IBM Telum: chip IA per bloccare le frodi bancarie

IBM Telum: chip IA per bloccare le frodi bancarie

Il nuovo processore Telum di IBM integra un acceleratore IA che permette di rilevare e bloccare le frodi prima del completamento della transazione.
Il nuovo processore Telum di IBM integra un acceleratore IA che permette di rilevare e bloccare le frodi prima del completamento della transazione.

IBM ha annunciato il primo processore che offre l'accelerazione on-chip per l'esecuzione in tempo reale degli algoritmi di intelligenza artificiale sviluppati per rilevare le frodi bancarie in tempo reale. Telum è il risultato di tre anni di sviluppo e sarà disponibile nella prima metà del 2022 nei sistemi IBM Z e LinuxONE.

IBM Telum blocca le frodi in tempo reale

Oggi vengono utilizzate diverse tecnologie per rilevare le frodi bancarie, assicurative e finanziarie in generale, ma ciò avviene quasi sempre in ritardo, ovvero dopo che i cybercriminali hanno già effettuato transazioni con la carta di credito rubata. Grazie a Telum è possibile invece passare da rilevamento a prevenzione delle frodi, intervenendo in tempo reale prima che la transazione venga completata.

Il processore, realizzato con tecnologia EUV a 7 nanometri, integra otto core con pipeline istruzioni out-of-order superscalare che funzionano ad una frequenza di clock superiore a 5 GHz. Ogni core possiede una cache L2 privata da 32 MB. Ci sono inoltre una cache L3 virtuale da 256 MB e una cache L4 da 2 GB. Il modulo dual chip contiene 22 miliardi di transistor (è possibile combinare fino a 32 chip Telum).

IBM Telum

Il nuovo acceleratore IA integrato offre prestazioni superiori a 6 TFLOPS e una latenza molto bassa (pochi millisecondi), due caratteristiche indispensabili per la rilevazione in tempo reale. Ciò permette di bloccare le frodi prima del termine della transazione.

Fonte: IBM
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

24 08 2021
Link copiato negli appunti