Google: restrizioni in Olanda per la sicurezza dei dati

Google: restrizioni in Olanda per la sicurezza dei dati

Il governo olandese ha fatto sapere di voler limitare l'uso di Chrome e ChromeOS per il modo in cui Google gestire i dati degli studenti.
Il governo olandese ha fatto sapere di voler limitare l'uso di Chrome e ChromeOS per il modo in cui Google gestire i dati degli studenti.

Quando si parla di Google, le preoccupazioni relative alla privacy non sono affatto una novità, sebbene l’azienda si impegni costantemente per migliorare il più possibile su questo fronte. Con frequenza più o meno regolare, infatti, il colosso di Mountain View si ritrova a dover affrontare controlli in vari paesi riguardo le pratiche adottate per la raccolta di informazioni e pubblicità. A questo proposito, negli ultimi giorni il governo olandese ha deciso di limitare l’uso di Chrome e ChromeOS nelle scuole a causa di problematiche legate alla privacy dei dati.

Google: limitazioni d’uso nelle scuole olandesi

Andando più in dettaglio, il Ministero dell’Istruzione olandese ha applicato restrizioni nelle scuole sino ad agosto 2023 relativamente all’uso dei prodotti Google di cui sopra. La mossa è stata intrapresa in primo luogo per la preoccupazione che desta la quantità di dati degli studenti che vengono raccolti e condivisi con i partner pubblicitari di Google, ma anche per la mancanza di trasparenza in merito al dove vengono archiviate queste informazioni.

Al riguardo, big G ha dichiarato che provvedrà a implementare nuove versioni di Chrome e ChromeOS entro il prossimo anno, promettendo che saranno maggiormente conformi ai requisiti del settore educativo olandese. Prima della loro effettiva implementazione, le autorità olandesi provvederanno però ad esaminare queste nuove versioni, in maniera tale da determinare se sono effettivamente valide oppure no.

Da notare che sino ad agosto del 2023 le scuole possono ancora usare le versioni esistenti di Chrome e ChromeOS, ma è necessario che vengano applicate le misure di sicurezza e privacy raccomandate.

Da tenere presente che per preservare i propri dati in Rete torna particolarmente comodo anche l’uso di un servizio di VPN, come nel caso di NordVPN.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 25 lug 2022
Link copiato negli appunti