I programmi di Google TV

I programmi di Google TV

Prove tecniche di trasmissione per Sony e Logitech. Tra set-top-box esterni e televisori intelligenti, basati sui canali dell'emittente Mountain View
Prove tecniche di trasmissione per Sony e Logitech. Tra set-top-box esterni e televisori intelligenti, basati sui canali dell'emittente Mountain View

Il confine tra televisore e computer è sempre più esile ma con quei pannelli flat che dipendono dal ponte col PC e si limitano ad includere il solo client YouTube non si può parlare di vera Internet TV. Per far convergere al meglio i media e non far sentire la mancanza del browser originale, l'apparecchio deve poter contare su una navigazione più completa e indipendente possibile. Magari con Google dalla sua parte.

Sony e Logitech lo hanno capito, e collaborano con il gigante di Mountain View per creare una nuova piattaforma televisiva, basata sul sistema Android, tutta incentrata su Google. La proposta del noto produttore di accessori si traduce in un set-top-box ibrido, simile alla Apple TV, che può portare digitale e web su qualunque televisore. Per 300 dollari, il Logitech Revue include uscita HDMI a 1080p, due ingressi USB, antenna WiFi e connessione DLNA, con cui pescare i contenuti audiovisivi anche dall'hard disk del PC.

Sony NSX-24GT1 Oltre alla propria versione del decoder , con l'immancabile lettore Blu-Ray, Sony propone anche gli NSZ-GT1 : una gamma di Google TV con modulo WiFi e CPU Intel Atom, disponibile in quattro tagli differenti (24, 32, 40, 46). I tre schermi più grandi, 1080p, beneficiano della retroilluminazione LED, mentre il 24 pollici Sony si accontenta di un semplice CCFL. I prezzi partono dai 599 dollari del televisore più piccolo fino ad arrivare ai 1.399 dollari del 46 pollici.

Le possibilità multimediali offerte dal software Google TV sono comunque le stesse, per tutti gli apparecchi. Molti dei siti basati sullo streaming video, come CNN, Netflix, YouTube e Amazon VOD, sono stati pre-caricati in appositi canali ma c'è anche un vero browser integrato derivato da Chrome (con tanto di plugin Flash) e una modalità di visualizzazione doppia per guardare la TV con occhio sempre fisso su Twitter (opzione che fino a ieri era abbinata al preistorico televideo). Tra poco arriverà poi il supporto ai contenuti extra dell'Android Marketplace. E la rivoluzione, queste le promesse, sarà totale.

Un più completo e impegnativo controller con tastiera QWERTY sostituisce, ovviamente, il classico telecomando nella gestione della Google TV. Ma, volendo, è anche possibile scaricare un' applicazione per cambiare canale a mezzo iPhone e smartphone Android. Il processo di trasformazione da schermo semplice a televisore intelligente passerà anche attraverso una serie di periferiche, più o meno ludiche. La Logitech Tv Cam (149.99 dollari) consentirà ad esempio di video-chattare dal divano con qualità 720p.

Al momento è possibile intrattenersi con la TV di Google soltanto oltreoceano. Per il lancio fuori dagli USA bisognerà attendere ancora qualche mese. Del resto, per navigare senza problemi tra i servizi web dell'offerta, Sony e Logitech consigliano una velocità di connessione minima pari a 2.5Mbps, che sale a 10Mbps nel caso in cui si decida di passare allo zapping in alta risoluzione.

Roberto Pulito

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

13 10 2010
Link copiato negli appunti