Google, strano estremo oriente

I servizi di BigG blocati giovedì notte in Cina. Scattano le ipotesi, silenzio da Pechino e proteste da Mountain View. Ma era tutto un malinteso

Roma – Giovedì scorso Google è risultato per qualche ora bloccato in Cina: tanto è bastato per lanciare l’allarme e avviare un susseguirsi di ipotesi sospese tra il temporaneo disservizio tecnico e l’azione offensiva del Governo cinese.

Il motore di ricerca, Immagini, Google News e advertising, sembra infatti che non fossero accessibili dalla Cina e rimandavano ad una versione del sito con base ad Hong Kong. Addirittura bloccati completamente (cioè ad un livello compreso tra il 67 e il 100 per cento) secondo il servizio di monitoraggio di Google.

I rapporti non certo idilliaci tra le due parti in causa non hanno poi permesso di chiarire subito la questione. E alla fine potrebbe essersi trattato solo di un malinteso: Pechino non esprimeva nessun commento, mentre Google dichiarava che i suoi servizi in Cina fossero stati bloccati. Per poi, tuttavia, affermare due ore dopo che non vi era stato nessun blocco totale e che i servizi erano normalmente disponibili.

L’incomprensione, ha poi spiegato Mountain View, dovrebbe essere stata provocata dal sistema di valutazione dei blocchi implementato da Google per monitorare la situazione cinese dopo i fatti di gennaio: “È possibile che abbiamo sovrastimato un piccolo blocco occorso durante la notte”.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • peatime scrive:
    Il prezzo della sicurezza...
    ...è la sorveglianza globale.Semplice, chiaro, e sbagliato.Questa impostazione genera un potere corrotto e una insicurezza costante che lo giustifica.Fantasie orwelliane?Facciamo un esempio, scoperta dell'agricoltura: c'era bisogno di agricoltori e di gente brava con le armi che difendeva i campi, mantenuti se non al servizio degli agricoltori. Il vantaggio dell'essere il più forte ha portato la classe guerriera a dominare gli altri in tutte le società in tutte le epoche. Faremo lo stesso? Non è detto. C'e' l'alternativa che la classe corrotta sia già al potere e questi discorsi sulla sicurezza siano propaganda per rafforzarlo.
  • allafacciad elbicarbon atodisodio scrive:
    OBIETTIVI
    "due organizzazioni diverse con obiettivi diversi"Non è vero, mirano tutt'e due a DOMINARE IL MONDO!!! (rotfl)
  • giuvilas scrive:
    help
    Ragazzi mi serve un minuto del vostro tempo per questo questionario fatto con SDA Bocconi. Tratta del mondo degli smartphone. Ecco il link:http://learninglab.sdabocconi.it/surveybuilder/fill-in/b2athv6e?c=puntoinfograzie in anticipo!
    • Paranoichin atore scrive:
      Re: help
      NON LO FATE!!!E' un'altra mossa della CIA per succhiarci via i dati dal nostro midollo spinale!!!!
  • Bruco scrive:
    Un branco di guardoni
    Beh, visto che l'Unione Sovietica, non c'è più, la Cina è più capitalista del Giappone, Fidel ormai è vecchio, l'Afganistan è un disastro, probabilmente non sanno cosa fare e dove investire, quindi adesso investono nelle "mode del momento".E pazienza, facciano pure, vogliono vedere cosa scrivo, leggano pure. Anzi guarda se me lo chiedono per favore gli mando pure le mail in blind copy. Tanto ormai tra Carte di Credito, Telecamere, Facebook e Google, penso di essere perfettamente schedato anche dalla Toca Tola ... che vuoi che sia la Cia.Poi pensiamo ai vantaggi, se gli americani conquistassero l'Italia, non potrebbero più rompere le scatole con l'immigrazione e diventeremmo tutti americani invece che dipendenti Me***set.
  • lordream scrive:
    aia
    con questo articolo invece la preoccupazione sale.. quando la cia si muove non ne esce mai nulla di buono.. quando poi investe soldi la cosa assume toni piuttosto cupi.. possibile mai che si arrivi ad una manipolazione dei dati per velocizzare ad esempio un proXXXXX che sarebbe avvenuto tra magari un paio di anni?.. che so una nuova rivoluzione in africa o una nuova crisi economica in sudamerica?..
    • gianluca scrive:
      Re: aia
      Credi sinceramente che Google abbia bisogno di investimenti privati da parte della CIA? forse non è chiaro chi comanda negli USA.. (le multinazionali - ndr)
    • guast scrive:
      Re: aia
      Qui si parla di uno strumento capace di prelevare i dati da migliaia di siti internet per poi analizzarli.Immagino che i risultati servano a loro.Che c'è da manipolare ?
Chiudi i commenti