IBM lancia il supercomputing in affitto

Big Blue ha varato un nuovo servizio attraverso cui affitterà la potenza di calcolo di alcuni dei suoi più potenti supercomputer. Le risorse di calcolo vengono erogate in modo simile all'acqua o all'energia elettrica, con tariffe a consumo


Armonk (USA) – Estendendo la propria strategia di computing on demand, Big Blue ha lanciato un nuovo servizio che premetterà alle grosse aziende di affittare la potenza di calcolo di alcuni grossi supercomputer basati su cluster di server della famiglia pSeries e xSeries, quest’ultima equipaggiata con Linux.

L’obiettivo è quello di fornire alle aziende tutto il necessario per svolgere compiti anche molto impegnativi che richiedano grandi capacità di calcolo e un’infrastruttura molto costosa.

Il concetto è quello del cosiddetto “utility computing”, ossia la possibilità, da parte delle aziende, di accedere alle risorse di calcolo nello stesso modo in cui accedono a risorse pubbliche come l’energia elettrica o l’acqua: qui gli utenti non dispongono di una propria centrale elettrica o di un propria acquedotto, ma si appoggiano all’infrastruttura di erogazione del servizio offerta loro da un fornitore. In modo simile IBM vuol fare del computing un servizio erogabile attraverso una rete di distribuzione che permetta alle aziende di pagare solo l’effettiva quantità di potenza di calcolo consumata.

Grazie a questi nuovi servizi, IBM sostiene che le aziende potranno risparmiare sensibilmente sui costi di acquisto e gestione degli apparati, potendo inoltre contare sempre su una fonte di calcolo in grado di rispondere dinamicamente alle necessità dell’azienda e far fronte anche a improvvisi picchi nella domanda.

L’infrastruttura che sta sotto al servizio offerto da Big Blue è quella del grid computing, un’architettura di rete peer-to-peer capace di collegare i grossi centri di calcolo dove risiedono i supercomputer di IBM con i centri elaborazione dati delle aziende clienti. Questa “griglia” consentirà poi ad IBM di bilanciare il carico di lavoro fra più supercomputer, e questo indipendentemente dalla loro locazione geografica.

Il primo colosso a servirsi del supercomputing on demand di IBM è la Petroleum Geo-Services ( PGS ), un colosso petrolchimico che possiede un cluster basato su 1.000 server Linux. “Presto” – secondo quanto dichiarato da John Gillooly, vice presidente di PGS – “non sarà più necessario per la nostra azienda continuare a gestire, con costi altissimi, mostri di calcolo come quello oggi installato nei nostri laboratori: basterà acquistare via Internet la potenza di calcolo che ci serve. Questo ci permetterà di risparmiare 1,5 milioni di dollari in un solo anno”.

IBM, che da alcuni mesi già offre servizi di computing in affitto attraverso la sua infrastruttura di e-business on demand, si aspetta che vengano presto a bussare alla sua porta le più grandi aziende che operano nel settore della petrolchimica e della ricerca scientifica.

Perché il computing on demand possa affermarsi IBM dovrà mantenere il proprio servizio più economico del costo dei supercomputer, oggi sempre più basati su cluster di server Lintel a basso costo. Rimane da vedere, poi, in quali casi il computing in affitto risulterà effettivamente conveniente: per il momento IBM offre i suoi servizi solo ad una nicchia, seppure lucrosissima, del mercato, e questo perché le tariffe applicate all’on demand sono ancora decisamente fuori dalla portata della maggior parte delle aziende.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    segretaria
    come ci insegna il Condor, forse è meglio portarsi a letto qualche segretaria della Microsoft...blackdog
    • Anonimo scrive:
      Re: segretaria
      - Scritto da: Anonimo
      come ci insegna il Condor, forse è meglio
      portarsi a letto qualche segretaria della
      Microsoft...
      blackdogQui si sta tentando di scopvare la chiave di xbox con metodi legali.Se la segretaria in questione ti svela la chiave dopo una notte di passione, tu non commetti alcun illecito, ma lei sì.
  • Anonimo scrive:
    altro dominio
    premesso che quanto dico è solo intuizione e quindi facilmente demolibile... credo che si dovrebbe tentare un sistema diverso da quello sequenziale o pseudoparallelo classico. Mi ricordo su un piccolo libro sull' olografia che leggevo qualche anno fa la descrizione di un sistema puramente ottico per fare pattern recognition, in pratica, se non ricordo male si usava una lente per effetture una trasformata di fourier bidimensionale in tempo pressochè reale (il tempo di propagazione della luce nel mezzo). Operando opportune trasformazioni sarebbe interessante provare con sistemi di questo tipo.
  • Anonimo scrive:
    a chi importa?
    in fondo in Italia le vendite di xbox sono praticamente nulle, anzi le uniche vendite decenti sono quelle degli utenti che hanno avuto la spiacevole sorpresa di trovarselo sotto l'albero e che cercano disperatamente di rivenderselo su ebay
    • Anonimo scrive:
      Re: a chi importa?
      - Scritto da: Anonimo
      in fondo in Italia le vendite di xbox sono
      praticamente nulle, anzi le uniche vendite
      decenti sono quelle degli utenti che hanno
      avuto la spiacevole sorpresa di trovarselo
      sotto l'albero e che cercano disperatamente
      di rivenderselo su ebayspero tu stia scherzando.
  • Anonimo scrive:
    Info per tutti (compresa la redazione!)
    Ma non possono sniffarla la chiave come ha fatto il ricercatore di questa notizia? Mi sfugge il senso di tutta questa storia...http://punto-informatico.it/p.asp?i=40413
    • Terra2 scrive:
      Re: Info per tutti (compresa la redazione!)

      Ma non possono sniffarla la chiave come ha
      fatto il ricercatore di questa notizia? Mi
      sfugge il senso di tutta questa storia...

      http://punto-informatico.it/p.asp?i=40413Beh... l'ometto dell'articolo, per non rischiare una pistolettata sugli hard disk da parte di un killer assoldato dall'avvocato dello zio, si e' guardato bene dal rivelare i dati della sua scoperta (sempre che poi sia riuscito a dimostrarne la veridicita')... Inoltre, ho ottimi sospetti per supporre che, anche insistendo, resterebbe muto come il Mose' di Michelangelo.E se non parla, ciccia!In secondo luogo, vuoi mettere la soddisfazione di aver raggiunto un risultato "tecnicamente impossibile" attraverso la creazione di una comunita' motivata nell'aprire il chip alla microsoft?Si tratta piu' una questione di narcisismo informatico che di praticita', ma in tutti i settori anche l'arte (chiedo scusa per la rima) vuole la sua parte.
  • Vaira scrive:
    Non per essere disfattista
    Una chiave a 1024 bit con 1600 pc si cracca in 100 anni.Una di 2048 bit, da quel che dicono gli altri post, si dovrebbe craccare in 204800 anni.Ammesso che sia vero il dato che ho dei 100 anni (l'ho preso per buono senza verificarlo, perdonatemi), e che i pc che ci lavorano siano mille volte tanto, ci vorrebbero circa 205 anni.Ammesso anche per sommo culo, la chiave venga beccata in un decimo del tempo, quindi 20-21 anni, chi si metterebbe a giocare con la xbox di oggi, fra 20 anni?
  • Anonimo scrive:
    Ma se servisse per...
    Bah, leggendo i conti che sono stati fatti mi sembra piuttosto improbabile.... ma l'idea che mi era venuta e' che potesse servire a questo: qualcuno fa fuoriuscire la chiave dalla Microsoft, e magicamente finisce fra i segmenti da analizzare nel computer di qualcuno. A quel punto avresti legalmente trovato la chiave? Ma e' chiaro che con i conti che sono stati fatti, non ci crederebbe nessuno :)
  • Anonimo scrive:
    [OT] Mod chip
    I mod chip sono veramente illegali? Se si perchè?Grazie.
    • maks scrive:
      Re: [OT] Mod chip

      I mod chip sono veramente illegali? Se si
      perchè?
      Grazie.non sono illegalima invalidano la garanziae' illegale la vendita in bundle di una console nuova imballata + modchipciao
      • Anonimo scrive:
        Re: [OT] Mod chip
        Perchè è illegale venderlo in bundle? E' come vendere una X box usata con mod chip. Sbaglio?Nell'articolo è espressamente scritto che i mod chip sono illegali. E' vero?
        • maks scrive:
          Re: [OT] Mod chip

          Perchè è illegale venderlo in bundle? E'
          come vendere una X box usata con mod chip.
          Sbaglio?
          Nell'articolo è espressamente scritto che i
          mod chip sono illegali. E' vero?perche' e' contraffazionese vendi una console NUOVA imballata con il modchip, non stai vendendo una Xbox...ecco perche'e' come vendere una lavatrice con il motore di un cbr 600non e' piu' la stessa lavatricela modifica in se non ha nulla di illegale, tranne il fatto che invalida la garanziacosi' come il modchip in se non e' illegale...ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: [OT] Mod chip
      - Scritto da: Anonimo
      I mod chip sono veramente illegali? Se si
      perchè?
      Grazie.Negli USA sono illegali visto che violano il Digital Millennium Copyright Act (in pratica una legge americana per la quale è vietato cercare violare qualunque sistema di protezione digitale).In Italia invece fanno solo scadere la garanzia.
  • Anonimo scrive:
    Proposta Team Italiano
    visto l' interesse proporrei di fondare un team italiano per la ricerca della key in questione.Si accettano proposte, commenti, volontari e di tutto un po' PS parte il toto nome-team avanti con le proposte
    • Anonimo scrive:
      Re: Proposta Team Italiano
      mha, nel frattempo io ho utilizzatoITAhackaltre idee???
      • Anonimo scrive:
        Re: Proposta Team Italiano
        Io proporrei un bel nome, ma non e' questo il problema, basta accordarsi e cominciare a rullare dati !!!Proposte : - ITAhack- PI Group- Ita Doom- Mafia Crew (inquietante ma rende bene)fate vobis, io ho proposto- Scritto da: Anonimo
        mha, nel frattempo io ho utilizzato

        ITAhack

        altre idee???
        • Anonimo scrive:
          Re: Proposta Team Italiano
          - Scritto da: Anonimo
          Io proporrei un bel nome, ma non e' questo
          il problema, basta accordarsi e cominciare a
          rullare dati !!!

          Proposte :
          - ITAhack
          - PI Group
          - Ita Doom
          - Mafia Crew (inquietante ma rende bene)No, Mafia Crew proprio no! Primo perché sarebbe un'apologia alla mafia stessa e secondo perché contribuirebbe ai soliti pregiudizi sugli italiani (pizza, mandolino, mafia ecc.).A me sta bene qualsiasi nome italiano, basta con i termini inglesi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Proposta Team Italiano
            ma perchè non usate il vostro tempo in qualcosa di più costruttivo e utile per l'umanità???
          • Anonimo scrive:
            Re: Proposta Team Italiano
            - Scritto da: Anonimo
            ma perchè non usate il vostro tempo in
            qualcosa di più costruttivo e utile per
            l'umanità???Perchè l'umanità non è un terreno di caccia M$.Zymo
          • LockOne scrive:
            Re: Proposta Team Italiano
            ragazz ho trovato il nome per il crew, e' perfetto: biberon.dai, sotto col lavoro ora, eh?
    • Anonimo scrive:
      Re: Proposta Team Italiano
      - Scritto da: Anonimo
      visto l' interesse proporrei di fondare un
      team italiano per la ricerca della key in
      questione.E a che servirebbe un team italiano?Per soddisfare la mania di protagonismo di chi poi si definirebbe il "capo" del team italiano?Quali benefici porterebbe avere un sotto-gruppo basato sulla nzaione?Se uno vuole aiutare scarica il client e lo installa.
    • Anonimo scrive:
      Bambocci
      Che bambocciata!Lu Pen
      • Anonimo scrive:
        Re: Bambocci
        nessuno vi obbliga a farlo, qualcuno ha proposto per sondare l' idea della gente, tutto li, perche' c'e' gente che elabora le auto, eppure sono spesso quarantenni, non sono bamocciate quelle ?per me' e' da bambini fare "Tuning" sulle auto, io accetto volentieri di partecipare a seti, a neo ed altro. se non vi interessa statevene zitti.sono interessi soggettivi, tutto li.- Scritto da: Anonimo
        Che bambocciata!

        Lu Pen
  • Terra2 scrive:
    secondo l'RSA...
    "L'unico problema è costituito dalla lunghezza della chiave, pari a 2048 bit, che secondo alcuni richiederebbe decine di anni se non addirittura secoli o millenni di elaborazione per essere trovata" Da stime dell'RSA risulterebbe che per fattorializzare un numero da 760bit in un anno, servirebbero 215.000 Pentium 500MHz con almeno 4Gb i RAM.Se il numero e' di 1020bit ne servono 342.000.000 con 170Gb, e se e' di 1620bit ne servono 1,6x10^15 con 120Tb :!Per la xbox si parla di ben 2024bit ... quindi altro che "colpo di fortuna"... servirebbe una "botta di cu%o galattica" :))Se ce la fanno, sarebbe la dimostrazione matematica che Dio c'e' e sta' dalla parte degli hacker :))ps:qui c'e' il sito della RSA (che ha messo a disposizione il premio da 10000$)... http://www.rsasecurity.com/rsalabs/challenges/factoring/faq.html (se qualcuno piu' competente di me volesse correggere le mie eventuali fregnacce :)
  • Anonimo scrive:
    SIETE IN RITARDO!
    Sono giorni che hanno chiuso il progetto!!!!maledetto bill!
    • dusty scrive:
      Re: SIETE IN RITARDO!
      Ma hai letto l'articolo??? Dice proprio che il progetto è ripartito... magari un'altra volta leggi PRIMA l'articolo e poi fai il commento...- Scritto da: Anonimo
      Sono giorni che hanno chiuso il progetto!!!!

      maledetto bill!
  • Terra2 scrive:
    Bene, ora il tutto sta nel fare...
    ...inca%%are la microsoft :)Gia', perche' la miglior pubblicita' per un progetto del genere sarebbe una netta presa di posizione da parte di ballmer (il massimo sarebbe se aggiungesse anche qualche seria minaccia :)Giuggiu' dai... preghierina... fai che al pancione tortarolo saltino i nervi :))
  • Anonimo scrive:
    Ed è facile immaginare quale dei due pro

    Ed è facile immaginare quale dei due progetti stia più a cuore a certi utenti Xbox...Questa te la potevi risparmiare.
    • pikappa scrive:
      Re: Ed è facile immaginare quale dei due
      - Scritto da: Anonimo

      Ed è facile immaginare quale dei due
      progetti stia più a cuore a certi utenti
      Xbox...

      Questa te la potevi risparmiare.Non ha mica tutti i torti e cmq questa cosa farebbe sicuramente comodo a Microsoft dato che faciliterebbe la diffusione di Xbox a discapito delle altre console, come del resto era già accaduto con la Playstation
      • Anonimo scrive:
        Re: Ed è facile immaginare quale dei due

        Non ha mica tutti i torti e cmq questa cosa
        farebbe sicuramente comodo a Microsoft dato
        che faciliterebbe la diffusione di Xbox a
        discapito delle altre console, come del
        resto era già accaduto con la Playstation
        Già il posting diviene più concreto ed interessante....In veneto esiste un detto: "5 schei de mo-a i se sempre ben spesi" cioè che a volte conviene fare la figura da stupidi guadagnandoci, e in M$ non son stupidi.....(mo-a: prima parte del nome del famoso dipinto leonardesco conservato al Louvre).Zymo
        • Anonimo scrive:
          Re: Ed è facile immaginare quale dei due
          nulla di male se si comprano le xbox, tanto bisogna considerare che:1) chi vende console, trova guadagno nelle licenze dei giochi, non tanto nella console stessa2) microscotch vende le sue console sotto costo per diffonderle... (no, non me lo sono inventato)quindi, perche' no? :)--Pascal Brax
          • Anonimo scrive:
            Re: Ed è facile immaginare quale dei due
            - Scritto da: Anonimo
            2) microscotch vende le sue console sotto
            costo per diffonderle... (no, non me lo sono
            inventato)

            quindi, perche' no? :)Perché più le si comprano, più i costi fissi per unità si riducono fino ad un punto nel quale, pur rimandendo invariato il prezzo, ci guadagneranno su ogni vendita della console.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ed è facile immaginare quale dei due
        non mi stupirei se 'magicamente' in un futuro neanche troppo lontano, questa chiave venisse 'crakkata'... tutti a comprare le ixbox perche' i giochi copiati li puoi trovare facilmente come le michette dal panettiere, e girano senza dover far ' rischiose' modifiche. speriamo che no!e speriamo anche che m$ inizi a inanellare flop su flop andando allo sfascio nel giro di pochi anni... ma forse qua la mia fantasia ha gia iniziato a galoppare :-DZZZ
  • Anonimo scrive:
    Rompere a zio Bill
    Neanche a me frega niente di X-Box, ma lo installo lo stesso se posso rompere le scatole a zio Bill !!!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Rompere a zio Bill
      Se vuoi rompere basta che te lo compri e non lo usi, rimessa sicura di MS di almeno 100 dollarazzi.
      • Terra2 scrive:
        Re: Rompere a zio Bill
        - Scritto da: Anonimo
        Se vuoi rompere basta che te lo compri e non
        lo usi, rimessa sicura di MS di almeno 100
        dollarazzi.Hehehe... 100$ in meno in tasca a bill pesano molto (ma molto) meno di 250euri in tasca a ogniuno di noi! (salvo che qui non ci sia il vincitore della lotteria di capodanno :)Il client e' molto piu' economico :)))
      • Vaira scrive:
        Re: Rompere a zio Bill
        Anche se non lo compri.
    • freenetizen scrive:
      Re: Rompere a zio Bill
      Siamo sicuri che tra qualche mese non cisi ritrovi la finanza che bussa alla porta?
      • Terra2 scrive:
        Re: Rompere a zio Bill

        Siamo sicuri che tra qualche mese non ci
        si ritrovi la finanza che bussa alla porta?- coi tempi che corrono... dove pesino avere la musichetta di goldrake come suoneria del cellulare rappresenta una violazione dei diritti d'autore, la finanza avrebbe ottime ragioni per bussare alla porta di chiunque (rammentiamo che la SIAE ha avuto il coraggio di avanzare pretese sulle canzoni cantate durante le funzioni religiose);- piu soldi hai, piu' volte hai SICURAMENTE eluso il fisco, quindi la finanza (o l'FBI negli USA) ha ancora altre ottime ragioni... (e tutti sappiamo chi e' uno degli ometti piu' ricchi del pianeta);- avere un client (del tutto legale) installato sul proprio PC non e' un reato... oltretutto non mi risulta che in Italia ci siano leggi che puniscano la retroingegneria (ma anche fosse non si tratta di retroingegneria ma di decodifica)
        • Anonimo scrive:
          Re: Rompere a zio Bill
          La storia della SIAE per funzioni religiose giunge come nuova: hai link, segnalazioni o altri riferimenti?Se è vera, sarebbe l'apoteosi della SIAE!!!10x!Zymo
        • Anonimo scrive:
          Re: Rompere a zio Bill
          - Scritto da: Terra2
          - piu soldi hai, piu' volte hai SICURAMENTE
          eluso il fisco, quindi la finanza (o l'FBIChe pregiudizio stupido.Non tutti i ricchi sono come Berlusconi, la maggior parte è stata sempre onesta con il fisco, poi le mele marce ci sono in ogni categoria.
          • Anonimo scrive:
            Re: Rompere a zio Bill
            Tu lavori per microsoft, vero? un ragionamento simile e' degno di un dipendente m$...anyway, anke se non eludono il fisco ILLEGALMENTE, fanno di TUTTO per specularci sopra il piu' possibile, come ad esempio arrivare a collezzionare tutti gli scontrini del caffe' al bar e spacciarli per "spese di rappresentanza"... e conosco chi lo fa!demenziale... :)--Pascal Brax
          • Anonimo scrive:
            Re: Rompere a zio Bill
            - Scritto da: Anonimo
            Tu lavori per microsoft, vero? un
            ragionamento simile e' degno di un
            dipendente m$...No, non lavoro per la M$ e detesto tutto ciò che è M$.
            anyway, anke se non eludono il fisco
            ILLEGALMENTE, fanno di TUTTO per specularci
            sopra il piu' possibile, come ad esempio
            arrivare a collezzionare tutti gli scontrini
            del caffe' al bar e spacciarli per "spese di
            rappresentanza"... e conosco chi lo fa!E allora? Visto che ci sono operai che lavorano in nero, tu dici che tutti gli operai sono ladri?Che ragionamento manicheo e qualunquista.
          • KerNivore scrive:
            Re: Rompere a zio Bill
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            Tu lavori per microsoft, vero? un

            ragionamento simile e' degno di un

            dipendente m$...

            No, non lavoro per la M$ e detesto tutto ciò
            che è M$.


            anyway, anke se non eludono il fisco

            ILLEGALMENTE, fanno di TUTTO per
            specularci

            sopra il piu' possibile, come ad esempio

            arrivare a collezzionare tutti gli
            scontrini

            del caffe' al bar e spacciarli per "spese
            di

            rappresentanza"... e conosco chi lo fa!

            E allora? Visto che ci sono operai che
            lavorano in nero, tu dici che tutti gli
            operai sono ladri?Non entro nel merito della discussione perche' non mi interessa, pero' volevo solo farti notare che tanti operai lavorano in nero solo perche' al datore di lavoro conviene...Di solito un operaio, tanto piu' se ha famiglia, preferirebbe di gran lunga essere in regola....
  • Anonimo scrive:
    uhm....
    2048 bit....l'unica e' sperare in una botta di culo mostruosa e cioe' che a uno dei client venga assegnato un range contenente i due primi prima che i tizi della crew muoiano di vecchiaia (secondo me se pensano di avere un culo simile farebbero prima a giocare al superenalotto, avrebbero molte piu' probabilita' di vincere)
  • Anonimo scrive:
    Quanto ci vuole?
    Chi e' in grado di calcolare quanto ci vorrebbe per una CPU singola, diciamo a 1.5 ghz?
    • Anonimo scrive:
      Re: Quanto ci vuole?
      uhm diciamo che quel pc farebbe in tempo a vedere la prossima era glaciale
      • Anonimo scrive:
        Re: Quanto ci vuole?
        - Scritto da: Anonimo
        uhm diciamo che quel pc farebbe in tempo a
        vedere la prossima era glacialeBeh, serve molto di piu': il pc farebbe in tempoa vedere la nascita e lo sviluppo fino allo stato attuale diuna quindicina di universi come il nostro supponendo di individuare la chiave scandendo il 50% dello spazio delle chiavi
        • Anonimo scrive:
          Re: Quanto ci vuole?
          - Scritto da: Anonimo, serve molto di piu': il pc farebbe in
          tempo
          a vedere la nascita e lo sviluppo fino allo
          stato attuale di
          una quindicina di universi come il nostro
          supponendo di
          individuare la chiave scandendo il 50% dello
          spazio delle chiavidiciamo 15x4 miliardi di anni?
          • Anonimo scrive:
            Re: Quanto ci vuole?
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo
            , serve molto di piu': il pc farebbe in

            tempo

            a vedere la nascita e lo sviluppo fino
            allo

            stato attuale di

            una quindicina di universi come il nostro

            supponendo di

            individuare la chiave scandendo il 50%
            dello

            spazio delle chiavi

            diciamo 15x4 miliardi di anni?Semmai 15x15 miliardi di anni, comunque sono molti ma molti di più (nell'ordine di 2^1961 volte l'età dell'universo, ossia circa 2 seguito da 590 zeri volte, oppure 2^1995 anni, ossia circa 3 seguito da 600 zeri anni).
    • Anonimo scrive:
      Re: Quanto ci vuole?
      che vuol dire a 1,5Ghz?? Dipende molto anche dal architettura della cpu, un alpha a pari Ghz con un x86 ci metterebbe meno; btw ci metterebbero ambedue un tempo spropositato (nel ordine di milioni di anni se non di piu')
      • Anonimo scrive:
        Re: Quanto ci vuole?
        - Scritto da: Anonimo
        che vuol dire a 1,5Ghz?? Dipende molto anche
        dal architettura della cpu, un alpha a pari
        Ghz con un x86 ci metterebbe meno; btw ci
        metterebbero ambedue un tempo spropositato
        (nel ordine di milioni di anni se non di
        piu')Un milione di anni?Con un milione di client e un po di culo si potrebbe beccare in qualche mese allora.
        • Anonimo scrive:
          Re: Quanto ci vuole?
          Secondo questa tabella non basta affatto un milione di computer... auguri 0=)http://www.rsasecurity.com/rsalabs/challenges/factoring/faq.html#HowMuchDoesItCostPeraltro: sul sito di NEO vedo *solo* riferimenti a RSA-576.... nulla a che vedere con 2048.
        • Anonimo scrive:
          Re: Quanto ci vuole?

          Un milione di anni?
          Con un milione di client e un po di culo si potrebbe beccare in
          qualche mese allora.beata innocenza...
    • Anonimo scrive:
      Re: Quanto ci vuole?
      - Scritto da: Anonimo
      Chi e' in grado di calcolare quanto ci
      vorrebbe per una CPU singola, diciamo a 1.5
      ghz?Ricerca per forza bruta:- 2048bit = 2^2048 possibili chiavi, siamo fortunati e ne becchiamo una al 50% delle chiavi (remember Murphy's laws), quindi ne servono 2^2047 (eheh!)- diciamo che un computer calcola una chiave in 10 cicli (magari!)- un 1.5ghz calcola 150000 chiavi al secondo = ~2^17chiavi/sec- in un anno: 2^17*3600*24*365= ~2^42chiavi/anno- un singolo computer impiegherebbe quindi 2^2005 anni: si stima l'universo abbia 15 miliardi di anni = ~2^34 anni, ciò vuol dire che quel computer dovrebbe lavorare per un periodo di anni pari all'età dell'universo moltiplicata per 2 per 1971 volte...- supponiamo 300 milioni di computer, praticamente tutti i computer americani e europei coalizzati = 2^28 computer, questo ci farebbe scendere a 2^1977 anni richiestiBè, che dire, se ho sbagliato calcoli segnalatemelo e... buona fortuna!!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Quanto ci vuole?
        - Scritto da: hypervx

        - Scritto da: Anonimo

        Chi e' in grado di calcolare quanto ci

        vorrebbe per una CPU singola, diciamo a
        1.5

        ghz?

        Ricerca per forza bruta:
        - 2048bit = 2^2048 possibili chiavi, siamo
        fortunati e ne becchiamo una al 50% delle
        chiavi (remember Murphy's laws), quindi ne
        servono 2^2047 (eheh!)
        - diciamo che un computer calcola una chiave
        in 10 cicli (magari!)
        - un 1.5ghz calcola 150000 chiavi al secondoNo, 1,5 GHz = 1.500.000.000 cicli/s, diviso 10 = 150.000.000 di chiavi al secondo
        = ~2^17chiavi/sec=~2^27 chiavi/s
        - in un anno: 2^17*3600*24*365=
        ~2^42chiavi/anno=~2^52 chiavi/anno
        - un singolo computer impiegherebbe quindi
        2^2005 anni: si stima l'universo abbia=~2^1995 anni
        15 miliardi di anni = ~2^34 anni, ciò vuol dire
        che quel computer dovrebbe lavorare per un
        periodo di anni pari all'età dell'universo
        moltiplicata per 2 per 1971 volte...=~2^1961 volte l'età dell'universo
        - supponiamo 300 milioni di computer,
        praticamente tutti i computer americani e
        europei coalizzati = 2^28 computer, questo
        ci farebbe scendere a 2^1977 anni richiesti***2^1967 anni pari a 2^1939 volte l'età dell'universo****Tanto per dare un'idea, 2^1967 anni è approssimativamente uguale a 133 seguito da 590 (cinquecentonovanta) zeri mentre 2^1939 è uguale circa a 497 seguito da 581 (cinquecentoottantuno) zeri.
        Bè, che dire, se ho sbagliato calcoli
        segnalatemelo e... buona fortuna!!!!Solo quel piccolo errore sui cicli al secondo del computer ma che non cambia praticamente nulla sulla sostanza della ciclopica impresa :-)Quattro appunti finali:1) Mesi fa ho letto su questo forum a proposito dell'incontro di scacchi tra Deep Fritz (il software scacchistico) e Kramnik (l'attuale campione del mondo di scacchi) che "per un computer è facile vincere a scacchi visto che può calcolare *tutte* le varianti di una partita", bene sappiate che è stato teorizzato che un computer grande come l' universo (100 miliardi di anni luce) e avente unità binarie piccole come un elettrone impiegherebbe circa 10 miliardi di anni per analizzare tutte le mosse possibili fino ad ogni conclusione di partita (e questo tenendo in considerazione le semplificazioni introdotte dalla "patta teorica", dalla "patta per richiesta di mosse", dalla "patta per ripetizione di posizione" e dalla "patta per scacco perpetuo", altrimenti ci sarebbero rami combinatori senza mai fine).2) Quando sentite cose come "l'NSA è facilmente in grado di decriptare e-mail criptate con PGP" (software che usa chiavi a 1024 bit) ripensate ai calcoli sopraesposti e pensate che una chiave a 1024 bit richiede "solo" la metà del tempo per essere scovata rispetto ad una a 2048 bit.3) Riflettete anche su un'altra frase che si sente spesso dire su questo forum "quando sarà introdotto Palladium troveranno presto il modo di crackarlo".4) Questi calcoli sono ben a conoscenza di chi sta portando avanti il progetto Neo, quindi non comprendo bene la loro strategia di azione.Buona giornata.
        • Anonimo scrive:
          Re: Quanto ci vuole?
          - Scritto da: Anonimo
          2) Quando sentite cose come "l'NSA è
          facilmente in grado di decriptare e-mail
          criptate con PGP" (software che usa chiavi a
          1024 bit) ripensate ai calcoli sopraesposti
          e pensate che una chiave a 1024 bit richiede
          "solo" la metà del tempo per essere scovata
          rispetto ad una a 2048 bit.no, richiede 2^1024 volte di meno
          3) Riflettete anche su un'altra frase che si
          sente spesso dire su questo forum "quando
          sarà introdotto Palladium troveranno presto
          il modo di crackarlo".Quando verra' introdotto palladium non sara' nemmeno pensabile poter iniziare a realizzare un sistema di cracckaggio !!! Tutti i tentativi saranno bloccati sul nascere !
          • Anonimo scrive:
            Re: Quanto ci vuole?
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo


            2) Quando sentite cose come "l'NSA è

            facilmente in grado di decriptare e-mail

            criptate con PGP" (software che usa
            chiavi a

            1024 bit) ripensate ai calcoli
            sopraesposti

            e pensate che una chiave a 1024 bit
            richiede

            "solo" la metà del tempo per essere
            scovata

            rispetto ad una a 2048 bit.

            no, richiede 2^1024 volte di menoHai perfettamente ragione, chiedo scusa della castroneria scritta.
        • Anonimo scrive:
          Re: Quanto ci vuole?


          - un 1.5ghz calcola 150000 chiavi al
          secondo

          No, 1,5 GHz = 1.500.000.000 cicli/s, diviso
          10 = 150.000.000 di chiavi al secondoArghhh... lo sapevo che avrei fatto un errore stupido!!! :-)Miliardi non milioni!
          2) Quando sentite cose come "l'NSA è
          facilmente in grado di decriptare e-mail
          criptate con PGP" (software che usa chiavi a
          1024 bit) ripensate ai calcoli sopraesposti
          e pensate che una chiave a 1024 bit richiede
          "solo" la metà del tempo per essere scovata
          rispetto ad una a 2048 bit.Attenzione: poichè parliamo di esponenziali, una chiave a 1024 bit non richiede la metà del tempo di una a 2048, bensì il tempo della 2048 diviso per due per 1024 volte, che è ben diverso! Infatti è una chiave a 2047 bit che richiede la metà del tempo di una a 2048.Una chiave a 1024 è "probabilmente" fattibile con un enorme sforzo allo stadio attuale.Il problema comunque è che qui parliamo di attacchi a forza bruta, cioè proviamo tutte le chiavi fino a beccare quella giusta. Ci sono altri tipi di attacchi ben più efficaci, senza parlare dell'eventualità di un algoritmo veloce per la fattorizzazione di numeri primi, che scardinerebbe tutto. Oggi non è conusciuto, ma non è dimostrato che non possa esistere. Ci sono persone convinte che siano stati scoperti algoritmi del genere in campo militare, e che non siano stati pubblicati. Io non credo a questo, anche se sono convinto che se fossero stati scoperti di certo non sarebbero pubblici!
          3) Riflettete anche su un'altra frase che si
          sente spesso dire su questo forum "quando
          sarà introdotto Palladium troveranno presto
          il modo di crackarlo".Qui si fa riferimento al software, non alle chiavi crittografiche che usa. Se riesco a creare una patch che disabilita il controllo delle chiavi... non me ne frega niente di doverle fattorizzare!
          4) Questi calcoli sono ben a conoscenza di
          chi sta portando avanti il progetto Neo,
          quindi non comprendo bene la loro strategia
          di azione.Farsi pubblicità? ;-)ciaohypervx
          • Anonimo scrive:
            Re: Quanto ci vuole?
            - Scritto da: hypervx

            2) Quando sentite cose come "l'NSA è

            facilmente in grado di decriptare e-mail

            criptate con PGP" (software che usa
            chiavi a

            1024 bit) ripensate ai calcoli
            sopraesposti

            e pensate che una chiave a 1024 bit
            richiede

            "solo" la metà del tempo per essere
            scovata

            rispetto ad una a 2048 bit.

            Attenzione: poichè parliamo di esponenziali,
            una chiave a 1024 bit non richiede la metà
            del tempo di una a 2048, bensì il tempo
            della 2048 diviso per due per 1024 volte,
            che è ben diverso! Infatti è una chiave a
            2047 bit che richiede la metà del tempo di
            una a 2048.Sì, mi hanno già corretto per la fesseria che ho scritto, ti ringrazio, richiede 2^1024 volte di meno il tempo che ci vuole per trovare la chiave a 2048 bit.
            Una chiave a 1024 è "probabilmente"
            fattibile con un enorme sforzo allo stadio
            attuale.Beh, riprendendo l'esempio da te fatto, richiederebbe 2^943 anni pari a 2^909 volte l'età dell'universo, non mi sembra così fattibile.
            Il problema comunque è che qui parliamo di
            attacchi a forza bruta, cioè proviamo tutte
            le chiavi fino a beccare quella giusta. Ci
            sono altri tipi di attacchi ben più
            efficaci, senza parlare dell'eventualità di
            un algoritmo veloce per la fattorizzazione
            di numeri primi, che scardinerebbe tutto.
            Oggi non è conusciuto, ma non è dimostrato
            che non possa esistere. Ci sono persone
            convinte che siano stati scoperti algoritmi
            del genere in campo militare, e che non
            siano stati pubblicati. Io non credo a
            questo, anche se sono convinto che se
            fossero stati scoperti di certo non
            sarebbero pubblici!Su cosa si baserebbero?

            3) Riflettete anche su un'altra frase che
            si

            sente spesso dire su questo forum "quando

            sarà introdotto Palladium troveranno
            presto

            il modo di crackarlo".

            Qui si fa riferimento al software, non alle
            chiavi crittografiche che usa. Se riesco a
            creare una patch che disabilita il controllo
            delle chiavi... non me ne frega niente di
            doverle fattorizzare!Giusto, ma allora perché non si segue la stessa strada per far girare software non autorizzato sulla xbox?

            4) Questi calcoli sono ben a conoscenza di

            chi sta portando avanti il progetto Neo,

            quindi non comprendo bene la loro
            strategia

            di azione.

            Farsi pubblicità? ;-)Penso proprio di sì :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Quanto ci vuole?

            Sì, mi hanno già corretto per la fesseria
            che ho scritto, ti ringrazio, richiede
            2^1024 volte di meno il tempo che ci vuole
            per trovare la chiave a 2048 bit.Lo hanno fatto mentre stavo scrivendo il mio post... sorry.

            Una chiave a 1024 è "probabilmente"

            fattibile con un enorme sforzo allo stadio

            attuale.

            Beh, riprendendo l'esempio da te fatto,
            richiederebbe 2^943 anni pari a 2^909 volte
            l'età dell'universo, non mi sembra così
            fattibile.Bè, basta intenderci sulla parola "enorme" ;-)Certo se immaginiamo che chi vuole trovare la chiave non conosca algoritmi particolari, non possa sottoporre i propri plaintext all'algoritmo di cifratura (choosen cyphertext attack), non possa fare altri tipi di crittoanalisi, etc etc, insomma sia in una situazione abbastanza sfavorevole e possa dunque fare solo un attacco a forza bruta, sarebbe messo maluccio.

            Ci sono persone

            convinte che siano stati scoperti
            algoritmi

            del genere in campo militare, e che non

            siano stati pubblicati. Io non credo a

            questo, anche se sono convinto che se

            fossero stati scoperti di certo non

            sarebbero pubblici!

            Su cosa si baserebbero?Sulle loro paranoie? A parte gli scherzi, mi sento di credere più ad una cosa del genere che agli ominiverdi con le antennine... e, cmq, non ci credo!

            Se riesco a

            creare una patch che disabilita il
            controllo

            delle chiavi... non me ne frega niente di

            doverle fattorizzare!

            Giusto, ma allora perché non si segue la
            stessa strada per far girare software non
            autorizzato sulla xbox?E' quello che hanno fatto: i chip modificati. Solo che sono illegali. Allora tentano questa strada. Ma tanto già oggi tutti hanno windows craccato, illegalità per illegalità...ciaohypervx
          • Anonimo scrive:
            Re: Quanto ci vuole?
            - Scritto da: hypervx


            Ci sono persone


            convinte che siano stati scoperti

            algoritmi


            del genere in campo militare, e che non


            siano stati pubblicati. Io non credo a


            questo, anche se sono convinto che se


            fossero stati scoperti di certo non


            sarebbero pubblici!



            Su cosa si baserebbero?

            Sulle loro paranoie? A parte gli scherzi, mi
            sento di credere più ad una cosa del genere
            che agli ominiverdi con le antennine... e,
            cmq, non ci credo!E fai bene. I matematici "civili" che lavorano attorno alla teoria dei numeri sono molti di più rispetto ai ricercatori militari che si occupano strettamente di crittografia. Se ci fosse qualcosa, si saprebbe da un pezzo, foss'anche solo in forma teorica anziché algoritmica (che per me fa lo stesso, non altrettanto per i geekies smanettoni). Tanto per fare la solita invettiva dantesca, la stragrande maggioranza dei programmatori ignora bellamente Gregory Chaitin o Markus Hutter e le enormi conseguenze del loro lavoro sulla complessità computazionale (che riguarda TUTTI i programmatori ed ampissime classi di problemi), giusto perché non hanno scritto neppure una riga di pseudocodice. Tra dieci anni o quindici, magari, diventeranno lo Knuth della situazione, ormai noto a cani e porci.Parafrasando il grandissimo David Hilbert, che nell'occasione parlava dei fisici, certe cose sono troppo serie per lasciarle in mano a ingegneri e informatici... :-DIn ogni caso, c'è voluto uno sforzo notevole (ed un discreto colpo di genio) ai tre indiani AKS per tirare fuori un banale test di primalità in tempo polinomiale - tempo che rimane cmq ENORME, dell'ordine O((log(n))^12). Se ci si sbriga a dimostrare un paio di vecchie congetture di teoria analitica dei numeri, si potrebbe forse dimezzare l'esponente, ma i tempi rimangono biblici. Ed è appena un test go-no go, deterministico e polinomiale (grosso passo avanti) ma sempre lentino.Il "mostro" quantistico dell'IBM riesce a far girare l'algoritmo di Shor per numeri dell'ordine della dozzina, inferiori a cento in ogni caso, come dire inesistente. Figuriamoci se qualcuno, con o senza le stellette sul bavero,conosce un serio algoritmo di fattorizzazione in tempo polinomiale. Sarebbe la volta buona che mi convinco senza dimostrazione che P=NP e che esiste un metodo formale deterministico per trasformare qualsiasi algoritmo NP nel corrispondente P.
          • Anonimo scrive:
            Re: Quanto ci vuole?

            Parafrasando il grandissimo David Hilbert,
            che nell'occasione parlava dei fisici, certe
            cose sono troppo serie per lasciarle in mano
            a ingegneri e informatici... :-D'azz... sono messo malissimo!Io studio Ingegneria Informatica!!!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Quanto ci vuole?

            dunque la laurea è pressoché
            ininfluente... Sto incrociando le dita : )(nel senso che spero che tu abbia ragione)
            quello che conta viene
            "dopo", e soprattutto è quello che sta tra
            le orecchie. il cerume ? : )))))
          • Anonimo scrive:
            Re: Quanto ci vuole?
            - Scritto da: Anonimo

            quello che conta viene

            "dopo", e soprattutto è quello che sta tra

            le orecchie.

            il cerume ? : )))))Bocciato :-))))La congiunzione era importante... "tra", non "nelle" :-D
          • Anonimo scrive:
            Re: Quanto ci vuole?
            - Scritto da: Anonimo
            E fai bene. I matematici "civili" che
            lavorano attorno alla teoria dei numeri sono
            molti di più rispetto ai ricercatori
            militari che si occupano strettamente di
            crittografia. Se ci fosse qualcosa, si
            saprebbe da un pezzo, foss'anche solo in
            forma teorica anziché algoritmica (che per
            me fa lo stesso, non altrettanto per i
            geekies smanettoni).
            Tanto per fare la solita invettiva dantesca,
            la stragrande maggioranza dei programmatori
            ignora bellamente Gregory Chaitin o Markus
            Hutter e le enormi conseguenze del loro
            lavoro sulla complessità computazionale (che
            riguarda TUTTI i programmatori ed ampissime
            classi di problemi), giusto perché non hanno
            scritto neppure una riga di pseudocodice.
            Tra dieci anni o quindici, magari,
            diventeranno lo Knuth della situazione,
            ormai noto a cani e porci.
            Parafrasando il grandissimo David Hilbert,
            che nell'occasione parlava dei fisici, certe
            cose sono troppo serie per lasciarle in mano
            a ingegneri e informatici... :-D

            In ogni caso, c'è voluto uno sforzo notevole
            (ed un discreto colpo di genio) ai tre
            indiani AKS per tirare fuori un banale test
            di primalità in tempo polinomiale - tempo
            che rimane cmq ENORME, dell'ordine
            O((log(n))^12). Se ci si sbriga a dimostrare
            un paio di vecchie congetture di teoria
            analitica dei numeri, si potrebbe forse
            dimezzare l'esponente, ma i tempi rimangono
            biblici. Ed è appena un test go-no go,
            deterministico e polinomiale (grosso passo
            avanti) ma sempre lentino.
            Il "mostro" quantistico dell'IBM riesce a
            far girare l'algoritmo di Shor per numeri
            dell'ordine della dozzina, inferiori a cento
            in ogni caso, come dire inesistente.
            Figuriamoci se qualcuno, con o senza le
            stellette sul bavero,conosce un serio
            algoritmo di fattorizzazione in tempo
            polinomiale.

            Sarebbe la volta buona che mi convinco senza
            dimostrazione che P=NP e che esiste un
            metodo formale deterministico per
            trasformare qualsiasi algoritmo NP nel
            corrispondente P.Guarda che non stai parlando ad un congresso di matematici ma su un forum pubblico a cui accedono persone di varia cultura.
          • Anonimo scrive:
            ARGH!
            Giuro che ho cliccato una volta sola :-)Redazione, cancellare i messaggi in eccedenza se possibile...
          • Anonimo scrive:
            Re: Quanto ci vuole?
            - Scritto da: KerNivore

            lascia perdere...
            da un po di tempo a questa parte tutti si
            credono degli informatici...

            beata gioventu' di winzozziani....Hai ragione. Ma, che vuoi fare - sarà l'età - proprio non riesco ad abituarmi all'idea che qualcuno ignori la notazione O() e i problemi fondamentali dell'informatica teorica, pur definendosi "sviluppatore" o magari "hacker" e giù giù lungo la china degli altri fantasiosi pseudomestieri fantainformatici, inventati di sana pianta da quando esiste l'HTML.Ai bei tempi si diceva "Non basta scrivere mezzo milione di righe in COBOL per trasformare un contabile in un programmatore". La proposizione rimane vera sostituendo a COBOL qualsiasi RAD iniziante per Visual*, Java ed a maggior ragione i duemilasettecento insulsi linguaggini di scripting server side dell'ultima ora. E certo la questione trascende i singoli linguaggi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Quanto ci vuole?
            Ah, dimenticavo, ho scommesso una forte somma, non mi deludere...
          • KerNivore scrive:
            Re: Quanto ci vuole?
            - Scritto da: Anonimo

            Onestamente non ho mai visto santoni indù
            o

            casalinghe di Voghera che leggano Lancet

            perché genericamente "interessati alla

            salute", e dunque si presume che chi legge

            una rivista d'informatica sappia
            quantomeno

            cos'è la congettura P=NP, oltre a saper

            pigiare sui tasti e scaricare
            programmini.

            In caso contrario, la rivista 3 sopra
            citata

            è altamente consigliabile.

            E chi non lo sa, lo mettiamo nei forni,
            giusto?no, le togliamo dai thread sbagliati. oppure tutti devono essere dentro tutto e parlare (a vanvera) di tutto ?
            "Adoperare parole inusuali è un atto di
            maleducazione letteraria. Soltanto le
            difficoltà di pensiero devono essere messe
            fra i piedi del pubblico" (Karl Kraus)Adoperare le parole appropriate nel contesto appropriato invece e' d'obbligo.L'informatica e' una scienza, e come ogni scienza ha il suo linguaggio.Se non lo capisci, non sei obbligato a sentirti offeso. Semplicemente non sei un informatico.
          • Anonimo scrive:
            Finalmente!
            Se lo meritava...
          • Anonimo scrive:
            Un consiglio
            Non metterti mai a discutere con un imbecille: chi osserva potrebbe non capire la differenza.Questo "razzismo alla rovescia" è semplicemente ridicolo e li qualifica automaticamente come imbecilli..... se non sanno leggere un post, andranno da un'altra parte. Lascia perdere...
          • Anonymous scrive:
            Re: Quanto ci vuole?
            - Scritto da: Anonimo
            Nonostante i vostri patetici tentativi
            verbali, la bilancia penderà sempre e
            comunque dalla parte di chi sa di più, mai
            da quella dell'insipiente supponente. E' una
            legge fisica incontrovertibile, come e più
            dei principi della termodinamica Che gli informatici debbano avere una terminologia "da informatico" mi sembra scontato.Chi non ce l'ha, ho non e' informatico o non e' un professionista. Punto.Ma questa te la potevi proprio risparmiare... hai perso molti punti con questa frase che trasuda superiorita'.Scendi dal peroAnonymous
          • Anonimo scrive:
            In pratica...
            ...secondo me un clistere da 2 litri nell'orecchio destro, potrebbe risolvergli il problema spurgando la materia inerte (cervello) e lasciando spazio ad un piacevole ricambio d'aria!
          • ifof scrive:
            Re: Quanto ci vuole?

            In ogni caso, c'è voluto uno sforzo notevole
            (ed un discreto colpo di genio) ai tre
            indiani AKS per tirare fuori un banale test
            di primalità in tempo polinomiale - tempo
            che rimane cmq ENORME, dell'ordine
            O((log(n))^12). Se ci si sbriga a dimostrare
            un paio di vecchie congetture di teoria
            analitica dei numeri, si potrebbe forse
            dimezzare l'esponente, ma i tempi rimangono
            biblici. Ed è appena un test go-no go,
            deterministico e polinomiale (grosso passo
            avanti) ma sempre lentino.A chi interessa, qui trovate l'articolo di Agrawal-Kayal-Saxena.http://www.cse.iitk.ac.in/users/manindra/
        • Anonimo scrive:
          Re: Quanto ci vuole?
          - Scritto da: Anonimo
          1) Mesi fa ho letto su questo forum a
          proposito dell'incontro di scacchi tra Deep
          Fritz (il software scacchistico) e Kramnik
          (l'attuale campione del mondo di scacchi)
          che "per un computer è facile vincere a
          scacchi visto che può calcolare *tutte* le
          varianti di una partita"Il discorso era leggermente diverso. E' molto più facile scrivere un software in grado di giocare a scacchi rispetto ad uno che possa giocare a GO!In generale, per ogni problema arduo con grande complessità in tempo se ne possono trovare dozzine di semplicemente incomputabili.Non dimentichiamo poi che davanti alla macchina è seduto un umano. Bravo quanto si vuole, ma l'elaborazione di lunghe sequenze di mosse e contromosse non è una prerogativa umana. Ergo, la macchina ha vita relativamente facile. Basta leggere qualche buon cognitivista per rendersene conto.
          3) Riflettete anche su un'altra frase che si
          sente spesso dire su questo forum "quando
          sarà introdotto Palladium troveranno presto
          il modo di crackarlo".Altra classica leggenda urbana divulgata da incompetenti, persone che credono che qualsiasi cosa si possa "crackare"... ivi incluso OTP, magari. Si chiama semplicemenete "innumeracy", per dirla con John Allen Paulos, o acalculia: certa gente non fa i conti, per natura.
          4) Questi calcoli sono ben a conoscenza di
          chi sta portando avanti il progetto Neo,
          quindi non comprendo bene la loro strategia
          di azione.Sperano nel fattore C. C come Culo stratosferico... il caso medio è ovviamente situato a metà dello spazio delle soluzioni, quindi la probabilità di trovare la soluzione entro i primi n tentativi (dove n è un numeretto raggiungibile entro i limiti di una vita umana) è semplicemente risibile, anche impiegando qualche decina di milioni di computer. La fortuna è cieca, si sa...
          • Anonimo scrive:
            Re: Quanto ci vuole?
            Riferto a chi dice che craccare palladium non e' possibile per questi numeri esorbitanti ... Rimane che questo e' un tentativo di craccare in modo legale, resta pero' che Xbox in se e' gia' stata craccata inserendo un modchip fregandosene di sapere qual'e' la chiave oppure qualcuno potrebbe fare reverse enginerig sul codice bios e trovare questa chiave ...Se voglio craccara palladium ci riescono legalmente o piu' probabilmente illegalmente, ma ci riescono.
        • Anonimo scrive:
          Re: Quanto ci vuole? piccolo dubbio
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: hypervx



          - Scritto da: Anonimo


          Chi e' in grado di calcolare quanto ci


          vorrebbe per una CPU singola, diciamo a

          1.5


          ghz?
          Tanto per dare un'idea, 2^1967 anni è
          approssimativamente uguale a 133 seguito da
          590 (cinquecentonovanta) zeri mentre 2^1939
          è uguale circa a 497 seguito da 581
          (cinquecentoottantuno) zeri.


          Bè, che dire, se ho sbagliato calcoli

          segnalatemelo e... buona fortuna!!!!

          Solo quel piccolo errore sui cicli al
          secondo del computer ma che non cambia
          praticamente nulla sulla sostanza della
          ciclopica impresa :-)Bene, tutto questi conti sono validi se si usa un pentium 500.Ma se usassi qualche main-frame tipo il Cray (di cui non so nemmenoa quanti volts funzia : ) ? mi potreste direcome si modificano i risultati?tank you YosP.S. non è una sfida, e nemmeno una presa in giro: è solo purae semplice curiosita :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Quanto ci vuole? piccolo dubbio
            - Scritto da: Anonimo
            Bene, tutto questi conti sono validi se si
            usa un pentium 500.
            Ma se usassi qualche main-frame tipo il Cray
            (di cui non so nemmeno
            a quanti volts funzia : ) ? mi potreste dire
            come si modificano i risultati?Io sono rimasto ai tempi gloriosi del Cray YMP come potenza elaborativa.In ogni caso, se vai sul sito del GIMPS http://www.mersenne.org e dintorni, trovi una paginetta di ringraziamento ad un personaggio che lo ha fatto girare anche su CRAY, con tabelle comparative. Il resto del conto si fa con le mani...
          • Anonimo scrive:
            Re: Quanto ci vuole? piccolo dubbio

            Bene, tutto questi conti sono validi se si
            usa un pentium 500.
            Ma se usassi qualche main-frame tipo il Cray
            (di cui non so nemmeno
            a quanti volts funzia : ) ? mi potreste dire
            come si modificano i risultati?Il più potente Cray commerciale è il Cray X1, da 52.4 Teraflops. Non so esattamente qual è la frazione di Teraflops che sviluppa un Pentium 1,5 Ghz, ma dovremmo essere su un tre ordini di grandezza inferiore. Quindi un Cray vale ~1000 volte un PC. Non cambia nulla, anche perchè considera che di Cray ce ne sono pochissimi.(Se qualcuno conosce esattamente il numero di Flops sviluppati dai processori normali lo posti)ciaohypervx
  • Anonimo scrive:
    me lo installo
    di xbox nn me ne frega niente, ma piace l'idea di decriptare una chiave così interessante.
    • Anonimo scrive:
      Re: me lo installo
      perchè non monti quello di SETI e fai una cosa utile e sopratttuto più costruttiva??Frozen
      • Anonimo scrive:
        Re: me lo installo
        - Scritto da: Anonimo
        perchè non monti quello di SETI e fai una
        cosa utile e sopratttuto più costruttiva??Utile e costruttiva? Uhauahuauh! Quelli di SETI sono dei gran furbi... Si mantengono a vita ben sapendo che NON E' POSSIBILE captare alcun segnale extraterrestre in quel modo...Hot.
        • Nic scrive:
          Re: me lo installo
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          perchè non monti quello di SETI e fai una

          cosa utile e sopratttuto più costruttiva??

          Utile e costruttiva? Uhauahuauh! Quelli di
          SETI sono dei gran furbi... Si mantengono a
          vita ben sapendo che NON E' POSSIBILE
          captare alcun segnale extraterrestre in quel
          modo...Riceverlo no, serve almeno una radio ed una antenna.Ma una volta ricevuto e digitalizzato il segnale va analizzato per capire se è una spuria o se in mezzo a tante onde elettromagnetiche c'è qualche segno di intelligenza. L'analisi si può fare certamente in quel modo.Comunque piuttosto che il seti c'è in giro un progetto simile che contribuisce a cercare possibili molecole antagoniste di forme tumorali. Mi sembra decisamente più concreto.
          • Anonimo scrive:
            Re: me lo installo
            - Scritto da: Nic
            Riceverlo no, serve almeno una radio ed una
            antenna.Hey amico... Questo è PALESE non credi? Ed è proprio il metodo che contesto. Hot.
          • Nic scrive:
            Re: me lo installo

            Hey amico... Questo è PALESE non credi? Ed èBoh... per me è palese, evidentemente anche per te ma il mondo è vario.
            proprio il metodo che contesto. Non mi dispiacerebbe sapere il perchè... :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: me lo installo
            - Scritto da: Nic

            proprio il metodo che contesto.

            Non mi dispiacerebbe sapere il perchè... :-)E' molto semplice... La distanza... Se esistono (e può essere) extraterrestri intelligenti che usano onde radio sono senza dubbio al di fuori dell'universo esplorato / conosciuto fin'ora altrimenti li avremmo già beccati. Non sappiamo quanto ma io azzardo MOLTO LONTANO. In ogni caso il 'rumore di fondo' del cosmo, dovuto alla continua emissione di onde elettromagnetiche da stelle, pulsar, galassie, etc... etc... COPRIREBBE qualsiasi segnale... E' come vole ascoltare UNA PARTICOLARE FRASE nel mezzo di una sala affollata di gente che grida.Hot.
          • Nic scrive:
            [OT] Seti
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Nic



            proprio il metodo che contesto.



            Non mi dispiacerebbe sapere il perchè...
            :-)

            E' molto semplice... La distanza... Se
            esistono (e può essere) extraterrestri
            intelligenti che usano onde radio sono senza
            dubbio al di fuori dell'universo esplorato /
            conosciuto fin'ora altrimenti li avremmo già
            beccati. Potrebbero non essere ancora abbastanza evoluti...supponi che nel sistema di proxima centauri (5 anni luce da noi) abbiano iniziato a usare le onde radio 4.5 anni fa e tu smetti di ascoltare adesso...Tutto sommato noi usiamo le onde radio da poco più di cento anni (1895 il primo segnale di Marconi). Non c'è motivo di ritenere che altre civiltà le stiano utilizzando necessariamente da più tempo.Non è che siamo per forza i più sfigati esseri intelligenti di tutto l'universo è che gli altri sono tutti più evoluti... su scala cosmica una differenza evolutiva di 100 anni è una bazzeccola!
            Non sappiamo quanto ma io azzardo
            MOLTO LONTANO. In ogni caso il 'rumore di
            fondo' del cosmo, dovuto alla continua
            emissione di onde elettromagnetiche da
            stelle, pulsar, galassie, etc... etc...
            COPRIREBBE qualsiasi segnale... E' come vole
            ascoltare UNA PARTICOLARE FRASE nel mezzo di
            una sala affollata di gente che grida.Questo si... e comunque ci pensi per dirgli: "hey, vi abbiamo sentito" quanto tempo ci vorrebbe ? :-D
        • Nic scrive:
          Re: me lo installo
          Eccolo qui... trovato il linkhttp://members.ud.com/projects/cancer/
          • freenetizen scrive:
            Re: me lo installo
            - Scritto da: Nic
            Eccolo qui... trovato il link
            http://members.ud.com/projects/cancer/Ci sarebbe anche questo:http://gah.stanford.edu/riguarda il genoma umano.
      • Anonimo scrive:
        Re: me lo installo
        - Scritto da: Anonimo
        perchè non monti quello di SETI e fai una
        cosa utile e sopratttuto più costruttiva??ROTFL !!!SETI utile e costruttivo ? :-DDDDDSe vuoi fare una cosa seria, utile e veramente costruttiva partecipa al GIMP. I primi di Mersenne e le fattorizzazioni di presunti primi ciclopici, al contrario degli omini verdi, ESISTONO... ed è anche relativamente facile trovarne qualcuna, oltre ad essere istruttivo e divertente. GIMP è scritto TUTTO in assembly, con core ottimizzato per numerose CPU e selezionato a runtime, così come si scrivono da sempre i VERI programmi.
        • Anonimo scrive:
          Re: me lo installo

          SETI utile e costruttivo ? :-DDDDD:))
          Se vuoi fare una cosa seria, utile e
          veramente costruttiva partecipa al GIMP. che è GIMP?URL, please...[Pancho]
          • Anonimo scrive:
            Re: me lo installo
            Vuoi dire che non lo sai ?NON CI CREDO !!!Lo so che ho fatto male a risponderti e che e' solo una frecciatina, una provocazione, ma tent'e', me ne assumo le responsabilita'.Gimp e' un validissimo programma opensource per la manipolazione di immagini raster e multi piattaforma.Non e' forse il miglior programma di foto-ritocco che esista, ma ha le potenzialita' per migliorarsi sempre piu', visto il suo metodo di sviluppo (opensoucre).Poi esiste Gimp-FILM che e' un derivato di GIMP e che viene oggi usato per l'editing video (stuart-little 2, shreck....etc)http://www.gimp.org/Ciao YM
          • Anonimo scrive:
            Re: me lo installo

            http://www.gimp.org/

            Ciao
            YMwow, il "forse non il migliore manipolatore di immagini"!Sto già sbavando di gioia!Questo sì che è fondamentale per la razza umana! Altro che guardarsi intorno nel cosmo e dare una mano ad elaborare i segnali!Siete avanti cent'anni... sulla strada dell'estinzione delle specie inutili!Seriamente, leggendo i post di questa serie e precedenti sul progetto seti@home credo che veramente la razza umana sia candidata in blocco a vincere (più presto di quanto sia bello dire) il premio Darwin.Per chi non sapesse cosa è il premio Darwin consiglio la lettura di Focus.
          • Anonimo scrive:
            Re: me lo installo


            wow, il "forse non il migliore manipolatore
            di immagini"!
            Sto già sbavando di gioia!
            Questo sì che è fondamentale per la razza
            umana! Altro che guardarsi intorno nel cosmo
            e dare una mano ad elaborare i segnali!(...)
            in blocco a vincere (più presto di quanto
            sia bello dire) il premio Darwin.Ahah, il mitico premio Darwin!!http://www.darwinawards.com/Tristemente d'accordo. Anche se penso che il progetto SETI non abbia molte possibilità di successo, vale la pena tentare, vale davvero la pena, alla faccia sia degli ufologi idioti che vedono dischi volanti in ogni angolo e degli scettici ad oltranza che si sentono i soli esseri dell'universo, unici magari perchè figli di un qualche dio.Purtroppo, se una civiltà in grado di emettere segnali esiste, forse è già esistita o forse deve ancora nascere o forse è comunque irraggiungibile.Io credo che il progetto SETI non avrà successo (o noi non lo vedremo mai in questa vita, magari siamo in anticipo o in ritardo di un secolo o di un millennio o di un milione di anni), ma è anche possibile che cercando una cosa ne scopriremo un'altra.Comunque è giusto che ci sia chi si occupi di elaborare un nuovo programma di grafica, chi cerchi di decodificare chiavi crittografate o sequenze genetiche e chi cerchi segnali cosmici.
          • Anonimo scrive:
            Re: me lo installo
            - Scritto da: Anonimo
            Gimp e' un validissimo programma opensource
            per la manipolazione di immagini raster e
            multi piattaforma.E questo cosa c'entra con il CALCOLO DISTRIBUITO ????Hot.
        • Skaven scrive:
          Re: me lo installo
          - Scritto da: Anonimo
          GIMP è scritto TUTTO in assembly, con core
          ottimizzato per numerose CPU e selezionato a
          runtime, così come si scrivono da sempre i
          VERI programmi.Tutto in asm? sei sicuro di quello che hai scritto? Non è che solo il core del programma è fatto in asm e tutto il resto in c o c++? Mi viene in mente ora che gimp usa le GTK.. dunque gia la parte di output grafica.. non è un asm basandosi su delle librerie come le gtk.. ovviamente da ignorante in materia aspetto smentite a quanto ho detto!
        • Anonimo scrive:
          Re: me lo installo
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          perchè non monti quello di SETI e fai una

          cosa utile e sopratttuto più costruttiva??

          ROTFL !!!

          SETI utile e costruttivo ? :-DDDDD

          Se vuoi fare una cosa seria, utile e
          veramente costruttiva partecipa al GIMP.
          I primi di Mersenne e le fattorizzazioni di
          presunti primi ciclopici, al contrario degli
          omini verdi, ESISTONO... ed è ancheMa cosa c'entrano con GIMP?
      • Locke scrive:
        Re: me lo installo
        - Scritto da: Anonimo
        perchè non monti quello di SETI e fai una
        cosa utile e sopratttuto più costruttiva??

        FrozenUtilissima, così utile che quando capteremo il segnale di E.T, sarà già iniziata l'invasione della terra =)Cosa sperano di trovare? Vita su altri pianeti? Non ci sono i mezzi per arrivare così lontano e se in tutti questi anni non hanno trovato niente...
        • Anonimo scrive:
          Re: me lo installo
          - Scritto da: Locke
          Cosa sperano di trovare? Vita su altri
          pianeti? No : segnali proveniente da altre forme di vita.
          Non ci sono i mezzi per arrivare
          così lontano e se in tutti questi anni non
          hanno trovato niente...Complimenti ! Siccome non abbiamo trovato niente fino ad ora smettiamo di cercare !!!Tu si che hai lo spirito scientifico !
        • Anonimo scrive:
          Re: me lo installo
          Ma quanti Nobel hai già in casa?Zymo
        • Anonimo scrive:
          Re: me lo installo
          - Scritto da: Locke
          Utilissima, così utile che quando capteremo
          il segnale di E.T, sarà già iniziata
          l'invasione della terra =)che boiata
          Cosa sperano di trovare? Vita su altri
          pianeti? Non ci sono i mezzi per arrivare
          così lontano e se in tutti questi anni non
          hanno trovato niente...AHAHA tutti questi anni...Che smaccato genio di fallacia induttivista, come il tacchino induttivista di Russell che pensa: "tutti i giorni mi hanno dato da mangiare; quindi anche domani mi daranno da mangiare". E' sempre vero tranne il giorno di Natale...
          • Anonimo scrive:
            Re: me lo installo
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Locke


            Utilissima, così utile che quando
            capteremo

            il segnale di E.T, sarà già iniziata

            l'invasione della terra =)

            che boiata


            Cosa sperano di trovare? Vita su altri

            pianeti? Non ci sono i mezzi per arrivare

            così lontano e se in tutti questi anni non

            hanno trovato niente...

            AHAHA tutti questi anni...
            Che smaccato genio di fallacia induttivista,
            come il tacchino induttivista di Russell che
            pensa: "tutti i giorni mi hanno dato da
            mangiare; quindi anche domani mi daranno da
            mangiare". E' sempre vero tranne il giorno
            di Natale...Se ci pensi bene ti accorgi che è vera anche il giorno di Natale...
          • Anonimo scrive:
            Re: me lo installo
            No, il giorno di S.Stefano ci si rilassa dal pranzo di Natale....Minestrina.....Zymo
          • Anonimo scrive:
            Re: me lo installo
            - Scritto da: Anonimo

            come il tacchino induttivista di Russell
            che

            pensa: "tutti i giorni mi hanno dato da

            mangiare; quindi anche domani mi daranno
            da

            mangiare". E' sempre vero tranne il giorno

            di Natale...
            Se ci pensi bene ti accorgi che è vera anche
            il giorno di Natale...Se lo dici tu, di fronte alle tue profonde dimostrazioni da maestro di logica formale, mi inchino.
          • Anonimo scrive:
            Re: me lo installo
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo


            come il tacchino induttivista di
            Russell

            che


            pensa: "tutti i giorni mi hanno dato da


            mangiare; quindi anche domani mi
            daranno

            da


            mangiare". E' sempre vero tranne il
            giorno


            di Natale...


            Se ci pensi bene ti accorgi che è vera
            anche

            il giorno di Natale...

            Se lo dici tu, di fronte alle tue profonde
            dimostrazioni da maestro di logica formale,
            mi inchino.Penso la sua fosse un'affermazione basata sul gioco di parole che "mi daranno da mangiare" va letta come "lo daranno da mangiare (ad altri)" :-)Ma come ve la tirate voi sapientoni :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: me lo installo
            - Scritto da: Anonimo
            Penso la sua fosse un'affermazione basata
            sul gioco di parole che "mi daranno da
            mangiare" va letta come "lo daranno da
            mangiare (ad altri)" :-)
            Ma come ve la tirate voi sapientoni :-)Non e' una affermazione basata sul gioco di parole, ma su un errore tipico del ragionamento puramente induttivista: "siccome e' stato sempre cosi', sara' sempre cosi' ". E' un esempio molto celebre della logica formale per cui si trova molto in Internet in merito.
    • Anonimo scrive:
      Re: me lo installo
      come esce per linux ti seguo a ruota
    • Anonimo scrive:
      Re: me lo installo
      io ho 4 pc e l' ho finito di montare adesso su tutti e 4 tanto, accesi per accesi fanno qualcosa di utile.Confermo che mi attira l' idea di decripatare una chiave cosi' mostruosa- Scritto da: Anonimo
      di xbox nn me ne frega niente, ma piace
      l'idea di decriptare una chiave così
      interessante.
Chiudi i commenti