I 15 anni del grafene: innovazione al carbonio

Resistente come il diamante e flessibile come la plastica: il grafene tra promesse e innovazione, a 15 anni dalla scoperta del materiale.
Resistente come il diamante e flessibile come la plastica: il grafene tra promesse e innovazione, a 15 anni dalla scoperta del materiale.

Ormai un decennio e mezzo fa i fisici Andrej Gejm e Konstantin Novosëlov dell’Università di Manchester compirono una scoperta che nel 2010 valse loro l’assegnazione del Premio Nobel: quella del grafene. Un materiale costituito da uno strato di atomi di carbonio disposti in formazione esagonale con angoli di 120 gradi, che a una resistenza molto elevata alle sollecitazioni unisce una grande flessibilità così da risultare potenzialmente adatto a impieghi negli ambiti più svariati.

Il grafene compie 15 anni, tra promesse e prospettive

A celebrare la ricorrenza un articolo comparso nei giorni scorsi sulle pagine della rivista Nature Nanotechnology in cui si fa il punto sui progressi fin qui ottenuti e sugli obiettivi fissati per i prossimi 10-15 anni. Assisteremo all’utilizzo del grafene nel settore dell’informatica e in quello dell’energia, per la realizzazione di batterie li-ion evolute in termini di capacità, nano-lampadine a incandescenza, display olografici e molto altro ancora.

Addirittura se ne ipotizza l’uso nelle protezioni antiproiettile da fornire in dotazione ai militari impiegati nei conflitti. L’obiettivo è quello di far leva sulle proprietà elettroniche, ottiche, termiche e meccaniche per le finalità più disparate.

Al lavoro sui possibili impieghi del materiale, sullo studio delle applicazioni pratiche di ciò che fino ad oggi è rimasto più che altro una promessa di innovazione sulla carta, c’è anche la Graphene Flagship, realtà attiva fin dal 2013 e sostenuta anche a livello economico dall’Unione Europea. Riunisce quasi 150 partner provenienti da 23 paesi diversi con l’obiettivo di spingere sul pedale dell’innovazione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti