Heartbleed, la saga continua

A un mese dalla divulgazione della vulnerabilità di OpenSSL i numeri sono solo in parte confortanti. La metà dei siti colpiti non ha sanato il bug. E qualcuno potrebbe essere caduto nel tranello di una patch prematura

Roma – Sono passate quattro settimane da quando le informazioni su Heartbleed , un serio bug legato ai servizi di OpenSSL, sono state consegnate al pubblico: il problema alla libreria open source, che consente le comunicazioni cifrate tra innumerevoli servizi e siti e i rispettivi utenti, ha coinvolto migliaia di siti e costretto migliaia di amministratori ad un affrettata quanto necessaria campagna di bonifica dei sistemi controllati . A distanza di un mese , tuttavia, la situazione è migliorata solo in parte.

I censimenti svolti interrogando da remoto i sistemi già censiti come affetti dal bug Heartbleed, e cercandone di nuovi, consegnano un quadro solo in parte confortante: ci sono in circolazione almeno 300mila siti ancora affetti dalla vulnerabilità , anche se ovviamente non è possibile stabilire in modo preciso se tale situazione sia frutto di incuria o legata ad altre motivazioni. Rispetto agli oltre 600mila server malati di incontinenza di bit censiti in precedenza si tratta di un miglioramento significativo: tuttavia, ed è probabilmente il dato più preoccupante, ci sono indicazioni che alcuni server in precedenza immuni siano ora invece afflitti da Heartbleed.

La spiegazione più probabile è che il caso Heartbleed abbia causato un’ondata di isteria nei reparti tecnici e ai piani alti di parecchie aziende : gli admin sono stati spinti ad affrettare qualche tipo di iniziativa per affrontare la questione OpenSSL, e in taluni casi potrebbero aver aggiornato il software con una versione affetta dal bug sostituendola a una sana. Sistemi quindi perfettamente sicuri, o quantomeno immuni da Heartbleed, sono stati resi vulnerabili: un’eventualità che complica ulteriormente il quadro, visto che ora sarà necessario per questi admin applicare nuovamente una patch, aggiornare i certificati e revocare quelli potenzialmente compromessi, chiedere o imporre un cambio della password agli utenti. Chi l’avesse già fatto potrebbe, paradossalmente , essere finito nei guai partendo da una situazione di vantaggio.

Nel complesso, in ogni caso, la situazione non è così tragica: la stragrande maggioranza dei siti più noti e visitati del Web è stata resa immune ad Heartbleed poche ore dopo la divulgazione della vulnerabilità, pertanto chi ha seguito la profilassi consigliata di cambio delle password non dovrebbe soffrire conseguenze. A essere interessati dalla vulnerabilità sono stati anche alcuni servizi di VPN ( Virtual Private Network ) disponibili in Rete, molti dei quali sono utilizzati proprio per garantire sicurezza e riservatezza alle proprie operazioni online: Torrentfreak ha condotto una vasta ricerca in merito, e ha riassunto in un articolo i resoconti su quali servizi sono risultati affetti e quali iniziative abbiano preso in merito.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Il Punto scrive:
    Nintendo.
    E pensare che ieri nel precedente articolo stavo per prendere le parti di Nintendo per la prima volta nella mia vita dopo che Nintendo si mostrava "intransigente" di fronte a certe richieste assurde che non stanno né in cielo né in terra, Nintendo vergogna! Ho capito la crisi ma è sottona di fronte a tutti.
  • Sg@bbio scrive:
    Nintendo DS???
    Semmai nintendo 3ds, visto che il DS è stato dismesso da anni.
  • prova123 scrive:
    Questo va bene ...
    ma sulla confezione devono scrivere esplicitamente che nel gioco sono permessi matrimoni omosessuali perchè non è nemmeno giusto che chi non li condivide si ritrovi con un incauto acquisto.Il concetto è sempre lo stesso: le cose devono essere chiare poi se uno vuole acquista il gioco oppure se non vuole non lo compra. Il rispetto deve essere verso tutti senza discriminazioni.
    • saverio_ve scrive:
      Re: Questo va bene ...
      - Scritto da: prova123
      ma sulla confezione devono scrivere
      esplicitamente che nel gioco sono permessi
      matrimoni omosessuali perchè non è nemmeno giusto
      che chi non li condivide si ritrovi con un
      incauto
      acquisto.
      Il concetto è sempre lo stesso: le cose devono
      essere chiare poi se uno vuole acquista il gioco
      oppure se non vuole non lo compra. Il rispetto
      deve essere verso tutti senza
      discriminazioni.Non conosco bene il gioco, ma sono curioso di capire la tua posizione...In che modo il fatto che qualcun'altro possa stringere relazioni omosessuali nel gioco lo farebbe diventare un "incauto acquisto", ti mancherebbe di rispetto o ti discriminerebbe?
    • Leguleio scrive:
      Re: Questo va bene ...

      ma sulla confezione devono scrivere
      esplicitamente che nel gioco sono permessi
      matrimoni omosessuali perchè non è nemmeno giusto
      che chi non li condivide si ritrovi con un
      incauto
      acquisto.Magari lo faranno anche, in questo caso particolare.Se però dovesse diventare una legge dello Stato sarebbe decisamente scomoda da estendere a tutto. Dovremmo mettere dei cartelli indicatori agli aeroporti e alle frontiere dei posti in cui il matrimonio omosessuale è ammesso, e non sono nemmeno pochi. Addirittura in Danimarca lo dovrebbero mettere all'ingresso delle chiese, perché ora là ci si può sposare anche in chiesa: vedessi mai che uno entra per la curiosità di assistere a un matrimonio con rito luterano e vede certe cosacce.E non oso pensare che accadrebbe coi film, sia ai cinema, sia trasmessi in tv: rivelando la presenza di scene omosessuali, fosse anche un bacio, farebbero anticipazioni sulla trama, e non tutte le apprezzano.
      • krane scrive:
        Re: Questo va bene ...
        - Scritto da: Leguleio

        ma sulla confezione devono scrivere

        esplicitamente che nel gioco sono

        permessi matrimoni omosessuali perchè

        non è nemmeno giusto che chi non li

        condivide si ritrovi con un incauto

        acquisto.
        Magari lo faranno anche, in questo caso
        particolare.
        Se però dovesse diventare una legge dello Stato
        sarebbe decisamente scomoda da estendere a tutto.E pensa ai poveri arabi, mica puoi fargli vedere dei derivati dal maiale, ci voglioni i cartelli.E la droga ? Se nel gioco e' presente della droga vorrei saperlo.E le bionde ? Si sa mai che si offendano, meglio scrivere sulla confezione se compaiono nel gioco.ecc ecc...
    • ndr scrive:
      Re: Questo va bene ...
      - Scritto da: prova123
      ma sulla confezione devono scrivere
      esplicitamente che nel gioco sono permessi
      matrimoni omosessuali perchè non è nemmeno giusto
      che chi non li condivide si ritrovi con un
      incauto
      acquisto.Spero vivamente che questa sia solo una patetica e noiosa trollata...Io non condivido l'utilizzo dei calzini con i sandali eppure al mare non ci sono cartelli con scritto "Attenti, tedeschi in zona"...
    • Izio01 scrive:
      Re: Questo va bene ...
      - Scritto da: prova123
      ma sulla confezione devono scrivere
      esplicitamente che nel gioco sono permessi
      matrimoni omosessuali perchè non è nemmeno giusto
      che chi non li condivide si ritrovi con un
      incauto acquisto.Mi sarei aspettato che ti mangiassero vivo per aver osato scrivere qualcosa di contrario alla political correctness, invece ci sono andati giù abbastanza piano.Comunque è davvero triste pensare che oggi è praticamente vietato creare un gioco che non incorpori riferimenti ai gay; il prossimo passo è introdurre slinguazzamenti obbligatori tra maschi anche nei vari Call Of Duty o Crysis.
      • Leguleio scrive:
        Re: Questo va bene ...

        Comunque è davvero triste pensare che oggi è
        praticamente vietato creare un gioco che non
        incorpori riferimenti ai gay; Guarda che è accaduto con tutti gli argomenti, e continuerà ad accadere. Da opere pensate per l'intrattenimento del popolo bue ci si aspetta un'aderenza all'attualità e ai suoi tic molto stretta: diversamente non scatta l'identificazione, non arriva il sucXXXXX.Due esempi fra mille: le minigonne per le uniformi nelle prime serie di Star Trek:https://fbcdn-sphotos-b-a.akamaihd.net/hphotos-ak-frc3/t1.0-9/196903_10150194632940934_2690577_n.jpg(per la serie: il futuro è dannatamente simile al presente).Gli hippy in uno spot natalizio (che tra l'altro arrivò in Italia con molto ritardo, e quei pochi hippy che c'erano erano già dimenticati):http://tinyurl.com/l7g2h9qEd esiste anche il fenomeno inverso: riferimenti allo stato di inferiorità dei neri nei fumetti e nei cartoni animati degli anni Trenta e Quaranta: cercano di cancellarli, di edulcorarli.
        il prossimo passo è
        introdurre slinguazzamenti obbligatori tra maschi
        anche nei vari Call Of Duty o
        Crysis.Nella misura in cui faranno parte del panorama urbano, sì.Per ora due uomini che si baciano per strada, al di fuori del gay pride, sono molto rari. Quando sarà una scena comune, nessuno troverà strano che li si veda anche negli spot pubblicitari, nei film per famiglie e appunto nei giochi elettronici.
        • Izio01 scrive:
          Re: Questo va bene ...
          - Scritto da: Leguleio

          Comunque è davvero triste pensare che oggi è

          praticamente vietato creare un gioco che non

          incorpori riferimenti ai gay;

          Guarda che è accaduto con tutti gli argomenti, e
          continuerà ad accadere. Da opere pensate per
          l'intrattenimento del popolo bue ci si aspetta
          un'aderenza all'attualità e ai suoi tic molto
          stretta: diversamente non scatta
          l'identificazione, non arriva il sucXXXXX.
          Due esempi fra mille: le minigonne per le
          uniformi nelle prime serie di Star Trek:

          https://fbcdn-sphotos-b-a.akamaihd.net/hphotos-ak-

          (per la serie: il futuro è dannatamente simile al
          presente).
          Non ho capito: qualcuno si è lamentato per le minigonne?
          Gli hippy in uno spot natalizio (che tra l'altro
          arrivò in Italia con molto ritardo, e quei pochi
          hippy che c'erano erano già dimenticati):

          http://tinyurl.com/l7g2h9q

          Ed esiste anche il fenomeno inverso: riferimenti
          allo stato di inferiorità dei neri nei fumetti e
          nei cartoni animati degli anni Trenta e Quaranta:
          cercano di cancellarli, di edulcorarli.



          il prossimo passo è

          introdurre slinguazzamenti obbligatori tra
          maschi

          anche nei vari Call Of Duty o

          Crysis.

          Nella misura in cui faranno parte del panorama
          urbano, sì.
          Per ora due uomini che si baciano per strada, al
          di fuori del gay pride, sono molto rari. Quando
          sarà una scena comune, nessuno troverà strano che
          li si veda anche negli spot pubblicitari, nei
          film per famiglie e appunto nei giochi
          elettronici.Ma niente da obiettare al fatto che si vedano, anche adesso, non è questo a darmi fastidio!Quello che mi irrita è che adesso un gioco DEBBA sottostare ai diktat della political correctness o essere additato come "omofobo", e quindi i designer vengano influenzati. Nintendo fa il Miiverse senza gay, Sony lo fa con i gay -
          i gay si lanciano sul secondo e quindi Nintendo perde terreno ed è costretta ad adeguarsi -
          nulla da obiettare su questo ipotetico scenario.Nintendo fa il Miiverse senza i gay -
          campagna antidiscriminazione che gonfia a 1000 un non-caso -
          Nintendo è obbligata ad adeguarsi -
          E' questo a darmi fastidio.Io ho visto "Volver" di Almodovar, e avrei qualcosa da obiettare sulla visione del regista, che dipinge i maschi eterosessuali come alcolisti incapaci, buoni solo a violentare qualsiasi donna capiti loro a tiro, specie se parente stretta. Non mi sogno nemmeno, però, di chiedere la censura del suo film: per me ha il diritto di rappresentare gli etero come più gli piace. Io lo so e tendenzialmente faccio a meno di vedere altri suoi film, fine. Perché occorre fare di ogni scemenza un caso?
          • Leguleio scrive:
            Re: Questo va bene ...


            Guarda che è accaduto con tutti gli
            argomenti,
            e

            continuerà ad accadere. Da opere pensate per

            l'intrattenimento del popolo bue ci si
            aspetta

            un'aderenza all'attualità e ai suoi tic molto

            stretta: diversamente non scatta

            l'identificazione, non arriva il sucXXXXX.

            Due esempi fra mille: le minigonne per le

            uniformi nelle prime serie di Star Trek:




            https://fbcdn-sphotos-b-a.akamaihd.net/hphotos-ak-



            (per la serie: il futuro è dannatamente
            simile
            al

            presente).



            Non ho capito: qualcuno si è lamentato per le
            minigonne?Credo di sì, le femministe dell'epoca.Ma ovviamente non è facile ripescare attestazioni degli anni Sessanta. La domanda pertinente è un'altra: se tutte le donne in Star Trek avessero usato uniformi unisex, che negli anni Sessanta non erano certo di moda, avrebbe avuto lo stesso sucXXXXX di pubblico?

            Nella misura in cui faranno parte del
            panorama

            urbano, sì.

            Per ora due uomini che si baciano per
            strada,
            al

            di fuori del gay pride, sono molto rari.
            Quando

            sarà una scena comune, nessuno troverà
            strano
            che

            li si veda anche negli spot pubblicitari, nei

            film per famiglie e appunto nei giochi

            elettronici.

            Ma niente da obiettare al fatto che si vedano,
            anche adesso, non è questo a darmi
            fastidio!
            Quello che mi irrita è che adesso un gioco DEBBA
            sottostare ai diktat della political correctness
            o essere additato come "omofobo", e quindi i
            designer vengano influenzati. Nintendo fa il
            Miiverse senza gay, Sony lo fa con i gay -
            i
            gay si lanciano sul secondo e quindi Nintendo
            perde terreno ed è costretta ad adeguarsi -

            nulla da obiettare su questo ipotetico
            scenario.
            Nintendo fa il Miiverse senza i gay -

            campagna antidiscriminazione che gonfia a 1000 un
            non-caso -
            Nintendo è obbligata ad adeguarsiNon è affatto obbligata. Leggi l'articolo:«Se nel futuro si darà vita a un nuovo capitolo della serie Tomodachi Life, Nintendo promette di "progettare da zero una esperienza di gioco che sia più inclusiva, e che rappresenti meglio tutti i giocatori».Questa è solo una risposta interlocutoria. Non promette nulla di preciso.
            -
            E' questo a darmi
            fastidio.Che vuoi che ti dica? Ci sono state anche campagne per rendere la bambola Barbie più cicciottella, quella attuale porterebbe all'anoressia:http://scuola.repubblica.it/emiliaromagna-ferrara-ascarducci/2014/mamma-voglio-diventare-come-la-barbie/Altri se la sono presa con i giochi sessisti:http://www.redattoresociale.it/Notiziario/Articolo/451754/Stereotipi-sessisti-tra-i-giocattoli-Un-blog-Non-regalateli-a-NataleAlcuni prendono i giochi terribilmente sul serio. :Non ti stupire quindi se la prossima proposta sarà di sostituire nei giochi di carte fante, donna e re rispettavamente con proletario, pensionata e datore di lavoro. E ovviamente ridisegnare le loro figure.
          • Izio01 scrive:
            Re: Questo va bene ...
            - Scritto da: Leguleio

            La domanda pertinente è un'altra: se tutte le
            donne in Star Trek avessero usato uniformi
            unisex, che negli anni Sessanta non erano certo
            di moda, avrebbe avuto lo stesso sucXXXXX di
            pubblico?
            Ahh, ok, come i fantastici pantaloni a zampa di elefante della ciurma di Base Alfa! :D
        • prova123 scrive:
          Re: Questo va bene ...
          - Scritto da: Leguleio
          Due esempi fra mille: le minigonne per le
          uniformi nelle prime serie di Star
          Trek:

          https://fbcdn-sphotos-b-a.akamaihd.net/hphotos-ak-

          (per la serie: il futuro è dannatamente simile al
          presente).

          Gli hippy in uno spot natalizio (che tra l'altro
          arrivò in Italia con molto ritardo, e quei pochi
          hippy che c'erano erano già
          dimenticati):

          http://tinyurl.com/l7g2h9q
          A tal proposito segnalo l'episodio di Startrek in cui sono presenti gli hippy che vogliono raggiungere la loro terra promessa a tutti i costi e vengono tutti avvelenati dal loro beneamato pianeta!! :D :D :D
          • ... scrive:
            Re: Questo va bene ...
            - Scritto da: prova123
            - Scritto da: Leguleio


            Due esempi fra mille: le minigonne per le

            uniformi nelle prime serie di Star

            Trek:




            https://fbcdn-sphotos-b-a.akamaihd.net/hphotos-ak-



            (per la serie: il futuro è dannatamente simile
            al

            presente).



            Gli hippy in uno spot natalizio (che tra l'altro

            arrivò in Italia con molto ritardo, e quei pochi

            hippy che c'erano erano già

            dimenticati):



            http://tinyurl.com/l7g2h9q



            A tal proposito segnalo l'episodio di Startrek in
            cui sono presenti gli hippy che vogliono
            raggiungere la loro terra promessa a tutti i
            costi e vengono tutti avvelenati dal loro
            beneamato pianeta!! :D :D
            :D[img]http://i3.kym-cdn.com/photos/images/original/000/612/962/dc5.gif[/img]
      • prova123 scrive:
        Re: Questo va bene ...
        - Scritto da: Izio01
        - Scritto da: prova123
        Mi sarei aspettato che ti mangiassero vivo per
        aver osato scrivere qualcosa di contrario alla
        political correctness, invece ci sono andati giù
        abbastanza
        piano.Questo non è accaduto perchè la mia è una posizione di perfetto equilibrio: il rispetto deve essere verso tutti anche verso chi la pensa diversamente. Come "persona qualsiasi" è più facile vedere le cose in questo modo e comportarmi di conseguenza, ma IMHO Nintendo ha commesso un secondo grave errore ritornando nel merito della questione, un primo errore è stato rispondere in quel modo, secondo errore è stato quello di ritornare sui propri passi perchè a questo punto se la comunità musulmana farà una petizione per rimuovere gli alcolici dai party del videogioco o di qualcosa che ricorda evidentemente gli alcolici cosa pensa di fare ? Un menù di configurazione del videogioco con eventuale controllo parentale e versioni con default diversi a seconda della nazionalità in cui viene venduto il prodotto ? ... si è cacciata in un ginepraio. La cosa più semplice era dire "in questo gioco non è previsto nei prossimi ci penseremo" e in un altro gioco lo poteva mettere come parametro di configurazione all'inizio del gioco e poi gestire il gioco di conseguenza.
        • Leguleio scrive:
          Re: Questo va bene ...

          La cosa più semplice era dire
          "in questo gioco non è previsto nei prossimi ci
          penseremo" Ma è esattamente quello che ha detto!Non so perché tutti qui scrivano che la Nintendo ha calato le braghe. Si é levata solo un seccatore di torno.
    • Funz scrive:
      Re: Questo va bene ...
      - Scritto da: prova123
      ma sulla confezione devono scrivere
      esplicitamente che nel gioco sono permessi
      matrimoni omosessuali perchè non è nemmeno giusto
      che chi non li condivide si ritrovi con un
      incauto
      acquisto.
      Il concetto è sempre lo stesso: le cose devono
      essere chiare poi se uno vuole acquista il gioco
      oppure se non vuole non lo compra. Il rispetto
      deve essere verso tutti senza
      discriminazioni.Hai ragione!Non vorrei mai ritrovarmi, pur se in un gioco, alle prese con Mandingo e il suo big bongo pixelloso. :p
Chiudi i commenti