I cellulari? Ricettacolo di germi

Un docente universitario torna a parlare dell'unica vera sporca realtà della comunicazione mobile: i telefonini sono portatori (in)sani di agenti patogeni. Il rimedio? Rigore, pulizia, ordine ed egoismo

Roma – Ci aveva già pensato Motorola, con il suo cellulare antibatterico , a mettere in guardia appassionati e professionisti di SMS e chiacchierate on the road , ma ora l’estremo grado di sporcizia che si cela sopra, sotto e tutt’intorno a cellulari, smartphone e gingilli simili ottiene la certificazione di un esperimento “informale” condotto in ambito universitario.

Il professor Charles Gerba, dell’ Università dell’Arizona , ha usato il suo “germ meter”, misuratore della presenza di batteri e altri microrganismi infettivi, per verificare la salubrità di 11 cellulari. Il risultato ha sentenziato il fallimento del test per cinque di essi, essendo i suddetti diventati ricettacolo per migliaia di tipi diversi di batteri .

Piuttosto che strumenti privilegiati di comunicazione, gli handset si sono nei fatti trasformati in potenziali vettori di malattie : la presenza dei microrganismi infettivi non sarebbe un problema finché la “sporcizia” fosse esclusivamente quella del proprietario del dispositivo. Purtroppo la tendenza a prestare il cellulare in giro e posarlo nei luoghi più impensabili – il tavolino di un bar? un muretto che costeggia la strada? il manto d’erba di un parco pubblico? – non fa altro che incrementare enormemente le possibilità di veicolare infezioni alla cute e simili problemi di salute.

I possibili rimedi? Precauzione innanzitutto : il cellulare è un oggetto personale che non va dato in mano a nessuno. E magari dargli una passata di alcol di quando in quando, come consiglia Engadget , oppure ricorrere ad un ben più tecnologicamente avanzato apparato Bluetooth che possa eliminare il contatto tra smartphone e guance.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Sylar93 scrive:
    Domanda
    Ciao a tuttimi chiamo riccardo ho 16 anni e sono di roma e sono nato con un problema alla mano sinistra che non so bene come si chiami in termini scientifici però posso descrivervelo...diciamo che ho delle dita di circa un centimentro sulla mano sinistra e ovviamente un braccio meno sviluppato dato che faccio completo affidamento sul destro dove non ho anomalie.mi è capitato di vedere al tg un servizio su questa mano bionica e dopo averlo visto mi si è acceso un barlume di speranza pensando che anchio potrei usufruire di questa nuova scoperta, ma mi chiedevo se nel mio caso è possibile utilizzarla.non so bene come funzioni questo sito dato che mi ci sono iscritto circa 10 minuti fa, perciò nel caso avessi sbagliato sezione mi scuso in anticipo :)Grazie mille dell'attenzioneciao a tutti
    • Emanuele Altamuea scrive:
      Re: Domanda
      Ciao sono un ragazzo di Roma di 19 anni e vorrei poterti aiutare dato che ho una stampante 3d e ho stampato una mano funzionante se vuoi più informazioni contattami a altamuraemanuele@yahoo.it sarei felice di dare un riscontro pratico al mio hobby e poter aiutare persone come te
  • olti vasili scrive:
    dita per la mano
    Salve nn ho più le ditta della mia mano destra mi servono delle informazioni un id email che possa comunicare con qualquno. Il mio id email e olti@hotmail.com Asspetto una vostra risposta grazzie
  • sacca giuseppe scrive:
    Re: La mano bionica
    ho subto un'amputazione a settembre,sono interessato a ricevere un vostro contatto per la protesi.questo e il mio numero 338 6144485 grazie
  • Claudia Plaisant scrive:
    Arianna
    Mia figlia Arianna è nata senza 4 dita della mano sinistra (indice medio anulare e mignolo). Ha il palmo della mano con le ossa del metecarpo e il pollice ben formati.E' possibile anche nel suo caso una qualche applicazione della mano bionica di cui si parla nell'articolo?la mia e-mail é claudia.plaisant@tiscali.it
  • Tiziana Mangano scrive:
    interesse per amputazione subita
    Salve, ho letto con molto interesse cosa la scienza è arrivata a fare in questi anni..Io a causa di un incidente sul lavoro ho subito un amputazione del 2° 3° 4° dito della mano destra,volevo sapere se si stava studiando qualcosa anche in merito a questo..Grazie e buon lavoro
  • CENTRO ESSEDI scrive:
    mano bionica
    La mano bionica da poche settimana è disponibile anche in Italia presso il Centro Ortopedico Essedi di Castellanza (VA). Per qualsiasi informazione basta compilare il modulo contatti sul sito www.centroessedi.it/i-limb
  • giuliana amatulli scrive:
    info su mano bionica
    ma l'intervento viene effettuato anche in italia?ho un parente amputato e vorrei avere informazioni più dettagliate
  • Sferrazza Amuri scrive:
    IMPORTANTE
    Ciao, sono un ragazzo di 25 anni, ho letto l'articolo e devo dire che mi suscita parecchia curiosità. Fosse per me..anzi..SE ESISTESSE...sarei capace di farmi sostituire l'intero corpo. Ho subito un incidente gravissimo e ad oggi, dopo 10 anni, mi porto dietro tutte le conseguenze. Mi piacerebbe sapere a chi ci si può rivolgere qui in italia per avere informazioni personali su i-limb. Apprezzerei qualsiasi tipo d'informazione. Se qualcuno conoscesse medici o chirurghi, o ha a disposizione numeri di telefono e/o contatti giusti si faccia avanti.Scrivetemi qui: davilangel@alice.it e mettete come oggetto "i-limb"Grazie mille :)By Amu
    • CENTRO ESSEDI scrive:
      Re: IMPORTANTE
      Segnaliamo che l'innovativa mano robotica i-Limb della Touch Bionics è finalmente disponibile anche in Italia. Nel nostro Centro Ortopedico è possibile prendere visione dal vivo della protesi e di tutte le sue potenzialità. I nostri tecnici specializzati sono a disposizione per la valutazione delle singole problematiche nell'ottica di un'eventuale applicazione della mano i-Limb. Trovate maggiori informazioni sul nostro sito www.manorobotica.it dove è possibile anche richiedere gratuitamente la BROCHURE informativa in italiano, compilando il modulo contatti on-line.Sergio e DianaCENTRO ORTOPEDICO ESSEDICastellanza (VA)
  • gin0 scrive:
    Links su PI e usabilità
    Premessa: E' un po' che volevo scrivere questa cosa, spero di non passare per rompiballe; stimo cmq il vostro lavoro.------------------Bell'articolo, come la maggior parte dei tuoi Luca, però dovresti leggerti qualche guida su come linkare le parole all'interno del testo.I tuoi link non aiutano la navigazione e peggiorano l'usabilità del sito.Un paio di consigli:1. I link dovrebbero avere senso se visti fuori dal contesto. Ora proviamo a guardare quelli di questo articolo:- Bastano- Avanzate- Touch Bionics- ha annunciato- terminali nervosi- servizio sanitario pubblico- Donald McKillop- conclude- Juan Arredondo- è possibile- Lindsday Block- assolutamente certa- qualcunoa parte il fatto che io personalmente che sono un umano e non ho bisogno di tecnologie assistive devo passare il mouse su di un link del tipo "Bastano" o "avanzate" per cercare di intuire dove andranno... poi altri tipo "conclude" o "osserva" posso immaginare che portino a un blog o a un'intervista, ma avulse dal contesto sono del tutto insignificanti.E poi nei tuoi articoli si fatica sempre a trovare un bel link ufficiale del tipo "i-Limb" linkato al sito i-limb.Una delle tante funzionalità fichissime di opera ad esempio è il pannello contenente i links della pagina, che in genere in un portale è sempre molto comodo da usare. In un articolo come questo diventa inutile.E' come il discorso del "clicca qui" che non si deve MAI E POI MAI usare come testo di un link... Le pagine che ne fanno uso quando vengono estrapolati i links dal contesto presentano solo una sfilza di "clicca qui", e per chi usa tecnologie di screenreading o simili è veramente un incubo trovare il link giusto.Ok, concordo che il tuo modo di scrivere è fluente e piuttosto witty, ma son sicuro che anche cambiando poco o nulla il testo si possano scrivere links più usabili.Paradossalmente molto spesso le parole che tu grassetti sarebbero esattamente le migliori da linkare:- "Bastano" non significa molto ma "meno di 13 mila euro" significa molto di più, sia nel contesto che fuori.- "Avanzate" perchè non estenderlo... "tra la più avanzate mani artificiali"- "Touch Bionics" va bene così- "ha annunciato"... meglio il solito grassetto "dalla ricerca al mondo reale"- i nomi di persona van bene così- "è possibile" non va bene, ma "afferrare un bicchiere di plastica senza accartocciarlo" è molto meglio (se si riesce ad accorciare un po' è meglio ancora).Così facendo senza cambiare una sola virgola al testo si avrebbe questa lista di links:- "meno di 13 mila euro" - "tra la più avanzate mani artificiali"- "Touch Bionics"- "dalla ricerca al mondo reale"- "afferrare un bicchiere di plastica senza accartocciarlo"che dal momento che l'utente sa che l'articolo che sta leggendo parla di arti artificiali avrebbe già i punti salienti dell'articolo in fila (e volendo potrebbe anche fare a meno di leggerlo e se vuole essendo pure linkati può anche approfondire.Se vuoi approfondire ci sono tante guide a tal proposito.Spero di aver dato il mio piccolo contributo a PI.ciao
  • Pippero scrive:
    Per le pippe?
    Chissà se vengon bene le pippe... (ROTFL)
    • tomlnx scrive:
      Re: Per le pippe?
      SEI UN GRANDE (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • elPiotr scrive:
        Re: Per le pippe?
        si un grande... maleducato !!vorrei vedere se ti mancasse un arto ... non credo che le pippe sarebbero la prima cosa a cui pensi ! :@
        • tomlnx scrive:
          Re: Per le pippe?
          mi sembra chiaramente una battuta... e sicuramente non sulle persone che non hanno l'arto, bensì sullo strumento in se visto che l'autore dell'articolo si domanda, provocatoriamente "Chissà [...] se queste protesi diverranno talmente perfezionate da desiderare di sostituirle al proprio arto originale?" Stai sereno e ogni tanto farsi una risata... fa bene!
Chiudi i commenti