Google News Showcase: indagine antitrust in Germania

Google News Showcase: indagine antitrust in Germania

Il servizio Google News Showcase è finito sotto la lente dell'autorità antitrust tedesca in seguito alla denuncia presentata da Corint Media.
Il servizio Google News Showcase è finito sotto la lente dell'autorità antitrust tedesca in seguito alla denuncia presentata da Corint Media.

La Germania era stato il primo paese scelto da Google per il lancio del servizio News Showcase. A distanza di circa sei mesi, l'autorità antitrust tedesca (Bundeskartellamt) ha avviato un procedimento contro l'azienda di Mountain View per verificare il rispetto della legge sulla concorrenza. L'input è arrivato con la segnalazione di Corint Media.

Google News Showcase: ostacolo alla concorrenza?

Il servizio News Showcase è stato introdotto da Google con l'obiettivo di sostenere economicamente il settore dell'editoria online. Una sezione specifica di Google News (su app mobile e desktop) viene riservata alle notizie pubblicate dagli editori che hanno sottoscritto l'accordo con l'azienda di Mountain View. La sezione verrà in futuro mostrata anche nei risultati di Google Search.

In seguito alla denuncia presentata da Corint Media, l'autorità antitrust tedesca dovrà verificare se l'annunciata integrazione di News Showcase in Google Search possa costituire un'autopreferenza o un impedimento ai servizi offerti da terze parti concorrenti. L'autorità valuterà inoltre se le condizioni contrattuali includano condizioni irragionevoli a danno degli editori partecipanti e, in particolare, rendano sproporzionatamente difficile per loro far rispettare il diritto d'autore accessorio introdotto dal Bundestag e dal Bundesrat nel maggio 2021.

L'autorità vuole infine esaminare le condizioni per l'accesso al servizio News Showcase (gli accordi di licenza tra Google e gli editori non sono pubblici per ovvi motivi). Andreas Mundt, Presidente del Bundeskartellamt, ha dichiarato:

Collaborare con Google può essere un'opzione interessante per gli editori e altri provider di notizie e offrire ai consumatori servizi di informazione nuovi o migliori. Tuttavia occorre garantire che ciò non comporti discriminazioni tra i singoli editori. Inoltre, la forte posizione di Google nel fornire accesso ai clienti finali non deve portare a una situazione in cui i servizi concorrenti offerti da editori o altri provider di notizie siano esclusi dal mercato. Deve esserci un equilibrio adeguato tra i diritti e gli obblighi dei provider di contenuti che partecipano al programma di Google.

Questa è invece la risposta di Google:

Showcase è uno dei tanti modi in cui Google supporta il giornalismo, basandosi su prodotti e fondi di cui tutti gli editori possono beneficiare. Showcase è un programma di licenza internazionale per le notizie: la selezione dei partner si basa su criteri oggettivi e non discriminatori e il contenuto dei partner non ha la precedenza nella classifica dei nostri risultati. Collaboreremo pienamente con l'autorità tedesca garante della concorrenza e non vediamo l'ora di rispondere alle loro domande.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

07 06 2021
Link copiato negli appunti