HP, licenzia per automatizzare

L'obiettivo è quello di aggiornare tecnologicamente e rendere più efficiente il settore dei data center. Continua una strategia iniziata con l'acquisizione di EDS

Roma – Sulla versione americana del sito di Hewlett-Packard campeggia la pubblicità “Memorial Day Saving event”: ieri era una giornata di festa nazionale negli Stati Uniti, ma stavolta sembra che ai piani alti di HP non ci sia stato tempo per alcuna pausa. La giornata, infatti, non avrà certo regalato sorrisi ai dipendenti HP che hanno visto improvvisamente traballare il loro posto di lavoro.

L’azienda ha infatti annunciato di voler licenziare 9mila dipendenti addetti ai data center, che smobiliterà nei prossimi mesi in vista di una completa automatizzazione del settore. Il taglio dei lavoratori è proprio la conseguenza di tale cambiamento.

Questi 9mila, dei 304mila impiegati di HP sparsi nel mondo, saranno dimessi gradualmente nei prossimi anni. Seimila di questi, secondo un altro documento HP, potrebbero essere tuttavia riassunti in diverse posizioni grazie alla crescita conseguente.

Questo cambiamento costerà all’azienda ICT un investimento di un miliardo di dollari. E dovrebbe portare a un risparmio tra i 500 milioni di dollari e i 700 milioni di dollari l’anno .

La riforma del settore punta a migliorare il servizio di corporate data center , in cui vengono ospitati dati aziendali, la cui ristrutturazione è iniziata con l’acquisto di EDS nel 2008, la società di consulenza tecnologica acquistata per 14 miliardi . Anche in quell’occasione HP annunciò sostanziosi tagli (si parlava di 24.600 posti). E non si ha conferma se gli ultimi 9mila fossero già compresi in tali calcoli.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Rutilante scrive:
    Qualità
    Come sempre, complimenti per la qualità dei vostri articoli. Anche se questa è poco più di una semplice "notizia d'agenzia", non è evidente trovare su internet testi di questo livello linguistico-formale.
  • iRoby scrive:
    Evoluzione umana
    Se si diffondono un gran numero di device con acXXXXX ad internet e senza sistema operativo Microsoft, sarebbe la volta buona che ci liberiamo di tecnologie come Internet Explorer, Activex, e forse anche Flash.Se ci riusciamo davvero forse l'umanità passerebbe dall'attuale stato di civilizzazione 00 alla 0.Se insieme ai combustibili fossili riuscissimo a liberarci anche di aziende come Microsoft e di Winzozz forse passeremo al livello di civilizzazione 1.
    • geppo12 scrive:
      Re: Evoluzione umana
      Come in facebook ci vorrebbe solo il tasto "mi piace" sul post di cui sopra :)
    • rover scrive:
      Re: Evoluzione umana
      Mi danno più fastidio i combustibili fossili...
      • bibop scrive:
        Re: Evoluzione umana
        internet explorer+activexperche' non hai l'obbligo ad usare internet explorer per qualche stupido e miope lock in aziendale oppure lo usi per per scelta pe qualche indefinibile proXXXXX cognitivoflashperche' non sei un disabile e quindi flash ti sta comodo e non limita la tua liberta'/diritto di usufruire delle informazioni su internet
    • advange scrive:
      Re: Evoluzione umana
      Piuttosto, non ti sembra che la stima sia troppo pessimistica? Di tablet non ARM in giro di prossima uscita non ne vedo.Direi che per il 2014 saremo ben oltre il 50%.Per quanto riguarda Windows sui tablet non lo vedremo proprio (starà sotto il 10%): anche in non ARM avranno WebOS, Android e compagnia (praticamente Linux).Chissà se nel frattempo non si riuscirà a far breccia anche sui desktop: ChromeOS, IMHO, non promette bene. D'altro canto anche una percentuale di penetrazione bassa (intorno al 5%) potrebbe scatenare la rivoluzione in quel settore.
    • Mela Avvelenata not logged scrive:
      Re: Evoluzione umana
      - Scritto da: iRoby
      Se si diffondono un gran numero di device con
      acXXXXX ad internet e senza sistema operativo
      Microsoft, sarebbe la volta buona che ci
      liberiamo di tecnologie come Internet Explorer,
      Activex, e forse anche
      Flash.Internet Exploder sicuro sparirà!Active X pure!Per Flash la cosa mi pare un pò più problematica (quasi sicuro che sparisca, ma in quanto tempo?)
      Se ci riusciamo davvero forse l'umanità
      passerebbe dall'attuale stato di civilizzazione
      00 alla
      0.Mah, per così poco?
      Se insieme ai combustibili fossili riuscissimo a
      liberarci anche di aziende come Microsoft e di
      Winzozz forse passeremo al livello di
      civilizzazione
      1.Windoz mi sa che sarà duro a morire...forse farà la fine di OS/2, in qualche istituto di credito!
      • gerry scrive:
        Re: Evoluzione umana
        - Scritto da: Mela Avvelenata not logged
        Internet Exploder sicuro sparirà!Finchè resta sui PC aziendali, non credo proprio.
  • angros scrive:
    Una ghianda non sarà mai una mela
    Per questo ARM non sarà mai di Apple.
    • Giambo scrive:
      Re: Una ghianda non sarà mai una mela
      - Scritto da: angros
      Per questo ARM non sarà mai di Apple.Sottile il riferimento alla ghianda, chissa' in quanti lo capiscono ;)
      • FETUS scrive:
        Re: Una ghianda non sarà mai una mela
        - Scritto da: Giambo
        - Scritto da: angros

        Per questo ARM non sarà mai di Apple.

        Sottile il riferimento alla ghianda, chissa' in
        quanti lo capiscono
        ;)spoilerAcorn RISC Machine
  • Nome e cognome scrive:
    Confermo!
    Nel 2014, metà dei tablet saranno iPad! :D
  • Sgabbio scrive:
    sono gadget mobili per internet ?
    Per carità spero di no, altrimenti vedremmo schifezze inaudite in futuro.
Chiudi i commenti