Gucci denuncia il dipendente cracker

Dopo essere stato licenziato, incriminato per l'accesso e la manomissione del sistema di rete della società. Danni per 200mila dollari. Rischia 15 anni di carcere

Roma – Un ex ingegnere di rete di Gucci, licenziato qualche mese prima per motivi non correlati alla vicenda che lo vede ora protagonista, è stato accusato di aver fatto irruzione nel sistema informatico del ramo americano della casa di moda causando la perdita di materiale aziendale e provocando mancate vendite per una cifra stimata intorno ai 200mila dollari .

L’uomo sarebbe entrato nel sistema con un account clandestino mentre ancora lavorava per l’azienda di lusso, utilizzando un falso VPN token di un dipendente inesistente. L’account clandestino ha permesso l’accesso diretto al cuore del sistema di rete della società per un periodo di vari mesi, che combinati con la conoscenza del sistema informatico e delle varie password amministrative gli hanno consentito di creare un vero e proprio caos.

In particolare, una volta all’interno del sistema l’uomo avrebbe eliminato un certo numero di server virtuali e cancellato alcune caselle di posta aziendale che hanno provocato mancate vendite della società per migliaia di dollari. Lo staff di Gucci non è riuscito ad accedere ai documenti e ai vari file salvati sulla rete per quasi 24 ore, né è riuscito a ripristinare l’operatività del sistema. Il perdurare degli effetti della intrusione ha continuato ad imporre costi sulla società nelle settimane e nei mesi successivi.

A seguito della manomissione sono intervenuti gli investigatori di New York, che hanno individuato l’ex-dipendente trentaquattrenne Sam Chihlung Yin, accusandolo di vari reati, tra i quali furto d’identità, falsificazione di documenti aziendali, possesso abusivo di materiale informatico, duplicazione di materiale informatico, e accesso illegale al sistema e informatico. Se riconosciuto colpevole, potrà scontare una pena detentiva fino ai 15 anni.

“La pirateria informatica non è un gioco” ha dichiarato il procuratore distrettuale di New York Cyrus Vance R. Jr. “Essa rappresenta una grave minaccia per la sicurezza aziendale che può avere un effetto devastante sulla vita privata, sul lavoro, e la capacità di un business e dell’intera società”.

Raffaella Gargiulo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Rizzo Master scrive:
    l'ergastolo mi pare una pena eccessiva
    IMHO
  • focamonaca scrive:
    ottime infrastrutture ...
    ahaha :Dcavi di quella importanza dovrebbero essere stra-protetti no?e a parte questo... internet non dovrebbe essere una "rete" capace di aggirare questo genere di problemi?che schifio di infrastruttura
    • attonito scrive:
      Re: ottime infrastrutture ...
      - Scritto da: focamonaca
      ahaha :D
      cavi di quella importanza dovrebbero essere
      stra-protetti no?diciamo almeno a prova di vecchina 75enne armata di badile
      e a parte questo... internet non dovrebbe essere
      una "rete" capace di aggirare questo genere di
      problemi?lo sarebbe se i punti fossero interconnessi da almeno DUE cavi... se il punto A si connette alla Rete, diciamo il punto B, e lo fa con UN cavo solo, ecco che tranciando detto cavo il punto A e' isolato.Una rete deve essere "magliata" se no non e' piu' una rete.....
      che schifio di infrastrutturaeh...
  • say no scrive:
    povera donna
    perché una anziana di 75 possa aver fatto quel danno significa che le fibre stavano a pochi cm dalla superficie e che la tubazione era di cartapesta...in galera ci dovrebbe andare chi ha posato la fibra
    • ruppolo scrive:
      Re: povera donna
      - Scritto da: say no
      in galera ci dovrebbe andare chi ha posato la
      fibraGli avranno detto di posarla, e l'hanno posata (rotfl)
    • uno di passaggio scrive:
      Re: povera donna
      Concordo sul fatto che chi ha "posato" la fibra forse lo ha fatto in modo non proprio preciso, ma stando all'articolo: http://www.huffingtonpost.com/2011/04/06/georgian-woman-armenia-internet-_n_845834.html[...] "I cannot understand how this lady managed to find and damage the cable," the head of the company's marketing department, Giorgi Ionatamishvili, also told the AFP. "It has robust protection and such incidents are extremely rare." Quindi ci sono 2 opzioni:1) il protocollo di stesura di un cavo in fibra ottica non è universale;2) la nonnina ha una forza superiore alla media stando a quanto afferma il direttore del settore marketing della compagnia che però potrebbe aver alterato la verità per pararsi le terga. @^
      • focamonaca scrive:
        Re: povera donna
        - Scritto da: uno di passaggio
        2) la nonnina ha una forza superiore alla media
        stando a quanto afferma il direttore del settore
        marketing della compagnia che però potrebbe aver
        alterato la verità per pararsi le terga.
        @^se è direttore marketing ... di che stiamo ancora parlando?
      • say no scrive:
        Re: povera donna
        - Scritto da: uno di passaggio
        Quindi ci sono 2 opzioni:

        1) il protocollo di stesura di un cavo in fibra
        ottica non è
        universale;vero... ma qualsiasi buona pratica prevede di fare uno scavo ababstanza profondo (30-40 cm almeno), di passare le fibre entro più tubazioni di materiale e resistenza adeguati e, magari, di posare le tubazioni entro una "canaletta" di cemento...altra buona pratica prevede di fare degli ANELLI in fibra: se si taglia da una parte si ruota il traffico sull'altro ramo...
        2) la nonnina ha una forza superiore alla media
        stando a quanto afferma il direttore del settore
        marketing della compagnia che però potrebbe aver
        alterato la verità per pararsi le terga. si potrebbe... ;-)
      • Be&O scrive:
        Re: povera donna
        Wonder Nonna !!!
    • focamonaca scrive:
      Re: povera donna
      - Scritto da: say no
      perché una anziana di 75 possa aver fatto quel
      danno significa che le fibre stavano a pochi cm
      dalla superficie e che la tubazione era di
      cartapesta...

      in galera ci dovrebbe andare chi ha posato la
      fibraconcordoe poi non dovrebbe bastare XXXXre UN cavo per XXXXXXX MILIONI di persone
  • mmzz scrive:
    tera...
    in veneto si direbbe: "Tera a palate..."
  • Valeren scrive:
    Nonna Ruspa
    Siamo seri, con una vanga sarà arrivata a dir tanto a mezzo metro di profondità.Questi hanno posato la dorsale 3 cm sotto terra. Andrebbero bastonati.Anche perché ora qualunque ragazzino ubriaco può giocare a " isola l'Armenia " con una paletta da giardinaggio, e se lo fanno bene gli lasciano la fibra in tocchi di 15 cm.
    • dfghdhdfghg df scrive:
      Re: Nonna Ruspa
      - Scritto da: Valeren
      Anche perché ora qualunque ragazzino ubriaco può
      giocare a " isola l'Armenia " con una paletta da
      giardinaggio, e se lo fanno bene gli
      lasciano la fibra in tocchi di 15
      cm.ancora meglio, tranci semplicemente una volta la fibra, ma avendo cura di ricoprire perfettamente la buca come se non fosse mai stata scavata; vai a trovare dove sta l'interruzione poi :D
      • Pix scrive:
        Re: Nonna Ruspa
        Beh, le fibre hanno un bel vantaggio, con l'OTDR (Optical Time Domain Reflectometer) si può sapere da remoto esattamente dove si trova l'interruzione.
        • dont feed the troll/dovella scrive:
          Re: Nonna Ruspa
          - Scritto da: Pix
          Beh, le fibre hanno un bel vantaggio, con l'OTDR
          (Optical Time Domain Reflectometer) si può sapere
          da remoto esattamente dove si trova
          l'interruzione.Applausi per Fibra, Fibra, Fibra.
        • sandokan scrive:
          Re: Nonna Ruspa
          - Scritto da: Pix
          Beh, le fibre hanno un bel vantaggio, con l'OTDR
          (Optical Time Domain Reflectometer) si può sapere
          da remoto esattamente dove si trova
          l'interruzione.anche col rame è possibile un controllo del genere ..
    • flugga scrive:
      Re: Nonna Ruspa
      - Scritto da: Valeren
      Siamo seri, con una vanga sarà arrivata a dir
      tanto a mezzo metro di
      profondità.
      Questi hanno posato la dorsale 3 cm sotto terra.
      Andrebbero
      bastonati.
      Anche perché ora qualunque ragazzino ubriaco può
      giocare a " isola l'Armenia " con una paletta da
      giardinaggio, e se lo fanno bene gli
      lasciano la fibra in tocchi di 15
      cm.infatti.fossi in chi gestisce le infrastrutture italiane mi farei due domandine.è vero che non è più roba militare, ma come infrastruttura strategica del paese, almeno il cavo fisico andrebbe tutelato come se lo fosse.
    • lol scrive:
      Re: Nonna Ruspa
      - Scritto da: Valeren
      Siamo seri, con una vanga sarà arrivata a dir
      tanto a mezzo metro di
      profondità.
      Questi hanno posato la dorsale 3 cm sotto terra.
      Andrebbero
      bastonati.fra l'altro non hanno neanche fatto una gettata sul tubo, altrimenti la nonna volevo vederla a spaccarne 3cm con la vanga.sempre che tutto ciò sia vero.
Chiudi i commenti