Google vuole migliorare l'uso dei tablet Android

Google vuole migliorare l'uso dei tablet Android

Google ha annunciato l'arrivo di novità per i tablet in Android 12L e Android 13, oltre al suo Pixel Tablet che arriverà sul mercato nel 2023.
Google ha annunciato l'arrivo di novità per i tablet in Android 12L e Android 13, oltre al suo Pixel Tablet che arriverà sul mercato nel 2023.

Durante la conferenza Google I/O 2022 sono state annunciate diverse novità per i tablet Android. La più importante riguarda l’arrivo di app ottimizzate per questo tipo di dispositivi, da sempre uno dei punti deboli del sistema operativo. L’azienda di Mountain View ha mostrato in anteprima il suo Pixel Tablet con processore Tensor che arriverà sul mercato nel 2023.

Google ritorna nel settore dei tablet

Le intenzioni di Google erano chiare fin dall’annuncio di Android 12L e le modifiche pianificate per il Play Store che permetteranno di trovare facilmente le app migliori per dispositivi con schermi di grandi dimensioni. Durante il Google I/O 2022 sono state mostrate alcune funzionalità di Android 12L e Android 13 che semplificano il multitasking, come la possibilità di visualizzare due app affiancate.

Nel corso delle prossime settimane verranno aggiornate oltre 20 app Google per sfruttare al meglio lo spazio disponibile, tra cui YouTube, YouTube Music, Maps, Messaggi, Gmail, Chrome, Meet, Foto e Traduttore, quando il tablet viene utilizzato in orizzontale. Ci saranno anche app di terze parti, come Facebook, Zoom e TikTok.

Google migliorerà inoltre l’esperienza multi-dispositivo. Ad esempio si potrà passare l’audio delle cuffie dal tablet allo smartphone e copiare un URL o un’immagine dallo smartphone al tablet. L’azienda di Mountain View ha infine comunicato il ritorno nel settore con il Pixel Tablet che sarà in vendita nel 2023.

Il precedente Pixel Slate, annunciato nel 2018 e basato su Chrome OS, non ha avuto un grande successo (può essere ancora acquistato su Amazon). Il nuovo tablet utilizzerà Android, come il Pixel C del 2015, ma stavolta gli utenti troveranno software ottimizzati. Tuttavia, a giudicare dalle prime immagini, non sembra che Google punterà molto sull’aspetto estetico.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Fonte: Google
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 13 mag 2022
Link copiato negli appunti