Google Maps: meteo e qualità dell'aria su Android

Google Maps: meteo e qualità dell'aria su Android

La versione Android

Nelle scorse settimane ha preso il via il rilascio, all’interno della versione Android di Google Maps, di una funzionalità inedita: è quella che mostra le informazioni a proposito del meteo e della qualità dell’aria aggiornate in tempo reale. I più attenti avranno già notato che si tratta della stessa caratteristica già avvistata in passato su iOS. È così e, in questi giorni, il rollout sta proseguendo arrivando a interessare anche gli smartphone e i tablet con la piattaforma del robottino verde.

Meteo e qualità dell’aria per Google Maps su Android

Il risultato è quello visibile nell’immagine qui sotto (la fonte degli screenshot allegati in questo articolo è il sito 9to5Google). Nell’angolo superiore sinistro dell’interfaccia, appena sotto il campo in cui digitare le ricerche e le categorie dei luoghi nelle vicinanze, compare un piccolo rettangolo contenente un’icona sulle condizioni attuali, la temperatura e il valore AQI (l’acronimo si legge per esteso Air Quality Index). Spostando il focus della mappa su un’altra zona, i dati cambiano dinamicamente.

Le informazioni su meteo e qualità dell'aria mostrate da Google Maps per Android

Non tutti hanno ancora ricevuto la novità, ma le cose dovrebbero cambiare entro pochi giorni a livello globale. Può tornare utile forzare lo stop dell’applicazione (attraverso le Impostazioni) e riavviarla, ma non si tratta di un metodo sempre efficace. Il box in questione ha dimensioni molto piccole: si tratta sicuramente di una scelta operata da bigG per non interferire in modo invasivo con il resto dell’interfaccia.

Informazioni aggiuntive su meteo e qualità dell'aria mostrate da Google Maps su Android

Premendolo si accede a informazioni aggiuntive, tra i quali figurano la temperatura, quelle minima e massima, le previsioni orarie.

C’è anche Google Maps nell’elenco dei servizi che bigG intende arricchire facendo leva sulle potenzialità dell’intelligenza artificiale generativa. Come annunciato nei giorni scorsi, gli algoritmi entreranno in azione per suggerire agli utenti nuovi luoghi da visitare, sfruttando modelli linguistici per formulare consigli mirati, tenendo in considerazione le preferenze di ognuno.

Fonte: 9to5Google
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 7 feb 2024
Link copiato negli appunti