Hacking elettromagnetico per assistenti digitali

Ricercatori francesi lanciano l'allarme su una vulnerabilità strutturale di Siri, Google Now e compagnia, funzionalità software che è possibile compromettere con la "semplice" generazione di interferenze elettromagnetiche a distanza

Roma – Stando a quanto sostengono i ricercatori dell’agenzia francese per la sicurezza informatica ANSSI, gli assistenti digitali integrati sui sistemi operativi mobile sono vulnerabili alla compromissione da remoto tramite la generazione di onde elettromagnetiche “malevole”. Nessuno è al sicuro, e l’utente rimarrebbe completamente all’oscuro di un attacco.

Demo

La ricerca dell’ANSSI dimostra la possibilità di impartire ordini vocali “silenziosi” a Apple Siri, Google Now e Microsoft Cortana, funzionalità di interazione e ricerca avanzate disponibili sugli smartphone di recente produzione, che in questo caso rappresentano un rischio perenne più che una opzione di controllo in più per l’utente.

Gli esperti francesi hanno trovato il modo di generare interferenze elettromagnetiche e di trasmetterle ai cavi delle cuffie (con o senza microfono) eventualmente collegati al terminale dell’utente, usando le suddette cuffie come antenne e impartendo ordini vocali comprensibili a Siri e compagnia.

L’utente non si accorge di niente, avverte ANSSI, ma l’assistente digitale riconosce, interpreta ed eventualmente esegue gli ordini giunti da remoto spalancando la porta a potenziali rischi di sicurezza come l’apertura di una pagina Web infetta da un exploit, l’installazione di una app malevola e via elencando.

L’attacco dei ricercatori francesi funziona bene soprattutto su iPhone, dove la funzionalità Siri è abilitata di default anche con lo schermo bloccato. L’ equipaggiamento necessario a generare onde elettromagnetiche sufficientemente potenti da compromettere gli assistenti digitali da circa due metri di distanza include un laptop, software free, un amplificatore e un antenna, mentre con l’uso di batterie di grandi dimensioni (installabili in un’auto o un furgoncino, ad esempio) la distanza cresce fino a 5 metri circa.

Il sistema più immediato per difendersi da un attacco dal sapore tipicamente hollywoodiano (ma dannatamente reale), ovviamente, consiste nel disabilitare il funzionamento dell’assistente digitale del proprio terminale a schermo spento. Non usare cuffie o microfoni rappresenta chiaramente la soluzione più sicura.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • panda rossa scrive:
    Bisogna sapere chi e' questa gente.
    Quando si parla di diritti d'autore, prima di parlarne, prima di qualunque altra cosa, occorre capire bene chi sono questi interlocutori.Purtroppo 7000 caratteri non bastano per descriverli, quindi citiamo un paio di semplici esempi.Il primo e' il brano "Happy birthday", il secondo e' quest'altra vergogna di cui sono appena venuto a sapere:http://www.hookii.it/il-copyright-e-anna-frank-fr-en/
    • bubba scrive:
      Re: Bisogna sapere chi e' questa gente.
      - Scritto da: panda rossa
      Quando si parla di diritti d'autore, prima di
      parlarne, prima di qualunque altra cosa, occorre
      capire bene chi sono questi
      interlocutori.

      Purtroppo 7000 caratteri non bastano per
      descriverli, quindi citiamo un paio di semplici
      esempi.

      Il primo e' il brano "Happy birthday", il secondo
      e' quest'altra vergogna di cui sono appena venuto
      a
      sapere:
      http://www.hookii.it/il-copyright-e-anna-frank-fr-gli esempi sono cosi' tanti da occupare tutto l'hd di p.i...... :prendendola da un altro lato, sono le attivita' da vigilante illegale che paga e promuove...es https://en.wikipedia.org/wiki/MediaSentry , https://en.wikipedia.org/wiki/MediaDefender , ma anche attivita' di spam e DoS https://torrentfreak.com/thousands-of-spies-are-watching-trackerless-torrents-151004/
    • prova123 scrive:
      Re: Bisogna sapere chi e' questa gente.
      Veramente senza parole ... anzi di parole ne ho solo 5:[img]http://s2.quickmeme.com/img/d8/d8fe407c0a33b447d8d7201aeaceba8c28f41a5cad49b0aa8722e6f7a1bea21a.jpg[/img]
    • nome e cognognome scrive:
      Re: Bisogna sapere chi e' questa gente.
      - Scritto da: panda rossa
      Quando si parla di diritti d'autore...Tu vorresti tutto aggratis eh? 8)Una curiositá, ma tu il tuo lavoro di informatico lo fai gratis per il tuo datore di lavoro o pretendi il tuo stipendio?
      • Fred Master scrive:
        Re: Bisogna sapere chi e' questa gente.
        - Scritto da: nome e cognognome
        - Scritto da: panda rossa

        Quando si parla di diritti d'autore...


        Tu vorresti tutto aggratis eh? 8)

        Una curiositá, ma tu il tuo lavoro di informatico
        lo fai gratis per il tuo datore di lavoro o
        pretendi il tuo
        stipendio?Se ti sembra che il pargone calzi chiudiamo pure qui l'argomento, non ci può essere discussione.
      • panda rossa scrive:
        Re: Bisogna sapere chi e' questa gente.
        - Scritto da: nome e cognognome
        - Scritto da: panda rossa

        Quando si parla di diritti d'autore...


        Tu vorresti tutto aggratis eh? 8)Eccolo qua l'intermediario parassita!No, cocco, non sono io quello che vuole tutto aggratis.Sei tu quello che vuole soldi per "Happy Birthday" e per il Diario di Anna Frank.E ora ci spiegherai per quale motivo noi ti dovremmo dare dei soldi.E cerca di essere convincente.

        Una curiositá, ma tu il tuo lavoro di informatico
        lo fai gratis per il tuo datore di lavoro o
        pretendi il tuo
        stipendio?Il mio lavoro, come tutti i lavori (e quindi le rendite parassitarie non rientrano nella categoria) viene pagato A TEMPO.Un tanto al giorno.Poi consegno, e il lavoro e' finito, e piu' nulla mi e' dovuto, ne' io pretendo.Nel tuo mondo fatato invece come funziona? Stai continuando forse a pagare l'idraulico, i suoi figli e i figli dei suoi figli finoa 70 anni dalla sua moete?
        • prova123 scrive:
          Re: Bisogna sapere chi e' questa gente.
          Non solo fino a 70 anni dalla sua morte, ma a 70 anni dal giorno della eventuale morte del padre (analogia con il caso di anna frank) che ha contribuito alla sua formazione avendo insegnato al figlio ad usare pinza e tenaglie.Quando sento queste cose giorno per giorno continuo a rivalutare gli studi di eugenetica.
      • bejelit e con tre puntini scrive:
        Re: Bisogna sapere chi e' questa gente.
        Quale stipendio? Nella tua logica basta lavorare un giorno poi è fatta!Mantenuto a vita tu e i tuoi eredi per 70 anni!È l'economia del miracolo! Sai che pacchia. (rotfl)
      • nome e cogliome scrive:
        Re: Bisogna sapere chi e' questa gente.
        - Scritto da: nome e cognognome
        Tu vorresti tutto aggratis eh? 8)Tutto no solo quello che non costa nulla... :D

        Una curiositá, ma tu il tuo lavoro di informatico
        lo fai gratis per il tuo datore di lavoro o
        pretendi il tuo
        stipendio?Ah ecco peccato che si chiami "stipendio" e non royalty e non è che se lavori a fare un auto ti danno la royalty per i "diritti di autore" tutte le volte che ne vendono una.... ti risulta? ;)Pensa a quanto sarebbe ricco un operaio della VW altro che Marchionne...(rotfl)(rotfl)
Chiudi i commenti