HTC, 10 novità per chiudere il 2007

Il produttore taiwanese lancerà entro fine anno 10 nuovi modelli, tra smartphone e PDA-phone, basati su chip prodotti da Qualcomm

Roma – Si dimostra molto attiva sul fronte dei nuovi prodotti, HTC , che intende lanciare, entro la fine del 2007, ben 10 nuovi smartphone e PDA-phone. Una potente ventata di rinnovamento nella gamma dell’azienda taiwanese, che per la nuova produzione utilizzerà chipset provenienti da Qualcomm .

Secondo ZDNet , il produttore intende presentare i nuovi device entro la fine dell’anno per entrare in competizione con l’ iPhone , che negli ultimi mesi ha conquistato in USA la leadership nel mercato degli smartphone.

Il dispositivo di punta? Sicuramente fra i prodotti di punta con cui confida di attaccare la concorrenza ci sarà il nuovo TyTN II , che si inserirà però in una fascia di prezzo superiore a quella del music-phone di Apple .

HTC ha comunque in programma di lanciare altri smartphone di fascia inferiore e quindi in grado di affiancarsi commercialmente all’iPhone, con il vantaggio di non produrne solo per il proprio brand, ma anche per conto di aziende come T-Mobile, Verizon Wireless, Orange, NTT DoCoMo, e produttori di PC come HP e Dell.

Tra le novità di prossima commercializzazione dovrebbe trovare un posto al sole lo smartphone P6500 Sirius, un terminale 3G con connettività WiFi dotato di Windows Mobile 6, ampio display touchscreen, fotocamera da 2 Megapixel e scanner per impronte digitali (vedi foto in questa pagina).

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • dadaumpa scrive:
    è un non problema
    ma davvero secondo voi se uno volesse visitare il sito del film dei simpson e si trovasse su un sito che vende cazzi finti si comprerebbe un vibratore a forma di bart simpson?mi sembra che lo logica del problema sia grossomodo questa no?a me sembra un non problema....ormai la maggior parte delle ricerche si fà tramite motore di ricerca che aggira il problema.per il typosquatting invece il problema è più reale ma se uno digita un url è perchp conosce il sito, appena se ne trova davantiuno diverso se ne accorge subito e corregge l'url.poveretti quelli che spendono i lpro soldi per farsi pubblicità su siti del genere, non la guarda nessuno.
    • Fra scrive:
      Re: è un non problema
      E che dire della bambina/o che chiede al babbo se può vedere il trailer del film dei simpson dal sito in questione?
  • Francesco scrive:
    Commento all'articolo
    E si è tutto vero, ma penso che alla fine questo faccia parte del lato oscuro di internet ...alla fin fine il WWW è libero, di tutti! Comunque spero che presto si possano avere delle leggi che tutelino la questione.
Chiudi i commenti