Google, la Cina si dichiara innocente

Pechino non c'entra, almeno ufficialmente. Mentre gli Stati Uniti si dicono vicini a uno dei responsabili, fra le autorità cinesi c'è chi vuole più controllo sulla Rete e meno tecnologia straniera

Roma – Gli istituti scolastici cinesi additati dagli esperti di sicurezza come la fonte dei cyberattacchi che hanno colpito Google e altre aziende hanno negato con forza ogni tipo di responsabilità : “Siamo scioccati e indignati – ha riferito un portavoce della Shanghai Jiaotong University , uno degli atenei da cui avrebbero agito i cracker – queste accuse prive di fondamento rischiano di compromettere la reputazione del nostro istituto”.

Dello stesso avviso il responsabile politico della Lanxiang Vocational School , l’altro istituto dal quale sarebbe partito l’attacco, che ha sottolineato di aver ordinato un’indagine interna rivelatasi però infruttuosa.

Gli esperti di sicurezza statunitensi che si stanno occupando del caso tuttavia insistono che i responsabili dell’intrusione siano da ricercare in Cina e, secondo il Financial Times , Washington starebbe già con il fiato sul collo del responsabile dell’attacco . Le informazioni attuali indicano che si tratterebbe di un consulente di sicurezza informatica sulla trentina che avrebbe scritto parte del codice malevolo che ha sfruttato una falla di Internet Explorer per intrufolarsi nelle macchine di BigG.

In ogni caso le autorità cinesi negano di aver appoggiato gli attacchi, riconoscendo di essere ancora parzialmente vulnerabili online mentre un alto ufficiale dell’esercito, Huang Yongyin, ha richiesto la creazione di un organo statale preposto al monitoraggio del network nazionale oltre che a una progressiva riduzione della presenza di tecnologie straniere negli apparati di stato. Su un giornale legato al Partito Comunista locale, inoltre, si legge che “elementi fuorilegge e forze ostili dentro e fuori i confini cinesi hanno utilizzato sempre più frequentemente Internet per commettere crimini, propaganda antigovernativa e sabotaggi”.

Giorgio Pontico

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ioioioio scrive:
    ioioioioio
    bene !
  • Simon the Sorcerer scrive:
    Considerazioni DRM-esque
    Linko un articolo sul mio blog sul quale pongo qualche considerazione su questa questione.http://journeyman88.wordpress.com/2010/02/23/drm-invasivo-e-pervasivo/
  • Enjoy with Us scrive:
    I falsi assunti della major...
    ... credere che minacciando i consumatori, comprimendo i loro diritti e blindando i loro prodotti, possano ottenere un aumento dei profitti!L'unico risultato concreto è quello di spingere il consumatore su canali alternativi, tipo Usato, copia fra amici downloads illegale...Hanno mai pensato a tagliare drasticamernte prezzi e DRM? Di solito se tagli i prezzi vendi molto di più... ma forse queste sono solo vecchie teorie commerciali... strano il sucXXXXX di iTunes ed Apple store....
  • E. Purator scrive:
    Scaricare != rubare
    Sto notando come molte persone, che hanno scritto qui dentro, sono cadute nella trappola della propaganda fatta dalla RIIA/MPAA (e delle loro succursali in giro per il mondo) per cui scaricare equivale a rubare.Allora, ribadiamo un concetto molto semplice: rubare dei bit è impossibile, dato che sono intangibili ed infinitamente replicabili.Secondo: la licenza d'uso è una CAGATA pazzesca: che senso ha avere una LICENZA per giocare ad un giochetto? Ma stiamo scherzando? Sta roba va contro qualsiasi logica!E' evidente che i diritti dei consumatori sono iper-calpestati, per cui viva il P2P che riequilibra la situazione.Terzo: il prezzo di vendita. E' mai possibile che per comprare un giochetto devo pagare 50-60 euro?? Devo ricorrere ad Amazon UK se voglio prenderli a prezzi "umani"...Mò questi vogliono addirittura illegalizzare il mercato dell'usato: ma sono PAZZI?
    • panda rossa scrive:
      Re: Scaricare != rubare
      - Scritto da: E. Purator
      Sto notando come molte persone, che hanno scritto
      qui dentro, sono cadute nella trappola della
      propaganda fatta dalla RIIA/MPAA (e delle loro
      succursali in giro per il mondo) per cui
      scaricare equivale a
      rubare.No, non tutte, solo quelli che sono qui a fare propaganda pro major.Gli altri sono intelligenti.
    • IL solito scrive:
      Re: Scaricare != rubare
      - Scritto da: E. Purator
      E' evidente che i diritti dei consumatori sono
      iper-calpestati, Vero
      per cui viva il P2P che
      riequilibra la
      situazione.No, non la riequilibraLa sposta soltanto
      • krane scrive:
        Re: Scaricare != rubare
        - Scritto da: IL solito
        - Scritto da: E. Purator

        E' evidente che i diritti dei consumatori sono

        iper-calpestati,
        Vero

        per cui viva il P2P che

        riequilibra la

        situazione.
        No, non la riequilibra
        La sposta soltantoQuoto, ma almeno la sposta in favore dell'utenza invece che a favore delle corporazioni come al solito.
        • IL solito scrive:
          Re: Scaricare != rubare
          - Scritto da: krane

          Quoto, ma almeno la sposta in favore dell'utenza
          invece che a favore delle corporazioni come al
          solito.però va a danneggiare qualcun altro
          • krane scrive:
            Re: Scaricare != rubare
            - Scritto da: IL solito
            - Scritto da: krane

            Quoto, ma almeno la sposta in favore dell'utenza

            invece che a favore delle corporazioni come al

            solito.
            però va a danneggiare qualcun altroAnche l'equo compenso va a danneggiare tanti; infatti abbiamo detto che :
            No, non la riequilibra
            La sposta soltanto
          • IL solito scrive:
            Re: Scaricare != rubare
            Ah, OK, allora ci eravamo già intesi :-D
          • krane scrive:
            Re: Scaricare != rubare
            - Scritto da: IL solito
            Ah, OK, allora ci eravamo già intesi :-DAvevo anche scritto : "Quoto":D :D :D
    • Wolf01 scrive:
      Re: Scaricare != rubare
      E, giusto per dirtene una, è giusto che negozi tipo Game Stop rivendano gli usati con una maggiorazione del prezzo astronomica?La settimana scorsa ho portato a "riciclare" una decina di giochi, mi hanno dato 40, anche per Blue Dragon che era nuovo ancora con la plastica mi hanno dato solo 3.Mi fa "eh posso darti solo 3 per questo" e io "si tanto poi lo rivendi a 30, che vuoi che me ne importi"Secondo me questo è un tantino illegale e potrebbe cadere sotto l'accusa di arricchimento senza causa in quanto lo fanno pure a scala multinazionale con un giro di migliaia di copie "riciclate".Probabilmente quei DRM serviranno anche per arginare questo comportamento, però resto comunque del parere che chi ci rimette è sempre e solo il cliente onesto.
    • ciao scrive:
      Re: Scaricare != rubare
      - Scritto da: E. Purator
      Allora, ribadiamo un concetto molto semplice:
      rubare dei bit è impossibile, dato che sono
      intangibili ed infinitamente
      replicabili.Mettiamo che sei un buon programmatore ed investi in hw/sw ed "ore uomo" per scrivere un programma (fatto di bit) del valore ipotetico di 300 euro a copia; se questo finisse in rete io posso scaricarlo via bt e regalarlo a tutti ? Magari a tutti i tuoi potenziali clientiA questa stregua , io ti commissiono un software e poi non ti pago perché é "fatto di bit, intangibili ed infinitamente replicabili" ?
      • angros scrive:
        Re: Scaricare != rubare

        Mettiamo che sei un buon programmatore ed investi
        in hw/sw ed "ore uomo" per scrivere un programma
        (fatto di bit) del valore ipotetico di 300 euro
        a copia;Ma cosa dici? Cosa sarebbe il "valore ipotetico"? Non esiste!Io posso anche dire che un sasso ha un "valore ipotetico" di un milione, ma nessuno lo comprerà a quel prezzo.Quello che esiste è il valore di mercato , cioè il valore a cui puoi comprare o vendere; e il valore di mercato del software in sè è zero
        • ciao scrive:
          Re: Scaricare != rubare
          Ok :-oCambia "valore ipotetico" con "valore di mercato" , contento ?
          • angros scrive:
            Re: Scaricare != rubare
            E, come ti ho detto, il valore di mercato di ciò che si può duplicare all'infinito è zero.
          • ciao scrive:
            Re: Scaricare != rubare
            Quindi se tu fossi un programmatore lavoreresti per la gloria ? Passa da me ti tengo impegnato un po' :D
          • angros scrive:
            Re: Scaricare != rubare
            Per me non è un problema lavorare gratis per te... ma per te potrebbe essere un problema.
          • ciao scrive:
            Re: Scaricare != rubare
            Gia' , potrebbe essere un grosso problema
          • angros scrive:
            Re: Scaricare != rubare
            Non immagini neanche quanto... (per te)
        • ciao scrive:
          Re: Scaricare != rubare
          Quindi se tu scrivessi tutto il giorno software ti possono pagare in noccioline ?
          • angros scrive:
            Re: Scaricare != rubare
            Mi puoi pagare il tempo che ci ho messo a scrivere il software, poi io te lo passo e tu ne fai cosa vuoi (anche 10000 copie, se ti serve). Io ho lavorato, sono stato pagato, e se voglio guadagnare ancora scrivo un altro software.
          • ciao scrive:
            Re: Scaricare != rubare
            E no bello , io non ti pago i bit, hai scritto tu questo : "E, come ti ho detto, il valore di mercato di ciò che si può duplicare all'infinito è zero."
          • angros scrive:
            Re: Scaricare != rubare
            Infatti non mi paghi i bit, mi paghi il tempo che ci ho messo a scriverlo.Se vuoi dei bit, te li dò gratis, non mi costa nulla:0100001001100101 01101110011001010010110000100000 01110110011001010110010001101111 00100000011000110110100001100101 00100000011010000110000101101001 00100000011000110110000101110000 01101001011101000110111100100000 0110001101101000 0110010100100000 0110111001101111 0110111000100000 01100101011100100110000101101110 01101111001000000110001001101001 01110100001000000110000100100000 01100011011000010111001101101111 00101110001000000101001101100101 00100000011010000110000101101001 00100000011001000110010101100011 01101001011001100111001001100001 01110100011011110010000001110001 01110101011001010111001101110100 01101111001000000110110101100101 01110011011100110110000101100111 01100111011010010110111100101100 00100000011100110110100100100000 01110110011001010110010001100101 00100000011000110110100001100101 00100000011011100110111101101110 00100000011010000110000101101001 00100000011100000111001001101111 01110000011100100110100101101111 00100000011101010110111000100000 01100011011000010111101001111010 01101111001000000110010001100001 00100000011001100110000101110010 0110010100101110Ti bastano? Se ne vuoi ancora, non fare complimenti...
          • ciao scrive:
            Re: Scaricare != rubare
            Tempo, bit, qualcosa dovro' pagare , che poi tu mi faccia pagare il tempo e non i bit o viceversa a me poco cambia, io devo pagare.Chi mi vieta di dire che ho pagato un programma ?
          • angros scrive:
            Re: Scaricare != rubare
            - Scritto da: ciao
            Tempo, bit, qualcosa dovro' pagare , che poi tu
            mi faccia pagare il tempo e non i bit o viceversa
            a me poco cambia, io devo
            pagare.Ma poi puoi farci quello che ti pare con quello che hai ottenuto; inoltre, non devi pagare due volte.
          • DarkSchneider scrive:
            Re: Scaricare != rubare
            - Scritto da: angros
            Mi puoi pagare il tempo che ci ho messo a
            scrivere il software, poi io te lo passo e tu ne
            fai cosa vuoi (anche 10000 copie, se ti serve).
            Io ho lavorato, sono stato pagato, e se voglio
            guadagnare ancora scrivo un altro
            software.E se tu fossi un dipendente? L'azienda paga il tuo tempo, non le righe di codice che scrivi, ma se poi il sw lo regala perché fatto di bit da dove tira fuori lo stipendio? Il modello ad assistenza/consulenza non è applicabile a tutto il sw. Anzi più la soluzione è pensata per il mercato e meno è applicabile. Che contratto di assistenza vuoi stipulare per un videogioco? Ti mandano qualcuno a casa ad aiutarti se non riesci a finirlo?
          • angros scrive:
            Re: Scaricare != rubare

            E se tu fossi un dipendente? L'azienda paga il
            tuo tempo, non le righe di codice che scrivi, ma
            se poi il sw lo regala perché fatto di bit da
            dove tira fuori lo stipendio?Non venderà il software, semplicemente; magari lo realizzerà su commissione. Il modello ad
            assistenza/consulenza non è applicabile a tutto
            il sw. Anzi più la soluzione è pensata per il
            mercato e meno è applicabile. Che contratto di
            assistenza vuoi stipulare per un videogioco? Ti
            mandano qualcuno a casa ad aiutarti se non riesci
            a
            finirlo?Infatti vedi come sta andando il settore dei videogiochi....Anche perchè il videogioco è ciò che incoraggia di più la pirateria: spesso l'utente è un ragazzino, e quindi non ha soldi da spendere; il gioco non è indispensabile (quindi, non dici "lo compro, così sono sicuro che va", ma dici "lo scarico, poi se no va pazienza"); e soprattutto, l'utente ha un mucchio di tempo per craccare il gioco (se non avesse tempo libero, non avrebbe nemmeno il tempo per giocare)Non c'è niente che giustifichi l'acquisto di un gioco originale, che non offre nulla di più di un gioco piratato.
          • DarkSchneider scrive:
            Re: Scaricare != rubare
            - Scritto da: angros

            E se tu fossi un dipendente? L'azienda paga il

            tuo tempo, non le righe di codice che scrivi, ma

            se poi il sw lo regala perché fatto di bit da

            dove tira fuori lo stipendio?

            Non venderà il software, semplicemente; magari lo
            realizzerà su
            commissione.
            Tutto il SW è realizzabile su commissione ad un prezzo accettabile o comunque competitivo verso le soluzioni commerciali? Se mi parli di una webapp, il classico gestionale, o SW molto specifici di dimensioni medio-piccole ci stà. Tu realizzeresti un sistema operativo su commissione? (Ok mi personalizzi linux) Od un programma di fotoritocco? Pensi sia possibile sviluppare Videogiochi su commissione e venderli a 50?

            Infatti vedi come sta andando il settore dei
            videogiochi....

            Anche perchè il videogioco è ciò che incoraggia
            di più la pirateria: spesso l'utente è un
            ragazzino, e quindi non ha soldi da spendere; il
            gioco non è indispensabile (quindi, non dici "lo
            compro, così sono sicuro che va", ma dici "lo
            scarico, poi se no va pazienza"); e soprattutto,
            l'utente ha un mucchio di tempo per craccare il
            gioco (se non avesse tempo libero, non avrebbe
            nemmeno il tempo per
            giocare)

            Non c'è niente che giustifichi l'acquisto di un
            gioco originale, che non offre nulla di più di un
            gioco
            piratato.Questo è problema diverso, stà a chi produce/distribuisce il gioco rendere più appetibile l'originale rispetto al piratato, di certo è un mercato in cui il modello di business seguito dall'open source non può funzionare.I videogiochi ormai sono produzioni con investimenti ingenti e team enormi (dai programmatori a chi registra i suoni da inserire). Eventualmente si può discutere sul fatto che stiano investendo male i soldi puntando sulla grafica e gli effetti speciali piuttosto che su un concept di gioco divertente e, possibilmente innovativo.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 23 febbraio 2010 20.39-----------------------------------------------------------
          • angros scrive:
            Re: Scaricare != rubare

            Questo è problema diverso, stà a chi
            produce/distribuisce il gioco rendere più
            appetibile l'originale rispetto al piratato, di
            certo è un mercato in cui il modello di business
            seguito dall'open source non può
            funzionare.Se noti, discutevo con panda rossa proprio su questo:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2816080&m=2817449#p2817449
            I videogiochi ormai sono produzioni con
            investimenti ingenti e team enormi (dai
            programmatori a chi registra i suoni da
            inserire). Eventualmente si può discutere sul
            fatto che stiano investendo male i soldi puntando
            sulla grafica e gli effetti speciali piuttosto
            che su un concept di gioco divertente e,
            possibilmente
            innovativo.Quoto: il guaio è che, proprio perchè hanno investimenti enormi, non possono investire in qualcosa di innovativo (il rischio è eccessivo)
          • DarkSchneider scrive:
            Re: Scaricare != rubare
            - Scritto da: angros

            Questo è problema diverso, stà a chi

            produce/distribuisce il gioco rendere più

            appetibile l'originale rispetto al piratato, di

            certo è un mercato in cui il modello di business

            seguito dall'open source non può

            funzionare.

            Se noti, discutevo con panda rossa proprio su
            questo:
            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2816080&m=281
            Discussione interessante, peccato non si applichi ad ogni gioco. Ricorda molto la modalità multiplayer di Neverwinter nights e Vampire, dove un giocatore poteva creare scenari e avventure usando le librerie ed un editor inclusi nel gioco. L'unica differenza è che non è open, di certo è quanto di più simile ad un rpg cartaceo. L'idea sarebbe interessante son d'accordo, ma non la venderei come gioco venderei il motore, un pacchetto di script, dialogi, risorse (sprite, modelli poligonali, texture, elementi di gioco, armi e co.) ed un editor. Una specie di RPG maker ma più potente e flessibile. Vedi che comunità che salta fuori.


            I videogiochi ormai sono produzioni con

            investimenti ingenti e team enormi (dai

            programmatori a chi registra i suoni da

            inserire). Eventualmente si può discutere sul

            fatto che stiano investendo male i soldi
            puntando

            sulla grafica e gli effetti speciali piuttosto

            che su un concept di gioco divertente e,

            possibilmente

            innovativo.

            Quoto: il guaio è che, proprio perchè hanno
            investimenti enormi, non possono investire in
            qualcosa di innovativo (il rischio è
            eccessivo)In quel caso spariranno per noia e non per pirateria. Conosci "World of goo"? E' un puzzle game basato sulla fisica (o quasi), molto curato graficamente. (sebbene in un ottimo 2D e con uno stile grafico particolere, artistico direi). Ebbene viene venduto in digital delivery a circa 20, mi hanno mandato il link per il download contenente la versione OS X e Windows, niente DRM (eppure l'ho installato solo sui miei PC). Ho recentemente riaperto il link ed avevano reso disponibile anche la versione per linux, liberamente scarivabile ed instalalbile per me che avevo comprato.Inutile dire che è stato l'ultimo gioco comprato a prezzo pieno di cui sono contento dei soldi spesi fino all'ultimo cent.
          • angros scrive:
            Re: Scaricare != rubare

            In quel caso spariranno per noia e non per
            pirateria. Conosci "World of goo"? E' un puzzle
            game basato sulla fisica (o quasi), molto curato
            graficamente. (sebbene in un ottimo 2D e con uno
            stile grafico particolere, artistico direi).
            Ebbene viene venduto in digital delivery a circa
            20€, mi hanno mandato il link per il download
            contenente la versione OS X e Windows, niente DRM
            (eppure l'ho installato solo sui miei PC). Ho
            recentemente riaperto il link ed avevano reso
            disponibile anche la versione per linux,
            liberamente scarivabile ed instalalbile per me
            che avevo
            comprato.
            Inutile dire che è stato l'ultimo gioco comprato
            a prezzo pieno di cui sono contento dei soldi
            spesi fino all'ultimo
            cent.Ne avevo sentito parlare; anche nei giochini in flash a volte si vedono idee interessanti... dai vari "tower defence", a flOw ...Spesso, si tratta di giochi che sono stati realizzati da un solo sviluppatore (mi pare che anche World of Goo sia così, ma non sono sicuro), che quindi può sbizzarrirsi, avendo come unico limite la sua fantasia, e inoltre non rischia molto se poi il gioco non piace.
          • ciao scrive:
            Re: Scaricare != rubare
            - Scritto da: angros
            Non c'è niente che giustifichi l'acquisto di un
            gioco originale, che non offre nulla di più di un
            gioco
            piratato.Spiegalo alla finanza quando ti pizzica
          • IL solito scrive:
            Re: Scaricare != rubare
            - Scritto da: angros
            Non c'è niente che giustifichi l'acquisto di un
            gioco originale, che non offre nulla di più di un
            gioco
            piratato.col medesimo principio niente giustificherebbe il programmare un videogioco
          • angros scrive:
            Re: Scaricare != rubare
            Infatti i risultati si cominciano a vedere
          • krane scrive:
            Re: Scaricare != rubare
            - Scritto da: angros
            Infatti i risultati si cominciano a vedereDa cosa ???
          • angros scrive:
            Re: Scaricare != rubare
            Dal fatto che si parla di crisi del settore.
          • krane scrive:
            Re: Scaricare != rubare
            - Scritto da: angros
            Dal fatto che si parla di crisi del settore.Si parla di crisi di tutti i settori, anche quello dell'auto e' colpa della pirateria ?E quello della vendita di yact ? Tremate i pirati son tornati ?
          • angros scrive:
            Re: Scaricare != rubare
            Temo di essere stato frainteso: quello che volevo dire è che il modello di "vendita" dei beni digitali non funziona (e la pirateria è una naturale ed inevitabile conseguenza); i modelli alternativi (che sono poi quelli usati per l'open source) funzionano in molti settori del software, ma non nel settore dei videogames, che quindi rimane in una situazione "scomoda" (la lotta tra pirati e produttori è molto piu' feroce, rispetto ad altri programmi: DRM piu' invasivi, crack ovunque...)
          • krane scrive:
            Re: Scaricare != rubare
            - Scritto da: angros
            Temo di essere stato frainteso: quello che volevo
            dire è che il modello di "vendita" dei beni
            digitali non funziona (e la pirateria è una
            naturale ed inevitabile conseguenza); i modelli
            alternativi (che sono poi quelli usati per l'open
            source) funzionano in molti settori del software,
            ma non nel settore dei videogames, che quindi
            rimane in una situazione "scomoda" (la lotta tra
            pirati e produttori è molto piu' feroce, rispetto
            ad altri programmi: DRM piu' invasivi, crack
            ovunque...)Io ho fiducia nella pirateria : ho fiducia che faccia fallire questo branco di personaggi fuori dal tempo, che faccia nascere una nuova generazione che si metta a fare giochi che siano tali, non cloni risciacquati con grafica in piu' e trama in meno.Per il resto sto ancora finendomi The Bard's Tale III :D
          • angros scrive:
            Re: Scaricare != rubare

            Io ho fiducia nella pirateria : ho fiducia che
            faccia fallire questo branco di personaggi fuori
            dal tempo, che faccia nascere una nuova
            generazione che si metta a fare giochi che siano
            tali, non cloni risciacquati con grafica in piu'
            e trama in
            meno.Quotone!
            Per il resto sto ancora finendomi The Bard's Tale
            III
            :DWow! Era per Amiga, no? (amiga)(amiga)(amiga)
          • krane scrive:
            Re: Scaricare != rubare
            - Scritto da: angros

            Io ho fiducia nella pirateria : ho fiducia che

            faccia fallire questo branco di personaggi fuori

            dal tempo, che faccia nascere una nuova

            generazione che si metta a fare giochi che siano

            tali, non cloni risciacquati con grafica in piu'

            e trama in meno.
            Quotone!

            Per il resto sto ancora finendomi The Bard's

            Tale III

            :D
            Wow! Era per Amiga, no? (amiga)(amiga)(amiga)Yesss... Cel'ho sull'emulatore, mi porto nella borsa del pc la ruota dei codici e un notes con appunti e mappe :D :D :D
      • harvey scrive:
        Re: Scaricare != rubare
        - Scritto da: ciao
        A questa stregua , io ti commissiono un software
        e poi non ti pago perché é "fatto di bit,
        intangibili ed infinitamente replicabili"
        ?Quindi tu non paghi nemmeno la donna delle pulizia perchè non ti da niente?Anzi, ti deve pagare perche' ti ha sottratto lo sXXXXX :DHai idea di cosa sia il lavoro?
        • ciao scrive:
          Re: Scaricare != rubare
          - Scritto da: harvey
          - Scritto da: ciao

          A questa stregua , io ti commissiono un software

          e poi non ti pago perché é "fatto di bit,

          intangibili ed infinitamente replicabili"

          ?

          Quindi tu non paghi nemmeno la donna delle
          pulizia perchè non ti da
          niente?
          Hai capito tutto del discorso vero?Mi da' la casa pulita , che é una gran cosa
          Anzi, ti deve pagare perche' ti ha sottratto lo
          sXXXXX
          :D

          Hai idea di cosa sia il lavoro?E' di questo che stiamo discutendo, non sono certo io che dice : "rubare dei bit è impossibile, dato che sono intangibili ed infinitamente replicabili."Oppure : "e il valore di mercato del software in sè è zero" , "E, come ti ho detto, il valore di mercato di ciò che si può duplicare all'infinito è zero."E tu hai idea di cosa sia il lavoro degli altri ?
  • harvey scrive:
    Meglio piratare che comprare
    Almeno per PC e' meglio piratare.Soltanto perche' hai meno limitazioni. E' assurdo, ma tutte queste protezioni sono veramente un rompimento di scatoleLe SH devono cominciare a capire che se vogliono vendere non devono mettere protezioni, che perlopiù sono limitazioni a chi paga e non a chi pirata, ma mettere contenuti extra online.Ad esempio "Call of Duty 4: Modern Warfare" se lo pirati hai una modesta campagna offline, carina ma molto corta. Se lo compri invece hai un bel multiplayerSecondo me dovrebbero cominciare a rilasciare gratuitamente demo molto lunghe, per far provare veramente il gioco, e poi chi lo vuole finire, lo compra. Cosi' la pirateria perderebbe gran parte del suo significato, ma i titoli spazzatura morirebbero (e ce ne sono veramente tanti)
    • Valeren scrive:
      Re: Meglio piratare che comprare
      Il fatto è che non puoi impostare questo sistema a tutti i giochi.Pensa allo storico Animal Crossing, o i manageriali: hai quasi tutto offline.
      • harvey scrive:
        Re: Meglio piratare che comprare
        Ma e' l'unica, dare qualcosa di più al piratato.Tanto mettere le protezioni non serve a niente
        • Valeren scrive:
          Re: Meglio piratare che comprare
          Le protezioni sono inutili e dannose, ormai è evidente.Compro pochi giochi per PC ma ho dovuto mettere crack e NoCD per poterci giocare in tranquillità.E' stupido!Poi non riesco nemmeno ad immaginare come reagirei se la mia connessione router internet o PC router saltasse per due secondi ed il gioco mi buttasse fuori.Probabilmente glielo porterei di persona e li sodomizzerei con la custodia.
          • Pinco Pallo scrive:
            Re: Meglio piratare che comprare
            Quoto in pieno. Anch'io metto i NoCD ai giochi che compro regolarmente per evitare problemi e fastidi. Gia' ho pagato 40-50 euro un gioco, figurati se mi devono anche rompere le palle per paura della pirateria. Inoltre e' ovvio che con un gioco copiato il DRM pagato oro dalla casa madre e' andato a farsi benedire. L'unico funzionante credo che sia il semplice controllo dei seriali per il gioco online, alla maniera di Quake 3 Arena, per essere chiari. Abbastanza sicuro, economico, efficace e non intrusivo.
          • ciao scrive:
            Re: Meglio piratare che comprare
            - Scritto da: Pinco Pallo
            Quoto in pieno. Anch'io metto i NoCD ai giochi
            che compro regolarmente per evitare problemi e
            fastidi. Mi spieghi qual'é il fastidio o problema di giocare con il cd originale inserito ? Non lo capisco.
            Abbastanza
            sicuro, economico, efficace e non
            intrusivo.Ed invece i NoCD non sono intrusivi ?Sembra che vi attacchiate all'inattaccabile pur di giustificare il fatto che , magari, scaricate copie pirata.
          • IL solito scrive:
            Re: Meglio piratare che comprare
            - Scritto da: ciao
            Mi spieghi qual'é il fastidio o problema di
            giocare con il cd originale inserito ? Non lo
            capisco.Te lo spiego io: faccio lunghi viaggi in treno col PC, e ho sempre 2-3 giochi installati.Non ho voglia di portarmi dietro tutti i CD se ho voglia di giocarciCMQ in genere pima di comprare un gioco (rigorosamente platinum, a un paio d'anni dall'uscita mi informo se è giocabile senza CD.altrimenti non lo compro.
          • ciao scrive:
            Re: Meglio piratare che comprare
            2-3 giochi = 2-3 cdEd é un problema portarseli dietro ? Maddai !Altra pessima giustificazione
          • krane scrive:
            Re: Meglio piratare che comprare
            - Scritto da: ciao
            2-3 giochi = 2-3 cd
            Ed é un problema portarseli dietro ? Maddai !Non solo quello, per me c'e' da portare anche il lettore dvd esterno.
            Altra pessima giustificazioneI DRM sono gia' un'ottima giusificazione.
          • ciao scrive:
            Re: Meglio piratare che comprare
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: ciao

            2-3 giochi = 2-3 cd


            Ed é un problema portarseli dietro ? Maddai !

            Non solo quello, per me c'e' da portare anche il
            lettore dvd
            esterno.In questo caso ti do' ragione


            Altra pessima giustificazione

            I DRM sono gia' un'ottima giusificazione.A titolo personale, ad oggi non ho MAI avuto problemi di DRM, quindi la questione non mi tocca per ora.
          • Pinco Pallo scrive:
            Re: Meglio piratare che comprare
            I NoCD e i crack sono intrusivi perche' sono software di provenienza ignota e quindi non si sa cosa gira effettivamente e se contengono altro (virus, rootkit, etc...). Da un punto di vista di utente puro sono molto piu' intrusive le misure di sicurezza e i DRM. E da pendolare il problema e' anche che non mi va di portare i cd dei giochi in ufficio, anche se un partitone in treno me lo faccio volentieri...
          • ciao scrive:
            Re: Meglio piratare che comprare
            - Scritto da: Pinco Pallo
            I NoCD e i crack sono intrusivi perche' sono
            software di provenienza ignota e quindi non si sa
            cosa gira effettivamente e se contengono altro
            (virus, rootkit, etc...). Da un punto di vista di
            utente puro sono molto piu' intrusive le misure
            di sicurezza e i DRM. Per i DRM , in caso di problemi, sai a chi rivolgerti.Per i crack e NoCD a chi ti rivolgi ? Andrej Gagjoutev da San Pietroburgo (nome inventato)
            E da pendolare il problema
            e' anche che non mi va di portare i cd dei giochi
            in ufficio, anche se un partitone in treno me lo
            faccio
            volentieri...Non é colpa degli sviluppatori se tu non hai voglia di portarti il cd in ufficio.Poi, credo che un gioco a tragitto sia sufficiente, a meno che tu non faccia ore e ore di treno ogni giorno. Ma questo é un discorso squisitamente personale.
          • angros scrive:
            Re: Meglio piratare che comprare

            Per i DRM , in caso di problemi, sai a chi
            rivolgerti.Prova a rivolgerti al produttore se hai un gioco copiato...

            Per i crack e NoCD a chi ti rivolgi ? Andrej
            Gagjoutev da San Pietroburgo (nome
            inventato)Ci sono i forum per questo
            Non é colpa degli sviluppatori se tu non hai
            voglia di portarti il cd in
            ufficio.Ma è colpa loro se rendono impossibile usare il gioco senza, così la gente non lo usa piu'
            Poi, credo che un gioco a tragitto sia
            sufficiente, a meno che tu non faccia ore e ore
            di treno ogni giorno. Ma questo é un discorso
            squisitamente
            personale.O anche dieci giochi tutti open source (anche questo è un discorso personale)
          • ciao scrive:
            Re: Meglio piratare che comprare
            - Scritto da: angros

            Per i DRM , in caso di problemi, sai a chi

            rivolgerti.

            Prova a rivolgerti al produttore se hai un gioco
            copiato...Cioé, stai usando un gioco copiato e ti lamenti se qualcosa non va' ? Dici che non compri piu' giochi che necessitano del cd inserito ? Secondo me non li compri di "default" ma li copi.E' come se ti rubassero la macchina che tu hai rubato ieri e pretendessi di poter sporgere denuncia , maddai ! ;-)
          • angros scrive:
            Re: Meglio piratare che comprare
            Era una battuta, ma forse non te ne sei accorto...Comunque, non li compro nè li copio, visto che non ho voglia di dover cambiare ram e scheda grafica ogni sei mesi.
          • ciao scrive:
            Re: Meglio piratare che comprare
            - Scritto da: angros
            Era una battuta, ma forse non te ne sei accorto...Tranquillo, neanche la finanza se ne sarebbe accorta ....

            Comunque, non li compro nè li copio, visto che
            non ho voglia di dover cambiare ram e scheda
            grafica ogni sei
            mesi.Quoto, ma io ho optato per un'abbinata Xbox360/Wii, e le usero' per svariati anni ancora
          • krane scrive:
            Re: Meglio piratare che comprare
            - Scritto da: angros

            Per i DRM , in caso di problemi, sai a chi

            rivolgerti.
            Prova a rivolgerti al produttore se hai un gioco
            copiato...Ma va... Te lo riscarichi insieme ad altri 5 o 6, e non devi neanche sbatterti ad andare a litigare con il negoziante che ti ha venduto il gioco.

            Per i crack e NoCD a chi ti rivolgi ? Andrej

            Gagjoutev da San Pietroburgo (nome inventato)
            Ci sono i forum per questoMa neanche, ne scarichi uno fatto da un altro gruppo e via.

            Non é colpa degli sviluppatori se tu non hai

            voglia di portarti il cd in ufficio.
            Ma è colpa loro se rendono impossibile usare il
            gioco senza, così la gente non lo usa piu'E ne' negozianti ne' distributori non vogliono saperne di CD graffiati o rovinati.

            Poi, credo che un gioco a tragitto sia

            sufficiente, a meno che tu non faccia ore e ore

            di treno ogni giorno. Ma questo é un discorso

            squisitamente personale.
            O anche dieci giochi tutti open source (anche
            questo è un discorso personale)O abadonware.
  • Guybrush scrive:
    Gentile Nintendo Spa
    Sono un vostro affezionato cliente.Da quando ho aggiornato il mio nintendo DSi con il nuovo firmware non ho sperimentato alcun miglioramento: le pagine di facebook non si caricano o si caricano malissimo come prima, la webcam resta spenta... in compenso la mia scheda R4 non funziona piu'.Per la precisione la scheda in oggetto permetteva al mio organizer di tenere traccia di appuntamenti, contatti e eventi, il media player mi faceva compagnia durante i viaggi sui mezzi pubblici, il visualizzatore di testi mi faceva da "leggio elettronico" quando suonavo la chitarra ecc... ecc... ecc...Risposta:Gentile cliente,siamo felici che come lei ci ha dimostrato non tutti i possessori di flashcard come l'R4 violino i diritti d'autore degli sviluppatori scaricando illegalmente le ROM dei giochi. Tuttavia le flashcard di questo tipo nascono con l'intento principale di aggirare le protezioni all'interno di console e software, e di abilitare di conseguenza l'utilizzo di software "pirata".Per questo motivo Nintendo si sta impegnando a contrastare la diffusione di tali dispositivi nell'intento di assicurare che i propri diritti ed interessi siano adeguatamente protetti. Il fatto che poi venga costantemente trovato il modo di bypassare le nostre misure di tutela, non significa che Nintendo dovrebbe trascurare il problema alla radice, che di fatto significherebbe legittimare (almeno a livello morale) l'utilizzo di flashcard o simili.Cordiali saluti(lettera firmata)----Conclusione 1: per il resto della mia vita non aggiornero' mai piu' la DSi.Conclusione 2: il sito nintendo per DS diventera' rapidamente inaccessibile e quindi non potro' piu' comprare un beato accidenteConclusione 3: senza aggiornamento alcuni giochi potrebbero non funzionare. Che peccato, vorra' dire che non li comprero'.Conclusione 4: nella sciagurata ipotesi che io decida di acquistare un'altro prodotto nintendo evitero' come la peste gli aggiornamenti.Sapendo che nel primo anno di esercizio della console, tra giochi originali e acXXXXXri ho speso piu' di 200 euro, secondo il vostro parere... chi e' che alla fine ci rimette?Un caro salutoGuybrush Threepwood
    • Valeren scrive:
      Re: Gentile Nintendo Spa
      In questo caso, visto che la R4 da quanto ne so è hardware ed è esterna non puoi fare nulla tranne aspettare una R5 da comprare?Tutto ciò per rientrare nel loop, ovvio.
    • Wolf01 scrive:
      Re: Gentile Nintendo Spa
      Bhe almeno a te hanno risposto, con me fanno i finti tonti quando compro i giochi originali, scopro che sono protetti da Starforce e chiedo se ci sono patch per rimuovere la protezione in quanto, avendomi già disastrato il pc, non ho intenzione di installare il driver malefico.Solitamente alla prima richiesta non rispondono, invio una successiva email con "Richiedo una Vostra risposta alla precedente comunicazione" e mi rispondono dopo 10 minuti che "la precedente email non è mai arrivata".E io compro e cracco...
  • ruppolo scrive:
    iPad farà piazza pulita
    di tutte le console.E i prezzi dei giochi sono un ventesimo degli altri.
    • Valeren scrive:
      Re: iPad farà piazza pulita
      Guarda, mi ci vedo ad agitare l'iTavolozza come il Wiimote.No, davvero, ed invece del laccetto per il polso ci sarà una cintura da legare in vita.
    • Memo Le scrive:
      Re: iPad farà piazza pulita
      Anch'io la pensavo come te prima che uscisse... purtroppo con le specifiche tecniche di cui è dotato l'ipad non è pensabile che possa sostituire le console da tavolo. Magari le console portatili se Apple riuscirà ad attirare l'interesse della grandi SH del vidogame... ma non è detto.
    • angros scrive:
      Re: iPad farà piazza pulita
      Come portatile è troppo ingombrante, come fisso ha lo schermo troppo piccolo.A parte il fatto che, se quello che dici fosse vero, l'iphone avrebbe già fatto piazza pulita delle console portatili
  • Alex del viero scrive:
    mah
    praticamente meglio prendere una copia pirata! contenti loro...per fortuna che non gioco eheheh
  • attonito scrive:
    Ma siamo clienti o schiavi!?!?!?!?
    prima devi comprare un pc - o almeno la scheda video - nuovo perche' l'ultimo gioco comprato ha elevati rquisiti minimi, poi devi sbloccare il gioco tramite codice internet, poi arrivi a dover giocare in rete altrimenti il gioco non funziona.... ma mandarli affanXXXX, 'sti XXXXXXXX?
    • gino scrive:
      Re: Ma siamo clienti o schiavi!?!?!?!?
      Ma che domanda..., è chiaro che siamo schiavi, no? :/
      • attonito scrive:
        Re: Ma siamo clienti o schiavi!?!?!?!?
        - Scritto da: gino
        Ma che domanda..., è chiaro che siamo schiavi,
        no?
        :/Ah, allora avevo capito bene.La mia "via" e' scegliere tra le seguenti opzioni:A. non giocareB. aspettare le offerte nei cestoni al supermercatoC. scaricarlo pirataD. averlo clonato o prestato dall'amico.Con un buon vaffancaulo aus signori EA, Jowood, etc
  • Andreabont scrive:
    Videogiochi in agonia...
    Si, è questo quello che sta accadendo...Il mondo videoludico sta implodendo verso s'è stesso con sistemi sempre più complessi per legare le mani agli utenti onesti....E diciamolo, lo sappiamo tutti, la pirateria vincerà sempre, non esiste il sistema di protezione perfetto.... non voglio incentivarla, dico solo cosa è ovvio.E alla fine allora siamo da capo: le protezioni non funzionano, se non nel gioco originale....E data la loro forte limitatezza, solo chi ha pagato subisce il sistema DRM, e i pirati giocano sereni e contenti....E allora cosa pretendono? Che la gente paghi e si immoli ad un sistema che te la ficca nel popò appena la connessione internet lagga per più di 2 secondi oppure che la gente si rivolga ad un mondo illecito dove però può avere lo stesso gioco senza avere l'ansia di giocare contando i minuti (non tutti hanno una connessione internet 24 ore su 24)...La protezione dovrebbe impedire la pirateria??Il mondo non è composto da soli autolesionisti... chi è disposto a sborsare 70 euro per il gioco più tot mensili per la connessione internet illimitata solo per permettere ad una major di spiare tutto quello che fa???E' triste dirlo, la la cosa che dovrebbe impedire la pirateria sta facendo tutto per incentivarla...Per quanto mi riguarda io uso le consolle, non gioco su PC, e date le premesse non ci giocherò nemmeno in futuro... non mi va di prenderla in quel posto...
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: Videogiochi in agonia...
      - Scritto da: Andreabont
      Si, è questo quello che sta accadendo...

      Il mondo videoludico sta implodendo verso s'è
      stesso con sistemi sempre più complessi per
      legare le mani agli utenti
      onesti....

      E diciamolo, lo sappiamo tutti, la pirateria
      vincerà sempre, non esiste il sistema di
      protezione perfetto.... non voglio incentivarla,
      dico solo cosa è
      ovvio.

      E alla fine allora siamo da capo: le protezioni
      non funzionano, se non nel gioco
      originale....

      E data la loro forte limitatezza, solo chi ha
      pagato subisce il sistema DRM, e i pirati giocano
      sereni e
      contenti....

      E allora cosa pretendono? Che la gente paghi e si
      immoli ad un sistema che te la ficca nel popò
      appena la connessione internet lagga per più di 2
      secondi oppure che la gente si rivolga ad un
      mondo illecito dove però può avere lo stesso
      gioco senza avere l'ansia di giocare contando i
      minuti (non tutti hanno una connessione internet
      24 ore su
      24)...

      La protezione dovrebbe impedire la pirateria??

      Il mondo non è composto da soli autolesionisti...
      chi è disposto a sborsare 70 euro per il gioco
      più tot mensili per la connessione internet
      illimitata solo per permettere ad una major di
      spiare tutto quello che
      fa???

      E' triste dirlo, la la cosa che dovrebbe impedire
      la pirateria sta facendo tutto per
      incentivarla...

      Per quanto mi riguarda io uso le consolle, non
      gioco su PC, e date le premesse non ci giocherò
      nemmeno in futuro... non mi va di prenderla in
      quel
      posto...E perchè mai, fai la cosa più ovvia scarica la copia craccata e fregatene!O forse pensi che chi ricorra a simili vessazioni debba essere rispettato?
      • DarkSchneider scrive:
        Re: Videogiochi in agonia...
        - Scritto da: Enjoy with Us
        E perchè mai, fai la cosa più ovvia scarica la
        copia craccata e
        fregatene!
        O forse pensi che chi ricorra a simili vessazioni
        debba essere
        rispettato?Se scarichi gli dai ragione, e li legittimi a continuare.Ignorali, puoi fare a meno di un gioco, per quanto bello sia. Spendi i tuoi soldi per un'altra SH che non penalizza i suoi acquirenti invece di premiarli.
        • krane scrive:
          Re: Videogiochi in agonia...
          - Scritto da: DarkSchneider
          - Scritto da: Enjoy with Us

          E perchè mai, fai la cosa più ovvia scarica la

          copia craccata e fregatene!

          O forse pensi che chi ricorra a simili

          vessazioni debba essere rispettato?
          Se scarichi gli dai ragione, e li legittimi a
          continuare.Assolutamente falso, non vedo come potresti dimostrare una cosa del genere, anzi al contrario passando la copia a chi vorrebbe comprarlo si evita anche che qualcun altro cada nell'incauto acquisto.
          Ignorali, puoi fare a meno di un gioco, per
          quanto bello sia. Spendi i tuoi soldi per
          un'altra SH che non penalizza i suoi acquirenti
          invece di premiarli.E chi li spende i soldi ??Si spende gia' per l'adsl flat, quindi perche' non scaricarselo ?
          • DarkSchneider scrive:
            Re: Videogiochi in agonia...
            - Scritto da: krane

            Assolutamente falso, non vedo come potresti
            dimostrare una cosa del genere, anzi al contrario
            passando la copia a chi vorrebbe comprarlo si
            evita anche che qualcun altro cada nell'incauto
            acquisto.
            Se la loro scusa è la pirateria, piratare il gioco li porterà solo ad inventarsi protezioni ancora più fantozziane. Si daranno una martellata nelle @@ ma di certo non torneranno indietro. Dichiarazione pubblica di Ubisoft, loro credono in questo sistema ed hanno tutta l'intezione di andare avanti fino alla notte dei tempi (o fino a che non si crackerà troppo facilmente).

            E chi li spende i soldi ??
            Si spende gia' per l'adsl flat, quindi perche'
            non scaricarselo
            ?Che ragionamento è? Sono due prodotti diversi. Tu non paghi il pedaggio autostradale perchè hai già pagato la benzina?Dato che sto DRM è un XXXXXIO, la vera soluzione è lasciarlo sullo scaffale, da li si può connettere a internet quanto vuole e ubisoft potrà vedere il suo gioco fare la muffa.
          • krane scrive:
            Re: Videogiochi in agonia...
            - Scritto da: DarkSchneider
            - Scritto da: krane

            Assolutamente falso, non vedo come potresti

            dimostrare una cosa del genere, anzi al

            contrario passando la copia a chi vorrebbe

            comprarlo si evita anche che qualcun altro

            cada nell'incauto acquisto.
            Se la loro scusa è la pirateria, piratare il
            gioco li porterà solo ad inventarsi protezioni
            ancora più fantozziane. Si daranno una martellata
            nelle @@ ma di certo non torneranno indietro.
            Dichiarazione pubblica di Ubisoft, loro credono
            in questo sistema ed hanno tutta l'intezione di
            andare avanti fino alla notte dei tempi (o fino a
            che non si crackerà troppo facilmente).Proprio in quanto "una scusa" e' perfettamente indifferente che la gente lo faccia o meno, tanto continueranno a dirlo.Anzi se non ci fosse la pirateria qualche mente debole portebbe finire per acquistare i loro prodotti.

            E chi li spende i soldi ??

            Si spende gia' per l'adsl flat, quindi perche'

            non scaricarselo ?
            Che ragionamento è? Sono due prodotti diversi. Tu
            non paghi il pedaggio autostradale perchè hai già
            pagato la benzina?Infatti : sono due prodotti diversi : io pago la flat il resto e' gratis.
            Dato che sto DRM è un XXXXXIO, la vera soluzione
            è lasciarlo sullo scaffale, da li si può
            connettere a internet quanto vuole e ubisoft
            potrà vedere il suo gioco fare la muffa.E chi se lo scarica lo lascia sullo scaffale, qual e' il problema ?L'importante e' non comprare.
          • harvey scrive:
            Re: Videogiochi in agonia...
            - Scritto da: DarkSchneider
            Se la loro scusa è la pirateria, piratare il
            gioco li porterà solo ad inventarsi protezioni
            ancora più fantozziane. Si daranno una martellataMa onestamente, a chi pirata, che glie ne frega?Le limitazioni fantoziane le riceveranno solo gli utenti paganti.Quindi più le mettano e prima i loro clienti si incazzeranno.
            in questo sistema ed hanno tutta l'intezione di
            andare avanti fino alla notte dei tempi (o fino a
            che non si crackerà troppo
            facilmente).Ma tanto ad ogni nuova protezione esce anche un nuovo crack.Andranno avanti fino a quando i loro clienti non cominceranno a lamentarsi pubblicamente sui loro forum, perche' la giocabilità del loro titolo risulta ridotta dalle protezioni, e minacceranno di crackare i loro titoli
            Dato che sto DRM è un XXXXXIO, la vera soluzione
            è lasciarlo sullo scaffale, da li si può
            connettere a internet quanto vuole e ubisoft
            potrà vedere il suo gioco fare la
            muffa.Anche piratandoli rimangono sullo scaffale :D
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Videogiochi in agonia...
            - Scritto da: DarkSchneider
            - Scritto da: krane



            Assolutamente falso, non vedo come potresti

            dimostrare una cosa del genere, anzi al
            contrario

            passando la copia a chi vorrebbe comprarlo si

            evita anche che qualcun altro cada nell'incauto

            acquisto.


            Se la loro scusa è la pirateria, piratare il
            gioco li porterà solo ad inventarsi protezioni
            ancora più fantozziane. Si daranno una martellata
            nelle @@ ma di certo non torneranno indietro.
            Dichiarazione pubblica di Ubisoft, loro credono
            in questo sistema ed hanno tutta l'intezione di
            andare avanti fino alla notte dei tempi (o fino a
            che non si crackerà troppo
            facilmente).




            E chi li spende i soldi ??

            Si spende gia' per l'adsl flat, quindi perche'

            non scaricarselo

            ?

            Che ragionamento è? Sono due prodotti diversi. Tu
            non paghi il pedaggio autostradale perchè hai già
            pagato la
            benzina?

            Dato che sto DRM è un XXXXXIO, la vera soluzione
            è lasciarlo sullo scaffale, da li si può
            connettere a internet quanto vuole e ubisoft
            potrà vedere il suo gioco fare la
            muffa.Si tanto incolperà lo stesso la pirateria, del calo delle vendite, a quel punto tanto vale fregarsene, tanto per questi signori qualsiasi cosa è giustificata per contrastare la pirateria, sono arrivati a teorizzare che il leggero calo di utili del 2009 è stato causato dalla pirateria invece che dalla recessione! Quindi di cosa ti preoccupi? Secondo te hanno bisogno di giustificazione?
          • asd scrive:
            Re: Videogiochi in agonia...
            concordo pienamente :) tbp rulez!
        • angros scrive:
          Re: Videogiochi in agonia...

          Se scarichi gli dai ragione, e li legittimi a
          continuare.
          Ignorali, puoi fare a meno di un gioco, per
          quanto bello sia.No, è proprio ignorandoli che gli dai ragione, che confermi il loro ragionamento "pagare o rinunciare"
          • DarkSchneider scrive:
            Re: Videogiochi in agonia...
            Loro hanno bisogno di noi per sopravvivere, noi possiamo benissimo farne a meno. Piccolo particolare.Se falliscono perchè tutti piratano, ti ritrovi le lagne all'infinito, ti ritrovi sarkozy (La Ubisoft e francese) con le leggi ghigliottina.Se falliscono perchè fanno le XXXXXte possono solo cercarsi uno spigolo abbastanza resistente e sbatterci la testa finchè non diventa tondo (sperare che la testa si rompa ed esca qualcosa è vano).
          • krane scrive:
            Re: Videogiochi in agonia...
            - Scritto da: DarkSchneider
            Loro hanno bisogno di noi per sopravvivere, noi
            possiamo benissimo farne a meno. Piccolo
            particolare.
            Se falliscono perchè tutti piratano, ti ritrovi
            le lagne all'infinito, ti ritrovi sarkozy (La
            Ubisoft e francese) con le leggi ghigliottina.
            Se falliscono perchè fanno le XXXXXte possono
            solo cercarsi uno spigolo abbastanza resistente e
            sbatterci la testa finchè non diventa tondo
            (sperare che la testa si rompa ed esca qualcosa è
            vano).E invece le leggi ci saranno lo stesso, perche' le due cose sono indipendenti, ma tu non crederai mica che tutta questa mania di controllo sia davvero causato dalla pirateria ?? (rotfl)(rotfl)
          • DarkSchneider scrive:
            Re: Videogiochi in agonia...
            - Scritto da: krane
            E invece le leggi ci saranno lo stesso, perche'
            le due cose sono indipendenti, ma tu non crederai
            mica che tutta questa mania di controllo sia
            davvero causato dalla pirateria ??
            (rotfl)(rotfl)Le leggi non fermeranno la pirateria, e l'assenza di pirateria non fermerà le leggi.Solo vorrei tanto che si trovassero un'altra scusa.P.S. Vale da entrambe le parti: facciamola finita di dire che scaricare è un'atto di disobbedienza civile e di ribellione contro le major ladre. Diciamolo chiaramente! "Se trovo la roba a scrocco la scrocco, anche se l'originale costa 1 centesimo". E' semplicemente la volontà di avere tutto e subito.Poi è ovvio, le major vorrebbero farci comprare anche quello che emettono dalla digestione, noi consumatori tendiamo a spendere (giustamente) il meno possibile.
          • krane scrive:
            Re: Videogiochi in agonia...
            - Scritto da: DarkSchneider
            - Scritto da: krane

            E invece le leggi ci saranno lo stesso, perche'

            le due cose sono indipendenti, ma tu non

            crederai mica che tutta questa mania di controllo

            sia davvero causato dalla pirateria ??

            (rotfl)(rotfl)
            Le leggi non fermeranno la pirateria, e l'assenza
            di pirateria non fermerà le leggi.Ergo cosa cambia ? Copiamo finche' non si estinguono, nel frattempo avremo un vantaggio personale.
            Solo vorrei tanto che si trovassero un'altra
            scusa.Perche' dovrebbero ? E' cosi' comoda, la usavano gia' ai tempi delle cassette e prima quando si copiavano i vinili usando vecchie radiografie.
            P.S. Vale da entrambe le parti: facciamola finita
            di dire che scaricare è un'atto di disobbedienza
            civile e di ribellione contro le major ladre.Ok, se tolgiessero l'equo compenso potrebbe essere un gesto di buona volinta', ma per ora visto che si paga non vedo perche' smettere di fare qualcosa per cui viene preteso un compenso anticipato.Sa di : e' nato prima l'uovo o la gallina.
            Diciamolo chiaramente! "Se trovo la roba a
            scrocco la scrocco, anche se l'originale costa 1
            centesimo". E' semplicemente la volontà di avere
            tutto e subito.Ma anche no, forse questo vale per te, io la mia collezione di scatole cel'ho e non hanno DRM.
            Poi è ovvio, le major vorrebbero farci comprare
            anche quello che emettono dalla digestione, noi
            consumatori tendiamo a spendere (giustamente) il
            meno possibile.Essenzialmente i consumatori hanno bisogno della "percezione" di spendere bene i propri soldi, il che puo' valere per una bella scatola con manuale, non per un cd nudo con un foglietto intorno che per giunta ti impesta l'hd di schifezze.
          • angros scrive:
            Re: Videogiochi in agonia...


            Le leggi non fermeranno la pirateria, e
            l'assenza

            di pirateria non fermerà le leggi.

            Ergo cosa cambia ? Copiamo finche' non si
            estinguono, nel frattempo avremo un vantaggio
            personale.Quoto: è un'ottima sintesi.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Videogiochi in agonia...
            - Scritto da: DarkSchneider
            - Scritto da: krane


            E invece le leggi ci saranno lo stesso, perche'

            le due cose sono indipendenti, ma tu non
            crederai

            mica che tutta questa mania di controllo sia

            davvero causato dalla pirateria ??

            (rotfl)(rotfl)

            Le leggi non fermeranno la pirateria, e l'assenza
            di pirateria non fermerà le
            leggi.
            Solo vorrei tanto che si trovassero un'altra
            scusa.
            P.S. Vale da entrambe le parti: facciamola finita
            di dire che scaricare è un'atto di disobbedienza
            civile e di ribellione contro le major ladre.


            Diciamolo chiaramente! "Se trovo la roba a
            scrocco la scrocco, anche se l'originale costa 1
            centesimo". E' semplicemente la volontà di avere
            tutto e
            subito.
            Non è vero! Io non mi prenderei mai il disturbo di duplicare un CD a noleggio (per esempio) se l'originale lo vendessero a 5-6 euro, certo se per le novità chiedono 15-19 euro....Lo stesso dicasi per un CD audio... però hai ragione se continueranno a tirare la corda saranno sempre di più quelli che troveranno più comodo scaricare e allora potrebbe diventare per le Major difficile far accettare di pagare anche il prezzo giusto... cavoli loro!
            Poi è ovvio, le major vorrebbero farci comprare
            anche quello che emettono dalla digestione, noi
            consumatori tendiamo a spendere (giustamente) il
            meno
            possibile.Vedi che le major cerchino di massimizzare i loro guadagni è anche giusto, quello che è assolutamente ingiusto è che possano costituire cartelli per imporre prezzi più alti o ancora lobby che pagando i vari parlamenti riescano a farsi emanare leggi ad hoc...Proprio non comprendo perchè uno stato dovrebbe spendere soldi e mezzi per reprimere uno scambio fra privati di materiale protetto da Diritti d'autore!Dov'è l'interesse della collettività? Le leggi non dovrebbero tutelare la collettività? Qui si usano soldi della collettività per cercare di contrastare il P2P.... i cittadini cosa ci guadagnano?
          • krane scrive:
            Re: Videogiochi in agonia...
            - Scritto da: angros

            Se scarichi gli dai ragione, e li legittimi a

            continuare.

            Ignorali, puoi fare a meno di un gioco, per

            quanto bello sia.
            No, è proprio ignorandoli che gli dai ragione,Non c'e' nessuna differenza, possono sempre continuare a dire che "c'e' chi sacrica".
            che confermi il loro ragionamento "pagare o
            rinunciare"Non c'e' niente da confermare : non esistono statistiche solo dati inventati da loro.
      • angros scrive:
        Re: Videogiochi in agonia...

        O forse pensi che chi ricorra a simili vessazioni
        debba essere
        rispettato?Quotone!
    • Undertaker scrive:
      Re: Videogiochi in agonia...
      - Scritto da: Andreabont
      Si, è questo quello che sta accadendo...
      Il mondo videoludico sta implodendo verso s'è
      stesso con sistemi sempre più complessi per
      legare le mani agli utenti
      onesti.... se tu fossi un'azienda che spende milioni per creare un videogioco, spesso per vederselo copiare dopo un paio di mesi non useresti un drm ?il drm é una conseguenza della pirateria.anch'io copio ma non me ne vanto e non mi invento pseudoteoremi sociologici per giustificarmi: sono tirchio e scarico, punto
      • panda rossa scrive:
        Re: Videogiochi in agonia...
        - Scritto da: Undertaker
        se tu fossi un'azienda che spende milioni per
        creare un videogioco, spesso per vederselo
        copiare dopo un paio di mesi non useresti un drm
        ?No: vuol dire che il target del tuo gioco sono i bimbiminkja e te lo meriti che te lo copiano.Fai un gioco per persone intelligenti e vedi che questi problemi non li corri.Chiedi a Sid Meier.
        • Guybrush scrive:
          Re: Videogiochi in agonia...
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Undertaker[...]
          No: vuol dire che il target del tuo gioco sono i
          bimbiminkja e te lo meriti che te lo
          copiano.[...]
          Chiedi a Sid Meier.90 minuti di applausi, standing ovation e ola.Guybrush
        • Undertaker scrive:
          Re: Videogiochi in agonia...
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Undertaker

          se tu fossi un'azienda che spende milioni per

          creare un videogioco, spesso per vederselo

          copiare dopo un paio di mesi non useresti un drm
          No: vuol dire che il target del tuo gioco sono i
          bimbiminkja e te lo meriti che te lo
          copiano.
          Fai un gioco per persone intelligenti e vedi che
          questi problemi non li
          corri.
          Chiedi a Sid Meier.e lo vieni a dire me ?se penso alle giornate ed ai quaderni coperti di appunti giocando a "covert action" (gioco del 1990!!) scaricato da abandonia..La pirateria é sempre esistita: i giochi per il commodore si copiavano facilmente, i giochi per l'amiga si stracopiavano, duplicare le le cassette musicali era un gioco da ragazzi, quello che ha fatto esplodere il fenomeno é stato internet e le connessioni a banda larga.Oggi la pirateria é un fenomeno universale (non é solo per "bimbiminkia", etichetta che si puó affibbiare a volontá a chiunque) e sta strangolando i produttori di contenuti.Quando un gioco o un film esce bisognerebbe aspettare almeno un anno prima di piratarlo, perché chi lo produce possa guadagnarci qualcosa, altrimenti quelli si stufano, chiudono o cambiano mestiere e non ce ne é piú per nessuno
          • panda rossa scrive:
            Re: Videogiochi in agonia...
            - Scritto da: Undertaker
            Oggi la pirateria é un fenomeno universale (non é
            solo per "bimbiminkia", etichetta che si puó
            affibbiare a volontá a chiunque) e sta
            strangolando i produttori di
            contenuti.Vai a farti un giro su google street, dalle parti di Hollywood, per esempio.Troverai tante ville con piscina, con produttori di contenuti che si sono impiccati all'albero in giardino, per colpa della pirateria.Pure sul giornale di oggi c'e' la triste notizia di un produttore di contenuti che si e' arrampicato sull'attico della sua abitazione, minacciando di abbronzarsi integralmente con i raggi uva se lo stato non fa qualcosa per interrompere questo odioso fenomeno della pirateria.
            Quando un gioco o un film esce bisognerebbe
            aspettare almeno un anno prima di piratarlo,
            perché chi lo produce possa guadagnarci qualcosa,
            altrimenti quelli si stufano, chiudono o cambiano
            mestiere e non ce ne é piú per
            nessunoOttima idea: potrebbero scriverlo sulla copertina. "Si prega di non piratare prima del [data_di_scadenza]"
          • angros scrive:
            Re: Videogiochi in agonia...

            Oggi la pirateria é un fenomeno universale (non é
            solo per "bimbiminkia", etichetta che si puó
            affibbiare a volontá a chiunque) e sta
            strangolando i produttori di
            contenuti.Magari! Ci libereremmo di loro una volta per tutte...
      • harvey scrive:
        Re: Videogiochi in agonia...
        - Scritto da: Undertaker
        se tu fossi un'azienda che spende milioni per
        creare un videogioco, spesso per vederselo
        copiare dopo un paio di mesi non useresti un drm
        ?Se lo vedessi piratato dopo un paio di mesi vuol dire che dovrei cambiare mestiere, visto che non interessa a nessuno quel gioco...
        il drm é una conseguenza della pirateria.
        anch'io copio ma non me ne vanto e non mi invento
        pseudoteoremi sociologici per giustificarmi: sono
        tirchio e scarico,
        puntoChi sa fare giochi, non teme la pirateriaChi fa giochi del cavolo (vedi avatar, o tutti i giochi dei film) la teme come la peste
        • Undertaker scrive:
          Re: Videogiochi in agonia...
          - Scritto da: harvey
          Se lo vedessi piratato dopo un paio di mesi vuol
          dire che dovrei cambiare mestiere, visto che non
          interessa a nessuno quel
          gioco...O_o ?? se un gioco finisce piratato significa che interessa, altrimenti nessuno si sbatterebbe per sproteggerlo
          Chi sa fare giochi, non teme la pirateria
          Chi fa giochi del cavolo (vedi avatar, o tutti i
          giochi dei film) la teme come la
          pesteperché avatar é un "film del cavolo", tutti i giochi nati dal film sono "film del cavolo" eccetera.Snobismo intellettuale: é chiaro che dietro Avatar girano interessi milionari e la riduzione anche di un 5% delle vendite per la pirateria significa perdite enormi per chi produce i giochi.Purtroppo la realtá é che chi non ha saputo o potuto implementare protezioni anticopia efficaci ha chiuso o é passato a piattaforme con drm piú robusti: vedi Amiga/pc, tele+/sky, cd/blueray e, per finire pc/console, visto che solo il mercato dei videogiochi per pc é in crisi: per console (piú blindabili) il mercato é piú che florido
          • harvey scrive:
            Re: Videogiochi in agonia...
            - Scritto da: Undertaker
            se un gioco finisce piratato significa che
            interessa, altrimenti nessuno si sbatterebbe per
            sproteggerloOvvio

            Chi fa giochi del cavolo (vedi avatar, o tutti i

            giochi dei film) la teme come la
            peste
            perché avatar é un "film del cavolo", tutti i
            giochi nati dal film sono "film del cavolo"
            eccetera.Guarda le recensioni dei giochi derivati dai film, normalmente sono cagate.
            Snobismo intellettuale: é chiaro che dietro
            Avatar girano interessi milionari e la riduzione
            anche di un 5% delle vendite per la pirateria
            significa perdite enormi per chi produce i
            giochi.Sempre il solito discorso, se fai giochi buoni, la gente compra, se fai un fil bello, la gente lo guarda. Proteggere le cose serve a poco, perche' esisterà sempre un modo per sproteggerle. Devi solo rendere più conveniente il comprare (con add on o con prestazioni migliori)
            Purtroppo la realtá é che chi non ha saputo o
            potuto implementare protezioni anticopia efficaci
            ha chiuso o é passato a piattaforme con drm piú
            robusti: vedi Amiga/pc, tele+/sky, cd/blueray e,
            per finire pc/console, visto che solo il mercato
            dei videogiochi per pc é in crisi: per console
            (piú blindabili) il mercato é piú che
            floridoProbabilmente perche' il PC ce lo ha chi e' più esigente in termini di giochi. I bimbi giocono con le console, e si fanno influenzare maggiormente da gli effetti e poco dalla novità.Non mi pare che case tipo la blizzard siano in caduta libera :PLoro sono stati furbi, c'e' chi ha creduto di combattere contro i pirati invece di innovare, e ha fallito
          • panda rossa scrive:
            Re: Videogiochi in agonia...
            - Scritto da: Undertaker
            Purtroppo la realtá é che chi non ha saputo o
            potuto implementare protezioni anticopia efficaci
            ha chiuso Invece la realta' e' che case come la id Software che hanno distribuito da sempre i loro titoli senza protezione, ma in shareware, sono ancora li'.
          • angros scrive:
            Re: Videogiochi in agonia...

            Purtroppo la realtá é che chi non ha saputo o
            potuto implementare protezioni anticopia efficaci
            ha chiuso o é passato a piattaforme con drm piú
            robusti: vedi Amiga/pcAncora con 'sta storia? Amiga aveva più protezioni del pc, non meno.
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Videogiochi in agonia...
        - Scritto da: Undertaker
        - Scritto da: Andreabont

        Si, è questo quello che sta accadendo...


        Il mondo videoludico sta implodendo verso s'è

        stesso con sistemi sempre più complessi per

        legare le mani agli utenti
        onesti....

        se tu fossi un'azienda che spende milioni per
        creare un videogioco, spesso per vederselo
        copiare dopo un paio di mesi non useresti un drm
        ?

        il drm é una conseguenza della pirateria.
        anch'io copio ma non me ne vanto e non mi invento
        pseudoteoremi sociologici per giustificarmi: sono
        tirchio e scarico,
        puntoScaricheresti ancora se il gioco te lo vendessero a 10-15 euro con manuali e confezione originali e soprattutto senza DRM invasivi?O magari se potessi scaricarlo legalmente a 8-10 euro?Certo se un gioco costa dai 50 ai 70 euro ci credo che molti preferiscano il p2p!
  • tDv scrive:
    Non è per combattere la pirateria
    Ma il mercato dell'usato.Questo e tante altre forme di drm come i coupon che troi dentro la confezione per scaricare "gratis" parti di gioco volutamente escluse dalla release (che quindi diventano a pagamento per chi compra il gioco di seconda mano)Con le console visti i prezzi astronomici dei giochi si è sviluppato tantissimo il mercato dell'usato.Di questo mercato beneficiano un po' i consumatori che pagano i giochi un po' meno e possono rivenderli ai negozianti o "permutarli" per giochi nuovi (i classici ci porti 2 giochi vecchi e ti prendi il gioco nuovo a 19,99 anzichè 69,99).Ci lucrano tantissimo i negozianti (i vari Gamestop, Gamerush, etc).Non ci guadagnano una fava i vari distributori/produttori (Ubisoft, EA, etc) oltre a Sony e Microsoft che non beccano royalties da giochi usati.
    • angros scrive:
      Re: Non è per combattere la pirateria
      Ottimo: il mercato dell'usato deve sparire (altrimenti, si alimenta la convinzione che il software debba essere comprato o venduto).L'errore di fondo del mercato dell'usato è: per darlo a te devo rinunciarci io; ciò non ha senso per i beni digitali, e deve sparire.
      • Andreabont scrive:
        Re: Non è per combattere la pirateria
        Infatti rivendi la "licenza d'uso" del software.Peccato che tutte le licenze d'uso siano personali e non cedibili...
        • Undertaker scrive:
          Re: Non è per combattere la pirateria
          - Scritto da: Andreabont
          Infatti rivendi la "licenza d'uso" del software.
          Peccato che tutte le licenze d'uso siano
          personali e non
          cedibili...difatti é uno sconcio, ed é giá una giustificazione per chi copia.Se lo pago poi ci faccio quello che voglio.
          • harvey scrive:
            Re: Non è per combattere la pirateria
            - Scritto da: Undertaker
            Se lo pago poi ci faccio quello che voglio.Sbagliato, se lo paghi ci fai quello che vogliono loroSe lo pirati ci fai quello che vuoi!
        • Memo Le scrive:
          Re: Non è per combattere la pirateria
          Giusto a metà: la licenza d'uso che acquisti in un negozio di videogiochi la acquisti da semplice consumatore, quindi da individuo qualunque. Non c'è un rapporto fiduciario tra te e l'azienda produttrice: all'azienda che la copia venga acquistata da Aulo Augerio (semper fidelis!) o da Numerio Negidio o da Tizio o Caio non cambia nulla. Manca un rapporto personale diretto, quindi la licenza perde quella caratteristica di personalità che può giustificarne una incedibilità.Mancando il fattore personale la licenza si traduce in un più semplice: 1 licenza-1 giocatore.Dove il giocatore può essere chiunque, proprio perché al momento dell'acquisto non vi è una scelta personale del consumatore a cui vendere la copia del gioco. Il tuo discorso è valido nel momento in cui una SH concede una licenza d'uso ad un'altra SH per sviluppare ulteriormente il software. Quest'ultima non potrà cederlo a sua volta perché la licenza le è stata concessa sulla base di un rapporto "personale" di fiducia tra le due SH. E' molto diverso. E poi non c'è il consumatore e quando si fanno contratti di questo tipo tra aziende si suppone che entrambe leggano molto bene cosa stanno FIRMANDO, tutto ciò non avviene in negozio di videogiochi.Insomma, prima di riuscire a fare una cosa del genere le SH dovrebbero scavare un bel solco prima di tutto nell'interpretazione della legge. Non è detto che non vi riescano visto che hanno i soldi per promuovere una simili "revisione". Però dovrebbero farlo quasi in ogni paese occidentale dove il diritto ha un suo valore... economicamente il gioco vale la candela?
      • E. Purator scrive:
        Re: Non è per combattere la pirateria
        Il concetto di licenza d'uso è, di per sè, una XXXXXXXta colossale.Un VG dovrebbe essere venduto come un prodotto.- Scritto da: angros
        Ottimo: il mercato dell'usato deve sparire
        (altrimenti, si alimenta la convinzione che il
        software debba essere comprato o
        venduto).

        L'errore di fondo del mercato dell'usato è: per
        darlo a te devo rinunciarci io; ciò non ha
        senso per i beni digitali, e deve
        sparire.
  • djechelon scrive:
    Digital divisi
    Assurdo che Ubisoft richieda connessione costante con il server della casa.I digital divisi non potranno giocare, o dovranno lasciare la loro connessione a consumo attiva inutilmente solo per giocare.Così allora io decido di andare in vacanza col mio portatile (equipaggiato con una scheda video decente), mi devo comprare una internet key apposta per poter liberamente giocare?Non siamo in America dove la Wifi free è ovunque, ed è davvero free (LIBERA).E poi, dovesse malauguratamente Ubisoft fallire o se decidesse di non fornire più supporto al gioco? Che succede? Kindle VS Orwell?Ovvio che a questo punto anche chi compra l'originale è tentato di crackare il gioco.
    • angros scrive:
      Re: Digital divisi

      Ovvio che a questo punto anche chi compra
      l'originale è tentato di crackare il
      gioco.Naturale: e da qui al passaggio successivo (craccarlo direttamente, senza comprarlo) il passo è breve.Quindi, il passo successivo per le software house sarà il cloud gaming: gli scenari di gioco, la trama e il sistema che gestisce i personaggi non giocanti e l'IA saranno hostati su un server in remoto, così non si potrà craccare il gioco, perchè occorrerebbe riscriverne una buona metà (che sui computer degli utenti non è proprio installata)E per il gioco in locale, magari rimarranno i giochi gratuiti (ma a sorgente chiuso: un sorgente aperto rovinerebbe tutto il divertimento)
      • krane scrive:
        Re: Digital divisi
        - Scritto da: angros

        Ovvio che a questo punto anche chi compra

        l'originale è tentato di crackare il

        gioco.
        Naturale: e da qui al passaggio successivo
        (craccarlo direttamente, senza comprarlo) il
        passo è breve.
        Quindi, il passo successivo per le software house
        sarà il cloud gaming: gli scenari di gioco, la
        trama e il sistema che gestisce i personaggi non
        giocanti e l'IA saranno hostati su un server in
        remoto, così non si potrà craccare il gioco,
        perchè occorrerebbe riscriverne una buona metà
        (che sui computer degli utenti non è proprio
        installata)Ottimo : la gente non ci gioca e falliscono in favore di altri sistemi.
        E per il gioco in locale, magari rimarranno i
        giochi gratuiti (ma a sorgente chiuso: un
        sorgente aperto rovinerebbe tutto il
        divertimento)Perche' ????Come se con un editor esadecimale non si potessero gia' leggere tutti i dialoghi dei giochi !
        • angros scrive:
          Re: Digital divisi
          La mia idea è: motore di gioco, e librerie, open; ma per quanto riguarda i codici che gestiscono trama e intelligenza artificiale, closed; ed anche i dialoghi, se possibile vanno criptati (almeno, i produttori "seri" lo facevano). Se tu vuoi realizzare un gioco simile al mio, lo puoi fare (i pezzi "riciclabili" sono open source), ma se tu vuoi solo realizzare un cheat mode, cercherò di renderti la vita difficile (in fondo, se ti piacciono i videogiochi, vuol dire che ami le sfide... rimarresti deluso se ti rendessi tutto facile)C'erano anche dei "giochi" (come enigmi.net, o icap) in cui l'obbiettivo era proprio di craccare una pagina per vedere la successiva.
          • panda rossa scrive:
            Re: Digital divisi
            - Scritto da: angros
            La mia idea è: motore di gioco, e librerie, open;
            ma per quanto riguarda i codici che gestiscono
            trama e intelligenza artificiale, closed; Pensa che invece la mia idea di gioco e' motore e librerie open, ma per quanto riguarda la trama e l'intelligenza artificiale, script moddabili, cosi' ognuno puo' riscrivere il suo motore di gioco e metterlo a disposizione degli altri giocatori.Si avrebbe un gioco potenzialmente eterno!
          • angros scrive:
            Re: Digital divisi
            Vero, ma a quel punto sbirciar negli script per vedere come va a finire diventa troppo facile...L'ideale sarebbe allora di mettere degli script compilati in pseudocodice: tu puoi scegliere se mettere anche il sorgente o no, io posso modificare il gioco come voglio, e creare nuovi scenari e nuove campagne, anche identici ai tuoi (riciclando anche immagini, scenari ed effetti sonori), ma se non mi hai dato il sorgente, il mio scenario potrebbe non avere gli stessi sviluppi del tuo. Poi ce li scambiamo, così vediamo se io risolvo prima il tuo scenario, o tu il mio.
          • panda rossa scrive:
            Re: Digital divisi
            - Scritto da: angros
            Vero, ma a quel punto sbirciar negli script per
            vedere come va a finire diventa troppo
            facile...Forse stiamo parlando di concept diversi.Io sto parlando di strategici in cui tu muovi le tue unita' secondo la tua logica mentre lo script AI muove le sue secondo la logica dello script.Che cosa vuoi sbirciare?Certo, puoi farlo, ma al fine di trovare un miglioramento nella strategia della AI.Non e' che sbirciando nello script di un programma che gioca a scacchi, poi riesci a batterlo facilmente.
            L'ideale sarebbe allora di mettere degli script
            compilati in pseudocodice: tu puoi scegliere se
            mettere anche il sorgente o no, io posso
            modificare il gioco come voglio, e creare nuovi
            scenari e nuove campagne, anche identici ai tuoi
            (riciclando anche immagini, scenari ed effetti
            sonori), Immagini, scenari ed effetti sonori dovrebbero essere presenti nella libreria del game, o al massimo editabili con un editor di mappe.
            ma se non mi hai dato il sorgente, il
            mio scenario potrebbe non avere gli stessi
            sviluppi del tuo. Poi ce li scambiamo, così
            vediamo se io risolvo prima il tuo scenario, o tu
            il mio.E' questa cosa del volere oscurare a tutti i costi il codice che non capisco.A che scopo?Tu devi affrontare lo script giocando, non disassemblandolo alla ricerca di punti deboli.
          • angros scrive:
            Re: Digital divisi
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: angros

            Vero, ma a quel punto sbirciar negli script per

            vedere come va a finire diventa troppo

            facile...

            Forse stiamo parlando di concept diversi.
            Io sto parlando di strategici in cui tu muovi le
            tue unita' secondo la tua logica mentre lo script
            AI muove le sue secondo la logica dello
            script.
            Che cosa vuoi sbirciare?
            Certo, puoi farlo, ma al fine di trovare un
            miglioramento nella strategia della
            AI.Eccoti al punto: infatti i giochi open source sono tipicamente strategici, oppure simulazioni (e tali giochi possono effettivamente essere aperti al 100%, per renderli migliorabili); lo stesso autore del gioco può poi giocare contro la sua creatura (e magari venire sconfitto!)Ma se invece parliamo di una avventura grafica, ad esempio ?(uno dei miei generi preferiti)Se io sviluppo una avventura (grafica, o anche testuale, ti ricordi la mitica "avventura nel castello"?), poi non posso giocarci, perchè conosco già le soluzioni di tutti gli enigmi, avendoli scritti io; però posso passarla a te, e tu ne passi a me una realizzata da te: ovviamente, a quel punto quando si trova un enigma difficile la tentazione di guardare il codice è forte (e nel codice, magari basta leggere un paio di istruzioni if per capire come superare l'ostacolo); quindi, non deveessere troppo facile vedere il sorgente (almeno, deve essere più difficile che completare il gioco senza barare: poi, a te la scelta se vincere superando gli ostacoli o craccando il gioco, entrambe le soluzioni saranno impegnative)
          • panda rossa scrive:
            Re: Digital divisi
            - Scritto da: angros

            Eccoti al punto: infatti i giochi open source
            sono tipicamente strategici, oppure simulazioni
            (e tali giochi possono effettivamente essere
            aperti al 100%, per renderli migliorabili); lo
            stesso autore del gioco può poi giocare contro la
            sua creatura (e magari venire
            sconfitto!)Esatto!
            Ma se invece parliamo di una avventura grafica,
            ad esempio ?(uno dei miei generi
            preferiti)
            Se io sviluppo una avventura (grafica, o anche
            testuale, ti ricordi la mitica "avventura nel
            castello"?), poi non posso giocarci, perchè
            conosco già le soluzioni di tutti gli enigmi,
            avendoli scritti io; però posso passarla a te, e
            tu ne passi a me una realizzata da te:
            ovviamente, a quel punto quando si trova un
            enigma difficile la tentazione di guardare il
            codice è forte (e nel codice, magari basta
            leggere un paio di istruzioni if per
            capire come superare l'ostacolo); quindi, non
            deveessere troppo facile vedere il sorgente
            (almeno, deve essere più difficile che completare
            il gioco senza barare: poi, a te la scelta se
            vincere superando gli ostacoli o craccando il
            gioco, entrambe le soluzioni saranno
            impegnative)Si, vabbe', mi stai dicendo che non sai resistere alla tentazione di un cheat.La rete e' piena di cheat di tutte le avventure grafiche testuali dall'eta' della pietra a oggi.Bisonga saperci ricorrere solo dopo aver sbattuto la testa contro tutte le pareti di casa, non alla prima difficolta'.Sfido che un gioco dura 10 ore cosi'.Guarda, proprio nei giorni scorsi ho riesumato Loom, che ho trovato in rete un adf in italiano.L'ho fatto giocare a mia figlia, che lo ha finito in poche sessioni col mio aiuto che qualcosa ancora mi ricordavo, e solo una volta sono ricorso al cheat offerto dalla rete perche' ad un certo punto non mi ricordavo piu'...Tutto il resto lo abbiamo risolto con la logica, o esaustivamente inserendo tutti i pattern scoperti fino a quel momento fino a trovare quello giusto.Ma i vari Monkey Island io me li ero giocati (e risolti) senza cheat, ma con una sana collaborazione tra amici, molto piu' divertente.Le avventure grafiche sono una sfida che il programmatore fa a chi ci gioca: sono un concept diverso dagli strategici.
          • angros scrive:
            Re: Digital divisi

            Le avventure grafiche sono una sfida che il
            programmatore fa a chi ci gioca: sono un concept
            diverso dagli
            strategici.Appunto: quello che volevo dire è che l'open è perfetto per il concept degli strategici, ma un po' meno per quello delle avventure: il risultato è che nel mondo open vediamo tanti straegici, ma poche avventure. Quello che mi chiedevo è: un sistema intermedio tra l'open source ed una "licenza etica" potrebbe migliorare la situazione? I giochi di avventura mi piacciono, vorrei che ce ne fossero di più...
          • angros scrive:
            Re: Digital divisi
            Ti riferisci ai MUD, vero? :-)Mi chiedevo, a questo punto, se non si può realizzare un sistema sul tipo di quello che usano siti come Writing.com, per le storie a bivi (sono tipo quei libri in cui ti dicevano "se scegli di affrontare l'orco, continua a leggere da pagina 27, se invece vuoi fuggire, passa a pagina 33"; ne avevo qualcuno, per certi versi erano gli antenati delle storie a bivi)Su Writing.com, esistono storie del genere (in HTM è estremamente facile realizzarle), ma con una caratteristica: se arrivi ad un punto dove no è stato ancora scritto nulla, puoi scriverlo tu, e aggiungere nuove situazioni e nuove scelte.Mi chiedevo... una sorta di MUD (testuale o grafico, è da vedersi), con molti enigmi, ma anche con la possibilità di aggiungerne altri (solo dopo aver completato quelli esistenti, però: una sorta di "premio" per chi risolve tutti gli enigmi, la possibilità di aggiungere i suoi), sarebbe attuabile? Tra l'altro, gli enigmi e gli ostacoli sarebbero creati da gente abbastanza abile in questo (se è stata capace di risolvere gli enigmi precedenti)
  • Memo Le scrive:
    EULA
    Scusate ma giuridicamente EULA o non EULA, contratto non firmato più o meno, rimane il fatto che quando acquisto una licenza questa entra nel mio patrimonio e quindi poi posso decidere di cederla a chi voglio. Se la cedo gratuitamente o meno sono affari miei.Ovviamente questo implica che io non posso più farne uso, ma questo è ovvio. Certe clausole contrattuali, a mio modesto avviso, non reggerebbero neanche un minuto davanti a un giudice italiano. Per di più si tratta di un rapporto consumatore-produttore e, almeno in italia, la tendenza è molto garantista nei confronti del consumatore e dei suoi diritti.Infine, se così non fosse, lo stesso metodo potrebbe essere applicato a libri, musica e film... secondo voi perché le major di distribuzione di certi contenuti non hanno mai osato proporre una cosa simile? perché sono più buoni? non credo...Un'impostazione simile può essere applicata solo ai giochi online o a giochi in cui il supporto fisico è solo necessario all'acXXXXX al gioco vero e proprio online. Ma qui il discorso cambia sostanzialmente perché non si parla più di una licenza, bensì di un servizio. E comunque anche in questa ipotesi nulla mi vieta di vendere tutto il mio account comprensivo anche dei diritti di giocare ai giochi. La proprietà è una cosa seria, grazie a dio in italia c'è una Costituzione e i Sigg. Kazzumiro Shiro e Yoshimoto Takagashi di Sony e Nintendo certe XXXXXte vanno a farle a casa loro. Non qui da noi. E che portino i miei saluti al loro imperatore. (Costituzione maiuscola; imperatore minuscolo, per favore.) Questi hanno ancora l'imperatore..! :o
    • Wintermute scrive:
      Re: EULA
      - Scritto da: Memo Le
      Questi hanno ancora l'imperatore..! :oCe l'avevamo anche noi, qualche decennio fa (V.E.III).E se va avanti così tra poco ne avremo un altro, anche questo nano come il precedente.
      • Memo Le scrive:
        Re: EULA
        Hai detto bene: qualche decennio fa...E fino a prova contraria siamo una repubblica democratica fondata sul lavoro.Noi ci siamo posti il problema monarchia si o monarchia no?E il popolo ha scelto di no e abbiamo cacciato i savoia dall'italia per poi farli tornare a fare i giullari in televisione come la più miserabile delle marionette.Non siamo perfetti, anzi, ma non mischiamo la m... e il puré...
    • AlessioC scrive:
      Re: EULA
      - Scritto da: Memo Le
      Scusate ma giuridicamente EULA o non EULA,
      contratto non firmato più o meno, rimane il fatto
      che quando acquisto una licenza questa entra nel
      mio patrimonio e quindi poi posso decidere di
      cederla a chi voglio. ---8
      • Memo Le scrive:
        Re: EULA
        Si infatti.Magari non verrebbero proprio definite vessatorie, però sicuramente sarebbe messa in dubbio la conoscenza da parte del consumatore (che proprio in quanto consumatore si suppone ignorante in materia e non legge le clausole) e quindi l'effettiva accettazione delle clausole contrattuali.
      • xxx scrive:
        Re: EULA

        Non è proprio così.
        La licenza è un contratto che, se accettato,
        vincola le
        parti.
        Ergo, se nel contratto/EULA c'è scritto che che
        non puoi cedere, una volta accettato non lo puoi
        cedere e
        basta.
        Il problema, bello grosso IMHO, è che spesso a
        priori non sai cosa c'è scritto nella cavolo di
        EULA e quindi compri qualcosa credendo di
        portarti a casa il solito pacchetto di diritti
        d'uso e invece ti trovi con un pacco! E' quindi
        probabile che, come dici, davanti ad un giudice
        poi le clausole vengano giudicate vessatorie e
        quindi da approvare
        specificamente...
  • Memo Le scrive:
    Mercato usato
    Capisco che la pirateria spinga le software house a inasprire (magari anche eccessivamente) i sistemi di controllo. Da questo punto di vista si può dire che il 98% dei videogiochi sono imbarazzanti: tanta pubblicità e confezioni luccicanti per attirare l'acquirente sprovveduto e poi sono dei veri e propri bidoni. La maggior parte sono giochi brutti, fatti male, quasi sempre cloni di altri giochi (stessi temi, stessi motori grafici, stesse storie...) e che nella migliore delle ipotesi hanno 10 ore di gioco... pagare 40-50-60 euro per un gioco così? sfido chiunque a non sentirsi truffato o comunque a non percepire tale prezzo a dir poco eccessivo.Però in linea di principio le software house sono nel giusto. Piratare un gioco è illegale, è come rubare alle software house, quindi loro cercano di tutelare i loro interessi. Ok, perfetto. Sono d'accordo.Ma il mercato dell'usato?!?!?Le software house vogliono spiegarmi che non posso più scegliere liberamente cosa fare di una mia proprietà? Quando acquisto un gioco poi ne divento proprietario e, se lorsignori permettono, di un bene di MIA PROPRIETA' faccio quello che mi pare. Non escluso regalarlo a qualcuno. Poi, se si tratta di un gioco online posso anche capire perché si tratta di un servizio, ma la modalità offline non può essere bloccata. All'acquisto del gioco io acquisto UNA licenza di uso del software, poi se la uso io o se la usa il mio nipotino a loro non deve interessare. Ovviamente lo stesso discorso vale se decido di vendere il gioco, perché una volta venduto io non ci posso più giocare e può giocarci un altro. Si tratta sempre e comunque di UNA licenza. A loro non cambia nulla. Certo, cambia che vendono una copia in meno... ma se il gioco è bello io non vorrò privarmene, mentre se il gioco fa schifo lo vendo dopo averlo usato 2 volte. Ma sia ben chiaro: questo è un mio DIRITTO. Qui stanno calpestando il principio stesso di proprietà sancito dalla Costituzione. Forse non capiscono che certe politiche spingono solo più persone verso la pirateria o, nella migliore delle ipotesi, a non comprare i giochi. O almeno a comprarne meno. Se un sistema simile fosse attivato anche sui giochi per xbox credo che mi limiterei a comprare un paio di giochi all'anno. E ovviamente non giochi a caso, bensì solo quelli che so che sono validi e che durano molto a lungo come per esempio i giochi di calcio e gli RPG più belli (di cui se va bene ne esce uno ogni 2 anni davvero bello e longevo).Invece di pensare a certe nefandezze le software house potrebbero iniziare a produrre giochi più belli, fatti meglio e magari a farli pagare meno. Se un gioco costasse 20 euro ne venderebbero a milioni e diminuirebbe molto il mercato dell'usato perché se da nuovo costa 20 euro poi da usato non ha mercato. Ovviamente questo avrebbe un effetto positivo anche nel contrasto alla pirateria. Basta vedere cosa ha fatto iTunes con la musica: ha recuperato importanti fette di mercato semplicemente permettendo di comprare solo le canzoni belle invece di dover pagare per intero dischi in cui 10 tracce su 12 sono immondizia fatta solo per riempire il cd.Esattamente come il 98% dei videogiochi di cui parlavo prima: immondizia.
    • Ale scrive:
      Re: Mercato usato
      - Scritto da: Memo Le
      Capisco che la pirateria spinga le software house
      a inasprire (magari anche eccessivamente) i
      sistemi di controllo.

      Da questo punto di vista si può dire che il 98%
      dei videogiochi sono imbarazzanti: tanta
      pubblicità e confezioni luccicanti per attirare
      l'acquirente sprovveduto e poi sono dei veri e
      propri bidoni.

      La maggior parte sono giochi brutti, fatti male,
      quasi sempre cloni di altri giochi (stessi temi,
      stessi motori grafici, stesse storie...) e che
      nella migliore delle ipotesi hanno 10 ore di
      gioco... pagare 40-50-60 euro per un gioco così?
      sfido chiunque a non sentirsi truffato o comunque
      a non percepire tale prezzo a dir poco
      eccessivo.
      Però in linea di principio le software house sono
      nel giusto.

      Piratare un gioco è illegale, è come rubare alle
      software house, quindi loro cercano di tutelare i
      loro interessi. Ok, perfetto. Sono
      d'accordo.

      Ma il mercato dell'usato?!?!?

      Le software house vogliono spiegarmi che non
      posso più scegliere liberamente cosa fare di una
      mia proprietà?

      Quando acquisto un gioco poi ne divento
      proprietario e, se lorsignori permettono, di un
      bene di MIA PROPRIETA' faccio quello che mi pare.
      Non escluso regalarlo a qualcuno.

      Poi, se si tratta di un gioco online posso anche
      capire perché si tratta di un servizio, ma la
      modalità offline non può essere bloccata.

      All'acquisto del gioco io acquisto UNA licenza di
      uso del software, poi se la uso io o se la usa il
      mio nipotino a loro non deve interessare.

      Ovviamente lo stesso discorso vale se decido di
      vendere il gioco, perché una volta venduto io non
      ci posso più giocare e può giocarci un altro. Si
      tratta sempre e comunque di UNA licenza. A loro
      non cambia nulla. Certo, cambia che vendono una
      copia in meno... ma se il gioco è bello io non
      vorrò privarmene, mentre se il gioco fa schifo lo
      vendo dopo averlo usato 2 volte.

      Ma sia ben chiaro: questo è un mio DIRITTO.
      Qui stanno calpestando il principio stesso di
      proprietà sancito dalla Costituzione.

      Forse non capiscono che certe politiche spingono
      solo più persone verso la pirateria o, nella
      migliore delle ipotesi, a non comprare i giochi.
      O almeno a comprarne meno. Se un sistema simile
      fosse attivato anche sui giochi per xbox credo
      che mi limiterei a comprare un paio di giochi
      all'anno. E ovviamente non giochi a caso, bensì
      solo quelli che so che sono validi e che durano
      molto a lungo come per esempio i giochi di calcio
      e gli RPG più belli (di cui se va bene ne esce
      uno ogni 2 anni davvero bello e
      longevo).
      Invece di pensare a certe nefandezze le software
      house potrebbero iniziare a produrre giochi più
      belli, fatti meglio e magari a farli pagare meno.

      Se un gioco costasse 20 euro ne venderebbero a
      milioni e diminuirebbe molto il mercato
      dell'usato perché se da nuovo costa 20 euro poi
      da usato non ha mercato. Ovviamente questo
      avrebbe un effetto positivo anche nel contrasto
      alla pirateria. Basta vedere cosa ha fatto iTunes
      con la musica: ha recuperato importanti fette di
      mercato semplicemente permettendo di comprare
      solo le canzoni belle invece di dover pagare per
      intero dischi in cui 10 tracce su 12 sono
      immondizia fatta solo per riempire il
      cd.
      Esattamente come il 98% dei videogiochi di cui
      parlavo prima:
      immondizia.Poi fra l'altro la licenza di uso è cedibile , a meno che tu non firmi a parte una clausola che te lo vieti, torniamo sempre al discorso del vendor americano , e cioè se questa licenza non'è rivendibile a sto punto il suo valore è zero.Poi per quanto riguarda ubisoft , non si può neanche deattivare il codice perchè è legato a vita a quell'account , almenbo ea con battlefield2 e i vari ti permetteva di scegliere su quale account attivare i bonus pack, da un'account che non aveva nulla a che fare con quello del gioco
    • Wolf01 scrive:
      Re: Mercato usato
      Peccato che il gioco che compri non è tuo ma lo prendi in licenza.Sinceramente mi sono stufato pure io, i giochi per xbox li compro solo in offerta 3x2, due a 30 l'uno e il terzo arriva gratis.Per pc visto che ci sono DRM in tutte le salse ho smesso di comprare (ho una collezione di giochi ORIGINALI che non finisce più) e adesso scarico e basta, anzi, compro ancora, ma solo giochi che hanno più di 10 anni, non perchè quelli nuovi non girano, ma perchè quelli vecchi sono più belli.
      • angros scrive:
        Re: Mercato usato
        Sai qual'è il problema? Adesso vogliono investire troppo in un gioco, quindi non possono piu' permettersi il rischio di un flop, e non osano piu' sperimentare qualcosa di nuovo: seguono sempre gli stessi modelli.Se calano le vendite, forse finalmente dovranno ridurre gli investimenti, e così potranno sperimentare di nuovo con idee originali.
  • Cristiangt scrive:
    e se mi si rompe la psp
    Che figli di ..... alla sony, e io che ho comprato il gioco e mi si rompe- mi rubano-decido di comprare il nuovo modello di psp- devo ripagare per il gioco che avevo comprato?
    • panda rossa scrive:
      Re: e se mi si rompe la psp
      - Scritto da: Cristiangt
      Che figli di ..... alla sony, e io che ho
      comprato il gioco e mi si rompe- mi rubano-decido
      di comprare il nuovo modello di psp- devo
      ripagare per il gioco che avevo
      comprato?Cosi' impari a comprare sony.Ti abbiamo detto in tutte le lingue di non comprare piu' niente di sony.
    • Sky scrive:
      Re: e se mi si rompe la psp
      La Sony va evitata come la peste:http://www.masternewmedia.org/it/malicious_software/esempi/la_storia_incredibile_del_rootkit_Sony_20051204.htm
      • ... scrive:
        Re: e se mi si rompe la psp
        Si vabbè tiriamo fuori notizie del 2005.La verità è che l'unico mercato che sta morendo è quello dei videogiochi per pc. Questo perchè conviene a tutti tranne che ai giocatori. Un gioco per xbox 360 costa in media 70 europer la ps3 in media 75 e per pc 50 (e già così non riescono a vincere la pirateria).Su pc si giocherà sempre meno (grazie anche a steam) e i giocatori per forza di cose si dvranno spostare sulle console.
        • Sky scrive:
          Re: e se mi si rompe la psp
          - Scritto da: ...
          Si vabbè tiriamo fuori notizie del 2005.La mentalità non la cambi.Se quello è il loro modo di vedere il mercato e gli utenti, dovrai sempre aspettarti cose di quel tipo, magari con una attenzione maggiore a non farsi "beccare".
        • urrrrr scrive:
          Re: e se mi si rompe la psp
          Attualmente i giochi con più gamers e che rendono di più (infinitamente di più) sono su PC. Worldofwarcraft anyone?E con l'avvento di titoloni come starcraft 2, diablo 3 ecc... il gap crescerà pure...Non dire cavolate plz.Il mercato per PC è semplicemente più... "difficile". I gamers su PC non si accontentano delle cavolate da 10 ore di gioco con un bel filmato d0introduzione e qualche bel sfondo.Però sono disposti a pagare ogni mese per titoli che li appassionano, creando un mercato florido per singole aziende che dura ANNI, se ben seguito.
          • Francesco_Holy87 scrive:
            Re: e se mi si rompe la psp
            Io penso che ci siano alcuni giochi fatti per PC, altri per console. Ad esempio, RE5 su PC non è tanto bello su PC quanto su PS3/Xbox, mentre Dragon Age è migliore su PC.
        • ruppolo scrive:
          Re: e se mi si rompe la psp
          - Scritto da: ...
          Si vabbè tiriamo fuori notizie del 2005.
          La verità è che l'unico mercato che sta morendo è
          quello dei videogiochi per pc. Questo perchè
          conviene a tutti tranne che ai giocatori.

          Un gioco per xbox 360 costa in media 70 euro
          per la ps3 in media 75 e per pc 50 (e già così
          non riescono a vincere la
          pirateria).
          Su pc si giocherà sempre meno (grazie anche a
          steam) e i giocatori per forza di cose si dvranno
          spostare sulle
          console.http://itunes.apple.com/it/app/plants-vs-zombies/id350642635?mt=82,39 euro.Il mondo è già cambiato.
        • attonito scrive:
          Re: e se mi si rompe la psp
          - Scritto da: ...
          Si vabbè tiriamo fuori notizie del 2005."Olindo Romano e Angela Rosa Bazzi hanno ammazzato 4 persone, tra le quali un bimbo di pochi anni" "eh va beh, ma che c'entra, roba vecchia, del 2006"cazzuss, che logica ineccepibile, eh?
    • Mr. X scrive:
      Re: e se mi si rompe la psp
      - Scritto da: Cristiangt
      Che figli di ..... alla sony, e io che ho
      comprato il gioco e mi si rompe- mi rubano-decido
      di comprare il nuovo modello di psp- devo
      ripagare per il gioco che avevo
      comprato?In realtà no, a quanto ho capito dovrebbe essere legata al tuo account psn, quindi ti si rompe la psp, te la ricompri, immetti i dati del tuo account e riscarichi tutto, a regola, dico a regola perchè ad esempio su wii questo non succede, se ti si rompe la console tutta la roba wiiware la perdi
      • Anonimo scrive:
        Re: e se mi si rompe la psp
        - Scritto da: Mr. X
        - Scritto da: Cristiangt

        Che figli di ..... alla sony, e io che ho

        comprato il gioco e mi si rompe- mi
        rubano-decido

        di comprare il nuovo modello di psp- devo

        ripagare per il gioco che avevo

        comprato?

        In realtà no, a quanto ho capito dovrebbe essere
        legata al tuo account psn, quindi ti si rompe la
        psp, te la ricompri, immetti i dati del tuo
        account e riscarichi tutto, a regola, dico a
        regola perchè ad esempio su wii questo non
        succede, se ti si rompe la console tutta la roba
        wiiware la
        perdiBe, allora si potrebbe fare così. Per ogni gioco ti crei un account e se vuoi rivendere il gioco fornisci anche i dati dell'account associato.
        • Wolf01 scrive:
          Re: e se mi si rompe la psp
          E se vuoi vendere solo uno dei 150 giochi collegati a quell'account?Vendi tutto?
          • du.demon scrive:
            Re: e se mi si rompe la psp
            Lui ha scritto: crei un account per ogni gioco. Quindi lui ha 150 giochi diversi e 150 account diversi. Se vende un gioco, consegna anche i dati dell'account, ed avrà 149 giochi diversi e 149 account diversi. E qualche euro per comprare le caramelle alla faccia della sh.du.demon
          • Wolf01 scrive:
            Re: e se mi si rompe la psp
            Se compri giochi EA registri 150 giochi su un solo account e non puoi rimuoverli, come fai in questo caso?Come fai poi a registrare 150 account se solitamente permettono una sola registrazione con la stessa email?Ti fai 150 account email?Sii realista per favoreEDITAnzi, siate realisti-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 25 febbraio 2010 13.25-----------------------------------------------------------
  • Enjoy with Us scrive:
    Ma è legale?
    Limitare il mercato dell'usato con condizioni capestro è legale?E' come se la Fiat ti impedisse di vendere la tua vecchia macchina e pretendesse una mazzetta ad ogni voltura... mah!
    • DarkSchneider scrive:
      Re: Ma è legale?
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Limitare il mercato dell'usato con condizioni
      capestro è
      legale?
      E' come se la Fiat ti impedisse di vendere la tua
      vecchia macchina e pretendesse una mazzetta ad
      ogni voltura...
      mah!Dato che non acquisti un gioco, ma una licenza d'uso (quindi sottoscrivi un contratto) temo che possano farlo.Resta da stabilire se, per la legge italiana, l'EULA sia valida. Un contratto non firmato e del quale accetti le condizioni implicitamente dopo l'acquisto che valore legale ha?Poi peggio per loro, fanno il conto un gioco usato = una copia in meno venduta, ma dimenticano che chi rivende il gioco generalmente ha in cambio un buono che spende per l'acquisto di un'altro gioco. Se non può rivendere il gioco, acquisterà meno e/o in edizione economica in maniera da contenere la spesa. Il risultato non è più soldi per le SH come invece sperano.
      • DarkSchneider scrive:
        Re: Ma è legale?
        Appunto, tu vendi il pezzo di plastica, non potresti rivendere la licenza.Questo secondo la SH.Se un giudice si troverà mai a decidere e sentenzierà che la licenza è liberamente trasferibile assieme al supporto sarò solo contento.E' ovvio che vendendo il gioco perdo il diritto all'uso, quello che stanno facendo però è legare il seriale all'account personale (che essendo legato a dati personali non è trasferibile). Basterebbe poter deregistrare il seriale prima di rivenderlo, chi acquista l'usato trova il seriale libero e lo registra con il suo account.
        • panda rossa scrive:
          Re: Ma è legale?
          - Scritto da: DarkSchneider
          Appunto, tu vendi il pezzo di plastica, non
          potresti rivendere la
          licenza.
          Questo secondo la SH.Io non vendo la licenza, io vendo la plastica.La licenza e' un problema di chi compra la plastica che gli vendo io.
          E' ovvio che vendendo il gioco perdo il diritto
          all'uso, Naturalmente, ma in tal caso dovrebbero bloccare me che continuo ad usarlo e non quello che adesso ha in mano il disco originale.
          quello che stanno facendo però è legare
          il seriale all'account personale (che essendo
          legato a dati personali non è trasferibile).Se fanno una cosa del genere io smetto di acquistare originali.
          Basterebbe poter deregistrare il seriale prima di
          rivenderlo, chi acquista l'usato trova il seriale
          libero e lo registra con il suo
          account.Esatto. Questa sarebbe la soluzione proceduralmente corretta.E a questo punto se chi acquista l'usato non gli funziona, deve lamentarsi con chi ha venduto, che non ha de-registrato.
          • angros scrive:
            Re: Ma è legale?

            Esatto. Questa sarebbe la soluzione
            proceduralmente
            corretta.
            E a questo punto se chi acquista l'usato non gli
            funziona, deve lamentarsi con chi ha venduto, che
            non ha
            de-registrato.E con i giochi online, si sta arrivando a questo.
          • Wolf01 scrive:
            Re: Ma è legale?
            Ma il punto è: puoi vendere il supporto e non la licenza?
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Ma è legale?
            contenuto non disponibile
        • angros scrive:
          Re: Ma è legale?

          Appunto, tu vendi il pezzo di plastica, non
          potresti rivendere la
          licenza.Infatti, quindi la licenza vale zero (anzi, meno di zero, perchè impone delle limitazioni).Quindi, non ha senso comprarla
          • Ale scrive:
            Re: Ma è legale?
            - Scritto da: angros

            Appunto, tu vendi il pezzo di plastica, non

            potresti rivendere la

            licenza.

            Infatti, quindi la licenza vale zero (anzi, meno
            di zero, perchè impone delle
            limitazioni).

            Quindi, non ha senso comprarlanon ricordo esattamente , ma cè una causa da parte di autodesk , verso un vendor perchè costui rivendeva le licenze di autocad , e la difesa si basava sul fatto che se la licenza non'è rivendibile , il valore esatto di sta licenza era uguale a 0 , poi in america cè il diritto di rivendere il bene a priori anche se questo era un software.che poi era la difesa anche dei clonimac , che però è differente perchè in quel caso era una licenza di aggiornamento e dovevi bypassare le protezioni
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Ma è legale?
            - Scritto da: Ale
            - Scritto da: angros


            Appunto, tu vendi il pezzo di plastica, non


            potresti rivendere la


            licenza.



            Infatti, quindi la licenza vale zero (anzi, meno

            di zero, perchè impone delle

            limitazioni).



            Quindi, non ha senso comprarla

            non ricordo esattamente , ma cè una causa da
            parte di autodesk , verso un vendor perchè costui
            rivendeva le licenze di autocad , e la difesa si
            basava sul fatto che se la licenza non'è
            rivendibile , il valore esatto di sta licenza era
            uguale a 0 , poi in america cè il diritto di
            rivendere il bene a priori anche se questo era un
            software.
            che poi era la difesa anche dei clonimac , che
            però è differente perchè in quel caso era una
            licenza di aggiornamento e dovevi bypassare le
            protezioniE Autocad ha perso quella causa...
        • MrVain scrive:
          Re: Ma è legale?
          - Scritto da: DarkSchneider
          Basterebbe poter deregistrare il seriale prima di
          rivenderlo, chi acquista l'usato trova il seriale
          libero e lo registra con il suo
          account.In realtà ci sono sofware house che permettono il trasferimento della licenza d'uso tramite richiesta inviata tramite email fatta dal proprietario della licenza originaria, il tutto in modo completamente gratuito.
          • Ale scrive:
            Re: Ma è legale?
            - Scritto da: MrVain
            - Scritto da: DarkSchneider

            Basterebbe poter deregistrare il seriale prima
            di

            rivenderlo, chi acquista l'usato trova il
            seriale

            libero e lo registra con il suo

            account.

            In realtà ci sono sofware house che permettono il
            trasferimento della licenza d'uso tramite
            richiesta inviata tramite email fatta dal
            proprietario della licenza originaria, il tutto
            in modo completamente
            gratuito.Ma ci sono quelli che lo hanno implementato direttamente nel gioco , durante la disinstallazione ;)
          • Izio scrive:
            Re: Ma è legale?
            - Scritto da: Ale
            - Scritto da: MrVain

            In realtà ci sono sofware house che permettono
            il

            trasferimento della licenza d'uso tramite

            richiesta inviata tramite email fatta dal

            proprietario della licenza originaria, il tutto

            in modo completamente

            gratuito.
            Ma ci sono quelli che lo hanno implementato
            direttamente nel gioco , durante la
            disinstallazione
            ;)Già... sia Sacred 2 che Ghostbusters "casualmente" non sono riusciti a disattivare la mia licenza in fase di disinstallazione, quindi a questo punto ho perso un'installazione per ciascuno dei due. Nota che non ti danno mica un messaggio tipo: "Non riesco a disattivare il seriale, sei sicuro di voler procedere con la disinstallazione?". Si disinstallano e tanti saluti.Invece non mi dispiace il nuovo sistema della Bioware, dove il gioco non è DRMato, mentre il DLC è legato al tuo account. Meglio che niente, insomma, e da Zavvi pago fior di giochi - anche appena usciti - meno di quello che li pagavo quindici anni fa. Cioè, su System Shock 2 comprato usato c'è ancora lo scontrino di 65.000 lire, mentre DA:O l'ho pagato meno di 20 sterline!
          • Vault Dweller scrive:
            Re: Ma è legale?
            Forse ti potranno essere utili questi link:Sacred 2 revoke tool: http://download.securom.com/support/sacred2/revokes2.zipSacred 2 exp revoke tool: http://download.securom.com/support/sacred2/sacred2dfa.zipGhostbusters revoke tool: http://download.securom.com/support/ghostbusters/revokeghostbusters.zipComunque caso mai avessi problemi con la deattivazione dei giochi protetti con SecuROM fai un salto sul sito (https://support.securom.com/pop_titles.html), potresti trovare info e tools per deattivare il gioco sul pc.
          • Izio scrive:
            Re: Ma è legale?
            Ero sospettoso, ma a torto: ha funzionato senza problemi.Chissà perché non ha funzionato quello automatico in fase di disinstallazione. In fondo questo non mi ha chiesto nulla, ha fatto tutto da solo. Boh...Thx again ;-)
      • xxx scrive:
        Re: Ma è legale?
        Quindi con questo criterio posso duplicarmi il gioco, continuarvi a giocare e vendere a terzi il "solo supporto"... se poi questi lo "hackerano", io sono a posto ... - Scritto da: DarkSchneider
        - Scritto da: Enjoy with Us

        Limitare il mercato dell'usato con condizioni

        capestro è

        legale?

        E' come se la Fiat ti impedisse di vendere la
        tua

        vecchia macchina e pretendesse una mazzetta ad

        ogni voltura...

        mah!

        Dato che non acquisti un gioco, ma una licenza
        d'uso (quindi sottoscrivi un contratto) temo che
        possano
        farlo.
        Resta da stabilire se, per la legge italiana,
        l'EULA sia valida. Un contratto non firmato e del
        quale accetti le condizioni implicitamente dopo
        l'acquisto che valore legale
        ha?
        Poi peggio per loro, fanno il conto un gioco
        usato = una copia in meno venduta, ma dimenticano
        che chi rivende il gioco generalmente ha in
        cambio un buono che spende per l'acquisto di
        un'altro gioco. Se non può rivendere il gioco,
        acquisterà meno e/o in edizione economica in
        maniera da contenere la spesa. Il risultato non è
        più soldi per le SH come invece
        sperano.
    • Undertaker scrive:
      Re: Ma è legale?
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Limitare il mercato dell'usato con condizioni
      capestro è
      legale?
      E' come se la Fiat ti impedisse di vendere la tuainfatti é cosí.
      vecchia macchina e pretendesse una mazzetta ad
      ogni voltura...
      mah!si chiama passaggio di proprietá (che in UK é gratis)
      • ruppolo scrive:
        Re: Ma è legale?
        - Scritto da: Undertaker
        si chiama passaggio di proprietá (che in UK é
        gratis)Infatti, solo che del software il proprietario è quello che lo ha sviluppato, non tu.
        • angros scrive:
          Re: Ma è legale?
          E allora, se il software rimane proprietà di chi l'ha scritto, l'utente non deve pagarlo
          • Wolf01 scrive:
            Re: Ma è legale?
            Ma lo usi in licenza tipo la macchina che vai ad affittare quando fai un viaggio.È giusto che si paghi un compenso, più che altro una cauzione, a sto punto potrebbero incentivare i videogiochi a noleggio e farli pagare moooooolto meno, tipo 2 al giorno, tanto se uno ci gioca 1 o 2 ore alla sera quanto vuoi che ci metta a finire un gioco?E se il gioco lo vuoio comprare, lo paghi 30 una tantum come i giochi per pc e ci fai quello che vuoi, anche appendere il cd in macchina.
      • Wolf01 scrive:
        Re: Ma è legale?
        Mi risulta che il passaggio di proprietà lo si paghi alla motorizzazione e non alla Fiat
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Ma è legale?
        - Scritto da: Undertaker
        - Scritto da: Enjoy with Us

        Limitare il mercato dell'usato con condizioni

        capestro è
        legale?

        E' come se la Fiat ti impedisse di vendere la
        tua

        infatti é cosí.


        vecchia macchina e pretendesse una mazzetta ad

        ogni voltura...
        mah!

        si chiama passaggio di proprietá (che in UK é
        gratis)Non mi risulti che c'entri la FIAT, a me risulta che c'entri lo stato, altra questiuone...
    • ruppolo scrive:
      Re: Ma è legale?
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Limitare il mercato dell'usato con condizioni
      capestro è
      legale?
      E' come se la Fiat ti impedisse di vendere la tua
      vecchia macchina e pretendesse una mazzetta ad
      ogni voltura...
      mah!Perché non ti chiedi se quello che fai tu è legale, prima di guardare cosa fanno gli altri?
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Ma è legale?
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: Enjoy with Us

        Limitare il mercato dell'usato con condizioni

        capestro è

        legale?

        E' come se la Fiat ti impedisse di vendere la
        tua

        vecchia macchina e pretendesse una mazzetta ad

        ogni voltura...

        mah!

        Perché non ti chiedi se quello che fai tu è
        legale, prima di guardare cosa fanno gli
        altri?? non perdi occasione per parlare a sproposito vedo!La mia posizione è molto chiara, le attuali leggi sul diritto d'autore sono profondamente ingiuste e per di più impegnano una rilevante quantità di risorse pubbliche per proteggere interessi privati di poche major.Quindi personalmente me ne frego di cosa sia considerato legale o meno, visto che certe leggi sono state approvate grazie alla corruzione sistematica di deputati e senatori.Quando le major verranno condannate per aver fatto cartello ed aumentato artificiosamente i prezzi e quando si ridurranno i termini di durata e di ampiezza del diritto d'autore (10 anni di durata ed eliminazione della richiesta di compensi ulteriori per poter suonare un CD ad una festa privata senza fini di lucro) allora sarò il primo a sostenere che chi scarica illegalmente vada punito (certo sempre in modo commisurato rispetto al crimine commesso!)... Il resto sono cacce alle streghe!
  • Damicolo scrive:
    Illuminatemi, geni del DRM!!!
    Cavolo, ma se la mia esperienza di gioco alla fine si dimostra superiore se uso una copia debitamente crackata, sinceramente non capisco perchè dovrei sganciare 50 euro per un gioco che, come ormai è usanza, si esaurisce in un weekend??? Qualcuno più intelligente di me me lo può spiegare?
    • angros scrive:
      Re: Illuminatemi, geni del DRM!!!

      Cavolo, ma se la mia esperienza di gioco alla
      fine si dimostra superiore se uso una copia
      debitamente crackata, sinceramente non capisco
      perchè dovrei sganciare 50 euro per un gioco che,
      come ormai è usanza, si esaurisce in un
      weekend???Semplice, non dovresti. Quindi, non farlo.
    • panda rossa scrive:
      Re: Illuminatemi, geni del DRM!!!
      - Scritto da: Damicolo
      Cavolo, ma se la mia esperienza di gioco alla
      fine si dimostra superiore se uso una copia
      debitamente crackata, sinceramente non capisco
      perchè dovrei sganciare 50 euro per un gioco che,
      come ormai è usanza, si esaurisce in un
      weekend???
      Un game che si esaurisce in un weekend dovrebbero pagarti loro per giocarci!
      • Wolf01 scrive:
        Re: Illuminatemi, geni del DRM!!!
        Quoto in pieno.
      • Patrick scrive:
        Re: Illuminatemi, geni del DRM!!!
        Tsk, mi fai ridere, spari a zero su tutto ciò che è a pagamento. Sicuramente usi Linux, classico comportamento di un "freeista" saccente che o non lavora o lavora a "consulenze esterne" e se ne fotte di come gira il resto del mondo commerciale.se un ragazzino gioca 10 ore al giorno ad un gioco, e lo finisce in 3 giorni, non è colpa dell'azienda.La durata media di un gioco è da sempre di 10-15 ore + gli extra o il gioco online che durano finchè non ti stanchi, non vedo quale sia il problema di spendere 50 euro.
        • panda rossa scrive:
          Re: Illuminatemi, geni del DRM!!!
          - Scritto da: Patrick
          Tsk, mi fai ridere, spari a zero su tutto ciò che
          è a pagamento. Non su tutto.
          Sicuramente usi Linux, Non e' un segreto: sono io che uso il mio computer, non e' lui che usa me.
          classico
          comportamento di un "freeista" saccente che o non
          lavora o lavora a "consulenze esterne" e se ne
          fotte di come gira il resto del mondo
          commerciale.Ti sbagli, io non me ne fotto affatto do come gira il mondo commerciale.Al punto che non perdo nessuna occasione per critirarlo e lamentarmi di come una certa massa di grassatori intermediari stia inquinandolo pesantemente ed ostacolando la sua naturale evoluzione.
          se un ragazzino gioca 10 ore al giorno ad un
          gioco, e lo finisce in 3 giorni, non è colpa
          dell'azienda.E' colpa dei designer del game in primis, e poi e' colpa dei distributori che hanno messo in giro una porcheria del genere facendola pagare quanto Civilization, tanto per citarne uno, che garantisce milioni di ore di gioco, possibilita' di modding, multiplayer, hot-seat, mail-game, e altre features che ora mi sfuggono.,
          La durata media di un gioco è da sempre di 10-15
          ore + gli extra o il gioco online che durano
          finchè non ti stanchi, non vedo quale sia il
          problema di spendere 50
          euro.10-15 ore non e' un gioco, e' una porcheria in flash come se ne trovano migliaia sul web e pure gratis.E 50 euro e' un furto anche per un gioco che richiede 10-15 giorni.
          • Zadar scrive:
            Re: Illuminatemi, geni del DRM!!!
            Non è un furto, non vengono da te a obbligarti di comprarlo.Sei tu che eventualmente scegli se quel dato prodotto vale la cifra che viene richiesta.Molti dei giochi che escono ora hanno alle spalle team di centinaia di persone che in qualche modo devono portare a casa il pane ed è giusto che lo possano fare. Ti pare eccessivo il prezzo richiesto? Non comprare il prodotto, ma dire che costa troppo NON e' una giustificazione, dato che non è un bene di prima necessità.Che poi nessuno sia immune dalla tentazione di piratare, e che con questi tipi di DRM il prodotto piratato sia SUPERIORE a quello originale sono aspetti indipendenti.L'unica risposta corretta a questo genere di politiche è "il prodotto non vale i miei soldi, non lo compro." o eventualmente "la politica di questa azienda non mi piace, non comprerò nessuno dei suoi prodotti". Dire invece che visto che ti fanno XXXXXXXre lo pirati non ha molto senso.
          • Sborone di Rubikiana memoria scrive:
            Re: Illuminatemi, geni del DRM!!!
            Quoto tutto a 720°, per quel che vale.
          • albertobs88 scrive:
            Re: Illuminatemi, geni del DRM!!!
            - Scritto da: panda rossa
            Non saranno certo tanti quanti il team che ha
            prodotto Avatar, eppure Avatar mi e' costato 10
            euro al cinema e altrettanti quando uscira' il
            DVD. Totale 20
            euro.
            Per quale motivo una produzione che avra'
            impiegato 1/100 delle risorse di Avatar mi deve
            costare piu' del
            doppio?Semplice: Fai due conti.Costi "Avatar":- 300 milioni di dollari produzione film- 150 milioni di dollare marketingGuadagni "Avatar" (quoto da Wikipedia):
            "Il 31 gennaio, quindi in soli 45 giorni, è divenuto
            il primo film nella storia del cinema ad aver raggiunto
            e superato i due miliardi di dollari di incasso mondiale,
            grazie alla cifra record di 2.039.222.000 dollari.Quanti giochi hanno raggiunto una cifra simile?
          • panda rossa scrive:
            Re: Illuminatemi, geni del DRM!!!
            - Scritto da: albertobs88
            Quanti giochi hanno raggiunto una cifra simile?Quanti giochi hanno investito 150 milioni di dollari di marketing?E comunque se l'ingresso al cinema anziche' 10 euro fosse stato di 50 euro, quanto avrebbe incassato il film? Di piu' o di meno?Io dico di meno, anche se purtroppo non c'e' controprova.
          • krane scrive:
            Re: Illuminatemi, geni del DRM!!!
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: albertobs88

            Quanti giochi hanno raggiunto una cifra simile?
            Quanti giochi hanno investito 150 milioni di
            dollari di marketing?
            E comunque se l'ingresso al cinema anziche' 10
            euro fosse stato di 50 euro, quanto avrebbe
            incassato il film? Di piu' o di meno?
            Io dico di meno, anche se purtroppo non c'e'
            controprova.bhe.... 50E sono i grandi concerti: 2 ore di spettacolo e la gente ci va.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 febbraio 2010 22.25-----------------------------------------------------------
          • panda rossa scrive:
            Re: Illuminatemi, geni del DRM!!!
            - Scritto da: krane
            bhe.... 50E sono i grandi concerti: 2 ore di
            spettacolo e la gente ci
            va.Non si puo' mica paragonare una roba che sta su un disco con uno spettacolo dal vivo!Pure il teatro, che e' dal vivo, costa piu' del cinema.Pure andare allo stadio costa di piu' che vedere la partita su sky.Non sono cose paragonabili un game e un concerto.
          • attonito scrive:
            Re: Illuminatemi, geni del DRM!!!
            - Scritto da: Zadar
            Non è un furto, non vengono da te a obbligarti di
            comprarlo.
            Sei tu che eventualmente scegli se quel dato
            prodotto vale la cifra che viene
            richiesta.

            Molti dei giochi che escono ora hanno alle spalle
            team di centinaia di persone che in qualche modo
            devono portare a casa il pane ed è giusto che lo
            possano fare. Ti pare eccessivo il prezzo
            richiesto? Non comprare il prodotto, ma dire che
            costa troppo NON e' una giustificazione, dato che
            non è un bene di prima
            necessità.Parliamo di GOTHIC 3 (http://it.wikipedia.org/wiki/Gothic_III), parliamo di GOTHIC 3: FORSAKEN GODS (http://it.wikipedia.org/wiki/Gothic_III:_Forsaken_Gods), allora.Predo gothic 3... bello, ma: missioni non completabili, bug, crash.... 3 anni per avere le patch che lo tendono giocabile, e patch rilasciate non dal produttore, ma dalla comunity.Ok, dico, diamo fiducia a questi XXXXXXXX, compriamo pure un paio di anni fa forsaken gods.... peggio che andar di notte! Mai completato per disperazione, INGIOCABILE!!!Giochi pagati con soldi VERI ma rivelatisi degli obrobri allucinanti .... chi mi rimborsa? Nessuno, eh? Facciamo cosi': il prossimoARCANIA: A GOTIC TALE me lo scarico piratato, a titolo di risarcimento...
          • marrone scrive:
            Re: Illuminatemi, geni del DRM!!!
            - Scritto da: panda rossa
            E' colpa dei designer del game in primis, e poi
            e' colpa dei distributori che hanno messo in giro
            una porcheria del genere facendola pagare quanto
            Civilization, tanto per citarne uno, che
            garantisce milioni di ore di gioco, possibilita'
            di modding, multiplayer, hot-seat, mail-game, e
            altre features che ora mi
            sfuggono.,guarda che siamo nel 2010, te ne sei reso conto?
          • panda rossa scrive:
            Re: Illuminatemi, geni del DRM!!!
            - Scritto da: marrone
            - Scritto da: panda rossa


            E' colpa dei designer del game in primis, e poi

            e' colpa dei distributori che hanno messo in
            giro

            una porcheria del genere facendola pagare quanto

            Civilization, tanto per citarne uno, che

            garantisce milioni di ore di gioco, possibilita'

            di modding, multiplayer, hot-seat, mail-game, e

            altre features che ora mi

            sfuggono.,

            guarda che siamo nel 2010, te ne sei reso conto?E quindi?
          • Orso Bruno scrive:
            Re: Illuminatemi, geni del DRM!!!
            Non e' un segreto: sono io che uso il mio computer, non e' lui che usa me. Dovresti usare BSD per coerenza.
        • Vault Dweller scrive:
          Re: Illuminatemi, geni del DRM!!!
          - Scritto da: Patrick
          Tsk, mi fai ridere, spari a zero su tutto ciò che
          è a pagamento. Sicuramente usi Linux, classico
          comportamento di un "freeista" saccente che o non
          lavora o lavora a "consulenze esterne" e se ne
          fotte di come gira il resto del mondo
          commerciale.A questo mi sento di rispondere anche se non sono stato direttamente interpellato.Ritengo personalmente che un prodotto se a pagamento deve essere assolutamente ineccepibile; se devo usare prodotti fallati preferisco che siano open così le falle me le posso tappare io senza aspettare in grazia una patch.Detto ciò uso attualmente in modo stabile sia Linux che Windows che OpenSolaris che FreeDOS; mentre virualizzati Minix3, Haiku, AROS e ReactOS.
          se un ragazzino gioca 10 ore al giorno ad un
          gioco, e lo finisce in 3 giorni, non è colpa
          dell'azienda.
          La durata media di un gioco è da sempre di 10-15
          ore + gli extra o il gioco online che durano
          finchè non ti stanchi, non vedo quale sia il
          problema di spendere 50
          euro.Dipende da gioco a gioco nonché dal "periodo storico"; negli anni 90 la durata di un gioco si attestava in media sulle 35 ore; con picchi di 60 (Baldur's Gate II) e negativi di 20 (Wolfenstein 3d); ora la durata media di un gioco si attesta sulle 15 ore, con picchi negativi di 5 (Rougue Warrior) e positivi di 120 (Dragon Age Origins).Il problema di spendere 50 euro è che raramente sai quanto durerà il gameplay se 5 o 120 ore e se sarà estensibile con il multiplayer, vuoi per scelte programmative, vuoi per mancanza di giocatori online.
        • rippone scrive:
          Re: Illuminatemi, geni del DRM!!!
          trollatore!
        • palle scrive:
          Re: Illuminatemi, geni del DRM!!!
          - Scritto da: Patrick
          Tsk, mi fai ridere, spari a zero su tutto ciò che
          è a pagamento. Sicuramente usi Linux, classico
          comportamento di un "freeista" saccente che o non
          lavora o lavora a "consulenze esterne" e se ne
          fotte di come gira il resto del mondo
          commerciale.

          se un ragazzino gioca 10 ore al giorno ad un
          gioco, e lo finisce in 3 giorni, non è colpa
          dell'azienda.
          La durata media di un gioco è da sempre di 10-15
          ore + gli extra o il gioco online che durano
          finchè non ti stanchi, non vedo quale sia il
          problema di spendere 50
          euro.Tu invece cosa sei? Da come parli o un Evangelizer Microsoft, o un Family Banker Mediolanum o un venditore di pentole MondialCasa.Che, del resto, sono esattamente la stessa cosa.
        • Funz scrive:
          Re: Illuminatemi, geni del DRM!!!
          - Scritto da: Patrick
          Tsk, mi fai ridere, spari a zero su tutto ciò che
          è a pagamento. Sicuramente usi Linux, classico
          comportamento di un "freeista" saccente che o non
          lavora o lavora a "consulenze esterne" e se ne
          fotte di come gira il resto del mondo
          commerciale.certo certo, certo certo
      • marrone scrive:
        Re: Illuminatemi, geni del DRM!!!
        ma che ne sai di videogames,resta fuori almeno da sto thread, per favore...
        • panda rossa scrive:
          Re: Illuminatemi, geni del DRM!!!
          - Scritto da: marrone
          ma che ne sai di videogames,
          resta fuori almeno da sto thread, per favore...Ma che ne sai tu di videogames!Io possiedo almeno una cinquantina di titoli originali, quindi sono uno dei migliori clienti di chi produce videogames, tra gli utenti di P.I., e ho tutto il diritto di esprimere il mio pensiero.
          • Nome cognome Fai il login o Registrati scrive:
            Re: Illuminatemi, geni del DRM!!!
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: marrone

            ma che ne sai di videogames,

            resta fuori almeno da sto thread, per favore...

            Ma che ne sai tu di videogames!
            Io possiedo almeno una cinquantina di titoli
            originali, quindi sono uno dei migliori clienti
            di chi produce videogames, tra gli utenti di
            P.I., e ho tutto il diritto di esprimere il mio
            pensiero.Almeno 50 titoli originali... :|Ma come !?...furto qua furto la ecc...(rotfl)(rotfl)...Sei la risposta vivente a chi ( come te) si chiede perchè un gioco debba costare 50 euro....(rotfl)(rotfl)Ti sbatti urli sbraiti ti rotoli per terra...e poi ti domandi perchè sei senza voce, sudato e sXXXXX.
          • panda rossa scrive:
            Re: Illuminatemi, geni del DRM!!!
            - Scritto da: Nome cognome Fai il login o Registrati
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: marrone


            ma che ne sai di videogames,


            resta fuori almeno da sto thread, per
            favore...



            Ma che ne sai tu di videogames!

            Io possiedo almeno una cinquantina di titoli

            originali, quindi sono uno dei migliori clienti

            di chi produce videogames, tra gli utenti di

            P.I., e ho tutto il diritto di esprimere il mio

            pensiero.
            Almeno 50 titoli originali... :|
            Ma come !?...furto qua furto la ecc...
            (rotfl)(rotfl)...Sei la risposta vivente a chi (
            come te) si chiede perchè un gioco debba costare
            50
            euro....(rotfl)(rotfl)

            Ti sbatti urli sbraiti ti rotoli per terra...e
            poi ti domandi perchè sei senza voce, sudato e
            sXXXXX.Dei miei circa 50 originali, quello che ho pagato di piu' l'ho pagato 12.90E se faccio una media, salta fuori che non mi sono costati piu' di 5 euro l'uno in media (anche se alcuni li ho presi quando il dollaro era un po' piu' alto di adesso), quindi non c'e' nulla di incoerente in quello che sostengo.50 euro per un originale sono un furto.5 euro sono un prezzo che e' giusto pagare.
          • Nome cognome Fai il login o Registrati scrive:
            Re: Illuminatemi, geni del DRM!!!
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Nome cognome Fai il login o
            Registrati

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: marrone



            ma che ne sai di videogames,



            resta fuori almeno da sto thread, per

            favore...





            Ma che ne sai tu di videogames!


            Io possiedo almeno una cinquantina di titoli


            originali, quindi sono uno dei migliori
            clienti


            di chi produce videogames, tra gli utenti di


            P.I., e ho tutto il diritto di esprimere il
            mio


            pensiero.

            Almeno 50 titoli originali... :|

            Ma come !?...furto qua furto la ecc...

            (rotfl)(rotfl)...Sei la risposta vivente a chi (

            come te) si chiede perchè un gioco debba costare

            50

            euro....(rotfl)(rotfl)



            Ti sbatti urli sbraiti ti rotoli per terra...e

            poi ti domandi perchè sei senza voce, sudato e

            sXXXXX.

            Dei miei circa 50 originali, quello che ho pagato
            di piu' l'ho pagato
            12.90
            E se faccio una media, salta fuori che non mi
            sono costati piu' di 5 euro l'uno in media (anche
            se alcuni li ho presi quando il dollaro era un
            po' piu' alto di adesso), quindi non c'e' nulla
            di incoerente in quello che
            sostengo.

            50 euro per un originale sono un furto.
            5 euro sono un prezzo che e' giusto pagare.A parte le tue personalissime, e in quanto tali poco realistiche valutazioni....Sei una contraddizione continua !
          • Guybrush scrive:
            Re: Illuminatemi, geni del DRM!!!

            A parte le tue personalissime, e in quanto tali
            poco realistiche
            valutazioni....Poco realistiche? Amico, prova a comprarlo UN gioco, non due o tre, ma uno soltanto eh? Magari facendo un saltino al supermercato o all'esselunga. La settimana scorsa al media world c'era crysys con tutti gli add-on a 19,90. Certo, si tratta di titoli vecchi di un anno o piu', ma di fronte ad un Civilization IV (corredato di tutti gli aggiornamenti e moduli di espansione) a 9,90 euro... tu non lo compreresti?E se non ti piace lo strategico a turni puoi sempre immergerti nell'adrenalinico StarCraft (stesso prezzo).Si, lo so, sono titoli "vecchi", ma in campo videoludico "vecchio" significa migliore: i giochi sono bell'e patchati, ci sono centinaia di guide a disposizione in caso di problemi, add-on non ufficiali (ma fichissimi come Monkey Island fatto col CryEngine) e via discorseggiando.Chiaro: procurarsi questi giochi richiede tempo, pazienza e attenzione (certi sistemi di protezione sono veramente fastidiosi e talvolta pericolosi), pero' il risultato paga.GT
          • Orso Bruno scrive:
            Re: Illuminatemi, geni del DRM!!!
            Bel post :D ma hai scritto ad un troll
          • Wolf01 scrive:
            Re: Illuminatemi, geni del DRM!!!
            Pensa te che ho preso il mese scorso Neverwinter Nights 2 con le due espansioni allo stesso prezzo della seconda espansione da sola che stava nello scaffale accanto.Il tutto in versione deluxe con cofanetto!Se non sono affaroni questi.Adesso aspetterò che Dragonage Origins venga fuori in edizione gioco dell'anno con tutte le espansioni e poi prenderò pure quello, così come ho fatto con Fallout 3.L'unico di cui mi sono pentito di non aver aspettato è Burnout Paradise di cui ho comunque comprato le espansioni.
  • angros scrive:
    Titolo appropriato
    Tutte queste protezioni infastidiscono chi cerca di comportarsi onestamente, e non fanno alcun danno a chi cracka il gioco.La gente capirà prima o poi che comprare un gioco, ormai, non ha senso, è solo puro masochismo.
    • Sgabbio scrive:
      Re: Titolo appropriato
      Su pc di sicuro....se poi adesso vogliono ostacolare pure un mercato legittimo come quello dell'usato...
    • harvey scrive:
      Re: Titolo appropriato
      Infatti ogni volta che compro un gioco me ne pento, visto che mi "sXXXXX" il PC o deve essere sempre online (che bello quando uno ha problemi di adsl e non puù navigare, manco può giocare!), altrimenti non parte
      • Funz scrive:
        Re: Titolo appropriato
        - Scritto da: harvey
        Infatti ogni volta che compro un gioco me ne
        pento, visto che mi "sXXXXX" il PC o deve essere
        sempre online (che bello quando uno ha problemi
        di adsl e non puù navigare, manco può giocare!),
        altrimenti non
        parteIo compro solo in edicola, e cracco sempre lo stesso.In futuro mi asterrò dal comprare roba Ubisoft, nonostante suoi siano alcuni tra i miei giochi preferiti. Assassin's creed sarà stato l'ultimo errore.
Chiudi i commenti