Google non consegna l'email

Un impiegato di una banca statunitense invia all'indirizzo sbagliato dati confidenziali sui clienti. E ora la banca preme Google per ottenere l'identità dell'account

Roma – I protagonisti sono un distratto impiegato di banca, il più noto motore di ricerca web e un ignaro netizen la cui colpa è sembrata soltanto quella di avere un indirizzo email troppo simile a quello di un altro. Sarà un giudice federale della California a decidere come andrà a finire: la banca ha recentemente trascinato Google in tribunale perché non voleva fornirle l’identità dell’incolpevole netizen .

Tutto inizia alla metà dell’agosto scorso quando un cliente della Rocky Mountain Bank , con sede nello stato del Wyoming, chiede ad un impiegato di spedire ad un cliente terzo una serie di documenti riguardanti un prestito. L’impiegato esegue con diligenza il compito, allegando al messaggio di posta elettronica un dettagliatissimo file. Ma sbaglia indirizzo .

Poco dopo , uno sconosciuto cittadino della rete apre la sua casella Gmail e vi trova un file zeppo di informazioni confidenziali relative a esattamente 1.325 persone , tra cui nomi, indirizzi, dati su prestiti e numeri di previdenza sociale. Resosi conto del gravissimo errore, l’impiegato provvede a contattare lo sconosciuto per intimargli di non aprire il file e di cancellarlo immediatamente. Ma non ottiene risposta alcuna.

A questo punto per la Rocky Mountain Bank non c’è altro da fare se non contattare direttamente Google per conoscere lo stato di attivazione dell’account o, meglio, l’identità dello stesso. BigG risponde picche, spiegando alla banca di non poter violare le proprie policy in materia di privacy senza nemmeno contattare l’utente per ottenere un’autorizzazione esplicita. L’azienda di Mountain View si dichiara disponibile ad agire soltanto dietro imposizione dell’autorità giudiziaria. E così la Rocky Mountain Bank si è mossa.

La banca statunitense ha poi fatto di più: ha chiesto alla corte californiana di tenere il caso sotto silenzio, per evitare che i propri clienti si riversassero agli sportelli con preoccupate domande sulla gestione di dati e conti correnti. Il giudice ha tuttavia rifiutato la richiesta, spiegando che un caso del genere non costituisce motivo sufficiente per tenere il dibattimento sotto segretezza.

Come riporta Techdirt , pare che il giudice federale abbia obbligato Google a disattivare l’account dell’incolpevole netizen che ora potrebbe diventare l’unico protagonista sfortunato di una vicenda di errori madornali e silenzi mancati.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Draikan scrive:
    E il codice?
    Ho provato a rileggere e forse mi è sfuggito ma il codice?Ok la multa, effettivamente bassa, ma ora l'azienda ha l'obbligo di rilasciare integralmente il codice o come se niente fosse? In fondo quello che interessa non penso sia la multa.
  • Funz scrive:
    La prima volta?
    E' la prima volta che sento che qualcuno è stato condannato per violazione della GPL.
  • nervous scrive:
    8k?
    Questa sanzione così esigua da apparire ridicola sembra un invito a nozze per tutte le aziende che violano la GPL.
  • gnulinux86 scrive:
    Linux Defenders
    http://linuxdefenders.org/
  • pclinux scrive:
    Mi sembra giusto!
    Come l'autore di qualsiasi cosa è libero di avocare a sé i diritti della sua opera è giusto che venga rispettato anche il diritto dell'autore nel caso decida di donare la sua opera senza fini di lucro.Quello che conta non deve essere il lucro ma la volontà espressa dell'autore. O)
  • madcat scrive:
    bene, avanti così
    E' un ottimo risultato, dato che poche volte la GPL aveva provato la sua forza in tribunale...madcat http://www.marco-gatti.it
  • per la redazione scrive:
    domanda
    Ho scritto questo post: Il signor Berlusconi, controllore del piu' del 50% dell'informazione italiana, con relazioni mafiose come Managano e dell'Utri e milante nella loggia MASSONICA P2, oltre che portare il paese sul baratro tipo argentina non facendo nulla di buono, aiuta i suoi amici lasciando che tutte le aziende rubino al fisco falsificando i bilanci.Vista l'evasione che c'e' in Italia consiglierei al signor Berlusconi di racimolare un po' di soldi dagli evasori invece che aiutarli in cambio di fondi. Prima che sia troppo tardi.. in risposta ad altri tipo: Il sig De Benedetti, opulente magnate di un grande gruppo editoriale da sempre schierato politicamente, fa semplicemente quello che ha sempre fatto la sinistra, non solo quella Italiana, mi riferisco alle recenti richieste di nuovi balzelli su Internet della Gran Bretagna.... qualsiasi problema si affronta semplicemente imponendo nuove tasse, come se la tassazione esistente fosse troppo bassa o come se le tasse le pagassero tutti...Vista l'evasione record invece presente in Italia consiglierei al sig De Benedetti di salvare il suo gruppo, migliorandone l'imparzialità! Lungi da me dal difendere De Benedetti e la sinistra, vorrei sapere perche' quei post che dicono XXXXXXX sono ancora li' da venerdi' (http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2715059) mentre il mio che contiene solo FATTI viene continuamente cancellato? vi si e' solo rinXXXXXXXXto il cervello o proprio non si puo' scrivere contro berlusconi su sto XXXXX di forum
  • marcov scrive:
    OT - Partito pirata in Germania
    Ho visto che manca un articolo sui risultati del partito pirata alle legislative in germania (pare che abbia preso quasi il 2%, nessun seggio).Per i dirigenti locali è un buon risultato trattandosi di un partito nuovo, per me è un fiasco, dal momento che saranno assenti nel parlamento nazionale per i prossimi anni quando presumibilmente verranno prese decisioni su reti, copyright e proprietà intellettuale. Ritengo che il sucXXXXX del pp svedese sia stato episodico, favorito dal proXXXXX a pirate bay e dal fatto che le elezioni europee favoriscono le affermazioni estemporanee ( vi ricordate l8% della lista bonino? o la lista di Bernard Tapie?) raramente però questi successi hanno un seguito.
    • advange scrive:
      Re: OT - Partito pirata in Germania

      Ho visto che manca un articolo sui risultati del
      partito pirata alle legislative in germania (pare
      che abbia preso quasi il 2%, nessun seggio).
      Per i dirigenti locali è un buon risultato
      trattandosi di un partito nuovo, per me è un
      fiasco, dal momento che saranno assenti nel
      parlamento nazionale per i prossimi anni quando
      presumibilmente verranno prese decisioni su reti,
      copyright e proprietà intellettuale.Penso che l'affermazione di altre forze "alternative" possa aver tolto voti a questo partito. Però, sinceramente non ne capisco molto di politica tedesca: chiederò a chi di dovere.
      Ritengo che il sucXXXXX del pp svedese sia stato
      episodico, favorito dal proXXXXX a pirate bay e
      dal fatto che le elezioni europee favoriscono le
      affermazioni estemporanee ( vi ricordate l8%
      della lista bonino? o la lista di Bernard Tapie?)
      raramente però questi successi hanno un seguito.Il sucXXXXX della lista Bonino fu dovuto ad un'incessante campagna televisiva che fu allora promossa dai radicali che, non ricordo come, ebbero una pioggia di soldi da spendere; in pratica con una martellante campagna televisiva un partito minuscolo ottenne l'8%.In ogni caso fu tutto un episodio particolare ed unico dato che mai più nella storia italiana è sucXXXXX che un partito abbia tratto alcun giovamento dall'apparire in televisione; di fatto controllare le televisioni non porta ad alcun vantaggio pratico.
      • panda rossa scrive:
        Re: OT - Partito pirata in Germania
        - Scritto da: advange
        di fatto
        controllare le televisioni non porta ad alcun
        vantaggio
        pratico.(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Bellissima la barzelletta del lunedi! Da sganasciarsi fino alle lacrime!
      • Wintermute scrive:
        Re: OT - Partito pirata in Germania
        - Scritto da: advange
        In ogni caso fu tutto un episodio particolare ed
        unico dato che mai più nella storia italiana è
        sucXXXXX che un partito abbia tratto alcun
        giovamento dall'apparire in televisione; di fatto
        controllare le televisioni non porta ad alcun
        vantaggio pratico.Questa è la boiata del secolo.Se non serve a niente, come mai B. non ha mai voluto risolvere il conflitto di interessi?
        • Pippo Lacoca scrive:
          Re: OT - Partito pirata in Germania
          1 etto di ironia tagliato fine grazie!
          • ullala scrive:
            Re: OT - Partito pirata in Germania
            - Scritto da: Pippo Lacoca
            1 etto di ironia tagliato fine grazie!Ma quale "fine" scusa?a mePareva esplicita!
          • Wintermute scrive:
            Re: OT - Partito pirata in Germania
            - Scritto da: Pippo Lacoca
            1 etto di ironia tagliato fine grazie!Tu continua a XXXXXre!!!..va bene questa come ironia? :p(E se il post a cui ho risposto era ironico poteva pure mettere gli emoticon!)
        • advange scrive:
          Re: OT - Partito pirata in Germania

          Questa è la boiata del secolo.
          Se non serve a niente, come mai B. non ha mai
          voluto risolvere il conflitto di interessi?Chiedo venia, la prossima volta aggiungo le emoticons ;)
      • Sbarulik scrive:
        Re: OT - Partito pirata in Germania
        Io la votai. Comunque non fu solo grazie alla campagna televisiva, ma anche grazie agli opuscoletti che arrivarono a casa.Io non so perché, ma i radicali hanno sempre un sacco di soldi da spendere in pubblicità.E son sempre le stesse due persone a comandare da quando son nato.
        • advange scrive:
          Re: OT - Partito pirata in Germania

          Io la votai. Comunque non fu solo grazie alla
          campagna televisiva, ma anche grazie agli
          opuscoletti che arrivarono a casa.
          Io non so perché, ma i radicali hanno sempre un
          sacco di soldi da spendere in pubblicità.Boh, in verità non hanno mai avuto tanti soldi come allora; ho un vago ricordo del fatto che avevano avuto dei soldi derivanti da radio radicale, ma onestamente non ho approfondito; magari faccio un giro su google e verifico
          E son sempre le stesse due persone a comandare da quando son nato.Quando io ero piccolo non ricordo la Bonino; ma ricordo i vari Rutelli e Capezzone (in tempi molto più recenti); entrambi sono diventati teocon o quasi, anche se su schieramenti diversi. E pensare che su certi aspetti i radicali sono tra i più simili al partito pirata!
      • attonito scrive:
        Re: OT - Partito pirata in Germania

        Il sucXXXXX della lista Bonino fu dovuto ad
        un'incessante campagna televisiva che fu allora
        promossa dai radicali che, non ricordo come,
        ebbero una pioggia di soldi da spendere; inI soldi li fecero vendendo i "gioelli di famiglia" cioe' le frequenze di "Radio Radicale 2" che furono comprate da "Radio 24".
        • advange scrive:
          Re: OT - Partito pirata in Germania

          I soldi li fecero vendendo i "gioelli di
          famiglia" cioe' le frequenze di "Radio Radicale
          2" che furono comprate da "Radio 24".Ricordavo qualcosa del genere: grazie della info!
  • imb uteria scrive:
    net neutrality europea
    Act now! The future of EU Internet may be sealed tonight.http://www.laquadrature.net/fr/node/2356Mentre il neonato Partito Pirata prende alle elezioni tedesche circa il 2% dei voti, oggi è lultimo giorno utile per sensibilizzare i propri rappresentanti a Bruxelles chiamati in serata a decidere sulla Neutralita della rete.chiama un membro del comitato:http://www.laquadrature.net/wiki/Telecoms_Package-Conciliation_Committe-Parliament_Delegation#Political_Memory:_MEPs_ranking_by_scoreper l'italiaPatrizia TOIATel Bxl.: +32 2 28 45 127Tel Bxl.: +32 2 28 47 127Tel Str.: +33 3 88 175 127Tel Str.: +33 3 88 177 127Fax Bxl.: +32 2 28 49 127Fax Str.: +33 3 88 179 127patrizia.toia(à)europarl.europa.euGianni PITTELLATel Bxl.: +32 2 28 45 159Tel Bxl.: +32 2 28 47 159Tel Str.: +33 3 88 175 159Tel Str.: +33 3 88 177 159Fax Bxl.: +32 2 28 49 159Fax Str.: +33 3 88 179 159gianni.pittella(à)europarl.europa.euPaquet Télécom LawTracks est un outil vous permettant de consulter le texte des différentes versions des directives du « paquet télécom ». Vous pourrez ainsi suivre leurs évolutions au cours de la procédure législative et comparer les opinions des institutions de l'Union européenne (Commission européenne, Parlement européen, Conseil).Voir les outils logiciels utilisés pour générer ces pages.La Quadrature du Net a sélectionné les articles qui, à un quelconque stade de la procédure législative, ont comporté des dispositions préoccupantes à l'égard de la neutralité du réseau, de la riposte graduée, de la vie privée des utilisateurs, etc. Ce qui signifie que ces dangers n'apparaissent pas dans certaines versions, mais avec Paquet Télécom LawTracks, vous pouvez savoir quand et par qui elles ont été introduites. Lié à Mémoire politique − un autre outil libre de La Quadrature du Net − vous pouvez savoir si et comment votre eurodéputé est impliqué dans le paquet télécom et affiner ainsi vos échanges lorsque vous le contactez.Telecoms Package LawTracks is a tool that allows you to see the text of various versions of the directives of the "telecoms package". You can follow their changes during the legislative process and compare the position of European Union institutions (European Commission, European Parliament, Council).See softwares used to generate these pages.La Quadrature du Net has selected articles which have included, at any stage of the legislative process, some provisions raising concerns about Net Neutrality, three-strikes approach (graduated response), users' privacy, etc. This means that some versions are clear of these dangers, but with Telecoms Package LawTracks, you can find out when and by whom they were introduced. Linked with Political Memory − another free tool by La Quadrature du Net − you can know whether and how your Member of Parliament (MEP) is implied in Telecoms Package and refine your communications with her.http://www.laquadrature.net/wiki/Telecoms_Package
  • angros scrive:
    Ottima cosa!
    Il software proprietario è stato per anni blindato dietro licenze-capestro, che avvantaggiavano praticamente solo i rivenditori: ora, finalmente, lo stesso sistema delle licenze viene usato contro di loro... vediamo se lo trovano divertente!
    • panda rossa scrive:
      Re: Ottima cosa!
      - Scritto da: angros
      Il software proprietario è stato per anni
      blindato dietro licenze-capestro, che
      avvantaggiavano praticamente solo i rivenditori:
      ora, finalmente, lo stesso sistema delle licenze
      viene usato contro di loro... vediamo se lo
      trovano
      divertente!E ringraziamo quel tribunale con una corte intelligente, perche' ultimamente in Francia pare che si stia tornando molto piu' indietro dell'Ancient Regime... accadono cose che in confronto, il Re Sole era un magnanimo liberista paladino dei diritti.
    • ullala scrive:
      Re: Ottima cosa!
      - Scritto da: angros
      Il software proprietario è stato per anni
      blindato dietro licenze-capestro, che
      avvantaggiavano praticamente solo i rivenditori:
      ora, finalmente, lo stesso sistema delle licenze
      viene usato contro di loro... vediamo se lo
      trovano
      divertente!Che lo trovino divertente o no è poco rilevante!Quello che è rilevante è che debbano rispettare anche i nostri diritti di cui hanno fatto strame e si sono appropriate a ufo per anni!
    • anonimo pasticcere scrive:
      Re: Ottima cosa!
      - Scritto da: angros
      Il software proprietario è stato per anni
      blindato dietro licenze-capestro, che
      avvantaggiavano praticamente solo i rivenditori:
      ora, finalmente, lo stesso sistema delle licenze
      viene usato contro di loro... vediamo se lo
      trovano
      divertente!MAGARI avvantaggiassero i rivenditoriin reaaltà MS nella ula ti dice solo gli obblighi per il softwareper i problemi rivogiti al rivenditore o al costruttore dell'hardware ..i i problemi e i guai non causati dal software non sono sua responsabilità..la GPL è simile ...ma almeno se hai un problema e sei capace di risolverlo puoi mettere mano ai sorgenti ..o chiedere a qualcuno di risolverti il problema
      • anonimo pasticcere scrive:
        Re: Ottima cosa!
        pardon"i problemi e i guai causati dal software NON sono sua resposabilità"
      • angros scrive:
        Re: Ottima cosa!

        MAGARI avvantaggiassero i rivenditori
        in reaaltà In realtà non avvantaggiano nessuno, perchè alla fine il programma dipende da tanti "pezzi" con licenze diverse, e nessuno può più continuarne lo sviluppo, nè rilasciarlo gratis, perchè non si sa più a chi bisogna chiedere il permesso.
Chiudi i commenti