nominato / Colui che non deve essere evacuato" il senso di costipazione che ha bloccato la nazione.E io ho implementato nella mia versione di HP.Ovviamente e in rispetto del copyright non vendero' o diffondero' neanche una virgola di quel materiale... a parte la copertina, che essendo una mia creazione la distribuisco come mi pare e piace. E prima che qualcuno pensi male: per la faccia in copertina ho usato un foglio extra strong, una matita HB, uno scanner... e un fotogramma della pietra filosofale stampato e ricopiato a mano.
          GT
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma come la metteremo...
      - Scritto da: Anonimo
      quando il trusted computing diventerà operativo?
      Tutto ciò che è mediatico dovrà passare al vaglio
      del TGP, ovvero delle grosse multinazionali. Alle
      etichette indipendenti non resterà che rinunciare
      o pagare cara l'autorizzazione (e vendere a
      prezzi maggiorati per rifarsi delle spese) e agli
      artisti non resterà che pregare i big o suonare
      per strada.che cavolate.se , ad esempio, sarai un artista che usa Magnatune, semplicemente i tuoi pezzi non avranno DRM, quindi gli utenti li potranno usare come vogliono.gli altri, quelli delle majors incatenatrici, non lo permetteranno.e quindi schiatteranno, perchè la gente li manderà a farsi fottere
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma come la metteremo...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        quando il trusted computing diventerà operativo?

        Tutto ciò che è mediatico dovrà passare al
        vaglio

        del TGP, ovvero delle grosse multinazionali.
        Alle

        etichette indipendenti non resterà che
        rinunciare

        o pagare cara l'autorizzazione (e vendere a

        prezzi maggiorati per rifarsi delle spese) e
        agli

        artisti non resterà che pregare i big o suonare

        per strada.

        che cavolate.

        se , ad esempio, sarai un artista che usa
        Magnatune, semplicemente i tuoi pezzi non avranno
        DRM, quindi gli utenti li potranno usare come
        vogliono.

        gli altri, quelli delle majors incatenatrici, non
        lo permetteranno.


        e quindi schiatteranno, perchè la gente li
        manderà a farsi fotterePeccato che il tuo lettore/computer ti dirà 'hmmm.. no drm... questa roba è potenzialmente pirata. per la tua sicurezza non la eseguirò'.
        • Guybrush scrive:
          Re: Ma come la metteremo...
          Cliente: Salve vorrei un lettore mp3Venditore: prego ne abbiamo diversi modelliC: in questa SD card ci sono dei brani, mi mostri i lettori in grado di eseguirliV: vediamo un po'... DRM?C: assolutamente noV: ecco ho questi modelli qui...oppureV: non ho modelli senza drm, ma c'e' questo qui che legge entrambiC: proviamo... (si va bene, no vado altrove)OppureV: mi spiace, ma quelli senza DRM sono andati esauriti, pero' ho questo che costa solo 199 euro e ha 4gb di spazioC: e io che ci faccio?E quindiV: Pronto? Fornitore? Senta, la fornitura dei modelli X, Y e Z era piena di unita' difettose, me le dovete sostituire... si, come dite? Non c'e' problema? Ah li cambiate con modelli senza drm? A me basta che funzionino...Non e' difficile eh?Io pago, io decido.Lavoro, guadagno, pago, pretendo.La solita solfa insomma e le pere della s-pears possono rimanere li' dove stanno... tanto il silicone non degrada in fretta.
          GT
  • Anonimo scrive:
    Grandissimi alla Magnatune
    E' quello che ho sempre voluto, davvero grandi!
    • Anonimo scrive:
      Re: Grandissimi alla Magnatune
      Ti fanno addirittura scegliere il prezzo del cd (entro un range), questo forse è un po' troppo ma ancora più complimenti!
      • Anonimo scrive:
        Re: Grandissimi alla Magnatune
        - Scritto da: Anonimo
        Ti fanno addirittura scegliere il prezzo del cd
        (entro un range), questo forse è un po' troppo ma
        ancora più complimenti!Ho sentito che vendono un pezzo su trenta tra quelli scaricati.Però bisogna vedere nel lungo periodo, mi sembra un po' rischioso come business.
        • Anonimo scrive:
          Re: Grandissimi alla Magnatune
          - Scritto da: Anonimo
          Ho sentito che vendono un pezzo su trenta tra
          quelli scaricati.Se consideri come scaricati quelli in bassa qualità ci credo, la gente ascolta per decidere per comprare, non compra tutto, e comunque questo servizio è fatto per la gente che vuole comprare, ce n'è abbastanza di questi per sopravvivere e bene (sono quelli che già comprano i cd più quelli che non li comprano solo perchè costano troppo).
          Però bisogna vedere nel lungo periodo, mi sembra
          un po' rischioso come business.Mi pare che siano prudenti e investano molto poco, per il momento, non credo ci siano rischi di crack.
          • Anonimo scrive:
            Re: Grandissimi alla Magnatune
            - Scritto da: Anonimo
            Se consideri come scaricati quelli in bassa
            qualità ci credo, la gente ascolta per decidereNon mi sembrano di bassa qualità.
          • Anonimo scrive:
            Re: Grandissimi alla Magnatune
            - Scritto da: Anonimo

            Se consideri come scaricati quelli in bassa

            qualità ci credo, la gente ascolta per decidere

            Non mi sembrano di bassa qualità.40kbps, e se li compri invece te li danno senza compressione
          • Anonimo scrive:
            Re: Grandissimi alla Magnatune
            - Scritto da: Anonimo
            40kbps, e se li compri invece te li danno senza
            compressioneIo poco fa ne ho ascoltato uno a caso a 128 kbps
          • Anonimo scrive:
            Re: Grandissimi alla Magnatune
            - Scritto da: Anonimo

            40kbps, e se li compri invece te li danno senza

            compressione

            Io poco fa ne ho ascoltato uno a caso a 128 kbpsOk mi ero sbagliato, comunque chi è interessato ad acquistare online vuole qualcosa di più di un mp3 a 128 kbps. Se vuoi quello gratis puoi anche usare il p2p, prendendolo da loro gli ciuccerai un po' di banda ma non li farai certo fallire.
          • Anonimo scrive:
            Re: Grandissimi alla Magnatune
            - Scritto da: Anonimo
            Ok mi ero sbagliato, comunque chi è interessato
            ad acquistare online vuole qualcosa di più di un
            mp3 a 128 kbps. Se vuoi quello gratis puoi anche
            usare il p2p, prendendolo da loro gli ciuccerai
            un po' di banda ma non li farai certo fallire.Gratis ma illegalmente si può usare il p2p (dove comunque trovi anche roba superiore a 128 kbps).
          • Anonimo scrive:
            Re: Grandissimi alla Magnatune
            - Scritto da: Anonimo

            Ok mi ero sbagliato, comunque chi è interessato

            ad acquistare online vuole qualcosa di più di un

            mp3 a 128 kbps. Se vuoi quello gratis puoi anche

            usare il p2p, prendendolo da loro gli ciuccerai

            un po' di banda ma non li farai certo fallire.

            Gratis ma illegalmente si può usare il p2p (dove
            comunque trovi anche roba superiore a 128 kbps).Uh, allora Magnatune dici che favorisce la pirateria?
          • Anonimo scrive:
            Re: Grandissimi alla Magnatune
            - Scritto da: Anonimo
            Uh, allora Magnatune dici che favorisce la
            pirateria?No dico che dubito che possa sfondare.
          • Anonimo scrive:
            Re: Grandissimi alla Magnatune
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Uh, allora Magnatune dici che favorisce la

            pirateria?

            No dico che dubito che possa sfondare.dipende dagli artisti, come sempre.se i Coldplay fossero passati a Magnatune... non credo che sarebbe stata una cosa "invisibile".
          • Anonimo scrive:
            Re: Grandissimi alla Magnatune
            - Scritto da: Anonimo
            se i Coldplay fossero passati a Magnatune... non
            credo che sarebbe stata una cosa "invisibile".Se i coldplay fossero passati a Magnatune un sacco di gente avrebbe ascoltato le canzoni gratis oppure se la scaricava da un sito non commerciale o dal p2p, visto che usano questa licenza della Creative Commons:http://magnatune.com/artists/license/student?artist=Andreas+Haefliger&album=Mozart+Piano+Sonatas&genre=ClassicalQuindi la musica si può scaricare gratis o mettere sul proprio sito, rimanendo pure nella legalità.
          • Anonimo scrive:
            Re: Grandissimi alla Magnatune
            - Scritto da: Anonimo
            Se i coldplay fossero passati a Magnatune un
            sacco di gente avrebbe ascoltato le canzoni
            gratis oppure se la scaricava da un sito non
            commerciale o dal p2p, visto che usano questa
            licenza della Creative Commons:
            http://magnatune.com/artists/license/student?artis

            Quindi la musica si può scaricare gratis o
            mettere sul proprio sito, rimanendo pure nella
            legalità.Quella licenza si applica agli mp3 da 128kbps, se vuoi le canzoni in formato non compresso devi pagare
          • Anonimo scrive:
            Re: Grandissimi alla Magnatune
            - Scritto da: Anonimo
            Quella licenza si applica agli mp3 da 128kbps, se
            vuoi le canzoni in formato non compresso devi
            pagareTutta la loro musica ha la stessa licenza per qualunque tipo di file: All our music is available under the "Attribution-NonCommercial-ShareAlike " license from Creative Commons to promote these goals. SpecificallyLoro mettono in download solo quelli a 128 kbps (per me accontenta quasi tutti), ma metti che uno compra il file con qualità superiore?Può metterlo in condivisione sulle reti p2p senza che nessuno gli possa dire niente.Quindi basta 1 persona per ogni file e il loro business va in crisi. E' un modello commerciale utopico, nel lungo periodo non reggono.Poi ognuno è libero di pensarla come vuole.
          • Anonimo scrive:
            Re: Grandissimi alla Magnatune
            - Scritto da: Anonimo

            Quella licenza si applica agli mp3 da 128kbps, se

            vuoi le canzoni in formato non compresso devi

            pagare


            Tutta la loro musica ha la stessa licenza per
            qualunque tipo di file:
            All our music is available under the
            "Attribution-NonCommercial-ShareAlike " license
            from Creative Commons to promote these goals.Non mi pare, credo che con all our music si riferisca a tutta la musica scaricabile senza acquisto, dovrei provare a comprare qualcosa comunque.
          • Anonimo scrive:
            Re: Grandissimi alla Magnatune
            - Scritto da: Anonimo

            Uh, allora Magnatune dici che favorisce la pirateria?

            No dico che dubito che possa sfondare.Il fatto di permettere l'ascolto libero dei brani in formato compresso non è la caratteristica fondamentale di Magnatune, sarebbe da studiare che cosa comporta questa scelta, in ogni caso un servizio equivalente a Magnatune in tutto tranne che per questa possibilità non perderebbe nulla, il vantaggio principale di questo servizio è quello di poter acquistare brani non compressi senza protezioni drm ad un prezzo assolutamente ragionevole, sapendo che una parte equa dell'acquisto va all'artista, e permettendo l'ordine del cd fisico a un prezzo di poco superiore.Magnatune mi pare abbastanza indirizzato verso un certo tipo di musica, è realizzato molto bene in tutti i suoi aspetti ma non punta ad essere il monopolista in questo campo, potrebbero nascere altre etichette equivalenti, magari con più limiti sull'ascolto degli mp3 a 128 kbps.
          • Anonimo scrive:
            Re: Grandissimi alla Magnatune
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo


            Se consideri come scaricati quelli in bassa


            qualità ci credo, la gente ascolta per
            decidere



            Non mi sembrano di bassa qualità.

            40kbps, e se li compri invece te li danno senza
            compressionestiamo parlando di lossless?
          • Anonimo scrive:
            Re: Grandissimi alla Magnatune
            - Scritto da: Anonimo
            stiamo parlando di lossless?Ti danno anche i wav se vuoi, i formati sono questi:There are 5 major formats availabe to buyers:44k/16bit WAV: zip file of perfect quality WAV files.FLAC: zip file of perfect quality FLAC files.OGG: zip file of high quality OGG files.128kb MP3: zip file of 128kb MP3 files.MP3 VBR: zip of high quality MP3 VBR files.In addition, you can download individual songs as either 128kMP3s or WAV files.
  • Anonimo scrive:
    Tanto prima o poi
    tutti gli artisti venderanno i pezzi per conto loro tramite internet.Bisogna solo aspettare un po' di anni che scadano i vari contratti con Sony e simili così saranno liberi di fare il cavolo che vogliono.Così dal 4% sulle vendite passano al 100% e magari i prezzi diminuiranno veramente.
    • Anonimo scrive:
      Re: Tanto prima o poi
      - Scritto da: Anonimo
      tutti gli artisti venderanno i pezzi per conto
      loro tramite internet.Io, come molti altri, preferisco avere quantomeno ANCHE un CD fisico, con una bella copertina e tutto. E' giusto il modello che fanno alla Magnatune, se vuoi ti scarichi altrimenti ordini il cd a un prezzo leggermente maggiore (non ti fanno pagare neanche la spedizione loro).
      • Anonimo scrive:
        Re: Tanto prima o poi
        - Scritto da: Anonimo
        Io, come molti altri, preferisco avere quantomeno
        ANCHE un CD fisico, con una bella copertina e
        tutto. E' giusto il modello che fanno alla
        Magnatune, se vuoi ti scarichi altrimenti ordini
        il cd a un prezzo leggermente maggiore (non ti
        fanno pagare neanche la spedizione loro).Be' gli artisti possono anche venderti il cd tramite internet. Ma non credo che le future generazioni lo vorranno.
        • Anonimo scrive:
          Re: Tanto prima o poi
          - Scritto da: Anonimo

          Io, come molti altri, preferisco avere quantomeno

          ANCHE un CD fisico, con una bella copertina e

          tutto. E' giusto il modello che fanno alla

          Magnatune, se vuoi ti scarichi altrimenti ordini

          il cd a un prezzo leggermente maggiore (non ti

          fanno pagare neanche la spedizione loro).

          Be' gli artisti possono anche venderti il cd
          tramite internet.Non tutti possono fare tutto, c'è chi sa produrre musica e chi sa venderla, le etichette (o qualcosa di equivalente) esisterà sempre.
          Ma non credo che le future generazioni lo vorranno.Si come la storia dei computer al posto dei libri a scuola...
          • Anonimo scrive:
            [OT] scusate il doppio invio
            rispondete all'altro messaggio
          • Anonimo scrive:
            Re: Tanto prima o poi
            - Scritto da: Anonimo
            Non tutti possono fare tutto, c'è chi sa produrre
            musica e chi sa venderla, le etichette (o
            qualcosa di equivalente) esisterà sempre.Magari esisterà qualcosa che prende una piccola percentuale agli artisti e si occupa di tutto. Comunque fare un sito di ecommerce e contattare un'azienda per la stampa dei cd non richiede la scienza.

            Si come la storia dei computer al posto dei libri
            a scuola...Non mi piace questa tendenza su PI di fare le repliche sempre cercando di demolire quello che ha detto la persona precedente, quasi come se sia un obbligo. Sinceramente lo trovo veramente infantile.Cosa c'entrano i libri di scuola al posto dei pc?Napster è nata 5 anni fa, ormai i ragazzi sono abituati da anni agli mp3 è una realtà che è già tra noi. Non è così assurdo che il supporto perderà importanza col tempo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Tanto prima o poi
            - Scritto da: Anonimo

            Non tutti possono fare tutto, c'è chi sa produrre

            musica e chi sa venderla, le etichette (o

            qualcosa di equivalente) esisterà sempre.

            Magari esisterà qualcosa che prende una piccola
            percentuale agli artisti e si occupa di tutto.E' quello che mi auguro
            Comunque fare un sito di ecommerce e contattare
            un'azienda per la stampa dei cd non richiede la
            scienza.Il sito richiede già qualcosa, e comunque tutta la faccenda non è così immediata, magari tu faresti tutto da solo ma la maggior parte degli artisti preferisce di no
        • Anonimo scrive:
          Re: Tanto prima o poi
          - Scritto da: Anonimo

          Io, come molti altri, preferisco avere quantomeno

          ANCHE un CD fisico, con una bella copertina e

          tutto. E' giusto il modello che fanno alla

          Magnatune, se vuoi ti scarichi altrimenti ordini

          il cd a un prezzo leggermente maggiore (non ti

          fanno pagare neanche la spedizione loro).

          Be' gli artisti possono anche venderti il cd
          tramite internet.Non tutti possono fare tutto, c'è chi sa produrre musica e chi sa venderla, le etichette (o qualcosa di equivalente) esisteranno sempre.
          Ma non credo che le future generazioni lo vorranno.Si come la storia dei computer al posto dei libri a scuola...
      • Anonimo scrive:
        Re: Tanto prima o poi

        Io, come molti altri, preferisco avere quantomeno
        ANCHE un CD fisico, con una bella copertina e
        tutto. E' giusto il modello che fanno alla
        Magnatune, se vuoi ti scarichi altrimenti ordini
        il cd a un prezzo leggermente maggiore (non ti
        fanno pagare neanche la spedizione loro).il concetto di musica in CD è ormai arcaico, fra un po' di anni gireremo tutti con in tasca uno strumento che potrà contenere molta più musica di quanta possiamo immaginare di ascoltare nella nostra vita
        • Anonimo scrive:
          Re: Tanto prima o poi
          - Scritto da: Anonimo
          il concetto di musica in CD è ormai arcaico, fra
          un po' di anni gireremo tutti con in tasca uno
          strumento che potrà contenere molta più musica di
          quanta possiamo immaginare di ascoltare nella nostra vitaBoh
    • deltree scrive:
      Re: Tanto prima o poi
      - Scritto da: Anonimo
      tutti gli artisti venderanno i pezzi per conto
      loro tramite internet.
      Bisogna solo aspettare un po' di anni che scadano
      i vari contratti con Sony e simili così saranno
      liberi di fare il cavolo che vogliono.
      Così dal 4% sulle vendite passano al 100% e
      magari i prezzi diminuiranno veramente.Mah, sono scettico. Sul digital delivery ed i giochi ci si aspettava qualcosa di simile a quello che dici tu, invece gli sviluppatori in primis hanno scelto pratiche commerciali ancora più aggressive a livello di prezzi.Chi sceglie solo la distribuzione DD o ti frega in termine di soldi per content ricevuto (NWN Premium, il prossimo Sin 2) oppure mantiene prezzi relativamente alti per le spesse che essi hanno. Per non parlare delle assurde limitazioni che si ricevono.IMHO la musica in DRM è uguale. Il costo per unità è sufficientemente basso. Ma non esistono offerte in volume. Se può andar bene pagare 1 euro un brano, pagare 12 euro un cd che non esiste e ha serie limitazioni di utilizzo no. E' evidente che chi lo commercializza a quel prezzo gode nell'avere maggiori guadagni (i costi di gestione anche considerando la banda, non sono paragonabili a quelli della distribuzione reale, ci sono siti di gaming che scambiano terabyte ogni giorno e la loro utenza è per lo più "scroccona" nonostante le loro strategie di membership e le loro spese mensili sono a volte minori delle riviste del settore distribuite internazionalmente) a scapito del consumatore, che magari risparmia 10-5 euro ma ha perso un sacco sia in termini di libertà che di utilizzo. E' un pericolo concetto. Se passa dire "venditore di fumo" non sarà solo una metafora.
    • Anonimo scrive:
      Re: Tanto prima o poi

      tutti gli artisti venderanno i pezzi per conto
      loro tramite internet.
      Bisogna solo aspettare un po' di anni che scadano
      i vari contratti con Sony e simili così saranno
      liberi di fare il cavolo che vogliono.
      Così dal 4% sulle vendite passano al 100% e
      magari i prezzi diminuiranno veramente.Fare previsioni non è facile ma penso veramente che in futuro le case discografiche avranno vita difficile.Io a sti prezzi non compro e spero che siano in tanti a pensarla come me.Speriamo che le tue previsioni siano giuste.
  • AndreaMilano scrive:
    serpi in seno?
    forse qualcuno alla Sony lo avrà pensato... ma in fondo sono meglio le serpi ;)
    • nattu_panno_dam scrive:
      Re: serpi in seno?
      - Scritto da: AndreaMilano
      forse qualcuno alla Sony lo avrà pensato... ma in
      fondo sono meglio le serpi ;)Le serpi si fanno pubblicità in modo cosi' stupido?
      • AndreaMilano scrive:
        Re: serpi in seno?
        - Scritto da: nattu_panno_dam

        - Scritto da: AndreaMilano

        forse qualcuno alla Sony lo avrà pensato... ma
        in

        fondo sono meglio le serpi ;)

        Le serpi si fanno pubblicità in modo cosi'
        stupido?non è detto che siano tutti intenti a pubblicizzarsi, magari ci credono ;)
Chiudi i commenti