Google, social search senza Twitter

Il colosso di Mountain View annuncia la sospensione del servizio di ricerca "in tempo reale" per sopraggiunta conclusione dell'accordo con il sito di microblogging. In futuro useremo Google+, promettono dal Googleplex

Roma – Google Realtime , la funzionalità di ricerca di Mountain View pensata per scavare negli aggiornamenti di stato di Twitter, Facebook e altri social network, è attualmente irraggiungibile : il colosso del search spiega di essere stato costretto a disabilitare il servizio per la naturale conclusione del contratto di accesso ai contenuti presenti su Twitter.

“Sin dall’ottobre del 2009 – spiega infatti Google – avevamo un accordo con Twitter per includere i loro aggiornamenti nei nostri risultati di ricerca attraverso un feed speciale, e quest’accordo è scaduto il 2 luglio”. Scaduta l’intesa con Twitter, Google ha deciso di mettere temporaneamente in stallo l’intero servizio di ricerca in tempo reale sui social network.

Ma anche se “non avremo più accesso a questo feed speciale di Twitter”, continua Mountain View, “le informazioni su Twitter pubblicamente accessibili dai nostri crawler saranno ancora disponibili per le ricerche su Google”.

E il servizio di ricerca sociale in tempo reale prima o poi ritornerà, promette la Grande G, anche se Twitter e Facebook lasceranno probabilmente il posto agli update degli utenti del neonato social network Google+ . Per quanto riguarda la ricerca “esclusiva” su Twitter, il servizio di microblogging continua a rendere disponibili gli update dei propri utenti ai motori concorrenti di Google – Bing e Yahoo!.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Nicola bomtempi scrive:
    domanda...
    Scusate la domanda,ma sapete mica se tin.it/virgilio conserva ancora nei suoi database le email e nickname con i quali ci si accedeva nel 2000?o è andato tutto perduto?
  • an0nim0 scrive:
    Un po' di autocritica su C6, suvvia ...
    Capisco i bei ricordi di un product manager (o ruolo affine) che ha lavorato su un progetto importante, capisco meno perche' nacque C6. Quando nacque mi dissi subito che sarebbe durato poco, e' durato fin troppo. Un clone "nazionalizzato" di un ottimo prodotto internazionale quale ICQ, con in piu' "l'aggravante" di essere promosso da un soggetto, sempre visto con diffidenza, come "Telecom Italia" che negli anni ha collezionato insucXXXXX dopo insucXXXXX. Non si tratta di avere la vista lunga, ma di avere solo la vista per sapere che, tipico di tante aziende stile Telecom Italia, "lanciamolo, vediamo come va, se fattura troppo poco lo chiudiamo".Il punto e' che allora furono proprio i Product Manager a rovinare il progetto che NON si distinse dalla concorrenza e sfrutto' solo il bacino di utOnti che scaricavano C6 perche' sponsorizzato dal loro ISP (scaricavano qualunque cosa gli si proponesse: ricordate le sessioni di assistenza per ripulire il pc di amici e parenti da programmi inutili e virus?): perche' non fu pensato ad un progetto open source, perche' non si penso' di portarlo anche su mobile, perche' non si penso' ad una variante internazionale, a un sistema di cifratura/anonimato, a un po' di originalita', ad aggiungere almeno una (e dico una) funzione innovativa? Quello che fu fatto e' sfruttare il bacino utOnti (che in quel periodo storico per un ISP come Telecom Italia era praticamente certo e garantito) e rifilargli un prodotto incapace di brillare di vita sua.Certo, e' facile criticare col senno di poi, pero' un po' di autocritica su questo progetto l'avrei letta volentieri ...P.s.: scritto da un project manager frustrato che ogni volta che propone ad un suo product manager un pizzico di originalita' ed innovazione ha l'impressione di parlare ad una carpa morta ...
    • Giggetto scrive:
      Re: Un po' di autocritica su C6, suvvia ...
      hai perfettamente ragione.nel 1998 usavo già icq, e per fortuna direi.che senso aveva già allora, "infognarsi" con un messenger praticamente per i soli utenti telecom?
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    Lo SMAU??????
    Ma vogliamo mettere col Futurshow? Quello vero, quello di Bologna, non quella roba che fecero poi a Milano che non aveva più nulla del Futurshow originale.
  • migbox scrive:
    ciò che nessuno qui ha compreso di C6...
    Era il 1998, usavo già ICQ ma non IRC, a pelle non mi è mai piaciuta.Avevo provato la chat pubblica di eShare, adottata da diversi provider anche italiani.La novità di C6 era il tutto, non solo l'aspetto tecnico.. era il mondo di Atlantide, supportato da un sito sempre ricco di iniziative della community e poco di pubblicità.Era la chat pubblica e privata con un client veloce, non webA quei tempi di connettevo a 56kbps, la chat web era una pena..L'idea dei semafori, le faccine, l'animazione delle room..E' stato un momento magico.. sono stato animatore in quei primi anni, ho provato a creare una room poi divenuta di sistema (Luci e Nebbie, pochi sanno che era il titolo di un romanzo di Sturgeon) nella quale possiamo dire di aver anticipato programmi oggi in TV (es. Voyager), con tanto di sito di appoggio e materiale di riferimento per la discussione..Non è stata solo una chat.. ce ne sono tante, con Miranda uso tutte quelle che mi occorrono, ma C6 è stato un mondo, che fin dall'avvento di Telecom/Virgilio in sostituzione di I-Side, aveva iniziato un lento declino
    • krane scrive:
      Re: ciò che nessuno qui ha compreso di C6...
      - Scritto da: migbox
      Era il 1998, usavo già ICQ ma non IRC, a pelle
      non mi è mai piaciuta.Bhe, lamer :) che altro dire...
      Avevo provato la chat pubblica di eShare,
      adottata da diversi provider anche
      italiani.

      La novità di C6 era il tutto, non solo l'aspetto
      tecnico.. era il mondo di Atlantide, supportato
      da un sito sempre ricco di iniziative della
      community e poco di
      pubblicità.
      Era la chat pubblica e privata con un client
      veloce, non
      web
      A quei tempi di connettevo a 56kbps, la chat web
      era una
      pena..

      L'idea dei semafori, le faccine, l'animazione
      delle
      room..

      E' stato un momento magico.. sono stato animatore
      in quei primi anni, ho provato a creare una room
      poi divenuta di sistema (Luci e Nebbie, pochi
      sanno che era il titolo di un romanzo di
      Sturgeon) nella quale possiamo dire di aver
      anticipato programmi oggi in TV (es. Voyager),
      con tanto di sito di appoggio e materiale di
      riferimento per la
      discussione..

      Non è stata solo una chat.. ce ne sono tante, con
      Miranda uso tutte quelle che mi occorrono, ma C6
      è stato un mondo, che fin dall'avvento di
      Telecom/Virgilio in sostituzione di I-Side, aveva
      iniziato un lento
      declino
      • migbox scrive:
        Re: ciò che nessuno qui ha compreso di C6...
        - Scritto da: krane
        - Scritto da: migbox

        Era il 1998, usavo già ICQ ma non IRC, a
        pelle

        non mi è mai piaciuta.

        Bhe, lamer :) che altro dire...
        Ma che giudizi spari?In primo, impara a quotare.. IRC non mi è mai piaciuta, e allora?Uso internet da quando era solo testo, in azienda usavamo Charlotte sotto 3270....e prima usavo FidoNet.. ma perché per forza mi dovrebbe piacere IRC?Invece mi era piaciuto il progetto di Atlantide.. non era solo una chat, ma un mondo, con gente che lo muoveva e lo teneva vivo..Non rimpiango il tool, ma lo spirito di tutti coloro che lo hanno reso un mondo!
  • non abbia contenuto scrive:
    C6?
    Ma per favore. (rotfl)(rotfl)
  • AMEN scrive:
    Fortuna che...
    "sono a fare un colloquio come "community manager", cioè il mio primo lavoro importante preso perché "so che chatti molto", "sì, lo so che non capisci niente di computer" e "qualcosa ti inventerai"Fortuna per noi che non ha fatto il medico o l'architetto....O anche l'informatico, tanto per dire...
    • Quotator Maximus scrive:
      Re: Fortuna che...
      - Scritto da: AMEN
      "sono a fare un colloquio come
      "community manager", cioè il mio
      primo lavoro importante preso perché
      "so che chatti molto", "sì,
      lo so che non capisci niente di computer" e
      "qualcosa ti
      inventerai"

      Fortuna per noi che non ha fatto il medico o
      l'architetto....
      O anche l'informatico, tanto per dire...QUOTO.
  • TADsince1995 scrive:
    Tutti copiarono da ICQ, non solo c6
    Anche io provai C6 all'epoca, c'era anche un porting per linux, ma non mi ha mai attratto più di tanto, anche perché all'epoca usavo ben altro.Vorrei infatti ricordare che il PRIMO programma in assoluto di instant messaging su internet, quello che ha inventato il concetto stesso di messaggistica istantanea, è stato un prodotto israeliano che si chiama ICQ e che già nel 1997 (anno in cui iniziai a usarlo) permetteva i messaggi fuori linea, una feature spettacolare che, giusto per fare un esempio, MSN messenger non aveva all'epoca del suo lancio e ha avuto tanti anni dopo.
    • Picchiatell o scrive:
      Re: Tutti copiarono da ICQ, non solo c6
      - Scritto da: TADsince1995
      Anche io provai C6 all'epoca, c'era anche un
      porting per linux, ma non mi ha mai attratto
      più di tanto, anche perché all'epoca
      usavo ben
      altro.

      Vorrei infatti ricordare che il PRIMO programma
      in assoluto di instant messaging su internet,
      quello che ha inventato il concetto stesso di
      messaggistica istantanea, è stato un
      prodotto israeliano che si chiama ICQ e che
      già nel 1997 (anno in cui iniziai a usarlo)
      permetteva i messaggi fuori linea, una feature
      spettacolare che, giusto per fare un esempio, MSN
      messenger non aveva all'epoca del suo lancio e ha
      avuto tanti anni
      dopo. 98-01 i due tre anni della bolla speculativa dell'IT ?
    • Sgabbio scrive:
      Re: Tutti copiarono da ICQ, non solo c6
      Msn aka Windowa live messenger, era solo una roba piena di lamerate, adesso è ancora peggio.Se non fosse per gli amici lontani che lo usano, l'avrei defenestrato da tempo, per via degli orrori che vedi giornalmente.ICQ si è ridimensionato purtroppo, un vero peccato, quanti lo usano ancora ?
      • opsops scrive:
        Re: Tutti copiarono da ICQ, non solo c6
        mah c6 era la serie C dei programmi di messaging: come editare file pesanti con notepad, saltato a pie' pari da parecchia genteicq era ottimo con tutte le sue pecche ma non lo uso piu' da anni, lo usavo con i soft di messaggistica multipli (comodissimi) ma poi l'ho tolto perche' arrivava piu' spam da li (icq# a 5 cifre..) che via emailora solo skype e messenger, qualcuno con yahoo altri con un altro che non ricordoquindi uso empathy e via, solo skype non e' coperto ed elimino il bisonte del client messenger
        • opsops scrive:
          Re: Tutti copiarono da ICQ, non solo c6
          l'idea dell'uin di icq era forse la piu' semplice da pensare ma probabilmente la piu' efficace ed univocapratico da dare e volendo lo si trovava pure con l'email
      • non abbia contenuto scrive:
        Re: Tutti copiarono da ICQ, non solo c6
        - Scritto da: Sgabbio
        Msn aka Windowa live messenger, era solo una roba
        piena di lamerate, adesso è ancora
        peggio.

        Se non fosse per gli amici lontani che lo usano,
        l'avrei defenestrato da tempo, per via degli
        orrori che vedi
        giornalmente.

        ICQ si è ridimensionato purtroppo, un vero
        peccato, quanti lo usano ancora
        ?ICQ si è autodistrutto ed è tutta colpa loro. Era un ottimo programma (anche se basato su un protocollo molto insicuro)... fino al 1998 o 1999. Ma le hai viste le ultime versioni? INGUARDABILI. Piene di XXXXXXXte, ingombranti, pesanti, ignobili.
  • Guido Lavespa scrive:
    In Italia copiano ICQ...
    ...e lo chiamano innovazione!
  • warpe scrive:
    Mi ha letteralmente cambiato la vita
    Leggendo questo articolo non ho potuto fare a meno di pensare a come C6 e quindi in qualche modo anche de Baggis abbiano avuto un ruolo cruciale nella mia vita.Tramite c6, il c6 degli inizi (98/99), ho incontrato la mia prima ragazza (avevo 16 anni), che viveva a 1300 km da me. Non voglio tediarvi con i dettagli, ma chi sono oggi, il luogo in cui vivo, e la mia formazione, dipendono strettamente da quell'incontro, ergo da quello strumento e da chi ha lavorato su di esso.Grazie.
    • Giggi scrive:
      Re: Mi ha letteralmente cambiato la vita
      no, dai, racconta racconta. un bel spaccato di vita su :-)
      • nonci boy scrive:
        Re: Mi ha letteralmente cambiato la vita
        - Scritto da: Giggi
        no, dai, racconta racconta. un bel spaccato di
        vita su
        :-)http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Ma_anche_no
  • il conte di montecrist o scrive:
    voi siete dei lamer e non ricordate.
    ma ben prima di C6 c'era POWOWil vero capostipite.studiate capre.
    • Steve scrive:
      Re: voi siete dei lamer e non ricordate.
      C6...Le mie prime chattate. Le mie prime esperienze. Quante ragazze ho conosciuto. Spesso dietro un nick femminile c'erano uomini ma io sono riuscito a conoscere almeno una ventina di ragazze su C6 per poi incontrarle nella vita reale. Bei tempi, ero giovanissimo.Che dire...grazie C6! Grazie per avermi aperto un mondo!
      • jjletho scrive:
        Re: voi siete dei lamer e non ricordate.
        solo un mondo?
        • Steve scrive:
          Re: voi siete dei lamer e non ricordate.
          - Scritto da: jjletho
          solo un mondo?Cioè?Vabbè il mio è solo un modo di dire.Ero giovane, su internet c'era poco e niente. Nemmeno sapevo cosa erano le chat. Le ho scoperte grazie a C6. Poi sono passato anche a Talk Talk.Smisi di usarlo nel 2000. Nel 2006 per puro caso l'ho reinstallato (e mi sono pure ricordato il nick che usavo con tanto di password). C'erano ancora tutti i contatti delle persone che conoscevo. Solo 2-3 erano online ed è stato emozionante contattarli e parlarci dopo tanti anni. E' stato come tornare indietro di "10 anni".
      • esprit scrive:
        Re: voi siete dei lamer e non ricordate.

        Le mie prime chattate. Le mie prime esperienze.
        Quante ragazze ho conosciuto. Spesso dietro un
        nick femminile c'erano uomini ma io sono riuscito
        a conoscere almeno una ventina di ragazze su C6
        per poi incontrarle nella vita reale. Bei tempi,
        ero
        giovanissimo.Forse erano le sorelle minori delle famose ragazze del Samantha Network di Videotel :)Quanti ricordi (belli) !
        • Drummer scrive:
          Re: voi siete dei lamer e non ricordate.
          Andando a cercare in rete qualche informazione per rinfrescarmi la memoria sul network Samantha, ho trovato questa vecchia notizia :http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1991/07/13/pirati-del-videotel-inventavano-clienti.htmlLa definizione di hackers, il nome del sostituto procuratore, l'inadeguatezza delle leggi, i ragazzini pestiferi (per i media), la gente che broccola davanti a uno schermo: sembra proprio che in vent'anni in Italia non sia cambiato nulla!
    • Internetcrazia scrive:
      Re: voi siete dei lamer e non ricordate.
      POWOW...che mi hai fatto ricordare!!! hihihi- Scritto da: il conte di montecrist o
      ma ben prima di C6 c'era POWOW

      il vero capostipite.

      studiate capre.
  • Guybrush scrive:
    Vignetta
    La vignetta CFu è bellissima.Complimenti!
  • dont feed the troll/dovella scrive:
    Lacrimoni
    Non lo usavo da ere e credevo fosse chiuso...ma...mi ricordo che ho conosciuto una marea di z....le, praticamente la mia visione sull'umanità ne è uscita trasformata...
  • mr_caos scrive:
    mafe de baggis
    Uguale, garanzia di noia assoluta.Avete notato che non fa altro che elogiare se stessa, ogni volta?Ci propina un articoletto del tutto privo di contenuto. Un po' di autobiografia. Poi magnifica la sua professione e il suo entourage, e il gioco è fatto.Come dicevo, che noia!
    • Elendil scrive:
      Re: mafe de baggis
      Beh, allora chi te lo fa fare di leggerla? I suoi articoli sono ben segnalati: se non ti interessano gira da un'altra parte.Io la leggo volentieri.
      • mr_caos scrive:
        Re: mafe de baggis
        Li leggo con lo stesso spirito con cui leggo i post di ruppolo. In parte per divertirmi, in parte per vedere se un giorno si ravvederà.Tu leggi esclusivamente da fonti che sai già essere d'accordo con te?
    • MR X scrive:
      Re: mafe de baggis
      BEH AD ESSERE ONESTI CI SARANNO TIPO 2 AUTORI SU PI CHE VALE LA PENA LEGGERE, IL RESTO SON SCARPONI... :COOL:
    • Cavallo Pazzo scrive:
      Re: mafe de baggis
      Si e dimostra che pur non sapendo nulla di informatica ha ricevuto un lavoro come manager, per il solo fatto di essere una gran chattatrice... lavoro a cui ha dato retta solo dopo aver ricevuto l'ottavo messaggio sul telefono (era impegnata a vedere dei film noiosi... evidentemente a quei tempi di chattanti non ve n'erano, oggigiorno gli stessi requisiti li possiede una undicenne). Questa è la gente che scrive articoli su PI...
  • ovvero scrive:
    inventarsi il lavoro
    inventare e' la parola giusta, perche' tutti i cosiddetti atlantis, cioe' i moderatori, erano piu' o meno degli incapaci. Ma non solo loro, i manager anche che comprarono c6 per 300 milioni di vecchie lire. Un programmino in vb5 neanche testato.
    • Picchiatell o scrive:
      Re: inventarsi il lavoro
      - Scritto da: ovvero
      inventare e' la parola giusta, perche' tutti i
      cosiddetti atlantis, cioe' i moderatori, erano
      piu' o meno degli incapaci. Ma non solo loro, i
      manager anche che comprarono c6 per 300 milioni
      di vecchie lire. Un programmino in vb5 neanche
      testato.quanti soldi spesi alla ..... per dei lavori a co.co.pro....ma questo e' stato ed e' il nostro paese...
    • Andrea scrive:
      Re: inventarsi il lavoro
      io invece ho passato bei momenti...mi sono divertito fino a quando ho potuto...poi mi sono dedicato ad altro...Comunque per inciso gli Atlantis erano più o meno utenti "normali".Non abbiamo mai seguito un "corso" specifico o tanto meno percepito 1 per quello che facevamo (infatti era uno svago non un lavoro).Sulla faccenda del management...hanno sicuramente sbagliato nella gestione dello Staff...
  • iupiter scrive:
    speriamo li facciano fuori tutti
    speriamo le facciano fuori tutte le chat...luogo di raccolta di cerebrolesi ki piu' ki meno.ci 6 o ci fai non cambia la storia.La balla del popolo della rete della community..tutte balle qui c e' solo gente che pensa a scoparsi la prima che conosce o a stare nell' illegalita'...le comunita' sono fuori non nel web...che e' diventato un XXXXXio...era bello all inizio 96-98ma troppi accessi liberi liberano troppi cessi. Cioe' VOI!Meglio il singolo individuo degli accattoni un gruppo...basta leggere i commenti qui su youtube su fessbook che XXXXX di gente c e' nella rete ed e' sempre piu' in aumento non c e' piu' rispetto per nulla e nessuno qui solo perke' siete dietro a un pc...poi nella vita di tutti i giorni vi cagate sempre sotto e rimanete dei nessuno.
    • Gusberto Gusberti scrive:
      Re: speriamo li facciano fuori tutti
      - Scritto da: iupiter
      speriamo le facciano fuori tutte le chat...luogo
      di raccolta di cerebrolesi ki piu' ki
      meno.

      ci 6 o ci fai non cambia la storia.

      La balla del popolo della rete della
      community..tutte balle qui c e' solo gente che
      pensa a scoparsi la prima che conosce o a stare
      nell' illegalita'...le comunita' sono fuori non
      nel web...che e' diventato un XXXXXio...era bello
      all inizio
      96-98

      ma troppi accessi liberi liberano troppi cessi.
      Cioe'
      VOI!

      Meglio il singolo individuo degli accattoni un
      gruppo...basta leggere i commenti qui su youtube
      su fessbook che XXXXX di gente c e' nella rete ed
      e' sempre piu' in aumento non c e' piu' rispetto
      per nulla e nessuno qui solo perke' siete dietro
      a un pc...poi nella vita di tutti i giorni vi
      cagate sempre sotto e rimanete dei
      nessuno.Così parlo Balaustra.
    • Ozymandias scrive:
      Re: speriamo li facciano fuori tutti
      - Scritto da: iupiter
      su fessbook che XXXXX di gente c e' nella reteHai ragione. E se te ne vai a rompere le palle da un'altra parte ne avremo una di meno.
    • attonito scrive:
      Re: speriamo li facciano fuori tutti
      - Scritto da: iupiter
      speriamo le facciano fuori tutte le chat...luogo
      di raccolta di cerebrolesi ki piu' ki
      meno.

      ci 6 o ci fai non cambia la storia.

      La balla del popolo della rete della
      community..tutte balle qui c e' solo gente che
      pensa a scoparsi la prima che conoscei primi dagherrotipi raffiguravano ragazze nude: il sesso e' sempre stato veicolato in tutti i modi possibili ed immaginabili, appena si crea un nuovo canale... Zac! viene subito usato.
      o a stare
      nell' illegalita'...oibo!
      le comunita' sono fuori non
      nel web...che e' diventato un XXXXXio...era bello
      all inizio 96-98Evita di frequesntare charoom di XXXXXXXtti e usa solo spazi alla tua altezza: e' cosi difficile?
      ma troppi accessi liberi liberano troppi cessi.questa e' carina, me la segno.
      Cioe' VOI!mmmm.... attento a stare troppo in alto sulla montagna, rischi di cadere, morire di fame, congelato, non essere piu capace a scendere, etc. La montagna non perdona, sai?
      Meglio il singolo individuo degli accattoni un
      gruppo...Sottoscrivo
      basta leggere i commenti qui su youtube
      su fessbook che XXXXX di gente c e' nella rete ed
      e' sempre piu' in aumento non c e' piu' rispetto
      per nulla e nessuno qui solo perke' siete dietro
      a un pc...poi nella vita di tutti i giorni vi
      cagate sempre sotto e rimanete dei
      nessuno.La Rete e' lo specchio della societa': se su fessbuck ci sono un "sakko di bimbiminkia che skrivono kon le kappa" ( a proposito, le usi pure tu, vedo?) significa che quei bimbiXXXXXXX SONO nella societa'...Che poi fessbuck ne sua un collettore potente e' vero, ma basta NON registrarcisi.
  • cognome scrive:
    ITAPAC
    Nessun cenno a Itapac, che fu la vera svolta e che mise all'angolo il videotel. Velocità 2400 Baud, directory per scaricare files gratuitamente 24 ore su 24.Per chi aveva una partita IVA, veniva dato acXXXXX a un numero verde (gratuito) per poter chiamare e stare "attaccati" sempre.E poi la gran varietà di chat, a pagamento e non.Poi arrivo C6 ma oramai Internet cominciava a espandersi sempre piu.Cosi venne decretata la fine di ItaPac, Fidonet e le BBS.C6 sinceramente era un maldestro tentativo di recuperare quelche utenza da Itapac e il Videotel, quest'ultimo gia morto e sepolto proprio per Itapac.Facciamo informazione a 360 gradi, non raccontiamo solo le "menatine".Quel frammento di storia è ben piu ricco di succosi dettagli.
    • Sgabbio scrive:
      Re: ITAPAC
      Fidonet e le BBS siano morte per ben alri motivi, per mano di un noto crackdown del 1994.
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: ITAPAC
      - Scritto da: cognome
      Nessun cenno a Itapac, che fu la vera svolta e
      che mise all'angolo il videotel. Velocità 2400
      Baud, directory per scaricare files gratuitamente
      24 ore su 24.Se è per questo c'era anche la mitica LASERNET 800. Ma dubito che molti se la ricordino.
  • andrea scrive:
    prima ancora..
    Prima ancora c'era il mitico Fidonet.
    • bubba scrive:
      Re: prima ancora..
      - Scritto da: andrea
      Prima ancora c'era il mitico Fidonet.beh vabbe. Ma non confondiamo le pere con i cavalli.
  • Ottav(i)o Nano scrive:
    C6? No. C Faccio.
    Forse non sarà un ricordo elegiaco ma personalmente, nella mia ormai quasitrentennale carriera, in Telecom ho incontrato i peggiori soggetti dell'orbe terracqueo informatico, dal supervisore dei DBA che sniffava (e non era Fanta) al responsabile di CED che si vendeva i server (anni dopo lo hanno messo al gabbio ma per false fatturazioni, evidentemente aveva fatto carriera).Non dico che non ci fosse gente valida. Magari quando arrivavo io prendeva ferie. O magari stava tutta in C6.
  • Masso scrive:
    La prospettiva dei ricordi...
    L'articolo è un amarcord scritto bene..ma bisognerebbe che accanto ai ricordi di chi ha vissuto da lavoratore-fornitore del servizio...vi fossero anche quelli degli utentiPer loro C6...il client di chat all'italiana..è solo un ricordo imbarazzante che appartiene all'era paleozoica della reteFin dalla sua prima versione..per gli addetti ai lavori...era un frankenstein di programmazione...2-3 mb di installazione (in un epoca in cui dai portali di shareware...raramente si superavano i 500-600kb)..una vagonata di librerie ocx e dll che invasivamente andavano ad appesantire il carico del sistema operativo fin dall'avvio, una sessione separata di internet explorer (altri 20mb di ram in un'epoca in cui la dotazione dei computer era di 32-64mb) andava a gestire i banner pubblicitari; e che dire poi del modo in cui come un parassita..usava Netmeeting (in maniera completamente mascherata all'uten te finale) per stabilire una videochiamata?Diciamocelo spassionatamente.Era uno schifo di programma...che venne poi venduto anche a tutti i grandi portali ribrandizzato... (nessuno ricorda TalkTalk, LiberiTutti, Kataweb, CSQ-CiSeiQui)Questo per lo strumento.Poi c'era il vettore..ovvero il servizio di chat..con tutte le sue stanze...che in un secondo tempo..per stare al passo con i portali sociali venne mescolato in un crossover client di chat-profili-pagine in rete sul modello del live messenger.Ecco quel servizio..faceva acqua fin dagli albori.Fino al 2002 (anno in cui decisi di smettere di usarlo)..non ci fu mai..nessuna protezione agli iscritti contro lo spamming.Solo nel 2000 applicarono una blacklist nella creazione dei nick.Qualsiasi povero utente disgraziato...poteva iscriversi...e nel giro di 5-10 minuti..essere subbissato non solo di messaggi..ma di link a pagine internet..che lo riempivano di backdoors.Se questa è l'italianità di cui andare orgogliosi...cercate di preservarla infiocchettandola come avete fatto con questo articolo...ma secondo me C6 è un prodotto di cui vergognarsi sotto ogni punto di vistaTecnicamente non è mai stato migliorato in tutto il suo ciclo di vita..uguale a se stesso e ai suoi difetti..salvo poi essere raddrizzato con la stampella del portale di atlantide....
    • nervous scrive:
      Re: La prospettiva dei ricordi...
      Auaua è vero! Fino alla versione 6.x usava NetMeeting!! Vergognoso.
    • Billo scrive:
      Re: La prospettiva dei ricordi...
      - Scritto da: Masso
      Per loro C6...il client di chat all'italiana..è
      solo un ricordo imbarazzante che appartiene
      all'era paleozoica della
      rete
      Fin dalla sua prima versione..per gli addetti ai
      lavori...era un frankenstein di
      programmazione...[cut
      Questo per lo strumento.Poi c'era il
      vettore..ovvero il servizio di chat..con tutte le
      sue stanze...che in un secondo tempo..per stare
      al passo con i portali sociali venne mescolato in
      un crossover client di chat-profili-pagine in
      rete sul modello del live
      messenger.[cut]
      Se questa è l'italianità di cui andare
      orgogliosi...cercate di preservarla
      infiocchettandola come avete fatto con questo
      articolo...ma secondo me C6 è un prodotto di cui
      vergognarsi sotto ogni punto di
      vista
      Tecnicamente non è mai stato migliorato in tutto
      il suo ciclo di vita..uguale a se stesso e ai
      suoi difetti..salvo poi essere raddrizzato con la
      stampella del portale di
      atlantide....Anch'io smisi di usarlo nel 2002, non sono mai riuscito a chiacchierare veramente con una donna/ragazza su C6. La sua più grave colpa è quella di aver dato acXXXXX a qualunque cretina si trovasse di fronte ad un computer, alcune.. lo installavano senza neanche sapere che cosa stavano installando restando sorprese quando qualcuno cercava di contattarle, poi c'erano quelle online 24 su 24 che non sapevano che per non essere disturbate bastava chiudere il programma o evitare che si avviasse automaticamente. C'erano poi quelle che chattavano con 10 persone contemporaneamente, convinte che dall'altra parte uno non se ne accorgesse e naturalmente c'erano le immancabili sociopatiche completamente refrattarie alla sola parola "sesso" :D
      • Joe Tornado scrive:
        Re: La prospettiva dei ricordi...
        Io mi sono iscritto, ma ho effettuato pochissimi accessi. Mi sembrava un gran XXXXXXXio, di nome e di fatto.All'epoca ero un utente abbastanza assiduo di IRC.
      • sentinel scrive:
        Re: La prospettiva dei ricordi...
        - Scritto da: Billo[CUT]

        Anch'io smisi di usarlo nel 2002, non sono mai
        riuscito a chiacchierare veramente con una
        donna/ragazza su C6. La sua più grave colpa è
        quella di aver dato acXXXXX a qualunque cretina
        si trovasse di fronte ad un computer, alcune.. lo
        installavano senza neanche sapere che cosa
        stavano installando restando sorprese quando
        qualcuno cercava di contattarle, poi c'erano
        quelle online 24 su 24 che non sapevano che per
        non essere disturbate bastava chiudere il
        programma o evitare che si avviasse
        automaticamente. C'erano poi quelle che
        chattavano con 10 persone contemporaneamente,
        convinte che dall'altra parte uno non se ne
        accorgesse e naturalmente c'erano le immancabili
        sociopatiche completamente refrattarie alla sola
        parola "sesso"
        :DEhm... Siamo nel 2011 e non è cambiato niente... SuInternet trovi solo ragazze con gravissimi problemipsicologici.
    • deactive scrive:
      Re: La prospettiva dei ricordi...
      e' vero, ma la community era davvero agguerrita. Tanta gente ha pucciato alla grande grazie a c6 e per tanti questo basta e avanza.
    • ephestione scrive:
      Re: La prospettiva dei ricordi...
      Per me la salvezza di C6 è stato l'apposito plugin per miranda rilasciato da r3vindt, un port di openc6 per linux, che da parecchio ormai ho disattivato. Io avevo persino rilasciato l'addon degli smiley originali completi di C6 sempre per Miranda.Non dover usare il patetico client mi rifece scoprire C6 come strumento di cuccagna :D E fu così in realtà che rimediai diverse uscite, e qualche "conclusione"; bastava avere un bel profilo e semplicemente rimanere collegati, la ragazza di turno poi ti cercava iniziando la chiacchierata, e sapevi già che era "ricettiva" siccome ti aveva chiamato lei.Ah, bei tempi, poi si diventa "adulti" :P
    • bubba scrive:
      Re: La prospettiva dei ricordi...
      - Scritto da: Masso
      L'articolo è un amarcord scritto bene..ma
      bisognerebbe che accanto ai ricordi di chi ha
      vissuto da lavoratore-fornitore del
      servizio...
      vi fossero anche quelli degli utenti
      Per loro C6...il client di chat all'italiana..è
      solo un ricordo imbarazzante che appartiene
      all'era paleozoica della
      rete(...)Azz.. da come lo descrivi con dettaglio, devi averlo usato proprio con costanza. Allora avevo ragione nel commento sopra a dire "Ai tempi volevo hackarci dietro un attimo, perche sicuramente c'era gente ancora piu' lamera di quella su irc.tin.it , ma poi ho lasciato perdere per pensare ad altro:)" che sarebbe da unire al mio commento su ICQ (e lo spamming).Cionondimeno pero' evidentemente ci eri affezionato, se lo hai usato per anni...PS:'hackarci dietro' e' inteso nel senso : 'capire come funzionava dietro le quinte e usarlo come piattaforma per qualche "hack for LOL"' ... ma poi appunto non l'ho mai fatto... altro da fare.
    • AMEN scrive:
      Re: La prospettiva dei ricordi...
      - Scritto da: Masso
      Era uno schifo di programma...che venne poi venduto
      anche a tutti i grandi portali ribrandizzato...
      (nessuno ricorda TalkTalk, LiberiTutti, Kataweb,
      CSQ-CiSeiQui)cut
      Ecco quel servizio..faceva acqua fin dagli
      albori.Fino al 2002 (anno in cui decisi di
      smettere di usarlo)cut
      cercate di preservarla
      infiocchettandola come avete fatto con questo
      articolo...Nostalgia canaglia.Ma sono costretto a quotarti, era un obbrobrio!
  • esprit scrive:
    ADSL a consumo
    Forse C6 non C6+ perchè TI non vende più le ADSL a consumo...
  • Deux Ex scrive:
    Bei ricordi...
    La prima volta in assoluto che navigai in internet...dal portale tin finii su Atlantide e mi iscrissi a C6...
  • deactive scrive:
    c'ero anch'io
    anche se al tempo lavoravo solo all'help desk di C6/atlantide ;Dquanti ricordi!!!
    • Kane scrive:
      Re: c'ero anch'io
      - Scritto da: deactive
      anche se al tempo lavoravo solo all'help desk di
      C6/atlantide
      ;D

      quanti ricordi!!!c@zzooo... ecco perchè era tutta 'na merd@! :D
      • deactive scrive:
        Re: c'ero anch'io
        ehhh aveva un tot di problemi a livello di db.Uhe prenditela con Icona, mica l'ho fatto io il sw.
        • paulborile scrive:
          Re: c'ero anch'io
          Icona non si occupava della parte di registrazione utenti (db): noi ci siamo occupati del sistema di instant messaging che consentiva agli utenti di chattare.
          • deactive scrive:
            Re: c'ero anch'io
            per carita', non intendevo accusare nessuno. Per quel che ne sapevo io al tempo poi.. ;D
  • bubba scrive:
    ognuno ha i suoi ricordi...
    anche se il mio primo pensiero non e' stato un ricordo, ma uno shock , e cioe "Ma XXXXX C6 era ancora vivo? incredibile! Ai tempi volevo hackarci dietro un attimo, perche sicuramente c'era gente ancora piu' lamera di quella su irc.tin.it , ma poi ho lasciato perdere per pensare ad altro :)"Poi altri pensieri si sono affollati:- nel 1998 esisteva gia da 2 anni ICQ, e il "mitico" C6 non era altro che un tentativo per italiani di cavalcare la scimmia. Niente di male per carita'...- nel 1998 lo SMAU non "era ANCORA paragonabile al salone del mobile" ma STAVA TORNANDO ad essere paragonabile al salone del mobile (cioe inutile). I tempi del boom gustoso si stavano affievolendo... certo i teenager con gli stand di radiodj ci sarebbero stati ancora per qualche anno... ma non li considererei interessanti- una BEN PIU TRAGICA notizia , pensando alle chat, ho scoperto colpevolmente solo pochi gg fa... e cioe che a gennaio il branch italiano di IRCnet e' morto. O quandomeno l'ircnet che teneva su telecom. Ossia il succitato irc.tin.it col buon vecchio Saponaro ecc...Tragica perche' IRC continua a rimanere imho il sistema piu liscio, limpido, hassle-free, ads-free che esiste per fare il cosidetto 'social network'
    • Jack Rackham scrive:
      Re: ognuno ha i suoi ricordi...
      - Scritto da: bubbaQuotone totale globale... ICQ, IRC... che tempi! :)--JackRackham
      • Sgabbio scrive:
        Re: ognuno ha i suoi ricordi...
        entrabi ci sono ancora comunque.
        • Logan.III scrive:
          Re: ognuno ha i suoi ricordi...
          Qualcuno si ricorda di PowWow?
          • nervous scrive:
            Re: ognuno ha i suoi ricordi...
            siii lo avevano pure recensito sulla rivista di Italia Online, quella che regalava 14gg di acXXXXX dialup con la rivista, mezz'ora al giorno :)Bei ricordi.
          • AMEN scrive:
            Re: ognuno ha i suoi ricordi...
            - Scritto da: nervous
            siii lo avevano pure recensito sulla rivista di
            Italia Online, quella che regalava 14gg di
            acXXXXX dialup con la rivista, mezz'ora al giorno
            :)
            Bei ricordi.Ahhhh, me la ricordo! Mi sa che sto invecchiando :-(
        • Caneblu scrive:
          Re: ognuno ha i suoi ricordi...
          si vabbè.. icq ora è in mano ai russi ed è popolato solo da russi. Cmq ben lontano dai fasti del 98. IRC c'è ancora (e presumo ci sarà ancora tra 10 anni) ma per i "vecchietti" come noi, i nativi digitali sono appunto cresciuti a msn e facebook.
          • prova123 scrive:
            Re: ognuno ha i suoi ricordi...
            io sono italiano ed ho anche un account ICQ .... una cosa comoda è che puoi inviare un messaggio in chat anche quando l'altro utente è offline ... skype a tutt'oggi non lo permette ...
          • Urrrr scrive:
            Re: ognuno ha i suoi ricordi...
            Huu? Ma che dici? Lo faccio da tempo su Skype...Semplicemente il messaggio rimane in coda finche il destinatario non si collega...Informarsi prima di parlare....- Scritto da: prova123
            io sono italiano ed ho anche un account ICQ ....
            una cosa comoda è che puoi inviare un messaggio
            in chat anche quando l'altro utente è offline ...
            skype a tutt'oggi non lo permette
            ...
          • Sgabbio scrive:
            Re: ognuno ha i suoi ricordi...
            questa funzione MSN non c'è l'ha mai avuta fino ai tempi recenti.Comunque pure io ho avuto un accunt ICQ, ho vissuto il periodo in cui tutti si spostarono su msn...
          • Lorm scrive:
            Re: ognuno ha i suoi ricordi...
            Questo è vero solo in parte. Il messaggio rimane in coda nella tua macchina locale, arriva quando il destinatario si collega, ma deve essere collegato pure il mittente. Non è una grande funzione, tutto sommato..- Scritto da: Urrrr
            Huu? Ma che dici? Lo faccio da tempo su Skype...


            Semplicemente il messaggio rimane in coda finche
            il destinatario non si
            collega...

            Informarsi prima di parlare....

            - Scritto da: prova123
            > io sono italiano ed ho anche un account ICQ
            ....
            > una cosa comoda è che puoi inviare un
            messaggio
            > in chat anche quando l'altro utente è
            offline
            ...
            > skype a tutt'oggi non lo permette
            > ...
          • bubba scrive:
            Re: ognuno ha i suoi ricordi...
            - Scritto da: Caneblu
            si vabbè.. icq ora è in mano ai russi ed è
            popolato solo da russi.
            Cmq ben lontano dai fasti del 98. io non ammiravo ICQ (anzi)... dicevo solo che e' stato il 1' instant messaging diventato famoso (e pure commerciale BAH), dal quale gli altri hanno copiato (o si sono ispirati)Personalmente, non sono andato molto oltre ad averlo guardato. Tutto cio che di serio si poteva fare con ICQ, si poteva fare anche con IRC (+ un bot). Su ICQ in compenso si potevan fare tante altre cacate, come exploitare i client altrui, pigliargli le pw, spammare e tante altre belle cose, che funzionano meglio se il network e' luccicoso ,popolare popoloso, closed e in mano ad una sola azienda. GH.
            IRC c'è ancora (e presumo ci sarà ancora
            tra 10 anni) ma per i "vecchietti" come noi, i
            nativi digitali sono appunto cresciuti a msn e
            facebook.Sisi certo che c'e' ancora. infatti io ho detto IRCNET, NON Irc. E' ircnet che sta morendo, e i server di tin (storici) sono deceduti. Non che li usassi molto da anni (in italia uso/usavo azzurra), ma e' pur sempre un pezzo di storia.
    • nervous scrive:
      Re: ognuno ha i suoi ricordi...
      Straquoto :) La notizia ben più triste è che abbiano chiuso irc.tin.it.
      • bubba scrive:
        Re: ognuno ha i suoi ricordi...
        - Scritto da: nervous
        Straquoto :) La notizia ben più triste è che
        abbiano chiuso
        irc.tin.it.anfatti :) Cmq bel nick... tanto per rimanere nell'amarcord, mi ricorda un certo "Nervous XTC Public Access UNIX, Rimini". Ne sai niente? :)
        • Informatico scrive:
          Re: ognuno ha i suoi ricordi...
          - Scritto da: bubba
          - Scritto da: nervous

          Straquoto :) La notizia ben più triste è che

          abbiano chiuso

          irc.tin.it.
          anfatti :) Cmq bel nick... tanto per rimanere
          nell'amarcord, mi ricorda un certo "Nervous XTC
          Public Access UNIX, Rimini". Ne sai niente?
          :)"The number is +39-541-27135 (14.4k/V32bis)"miiiiii... che vecchi che siamo diventati :'(:'(:'(
    • Mastro Geppetto scrive:
      Re: ognuno ha i suoi ricordi...
      Mai usato C6 perchè mi era sempre sembrata una raffazzonata per contrastare ICQ che usavo quotidianamente... poi usavo anche PowWOW, fantastiche le chattate multiple... e i disegnini :DChe ricordi... quanto mi mancano le vecchie stanze di IOL, se non ricordo m ale frequentavo la stanza 9... ma non ne sono sicuro. La cosa bella è che eravamo sempre le stesse persone, pochi, intimi. Che bello che era :)
    • paola issa scrive:
      Re: ognuno ha i suoi ricordi...
      vecchio irc..ci andavo con mirc, c6 non mi è mai piaciuta e non ha inventato niente
  • pinco parrino scrive:
    ma c6 esisteva ancora?
    Cavoli e io che pensavo fosse stato chiuso da tempo
    • cognome scrive:
      Re: ma c6 esisteva ancora?
      al peggio non c'è mai fine :)
    • Shiba scrive:
      Re: ma c6 esisteva ancora?
      - Scritto da: pinco parrino
      Cavoli e io che pensavo fosse stato chiuso da
      tempoEsisteva, fino a un paio di mesi fa ogni tanto ci facevo un giro...
Chiudi i commenti