HTTPS vs VPN, ecco perchè servono entrambi

HTTPS vs VPN, ecco perchè servono entrambi

SIa VPN che HTTPS sono tecnologie che vengono utilizzate per la navigazione web sicura. Vediamo come funzionano e perchè sono complementari.
SIa VPN che HTTPS sono tecnologie che vengono utilizzate per la navigazione web sicura. Vediamo come funzionano e perchè sono complementari.

I sistemi di sicurezza disponibili sul web sono di diverso tipo, e spesso ne abbiamo parlato anche qui su Punto Informatico, trattando sia la cifratura e la privacy dei nostri dati in fase di navigazione utilizzando una VPN.

Allo stesso modo l'HTTPS aiuta in termini di sicurezza per la cifratura dei dati, e lo troviamo su siti dove è possibile acquistare beni o servizi che forniscono una garanzia sui dati che andiamo a inserire. Basta dare un'occhiata ad Amazon o ebay ad esempio.

Vediamo una serie di motivi che ci portano ad utilizzare entrambe queste tecnologie per supportare al meglio la nostra navigazione.

1. Una VPN protegge il traffico HTTP

Non tutti i siti utilizzano HTTPS, perchè di fatto implementare HTTPS richiede l'utilizzo di un certificato specifico che comporta un costo aggiuntivo per chi gestisce il sito.

Alcuni siti non hanno bisogno di usare HTTPS perchè non gestiscono informazioni sensibili e per questo si tenderà ad optare per HTTP. Anche in questo caso conviene utilizzare una VPN in quanto qualsiasi sia la connessione comunque il nostro PC invierà dati alla VPN, che provvederà poi a mascherarli dal punto di vista della rete.

In questo modo si ottiene un collegamento criptato anche se si utilizza HTTP. Questo accade anche in relazione al nostro provider, che comunque non potrà vedere da dove siamo collegati o le informazioni che trasmettiamo come l'indirizzo IP.

2. Una VPN copre tutte le tue connessioni

HTTPS è un'ottima tecnologia, e funziona solo se ci si collega a un sito che utilizza HTTPS attraverso un browser abilitato. Se invece ci si collega utilizzando una app alla rete, come un servizio di messaggistica o social, è possibile che questa non utilizzi un protocollo che provvede a criptare la comunicazione.

Non vale per tutte le app, dato che Whatsapp ad esempio utilizza una crittografia end to end, ma alcune volte nelle informazioni non è neanche chiaro.

Utilizzando una VPN invece è possibile avere protezione su qualsiasi app, perchè tutto il traffico che parte dal nostro dispositivo, sia esso smartphone o computer, passa per il “corridoio” della VPN, dunque è tutto traffico protetto e controllato, e non ci interessa che l'app in utilizzo abbia un protocollo relativo alla crittografia dei dati.

3. Una VPN ti protegge se non puoi usare DNS-Over-HTTPS

HTTPS è ottimo per proteggere il proprio traffico, ma se si vuole coprire quelle che sono le proprie tracce sul web occorre usare una VPN.

Il DNS, Domain Name System, è un sistema che permette di tradurre l'indirizzo che scriviamo nella barra degli indirizzi in un indirizzo IP relativo al server a cui bisogna collegarsi per raggiungere quel sito.

Spesso i DNS non sono criptati, e la digitazione verrà comunque registrata. Qualcuno sulla stessa rete può dunque vedere queste richieste DNS e deviarle verso un server non relativo al provider internet che stiamo usando, registrandole.

Se non siamo sicuri dunque del collegamento e la protezione lato DNS, utilizzando una VPN si risolve anche questo problema di tracciabilità.

4. Una VPN maschera il tuo indirizzo IP

Quando ci si collega a un sito, un browser gli comunica il nostro indirizzo IP, ed è una procedura necessaria perchè il sito necessita di una destinazione per i dati che trasmette.

Anche utilizzando HTTPS la comunicazione dell'IP viene fatta e in questo caso la VPN fa la differenza perchè il servizio maschera il nostro IP, e i dati vengono inviati al server che veicola la nostra connessione VPN. Dunque il nostro indirizzo IP rimane nascosto. Anche verificando a mano, l'IP trasmesso è quello del server VPN, e non quello del nostro dispositivo di collegamento.

5. Una VPN può aggirare il blocco dei paesi

Utilizzando una VPN come viene spesso spiegato, è possibile mascherare anche il paese da cui ci si collega. L'esempio classico è quello della libreria Netflix.

Se vogliamo accedere a un contenuto che è disponibile solo nel catalogo USA ad esempio, utilizzando lo stesso account e passando per una VPN riusciremo a visualizzarlo perchè verrà simulata la connessione da quel paese.

Lo stesso vale per copyright e tecnologie relative ai diritti simili. Dunque anche per questo una unione tra le due tecnologie diventa fondamentale.

Quale VPN è la migliore?

Ne abbiamo analizzate diverse per tutte le tasche e i budget, basta dare un'occhiata alla nostra tabella per farsi un'idea delle migliori offerte oggi disponibili al fine di portare a casa un abbonamento tra i migliori disponibili.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.
05 11 2021
Link copiato negli appunti