I Servizi italiani contro hacker e lamer

Nella relazione semestrale dei servizi segreti italiani si punta l'indice contro la diffusione di tecnologie di hacking, l'aumento degli eventi di cracking e persino l'azione dei lamers contro le home page dei siti Web. Tutti colpevoli


Roma – I servizi segreti italiani si preoccupano per quanto accade in Rete, in particolare per la diffusione dei virus e per le azioni di hacker, cracker e persino lamer (“aspiranti smanettoni”).

Nella relazione semestrale dei Servizi, nella quale si “raccontano” le direttrici di lavoro dell’intelligence italiana, un posto d’onore è occupato dal “crimine informatico”.

“Con lo sviluppo delle reti informatiche su scala mondiale – si legge nella relazione – e la tendenza a trasferire nell’ambiente virtuale le attività creditizie, finanziarie, commerciali e di informazione, va emergendo l’esigenza di prevenire minacce che, incidendo sul livello della sicurezza delle comunicazioni e sulla fiducia nelle nuove tecnologie, si pongono quali concreti fattori di depotenziamento tanto della società digitale quanto delle correlate prospettive di crescita economica”.

E nel concetto di “crimine informatico” ci si infila un po ‘ di tutto: “Sia per le manovre di intrusione in centri protetti attuate con finalità di lucro, di manomissione o di semplice provocazione, sia per la diffusione di virus con lo scopo di danneggiare i sistemi”.

Non solo cracker senza scrupoli a caccia di carte di credito, dunque, ma anche hacker “in missione di studio” e lamer che giocano a fare l’hacker. Non parliamo poi di chi utilizza le proprie conoscenze per realizzare virus e mandarli in giro oppure sfrutta tools per la creazione rapida di anticpatici “codicilli”.


Ad avere una parte fondamentale nello “sviluppo” di queste attività sarebbe l’uso che viene fatto di Internet e, appunto, la disponibilità in “tendenziale incremento” di “strumenti e conoscenze per iniziative di hackeraggio”. Troppo facile, cioè, trovare online tools costruiti da hacker capaci di trasformare un lamer in un finto smanettone…

Secondo gli esperti dei Servizi italiani c’è un rischio effettivo che le “condotte illegali” aumentino esponenzialmente come dimostrerebbero i “segnali di contiguità con ambienti criminali”.

Nella relazione c’è comunque anche posto per attaccare l’informazione online: “Il rischio di disinformazione derivante dalla diffusione, su rete, di notizie dovute esclusivamente all’esigenza di privilegiare la speditezza piuttosto che l’affidabilità del dato”.

Secondo il rapporto questa consuetudine “se trae origine dalla difficoltà di conciliare efficacemente tempestività ed attendibilità delle comunicazioni propalate via Internet, si va affermando sulla scia di produzioni informative per fini economici e finanziari”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    frustranti problemi tecnici?
    Parafrasando Microsoft,Un computer - sostengo io - non può funzionare con un sistema operativo buggato, quindi vendere un PC con la licenza di Windows espone il cliente finale al rischio di incorrere in pirateria, virus informatici, e frustranti problemi tecnici.
    • Anonimo scrive:
      Re: frustranti problemi tecnici?
      - Scritto da: mauro
      Parafrasando Microsoft,

      Un computer - sostengo io - non può
      funzionare con un sistema operativo buggato,
      quindi vendere un PC con la licenza di
      Windows espone il cliente finale al rischio
      di incorrere in pirateria, virus
      informatici, e frustranti problemi tecnici.Allora installa un S.O. senza nessun bug.Auguri, e buona ricerca!PS: e mi raccomando! Mentre cerchi non trattenere il respiro!ByeeZeross
  • Anonimo scrive:
    frustranti problemi tecnici: vero.
    senti ... se a mia sorella non installavo tutto io, non gli impostavo tutto (parlo del semplice "nome del computer" o "CD-KEY") e non gli dicevo anche che premendo POWER si ottengono dei particolari effetti (simili a quelli del televisore)... col cavolo che imparava quelle quattro cavolate che sa.La gente non è tutta portata per la gioiosa installazione del software... molti arrivano li e dicono voglio tutto e tutto fatto. Poi io uso.e non so se hanno tanto torto ...
    • Anonimo scrive:
      Re: frustranti problemi tecnici: vero.

      La gente non è tutta portata per la gioiosa
      installazione del software... molti arrivano
      li e dicono voglio tutto e tutto fatto. Poi
      io uso.Cara OEM Girl,non ho mai detto che la preinstallazione sia sempre e comunque da evitare. La liberta' di scelta, converrai con me, e' sempre il metodo migliore per affrontare i problemi.Credo che sia giusto richiedere la preinstallazione, se non si e' capaci o non si ha voglia di preinstallare il sistema operativo da se', ma non voglio che Windows mi sia imposto se non lo voglio, se desidero installare il sistema operativo che voglio secondo le mie necessita'.
  • Anonimo scrive:
    Il problema non e' l'Open Source
    Chi ha scritto l'articolo nella sua foga censoria nei confronti di Microsoft dimentrica, o finge di farlo, tutte quelle persone che comprano il PC e ci installeranno sicuramente Windows ma adottano la tecnica di chiederlo all'amico o rubacchiarlo da qualche parte.A oggi Microsoft perde molti piu' soldi a causa della pirateria che non a causa della scelta di un sistema operativo differente (Linux soprattutto). Si parla del 30% di sofware rubato worldwide contro un 1-2% di scelta di Linux al posto di Windows. Questo significa che, fino a quando Linux non raggiungera' il 31% delle installazioni, costituira' per Microsoft un problema inferiore rispetto alla pirateria.I casi sono due: o i linuxari patiscono di un complesso di inferiorita' (e di conseguenza si considerano obiettivo di qualunque iniziativa Microsoft intraprenda) oppure sono semplicemente incoscienti delle effettive dimensioni della loro realta'.Signori, non siete il centro del mondo, datevi una calmata. In fondo siete solo un altro sistema Unix. Ne' piu' ne' meno.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il problema non e' l'Open Source
      - Scritto da: Darth Vader
      Chi ha scritto l'articolo nella sua foga
      censoria nei confronti di MicrosoftCiao Darth Vader,sono io che ho scritto l'articolo, e non sono affatto un censore nei confronti di Microsoft, sono un Microsoft Certified Professional e lavoro anche su piattaforma Microsoft.La preinstallazione del sistema operativo non dev'essere obbligatoria, oltre agli utenti di Linux ci sono anche quelli di altri sistemi operativi come ad esempio BeOS, OS/2, BSD, Novell, e chi ha acquistato separatamente dal PC una licenza "full" e desidera passarla al nuovo PC, vendendo il vecchio senza sistema operativo.Non e' imponendo il proprio standard che si evita la pirateria, vedi la SIAE che infila bollini dappertutto e finisce con l'incentivare la pirateria rendendo troppo alto il prezzo dei CD.
      dimentrica, o finge di farlo, tutte quelle
      persone che comprano il PC e ci
      installeranno sicuramente Windows ma
      adottano la tecnica di chiederlo all'amico o
      rubacchiarlo da qualche parte.

      A oggi Microsoft perde molti piu' soldi a
      causa della pirateria che non a causa della
      scelta di un sistema operativo differente
      (Linux soprattutto). Si parla del 30% di
      sofware rubato worldwide contro un 1-2% di
      scelta di Linux al posto di Windows. Questo
      significa che, fino a quando Linux non
      raggiungera' il 31% delle installazioni,
      costituira' per Microsoft un problema
      inferiore rispetto alla pirateria.

      I casi sono due: o i linuxari patiscono di
      un complesso di inferiorita' (e di
      conseguenza si considerano obiettivo di
      qualunque iniziativa Microsoft intraprenda)
      oppure sono semplicemente incoscienti delle
      effettive dimensioni della loro realta'.

      Signori, non siete il centro del mondo,
      datevi una calmata. In fondo siete solo un
      altro sistema Unix. Ne' piu' ne' meno.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il problema non e' l'Open Source
        Adesso ti sei spiegato meglio, dall'articolo ti sei meritato il censore. In ogni caso ha ragione anche Darth, chi installa altri SO è una minoranza, MS pensa ai pirati. I rivenditori potrebbero vendere pc preinstallati con linux o altri SO e farsi pagare il servizio, del resto i margini sull'hardware ormai sono minimi.- Scritto da: Antonello Iunco
        - Scritto da: Darth Vader

        Chi ha scritto l'articolo nella sua foga

        censoria nei confronti di Microsoft

        Ciao Darth Vader,
        sono io che ho scritto l'articolo, e non
        sono affatto un censore nei confronti di
        Microsoft, sono un Microsoft Certified
        Professional e lavoro anche su piattaforma
        Microsoft.
        La preinstallazione del sistema operativo
        non dev'essere obbligatoria, oltre agli
        utenti di Linux ci sono anche quelli di
        altri sistemi operativi come ad esempio
        BeOS, OS/2, BSD, Novell, e chi ha acquistato
        separatamente dal PC una licenza "full" e
        desidera passarla al nuovo PC, vendendo il
        vecchio senza sistema operativo.
        Non e' imponendo il proprio standard che si
        evita la pirateria, vedi la SIAE che infila
        bollini dappertutto e finisce con
        l'incentivare la pirateria rendendo troppo
        alto il prezzo dei CD.


        dimentrica, o finge di farlo, tutte quelle


        persone che comprano il PC e ci

        installeranno sicuramente Windows ma

        adottano la tecnica di chiederlo
        all'amico o

        rubacchiarlo da qualche parte.



        A oggi Microsoft perde molti piu' soldi a

        causa della pirateria che non a causa
        della

        scelta di un sistema operativo differente

        (Linux soprattutto). Si parla del 30% di

        sofware rubato worldwide contro un 1-2% di

        scelta di Linux al posto di Windows.
        Questo

        significa che, fino a quando Linux non

        raggiungera' il 31% delle installazioni,

        costituira' per Microsoft un problema

        inferiore rispetto alla pirateria.



        I casi sono due: o i linuxari patiscono di

        un complesso di inferiorita' (e di

        conseguenza si considerano obiettivo di

        qualunque iniziativa Microsoft
        intraprenda)

        oppure sono semplicemente incoscienti
        delle

        effettive dimensioni della loro realta'.



        Signori, non siete il centro del mondo,

        datevi una calmata. In fondo siete solo un

        altro sistema Unix. Ne' piu' ne' meno.

        • Anonimo scrive:
          Re: Il problema non e' l'Open Source
          - Scritto da: Alessandro
          Adesso ti sei spiegato meglio, dall'articolo
          ti sei meritato il censore. In ogni caso ha
          ragione anche Darth, chi installa altri SO è
          una minoranza, MS pensa ai pirati. E che c'entra? Minoranza o no e' una questione di principio, non si combatte la pirateria andando in barba alle leggi che tutelano il consumatore e cittadino (privacy).Inoltre e' tutto da dimostrare che il "copiare" il sw dall'amico sia solo una perdita di soldi perche' e' un dato di fatto che sia anche e soprattutto un formidabile veicolo pubblicitario grazie al quale il sw viene conosciuto ed apprezzato. NOn si copia solo del SW ma si "veicola" e si distribuisce un'informazione e tra l'altro con una potenza ed una precisione che non ha nessun riscontro in nessun'altro veicolo pubblicitario. Chiedetevi perche', pur non eccellendo qualitativamente, i prodotti windows sono i piu' diffusi...La loro diffusione NON e' cominciata con win9x ma con il DOS+Win3.x che hanno permesso a TANTE persone di formarsi una conoscenza informatica (almeno di base) e il successo della serie win9X e' dovuto proprio a questo, non c'era praticamente concorrenza ma solo un DOS+Win3.x da rimpiazzare; eppure sai quante copie di WinDos dall' "amico" sono state fatte...Come al solito chi, come M$, pensa solo ai profitti economici e ad eliminare ogni possibilita' di concorrenza leale vede solo la parte della medaglia che piu' gli comoda e la fa passare alla gente come l'unica verita'. Contenti voi...
          Irivenditori potrebbero vendere pc
          preinstallati con linux o altri SO e farsi
          pagare il servizio, del resto i margini
          sull'hardware ormai sono minimi.Alcuni gia' lo fanno su richiesta
    • Anonimo scrive:
      Re: Il problema non e' l'Open Source
      - Scritto da: Darth Vader
      ............
      A oggi Microsoft perde molti piu' soldi a
      causa della pirateria che non a causa della
      scelta di un sistema operativo differente
      (Linux soprattutto). Si parla del 30% di
      sofware rubato worldwide contro un 1-2% di
      scelta di Linux al posto di Windows. Questo
      significa che, fino a quando Linux non
      raggiungera' il 31% delle installazioni,
      costituira' per Microsoft un problema
      inferiore rispetto alla pirateria.Francamente dei problemi della MS io me ne frego. Solo che (sparando percentuali): 2% Linux, 2% BSD, 1% BeOS, 5% gia' possessori di licenza Windows fa gia' il 10%. Mi sembra che sia un 10% di persone (ma basterebbe anche una sola persona) che non meritano di essere schedate e trattate come ladri.
      I casi sono due: o i linuxari patiscono di
      un complesso di inferiorita' (e di
      conseguenza si considerano obiettivo di
      qualunque iniziativa Microsoft intraprenda)
      oppure sono semplicemente incoscienti delle
      effettive dimensioni della loro realta'.http://punto-informatico.it/p.asp?i=36072http://punto-informatico.it/p.asp?i=36006http://punto-informatico.it/p.asp?i=33111http://punto-informatico.it/p.asp?i=32804http://punto-informatico.it/p.asp?i=34872http://punto-informatico.it/p.asp?i=35130http://punto-informatico.it/p.asp?i=33122E si....Hai proprio ragione....

      Signori, non siete il centro del mondo,
      datevi una calmata. In fondo siete solo un
      altro sistema Unix. Ne' piu' ne' meno.Ah, solo un altro sistema Unix, beh, allora ...
  • Anonimo scrive:
    .......MEGLIO Alien NACKED................
    CHE UN PICCI CON PREINSTALLATO UN SO DEL DRAGA DI REDMOND.................UHAUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUSON PIU' BELLO IO...........................
    • Anonimo scrive:
      Re: .......MEGLIO Alien NACKED ???????
      - Scritto da: Alien
      CHE UN PICCI CON PREINSTALLATO UN SO DEL
      DRAGA DI REDMOND.................
      UHAUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUU
      SON PIU' BELLO IO...........................Mmmmm....Inizio a rivalutare Windows .....
  • Anonimo scrive:
    Sono stato fortunato?
    Devo dire che sono stato fortunato...Ho acquistato da poco un PC nuovo "non di marca" ed il negoziante mi ha separato i costi delle licenze sia di Win 2000 che di Win MEIo ho detto che non avevo intenzione di acquistare alcun SO e che mi sarei riservato di farlo più in la'.Lui mi ha fatto presente solo che l'acquisto contestuale di una licenza OEM è più economico rispetto a quello di un'edizione "standard". Tutto qui. Nulla di più, nulla di meno.Sono stato fortunato a trovare un negoziante così "a modo"?Ciao, Davide
  • Anonimo scrive:
    microsoft di me*** A MORTE BILL GATES
    spero che quel cogli*** di bill gates muoia presto, non fa altro che creare problemi alla gente: A MORTE BILL GATES
  • Anonimo scrive:
    Liberatoria
    Alla mia richiesta di acquistare un pc assemblato (di qualita' cmq) senza S.O. installato per uso non aziendale, il mio rivenditore dopo un attimo di sconcerto mi ha detto che se avevo questa intenzione dovevo rilasciargli una liberatoria dove dichiaravo che 'il sottoscritto nome e cognome' non desiderava il S.O. ma che si sarebbe occupato personalmente a posteriori della sua installazione.Uno scarico di responsabilita' da fare valere qualora si presentasse qualche problema?Sottolineo che non si tratta di un pc di marca preassemblato, il cui S.O. viene installato gia' in fase di produzione in fabbrica, ma di un semplice assemblato, il negoziante deve solo evitare di installarlo. punto.Mi sorge un piccolo dubbio, anzi due:1-. il commerciante senza s.o. installato non e' in grado di valutare se tutti i componenti funzionano prima di consegnarmi il pc? Ok, in questo caso si installa una licenza 'muletto' verifica il tutto e prima di consegnarmi il pc mi spiana l'hd. Ovviamente non gli pago questa operazione in quanto *deve* garantirmi la funzionalita' di quello che mi vende.2-. sembra quasi che qualcuno abbia facolta' di controllare il negoziante in merito al rapporto macchine vendute/licenze vendute... *spero* solo in merito al controllo della pirateria.Cmq, mi sono acquistato i componenti sfusi e il pc me lo sono assemblato da solo senza firmare un BIP! E chi non lo sa fare?Voi che ne pensate?CiaoPioPio
    • Anonimo scrive:
      Re: Liberatoria
      - Scritto da: piopio
      Alla mia richiesta di acquistare un pc
      assemblato (di qualita' cmq) senza S.O.
      installato per uso non aziendale, il mio
      rivenditore dopo un attimo di sconcerto mi
      ha detto che se avevo questa intenzione
      dovevo rilasciargli una liberatoria dove
      dichiaravo che 'il sottoscritto nome e
      cognome' non desiderava il S.O. ma che si
      sarebbe occupato personalmente a posteriori
      della sua installazione.
      Uno scarico di responsabilita' da fare
      valere qualora si presentasse qualche
      problema?
      Alla faccia della legge sulla Privacy !!!!!Ma perche' in Italia si fanno leggi inutili ???Oppure la M$ e' al di sopra delle leggi ?
      Sottolineo che non si tratta di un pc di
      marca preassemblato, il cui S.O. viene
      installato gia' in fase di produzione in
      fabbrica, ma di un semplice assemblato, il
      negoziante deve solo evitare di installarlo.
      punto.

      Mi sorge un piccolo dubbio, anzi due:

      1-. il commerciante senza s.o. installato
      non e' in grado di valutare se tutti i
      componenti funzionano prima di consegnarmi
      il pc? Ok, in questo caso si installa una
      licenza 'muletto' verifica il tutto e prima
      di consegnarmi il pc mi spiana l'hd.
      Ovviamente non gli pago questa operazione in
      quanto *deve* garantirmi la funzionalita' di
      quello che mi vende.Ma figurati se non ha un CD (o al massimo un HD)con un s.o. installato sopra per testare il sistema ...

      2-. sembra quasi che qualcuno abbia facolta'
      di controllare il negoziante in merito al
      rapporto macchine vendute/licenze vendute...
      *spero* solo in merito al controllo della
      pirateria.Ahh... Ecco...


      Cmq, mi sono acquistato i componenti sfusi e
      il pc me lo sono assemblato da solo senza
      firmare un BIP! E chi non lo sa fare?
      Compra Windows ME...Poi magari a casa sul PC vecchio che butta via ha una licenza Windows 95...

      Voi che ne pensate?Che e' una vergogna !!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Liberatoria + codacons
        - Scritto da: TeX



        Voi che ne pensate?

        Che e' una vergogna !!!sto muovendomi per contattare il codacons e altre associazioni di difesa dei consumatori per far notare la pubblicita' ingannevole di microsoft sulla sicurezza. Questa e altre chicche possono essere un contorno ottimale per far svegliare un po' la gente. Contattatemi se avete qualcosa da segnalare.
        • Anonimo scrive:
          sei un grande?
          mune... se fai veramente quello che pari fare ... mi sembri sempre un grande.Quindi - SE non stai bluffando sempre - tributo e onore a te! una rara persona!- Scritto da: munehiro
    • Anonimo scrive:
      Re: Liberatoria
      - Scritto da: piopio
      Alla mia richiesta di acquistare un pc
      assemblato (di qualita' cmq) senza S.O.[CUT]
      Uno scarico di responsabilita' da fare
      valere qualora si presentasse qualche
      problema?Mi sa proprio di si.
      1-. il commerciante senza s.o. installato
      non e' in grado di valutare se tutti i
      componenti funzionano prima di consegnarmi
      il pc? Ok, in questo caso si installa una
      licenza 'muletto' verifica il tutto e prima
      di consegnarmi il pc mi spiana l'hd.
      Ovviamente non gli pago questa operazione in
      quanto *deve* garantirmi la funzionalita' di
      quello che mi vende.Si, sarebbe giusto così.Il primo pc che ho comprato l'ho voluto senza S.O., e quando sono andato a ritirarlo, mi hanno detto che avevano installato il MS-DOS e Windows 3.1 per testare la macchina.Il bello è che me l'hanno consegnato così, senza neanche spianare l'HD.
      2-. sembra quasi che qualcuno abbia facolta'
      di controllare il negoziante in merito al
      rapporto macchine vendute/licenze vendute...
      *spero* solo in merito al controllo della
      pirateria.No, non credo sia possibile.Non conosco nessuno a cui sia arrivata la Guardia di Finanza a casa solo per aver acquistato un "pc nudo"
      Cmq, mi sono acquistato i componenti sfusi e
      il pc me lo sono assemblato da solo senza
      firmare un BIP! E chi non lo sa fare?E' quello che faccio io.E chi non lo sa fare si rivolga a me, così arrotondo lo stipendio! ^_-ByeeZeross
    • Anonimo scrive:
      Re: Liberatoria

      Alla mia richiesta di acquistare un pc
      assemblato (di qualita' cmq) senza S.O.
      installato per uso non aziendale, il mio
      rivenditore dopo un attimo di sconcerto mi
      ha detto che se avevo questa intenzione
      dovevo rilasciargli una liberatoria dove
      dichiaravo che 'il sottoscritto nome e
      cognome' non desiderava il S.O. ma che si
      sarebbe occupato personalmente a posteriori
      della sua installazione.Se c'è una cosa della quale al momento, almeno io, non sento la mancanza, sono i rivenditori di Pc e hardware in genere. Si cambia rivenditore e, nel caso che il rivenditore originale rinunciasse alle sue pretese di fronte alla vendita sfumata, si fa presente con una lettera raccomandata che ai sensi della legge sulla privacy non si autorizza l'uso dei propri dati per alcunché.In ogni caso, conosco fior di rivenditori che non si preoccupano di questi problemi, per l'appunto basta boicottare quelli che lo fanno, prima o poi smetteranno.
    • Anonimo scrive:
      Re: Liberatoria
      - Scritto da: piopio
      Voi che ne pensate?E' capitato anche a me ( un noto negozio di roma che venda anche strumenti musicali ... ). Solo che a noi ha "imposto" l'acquisto del SO, non c'era possibilità di lettera di scarico responsabilità. Alla prospettiva di installare linux ha risposto:prima) ma anche la SuSE è a pagamentodopo) comunque la gdf ( che ha gia efftuato a suo dire dei controlli ) non riconosce linux come un SOIo l'ho interpretata cosi: questo non assembla il picci nel suo sottoscala, ma lo ordina assemblato al proprio magazzino. Il suo magazzino ha necessità di testare il picci e ci installa un Windows ( la versione che il cliente ha DOVUTO richiedere ).La possibilità di installare un windows "muletto" non è pratica, perche se si sta assemblando "enne" picci si ha bisogno di "enne" licenze. Oltretutto poi bisogna anche disinstallarlo. Considerando poi la velocita con cui M$ cambia SOL'errore mio è stato di non chiedere un preventivo con scritto l'obbligo di ordinare windows. Credo che difatti sia illegale subordinare l'aquisto di un articolo ad un altro . Sarebbe stato interessante presentarlo ai CC
  • Anonimo scrive:
    minestra riscaldata....
    notizia vecchiotta a dire il vero,The Register l'aveva pubblicata piu' di 3 mesi fa.Interesante notare che oltretutto la prassi non e' nuova.una rete televisiva italiana lo fa da sempre.I rivenditori che, tramite il modulo della garanzia, forniscono i dati di chi ha acquistato un televisore nuovo, ricevono se la vittima non e' gia' "abbonato", un premiuccio di Lire 50.000 ...come le puttane.
    • Anonimo scrive:
      Re: minestra riscaldata....
      Scritto da: Larry
      notizia vecchiotta a dire il vero,
      The Register l'aveva pubblicata piu' di 3
      mesi fa.sai che scoperta !!!!c'e' il link del pezzo di Register !!! era di novembre, embeeh?
      una rete televisiva italiana lo fa da sempre.la RAI vorrai dire !!!che non e' una rete, ma e' la televisione di stato !!!byez
      • Anonimo scrive:
        Re: minestra riscaldata....
        7 mesi per leggere un articolo e tradurlo sono tanti....grazie per averlo detto, io non potevo.ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: minestra riscaldata....
          Articolo21 e' un sito di riflessione e non di attualita' nel senso stretto del termine.Microsoft, Intel e le aziende informatiche ci hanno insegnato a considerare obsoleto tutto quello che esce l'altro ieri, ma la mentalita' commerciale di Microsoft non e' certo cambiata e qui si discute della liberta' degli utenti, non dell'ultimo pentium 4. La conoscenza non conosce obsolescenza, tanto piu' che in Italia non ne aveva parlato nessuno con la giusta enfasi.CiaoAntonello Iunco
          • Anonimo scrive:
            esatto!
            Sono perfettametne d'accordo.Io per esempio, a parte seguire il link di un tizio per dei motivi assurdi e "scoprire" come fare ad avere il risarcimento/rimborso ... non sapevo nulla di tutta questa storia.Pensa alle aziende... che si trovano BENISSIMO con quello che hanno ... e magari vogliono aggiornare solo le macchine, se ne vale veramente la pena... SI TENGONO IL SOFTWARE CHE HANNO GIA'!!!!!!!OVVIO.Qualsiasi direttore mi spaccherebbe il culo se gli dicessi che ho RI-COMPRATO il software che avevamo già.Magari per 30 PC.HA!ciaoe grazie ad art.21. non vi fate rompere le palle da questi tizi ... adesso fanno così ... ma magari manco loro l'avevano visto, l'articolo.non credo proprio.- Scritto da: Antonello Iunco
            Articolo21 e' un sito di riflessione e non
            di attualita' nel senso stretto del termine.
            Microsoft, Intel e le aziende informatiche
            ci hanno insegnato a considerare obsoleto
            tutto quello che esce l'altro ieri, ma la
            mentalita' commerciale di Microsoft non e'
            certo cambiata e qui si discute della
            liberta' degli utenti, non dell'ultimo
            pentium 4. La conoscenza non conosce
            obsolescenza, tanto piu' che in Italia non
            ne aveva parlato nessuno con la giusta
            enfasi.
            Ciao
            Antonello Iunco
  • Anonimo scrive:
    Microsoft!
    Questo è il concetto di libero mercato della microsoft. Io non uso telecom per telefonare ma gli debbo pagare lo stesso il canone, loro vogliono fare lo stesso con i PC. E la cosa grave è che probabilmente molti servi aderiranno. Volete paragonare un bel borsone marchiato "microsoft: Dove vuoi andare oggi?" con una copia di red hat, suse o mandrake?
    • Anonimo scrive:
      Re: Microsoft!
      - Scritto da: Vito
      Questo è il concetto di libero mercato della
      microsoft.
      Io non uso telecom per telefonare ma gli
      debbo pagare lo stesso il canone, loro
      vogliono fare lo stesso con i PC. E la cosa
      grave è che probabilmente molti servi
      aderiranno. Volete paragonare un bel borsone
      marchiato "microsoft: Dove vuoi andare
      oggi?" con una copia di red hat, suse o
      mandrake?Scommetto che non sei andato a leggere cosa effettivamente c'è scritto in quella pagina, vero?Ti chiedo solo di spendere 5 minuti e di farlo.L'URL è: http://www.lut.fi/~lseppane/linkit/nakedpc.htmlQuando hai fatto fammi un fischio.ByeeZeross
      • Anonimo scrive:
        Re: Microsoft!
        - Scritto da: Zeross
        Scommetto che non sei andato a leggere cosa
        effettivamente c'è scritto in quella pagina,
        vero?
        Ti chiedo solo di spendere 5 minuti e di
        farlo.
        L'URL è:
        http://www.lut.fi/~lseppane/linkit/nakedpc.ht

        Quando hai fatto fammi un fischio.cosa vuoi che ci sia scritto? e' una pagina mal formattata che cerca di indottrinare i rivenditori a vendere licenze oem in bundle con il pc e segnalare a chi e' "miscredente" che cio' che sta facendo rappresenta "un pericolo per l'economia di microsoft".Io per esperienza personale ti dico: farmi restituire quei soldi della licenza e' stata un'esperienza abbastanza seccante, durata 2 mesi, in cui mi sono dovuto scontrare con ripetuti tentativi di imbroglio da parte del rivenditore del pc (ah... non il negozietto all'angolo, la direzione centrale di una nota grossa ditta di computer, con sede anche in italia).se questo per te e' rispetto per i consumatori... questi e altri giochetti sporchi hanno creato in me quel sentimento di disgusto per il mondo microsoft che sempre piu' gente inizia a condividere.
        • Anonimo scrive:
          vediamo una fonte un po' piu' attendibile?
          - Scritto da: munehiro
          - Scritto da: Zeross


          Scommetto che non sei andato a leggere
          cosa

          effettivamente c'è scritto in quella
          pagina,

          vero?

          Ti chiedo solo di spendere 5 minuti e di

          farlo.

          L'URL è:


          http://www.lut.fi/~lseppane/linkit/nakedpc.ht



          Quando hai fatto fammi un fischio.

          cosa vuoi che ci sia scritto? e' una pagina
          mal formattata che cerca di indottrinare i
          rivenditori a vendere licenze oem in bundle
          con il pc e segnalare a chi e' "miscredente"
          che cio' che sta facendo rappresenta "un
          pericolo per l'economia di microsoft".
          Io per esperienza personale ti dico: farmi
          restituire quei soldi della licenza e' stata
          un'esperienza abbastanza seccante, durata 2
          mesi, in cui mi sono dovuto scontrare con
          ripetuti tentativi di imbroglio da parte del
          rivenditore del pc (ah... non il negozietto
          all'angolo, la direzione centrale di una
          nota grossa ditta di computer, con sede
          anche in italia).visto che l'url predispone ad essere un fake, andiamo a dare un'occhiata per confermare una cosa che chiunque acquista un pc puo' confermare. Questo e' un estratto di una delle udienze nel processo tra DoJ e microsoft. L'url e' questo.http://www.microsoft.com/PressPass/trial/transcripts/nov98/11-23-pm.aspdal momento che la pagina era tutta in maiuscolo l'ho filtrata per prevenire l'effetto alien. Come potete vedere all'url che ho dato, il contenuto e' lo stesso. ho evidenziato in maiuscolo alcune parti interessantiq. would you tell the court who mal ransom is?a. he's at packard bell.q. let me hand you page nine, or all of his ciddeposition taken by the department of justice, and referyour attention to page nine of that document. for somereason, the document, as we received it from the justice 68department, is not paginated, but i have been helpful andtabbed the page.a. where were you helpful?q. page nine, very top of the page. look at line onewhere he says, "let me come back and adjust something."a. i'm sorry. i'm looking for your nine.q. i said tab. i tabbed the page, sir. (witness reviews document)q. where he says, (reading): "let me come back and adjust something. if a commercial customer says to us, quote, we have a proprietary operating system where we use unix, will you load that for us, closed quoted, we will absolutely do that." do you see that?a. yes.q. and if you need to go back in his testimony, pleasedo, but he is adjusting something, in his words, tocontrast what he had testified to earlier in thedeposition about what they believed commercially necessaryfor the home market; isn't that right?a. that would be my understanding, that what he issaying is that for certain commercial customers whospecifically do not want an operating system installed bythe oem, that they--they are able and willing to ship the 69machine naked to that customer.q. that's not what he says, sir. doesn't he say theywill load unix or they will load windows 3.1? he doesn't say anything about a naked machine,does he, sir?a. actually, you're right. i should probablylook--that's correct. he has--i assume this is the MDACLAUSE WITH MICROSOFT. HE IS NOT ALLOWED TO SHIP A NAKED MACHINE.q. and he's doing what his customers want him to do, ishe not?a. yes.q. and, in fact, that comports with your understandingof the way the, at least, business end of this marketworks, that pc oem's will ship whatever operating systemthe corporate user demands; isn't that correct?a. subject to restrictions on shipping naked machines,yes.
          • Anonimo scrive:
            Re: vediamo una fonte un po' piu' attendibile?
            La fonte, caro Munehiro, e' assolutamente attendibile. Il link presente all'interno del mio articolo porta ad un mirror amatoriale della pagina, che e' stata prontamente rimossa da sito di Microsoft. Quindi, nessun Fake, e' tutto originale, puoi verificarlo tu stesso andando su the register o cercando il documento su google.CiaoAntonello Iuncowww.articolo21.it
          • Anonimo scrive:
            Re: vediamo una fonte un po' piu' attendibile?
            - Scritto da: Antonello Iunco
            La fonte, caro Munehiro, e' assolutamente
            attendibile. Il link presente all'interno
            del mio articolo porta ad un mirror
            amatoriale della pagina, che e' stata
            prontamente rimossa da sito di Microsoft.
            Quindi, nessun Fake, e' tutto originale,
            puoi verificarlo tu stesso andando su the
            register o cercando il documento su google.non ho mai detto che non e' attendibile. ho detto che predispone, limitatamente al fatto che non ha indirizzo che finisce in microsoft.com. Penso che e' quello che volesse asserire zeross, sul fatto di guardare la pagina e sul fatto che ha riportato l'indirizzo.Dal canto mio, sfondi una porta aperta. Sappiamo entrambi che quella pagina e' attendibile in ogni caso, perche' recita quello che qualsiasi utente puo' constatare di persona presso qualsiasi rivenditore di pc.
          • Anonimo scrive:
            Re: vediamo una fonte un po' piu' attendibile?
            - Scritto da: munehiro


            - Scritto da: Antonello Iunco

            La fonte, caro Munehiro, e' assolutamente

            attendibile. Il link presente all'interno

            .................

            non ho mai detto che non e' attendibile. ho
            detto che predispone, limitatamente al fatto
            che non ha indirizzo che finisce in
            microsoft.com. Penso che e' quello che
            volesse asserire zeross, sul fatto di
            guardare la pagina e sul fatto che ha
            riportato l'indirizzo.Scusami, Munehiro, ma tu giudichi "attendibile" quello che trovi sul sito della Microsoft ? :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: vediamo una fonte un po' piu' attendibile?
            - Scritto da: TeX

            Scusami, Munehiro, ma tu giudichi
            "attendibile" quello che trovi sul sito
            della Microsoft ? :-)non e' questo il punto... il punto e' che avere un documento ufficiale e residente su un sito m$ vale sicuramente di piu' di un qualsiasi documento preso a caso dalla rete, agli occhi dei microsoft addicted
          • Anonimo scrive:
            Re: vediamo una fonte un po' piu' attendibile?
            - Scritto da: munehiro

            non ho mai detto che non e' attendibile. ho
            detto che predispone, limitatamente al fatto
            che non ha indirizzo che finisce in
            microsoft.com. Penso che e' quello che
            volesse asserire zeross, sul fatto di
            guardare la pagina e sul fatto che ha
            riportato l'indirizzo.No, non metto in discussione l'attendibilità, ci mancherebbe... è chiaro che si tratta di una pagina tratta dal sito MS.Il link l'ho riportato solo per comodità, così si evitava di dover tornare alla pagina della notizia.In realtà volevo solo farvi notare che, contrariamente a quanto alcuni hanno commentato, i rivenditori non devono comunicare nulla a MS, nè ricevono premi da MS per questo.Ma, si sa, vige la moda dell'esagerazione... :(ByeeZeross
          • Anonimo scrive:
            Re: vediamo una fonte un po' piu' attendibile?
            - Scritto da: Zeross
            No, non metto in discussione
            l'attendibilità, ci mancherebbe... è chiaro
            che si tratta di una pagina tratta dal sito
            MS.
            Il link l'ho riportato solo per comodità,
            così si evitava di dover tornare alla pagina
            della notizia.

            In realtà volevo solo farvi notare che,
            contrariamente a quanto alcuni hanno
            commentato, i rivenditori non devono
            comunicare nulla a MS, nè ricevono premi da
            MS per questo.
            Ma, si sa, vige la moda dell'esagerazione...
            :(no... non vige la moda dell'esagerazione. In questo caso si tratta di intimidazione, perche' chi compra un computer spesso si fida del negoziante. Dire a qualcuno "se copi cd e' reato" implica che il 99% delle volte pensa che copiare _qualsiasi_ cd e' reato. Ecco che poi salta fuori che noi che invece diffondiamo sw opensource siamo pirati.Come secondo punto, quella e' la posizione ufficiale di microsoft. Poi quello che accade sotto banco non lo so io, non lo sai tu, non lo sa nessuno, perche' tot soldi a oem rifilata e dati spediti a microsoft fanno stare zitto chiunque.
        • Anonimo scrive:
          Re: Microsoft!
          - Scritto da: munehiro

          Io per esperienza personale ti dico: farmi
          restituire quei soldi della licenza e' stata
          un'esperienza abbastanza seccante, durata 2
          mesi, in cui mi sono dovuto scontrare con
          ripetuti tentativi di imbroglio da parte del
          rivenditore del pc (ah... non il negozietto
          all'angolo, la direzione centrale di una
          nota grossa ditta di computer, con sede
          anche in italia).Io non ho mai avuto di questi problemi.Boh... non so... forse perchè solitamente prendo pezzi singoli e assemblo io il pc.Cmq sia il mio primo pc l'ho preso già assemblato (allora non ne sapevo molto su come assemblarmeli da solo), e mi è stato chiesto se volevo il sistema operativo oppure no. E' bastato un "no".Sono stato fortunato ad aver trovato un rivenditore onesto?Può essere... non lo so.ByeeZeross
          • Anonimo scrive:
            Re: Microsoft!
            - Scritto da: Zeross
            Io non ho mai avuto di questi problemi.
            Boh... non so... forse perchè solitamente
            prendo pezzi singoli e assemblo io il pc.

            Cmq sia il mio primo pc l'ho preso già
            assemblato (allora non ne sapevo molto su
            come assemblarmeli da solo), e mi è stato
            chiesto se volevo il sistema operativo
            oppure no. E' bastato un "no".

            Sono stato fortunato ad aver trovato un
            rivenditore onesto?
            Può essere... non lo so.hai avuto questa fortuna, evidentemente. Io questa fortuna non l'ho avuta, e se ti interessa la scannerizzazione della ricevuta per la resituzione dei soldi della licenza M$ non voluta, te la faccio avere senza problemi.Se mi vieni a trovare, te la faccio vedere anche dal vivo... a patto che poi si fa una partita a quake 3 arena, io su linux e tu su win, e alla sera andiamo a figa assieme.
          • Anonimo scrive:
            Re: Microsoft!

            Se mi vieni a trovare, te la faccio vedere
            anche dal vivo... a patto che poi si fa una
            partita a quake 3 arena, io su linux e tu su
            win, e alla sera andiamo a figa assieme.Si può partecipare alla seconda parte della serata?
          • Anonimo scrive:
            Re: Microsoft!
            - Scritto da: l


            Se mi vieni a trovare, te la faccio vedere

            anche dal vivo... a patto che poi si fa
            una

            partita a quake 3 arena, io su linux e tu
            su

            win, e alla sera andiamo a figa assieme.

            Si può partecipare alla seconda parte della
            serata?in tre si becca poco, cmq se porti un'amica o due magari ci si diverte di piu'. Poi vi porto io in un qualche posticino qui da me che straripa di gnocca ;D
          • Anonimo scrive:
            Re: Microsoft!
            - Scritto da: munehiro

            hai avuto questa fortuna, evidentemente. Io
            questa fortuna non l'ho avuta, e se ti
            interessa la scannerizzazione della ricevuta
            per la resituzione dei soldi della licenza
            M$ non voluta, te la faccio avere senza
            problemi.No, tranquillo.. non c'è bisogno, ti credo. ^_-Ma come mai ce l'hai ancora? Io gliel'avrei fatta mangiare al negoziante :)
            Se mi vieni a trovare, te la faccio vedere
            anche dal vivo... a patto che poi si fa una
            partita a quake 3 arena, io su linux e tu su
            win, e alla sera andiamo a figa assieme.Ostia... sono un po' gnukko in quei giochi, eheh.Sono più portato ai giochi tipo Ultima Online, cmq si può sempre provare... ma ti avverto: non avresti un gran avversario di fronte ^_^;;Per la seconda parte sono pienamente d'accordo :)ByeeZeross
      • Anonimo scrive:
        Re: Microsoft!
        ....................
        Scommetto che non sei andato a leggere cosa
        effettivamente c'è scritto in quella pagina,
        vero?
        Ti chiedo solo di spendere 5 minuti e di
        farlo.
        L'URL è:
        http://www.lut.fi/~lseppane/linkit/nakedpc.ht

        Quando hai fatto fammi un fischio.
        FFFFISCHIO !!!Fatto !!!Embe ?C'e' scritto in pratica che se compri un PC senza s.o. preinstallato (ovviamente Windows) sei quasi certamente un pirata. Quindi per salvaguardare la tua onesta' il rivenditore di PC deve convincerti a comprare Windows.Zeross, il tuo attaccamento a mamma Microsoft e' commovente !!!Pero' a volte faresti piu' bella figura a tacere !!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Microsoft!
          - Scritto da: TeX

          C'e' scritto in pratica che se compri un PC
          senza s.o. preinstallato (ovviamente
          Windows) sei quasi certamente un pirata.Se guardiamo i numeri sono più quelli che piratano Windows che non quelli che installano regolarmente un S.O. diverso.Condivido che il discorso potesse essere più chiaro, così come la pubblicità della BSA, ma da qui a gridare "Scandalo!" ce ne corre...
          Quindi per salvaguardare la tua onesta' il
          rivenditore di PC deve convincerti a
          comprare Windows.'mbè...?Scusa, ma pretendevi che sul sito Microsoft ti venissero a dire che devi comprare Linux?Sui siti di Suse, Red Hat ecc... c'è forse pubblicità per Windows? Non direi...Come già detto, tutti cercano di portare acqua al proprio mulino...ByeeZeross
          • Anonimo scrive:
            Re: Microsoft!
            - Scritto da: Zeross
            Se guardiamo i numeri sono più quelli che
            piratano Windows che non quelli che
            installano regolarmente un S.O. diverso.
            Condivido che il discorso potesse essere più
            chiaro, così come la pubblicità della BSA,
            ma da qui a gridare "Scandalo!" ce ne
            corre... Mica tanto... l'ho gia' scritto in un'altro messaggio e non sto a ripetermi: la diffusione delle "copie" non licenziate ha, per molti versi, fatto la fortuna di M$ e comunque era co0sa straconosciuta ben prima dell'avvento di Win9x dunque perche' (strana coincidenza...) proprio in questi anni in cui si profila una concorrenza ai sui prodotti M$ si arrabbia cosi' tanto? E prima? Andava tutto bene? Questo e' il vero scandalo. Tanto M$ ci guadagna lo stesso e se dovesse perdere quote di mercato non sarebbe certo per le "copie" ma per una migliore concorrenza (infatti e' da dimostrare che SOLO i prodotti M$ vengono copiati).

            Quindi per salvaguardare la tua onesta' il

            rivenditore di PC deve convincerti a

            comprare Windows.
            'mbè...?
            Scusa, ma pretendevi che sul sito Microsoft
            ti venissero a dire che devi comprare Linux?
            Sui siti di Suse, Red Hat ecc... c'è forse
            pubblicità per Windows? Non direi...
            Come già detto, tutti cercano di portare
            acqua al proprio mulino...Embe' un'accidente... questo non significa che si debba fare della disinformazione falsificando la verita': c'e' modo e modo di "portare acqua al proprio mulino". RH Suse ecc. mica diffondono la falsita' che un PC senza LinuX sia sicuramente il PC di un pirata... al limite M$, per maggiore onesta' (?) avrebbe dovuto dichiarare "a rischio di pirateria" un PC senza nessun OS a prescindere dal suo... anche se questo sarebbe comunque discutibile.
      • Anonimo scrive:
        Re: Microsoft!
        - Scritto da: Zeross
        Scommetto che non sei andato a leggere
        cosa effettivamente c'è scritto...---------------------------------------------------------------Fatto. Ti hanno ampiamente rsposto munehiro e tex.
Chiudi i commenti