Google Play Store: più sicurezza per gli utenti

Google Play Store: più sicurezza per gli utenti

Google ha cambiato alcune norme del Play Store per migliorare l'esperienza d'uso e garantisce una maggiore sicurezza per gli utenti.
Google ha cambiato alcune norme del Play Store per migliorare l'esperienza d'uso e garantisce una maggiore sicurezza per gli utenti.

Google ha annunciato un aggiornamento delle regole che gli sviluppatori devono rispettare per pubblicare le app sul Play Store. Alcune novità riguardano l’esperienza d’uso, come quelle relative alla visualizzazione delle inserzioni pubblicitarie. Altre riguardano invece la sicurezza e la privacy, come quelle che regolano l’utilizzo dei servizi VPN. I singoli cambiamenti entreranno in vigore a partire da date differenti.

Usabilità, sicurezza e privacy

Le nuove norme vietano gli annunci che vengono mostrati a schermo intero in modo imprevisto durante un gioco o all’inizio del caricamento delle app e quelli che non possono essere chiusi dopo 15 secondi. Questi ultimi vengono spesso sfruttati da malintenzionati per guadagni fraudolenti. Le nuove regole per gli annunci entreranno in vigore il 30 settembre 2022.

La seconda novità dovrebbe garantire una maggiore sicurezza. A partire dal 31 agosto 2022 saranno vietate le app che ingannano gli utenti attraverso l’uso di icone, titoli e descrizioni appartenenti ad altri sviluppatori, aziende o persone giuridiche (furto d’identità). Vietate inoltre le app con informazioni che contraddicono la posizione delle autorità sanitarie (ad esempio quelle relative ai vaccini).

A partire dal 1 novembre 2022, tutte le app dovranno rispettare il FLAG_SECURE delle altre app, quindi non sarà consentito l’uso di trucchi per aggirare il divieto di effettuare screenshot. Google non permetterà inoltre di usare i servizi VPN di Android per raccogliere i dati personali degli utenti senza il loro consenso o manipolare il traffico a scopo di monetizzazione (ad esempio reindirizzare il traffico dagli annunci pubblicitari in un paese diverso da quello dell’utente).

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Fonte: Google
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 29 lug 2022
Link copiato negli appunti