Google Workspace: integrazione con Creative Cloud

Google Workspace: integrazione con Creative Cloud

Adobe ha rilasciato una nuova versione del Creative Cloud Add-on per Google Workspace, aggiungendo il supporto per Google Docs e Slides.
Adobe ha rilasciato una nuova versione del Creative Cloud Add-on per Google Workspace, aggiungendo il supporto per Google Docs e Slides.

Da oltre un anno è disponibile un add-on che permette di accedere alle librerie di Adobe Creative Cloud da Gmail. La software house californiana ha ora annunciato la disponibilità di una nuova versione che aggiunge il supporto per Documenti e Presentazioni. Gli utenti della suite Google Workspace hanno quindi due nuove opzioni per migliorare la produttività.

Librerie Creative Cloud in Google Workspace

Google Workspace è una delle suite di produttività più utilizzate al mondo (circa 2,6 miliardi di utenti). Le varie app coprono praticamente tutte le esigenze aziendali, ma in alcuni casi è utile sfruttare servizi di terze parti, come quello di Adobe. Il Creative Cloud Add-on è stato aggiornato per consentire l'uso delle Librerie in Google Docs e Slides. Gli utenti possono accedere ai vari elementi (colori dei marchi, stili di caratteri, grafiche e altri), senza uscire dalle app.

L'integrazione semplifica il flusso di lavoro in team perché è possibile utilizzare una singola sorgente sempre aggiornata. Le Librerie di Creative Cloud sono infatti condivise tra i vari software della suite di Adobe. Come si può vedere nel video, quando un utente modifica un elemento con Photoshop, i colleghi di lavoro avranno accesso all'ultima versione inserita in Gmail, Documenti o Presentazioni.

L'add-on può essere scaricato dal Markeplace e installato dal singolo utente oppure attivato dall'amministratore di Google Workspace per l'intero team. Il rollout avverrà in maniera graduale a partire da Google Documenti.

Fonte: Adobe
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

05 05 2021
Link copiato negli appunti