Google: Vista danneggia la concorrenza

Nuovo episodio della sempre più serrata lotta tra i due grandi della net economy. Ora Google denuncia il search integrato nel sistema operativo. Ritiene che sia un palese caso di concorrenza sleale

Mountain View – Google e Microsoft, due modi diversi di vedere Internet, il business e il mondo dell’IT: le due protagoniste fondamentali della moderna società dell’informazione sono ancora una volta ai ferri corti, a combattere la guerra per la conquista delle quote di mercato nelle aule del Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti. Dopo aver subito gli strali di Redmond sul caso DoubleClick , Mountain View ora querela Microsoft per violazione delle regole antitrust in virtù dell’integrazione delle nuove funzionalità di ricerca nel sistema operativo Windows Vista .

La questione viene gestita in maniera discreta da Google, e a rivelare i retroscena della querelle è un articolo del New York Times : il cruccio del gigante dei motori di ricerca starebbe nel sistema di indicizzazione automatica di Vista dei contenuti presenti sul disco , difficile da disabilitare e in grado di impattare pesantemente sulle prestazioni generali del PC quando si trovi a dover lavorare in contemporanea a prodotti concorrenti come il noto Google Desktop Search .

“Le caselle di ricerca inserite in Vista sono intimamente connesse ai servizi di ricerca desktop propri di Microsoft” ha dichiarato il portavoce di Google Ricardo Reyes al Seattle Post-Intelligencer , “senza alcuna possibilità per gli utenti di scegliere un gestore alternativo dai box che danno accesso alle funzionalità di ricerca”. A causa della sua stretta integrazione col sistema “Vista rende poco pratico disabilitare l’indice di ricerca interno”, sostiene Reyes.

Il consulente generale di BigM, Bradford Smith, ha risposto che le discussioni avute tra Redmond e le varie agenzie governative prima del lancio di Windows Vista hanno avuto risultati positivi. C’è ad ogni modo chi vede nello scontro il riproporsi della Grande Guerra dei browser tra Netscape Navigator e Internet Explorer, con un confronto questa volta ancora più duro, considerando il peso specifico di Google nel settore.

C’è infine un retroscena svelato ancora dal NY Times su chi ha la responsabilità della divisione antitrust del Dipartimento di Giustizia Americano, Thomas O. Barnett : sarebbe suo un memorandum fatto girare tra i Procuratori Generali degli stati federali che chiede ai suddetti di rifiutare le pretese legali di Google nei confronti di Microsoft . Prima di ricoprire l’attuale incarico, Barnett ha lavorato per la società legale Covington & Burling con base a Washington DC, la stessa che ha curato gli interessi del big di Redmond nei duri scontri col governo in materia di antitrust.

Barnett non si è comunque mai interessato direttamente delle questioni concernenti Microsoft durante la permanenza alla C&B, ed ha precauzionalmente rifiutato di occuparsi di qualsiasi problema concernente la società nel corso del suo attuale incarico al governo federale. Le indagini interne, scrive sempre il NY Times , hanno appurato la condotta imparziale di Barnett e il memorandum non rappresenta una prova concreta della volontà di favorire Microsoft nei confronti dei concorrenti.

Pur tuttavia, la lettera riservata rappresenta nei fatti l’ennesima stampella regalata dall’amministrazione Bush alle big corporation . La documentazione di 50 pagine alla base della denuncia di Google, scrive il Wall Street Journal , è stata depositata dopo un intero anno di discussioni con gli uomini del governo, ed è quindi facile prevedere che non si tratti di una questione che si risolverà rapidamente.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • giacomo scrive:
    prezzi
    Sarebbe più attrente per un cliente invece che un prezzo/brano/gg avere un abbonamento "flat" che ti permette di vedere quanti film vuoi.IMO
  • Topo Gigio scrive:
    Ma davvero!?
    "Quando si pensa alla clientela di Apple bisogna considerare che è molto legata al brand e che spesso accetta sulla fiducia ogni cosa che gli viene offerta" Nooo, ma cosa mi dici maaaaiiii![img]http://blogs.ya.com/magadenoche/files/topo_gigio_04.jpg[/img]
  • Pejone scrive:
    Una via di mezzo....
    Questa offerta non è proprio da buttare...Sicuramente al momento un dvd conviene noleggiarlo in videoteca (anche dove abito io te la cavi con un euro al giorno).Tuttavia se pensate alle offerte del DT o di Sky Prima fila, quella di Apple è una buona via di mezzo visto che il film comunque può essere visto più e più volte (dunque da più persone all'interno della stessa "famiglia)nell'arco di un mese.Preoccupante invece la frase: "Quando si pensa alla clientela di Apple bisogna considerare che è molto legata al brand e che spesso accetta sulla fiducia ogni cosa che gli viene offerta" Non penso proprio che i clienti Apple abbiano questo atteggiamento. Anzi! Quelli che conosco io sono molto più scafati di tanti altri....
  • titipsx scrive:
    Videoteche low cost
    Le videoteche come quella sotto casa mia sopravviveranno per molto, almeno fino a quando l'online non costera' il giusto.(pago 0,50 se riporto entro 3 ore)
    • ottomano scrive:
      Re: Videoteche low cost
      - Scritto da: titipsx
      Le videoteche come quella sotto casa mia
      sopravviveranno per molto, almeno fino a quando
      l'online non costera' il
      giusto.
      (pago 0,50 se riporto entro 3 ore)Quoto. Se mi dessero la possibilità di fruire di film per 1 giorno al massimo ad un prezzo tra i 0.50 e 1 , prenderei in seria possibilità quest'offerta.Ma a 3 euro (perchè sappiamo tutti che il cambio apple è 1$=1) non ci sto proprio... anche se me lo danno per 30gg (a che pro vedere lo stesso film più volte per 30gg?)bye
    • FIRETORNADO scrive:
      Re: Videoteche low cost
      vero che 3 euro per un mese sono tanti...ma attraverso la videoteca ci devi aggiungere anche la benza per andartelo a prendere e portarlo..a patto di non avere un negozio di noleggio dvd sotto casa...
  • unaDuraLezione scrive:
    sono già in affitto
    contenuto non disponibile
  • claudio1980 scrive:
    e le Videoteche?
    qualcuno diceva che le videoteche sarebbero campate per ancora molto tempo, ma nel momento in cui quanto scritto dal'articolo sarà in esercizio, chi andrà più in videoteca?
    • Lorenzo scrive:
      Re: e le Videoteche?
      - Scritto da: claudio1980
      qualcuno diceva che le videoteche sarebbero
      campate per ancora molto tempo, ma nel momento in
      cui quanto scritto dal'articolo sarà in
      esercizio, chi andrà più in
      videoteca?Veramente ancora non ci siamo....2,99 dollari per 30 giorni ???? e cosa me ne faccio per 30 giorni ?Le videoteche che conosco io fanno da 1 a 1,50 euro per 6 ore. Piu' che sufficienti per vedere il film.Poi ci possono mettere quante protezioni gli pare, a me interessa solo spendere poco per vedere il film con qualita' DVD-like e poter collegare il PC alla TV.
    • pegasus2000 scrive:
      Re: e le Videoteche?
      Io continuerò ad andare in videoteca... La qualità di un film in DVD (anche non HD) può essere paragonabile ad un film distribuito via web? Mmmmh...E' la stessa cosa dei file mp3 e delle canzoni su cd.E' anche vero però che oggigiorno la gente non bada più alla qualità (come negli anni '80, quando tutti cercavano ad esempio il miglior lettore cd per poter ascoltare al meglio le proprie canzoni), bensì alla praticità...
    • DarkSchneider scrive:
      Re: e le Videoteche?
      - Scritto da: claudio1980
      qualcuno diceva che le videoteche sarebbero
      campate per ancora molto tempo, ma nel momento in
      cui quanto scritto dal'articolo sarà in
      esercizio, chi andrà più in
      videotecaTutti quelli che non hanno una connessione a banda larga? O un PC?Oppure per una semplice questione di praticità, vado alla videoteca (magari self service) prendo il film, vado a casa lo inserisco nel lettore e me lo guardo, senza troppi problemi! Possibilmente sdraiato sul divano con la tipa e le bibite!
Chiudi i commenti