Google Recorder ora ha un portale tutto suo con le registrazioni audio

Un'interfaccia desktop per l'app Google Recorder

L'applicazione Google Recorder ora ha un'interfaccia Web accessibile da browser attraverso la quale gestire le registrazioni audio acquisite.
L'applicazione Google Recorder ora ha un'interfaccia Web accessibile da browser attraverso la quale gestire le registrazioni audio acquisite.

Introdotta ormai quasi due anni fa insieme alla quarta generazione degli smartphone Pixel, l’applicazione Google Recorder rimane ad oggi un’esclusiva della linea di telefoni Made in Mountain View. A un primo rapido sguardo può sembrare un registratore vocale come tanti altri, ma in realtà cela molto di più. L’elenco delle sue caratteristiche si amplia oggi con il lancio di un portale dedicato.

Google Recorder ora ha un sito accessibile da desktop

Raggiungibile da qualsiasi browser all’indirizzo recorder.google.com permetterà di accedere all’archivio completo dei file audio acquisiti con la possibilità di contare su un motore di ricerca interno per trovare quelli desiderati e alcune caratteristiche per la condivisione. Utilizzare il futuro è d’obbligo perché al momento i file ancora non compaiono (lo screenshot qui sotto è tratto dall’applicazione mobile).

Google Recorder, le registrazioni audio acquisite

A rendere particolarmente utile Google Recorder per chi ha quotidianamente a che fare con le registrazioni audio è la tecnologia integrata per la trascrizione che di fatto converte in testo le interviste, le riunioni o le lezioni. Al momento purtroppo l’unica lingua supportata è l’inglese, ma come si legge in un messaggio mostrato dall’app presto ne arriveranno altre.

Nel corso del tempo ha ricevuto diversi aggiornamenti con l’inclusione di nuove funzionalità che vanno dall’integrazione con Google Drive a quella con l’Assistente Google, fino alla piena compatibilità con i microfoni esterni.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti