GTA V, la somiglianza con Lindsay Lohan è satira

La Corte di New York dà ragione a Take-Two e torto all'attrice di Hollywood: lo sfruttamento del personaggio inventato per il popolare titolo videoludico non viola la legge, ma è manifestazione di libera espressione

Roma – La Corte di Appello di New York ha respinto le richieste legali di Lindsay Lohan contro Take-Two, una causa che si trascina da anni e che riguarda il presunto utilizzo dell’immagine dell’attrice nel materiale promozionale nonché negli asset in-game di Grand Theft Auto V.

Più che il diritto alla privacy, in questo caso, c’era di mezzo il diritto all’immagine di Lohan e il possibile abuso delle sue fattezze a scopo pubblicitario o commerciale : l’attrice si lamenta da tempo del “trattamento” subito in GTA V, che avrebbe modellato sulla sua persona sia gli artwork usati per promuovere il gioco che uno dei personaggi non giocanti inclusi nel titolo sandbox dello studio britannico.

E invece la corte ha stabilito che GTA V è a tutti gli effetti un’ opera di finzione , in cui la storia, i personaggi, i dialoghi e la possibilità per il giocatore di decidere come procedere nel gioco contribuiscono a dare vita tutt’al più a una satira interattiva del mondo reale .

La stessa regola vale per Lacey Jonas , uno dei personaggi non giocanti di GTA V palesemente “ispirato” alla bionda attrice hollywoodiana: il gioco di Take-Two non è classificabile come sfruttamento commerciale o pubblicitario dell’immagine dell’attrice , quindi ricade sotto la protezione del Primo Emendamento della Costituzione USA sulla libertà di espressione.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • bubba scrive:
    credo dovrebbero inserire altre 2 voci
    credo dovrebbero inserire altre 2 voci statistiche :- num. di tasche sfondate- num. di testicoli fritti (tipicamente vicino alle tasche suddette)
    • pioggia di merda scrive:
      Re: credo dovrebbero inserire altre 2 voci
      Anche numero di culi sfondati se lo dimentichi nella tasca posteriore.
  • pig god scrive:
    riflessione stile darwin
    avete presente darwin, quello che incrociava i piselli? dunque lo schermo più grande porterà nelle prossime generazioni un pollice di lunghezza smisurata sicuramente più lungo dell'uccello che i giovani non usano più. quindi in futuro ditalini a manetta per le girlz.
  • ottomano scrive:
    5 e 6 pollici
    "Il trend rilevato da comScore evidenzia una preferenza per smartphone con display tra i 5 e 6 pollici"ok, il problema è che non ci sono alternative valide sotto i 5 pollici.A parte il nuovo iPhone SE, non ci sono dispositivi di fascia medioalta in ambito Android.L'unico è il Samsung Galaxy A3 (4.7 pollici, al limite dei 5 pollici) che ha HW decisamente superato: 1.5 GB di RAM (appena sufficienti a far girare il bloatware che ci installa sù samsung), risoluzione dello schermo 1280x720, solo 16 GB di memoria interna. Al modico prezzo di 250 !EDIT: Ci sarebbe anche il Sony Z3 compact, con specifiche simili (cambia che ha 2 GB di RAM), ma non mi fa impazzire esteticamente, a ben 350-400 Euro.In ogni caso 2 dispositivi rispetto a centinaia disponibili tra i 5 e 6 pollici.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 05 settembre 2016 17.52-----------------------------------------------------------
Chiudi i commenti