Hypermac, questione di fili

Hypermac, questione di fili

Vietato vendere cavi con spinotti non autorizzati. Le batterie quelle sì. E allora si comincia a trattare: se vuoi orbitare attorno al pianeta Cupertino, devi pagare
Vietato vendere cavi con spinotti non autorizzati. Le batterie quelle sì. E allora si comincia a trattare: se vuoi orbitare attorno al pianeta Cupertino, devi pagare

Hypermac ha annunciato che interromperà la vendita dei cavi per ricaricare i MacBook con le sue batterie portatili e i caricatori da automobile a partire dal due novembre. E fino ad allora il produttore incita a farne incetta .

I prodotti erano stati accusati da Apple di violare i brevetti relativi a MagSafe e alle prese con 30 pin (i due sistemi di connessione presenti su MacBook e iPod). Ora i cavi hanno una data di fuoriuscita dal mercato, ma non le batterie che, concesso che si abbia già acquistato un cavo, rimangono in vendita.

La decisione di Hypermac è stata pretesa da Apple, che però nel frattempo è entrata in trattative con Sanho, partner di HyperMac. Nel comunicato si parla dell'interruzione solo della vendita dei prodotti con la tecnologia MagSafe: all'orizzonte, dunque, si preannuncia un possibile accordo di licenza , come d'altronde Cupertino già ha fatto per altri produttori terzi di accessori per quanto riguarda la tecnologia delle prese 30 pin.

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti