HP, una class action per la verità

Un azionista sostiene che l'azienda l'abbia ingannato sulle scelte di mercato e sulle prospettive di vendita di Touchpad

Roma – Hewlett-Packard è stata denunciata da un azionista che la accusa di aver ingannato gli investitori nel comunicare le decisioni strategiche che hanno successivamente portato ad una perdita di valore delle azioni dell’azienda .

L’investitore Richard Gammel chiede per la sua azione lo status di class action: sostiene che HP abbia nascosto informazioni negative circa le performance di webOS , situazioni che hanno poi portato all’annuncio (a quel punto inaspettato) del suo abbandono.

Invece di paventare i possibili rischi, al contrario, il CEO Leo Apotheker e il CFO Cathie Lasjak avrebbero rassicurato gli investitori circa le prospettive del tablet Touchpad. Tanto che l’annuncio del suo abbandono sembra essere stato appreso con stupore anche all’interno di HP e da alcuni dei manager ai vertici.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • uno qualsiasi scrive:
    Intanto, in Germania...
    Accade questo:http://www.tmnews.it/web/sezioni/esteri/PN_20110918_00224.shtml
    • TheOriginalFanboy scrive:
      Re: Intanto, in Germania...
      - Scritto da: uno qualsiasi
      Accade questo:

      http://www.tmnews.it/web/sezioni/esteri/PN_2011091parola magica 'free drugs' e via ....
  • PuzzettaSoporifera scrive:
    W il copyright!!!!
    Il copyright va abolito!o forse no...
    • styx scrive:
      Re: W il copyright!!!!
      - Scritto da: PuzzettaSoporifera
      Il copyright va abolito!



      o forse no...puzzy, se continui cosi', tra un paio d'anni, potrai far seriamente concorrenza a Ruppolo! 56 messaggi e 56 cacchiate o trollate. E' un ottima media!
    • prova123 scrive:
      Re: W il copyright!!!!
      http://guiodic.wordpress.com/2011/06/28/no-censura-internet/ :)
      • il solito bene informato scrive:
        Re: W il copyright!!!!
        - Scritto da: prova123
        http://guiodic.wordpress.com/2011/06/28/no-censurabellissimo... è passato tanto gradualmente da una storia vera ad una metafora che non me ne sono neanche accorto! :)
  • enriker scrive:
    copyright incentivo alla rendita
    Il copyright più che un incentivo a fare nuove opere mi sembra un incentivo per vivere di rendita..Se sai che una tua opera ti da un entrata economica per tutta o quasi la vita, hai voglia di fare qualcosa di veramente nuovo? Delle volte le canzoni sembrano fatte in serie!!!Invece se il copyright scade dopo qualche anno devi pensare a qualcosa di nuovo in fretta se vuoi vivere come artista...Una domanda, si parla di copyright come forma "pensionistica" per gli artisti "anziani". Ma non esiste un "ente pensionistico", una "cassa previdenza" per gli artisti "lavoratori autonomi" dove come tutti i lavoratori versano dei contributi per poi avere una pensione, se esiste non gli basta?
    • parandroid scrive:
      Re: copyright incentivo alla rendita
      I lavoratori dello spettacolo dovrebbero versare dei contributi al loro ente pensionistici (adesso non mi ricordo come diavolo si chiama), non so quanto si paga e non ho idea del mensile che ne viene fuori, in proporzione. Di sicuro coloro i quali possono vivere di rendita dei diritti d'autore non penso siano molti, ma son certo che tra questi ci sono soprattutto gli autori storici, insomma, i soliti noti. Insomma, se la pensione e' bassa, i diritti d'autore non e' che possano fare miracoli. L'idea generale del copyright moderno e' che in fondo piove sempre sul bagnato, e che questi 20 anni di estensione del copyright favorisca piu' gli interessi di case editrici e societa' di raccolta quali SIAE, piuttosto che autori ed eredi!Secondo voi, le canzoni di Elvis finiranno mai nel pubblico dominio? Io scommetto di no,..
      • ziovax scrive:
        Re: copyright incentivo alla rendita
        - Scritto da: parandroid
        I lavoratori dello spettacolo dovrebbero versare
        dei contributi al loro ente pensionistici (adesso
        non mi ricordo come diavolo si chiama), non so
        quanto si paga e non ho idea del mensile che ne
        viene fuori, in proporzione. Di sicuro coloro i
        quali possono vivere di rendita dei diritti
        d'autore non penso siano molti, ma son certo che
        tra questi ci sono soprattutto gli autori
        storici, insomma, i soliti noti. Insomma, se la
        pensione e' bassa, i diritti d'autore non e' che
        possano fare miracoli. Si chiama ENPALS e paga poco... tipo l'artigianato, con un fisso minimo molto basso.
        L'idea generale del
        copyright moderno e' che in fondo piove sempre
        sul bagnato, e che questi 20 anni di estensione
        del copyright favorisca piu' gli interessi di
        case editrici e societa' di raccolta quali SIAE,
        piuttosto che autori ed
        eredi!Ovvio che sia così: i veri artisti vivono con i loro spettacoli.
        Secondo voi, le canzoni di Elvis finiranno mai
        nel pubblico dominio? Io scommetto di
        no,..Certo che no: nemmeno "Tanti auguri" lo è.... attenti quando la cantate ad una festa di compleanno.
    • Undertaker scrive:
      Re: copyright incentivo alla rendita
      Scritto da: enriker
      Il copyright più che un incentivo a fare nuove
      opere mi sembra un incentivo per vivere di
      rendita..
      Se sai che una tua opera ti da un entrata
      economica per tutta o quasi la vita, hai vogliaun opera, oggi deve rendere SUBITO, difatti, per esempio nell'incasso dei film é rilevante quanto abbia guadagnato la prima settimana in cui é uscito.Se non rende i primi due-tre mesi in cui esce nelle sale difatti il film fa fiasco al botteghino(per decine di milioni di dollari!), altro che copyright per millemila anni,quello é solo teorico.
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: copyright incentivo alla rendita

        un opera, oggi deve rendere SUBITO, difatti, per
        esempio nell'incasso dei film é rilevante quanto
        abbia guadagnato la prima settimana in cui é
        uscito.
        Se non rende i primi due-tre mesi in cui esce
        nelle sale difatti il film fa fiasco al
        botteghino(per decine di milioni di dollari!),
        altro che copyright per millemila anni,quello é
        solo
        teorico.Allora perchè chiedono di estendere il copyright? Se fosse come dici tu, basterebbe un copyright di due settimane, e poi il film diventa di pubblico dominio e liberamente scaricabile.
  • Talking Head scrive:
    Eh, ma il copyright è importante...
    ...favorisce l'innovazione.Son sicuro che nessuno avrebbe scritto più musica o girato film se avesse pensato che dopo _solo_ 50 anni i diritti di copia sarebbero diventati pubblici. Che giri a fare un film se, in 50 anni, dopo la tua morte, chiunque può vederlo?D'altronde poi è anche normale, cosa lasciano se no in eredità i cantanti ai figli? Mica possono fare come gli altri, che parte dei soldi guadagnati li risparmiano: vogliamo il diritto per tutti i cantanti di spendere tutto quello che guadagnano e lasciare comunque un'eredità ai figli, pagata da persone che ancora ora non sono nate.E' il minimo in una società civile. Se un ricercatore (ricercatore: n s, neutro; persona che dalle superiori all'università era prima nel suo corso, e ha studiato sino a 28 anni) guadagna 1200 euro al mese e tutto quello che fa è immediatamente di dominio pubblico, sono fatti suoi. Ci poteva pensare prima. Bisogna creare più incentivi per i giovani a diventare cantanti!
    • eleirbag scrive:
      Re: Eh, ma il copyright è importante...
      Difatti il governo attuale ci ha già pensato eha posto subito rimedio.Difatti ci sono molte più celebrità dello spettacoloal governo. Oltre a questo ha castrato la ricerca ei ricercatori stessi e ha promosso il mestiere femminilepiù vecchio del mondo e quello maschile(Prostitua eFaccendiere).Ha inoltre preparato la strada per le nuove "star"del futuro, aumentando in modo vertiginoso il prelievoSIAE già alla fonte.E poi dicono che è paralizzato. Dico io, ma dove vivete.
      • Francesco_Holy87 scrive:
        Re: Eh, ma il copyright è importante...
        Hanno castrato i ricercatori? :OPoverini! Ecco perchè fuggono tutti all'estero, ci tengono ai gioielli di famiglia! :D
        • eleirbag scrive:
          Re: Eh, ma il copyright è importante...
          Bah forse se li castravano veramente e non in senso figurato,almeno non avrebberero più avuto il problema di come manternerel'eventuale prole con uno stipendio da fame e con uno stato daprecario-cronico a vita.Che tristezza :-(
    • Surak 2.0 scrive:
      Re: Eh, ma il copyright è importante...
      I presunti "artisti" sono presenti ovunque e si nascondono dietro al termine "cultura".Vedi i XXXXXX fatti per i tagli allo spettacolo, che ha costretto a mettere delle accise aggiuntive sulla benzina per il FUS.E buona parte non era certo berlusconiana (i soldi non fanno schifo a nessuno, o non come gli fa paura il lavoro)
      • il solito bene informato scrive:
        Re: Eh, ma il copyright è importante...
        - Scritto da: Surak 2.0
        I presunti "artisti" sono presenti ovunque e si
        nascondono dietro al termine
        "cultura".
        Vedi i XXXXXX fatti per i tagli allo spettacolo,
        che ha costretto a mettere delle accise
        aggiuntive sulla benzina per il
        FUS.
        E buona parte non era certo berlusconiana (i
        soldi non fanno schifo a nessuno, o non come gli
        fa paura il
        lavoro)il problema di questo governo è che è un bambino bendato con un paio di cesoie in mano: taglia indiscriminatamente (ma qualche volta, per fortuna, batte la testa contro uno spigolo).Se da una parte sono d'accordo con te sull'indignazione che i soldi delle mie tasse vadano a finanziare le ferie di Boldi e De Sica, mascherate da film "vacanze di pasquetta", dall'altra non è tagliando i fondi che si ridà vita al settore cinematografico e artistico italiano. Bisognerebbe intervenire sulle regole ma ciò implicherebbe per i politici <b
        lavorare </b
        , perciò...
      • little magpie scrive:
        Re: Eh, ma il copyright è importante...
        Ok, un attimo, una cosa é il Fus e un'altra é il copyright;come si é sempre detto qui dentro: "che vadano a suonare dal vivo i cantanti se vogliono guadagnare qualcosa, se sono bravi la gente ci va", ora del Fus usufruisce gente che dal vivo ci lavora e che é precaria (teatri, gli orchestrali e gli enti lirici) e che nulla hanno a che spartire con le Major.E che senza sostegno dello stato chiuderebbero, perdendo una parte della cultura di questo paese.Poi si puó anche disquisire se é meglio perdere questo settore o meno, io dico, e non ne faccio parte, di no.Peró non mi pare corretto inserire il Fus in una discussione sulle royalties infinite...Secondo me... ;)
    • Dottor Stranamore scrive:
      Re: Eh, ma il copyright è importante...
      - Scritto da: Talking Head
      ...favorisce l'innovazione.
      Son sicuro che nessuno avrebbe scritto più musica
      o girato film se avesse pensato che dopo _solo_
      50 anni i diritti di copia sarebbero diventati
      pubblici. Che giri a fare un film se, in 50 anni,
      dopo la tua morte, chiunque può
      vederlo?
      Non hai capito, dopo 50 anni erano i diritti connessi che scadevano, ma quelli degli autori no perché durano oltre 70 anni dalla morte dell'ultimo autore.Il problema è per chi vuole creare una nuova opera derivata. Tipo come quando Disney fece il cartone animato di Pinocchio, opera su cui i diritti connessi erano scaduti e su cui guadagnò moltissimo. Però anche allora non poteva fotocopiare pinocchio e darlo gratis per le strade perché non era ancora scaduto il diritto d'autore.
  • eleirbag scrive:
    E cosa volete che sia 1 Miliardo ?
    Magari non tutti lo sanno che da Domani(sabato 17) aumenta l'IVAe va dal 20 al 21%. Dunque da domani tutto sarà più caro e pagheremoqualche milairdino in più ogni anno per sempre!Ma cosa volete che sia un 1% qua un 1% la e 1% su e 1% giù.Come dite ? Che se alla fine fai la somma sono un sacco di quattrini ?E beh basta non vederli nell'isieme no ?Alla fine è quello che i potenti ci fanno vedere da sempre un pezzetto alla volta e mai l'insieme totale. E poi dai non vorrete mica che si mettano a lavorare anche loro e che vadano in pensione a settant'anni suonati come noi, insomma cribbio noi siamo qualcuno e voi non siete un BEEP.
    • Surak 2.0 scrive:
      Re: E cosa volete che sia 1 Miliardo ?
      Non per difendere questo Governo (brrrrr!)ma non tutto costerà di più, visto che abbiamo tre livelli di IVA (o meglio, una e due "ridotte") ma mettiamo che sia tutto e che uno non risparmi manco un centesimo.. l'aumento sarebbe di 1/120simo (oggi già paghiamo 120/100 sul prezzo del prodotto) quindi per valutare molto largamente quanto pagherà ognuno o ogni famiglia gli basta fare i redditi diviso 120, quindi ogni 1200 euro netti al mese sarebbero 130 euro l'anno. Sempre che uno spenda 1200 euro al mese e tutti in Italia. Se eliminavano il Canone Rai... peccato che quello serva a Mediaset, ed allora almeno potevano usarne una frazione per salvare i redditi bassi.
      • Healty scrive:
        Re: E cosa volete che sia 1 Miliardo ?
        No :)Il calcolo è un pò sbagliato, oggi paghiamo 120/100, domani, col 21%, 121/100, quindi l'aumento è di 1/100, che è un pò di più di 1/120 ;)
        • Surak 2.0 scrive:
          Re: E cosa volete che sia 1 Miliardo ?
          Ma che stai a di'?Tu oggi paghi unoggetto 120 euro... cioè 100 euro di base più il 20% di IVA.Quindi 120 euro.Domani lo paghi 100 più 21%, quindi 121.Da 120 a 121 sono 1... ci siamo fino a qui?1 in più su 120 sono 1/120.Alla Sora lella, questa è la differenza che interessa
          • the_m scrive:
            Re: E cosa volete che sia 1 Miliardo ?
            ...le abbiamo finite le elementari o torniamo sui banchi?? (ghost)(ghost)Cioè, tu hai il dubbio e hai messo in piedi tutto un ragionamento per sapere se l'1% equivale a 1/100 o a 1/120? :D E poi alla fine sei anche giunto alla conclusione sbagliata?? ma ROTFL! (rotfl) (rotfl) (rotfl) (rotfl)
          • Surak 2.0 scrive:
            Re: E cosa volete che sia 1 Miliardo ?
            - Scritto da: the_m
            ...le abbiamo finite le elementari o torniamo sui
            banchi??
            (ghost)(ghost)Direi che dovreste tornarci
            Cioè, tu hai il dubbio e hai messo in piedi tutto
            un ragionamento per sapere se l'1% equivale a
            1/100 o a 1/120?No, bimbo... se non afferi il concetto di partenza (e non era difficile) è chiaro che poi ti perdi subito e fai il "simpatico" fuoriluogo.Il concetto che interessa al consumatore è quanto gli costa in più la spesa. Se gli fai calcolare l'1% in più di oggi... allora dovresti fare l'economista (freghi la gente con i numeri)
            :D E poi alla fine sei anche
            giunto alla conclusione sbagliata?? ma ROTFL!
            (rotfl) (rotfl) (rotfl)
            (rotfl)Opsss, la tua impeccabile ed accurata contro-dimostrazione effettivamente lascia pochi dubbi... sul fatto che ho ragione
          • the_m scrive:
            Re: E cosa volete che sia 1 Miliardo ?
            Mi sa che non mi sono spiegato bene... Non è con i conti elementari e le frazioni che arrivi alla conclusione giusta.L'IVA la calcoli sull'IMPONIBILE ovvero sul valore "reale" di vendita dei prodotti perchè tutta la catena, dalla produzione alla vendita, l'IVA non la considera neanche quando calcola i margini, gli eventuali sconti, l'utile finale, ecc., visto che viene sempre pareggiata (se ne hai in ecXXXXX, vai in debito e la devi pagare allo stato, se sei in difetto - ovvero tipicamente hai speso più di quanto hai guadagnato - vai a credito dallo stato).Il fatto che tu voglia considerare la percentuale IN PIU' sull'importo totale comprensivo di IVA, sfalsa la percezione di quanto lo stato ti stia rubando sul valore "vero" di mercato dell'oggetto.Per ipotesi, se tu avessi un'IVA al 900%, se loro aumentassero l'aliquota di un altro 50%, secondo il tuo ragionamento sarebbe: "cavolo, non me ne accorgo neanche, il prodotto che costa 100 EUR + IVA lo vado a pagare solo il 5% in più (considerando 50 eur in più sull'importo totale ivato precedente di 1000 eur)". Invece di fatto loro ti stanno facendo pagare 50 EUR in più su una cosa che vale 100 EUR quindi in realtà ti stanno rubando un altro 50% in più sul valore dell'oggetto.
          • Surak 2.0 scrive:
            Re: E cosa volete che sia 1 Miliardo ?
            - Scritto da: the_m
            Mi sa che non mi sono spiegato bene... Non è con
            i conti elementari e le frazioni che arrivi alla
            conclusione
            giusta.Immaginavo che volessi dire questo, mica è il primo "economista" che trovo e fa lo stesso discorso da "libro di scuola d'economia".Non so se tu appartieni a quella categoria di gente buffa(e dannosa), ma ti ho già spiegato come la gente normale con un minimo di cervello ragiona e vede o subisce gli effetti.Anzi.. ti dirò.. che visto che i prezzi in una scarsa concorrenza come quella italiana (ma non solo) sono già ai livelli massimi possibili, quella ridicola percentuale in più è facile che venga pagata dagli ampi margini che molti venditori hanno (in fondo già oggi quasi tutto ha lo socnto, facendo credere di farti un favore). Certo non vale ovunque però i margini per 1/120esimo c'è quasi in ogni settore.. bisogna vedere se i venditori pensano che scaricare anche quel margine è sopportabile dal consumatore ed intal caso vedremo ampi arrotondamenti verso l'alto
  • ABOLIRE IL COPYRIGHT scrive:
    ABOLIRE IL COPYRIGHT
    A fronte di questo <b
    schifo </b
    c'è un'unica soluzione: <b
    ABOLIRE IL COPYRIGHT </b
    P-)
    • Metal_neo scrive:
      Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
      - Scritto da: ABOLIRE IL COPYRIGHT
      A fronte di questo <b
      schifo </b

      c'è un'unica
      soluzione:

      <b
      ABOLIRE IL COPYRIGHT </b


      P-)Ma noooooo!!! E dopo blockbuster e opengames dove li mettiamo!?!? Non possiamo mica mandarli via? Si dai... LOL
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
      Quoto. Il copyright va eliminato.E chi campa con esso deve fare la <b
      FAME </b
      ; la sua sofferenza servirà a dissuadere altri dal seguire il suo modello.
      • Sony scrive:
        Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
        secondo questo sito il copyright è già stato abolito http://plixid.com
      • dont feed the troll/dovella scrive:
        Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
        - Scritto da: uno qualsiasi
        Quoto. Il copyright va eliminato.

        E chi campa con esso deve fare la <b
        FAME
        </b
        ;Può in alternativa andare a lavorare, come facciamo noi altri.
      • Undertaker scrive:
        Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT
        - Scritto da: uno qualsiasi
        Quoto. Il copyright va eliminato.
        E chi campa con esso deve fare la <b
        FAME
        </b
        ; la sua sofferenza servirà a
        dissuadere altri dal seguire il suo
        modello.mi pare perfettamente giusto:chi produce contenuti (testi,musica,film) deve essere messo alla fame, nessuno deve osare pensare di produrre qualcosa di utile, bello o interessante, tutti alla fame.Vorrá dire che in futuro vedremo solo film italiani (o della stessa qualitá dei film italiani, cioé una merd..)o altra robaccia a costo zero, dato che nessuno potrá piú guadagnare dal proprio lavoro.Sono le stesse utopie di chi propone di abolire la proprietá privata o di creare un "economia basata sulle risorse" (maoismo della vecchia scuola)
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: ABOLIRE IL COPYRIGHT

          mi pare perfettamente giusto:chi produce
          contenuti (testi,musica,film) deve essere messo
          alla fame, nessuno deve osare pensare di produrre
          qualcosa di utile, bello o interessante, tutti
          alla
          fame.Non tutti: solo quelli che ragionano così:http://punto-informatico.it/2948622/PI/Commenti/mina-ancora-ancora-ancora.aspx

          Vorrá dire che in futuro vedremo solo film
          italiani (o della stessa qualitá dei film
          italiani, cioé una merd..)o altra robaccia a
          costo zero, dato che nessuno potrá piú
          guadagnare dal proprio
          lavoro.Perchè, "the Blair witch project" era robaccia?E i film che fanno adesso ti sembrano validi?
          Sono le stesse utopie di chi propone di abolire
          la proprietá privata o di creare un
          "economia basata sulle risorse" (maoismo della
          vecchia
          scuola)No, affatto: il loro errore era che volevano farlo con risorse non replicabili. E il tuo è di voler applicare il capitalismo a risorse replicabili.
Chiudi i commenti