Google Music? Accelera a tavoletta

Il tanto chiacchierato servizio di download musicale di BigG dovrebbe mostrarsi con l'atteso aggiornamento 3.0 di Android. Gli utenti entreranno in the cloud attraverso tablet come Xoom di Motorola

Roma – C’è chi ha sottolineato come si tratti di indiscrezioni circondate da un più consistente alone di credibilità, dopo svariati mesi persi a rincorrere tutta la verità sul nuovo servizio di download musicale di Google.

A prendere la parola è stato il CEO di Motorola Mobility Sanjay Jha, intervenuto nel corso dell’ultima edizione del Mobile World Congress di Barcellona. La piattaforma musicale made in Mountain View potrebbe presto ricevere il suo definitivo battesimo.

Il servizio di download e streaming di Google verrebbe così implementato con l’atteso aggiornamento 3.0 del sistema operativo Android . Ovvero di Honeycomb , update pensato da BigG per tablet come Xoom. La tavoletta di Motorola uscirà negli Stati Uniti alla fine del mese , in tre versioni.

“Se osservate i vari servizi mobile attualmente forniti da Google attraverso Android – ha spiegato Jha a Barcellona – ne troverete uno video e uno musicale. Ecco, ci sarà un servizio musicale”. Si tratta di ufficialità?

I rumors intorno al servizio Google Music si erano susseguiti a partire dalle scorse festività natalizie , quando l’agenzia di stampa Reuters rivelava alcuni dettagli su un servizio di download a sottoscrizione che avrebbe permesso agli utenti di entrare in the cloud e procedere con lo streaming su vari dispositivi basati su Android .

Secondo un successivo articolo pubblicato tra le pagine online di Billboard , l’azienda di Mountain View avrebbe optato per una tariffa di sottoscrizione annuale pari a 25 dollari . La marcia di Google era però stata rallentata da difficili trattative con le varie major del disco. Ripartirà ora a tavoletta?

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ruppolo scrive:
    E questa sarebbe una notizia?
    "Forse ci sarà un'indagine formale"...Allora ve ne do io una più intrigante: Forse Apple penserà di fare un iPhone mini. Occhio, non ci sta ancora pensando, ma forse ci penserà. Aria frittaaaaa.... Qualcuno gradisce?
    • Rover scrive:
      Re: E questa sarebbe una notizia?
      Stiamo parlando mele e non di cachi.Non so se congli la differenza...
    • CHKDSK scrive:
      Re: E questa sarebbe una notizia?
      Quella "notizia" è stata già smentita.. mi stupisce ruppolo che tu non lo sappia!
    • Tiziocazio scrive:
      Re: E questa sarebbe una notizia?
      Perché non spieghi di nuovo com'è che Apple ESTORCE il 30% agli editori senza neanche ospitare i loro contenuti?
      • ruppolo scrive:
        Re: E questa sarebbe una notizia?
        - Scritto da: Tiziocazio
        Perché non spieghi di nuovo com'è che Apple
        ESTORCE il 30% agli editori senza neanche
        ospitare i loro
        contenuti?Sai che ti dico? È da un po' di tempo che cerco di scoprire se con questa nuova forma di in-app purchase sia Apple a distribuire i contenuti o meno. Se così non fosse ritengo ingiustificata la percentuale del 30%, dato che è la stessa che viene chiesta agli sviluppatori delle app per i quali Apple si fa carico della distribuzione.
        • nome e cognome scrive:
          Re: E questa sarebbe una notizia?

          meno. Se così non fosse ritengo ingiustificata la
          percentuale del 30%, dato che è la stessa che
          viene chiesta agli sviluppatori delle app per iJobs deve realmente stare male ... stai sfuggendo al suo controllo e hai persino ipotizzato che apple possa avere torto.
          • ruppolo scrive:
            Re: E questa sarebbe una notizia?
            - Scritto da: nome e cognome

            meno. Se così non fosse ritengo ingiustificata
            la

            percentuale del 30%, dato che è la stessa che

            viene chiesta agli sviluppatori delle app per i

            Jobs deve realmente stare male ... stai sfuggendo
            al suo controllo e hai persino ipotizzato che
            apple possa avere
            torto.Torto?Non è una questione di ragione o torto, Apple può fare come gli pare, anche tenersi il 90% del prezzo.E a me, come utente , le regole Apple mi permettono di avere il prezzo più basso possibile.Se fossi editore (ma non lo sono) FORSE mi potrebbe infastidire questa politica, soprattutto mi infastidisce non avere i dati dei miei clienti, da usare per inviargli offerte commerciali. Ma come editore ciò che mi interessa alla fine è l'utile a fine anno. Se Apple mi permette di incrementarlo, ben venga.Tornando nei panni di utente gli editori devono stare molto attenti: O dentro AppStore o fuori. E se stanno tutti fuori, Apple aprirà le porte a tutti, quindi un qualsiasi scrittore potrà far a meno degli editori e pubblicare autonomamente, a costi irrisori, sulla piattaforma più famosa al mondo.
          • pluto scrive:
            Re: E questa sarebbe una notizia?
            A te come utente, le politiche apple ti permettono di avere il prezzo piu' basso?E in base a cosa dici cio'?
          • ruppolo scrive:
            Re: E questa sarebbe una notizia?
            - Scritto da: pluto
            A te come utente, le politiche apple ti
            permettono di avere il prezzo piu'
            basso?
            E in base a cosa dici cio'?In base alla clausola del contratto che vieta all'editore di offrire il prodotto offerto su AppStore fuori AppStore ad un prezzo inferiore.
          • Steve Robinson Hakkabee scrive:
            Re: E questa sarebbe una notizia?
            E questa norma secondo te è a favore dell'utente?
          • ruppolo scrive:
            Re: E questa sarebbe una notizia?
            - Scritto da: Steve Robinson Hakkabee
            E questa norma secondo te è a favore dell'utente?Si, perché io utente Apple posso tranquillamente fare l'acquisto su AppStore sicuro che fuori AppStore quel prodotto non sarà venduto a prezzo più basso, ergo mi trovo già nel negozio meno caro per il prodotto in questione.
          • Steve Robinson Hakkabee scrive:
            Re: E questa sarebbe una notizia?
            ahahaahah ragioni al contrario: la norma vieta di vendere a meno prezzo quindi chi vuol vedre da fuori è obbligato a farlo a prezzo maggiorato.Se ci fosse piena libertà i prezzi per effetto della concorrenza tenderebbero al ribasso.Come hai fatto a capire una cosa del genere... bisogna essere non con i paraocchi ma ipnotizzati...
          • MeX scrive:
            Re: E questa sarebbe una notizia?
            ?Se National Geographic costa 80 all'anno, sull'App Store può costare 80 o meno di 80
          • Steve Robinson Hakkabee scrive:
            Re: E questa sarebbe una notizia?
            Se su app store costa 80 fuori non puo costare 60 o sbaglio. Se apple piglia il 30% e NG il 70%, se NG vendesse direttamente, calcolando un 10% di spese (transazione, gestione portale, servers ecc.), diventerebbe:80*0.7*1.1=61 cosa che NG se vuole rimanere in appstore non puo fare.Ci arrivate?
          • MeX scrive:
            Re: E questa sarebbe una notizia?
            stai dicendo che le riviste aumenteranno i prezzi degli abbonamenti per colpa di Apple?Guarda che possono anche offrirlo gratis su iTunes se sei già abbonato off-line
          • krane scrive:
            Re: E questa sarebbe una notizia?
            - Scritto da: MeX
            stai dicendo che le riviste aumenteranno i prezzi
            degli abbonamenti per colpa di Apple?
            Guarda che possono anche offrirlo gratis su
            iTunes se sei già abbonato off-lineQuindi gli basterebbe fare firma del contratto via cartacea o simile per evitare di pagare il 30% a itunes ? Spiega spiega...
          • MeX scrive:
            Re: E questa sarebbe una notizia?
            ma sai leggere o no? capisco che PI ha fatto un po' di confusione e siete accecati dall'odio ma il discorso è semplice!Se ti abboni tramite l'editore (sul loro sito, per posta...) l'editore può dar acXXXXX ai contenuti del giornale sull'iPad senza che Apple veda un'euro della quota di abbonamento!Se invece l'utente scarica l'app per l'iPad e si abbona tramite iTunes allora Apple prende il 30%Altro da dire?
          • Steve Robinson Hakkabee scrive:
            Re: E questa sarebbe una notizia?
            esempi?
          • MeX scrive:
            Re: E questa sarebbe una notizia?
            che esempi? leggiti il comunicato stampa di Apple
          • Steve Robinson Hakkabee scrive:
            Re: E questa sarebbe una notizia?
            ma va nasconderti
          • krane scrive:
            Re: E questa sarebbe una notizia?
            - Scritto da: MeX
            ma sai leggere o no? capisco che PI ha fatto un
            po' di confusione e siete accecati dall'odio ma
            il discorso è semplice!
            Se ti abboni tramite l'editore (sul loro sito,
            per posta...) l'editore può dar acXXXXX ai
            contenuti del giornale sull'iPad senza che Apple
            veda un'euro della quota di abbonamento!
            Se invece l'utente scarica l'app per l'iPad e si
            abbona tramite iTunes allora Apple prende il 30%
            Altro da dire?Si: si puo' scaricare l'apps e contemporaneamente andare sul sito ad abbonarsi onde risparmiare il 30% ?
          • MeX scrive:
            Re: E questa sarebbe una notizia?
            si.Ma il 30% lo risparmi l'editore, non l'utente
          • Rover scrive:
            Re: E questa sarebbe una notizia?
            Anche l'amore rende ciechi.
          • Steve Robinson Hakkabee scrive:
            Re: E questa sarebbe una notizia?
            provoca anche ritardo mentale?
          • MeX scrive:
            Re: E questa sarebbe una notizia?
            anche le pugnette
          • Rover scrive:
            Re: E questa sarebbe una notizia?
            Vedo che ci sei arrivato da solo.Evidentemente sei molto pratico al riguardo, masturbone!!!!
          • Ho letto e approvato la policy scrive:
            Re: E questa sarebbe una notizia?
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: pluto

            A te come utente, le politiche apple ti

            permettono di avere il prezzo piu'

            basso?

            E in base a cosa dici cio'?
            In base alla clausola del contratto che vieta
            all'editore di offrire il prodotto offerto su
            AppStore fuori AppStore ad un prezzo
            inferiore.Tradotto, un qualunque prezzo presente su applestore è il mimino prezzo possibile!!! E manco ci provano a metterlo un po' più alto, vero????Ma davvero ci credi a quello scrivi o, almeno, ti pagano per farlo?
          • ruppolo scrive:
            Re: E questa sarebbe una notizia?
            - Scritto da: Ho letto e approvato la policy
            - Scritto da: ruppolo

            - Scritto da: pluto


            A te come utente, le politiche apple ti


            permettono di avere il prezzo piu'


            basso?


            E in base a cosa dici cio'?

            In base alla clausola del contratto che vieta

            all'editore di offrire il prodotto offerto su

            AppStore fuori AppStore ad un prezzo

            inferiore.

            Tradotto, un qualunque prezzo presente su
            applestore è il mimino prezzo possibile!!! E
            manco ci provano a metterlo un po' più alto,
            vero????Non possono, il contratto glielo vieta.
            Ma davvero ci credi a quello scrivi o, almeno, ti
            pagano per
            farlo?Più che altro capisco ciò che è scritto, a differenza tua.
          • lordream scrive:
            Re: E questa sarebbe una notizia?
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: nome e cognome


            meno. Se così non fosse ritengo ingiustificata

            la


            percentuale del 30%, dato che è la stessa che


            viene chiesta agli sviluppatori delle app per
            i



            Jobs deve realmente stare male ... stai
            sfuggendo

            al suo controllo e hai persino ipotizzato che

            apple possa avere

            torto.

            Torto?
            Non è una questione di ragione o torto, Apple può
            fare come gli pare, anche tenersi il 90% del
            prezzo.
            E a me, come utente , le regole Apple mi
            permettono di avere il prezzo più basso
            possibile.diciamo l'unico possibile..

            Se fossi editore (ma non lo sono) FORSE mi
            potrebbe infastidire questa politica, soprattutto
            mi infastidisce non avere i dati dei miei
            clienti, da usare per inviargli offerte
            commerciali. Ma come editore ciò che mi interessa
            alla fine è l'utile a fine anno. Se Apple mi
            permette di incrementarlo, ben
            venga.a dire il vero apple non incrementa ma decurta il 30%


            Tornando nei panni di utente gli editori devono
            stare molto attenti: O dentro AppStore o fuori. E
            se stanno tutti fuori, Apple aprirà le porte a
            tutti, quindi un qualsiasi scrittore potrà far a
            meno degli editori e pubblicare autonomamente, a
            costi irrisori, sulla piattaforma più famosa al
            mondo.la piu famosa forse ma non certo a costi irrisori
          • nome e cognome scrive:
            Re: E questa sarebbe una notizia?

            E a me, come utente , le regole Apple mi
            permettono di avere il prezzo più basso
            possibile.Ok, ora rivedo l'utente Apple... immagino che vorrai spiegarci come può il fatto che Apple si ciucci il 30% di quello che gli editori ti chiedono per comprare un contenuto possa permetterti di avere il prezzo più basso possibile?
            Se fossi editore (ma non lo sono) FORSE mi
            potrebbe infastidire questa politica, soprattutto
            mi infastidisce non avere i dati dei miei
            clienti, da usare per inviargli offerte
            commerciali. Ma come editore ciò che mi interessa
            alla fine è l'utile a fine anno. Se Apple mi
            permette di incrementarlo, ben
            venga.Quindi è solo un problema di dati (che l'editore potrebbe ottenere in mille altri modi), non di un mancato guadagno del 30%?
            Tornando nei panni di utente gli editori devono
            stare molto attenti: O dentro AppStore o fuori. E
            se stanno tutti fuori, Apple aprirà le porte a
            tutti, quindi un qualsiasi scrittore potrà far a
            meno degli editori e pubblicare autonomamente, a
            costi irrisori, sulla piattaforma più famosa al
            mondo.Perché non è già cosi'? La piattaforma di pubblicazione dei contenuti più famosa del mondo si chiama internet...
          • ruppolo scrive:
            Re: E questa sarebbe una notizia?
            - Scritto da: nome e cognome

            E a me, come utente , le regole Apple mi

            permettono di avere il prezzo più basso

            possibile.

            Ok, ora rivedo l'utente Apple... immagino che
            vorrai spiegarci come può il fatto che Apple si
            ciucci il 30% di quello che gli editori ti
            chiedono per comprare un contenuto possa
            permetterti di avere il prezzo più basso
            possibile?Perché per contratto lo stesso prodotto non può essere venduto fuori AppStore ad un prezzo inferiore a quello in AppStore.

            Se fossi editore (ma non lo sono) FORSE mi

            potrebbe infastidire questa politica,
            soprattutto

            mi infastidisce non avere i dati dei miei

            clienti, da usare per inviargli offerte

            commerciali. Ma come editore ciò che mi
            interessa

            alla fine è l'utile a fine anno. Se Apple mi

            permette di incrementarlo, ben

            venga.

            Quindi è solo un problema di dati (che l'editore
            potrebbe ottenere in mille altri modi),Non può ottenerli in alcun modo.
            non di un
            mancato guadagno del
            30%?Ogni sistema distributivo ha un costo.

            Tornando nei panni di utente gli editori devono

            stare molto attenti: O dentro AppStore o fuori.
            E

            se stanno tutti fuori, Apple aprirà le porte a

            tutti, quindi un qualsiasi scrittore potrà far a

            meno degli editori e pubblicare autonomamente, a

            costi irrisori, sulla piattaforma più famosa al

            mondo.

            Perché non è già cosi'? La piattaforma di
            pubblicazione dei contenuti più famosa del mondo
            si chiama
            internet...Peccato che non sia una piattaforma, ma una strada pubblica.
          • nome e cognome scrive:
            Re: E questa sarebbe una notizia?

            Perché per contratto lo stesso prodotto non può
            essere venduto fuori AppStore ad un prezzo
            inferiore a quello in AppStore.Stiamo parlando di contenuti, ovvero di elementi NON venduti tramite apple store, non ospitati su server Apple, non veicolati da infrastruttura Apple. Apple si sta facendo pagare per il fatto che tu utente ricevi il corriere della sera ogni giorno.

            Quindi è solo un problema di dati (che l'editore

            potrebbe ottenere in mille altri modi),
            Non può ottenerli in alcun modo. Scherzi? Cosa vieta a RCS di inserire un form nell'applicazione per farsi spedire i dati personali sul proprio server?

            non di un

            mancato guadagno del

            30%?
            Ogni sistema distributivo ha un costo.Peccato che qui non ci sia nessun sistema distributivo.

            Perché non è già cosi'? La piattaforma di

            pubblicazione dei contenuti più famosa del mondo

            si chiama

            internet...
            Peccato che non sia una piattaforma, ma una
            strada
            pubblica.Quindi destinata ad un pubblico molto più ampio e dove nessuno ti chiede dei soldi per distribuire il tuo contenuto.
          • ruppolo scrive:
            Re: E questa sarebbe una notizia?
            - Scritto da: nome e cognome

            Perché per contratto lo stesso prodotto non può

            essere venduto fuori AppStore ad un prezzo

            inferiore a quello in AppStore.

            Stiamo parlando di contenuti,Ovvio, beni immateriali.
            ovvero di elementi
            NON venduti tramite apple store,Invece parliamo PROPRIO di elementi venduti tramite AppStore.
            non ospitati su
            server Apple,
            non veicolati da infrastruttura
            Apple.Questo è un punto su cui non sono riuscito a trovare informazioni certe.
            Apple si sta facendo pagare per il fatto che tu
            utente ricevi il corriere della sera ogni giorno.Percentuali a parte, cosa ci trovi di strano? Mai sentito parlare di provvigioni?Se il Corriere della Sera mi ha come cliente grazie ad Apple, Apple avrà la provvigione. Se invece è stato il Corriere della Sera ad "accalappiarmi" allora Apple non vedrà un centesimo, anche se io cliente userò comunque il sistema Apple per leggere il giornale.


            Quindi è solo un problema di dati (che
            l'editore


            potrebbe ottenere in mille altri modi),

            Non può ottenerli in alcun modo.

            Scherzi? Cosa vieta a RCS di inserire un form
            nell'applicazione per farsi spedire i dati
            personali sul proprio server?Nulla, ma i dati li avrà se IO cliente glieli voglio mandare.


            non di un


            mancato guadagno del


            30%?

            Ogni sistema distributivo ha un costo.

            Peccato che qui non ci sia nessun sistema
            distributivo.Forse, ma in ogni caso c'è un sistema contabile e di gestione incassi.


            Perché non è già cosi'? La piattaforma di


            pubblicazione dei contenuti più famosa del
            mondo


            si chiama


            internet...

            Peccato che non sia una piattaforma, ma una

            strada

            pubblica.

            Quindi destinata ad un pubblico molto più ampio e
            dove nessuno ti chiede dei soldi per distribuire
            il tuo
            contenuto.Falso.Comunque, dove nessuno ti vede.
          • nome e cognome scrive:
            Re: E questa sarebbe una notizia?

            Percentuali a parte, cosa ci trovi di strano? Mai
            sentito parlare di
            provvigioni?Si, al venditore, che in questo caso NON è apple. Nessuno contesta che Apple si prenda il 30% del prezzo di listino dell'applicazione, ma se io all'interno dell'applicazione vendo contenuti tu Apple non dai nessun contributo alla vendita.
            Se il Corriere della Sera mi ha come cliente
            grazie ad Apple, Apple avrà la provvigione. Se
            invece è stato il Corriere della Sera ad
            "accalappiarmi" allora Apple non vedrà un
            centesimo, anche se io cliente userò comunque il
            sistema Apple per leggere il
            giornale.Domanda, se tu compri una macchina il concessionario prende una provvigione sugli interventi che fa il tuo meccanico (posto che non siano la stessa persona) o una quota parte dei pedaggi autostradali?
            Nulla, ma i dati li avrà se IO cliente glieli
            voglio
            mandare.Se tu cliente non mi mandi i dati IO fornitore non ti attivo il servizio...
            Forse, ma in ogni caso c'è un sistema contabile e
            di gestione
            incassi.Questa è la cosa che effettivamente non so, se la transazione interna all'applicazione viene gestita da Apple ma come ti ho scritto in un altro messaggio se parliamo del 30% del transato è truffa. Le banche e le società di carte applicano un 4% sul transato, se apple mi obbliga ad usare il suo servizio di transazione applicando una commissione 8 volte superiore alla norma nel migliore dei casi è abuso di posizione dominante.
            Falso.
            Comunque, dove nessuno ti vede.Se hai un iphone sicuramente visto che ti viene impedito di vedere gli ads...
        • Tiziocazio scrive:
          Re: E questa sarebbe una notizia?
          - Scritto da: ruppolo
          Sai che ti dico? È da un po' di tempo che cerco
          di scoprire se con questa nuova forma di in-app
          purchase sia Apple a distribuire i contenuti o
          meno. Se così non fosse ritengo ingiustificata la
          percentuale del 30%, dato che è la stessa che
          viene chiesta agli sviluppatori delle app per i
          quali Apple si fa carico della
          distribuzione.Guarda, è molto semplice.Apple non ospita gli mp3 in streaming di Rhapsody, se non sbaglio avevo letto da qualche parte che Rhapsody si sarebbe ritirata proprio per questo motivo: 30% ad Apple + XX% alle label discografiche + il costo della banda non consentivano all'azienda di ricavare abbastanza per sopravvivere, che direi sia l'esempio più eclatante.Stessa cosa, non ospita l'intera libreria di Amazon. Pensi davvero che un rivale come Amazon metterebbe in mano ad Apple il suo intero catalogo?Inoltre, prima le applicazioni ti dirottavano su un server esterno, quello di Amazon, ad esempio, dove facevi il tuo acquisto.
          • ruppolo scrive:
            Re: E questa sarebbe una notizia?
            I tuoi discorsi non hanno senso.La musica, i film, gli audiolibri, i libri, le applicazioni, sono tutte distribuite da Apple.
          • krane scrive:
            Re: E questa sarebbe una notizia?
            - Scritto da: ruppolo
            I tuoi discorsi non hanno senso.
            La musica, i film, gli audiolibri, i libri, le
            applicazioni, sono tutte distribuite da Apple.A volte chi chiediamo se anche tu sei distribuito da Apple!
          • nome e cognome scrive:
            Re: E questa sarebbe una notizia?
            - Scritto da: ruppolo
            I tuoi discorsi non hanno senso.

            La musica, i film, gli audiolibri, i libri, le
            applicazioni, sono tutte distribuite da
            Apple.Ma non direi proprio, quando compri l'abbonamento al corriere l'applicazione si collega e scarica da un server RCS, non apple.L'unica obiezione che si potrebbe fare è che apple fa da intermediario sul pagamento, onestamente non avendo mai pagato x contenuti non saprei se la transazione viene gestita da Apple o ognuno si appoggia alla banca di preferenza.Certo che se questo è vero e Apple si fa pagare il 30% di commissione sul transato siamo a livelli di strozzinaggio.
          • deactive scrive:
            Re: E questa sarebbe una notizia?
            e secondo me non e' nemmeno cosi' improbabile.:-/
          • ruppolo scrive:
            Re: E questa sarebbe una notizia?
            - Scritto da: nome e cognome
            - Scritto da: ruppolo

            I tuoi discorsi non hanno senso.



            La musica, i film, gli audiolibri, i libri, le

            applicazioni, sono tutte distribuite da

            Apple.

            Ma non direi proprio,Allora dimostra con un link link che musica, film, audiolibri, libri e applicazioni non sono distribuiti direttamente da Apple.
            quando compri l'abbonamento
            al corriere l'applicazione si collega e scarica
            da un server RCS, non
            apple.Fin'ora, ma qui stiamo parlando di un nuovo sistema.
            L'unica obiezione che si potrebbe fare è che
            apple fa da intermediario sul pagamento,
            onestamente non avendo mai pagato x contenutiPirata?
            non
            saprei se la transazione viene gestita da Apple o
            ognuno si appoggia alla banca di
            preferenza.Non sai cosa accade dal lato cliente e pretendi di sapere cosa accade dal lato fornitore?
            Certo che se questo è vero e Apple si fa pagare
            il 30% di commissione sul transato siamo a
            livelli di
            strozzinaggio.Siamo IGNORANTI, siamo. Ma tanto a te che te frega? Tu non hai mai comprato nulla, no?Certo che se tu avessi piratato (ipotesi) mi chiederei con che coraggio vieni a parlare di "strozzinaggio"... ma tu non pirati, giusto? Semplicemente rinunci...
          • nome e cognome scrive:
            Re: E questa sarebbe una notizia?

            Allora dimostra con un link link che musica,
            film, audiolibri, libri e applicazioni non sono
            distribuiti direttamente da
            Apple.Fai partire Stanza, clicca su catalogo, seleziona Booksonboard, scarica qualsiasi libro.

            quando compri l'abbonamento

            al corriere l'applicazione si collega e scarica

            da un server RCS, non

            apple.
            Fin'ora, ma qui stiamo parlando di un nuovo
            sistema.Che Stefano Lavoretti ha spiegato fin troppo bene:"Quando Apple porta un nuovo abbonato ad un'applicazione, Apple guadagna il 30 per cento. Quando l'editore porta un utente esistente o un nuovo abbonato ad un'app, l'editore mantiene il 100 per cento e Apple non guadagna nulla"Solo che..."Tutto ciò che richiediamo - ha spiegato Steve Jobs - è che, se un editore sta facendo un'offerta di abbonamento al di fuori dell'app, le stesse (o migliori) offerte vengano proposte all'interno dell'app stessa, in modo che i clienti possano facilmente abbonarsi con un click in maniera diretta"Ovvero vi chiediamo di darci il 30% sempre e comunque.

            L'unica obiezione che si potrebbe fare è che

            apple fa da intermediario sul pagamento,

            onestamente non avendo mai pagato x contenuti
            Pirata?Beh, se non ci fossero applicazioni e contenuti gratuiti l'ipad l'avrei venduto il giorno stesso in cui me l'hanno regalato.Comunque l'ho XXXXXXXXXato, è abbastanza pirata per te?
            Non sai cosa accade dal lato cliente e pretendi
            di sapere cosa accade dal lato
            fornitore?Beh spiegamelo tu se lo sai con certezza, io dico che ci sono due casi1) Apple chiede il 30% e non gestisce la transazione quindi ladri2) Apple chiede il 30% e gestisce la transazione quindi ladri
            Siamo IGNORANTI, siamo. Ma tanto a te che teSi siamo ignoranti, sappiamo solo che una qualsiasi banca che gestisce un transato su CC si prende il 4 max 4.5... Apple il 30 e forse manco lo gestisce.
            frega? Tu non hai mai comprato nulla,
            no?No, infatti. Per quanto mi riguarda i macachi possono continuare a pagare quello che gli altri hanno gratis ... questo non mi impedisce di criticare apple su questo forum, almeno fino a quando Jobs non deciderà che è male.
            Certo che se tu avessi piratato (ipotesi) mi
            chiederei con che coraggio vieni a parlare di
            "strozzinaggio"... ma tu non pirati, giusto?No non pirato.
            Semplicemente
            rinunci...Semplicemente, scelgo.
    • koal scrive:
      Re: E questa sarebbe una notizia?
      - Scritto da: ruppolo
      "Forse ci sarà un'indagine formale"...

      Allora ve ne do io una più intrigante: Forse
      Apple penserà di fare un iPhone mini. Occhio, non
      ci sta ancora pensando, ma forse ci penserà.


      Aria frittaaaaa.... Qualcuno gradisce?inquietante
    • cognome scrive:
      Re: E questa sarebbe una notizia?
      - Scritto da: ruppolo
      "Forse ci sarà un'indagine formale"...

      Allora ve ne do io una più intrigante: Forse
      Apple penserà di fare un iPhone mini. Occhio, non
      ci sta ancora pensando, ma forse ci penserà.


      Aria frittaaaaa.... Qualcuno gradisce?Sei proprio una macchietta :DRisponderti è banda sprecata :D
  • MeX scrive:
    Enjoy, ecco le statistiche...
    Check out: "Apple maintains lead in mobile app store revenues, but its share is shrinking fast" - www.engadget.com http://www.engadget.com/2011/02/18/apple-maintains-lead-in-mobile-app-store-revenues-but-its-share/?icid=engadget-iphone-urlGrowth. You don't have to be Gordon Gekko to recognize that exponential growth in revenues is the mark of both a buoyant industry and, on an individual level, a healthy participant within it. Kudos must, therefore, be handed out to all the top four app stores globally, as each one expended its total revenues by over 130 percent between 2009 and 2010. Interestingly, Apple's growth looks to be slowing down as the App Store begins to reach a saturation point on smartphones, while Nokia's Ovi Store and Google's Android Market blossomed during 2010 by multiples of 7.2 and 8.6 times their 2009 size. Apple's share at the top has shrunken as a consequence, a trend that looks likely to continue when Windows Phone 7's Marketplace and the Ovi Store are melded into one through this year and beyond.Via: All About SymbianSource: CNET -------------------------------This article came from the Engadget iPhone App, which features everything from the latest smartphone news, to reviews and hands-on looks at laptops, HDTVs, gaming, and more. To learn more about the app or download it go here: http://www.engadget.com/downloads/iphoneSent from my iPhone
    • Tiziocazio scrive:
      Re: Enjoy, ecco le statistiche...
      Perché non rispondi nell'altro topic?http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3090109&m=3090184Sei a corto di risposte, evidentemente.Sto ancora cercando di capire perché Apple chiede il 30% agli editori costringendoli ad impiegare l'acquisto in-app ma non chiede lo stesso ad eBay o ad altri fornitori di servizi.E Apple non ospita neanche i loro contenuti!
      • MeX scrive:
        Re: Enjoy, ecco le statistiche...
        perchè ebay non vende nulla via in-app purchase, inoltre, Ebay, non detiene nemmeno nessun diretto su ciò che vende ma sono transazioni tra privati...hai altre XXXXXXX da chiedere?
        • Tiziocazio scrive:
          Re: Enjoy, ecco le statistiche...
          - Scritto da: MeX
          perchè ebay non vende nulla via in-app purchase,Non è una risposta sensata. Puoi spiegarti meglio?Anche gli editori non vendevano nulla tramite in app purchase, ma le nuove regole li obbligano proprio a questo, no?L'app di Sony è stata rifiutata perché non prevedeva in-app purchase, no?
          inoltre, Ebay, non detiene nemmeno nessun diretto
          su ciò che vende ma sono transazioni tra
          privati...D'accordo, ebay non detiene nulla a parte la sua percentuale. Prendiamo un'altra azienda.Pizza Hut. Tramite la sua applicazione puoi prenotare le pizze e fartele consegnare. Vende i propri prodotti usando l'app store. Stando al tuo ragionamento non dovrebbe dare una percentuale delle transazioni ad Apple?E un servizio di prenotazione taxi? Non dovrebbero anche loro avere un in-app purchase per dare una percentuale delle transazioni ad Apple?Stando al tuo ragionamento tutte le applicazioni che offrono servizi tramite App Store dovrebbero dare una percentuale ad Apple. Perché questo modello è applicato esclusivamente agli editori?

          hai altre XXXXXXX da chiedere?E tu hai altre XXXXXXX da sparare?Continui a non rispondere sul perché un editore debba dare il 30% delle transazioni ad Apple quando quest'ultima non ospita neanche i contenuti prodotti da queste aziende.
          • MeX scrive:
            Re: Enjoy, ecco le statistiche...
            Guarda che il concetto è semplice, gli editori vendono un contenuto che usufruisci sul decide stesso, come i videogiochi che vendono livelli aggiuntivi o le applicazioni che vendono funzionalità aggiuntive.
          • Tiziocazio scrive:
            Re: Enjoy, ecco le statistiche...
            - Scritto da: MeX
            Guarda che il concetto è semplice, gli editori
            vendono un contenuto che usufruisci sul decide
            stesso, come i videogiochi che vendono livelli
            aggiuntivi o le applicazioni che vendono
            funzionalità
            aggiuntive.Certo. Ma prima le applicazioni rimandavano a siti esterni. Se io compro un contenuto prodotto da terzi, acquistato dai server di terzi, perché devo dare il 30% per poterlo visualizzare tramite l'ipad? Notare tra l'altro che si paga già per poter avere l'applicazione.Inoltre prima alcuni editori fornivano l'abbonamento gratuito, tu come cliente sei felice di dover pagare di più per quello che gli editori erano disposti a fornirti gratuitamente?
          • MeX scrive:
            Re: Enjoy, ecco le statistiche...
            gli editori possono anche darmi acXXXXX gratuitamente alla rivista sull'iPad, devono però dare la possibilità di vendere lo stesso abbonamento sull'AppStore...Ma le capite le cose quando le leggete?
          • nome e cognome scrive:
            Re: Enjoy, ecco le statistiche...
            - Scritto da: MeX
            gli editori possono anche darmi acXXXXX
            gratuitamente alla rivista sull'iPad, devono però
            dare la possibilità di vendere lo stesso
            abbonamento
            sull'AppStore...

            Ma le capite le cose quando le leggete?E secondo te è una cosa niente? Apple obbligherà i fornitori a proporre gli stessi abbonamenti, a condizioni identiche o migliori... quindi chi mai avrà interesse a non passare per Apple? Guarda puoi comprare il tuo ipad sull'apple store, te lo spediamo comodamente a casa in giornata oppure puoi andartelo a prendere, allo stesso prezzo, in Iraq.
          • MeX scrive:
            Re: Enjoy, ecco le statistiche...
            ???? ma che stai dicendo!Si parla di vendere l'abbonamento mica l'iPad
          • Punto scrive:
            Re: Enjoy, ecco le statistiche...
            Te lo dico io siccome alla Apple innovano, dopo aver reinventato lo Smartphone e il Tablet e averli resi appetibili alla massa ora reinventano il Pizzo vediamo se riescono a farlo piacere a tutti.APPLE - THINK DIFFERENT
          • FDG scrive:
            Re: Enjoy, ecco le statistiche...
            - Scritto da: Tiziocazio
            Pizza Hut. Tramite la sua applicazione puoi
            prenotare le pizze e fartele consegnare...Scusa, ma non c'entra nulla. Per le pizze apple non ti può dare i servizi del suo store per fartele arrivare direttamente sull'iPad.Trova qualche altro esempio.
          • Tiziocazio scrive:
            Re: Enjoy, ecco le statistiche...
            - Scritto da: FDG
            - Scritto da: Tiziocazio


            Pizza Hut. Tramite la sua applicazione puoi

            prenotare le pizze e fartele consegnare...

            Scusa, ma non c'entra nulla. Per le pizze apple
            non ti può dare i servizi del suo store per
            fartele arrivare direttamente
            sull'iPad.

            Trova qualche altro esempio.Ma i servizi non te li dà comunque. La musica in streaming di Rhapsody è ospitata dai server di Rhapsody, mica da Apple.I libri di Amazon sono ospitati dai server di Amazon, non da quelli della Apple.E le applicazioni in questione ti rimandavano sui loro server esterni per farteli arrivare direttamente sull'iPad.
          • MeX scrive:
            Re: Enjoy, ecco le statistiche...
            si ma la musica la ascolti sull'iPad, il libro lo leggi sull'iPad, l'applicazione la usi sull'iPad... la pizza... no.Ti ripeto, non è difficile il concetto
          • ruppolo scrive:
            Re: Enjoy, ecco le statistiche...
            - Scritto da: MeX
            si ma la musica la ascolti sull'iPad, il libro lo
            leggi sull'iPad, l'applicazione la usi
            sull'iPad... la pizza...
            no.Non ancora :D :D :D-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 21 febbraio 2011 14.01-----------------------------------------------------------
          • nome e cognome scrive:
            Re: Enjoy, ecco le statistiche...
            - Scritto da: MeX
            si ma la musica la ascolti sull'iPad, il libro lo
            leggi sull'iPad, l'applicazione la usi
            sull'iPad... la pizza...
            no.

            Ti ripeto, non è difficile il concettoEhy allora anche Enel potrebbe richiedere una percentuale, del resto la corrente all'ipad chi la fornisce?
          • MeX scrive:
            Re: Enjoy, ecco le statistiche...
            la batteria APPLE
          • MeX scrive:
            Re: Enjoy, ecco le statistiche...
            la batteria APPLE
  • hp sucks scrive:
    ma perchè solo il 30% agli editori?
    innanzitutto .. non è che sei il daily dovresti avere + peso di tanti svilupatori anonimi, e già questo mi da fastidioma poi .. da quando il problema principale dell'apple store è il 30% sugli abbonamenti ? a me da fastidio, la loro assurda politica di pagamenti!!e nessuno dice che c'è una soglia minima (100$ o 100) sotto la quale apple non paga .. e quando paga, paga per singolo stato, e cmq a 90 giorniil che tradotto vuol dire che se io faccio la mia apps e la vendo per far conto pari a 1 ... ne devo vendere + di 140 prima di beccarmi i miei 100 euro ... e non solo, se ne vendo 50 in italia, 50 in spagna e 50 in francia .. apple mi spernacchia e mi dice che 50 +50+50 non fa 150 cocme vorrebbe la matematica .. ma fa solo 50+50+50 perchè mi dice devi arrivare a 100 per stato!!però i soldi dell'iphone e del mac per sviluppare li voglio subito ... come i 99$ per iscriversi a sto cavolo di store!
    • lordream scrive:
      Re: ma perchè solo il 30% agli editori?
      passionale eh?posso capirti.. ..un po di vasellina e tutto passa
    • giacche scrive:
      Re: ma perchè solo il 30% agli editori?
      Sei meglio di Marco Paolini!!!
    • Rover scrive:
      Re: ma perchè solo il 30% agli editori?
      Interessante.A riconferma di un comportamento banditesco già noto.Comunque, come si dice, tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino....
    • ruppolo scrive:
      Re: ma perchè solo il 30% agli editori?
      - Scritto da: hp sucks
      innanzitutto .. non è che sei il daily dovresti
      avere + peso di tanti svilupatori anonimi, e già
      questo mi da
      fastidio

      ma poi .. da quando il problema principale
      dell'apple store è il 30% sugli abbonamenti ?


      a me da fastidio, la loro assurda politica di
      pagamenti!!
      e nessuno dice che c'è una soglia minima (100$ o
      100) sotto la quale apple non paga .. e quando
      paga, paga per singolo stato, e cmq a 90
      giorni
      il che tradotto vuol dire che se io faccio la mia
      apps e la vendo per far conto pari a 1 ... ne
      devo vendere + di 140 prima di beccarmi i miei
      100 euro ... e non solo, se ne vendo 50 in
      italia, 50 in spagna e 50 in francia .. apple mi
      spernacchia e mi dice che 50 +50+50 non fa 150
      cocme vorrebbe la matematica .. ma fa solo
      50+50+50 perchè mi dice devi arrivare a 100 per
      stato!!

      però i soldi dell'iphone e del mac per sviluppare
      li voglio subito ... come i 99$ per iscriversi a
      sto cavolo di
      store!Perché non provi a fare da solo? Pubblichi tu, tieni tu l'amministrazione eccetera. Poi vediamo quanti zeri dovrai mettere dopo il 99 in costi di gestione.
      • lordream scrive:
        Re: ma perchè solo il 30% agli editori?
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: hp sucks

        innanzitutto .. non è che sei il daily dovresti

        avere + peso di tanti svilupatori anonimi, e già

        questo mi da

        fastidio



        ma poi .. da quando il problema principale

        dell'apple store è il 30% sugli abbonamenti ?





        a me da fastidio, la loro assurda politica di

        pagamenti!!

        e nessuno dice che c'è una soglia minima (100$ o

        100) sotto la quale apple non paga .. e quando

        paga, paga per singolo stato, e cmq a 90

        giorni

        il che tradotto vuol dire che se io faccio la
        mia

        apps e la vendo per far conto pari a 1 ... ne

        devo vendere + di 140 prima di beccarmi i miei

        100 euro ... e non solo, se ne vendo 50 in

        italia, 50 in spagna e 50 in francia .. apple mi

        spernacchia e mi dice che 50 +50+50 non fa 150

        cocme vorrebbe la matematica .. ma fa solo

        50+50+50 perchè mi dice devi arrivare a 100 per

        stato!!



        però i soldi dell'iphone e del mac per
        sviluppare

        li voglio subito ... come i 99$ per iscriversi a

        sto cavolo di

        store!

        Perché non provi a fare da solo? Pubblichi tu,
        tieni tu l'amministrazione eccetera. Poi vediamo
        quanti zeri dovrai mettere dopo il 99 in costi di
        gestione.gestione di che e amministrazione di cosa? se fa da lui non deve aggiungere nessuno 0 se fa fare ad apple deve solo togliere il 30% semplice
        • legione scrive:
          Re: ma perchè solo il 30% agli editori?

          gestione di che e amministrazione di cosa? se fa
          da lui non deve aggiungere nessuno 0 se fa fare
          ad apple deve solo togliere il 30%
          sempliceSemplice per te, ma non per spippolo che deve difendere gli interessi di qualcuno ...
        • ruppolo scrive:
          Re: ma perchè solo il 30% agli editori?
          - Scritto da: lordream
          - Scritto da: ruppolo

          - Scritto da: hp sucks


          innanzitutto .. non è che sei il daily
          dovresti


          avere + peso di tanti svilupatori anonimi, e
          già


          questo mi da


          fastidio





          ma poi .. da quando il problema principale


          dell'apple store è il 30% sugli abbonamenti ?








          a me da fastidio, la loro assurda politica di


          pagamenti!!


          e nessuno dice che c'è una soglia minima
          (100$
          o


          100) sotto la quale apple non paga .. e
          quando


          paga, paga per singolo stato, e cmq a 90


          giorni


          il che tradotto vuol dire che se io faccio la

          mia


          apps e la vendo per far conto pari a 1 ... ne


          devo vendere + di 140 prima di beccarmi i miei


          100 euro ... e non solo, se ne vendo 50 in


          italia, 50 in spagna e 50 in francia .. apple
          mi


          spernacchia e mi dice che 50 +50+50 non fa 150


          cocme vorrebbe la matematica .. ma fa solo


          50+50+50 perchè mi dice devi arrivare a 100
          per


          stato!!





          però i soldi dell'iphone e del mac per

          sviluppare


          li voglio subito ... come i 99$ per
          iscriversi
          a


          sto cavolo di


          store!



          Perché non provi a fare da solo? Pubblichi tu,

          tieni tu l'amministrazione eccetera. Poi vediamo

          quanti zeri dovrai mettere dopo il 99 in costi
          di

          gestione.

          gestione di che e amministrazione di cosa? se fa
          da lui non deve aggiungere nessuno 0 se fa fare
          ad apple deve solo togliere il 30%
          sempliceQuando finirai la scuola ed entrerai nel mondo del lavoro scoprirai che per operare con terzi dovrai adempiere ad una serie di obblighi fiscali, che vanno sotto il nome di "Contabilità". Tali adempimenti hanno un costo, a seconda del giro d'affari e quindi degli addetti, da circa un migliaio di euro l'anno fino a decine o centinaia di migliaia di euro.Poi ci sono i costi di gestione, ad esempio un sistema informatico per gestire migliaia o milioni di transazioni, ovvero di ordini, fatture e pagamenti. Ci sono i costi delle banche. Infine i costi di distribuzione, in questo caso la banda su Internet.
          • Ho letto e approvato la policy scrive:
            Re: ma perchè solo il 30% agli editori?
            - Scritto da: ruppolo
            Quando finirai la scuola ed entrerai nel mondo
            del lavoro scoprirai che per operare con terzi
            dovrai adempiere ad una serie di obblighi
            fiscali, che vanno sotto il nome di
            "Contabilità". Tali adempimenti hanno un costo, a
            seconda del giro d'affari e quindi degli addetti,
            da circa un migliaio di euro l'anno fino a decine
            o centinaia di migliaia di
            euro.Quando imparerai che ragionare con la mela...ops testa di un altro non è motivo di orgoglio sarà già tardi :) Il fatto che il 30% lo instaschi apple mi libera forse dalla gestione della contabilità? Vorrai comunque ricevere il restante 70% o no? E quindi nessun vantaggio reale ma solo un costo vivo non giustificato

            Poi ci sono i costi di gestione, ad esempio un
            sistema informatico per gestire migliaia o
            milioni di transazioni, ovvero di ordini, fatture
            e pagamenti. Ci sono i costi delle banche. Infine
            i costi di distribuzione, in questo caso la banda
            su
            Internet.Sai che esistono servizi che per molto meno ti danno le stesse funzioni, se proprio non te le vuoi tenere in casa?Poi ordini, fatture, banche, etc in ogni caso si hanno dei costi, guardacaso inferiori al 30% della transazione.
          • ruppolo scrive:
            Re: ma perchè solo il 30% agli editori?
            - Scritto da: Ho letto e approvato la policy
            - Scritto da: ruppolo


            Quando finirai la scuola ed entrerai nel mondo

            del lavoro scoprirai che per operare con terzi

            dovrai adempiere ad una serie di obblighi

            fiscali, che vanno sotto il nome di

            "Contabilità". Tali adempimenti hanno un costo,
            a

            seconda del giro d'affari e quindi degli
            addetti,

            da circa un migliaio di euro l'anno fino a
            decine

            o centinaia di migliaia di

            euro.

            Quando imparerai che ragionare con la mela...ops
            testa di un altro non è motivo di orgoglio sarà
            già tardi :)


            Il fatto che il 30% lo instaschi apple mi libera
            forse dalla gestione della contabilità? Vorrai
            comunque ricevere il restante 70% o no? E quindi
            nessun vantaggio reale ma solo un costo vivo non
            giustificatoSecondo te gestire 1 incasso al mese da 1 cliente (Apple) è equivalente a gestire centinaia di migliaia di incassi (o milioni) da altrettanti clienti, a cui emettere altrettante fatture, settimanali, quindicinali, mensili, bimestrali, eccetera? Con relativa gestione della privacy di tali clienti? Con relativi costi bancari e carte di credito, per la gestione degli incassi?

            Poi ci sono i costi di gestione, ad esempio un

            sistema informatico per gestire migliaia o

            milioni di transazioni, ovvero di ordini,
            fatture

            e pagamenti. Ci sono i costi delle banche.
            Infine

            i costi di distribuzione, in questo caso la
            banda

            su

            Internet.

            Sai che esistono servizi che per molto meno ti
            danno le stesse funzioni, se proprio non te le
            vuoi tenere in
            casa?Si, ti possono fornire gli strumenti, ma devi TU gestirli e pagarli.
            Poi ordini, fatture, banche, etc in ogni caso si
            hanno dei costi, guardacaso inferiori al 30%
            della
            transazione.I conti si fanno con carta e penna. Quante persone e quanti metri quadrati di uffici ti serviranno per gestire un business del genere?Un editore non ha ovviamente una struttura commerciale/amministrativa per vendere al pubblico, quindi i costi che dovrà affrontare sono ingenti.Comunque intanto che gli altri perdono tempo a discutere, c'è chi parte in quarta:http://www.macitynet.it/macity/articolo/RCS-crede-nella-formula-in-abbonamento-riviste-su-iTunes/aA49420
          • nome e cognome scrive:
            Re: ma perchè solo il 30% agli editori?

            Secondo te gestire 1 incasso al mese da 1 cliente
            (Apple) è equivalente a gestire centinaia di
            migliaia di incassi (o milioni) da altrettanti
            clienti, a cui emettere altrettante fatture,
            settimanali, quindicinali, mensili, bimestrali,
            eccetera? Con relativa gestione della privacy di
            tali clienti? Con relativi costi bancari e carte
            di credito, per la gestione degli
            incassi?Secondo te le spese di gestione sono il 30% del fatturato? La tua amata Ueppolz spende l'8% del suo fatturato in SG&A.
  • applefan scrive:
    ruppolooooooo
    Andò stai? Altro fine settimana a doversi parare il cul0, che ti inventerai questa volta? Fatti aiutare da MeX, FinalCaz e bertuccia, dai che ho voglia di farmi grasse risate sulle tue arrampicate
    • Tiziocazio scrive:
      Re: ruppolooooooo
      Sta ancora elaborando una risposta sensata che non c'è per il topic degli editori. :D
      • giacche scrive:
        Re: ruppolooooooo
        Sono passate altre due ore e di ruppolo ancora nessuna traccia.Che sia da preoccuparsi?Speriamo non abbia rotto tutti i suoi iGadget...
  • giacche scrive:
    "Apple, FTC e DoJ non hanno commentato"
    Davvero? Non hanno commentato?Chissà come mai...
Chiudi i commenti