IDF, smartphone e nanometri per Intel

Il chipmaker annuncia novità per i processori SoC, gli smartphone basati su x86 e i "salti" tecnologici dei processi produttivi dei prossimi anni. Completato il porting di Jelly Bean

Roma – Dopo la microarchitettura Haswell e i Core di quarta generazione , Intel ha usato il palco dell’IDF 2012 per presentare al mondo i piani futuri per il mondo mobile, portatile e ultracompatto. Largo dunque ai nuovi processori Atom, agli smartphone x86 e alla conversione di Android 4.1. Senza dimenticare il processo produttivo a 14 nanometri e oltre.

La “next-generation” di Atom, prima di tutto, si chiama “Clover Trail”: specificatamente pensati per far girare Windows 8, i microprocessori Clover Trail sono realizzati con processo produttivo a 32nm (di una generazione precedente ai 22nm delle CPU per desktop/laptop Core) e sono basati sulla microarchitettura nota come Saltwell.

Le CPU SoC (System-on-Chip) Clover Trail avranno una configurazione a doppio core, 1,80 GHz di clock e una componente GPU integrata migliore rispetto agli attuali Atom Medfield: Intel li commercializzerà in una configurazione PoP (package-on-package) con 2 Gigabyte di memoria integrati per allettare maggiormente i produttori OEM.

Nel 2013 arriverà l’upgrade di Clover Trail noto come “Clover Trail+”, dual-core x86 pensato per smartphone e punto di passaggio verso un’architettura tutta nuova (a 22nm) chiamata “Bay Trail”. Per ora, gli smartphone Intel saranno ancora basati sui “vecchi” Atom Medfield e in tal senso all’IDF Intel ha mostrato alcuni modelli di telefonini x86 sin qui realizzati dai partner del chipmaker (Lava, Orange, Lenovo).

Questa volta Intel vuole fare sul serio nel mercato mobile e il management dice di aver già completato il porting di Jelly Bean (Android 4.1) sull’architettura x86 di Atom: ora la palla passa ai partner e produttori OEM per l’adozione concreta dell’OS mobile più diffuso.

Volendo guardare un po’ più in là nel futuro, il chipmaker di Santa Clara si prepara a completare il processo produttivo a 14 nanometri entro la fine del 2013. I lavori procedono a pieno ritmo, mentre per le ulteriori evoluzioni della tecnologia di realizzazione delle CPU (10nm) Intel dice di essere ancora in fase di studio .

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Carletto scrive:
    ...
    Questo brevissimo video dovrebbe far riflettere coloro i quali pensano che tutte le religioni siano uguali.[yt]uw8odOIlRQ8[/yt]
    • moncenisio1 28 scrive:
      Re: ...
      Ai musulmani sta dando di volta il cervello. La religione è una cosa strettamente personale e riguarda solo l'individuo e la sua coscienza. Non si può e non si deve imporre la scelta religiosa per legge. A me pare che siano fermi al periodo cattolico dei tribunali dell'inquisizione e sembra che nulla conti per loro la libertà di opinione e di espressione. sono cattolico e molto spesso mi trovo in disaccordo con molte opinioni differenti dalle mie, ma le rispetto anche se non le condivido.
  • bruno fiocca scrive:
    primavera araba
    Ormai è in gioco la LIBERTA il Corano confligge con il concetto della democrazia, non sono manifestazioni le loro ma linciaggi, si fanno giustizia da soli la loro giustizia,quella coranica,e noi facciamo entrare questa bomba demografica in europa.I nostri figli pagheranno cara la nostra ingenuità e enche le donne patiranno per colpa di quelle femministe che gridano solo contro la chiesa e i loro governi.STUPIDI siamo STUPIDI se non ci svegliamo i figli dei nostri figli verranno assimilati,loro sposano le nostre donne cretine che guardano il fisico e non il futuro,onore ai morti e speriamo che nasca un movimento che abbia il coraggio di dire basta e dividere questi popoli diversi,e persone disposte anche a morire per la libertà.
    • Leguleio scrive:
      Re: primavera araba
      - Scritto da: bruno fiocca
      Ormai è in gioco la LIBERTA il Corano confligge
      con il concetto della democrazia, non sono
      manifestazioni le loro ma linciaggi, si fanno
      giustizia da soli la loro giustizia,quella
      coranica,e noi facciamo entrare questa bomba
      demografica in europa.I nostri figli pagheranno
      cara la nostra ingenuità e enche le donne
      patiranno per colpa di quelle femministe che
      gridano solo contro la chiesa e i loro
      governi.STUPIDI siamo STUPIDI....Questo messaggio potrebbe essere in contrasto con la policy di PI ("moderare il linguaggio, evitare frasi e terminologie volgari, razziste o sessiste"). Ricade perfettamente nella tipologia dei messaggi scritti solo per attizzare polemiche: "non rispondere agli attacchi personali e a chi ha l'unico scopo di disturbare e creare zizzannia tra gli utenti (flamer e troll), rispondere significa solo alimentare il livello di rumore".
      • Carletto scrive:
        Re: primavera araba
        - Scritto da: Leguleio


        Questo messaggio potrebbe essere in contrasto con
        la policy di PI ("moderare il linguaggio, evitare
        frasi e terminologie volgari, razziste o
        sessiste").


        Ricade perfettamente nella tipologia dei messaggi
        scritti solo per attizzare polemiche: "non
        rispondere agli attacchi personali e a chi ha
        l'unico scopo di disturbare e creare zizzannia
        tra gli utenti (flamer e troll), rispondere
        significa solo alimentare il livello di
        rumore".E invece ha ragione da vendere!Non ti piacciono i post che non sono politically correct vero? ;)
        • Leguleio scrive:
          Re: primavera araba

          Non ti piacciono i post che non sono politically
          correct vero?
          ;)Non cambiare discorso.Il messaggio non c'entra con l'articolo, e viola la policy di PI. Quello che piace o non piace a me non è interessante, mi auguro.
          • Carletto scrive:
            Re: primavera araba
            Non cambio discorso, anzi. Lui ha soltanto scritto la propria opininone che sicuramente non è politically correct.Se poi viola la policy di pi - e ne dubito seriamente dato che nel forum si trovano commenti molto più accesi del suo - spetta alla redazione valutarlo non a te!
          • Leguleio scrive:
            Re: primavera araba
            - Scritto da: Carletto
            Se poi viola la policy di pi - e ne dubito
            seriamente dato che nel forum si trovano commenti
            molto più accesi del suo - spetta alla redazione
            valutarlo non a
            te!Io segnalo che c'è il fondato sospetto. Altri si occuperanno del caso.
          • Carletto scrive:
            Re: primavera araba
            - Scritto da: Leguleio
            Io segnalo che c'è il fondato sospetto. Perchè? La redazione ti ha incaricato di moderare la discussione o di segnalare eventuali violazioni della policy?Se le cose stanno così, buon lavoro.
          • Leguleio scrive:
            Re: primavera araba
            - Scritto da: Carletto
            - Scritto da: Leguleio


            Io segnalo che c'è il fondato sospetto.


            Perchè? La redazione ti ha incaricato di moderare
            la discussione o di segnalare eventuali
            violazioni della
            policy?Sai, forse a te potrà sembrare un concetto alieno, visto che sicuramente sei un pessimo cittadino. Ma non è necessario essere un agente di polizia municipale per far notare ad un automobilista che ha gli abbaglianti accesi in città; oppure che è vietato parlare al telefonino mentre si guida. Lo può fare chiunque.
          • Carletto scrive:
            Re: primavera araba
            - Scritto da: Leguleio
            Sai, forse a te potrà sembrare un concetto
            alieno, visto che sicuramente sei un pessimo
            cittadino. Pessimo cittadino lo dici a tua sorella se ne hai una!
            Ma non è necessario essere un agente
            di polizia municipale per far notare ad un
            automobilista che ha gli abbaglianti accesi in
            città; oppure che è vietato parlare al telefonino
            mentre si guida. Lo può fare
            chiunque.E allora vai a farlo, ma rischi di beccarti due sberloni se trovi quello sabagliato!
          • Leguleio scrive:
            Re: primavera araba
            - Scritto da: Carletto
            Pessimo cittadino lo dici a tua sorella se ne hai una!
            E allora vai a farlo, ma rischi di beccarti due
            sberloni se trovi quello
            sabagliato!Come era evidente dall'inizio. Cerchi la rissa, e nient'altro. Sei incapace di discutere civilmente.
          • Carletto scrive:
            Re: primavera araba
            Tu non hai condiviso l'opinione di Bruno Fiocca dato che non è politically correct come piace a te, quindi hai invocato la censura con la scusa della policy di p.i. Tu non sei nè un magistrato nè un moderatore della redazione, per cui non hai il diritto di chiedere la censura di alcun intervento. Se poi la redazione decide di bannare un post lo fa, e senza tanti problemi.Pertanto lascia che ognuno scriva la propria opinione, anche se è diversa dalla tua.P.S. e ora finiamola qui con questa discussione inutile. Grazie.
          • Leguleio scrive:
            Re: primavera araba
            - Scritto da: Carletto.............
            Tu non sei nè un magistrato nè un moderatore
            della redazione, per cui non hai il diritto di
            chiedere la censura di alcun intervento. Se poi
            la redazione decide di bannare un post lo fa, e
            senza tanti
            problemi.Sei noioso come una mosca imprigionata in una stanza che ronza contro il vetro della finestra.
            P.S. e ora finiamola qui con questa discussione
            inutile.
            Grazie.Sei un bel tipo: l'hai iniziata tu!Secondo la policy di PI informatico, dovrebbe essere interamente cancellata. Ma capisco che il sabato siano meno presenti.
      • giuseppe b. scrive:
        Re: primavera araba
        LIBERTA' di espressione! giusto, se a qualcuno non piace il film, non lo guardi, personalmente non ho bisogno di vedere il film x sapere che l'islam nell'ultimo secolo e dal 1979 in particolare e' fonte di instabilita mondiale, dalla caduta dello Scia' in Iran c'e' stata un escalation di fondamentalismo che intacca la LIBERTA'. o youtube censura tutti i film a carattere religioso o nessuno.
        • giuseppe b. scrive:
          Re: primavera araba
          tra l'altro cosa dice il film : che l'omosessualità esisteva anche a quei tempi ( e' solo dal 330 d.C. che comincia la repressione dovuta al Cristanesimo deviato che imperversa ancora oggi) e che uomini si sposavano con bambine ( storicamente e' appurato che cio' avveniva, anche in tempi non lontani). quindi ha sbagliato Youtube a censurare.
        • Leguleio scrive:
          Re: primavera araba
          - Scritto da: giuseppe b.
          o youtube censura tutti i film a
          carattere religioso o
          nessuno.Mi tocca ripetere un concetto. E pensare che è citato espressamente nell'articolo di PI.Youtube non ha censurato alcunché, anzi, se ho ben capito un portavoce ha dichiarato che i due filmati non violano le condizioni di servizio. Su richiesta di <B
          alcuni </B
          governi, e non di tutti i Paesi islamici (che sono almeno 22), ha accettato di rendere non visibili quei due filmati in quei Paesi, e <B
          solo lì </B
          . Un filtro basato sull'IP.Io vivo all'estero, e per ragioni di diritti di diffusione sia Rai sia Mediaset non trasmettono via satellite alcuni film e telefilm, mentre altri sì. Nessuno si sognerebbe mai di accusare Rai e Mediaset di censura dei contenuti diretta agli italiani all'estero...
          • giuseppe b. scrive:
            Re: primavera araba
            Youtube si arrampica sugli specchi! se ha oscurato il video vuol dire che censura! perche' un egiziano di religione cristiana-copta( 7% della popolazione) non puo' vedere il trailer?
          • Leguleio scrive:
            Re: primavera araba
            - Scritto da: giuseppe b.
            Youtube si arrampica sugli specchi! se ha
            oscurato il video vuol dire che censura! perche'
            un egiziano di religione cristiana-copta( 7%
            della popolazione) non puo' vedere il
            trailer?Be', ovviamente si può criticare la scelta di youtube, che però è una multinazionale che deve cercare di vendere i suoi prodotti in tutti i Paesi in cui opera, e non solo a casa propria (cioè negli Usa). Qualcuno pensa che Youtube sia l'Onu dei video...Alcuni anni fa eBay fu costretta dal governo francese a eliminare le vendite di cimeli nazisti (secondo me falsi, ma è irrilevante) in Francia, e solo lì. Per dire, un cittadino francese poteva andare in Belgio o in Svizzera, fare l'ordinazione da lì, e poi farseli recapitare a casa. :-)Vorrei che la parola "censura", una pratica purtroppo seriamente praticata in diversi Stati del mondo ancor oggi, fosse usata solo nel suo senso proprio. Tirarla fuori alla membro di segugio, come qui, banalizza la pratica, ne toglie la connotazione drammatica.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: primavera araba
            - Scritto da: giuseppe b.
            Youtube si arrampica sugli specchi!Il dato di fatto è che quel video produce morti, che lo si voglia o meno.Youtube di solito censura migliaia di video per molto meno (presunte violazioni di copyright come capitato a mio amico che non lo violava affatto).
    • gabriel scrive:
      Re: primavera araba
      Hai ragioni da vendere. Bisogna organizzare la resistenza come a Lepanto
      • giuseppe b. scrive:
        Re: primavera araba
        le religioni dovrebbero parlare di pace..... ma l'islam estremista e' rimasto indietro di 3 secoli, e allora che ritorni Eugenio di Savoia che fermo i turchi alle porte di Vienna nelle giornate tra 11 e 12 settembre 1683. x quanto riguarda Youtube e' solo 1 pavida x paura di ritorsioni! si sa come ragionano i seguaci di bin laden. per qunto riguarda il trailer che ho visto e' decisamente scadente e postato 2 mesi fa, solo ora (11 settembre, una data che ritorna molto spesso) si sono accori del film.
  • eventoculat ore scrive:
    bel telefilm
    mi incuriosisce come spesso non si riesca mai a vedere più in là del naso, nessuno riesce a guardare il momento storico-politico in cui gli avvenimenti accadano.A) periodo di elezioni in USA -
    mossa per prendere/perdere voti e avvicinarsi una parte delle lobby importantiB) fatto fuori il leader libico dai Francesi, agli USA non sta comoda la situazione in Libia e vuole che le materie prime (sappiamo quali) siano più sotto il proprio controllo che sotto l'egidia della UE/Franciail resto sta alla vostra fantasia...e poi dico: ma se io vado a sparare al consolato americano e ammazzo qualcuno l'america dichiara guerra all'italia?a me sembrano dei telefilm messi in scena per abbindolare l'opinione pubblica...poi magari mi sbaglio, ma a me non quadra... così come non quadravano le armi di distruzione di massa di saddam (mai trovate)... così come un bin laden sparito nel mare dopo 10 anni che lo cercavano...
    • Leguleio scrive:
      Re: bel telefilm
      - Scritto da: eventoculat ore
      mi incuriosisce come spesso non si riesca mai a
      vedere più in là del naso, nessuno riesce a
      guardare il momento storico-politico in cui gli
      avvenimenti
      accadano.No qualcuno c'è. In genere non scrive nei forum, ma eccoti un'eccezione. È qualcuno che, oltre a non farsi sviare dai telefilm, non si fa nemmeno prendere la mano dagli odi personali.
      A) periodo di elezioni in USA -
      mossa per
      prendere/perdere voti e avvicinarsi una parte
      delle lobby
      importantiTutto da dimostrare. Da un punto di vista del tempismo, la mossa è un po' troppo lontana dalle elezioni. Chiunque fra i due candidati favorisca, di qui al 6 novembre avrebbe il tempo di recuperare.E poi, che dei guerriglieri armati in Libia si occupino di quelli lobby appoggi il candidato repubblicano, quali il democratico, e quali entrambi (le lobby negli Usa sono legali, e regolamentate), è decisamente tirato per i capelli. Sono considerazioni che possono fare i servizi segreti di Paesi avanzati, non certo dentro a un Paese come la Libia.
      B) fatto fuori il leader libico dai Francesi,Se stai parlando di Gheddafi, è stato fatto fuori, e barbaramente, dai libici.I francesi sono stati i primi a dare supporto bellico agli insorti in Cirenaica una volta che le ostilità erano già iniziate, non le hanno certo create loro. "I primi", nel senso che le loro bombe sono giunte un paio di giorni in anticipo su quelle Usa e di diversi Paesi europei... non è proprio un vantaggio di mesi o di anni.
      agli USA non sta comoda la situazione in Libia e
      vuole che le materie prime (sappiamo quali) siano
      più sotto il proprio controllo che sotto l'egidia
      della
      UE/FranciaQuesto è proprio un telefilm. Cioè, si scatenano le rivolte contro gli Usa, e così il greggio e il gas naturale della Libia vengono gestiti da società Usa. Ma dov'è la logica, secondo quale legge commerciale i disordini e i morti fanno passare di mano le industrie? È vero casomai il contrario: investitori stranieri, in qualsiasi campo, anche quello del petrolio, si ritirano dai Paesi con disordini e una situazione politica ingestibile. Gli imprenditori non sono kamikaze né soldati di un esercito: se anche un solo dipendente muore l'investimento è in pericolo.
      il resto sta alla vostra fantasia...Direi più alla tua.
      e poi dico: ma se io vado a sparare al consolato
      americano e ammazzo qualcuno l'america dichiara
      guerra
      all'italia?No. Anche perché l'Italia è un Paese alleato degli Usa dal 4 aprile del 1949. Uno dei più fidati. Per ora comunque nessuno negli Usa intende dichiarare guerra alla Libia. Le portaerei inviate sul posto, oltre al potere deterrente, servono anche per inviare soldati per blitz contro questo o quel gruppo di guerriglieri. L'operazione contro Osama Bin Laden era una di queste: mica avevano dichiarato guerra al Pakistan, che era un alleato, né lo fecero dopo, quando fu chiaro a tutti che Bin Laden era stato protetto per anni dai governi delle regioni a nord del Pakistan.
      a me sembrano dei telefilm messi in scena per
      abbindolare l'opinione
      pubblica...Padronissimo tu di vederci questa analogia. Purtroppo qui si distrugge e si muore davvero. E non c'è il "buono" a salvare la situazione alla fine. :-(
      poi magari mi sbaglio, ma a me non quadra... così
      come non quadravano le armi di distruzione di
      massa di saddam (mai trovate)... Questa frecciatina viene fuori ogni volta che si parla di argomenti attinenti gli Usa.Ti ricordo che alle armi di distruzione di massa non credette <B
      nessuno </B
      . Non solo tu. Era una scusa inventata dai governi di Gran Bretagna e Usa per cercare alleati, che non funzionò: alla seconda guerra del golfo andarono (oltre a Usa e GB) due fregate australiane e quattro gatti polacchi. Un insucXXXXX totale.Il capo dell'Aeia Hans Blix fece il giro dell'Iraq senza trovare alcunché legato ad armi nucleari, e riferì pubblicamente. Fu un'ulteriore dimostrazione, se ancora ce n'era bisogno, che George W. Bush parlava a vanvera.
      così come un bin
      laden sparito nel mare dopo 10 anni che lo
      cercavano...Più di dieci anni: i primi ordini di cattura degli Usa contro di lui vennero emessi dopo gli attentati alle ambasciate statunitensi del 1998. Bin Laden è morto il 2 maggio 2011. Sono tredici anni.Tutti quanto nutrono dubbi sulla vicenda con cui hanno fatto sparire il corpo in mare, ma alla fine è un dettaglio. La sua morte è stata ammessa dai guerriglieri di al-Qaeda, che avevano tutto l'interesse che rimanesse vivo, o comunque, morisse per cause naturali. Che fine abbia fatto il cadavere, in effetti, non ha alcuna incidenza sulla Storia.
  • panda rossa scrive:
    Tutte le religioni sono uguali.
    Il comportamento di questa gente non e' tanto diverso di quello dei ruppolo boys del forum di PI quando si scrive che apple si e' macchiata del sangue degli schiavi cinesi.
    • rocky scrive:
      Re: Tutte le religioni sono uguali.
      e ti pareva che non tirassi fuori per l'ennesima volta la apple.sembri un disco rotto.
    • shevathas scrive:
      Re: Tutte le religioni sono uguali.
      - Scritto da: panda rossa
      Il comportamento di questa gente non e' tanto
      diverso di quello dei ruppolo boys del forum di
      PI quando si scrive che apple si e' macchiata del
      sangue degli schiavi
      cinesi.Hai forse notizie di assalti armati ai LUG o dell'omicidio di sistemisti linux ?
      • GG La Tr8la scrive:
        Re: Tutte le religioni sono uguali.
        mmm vediamo un po': La pulizia etnica scatenata dai cingalesi contro i tamil? Lattentato nella metropolitana di Tokio? Se vuoi posso continuare: ogni estremismo ha la sua appendice violenta. Il problema è l'estremismo religioso, non la relgione in sè
        • shevathas scrive:
          Re: Tutte le religioni sono uguali.
          - Scritto da: GG La Tr8la
          mmm vediamo un po': La pulizia etnica scatenata
          dai cingalesi contro i tamil? Lattentato nella
          metropolitana di Tokio? Se vuoi posso continuare:
          ogni estremismo ha la sua appendice violenta. Il
          problema è l'estremismo religioso, non la
          relgione in
          sèe questo cosa c'entra ?
    • Carletto scrive:
      Re: Tutte le religioni sono uguali.
      Ma non puoi uscire un momento dalla solita tiritera Windows
      Apple
      Linux?Poi il titolo del tuo post "tutte le religioni sono uguali" è un luogo comune. Il buddismo ad esempio non è uguale all'islam. Hai mai sentito di buddisti che decapitano, uccidono, incendiano, tagliano parte degli organi genitali dele loro donne... ecc... ?
      • GG La Tr8la scrive:
        Re: Tutte le religioni sono uguali.
        mmm vediamo un po': La pulizia etnica scatenata dai cingalesi contro i tamil? Lattentato nella metropolitana di Tokio? Se vuoi posso continuare: ogni estremismo ha la sua appendice violenta. Il problema è l'estremismo religioso, non la relgione in sè- Scritto da: Carletto
        Ma non puoi uscire un momento dalla solita
        tiritera
        Windows
        Apple
        Linux?

        Poi il titolo del tuo post "tutte le religioni
        sono uguali" è un luogo comune. Il buddismo ad
        esempio non è uguale all'islam. Hai mai sentito
        di buddisti che decapitano, uccidono, incendiano,
        tagliano parte degli organi genitali dele loro
        donne... ecc...
        ?
        • Carletto scrive:
          Re: Tutte le religioni sono uguali.
          - Scritto da: GG La Tr8la
          mmm vediamo un po': La pulizia etnica scatenata
          dai cingalesi contro i tamil? Lattentato nella
          metropolitana di Tokio? Se vuoi posso continuare:
          ogni estremismo ha la sua appendice violenta. Il
          problema è l'estremismo religioso, non la
          relgione in
          sèIn confronto ai bagni di sangue condotti dai musulmani già dagli inizi della rivelazione, questi sono episodi marginali.
          • Awanderer scrive:
            Re: Tutte le religioni sono uguali.
            - Scritto da: Carletto
            - Scritto da: GG La Tr8la

            mmm vediamo un po': La pulizia etnica scatenata

            dai cingalesi contro i tamil? Lattentato nella

            metropolitana di Tokio? Se vuoi posso
            continuare:

            ogni estremismo ha la sua appendice violenta. Il

            problema è l'estremismo religioso, non la

            relgione in



            In confronto ai bagni di sangue condotti dai
            musulmani già dagli inizi della rivelazione,
            questi sono episodi
            marginali.Mi scuso per l'intromissione nel vostro litigio personale :-) e per l'off topic ma credo che, forse per ignoranza specifica nel campo dell'Islam, tu stia facendo un po' di minestrone. Relativizzare le religioni non serve a far sembrare quelle sbagliate meno sbagliate. Ragionando come fai tu dovremmo accettare anche Scientology. Detto questo, tieni sempre presente che l'Islam non è una religione (checché se ne dica). L'Islam è prima di tutto un metodo di governo (E il corano è il testo legislativo ideologico di base), poi una serie di leggi e solo infine diventa una religione (religione come strumento di controllo delle masse e strumentale al raggiungimento degli obiettivi ultimi del mussulmano, ossia la trasformazione della casa della guerra (ogni paese non mussulmano è casa della guerra, in Casa Della Pace [ogni paese mussulmano è casa della pace]). Non esistono mussulmani estremisti e moderati, ma solo mussulmani e non mussulmani. Se sei mussulmano il tuo compito è quello di convertire il mondo. Poco importa che tu lo faccia armato o in un ufficio, o corrompendo come politico, o in altro modo.Quelli definiti mussulmani moderati sono spesso mussulmani "piggri" che non praticano (ma è sempre una condizione transitoria, visti i casi di terrorismo interno e di estremizzazioni repentine). Per cui, si, è bene evitare il razzismo. Ma d'altro canto, è anche bene tenere gli occhi aperti sul fenomeno dell'islamizzazione dell'occidente. E per fare questo ti basta una semplice ricerca su Google. Non confondiamo l'Islam con una religione in quanto non lo è. La componente religiosa è lo strumento che consente il controllo delle masse (nell'ISLAM) per raggiungere l'obiettivo. E' anche l'unica religione da cui non ti puoi convertire. E storicamente, si è imposto, e ancora lo fa, con le armi piuttosto che con la pace. Anche comparandolo alle atrocità cristiane/cattoliche del passato (terminate secoli fa), i cristiani sembrano Giovani Marmotte. detto questo, è già stato determinato che il film era solo una scusa. La realtà è che l'Islam non vuole intromissioni nei suoi territori. La rimozione dei sedicenti dittatori (che garantivano la stabilità di quelle regioni= ha aperto la strada all'estremismo (dato che non esisteva nessun altro pronto a cogliere l'opportunità politica). Mi scuso per l'off topic ma certe cose vanno spiegate, al fine di evvitare confusioni sulla realtà che ci circonda.
          • Leguleio scrive:
            Re: Tutte le religioni sono uguali.
            - Scritto da: Awanderer
            Mi scuso per l'intromissione nel vostro litigio
            personale :-) e per l'off topic ma credo che,
            forse per ignoranza specifica nel campo
            dell'Islam, tu stia facendo un po' di minestrone.Mi intrometto anche io, benché l'argomento mi interessi poco o punto, perché tu, in compenso, fai un'enorme confusione.
            Relativizzare le religioni non serve a far
            sembrare quelle sbagliate meno sbagliate.
            Ragionando come fai tu dovremmo accettare anche
            Scientology.Già porsi come Sommo Giudice del retto e del Torto, e nel campo delle religioni poi, indebolisce la tua posizione. Ma chi sei?Poi non capisco cosa significhi quel "dovremmo accettare". Scientology è una realtà presente in molti Paesi, che tu l'accetti o meno. In alcuni Stati ha subito processi, in altri no, ed è considerata religione a tutti gli effetti negli Usa per ragioni fiscali.
            Detto questo, tieni sempre presente che l'Islam
            non è una religione (checché se ne dica). Ma chi sei tu per stabilire cosa è religione e cosa no?Scendi dal piedistallo.
            L'Islam
            è prima di tutto un metodo di governo (E il
            corano è il testo legislativo ideologico di
            base), A parte il fatto che il Corano non e l'unico testo legislativo fonte della <I
            sharīʿah </I
            , esiste anche la sunnah, non capisco cosa ti autorizzi a dire cosa è "prima di tutto" l'Islam.Io potrei dire che il calcio è "prima di tutto" una rissa con pedate e sgambetti. E il mio intervento ha la stessa connotazione da chiacchiera da osteria del tuo.
            poi una serie di leggi e solo infine
            diventa una religione (religione come strumento
            di controllo delle masse e strumentale al
            raggiungimento degli obiettivi ultimi del
            mussulmano, ossia la trasformazione della casa
            della guerra (ogni paese non mussulmano è casa
            della guerra, in Casa Della Pace [ogni paese
            mussulmano è casa della pace]). Questa parte nemmeno la capisco. Probabilmente hai studiato l'islam prendendo lezioni private da Borghezio, o da Le Pen.
            Non esistono
            mussulmani estremisti e moderati, ma solo
            mussulmani e non mussulmani. E purtroppo questo si applica anche a certi commentatori... :-(
            Se sei mussulmano il
            tuo compito è quello di convertire il mondo. Quasi tutte le grandi religioni si sono imposte col proselitismo. Non si spiegherebbe altrimenti come certe aree sono quasi solo cristiane, altre sono quasi solo musulmane, altre induiste, altre sikh... Se la religione fosse una libera scelta personale, come adottare un taglio di capelli o scegliere un profumo, avremmo tutte le circa 800 religioni note compresenti in ogni Stato.
            Ma d'altro canto, è anche bene tenere
            gli occhi aperti sul fenomeno dell'islamizzazione
            dell'occidente. Perché invece se li teniamo chiusi cambia qualcosa.L'impero Romano non era cristiano in origine, lo divenne nel giro di tre secoli nonostante le persecuzioni di alcuni imperatori. Questione di una decima di generazioni, o poco più. Hanno tenuto gli occhi chiusi anche loro?
            E per fare questo ti basta una
            semplice ricerca su Google. Non confondiamo
            l'Islam con una religione in quanto non lo è. Di nuovo. È un'ossessione!Ammesso che il tuo parere contasse qualcosa (e non è così), se anche l'islam fosse dichiarata cosa diversa da una religione, che cambierebbe mai?Credi che in Europa, o qualsiasi altro Stato democratico, sia possibile metterlo fuorilegge? Oppure segregare in ghetti sorvegliati coloro che lo praticano?
            La
            componente religiosa è lo strumento che consente
            il controllo delle masse (nell'ISLAM) per
            raggiungere l'obiettivo. Quale obiettivo?
            E' anche l'unica
            religione da cui non ti puoi convertire. Questa nemmeno la commento.Studia le religioni (tutte, senza eccezioni) e poi ripassa.
            E
            storicamente, si è imposto, e ancora lo fa, con
            le armi piuttosto che con la pace. L'Indonesia e la Malaysia sono Stati a maggioranza musulmana, che hanno sì conosciuto guerre in passato, ma mai da parte di potenze islamiche straniere. L'islam si è diffuso tramite i commerci.Anche l'Iran, secondo alcuni storici, non fu mai conquistato militarmente dagli islamici, ma si frammentò nel momento di massima espansione dell'Islam, assorbendo la nuova religione, per essere poi riunificato alcuni secoli dopo. La questione è ancora discussa.
            Anche
            comparandolo alle atrocità cristiane/cattoliche
            del passato (terminate secoli fa), i cristiani
            sembrano Giovani Marmotte. Questa è un'altra uscita da bar sport.Non si giudica una religione attuale basandosi su quello che ha ispirato o prodotto diversi secoli fa. Esattamente come non si giudicano gli italiani basandosi sui costumi dell'impero romano, o sulle usanze dissolute dei papi rinascimentali. E la gara a chi ha compiuto più atrocità, oltre che perfettamente priva di senso, è un'arma a doppio taglio. Significa dare patenti di legittimità alle religioni che non hanno mai provocato guerre o morti... per il semplice fatto che erano in quattro gatti a praticarle.
            La realtà è che l'Islam non vuole intromissioni
            nei suoi territori. Invece gli altri popoli, di altre religioni, non aspettano altro che qualcuno li invada e detti legge, e costringa a praticare una sola religione, oppure proibisca le religioni.
            La rimozione dei sedicenti
            dittatori Sedicenti dittatori? Ma hai studiato scienze politiche su un libro di barzellette?I dittatori di vari stati islamici avevano vari titoli (il più comune è <I
            raʾīs </I
            , che significa semplicemente capo, presidente), ma mai dittatore, che è un termine negativo in ogni lingua.Forse intendevi dire "cosiddetti dittatori".
            Mi scuso per l'off topic ma certe cose vanno
            spiegate, al fine di evvitare confusioni sulla
            realtà che ci
            circonda."Evvitare", sì. Nel senso di estrarre una vite. :-D Dalla testa.
          • Awanderer scrive:
            Re: Tutte le religioni sono uguali.
            Leguleio rilassati. Scrivo da un cellulare, spesso da un bus all'altro capo del mondo. Ma andiamo con ordine :-)- Scritto da: LeguleioMi intrometto anche io, benché l'argomento miinteressi poco o punto, perché tu, in compenso,fai un'enorme confusione.Spiegami la confusione. Sono interessato.

            Già porsi come Sommo Giudice del retto e del
            Torto, e nel campo delle religioni poi,
            indebolisce la tua posizione. Ma chi
            sei?Sono uno che segue il fenomeno da circa 20 anni. E tu chi sei? Hai mai seguito il fenomeno islamizzazione a livello globale. Se l'hai fatto, argomenta. In caso contrario, ricambio il consiglio. Studia che a forza di stare in Italia ti sei perso quello che accade nel resto del mondo. D'altro canto, se io non sono nessuno, per un mero principio di reciprocità, dovrei pensare lo stesso di te. Chi sei?

            Poi non capisco cosa significhi quel "dovremmo
            accettare". Scientology è una realtà presente in
            molti Paesi, che tu l'accetti o meno. In alcuni
            Stati ha subito processi, in altri no, ed è
            considerata religione a tutti gli effetti negli
            Usa per ragioni fiscali.

            Scientology è indagata in numerosi posti e con la religione ha poco a che fare. Il fatto che sia inquadrata come tale non vuol dire nulla se non a meri fini burocratici. Roba da legulei appunto!

            Ma chi sei tu per stabilire cosa è religione e
            cosa no? Scendi dal piedistallo.Informati su cos'è l'Islam, poi torna ad argomentare. Pecchi di presunzione.

            A parte il fatto che il Corano non e l'unico
            testo legislativo fonte della <I

            sharīʿah </I
            , esiste anche la
            sunnah, non capisco cosa ti autorizzi a dire cosa
            è "prima di tutto"
            l'Islam.I dettami dell'Islam escludono il principio di democrazia che è in antitesi con l'ideologia islamica. E non è una religione. Lascia stare il calcio. Son discorsi da bar dello sport.


            E purtroppo questo si applica anche a certi
            commentatori...
            :-(Son certo che il discorso è applicabile anche a te. Ribadisco, informati. Io non intervengo se si parla di biologia molecolare. Intervengo se so, altrimenti taccio. Non mi pare il tuo caso.



            Se sei mussulmano il

            tuo compito è quello di convertire il mondo.

            Quasi tutte le grandi religioni si sono imposte
            col proselitismo. Non si spiegherebbe altrimenti
            L'Islam è l'unico che ancora oggi si diffonde con la violenza. Fenomeno che si è estinto nel mondo cristiano, in quello buddhista, taoista e nella maggior parte delle relgioni, che per inciso non hanno lo scopo di conquistare il mondo.


            Perché invece se li teniamo chiusi cambia
            qualcosa.Nel tuo caso aperti o chiusi non cambia nulla. E' come se li avessi sempre chiusi. Ripeto, studia il fenomeno islamizzazione in casi come Londra, Malmo, ecc. e poi ripassa. Non ti preoccupare, ti aspetto.
            E per fare questo ti basta una
            semplice ricerca su Google. Non confondiamo
            l'Islam con una religione in quanto non loè.A) Ti faccio notare che è possibilissimo farlo interdire. Come in certi loro paesi è vietato perfino portare una Bibbia o una croce.Ma cosa ti fa credere che il tuo parere conti più di quello degli altri. C'è una ragione specifica, tipo il numero di post in più che hai inserito fino a oggi parlando di informatica o che so, di patatine? Mi pare di percepire un complesso di superiorità che non è però supportato da valide motivazioni. Evidentemente è un ecXXXXX di ego.Di nuovo. È un'ossessione!
            La
            componente religiosa è lo strumento checonsente
            il controllo delle masse (nell'ISLAM) per
            raggiungere l'obiettivo. Quale obiettivo?Se rileggi il post lo capisci. Impegnati più sul contenuto anziché focalizzare l'attenzione da maestrina sull'ortografia digitata da uno smartphone (non ci saresti arrivato da solo, era necessario il disegnino)

            Questa nemmeno la commento.
            Studia le religioni (tutte, senza eccezioni) e
            poi
            ripassa.
            L'Islam è l'unica delle principali religioni moderne a prevedere ancora il reato di apostasia, punibile con la morte. Non ci vuole molto a verificare. Ti basta Wikipedia.

            L'Indonesia e la Malaysia sono Stati a
            maggioranza musulmana, che hanno sì conosciuto
            guerre in passato, ma mai da parte di potenze
            islamiche straniere. L'islam si è diffuso tramite
            i
            commerci.
            Anche l'Iran, secondo alcuni storici, non fu mai
            conquistato militarmente dagli islamici, ma si
            frammentò nel momento di massima espansione
            dell'Islam, assorbendo la nuova religione, per
            essere poi riunificato alcuni secoli dopo. La
            questione è ancora discussa.Guarda caso vivo in Asia, dove l'Islam ancora discrimina e si espande con la violenza. Conversioni forzate di cristiani, ecc. Per cui credo le tue informazioni siano leggermente falsate. Basta pensare a Mindanao, i problemi in Tailandia, e quelli in Indonesia. Ripeto, studia.
            Questa è un'altra uscita da bar sport.Non si giudica una religione attuale basandosi su quello che ha ispirato o prodotto diversi secoli fa. Esattamente come non si giudicano gli italiani basandosi sui costumi dell'impero romano, o sulle usanze dissolute dei papi rinascimentali. E la gara a chi ha compiuto più atrocità, oltre che perfettamente priva di senso, è un'arma a doppio taglio. Significa dare patenti di legittimità alle religioni che non hanno mai provocato guerre o morti... per il semplice fatto che erano in quattro gatti a praticarle.E' una logica relativistica distorta. Le pulsioni primitive delle altre religioni sono largamente sopite. L'Islam è l'unica religione/ideologia che ancora ambisce alla conquista del mondo. Ma perché insisti. Basterebbe digitare due parole su google "islamizzazione + regione geografica di tua scelta". Fai uno sforzo visto che ti sei preso la briga di intervenire.
            Invece gli altri popoli, di altre religioni, non
            aspettano altro che qualcuno li invada e detti
            legge, e costringa a praticare una sola
            religione, oppure proibisca le religioni.No certamente no. Però scordi il fatto che noi da loro non godiamo degli stessi diritti.
            Sedicenti dittatori? Ma hai studiato scienze
            politiche su un libro di
            barzellette?
            I dittatori di vari stati islamici avevano vari
            titoli Perché, ti risulta che quelli nuovi siano migliori? Nominami uno dei nuovi leader della "primavera araba" che è meglio di quelli che vanno a sostituire :-). Oppure gli altri erano dittatori e questi no? "Evvitare", sì. Nel senso di estrarre una vite.:-D Dallatesta.Battuta da leguleo con i complessi di superiorità all'italiana. L'unica cosa divertente, che hai detto in tutto il tuo inutile post è il riferimento al giudice "del retto e del torto". Per non farti arrabbiare tu fai il "retto", io mi prendo il "torto". Dopo che hai studiato, dammi uno sguardo all'ortografia. Ciao
          • Leguleio scrive:
            Re: Tutte le religioni sono uguali.
            - Scritto da: Awanderer
            Spiegami la confusione. Sono interessato.Già spiegata in parte. E il resto segue.

            Già porsi come Sommo Giudice del retto e del

            Torto, e nel campo delle religioni poi,

            indebolisce la tua posizione. Ma chi

            sei?

            Sono uno che segue il fenomeno da circa 20 anni.Ahaaaaahh... allora bisogna inchinarsi e fare tanto di cappello. Se lo segui (immagino sui giornali), conseguenza vuole che puoi anche tenere conferenze all'università di Harvard.
            E tu chi sei? Hai mai seguito il fenomeno
            islamizzazione a livello globale. Manca il punto interrogativo, comunque ho capito. Dell'islamizzazione non mi interessa nulla, se non fosse chiaro. L'Islam l'ho studiato per curiosità, anni fa, e credo di saperne qualcosa. Non molto, ma quanto basta.Se l'hai fatto,
            argomenta. In caso contrario, ricambio il
            consiglio. Studia che a forza di stare in Italia
            ti sei perso quello che accade nel resto del
            mondo. Ho argomentato. E vivo all'estero da 14 anni, l'ho scritto più volte qui.Ma guarda che non dipende mica da dove si vive. Se uno conosce le religioni in generale e l'islam solo attraverso i siti antiislamici e i partiti xenofobi, fa una figuraccia, che si trovi a Roma, a Lugano o a Nauru.
            Chi
            sei?Nessuno. Come chiunque nei forum. :-)Ti sfugge la sottile differenza: io non salgo in cattedra per insegnare al volgo di PI cosa sia un religione e cosa non lo sia. Se devo dire qualcosa, metto i link.

            Scientology è indagata in numerosi posti e con
            la religione ha poco a che fare. Il fatto che sia
            inquadrata come tale non vuol dire nulla se non a
            meri fini burocratici. Roba da legulei
            appunto!Non so se siano numerosi. Io so di processi in Germania, Francia, Canada, Gran Bretagna e ovviamente Usa (ma lì i processi ci sono sempre).Se una dozzina di Stati riconoscono Scientology come religione, è inutile battere i piedi per terra. Rimarrà una religione, per le autorità di quegli Stati, <B
            che a te piaccia o no </B
            .L'elenco è qui:http://en.wikipedia.org/wiki/Scientology_status_by_country
            Informati su cos'è l'Islam, poi torna ad
            argomentare. Pecchi di
            presunzione.Allora ti giro la domanda: 1) in base a quale criteri oggettivi dividi una religione da qualcosa che non lo è.2) Chi ha stabilito questo criteri.3) Quante sono le religioni che soddisfano i criteri per entrarvi. L'invito a scendere dal piedistallo vale sempre, ma a questo punto credo sia inutile.
            I dettami dell'Islam escludono il principio di
            democrazia che è in antitesi con l'ideologia
            islamica. Nessuna religione basata su testi sacri ammette la democrazia. Non l'ebraismo, non il cristianesmo (cattolico, ortodosso, protestante o copto), non l'induismo.E a dispetto di questo, molti stati cristiani sono riusciti a darsi una costituzione e ad arrivare alla democrazia, e pure due Stati a maggioranza induista (l'India e Maurizio) e uno islamico (la Turchia).Questi <B
            i fatti </B
            . Le antipatie personali rispetto a questa o quella religione non sono tali.
            L'Islam è l'unico che ancora oggi si diffonde con
            la violenza. Fenomeno che si è estinto nel mondo
            cristiano, in quello buddhista, taoista e nella
            maggior parte delle relgioni, che per inciso non
            hanno lo scopo di conquistare il
            mondo.No, c'è anche l'ebraismo, visti i coloni che escono dal territorio di Israele per allargare la superficie dello Stato, ultimamente (ma solo ultimamente) trattenuti dalle autorità.Comunque stai andando fuori dal seminato. Non è l'islam in sé il problema; né l'ebraismo. Ma il fatto che ancora oggi alcuni gruppi legittimino la violenza per raggiungere i propri scopi. E questo non riguarda solo le religioni, anzi. Ogni riferimento all'Eta o all'Ira non è casuale.
            Ripeto, studia
            il fenomeno islamizzazione in casi come Londra,
            Malmo, ecc. e poi ripassa. Non ti preoccupare, ti
            aspetto.Non continuare a cambiare discorso, ti ho detto che l'islamizzazione è un problema tuo, e oltre non vado.Ti ho fatto una domanda precisa, sarebbe educazione rispondermi: cosa cambia, se si tengono gli occhi aperti su quanto accade attorno a noi?
            A) Ti faccio notare che è possibilissimo farlo
            interdire. Come in certi loro paesi è vietato
            perfino portare una Bibbia o una
            croce.No, in Europa esiste una cosa che si chiama Corte europea dei diritti dell'uomo, che fa applicare molto seriamente la dichiarazione europea dei diritti dell'uomo. Art. 9: libertà di religione. Negli Usa c'è una cosa che si chiama costituzione, anche quella presa molto sul serio.In Cina invece non c'è problema, almeno per ora: cristiani e musulmani se la passano maluccio, e pure le nuove religioni come Falun Gong.Be', se proprio ti fa schifo l'islam e come viene trattato dalle autorità qui, chiedi la cittadinanza cinese.
            Mi pare di percepire un complesso di
            superiorità che non è però supportato da valide
            motivazioni. Evidentemente è un ecXXXXX di
            ego.Ti ho fatto precise domande, nel commento precedente e in questo.Ti spiace rispondere, anziché fare battutine che qui lasciano il tempo che trovano?

            Questa nemmeno la commento.

            Studia le religioni (tutte, senza eccezioni) e

            poi

            ripassa.


            L'Islam è l'unica delle principali religioni
            moderne a prevedere ancora il reato di apostasia,
            punibile con la morte. Non ci vuole molto a
            verificare. Ti basta Wikipedia.Sono due cose diverse "prevedere" e "applicare", sai? Di fatto, diversi stati islamici non la puniscono (Algeria, Tunisia, Bangladesh, Quwait, Libano, Indonesia, Siria e altri ancora). Non è inutile ricordare qui che se la società secolare non avesse prevalso su quella religiosa, il reato di apostasia sarebbe tuttora perseguito e punito, nelle zone controllate dal cristianesimo. Nel 1870, anno della presa dello Stato Pontificio, il Papa nemmeno si sognava di abolire la condanna dell'apostasia. E parlo di 142 anni fa, non di 1000.L'islam è l'unico che non permette di cambiare religione? Il codice di diritto canonico, al canone 751, nella sua ultima versione (1983) stabilisce: "Vien detta eresia, l'ostinata negazione, dopo aver ricevuto il battesimo, di una qualche verità che si deve credere per fede divina e cattolica, o il dubbio ostinato su di essa; apostasia, il ripudio totale della fede cristiana". E son già <B
            due </B
            .
          • Awanderer scrive:
            Re: Tutte le religioni sono uguali.
            1/2Già spiegata in parte. E il resto segue.- Segue che? Ma di che parli?Rileggiti.allora bisogna inchinarsi e fare tanto di cappello. -Si parte dal presupposto che chi segue un argomento a livello quasi professionale da un ventennio ne sappia un tantino di più di uno che lo segue per curiosità. Manca il punto interrogativo, comunque ho capito. Dell'islamizzazione non mi interessa nulla, se non fosse chiaro. L'Islam l'ho studiato per curiosità, anni fa, e credo di saperne qualcosa. Non molto, ma quanto basta.-Sono compiaciuto del fatto che tu capisca anche in assenza del punto interrogativo. Tornando a noi. Evidentemente il tuo concetto di Quanto basta è insufficiente a sostenere una discussione a tutto tondo sullargomento, portandoti a rifugiarti nel territorio di tua conoscenza, ossia quello del leguleio.Ma guarda che non dipende mica da dove si vive. Se uno conosce le religioni in generale e l'islam solo attraverso i siti antiislamici.-Anti-islamici si dovrebbe scrivere staccato. (Sai le due vocali, ecc.). No, non hai argomentato. Questo è il problema. Ribatti con vaghe argomentazioni, e quattro citazioni di norme inapplicate o ignorate. Non è questione di xenofobia. Nessuno. Come chiunque nei forum. Ti sfugge la sottile differenza: io non salgo in cattedra per insegnare al volgo di PI cosa sia un religione e cosa non lo sia. Se devo dire qualcosa, metto i link.-Sei in cattedra dal primo post, con evidenti carenze specifiche sul tema. Tali da non renderti conto del fatto che hai delle limitazioni sugli aspetti globali che lo caratterizzano.Non so se siano numerosi. Io so di processi in Germania, Francia, Canada, Gran BretagnaSe una dozzina di Stati riconoscono Scientology come religione, è inutile battere i piedi per terra. -Ah sai di processi qui e li. Scientology è riconosciuta anche come setta più che come religione. Seguendo la tua logica da avvocato delle cause perse se domani il KKK dovesse venire legalizzato assieme alla Chiesa di Satana tu li accetteresti. E un chiaro segno di intelligenza.1) in base a quale criteri oggettivi dividi una religione da qualcosa che non lo è- Il fatto che ci sono studi precisi sulle origini dellIslam e sulla sua posizione in relazione al contesto attuale. Il fatto che esso sia spesso inscindibile dal lato politico e tanti altri parametri che ne fanno un caso a sé nella realtà odierna. Walid Shoebat (e non solo) lo spiega chiaramente http://www.youtube.com/watch?v=PsIYSQNsBuo&feature=watch_responseE non è neppure pacifico http://www.youtube.com/watch?v=64V09tTIjR42) Chi ha stabilito questo criteri.- I criteri sono basati sullosservazione di Islam e mussulmani. Gruppi di ricerca, monitoraggio ecc.3) Quante sono le religioni che soddisfano i criteri per entrarvi. - Forse non capisci. Quella che tu definisci come RELIGIONE MUSSULMANA, è una religione solo alla fine del suo ciclo. Per cui tecnicamente, è unideologia che utilizza la religione come strumento di controllo.Nessuna religione basata su testi sacri ammette la democrazia. Non l'ebraismo, non il cristianesmo (cattolico, ortodosso, protestante o copto), non l'induismo.- Dimentichi di citare che tutte le religioni che tu citi oggi convivono e contribuiscono alla democrazia mentre quella che tu difendi rappresenta lantitesi della democrazia. E a dispetto di questo, molti stati cristiani sono riusciti a darsi una costituzione e ad arrivare alla democrazia, e pure due Stati a maggioranza induista (l'India e Maurizio) e uno islamico (la Turchia). - Infatti, quelli non islamici sono riusciti a darsi una costituzione. La Turchia è un unicum in fase di estinzione. Informati sugli ultimi sviluppi. Sta scivolando lentamente in una forma più ortodossa di Islam. Poco solido come argomento. Non nutro antipatie personali. Nutro dubbi sulla sincerità degli islamici in generale, compresi i miei amici. No, c'è anche l'ebraismo, visti i coloni che escono dal territorio di Israele per allargare la superficie dello Stato.Non è l'islam in sé il problema; né l'ebraismo. Ma il fatto che ancora oggi alcuni gruppi legittimino la violenza per raggiungere i propri scopi.-Se a mero livello strumentale vuoi citare quattro coloni israeliani ti posso anche dare ragione. Il fatto è che quelli si espandono (a torto) per questioni di spazio; lIslam lo fa per questioni di supremazia e per il dichiarato intento di convertire il mondo. Eta e Ira sono due casi diversi. Il problema è lIslam, e suoi obiettivi (condivisi da molti mussulmani), non i terroristi in senso stretto.
          • Leguleio scrive:
            Re: Tutte le religioni sono uguali.
            - Scritto da: Awanderer
            Già spiegata in parte. E il resto segue.
            - Segue che? Ma di che parli?Rileggiti.La confusione sull'unicità dell'apostasia per la religione islamica l'hai fatta tu.Le informazioni errate sul modalità di conversione all'Islam (solo violente) le hai date tu.Poi sei libero di far finta di non capire. I commenti sono lì anche per gli altri, e si fanno un'idea in base a quello che hai scritto, non in base alle tue domande retoriche.
            -Si parte dal presupposto che chi segue un
            argomento a livello quasi professionale da un
            ventennio ne sappia un tantino di più di uno che
            lo segue per curiosità.Non proprio. Nei forum siamo tutti allo stesso livello, qui una cosa che proprio non funziona è il principio di autorità e l' <I
            ipse dixit </I
            . Sì, nel cazzeggio, negli argomenti da serata fra amici non si chiedono fonti, ci mancherebbe. Quando si fanno gravi accuse a una religione in particolare, e tu le hai fatte, le fonti sono indispensabili. La tua parola non conta, così come in tribunale per sostenere una accusa ci vogliono le prove. Chiedi in giro, in altri forum, vedrai che non sto inventando nulla.Altrimenti arriviamo al punto che puoi anonimamente dare del ladro al tuo vicino in un forum, e poi dire che parli con cognizione di causa: lo conosci da vent'anni.
            Tornando a
            noi. Evidentemente il tuo concetto di Quanto
            basta è insufficiente a sostenere una
            discussione a tutto tondo sullargomento,Queste frecciatine sono proprio inutili qui.Rileggiti, e guarda quanti svarioni hai commesso. La persona che ha più bisogno di ripetizioni private in "fondamentali di storia delle religioni" non sono io.
            -Anti-islamici si dovrebbe scrivere staccato.
            (Sai le due vocali, ecc.). In generale è vero. Ma è ammessa anche la grafia antiislamico:http://www.iliesi.cnr.it/ONLI/entrata.php?id=7319&aut=Marco%20VenturaCome del resto non è sbagliato scrivere antiinfiammatorio al posto del più comune antinfiammatorio.
            Questo è il problema. Ribatti con
            vaghe argomentazioni, e quattro citazioni di
            norme inapplicate o ignorate. Sulle quattro citazioni magari è pure vero; sai, problemi di spazio ;-). Io però queste citazioni <B
            le ho fatte </B
            . Non posso dire altrettanto di te.Ma continua pure ad accusarmi per lacune nella tua conoscenza che sono solo colpa tua. Ho già scritto che i lettori non sono proprio sprovveduti, sanno distinguere fra uno che millanta saggezza e conoscenza ventennale, e uno che, senza bisogno di millantare, quattro informazioni giuste le sa fornire. Almeno quelle.
            -Sei in cattedra dal primo post, con evidenti
            carenze specifiche sul tema. Tali da non renderti
            conto del fatto che hai delle limitazioni sugli
            aspetti globali che lo
            caratterizzano.Se lo dice awanderer, quello dei "sedicenti dittatori", sarà vero sicuramente! Magari si aspetta pure il Nobel per questa scoperta sconvolgente.[questo per mostrare che le battute sceme le so fare anche io].
            -Ah sai di processi qui e li. Esatto. Io so, ma giusto perché mi informo.Tu non sai, non ti informi, e pretendi di salire in cattedra.
            Scientology è
            riconosciuta anche come setta più che come
            religione. Ma riconosciuta <B
            da chi? </B
            I nomi!
            Seguendo la tua logica da avvocato
            delle cause perse se domani il KKK dovesse venire
            legalizzato assieme alla Chiesa di Satana tu li
            accetteresti. Ciò che io accetto è irrilevante. Scientology, che negli anni Quaranta nemmeno esisteva, oggi è riconosciuta come culto da diversi Stati, non solo gli Usa. Fatti, non parole. Tu hai esordito dicendo: "Dovremmo accettare anche Scientology". Ebbene, da parte di Scientology ti potrà giungere solo un "ecchissenefrega della tua accettazione". Conta il riconoscimento ufficiale degli Stati, non degli awanderer.
            1) in base a quale criteri oggettivi dividi una
            religione da qualcosa che non lo
            è

            - Il fatto che ci sono studi precisi sulle
            origini dellIslam e sulla sua posizione in
            relazione al contesto attuale. Studi <B
            di chi </B
            ? Autori, edizione, e indicazione del capitolo preciso.
            Il fatto che esso
            sia spesso inscindibile dal lato politico e tanti
            altri parametri che ne fanno un caso a sé nella
            realtà odierna.I "casi a sé" ci sono ovunque, nel mondo, al punto da costituire una costante per ogni singolo Stato. La religione tibetana, il lamaismo, è inscindibile dal governo del Tibet e dalla sua gestione, solo che il Tibet non è più indipendente. In Italia, lo Stato di Città del Vaticano, privo di democrazia e di una costituzione scritta, ha un'enorme influenza sulle questioni politiche interne almeno dal 1929. Questa tua affermazione, mi pare, è talmente vaga da non dimostrare nulla.
            Walid Shoebat (e non solo) lo spiega chiaramente
            http://www.youtube.com/watch?v=PsIYSQNsBuo&feature
            E non è neppure pacifico
            http://www.youtube.com/watch?v=64V09tTIjR4Finalmente hai scoperto le tue carte. Non sono gli studiosi delle religioni quelli a cui ti rifai, non apprezzati etnologi o islamisti. Ma un ex musulmano, come ne esistono a migliaia (in Italia c'è Magdi Cristiano Allam), uno che sostiene di avere un passato da terrorista ma ha ottenuta la cittadinanza Usa... evidentemente un bugiardo. Questo spiega molte cose.
            - Forse non capisci. Quella che tu definisci come
            RELIGIONE MUSSULMANA, è una religione solo alla
            fine del suo ciclo. Per cui tecnicamente, è
            unideologia che utilizza la religione come
            strumento di
            controllo.Sentir parlare di "cicli" e di "tecnicamente" da uno che nemmeno sa che l'apostasia nel cristianesimo <B
            attuale </B
            è contemplata e punita fa sorridere.Comunque, perlomeno hai espresso un po' più chiaramente il tuo pensiero.
          • Leguleio scrive:
            Re: Tutte le religioni sono uguali.

            Guarda caso vivo in Asia, dove l'Islam ancora
            discrimina e si espande con la violenza.
            Conversioni forzate di cristiani, ecc. Per cui
            credo le tue informazioni siano leggermente
            falsate. Basta pensare a Mindanao, i problemi in
            Tailandia, e quelli in Indonesia. Ripeto,
            studia.Stai di nuovo parlando di altro, e per inciso non mi racconti nulla di nuovo.Io ho detto che diversi Stati odierni si sono convertiti all'Islam secoli fa, spontaneamente, e senza alcuna violenza. E ne ho citati due.Se hai informazioni diverse su questi due Stati, scrivilo, con un link.Se non ce le hai, evita di allungare il brodo con altre questioni. Adesso sembra che la violenza l'abbiano inventata gli islamici. Dovevi fare un giretto nell'Italia degli anni di piombo per vedere con i nudi occhi la pratica della violenza non religiosa ma che ammazzava, oh, se ammazzava.
            E' una logica relativistica distorta. Va bene, lasciami con la logica relativista, se ti piace chiamarla così, ma evitami i commenti da bar sport. Io parlo di fatti, e dati confrontabili. Questo è Punto Informatico, non Punto Dogmatico.Basterebbe digitare due parole su
            google "islamizzazione + regione geografica di
            tua scelta". Fai uno sforzo visto che ti sei
            preso la briga di
            intervenire.No. Tu sei intervenuto dicendo molte cose, tu ora le dimostri, e con parole tue, o con un link documentato.Il dibattuto non funziona con "cerca su google", perché con google trovo anche i sostenitori della Terra piatta.http://theflatearthsociety.org/cms/

            Sedicenti dittatori? Ma hai studiato scienze

            politiche su un libro di

            barzellette?

            I dittatori di vari stati islamici avevano vari

            titoli

            Perché, ti risulta che quelli nuovi siano
            migliori? Nominami uno dei nuovi leader della
            "primavera araba" che è meglio di quelli che
            vanno a sostituire :-). Oppure gli altri erano
            dittatori e questi
            no?Di nuovo cambi discorso. Io ho detto che i dittatori non erano "sedicenti". Lo erano di fatto, non ho dubbi, ma non si presentavano come tali. Dittatori sì, scemi no. Fa davvero ridere quest'espressione, è come dire di un uomo che è "sedicente cornuto". Ai nuovi leader di Tunisia, Egitto e Libia non pensavo proprio. E non ho intenzione di farlo adesso, perché è prematuro.
      • Poison god machine scrive:
        Re: Tutte le religioni sono uguali.
        hem... gli indiani dell'india ad esempio?- Scritto da: Carletto
        Hai mai sentito
        di buddisti che decapitano, uccidono, incendiano,
        tagliano parte degli organi genitali dele loro
        donne... ecc...
        ?
      • . . . scrive:
        Re: Tutte le religioni sono uguali.
        Invece ha ragione.Tra Thorà, Bibbia e Corano ci sono molte affinità.Addirittura intere parti in comune, molte di quanto tu possa immaginare.Nel Corano spesso viene citato Gesù. Quindi ?Quindi ci massacriamo coem degli stupidi da 15 secoli facendoci abbindolare dai soliti "capipopolo", che grazie alla distorsione religiosa costringono masse di fanatici (per lo più ignoranti) ad atti di violenza estrema. Il Buddismo non è una religione, ma una filosofia.In ogni caso a me le religioni non interessano ed essendo ateo guardo con pena questo ennesimo scempio di vite umane nel nome del nulla.
    • capitan ovvio scrive:
      Re: Tutte le religioni sono uguali.
      Ahah. Vabbe al meno i fan Apple non ammazzano nessuno. Si sforzano solo di ignorare i poveracci che si sono suicidati mentre lavoravano alla Foxconn.
  • Andreabont scrive:
    La sagra dell'idiozia
    E non aggiungo altro...
  • Mela avvelenata scrive:
    VERGOGNA!
    Possibile che ogni volta che esce il nuovo iPhone debbano scoppiare sommosse popolari? Vergogna Apple, vergogna!(troll)
    • troll detected scrive:
      Re: VERGOGNA!
      Fino addesso la discussione è stata intelligente... (troll)(troll1)(troll2)
      • Mela avvelenata scrive:
        Re: VERGOGNA!
        - Scritto da: troll detected
        Fino addesso la discussione è stata
        intelligente...
        (troll)(troll1)(troll2)Certo, certo...cercavo solo di smorzare i toni seriosi! (rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • CHKDSK scrive:
    Re: aspettavano solo quello
    prima o poi finirà anche il petrolio e ci saranno altre fonti di energia. E allora la loro pacchia finirà.
    • Carletto scrive:
      Re: aspettavano solo quello
      - Scritto da: CHKDSK
      prima o poi finirà anche il petrolio e ci saranno
      altre fonti di energia. E allora la loro pacchia
      finirà.Giusto! Nel frattempo io ho già cominciato a chiudere il rubinetto muovendomi sempre in bici o con i mezzi pubblici!
  • pino ricci scrive:
    musulmani
    predicano bene e razzolano male:nei loro paesi non si sognano nemmeno di bestemmiare perche verrebbero condannati a morte,in occidente si lasciano andare e bestemmiano tutti i santi cristiani fregandosene della religione degli altri;da noi costruiscono moschee,fanno proselitismo e tutto quello che vogliono,proviamo a costruire una chiesa in arabia saudita,afganistan,yemen o in qualsiasi paese musulmano,minimo ci prendono per pazzi,proviamo ad andare in questi paesi portando con noi la bibbia,un crocefisso attaccato alla collanina che ci regalo la nonna,ci arrestano ci processano e probabilmente ci condannano a morte.dovremmo anche noi dire che la terra italiana e santa e la culla della cristianita e pretendere il massimo rispetto.
    • Rolando T. scrive:
      Re: musulmani
      Quoto! L'islam per loro è intoccabile, e tutto il resto non merita nè rispetto nè considerazione.
    • CHKDSK scrive:
      Re: musulmani
      La colpa è dei politically correct che li difendono sempre e comunque. Andassero a rompere le @@ nel loro paese. Non qui dannazione!
    • Fetente scrive:
      Re: musulmani
      Bravo, avanti con le guerre di religione. La terra sarà "santa" e "culla" secondo il tuo parere. Per quanto riguarda me, mi danno molto più fastidio i sette miliardi di euro all'anno che lo stato italiano spende per finanziare il fanatismo religioso de noantri. Le religioni sono tutte uguali: favole.
      • ninjaverde scrive:
        Re: musulmani
        - Scritto da: Fetente
        Bravo, avanti con le guerre di religione. La
        terra sarà "santa" e "culla" secondo il tuo
        parere. Per quanto riguarda me, mi danno molto
        più fastidio i sette miliardi di euro all'anno
        che lo stato italiano spende per finanziare il
        fanatismo religioso de noantri. Le religioni sono
        tutte uguali:
        favole.Non proprio tutte.Ricordiamo Roma che assorbiva le religioni di tutti i popoli sottomessi ed alleati. La loro religione (quella dei nostri avi) accettava tanti Dei e li rispettava. Quindi la RELIGIO serviva sì al governo, o all'imperatore in quanto anche PONTEFICE massimo, per legare, rilegare assieme il popolo in valori trascendenti o morali, ma ne acquisiva le differenze e le tradizioni di tutte le etnie.Nessuno era tenuto ad allontanarsi dai suoi valori ancestrali religiosi.Libera religione in libero stato....Poi sono arrivati i monoteisti....Qualcuno come Costantino pur non essendo cristiano concepì l'idea monoteista per realizzare un impero molto più accentrato ed autoritario.Ma fu il vero inizio della decadenza.
  • Roberto Giacomelli scrive:
    Libertà
    Ma questa religione proprio non vuole dare libertà di espressione alla gente !!!Giusto che si lamentino, ma che debbano terrorizzare il mondo questo proprio NO.
    • Fetente scrive:
      Re: Libertà
      Mago... lo scopo principale delle religioni è proprio quello di impedire il libero pensiero per controllare e condizionare le persone.
  • Accademia Crusca scrive:
    Fatti e parole
    Ma secondo voi, quanti di quelli che hanno assaltato le ambasciate hanno visto il video su youtube?E quanti hanno capito (o erano o sono in grado di capire) l'inglese?Ovvero quanti in realtá sono stati aizzati con un raggiro di parole?Ecco, appunto...
    • shevathas scrive:
      Re: Fatti e parole
      - Scritto da: Accademia Crusca
      Ma secondo voi, quanti di quelli che hanno
      assaltato le ambasciate hanno visto il video su
      youtube?
      E quanti hanno capito (o erano o sono in grado di
      capire)
      l'inglese?
      Ovvero quanti in realtá sono stati aizzati con un
      raggiro di
      parole?

      Ecco, appunto...Non sarebbe la prima volta, e purtroppo neppure l'ultima, che ci si muove per sentito dire.
    • Leguleio scrive:
      Re: Fatti e parole
      - Scritto da: Accademia Crusca
      Ma secondo voi, quanti di quelli che hanno
      assaltato le ambasciate hanno visto il video su
      youtube?
      E quanti hanno capito (o erano o sono in grado di
      capire)
      l'inglese?Io la so così: il film era stato proiettato in alcune sale a Hollywood, e lo avevano visto in tre.Quando qualcuno lo ha diffuso, in parte, su Youtube, con sottotitoli arabi, un popolare programma egiziano ne ha parlato... ed è partito il finimondo.
  • trollolol scrive:
    bel film
    sembra vacanze di natale 95 se c'era greggio e non l'avrei riconosciuto.più che per l'insulto a maometto me la sarei presa per l'insulto all'intelligenza umana
    • Leguleio scrive:
      Re: bel film
      - Scritto da: trollolol
      sembra vacanze di natale 95 se c'era greggio e
      non l'avrei
      riconosciuto.
      più che per l'insulto a maometto me la sarei
      presa per l'insulto all'intelligenza
      umanaDa alcune indiscrezioni trapelate ieri e oggi, sarebbe stato girato in uno scantinato ingaggiando attorucoli principianti che nemmeno sapevano a cosa stavano lavorando.Però per sentirsi insultata, una religione non ha bisogni di film da premio specaale a Cannes. Basta un accenno, una parola fuori luogo. Per il cristianesimo è bastato questo per <I
      Je vous salue, Marie </I
      (1985) e per <I
      L'ultima tentazione di Cristo </I
      (1988). Non ti sto a raccontare gli anatemi, per questo esistono gli archivi dei giornali...Entrambi non erano esattamente dei capolavori...
      • yoghi scrive:
        Re: bel film
        anatemi, ok... assalti ad ambasciate dove ci scappano pure dei morti, no...
      • Fetente scrive:
        Re: bel film
        Infatti, i fedeli sono così convinti, ma proprio così sicuri dell'esistenza del vecchio con la barba bianca seduto sulla nuvola, che se solo accenni a un minimo dubbio, si inca22ano come delle iene... non c'è che dire, proprio una convinzione incrollabile...Mah
        • Leguleio scrive:
          Re: bel film
          - Scritto da: Fetente
          Infatti, i fedeli sono così convinti, ma proprio
          così sicuri dell'esistenza del vecchio con la
          barba bianca seduto sulla nuvola, che se solo
          accenni a un minimo dubbio, si inca22ano come
          delle iene... non c'è che dire, proprio una
          convinzione
          incrollabile...Proprio non si capisce perché su un articolo che parla di Youtube e di un video youtube bloccato in alcuni Paesi, devono proliferare commenti da bar, o da osteria. Quelli si possono fare 24 ore su 24, e sono sempre gli stessi, anche quando parlano di americani o di cinesi. Ma perché farlo su Punto informatico, e proprio in questa occasione?Anche quel <I
          flame </I
          orrendo intitolato "musulmani", io nemmeno ci metto becco. Bah...
      • Paolo T. scrive:
        Re: bel film
        La trascurabile differenza è che, in quei casi, non ci furono morti.
      • Paolo T. scrive:
        Re: bel film
        La trascurabile differenza è che, in quei casi, non ci furono morti.
  • pof scrive:
    Correzzione
    Era ambasciatore in Libia, non in Libano
  • unaDuraLezione scrive:
    Re: aspettavano solo quello
    contenuto non disponibile
  • prova123 scrive:
    Re: aspettavano solo quello
    Come gli hooligan inglesi, la partita è solo un pretesto.
    • Funz scrive:
      Re: aspettavano solo quello
      - Scritto da: prova123
      Come gli hooligan inglesi, la partita è solo un
      pretesto....solo inglesi?
      • Leguleio scrive:
        Re: aspettavano solo quello
        - Scritto da: Funz
        - Scritto da: prova123

        Come gli hooligan inglesi, la partita è solo
        un

        pretesto.

        ...solo inglesi?Ogni riferimento alle manifestazioni in una valle italiana, per contrastare la costruzione di nemmeno loro sanno che cosa, è del tutto casuale. Nel senso: i locali sanno di che cosa si tratta e quali conseguenze può comportare (più o meno), quelli che vengono da fuori assolutamente no.
  • Mario Rossi scrive:
    la tolleranza islamica
    Ecco in questo breve video diviso in due parti cos'è la tolleranza islamica!(a chi interessa se lo scarichi prima che lo bannino di nuovo da youtube)[yt]http://www.youtube.com/watch?v=rkqcHT-j_vY[/yt][yt]http://www.youtube.com/watch?v=hOXFnR3Hq2Q&feature=channel&list=UL[/yt]
    • ninjaverde scrive:
      Re: la tolleranza islamica
      La "tolleranza" è lettera morta da quando hanno inventato i monoteismi.Poi è ovvio che se una setta monoteista è debole sul piano politico (potere temporale) diventa "tollerante" esteriormente.
  • ninjaverde scrive:
    stupidità
    Gli americani sono stupidi e gli altri idem.A parte il fatto che Maometto non era certo un uomo pio, bensì era uno dei tanti ladroni che imperversavano in un Paese ricco di commerci ma in crisi a causa della crisi dell'impero romano in decadenza.... Un popolo cristianizzato oltre tutto. Ma le vicende storiche del personaggio le potete andare a vedere sui libri di storia. Ebbe l'idea, come quella di Costantino di Vedere o sognare qualcosa di "trascendente" come l'arcangelo Gabriele che gli diceva cosa doveva fare, anche di attaccare una città in un periodo di feste per tutto il popolo arabo, feste rispettare anche dai ladroni. Lui però attaccò poichè L'angelo o arcangelo glielo aveva detto in sogno. Sposò pure una bambina di 9 anni e con la complicità di un prete ex cristiano (apostata) compilò il Corano, (poichè lui non sapeva scrivere) infarcito di Sure che inneggiano alla distruzione fisica dei miscredenti (atei) e dei credenti nel Libro (Bibbia quindi Ebrei e Cristiani), naturalmente anche dei pagani...Gli Americani, ma anche gli Europei non leggono il Corano integrale, semmai leggono quello edulcorato per occidentali infedeli, e pensano che i musulmani solo perchè hanno il telefonino o scrivano su Fèis Buk si siano civilizzati in una religione più evoluta, senza pensare che solo al tempo di Napoleone in Spagna bruciavano ancora le streghe.Ovviamente non tutti gli Arabi sono fanatici, o non tutti in quei Paesi che oggi chiamiamo "arabi" conoscono la lingua araba o sono talebani, tuttavia di fanatici ce ne sono molti e sono in grado di condizionare le scelte politiche dei loro Paesi. Aggiungiamoci poi un bel pò di ignoranza e fanatismo delle maggioranze ed una organizzazione come quella dei Talebani ed abbiamo un quadro completo di questi Paesi.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 13 settembre 2012 20.03-----------------------------------------------------------
    • eleirbag scrive:
      Re: stupidità
      "Gli Americani, ma anche gli Europei non leggono il Corano integrale, semmai leggono quello edulcorato per occidentali infedeli..."Questa mi giunge nuova.Hai mica dei link alle edizioni al cosidetto "corano edulcorato per occidentali" ?
      • ninjaverde scrive:
        Re: stupidità
        - Scritto da: eleirbag
        "Gli Americani, ma anche gli Europei non leggono
        il Corano integrale, semmai leggono quello
        edulcorato per occidentali
        infedeli..."

        Questa mi giunge nuova.
        Hai mica dei link alle edizioni al cosidetto
        "corano edulcorato per occidentali"
        ?Certamente se cerchi ..."Edulcorato" non troverai un accidente.Potresti però cercare "Corano per infedeli XXXXX"Se però sei curioso puoi acquistare alcune edizioni del Corano e considerarne le differenze.
        • eleirbag scrive:
          Re: stupidità
          Guarda che io sappia ci sono varie traduzioni dall'araboall' italiano.Ma le differenze spesso sono nei commenti che i vari curatorihanno inserito di loro pugno per commentare le varie sure.In ogni caso il Corano è già una contraddizione tra le suredella Mecca e della Medina, oltre ai famosi versetti sataniciprima messi e poi tolti, insomma mi sembra che sia contradditoriogià di suo e dunque si presta facilmente a varie interpretazionisulla reale volontà di Maometto, pardon dell'Arcangelo Gabriele,pardon di Dio.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 settembre 2012 18.24-----------------------------------------------------------
          • ninjaverde scrive:
            Re: stupidità
            - Scritto da: eleirbag
            Guarda che io sappia ci sono varie traduzioni
            dall'arabo
            all' italiano.
            Ma le differenze spesso sono nei commenti che i
            vari
            curatori
            hanno inserito di loro pugno per commentare le
            varie
            sure.Ma questo è sicuro, ma dato che lo "spessore" dei corani tradotti cambia abbastanza, ciò vuol dire che non tutte le edizioni sono integrali.Inoltre che corano hanno tradotto? Quello Salafita? Quello Sunnita?...

            In ogni caso il Corano è già una contraddizione
            tra le
            sure
            della Mecca e della Medina, oltre ai famosi
            versetti
            satanici
            prima messi e poi tolti, insomma mi sembra che
            sia
            contradditorio
            già di suo e dunque si presta facilmente a varie
            interpretazioni
            sulla reale volontà di Maometto, pardon
            dell'Arcangelo
            Gabriele,
            pardon di Dio.Sì...insomma....Anche se gli angeli sono chiamati GIN ...creati ovviamente dal Dio Allah...
          • eleirbag scrive:
            Re: stupidità
            Ci sono, come ci sono state, tantissime versioni scrittedel Corano, visto il Corano per sua natura nasce come unaserie di insegnamenti della parola di Dio e va imparato amemoria, e quando fu rivelato da Maometto(che di dice fosseanalfabeta - lo dico eminenti studiosi islamici -) l'arabonemmeno esisteva compiutamente come grafia scritta e fumesso per iscritto compiutamente solo 200 anni dopo la mortedel profeta.Ripeto esistono varie versioni, ma quella più famosa, diciamocosì, e quella di Alessandro bausan che mi sembra quellapiù staccatamente filologica, completa e distaccata.
    • Fetente scrive:
      Re: stupidità
      "... in una religione più evoluta"Cioè? cos'è una religione più evoluta? quella del mago Otelma? Scientology? Una religione che non crede ai fantasmi o ai morti che resuscitano?Mah...
      • ninjaverde scrive:
        Re: stupidità
        "Religione" è la parola sbagliata in effetti.... :sDel resto "religio" vuol dire relegare, rilegare, legare assieme.In pratica serve al potere per rendere omogenea e legata la popolazione su valori comuni non sempre reali.Con "religione superiore" intendevo dire "Spiritualità" e la spiritualità è un'altra cosa.
        • Carletto scrive:
          Re: stupidità
          - Scritto da: ninjaverde
          "Religione" è la parola sbagliata in effetti....
          :s
          Del resto "religio" vuol dire relegare, rilegare,
          legare
          assieme.
          In pratica serve al potere per rendere omogenea e
          legata la popolazione su valori comuni non sempre
          reali.L'origine del termine religione è un'altra. Significa ri-legare ciò che è materiale con ciò che è spirituale (il corpo e l'anima). Poi se il potere temporale se ne è in parte appropriato non è colpa della religione in sè.
          • ninjaverde scrive:
            Re: stupidità
            - Scritto da: Carletto
            - Scritto da: ninjaverde

            "Religione" è la parola sbagliata in
            effetti....


            :s

            Del resto "religio" vuol dire relegare,
            rilegare,

            legare

            assieme.

            In pratica serve al potere per rendere omogenea
            e

            legata la popolazione su valori comuni non
            sempre

            reali.

            L'origine del termine religione è un'altra.
            Significa ri-legare ciò che è materiale con ciò
            che è spirituale (il corpo e l'anima).

            Poi se il potere temporale se ne è in parte
            appropriato non è colpa della religione in
            sè.Sì è anche questo, ma l'obiettivo è un altro. :sO per lo meno nella storia l'obiettivo è cambiato di fatto.Infatti il monoteismo ha una struttura monolitica e totalitaria.Di conseguenza il "pontefice" (che fa da ponte tra il trascendete ed il popolo) non è più l'intermediario di tanti Dei, ma di un Dio assoluto.Il passo tra l'assolutismo religioso e quello politico è breve.
        • Aleb scrive:
          Re: stupidità
          Anche "spiritualità" è una pessima parola, perché la sua accezione corrente è di stampo metafisico, cioè antiscientifico.
          • ninjaverde scrive:
            Re: stupidità
            - Scritto da: Aleb
            Anche "spiritualità" è una pessima parola, perché
            la sua accezione corrente è di stampo metafisico,
            cioè
            antiscientifico.Come gli scalpelli di rame per scolpire le pietre delle piramidi compreso il granito?Direi che ogni tanto la scienza si fa gli autogol da sola...
          • Carletto scrive:
            Re: stupidità
            - Scritto da: ninjaverde
            Come gli scalpelli di rame per scolpire le pietre
            delle piramidi compreso il
            granito?
            Direi che ogni tanto la scienza si fa gli autogol
            da
            sola...Concordo.
          • Aleb scrive:
            Re: stupidità
            Ma quella non è scienza. La scienza è indagine, e solo uno sprovveduto può credere che abbia pretese di verità assoluta. L'antiscienza, invece, è solo un'ideologia da quattro soldi. Credo che tu sia abbastanza intelligente per sapere già che l'ideologia è MALE.
          • ninjaverde scrive:
            Re: stupidità
            - Scritto da: Aleb
            Ma quella non è scienza. La scienza è indagine, e
            solo uno sprovveduto può credere che abbia
            pretese di verità assoluta. L'antiscienza,
            invece, è solo un'ideologia da quattro soldi.
            Credo che tu sia abbastanza intelligente per
            sapere già che l'ideologia è
            MALE.Non sei informato sulla questione."spiritualità" non ha nulla a che vedere con l'ideologia (che a sua volta può essere positiva o meno).La spiritualità non è religione, quindi non dipende da intermediari, se non come puri "messaggeri", nel senso che chi è arrivato oltre i limiti umani può suggerire delle strade per riuscire nel cammino, ma nulla più.Quindi la spiritualità è ricerca personale ed esperienza personale, per lo più non condivisibile. Anche se su questo punto ci sarebbe molto da specificare.La spiritualità inoltre ha una caratteristica che condivide con la scienza.Ossia l'ipotesi e la verifica. Il dare per possibile un fatto o un fenomeno, e in un secondo tempo verificarlo. Quindi non credere per credere, ma credere per possibile onde poi poter verificare.Infatti anticamente non vi era distinzione tra scienza e spiritualità di conseguenza anche la religione si avvaleva di un metodo mitico ed esemplificativo per chi non aveva la cultura o le capacità per poter approfondire.Ma oggi la scienza ha un problema, anche se sotto altri versi è un vantaggio. Ossia la necessità che un fenomeno qualsiasi possa essere ripetuto (dimostrato senza ombra di dubbio). Purtroppo le esperienze personali, ed altri fenomeni paranormali non hanno la caratteristica che richiede la scienza moderna. Ma ciò non vuol dire che non esistano solo perchè non hanno la caratteristica della ripetibilità.Per esempio si può vivere un tempo x di chiaroveggenza, senza che questo fenomeno si ripeta a comando. Vi sono casi di veggenti che hanno queste capacità innate o acquisite e che possono spesso dare risultati e risposte. Ciò non è per ora verificabile con strumenti scientifici.Quindi si possono avere verifiche, che però non sono mai programmate o programmabili.Molto probabilmente questo succede perchè in noi abbiamo una intelligenza inconscia superiore a quella cosciente, che decide su ampi fattori, al di là della nostra volontà consapevole.Il problema attuale delle grandi religioni monoteiste è quello di imporre delle "verità" in modalità assolutiste e non permettere od ostacolare la ricerca individuale del "credenti".Quindi credenti sudditi o schiavi di una gerarchia che pretende di avere la verità assoluta in mano.Questo è quello che è sucXXXXX nei monoteismi.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 17 settembre 2012 13.24-----------------------------------------------------------
          • Aleb scrive:
            Re: stupidità
            Alcuni chiarimenti:- È l'"antiscienza" che Intendevo con "ideologia".- Come ho già detto, NELLA SUA ACCEZIONE COMUNE, la spiritualità si considera superiore alla scienza, in quanto la maggioranza della gente è priva dell'intelligenza necessaria a comprendere la suddetta scienza, che perciò viene sminuita con la scusa della spiritualità.- "Ideologia" significa "io ho sempre ragione, tu hai sempre torto": non si può che definirla IL MALE.- La scienza "moderna" ha il vantaggio non indefferente di essere l'unica a dare delle certezze.- La scienza permette il progresso dell'intero genere umano, a differenza della spiritualità, che, come quasi ogni altra cosa e come da te confermato, è utile perlopiù ai singoli.
          • ninjaverde scrive:
            Re: stupidità
            - Scritto da: Aleb
            Alcuni chiarimenti:
            - È l'"antiscienza" che Intendevo con
            "ideologia".
            - Come ho già detto, NELLA SUA ACCEZIONE COMUNE,
            la spiritualità si considera superiore alla
            scienza, in quanto la maggioranza della gente è
            priva dell'intelligenza necessaria a comprendere
            la suddetta scienza, che perciò viene sminuita
            con la scusa della
            spiritualità.Ma l'accezione comune, per quanto "comune" non è detto che sia giusta.Se si confonde spiritualità con concetti religiosi e dogmatici non si va da nessuna parte. Quindi diventa valido il tuo presupposto. Ma spiritualità non è il blaterare preghiere o professare un credo, portare una croce al collo o un cappuccio in testa.Spiritualità è mettesi in "contatto" col mondo che noi non chiamiamo materiale. E questo "contatto" è un contatto tangibile e non è un presupposto di fede. In termini scientifici possiamo dire che è la capacità di usare una parte del cervello che l'uomo comune non usa mai o quasi mai..
            - La scienza "moderna" ha il vantaggio non
            indefferente di essere l'unica a dare delle
            certezze.Beh su questo ho i miei dubbi. Le certezze sono certe fintanto che non cadono e lasciano il posto ad altre certezze. La scienza si avvicina alla conoscenza un pò per volta, con approssimazioni e le certezze bisogna abbandonarle per poter continuare il cammino nella conoscenza.Quindi certezze non molto certe, o possiamo considerarle tali fintanto che le basi di queste sono sufficienti ad un certo uso.
            - La scienza permette il progresso dell'intero
            genere umano, a differenza della spiritualità,
            che, come quasi ogni altra cosa e come da te
            confermato, è utile perlopiù ai
            singoli.La scienza è una base per la conoscenza ed è in evoluzione poichè deve rispondere a delle esigenze umane comuni. Tuttavia la via dell'interiorità è necessaria all'individuo per progredire più rapidamente, o per meglio dire per evolversi. L'evoluzione individuale non si realizza solo con la conoscenza esteriore. Questa è insufficiente.Popoli apparentemente più primitivi e con pochi mezzi esteriori hanno dimostrato di avere un livello di civiltà superiore ai popoli che avevano a disposizioni mezzi o armi o tecnologia più sofisticata. La nostra civiltà soffre di questa mancanza dell'evoluzione umana che si dimostra insufficiente sul piano etico e spirituale. E questo è anche dovuto al fatto che le religioni non sono state capaci di diffondere vera spiritualità, ma solo di imporre falsi valori solo apparentemente spirituali.
          • Aleb scrive:
            Re: stupidità
            - Scritto da: ninjaverde
            - Scritto da: Aleb

            Alcuni chiarimenti:

            - È l'"antiscienza" che Intendevo con

            "ideologia".

            - Come ho già detto, NELLA SUA ACCEZIONE
            COMUNE,

            la spiritualità si considera superiore alla

            scienza, in quanto la maggioranza della
            gente
            è

            priva dell'intelligenza necessaria a
            comprendere

            la suddetta scienza, che perciò viene
            sminuita

            con la scusa della

            spiritualità.

            Ma l'accezione comune, per quanto "comune" non è
            detto che sia
            giusta.
            Se si confonde spiritualità con concetti
            religiosi e dogmatici non si va da nessuna parte.
            Quindi diventa valido il tuo presupposto. Ma
            spiritualità non è il blaterare preghiere o
            professare un credo, portare una croce al collo o
            un cappuccio in
            testa.
            Spiritualità è mettesi in "contatto" col mondo
            che noi non chiamiamo materiale. E questo
            "contatto" è un contatto tangibile e non è un
            presupposto di fede. In termini scientifici
            possiamo dire che è la capacità di usare una
            parte del cervello che l'uomo comune non usa mai
            o quasi
            mai.
            .Bene, ma ti ricordo che il fatto che usiamo solo una parte del nostro cervello è una BUFALA

            - La scienza "moderna" ha il vantaggio non

            indefferente di essere l'unica a dare delle

            certezze.
            Beh su questo ho i miei dubbi. Le certezze sono
            certe fintanto che non cadono e lasciano il posto
            ad altre certezze. La scienza si avvicina alla
            conoscenza un pò per volta, con approssimazioni e
            le certezze bisogna abbandonarle per poter
            continuare il cammino nella
            conoscenza.
            Quindi certezze non molto certe, o possiamo
            considerarle tali fintanto che le basi di queste
            sono sufficienti ad un certo
            uso.
            Sì, ma solo le certezze scientifiche permettono di ottenere un progresso tecnologico.

            - La scienza permette il progresso
            dell'intero

            genere umano, a differenza della
            spiritualità,

            che, come quasi ogni altra cosa e come da te

            confermato, è utile perlopiù ai

            singoli.

            La scienza è una base per la conoscenza ed è in
            evoluzione poichè deve rispondere a delle
            esigenze umane comuni. Tuttavia la via
            dell'interiorità è necessaria all'individuo per
            progredire più rapidamente, o per meglio dire per
            evolversi. L'evoluzione individuale non si
            realizza solo con la conoscenza esteriore. Questa
            è
            insufficiente.
            Popoli apparentemente più primitivi e con pochi
            mezzi esteriori hanno dimostrato di avere un
            livello di civiltà superiore ai popoli che
            avevano a disposizioni mezzi o armi o tecnologia
            più sofisticata. La nostra civiltà soffre di
            questa mancanza dell'evoluzione umana che si
            dimostra insufficiente sul piano etico e
            spirituale. E questo è anche dovuto al fatto che
            le religioni non sono state capaci di diffondere
            vera spiritualità, ma solo di imporre falsi
            valori solo apparentemente
            spirituali.Beh, io scelgo la civiltà industriale. Sai com'è... non credo che la spiritualità impedisca di crepare di dissenteria o altre amenità.
          • ninjaverde scrive:
            Re: stupidità

            Beh, io scelgo la civiltà industriale. Sai
            com'è... non credo che la spiritualità impedisca
            di crepare di dissenteria o altre
            amenità.La civiltà industriale è già in grave crisi. Per risolverla (con i parametri che si usano adesso) servirebbe una bella guerra, così si distrugge e poi si ricostruisce superando la crisi.Non è proprio un granchè come civiltà.Anche la medicina industriale ha bisogno di malati e se sono cronici ancora meglio. Si possono cambiare le cose?E' possibile ma occorrono grossi cambiamenti.Cosa c'entra la spiritualità?Indirettamente c'entra, poichè è un mezzo evolutivo dell'uomo.Serve anche per vedere oltre il confina materiale. Ed il confine "materiale" è ciò che noi vogliamo vedere, è il nostro mondo virtuale.Se andiamo un pò oltre questi confini ci accorgeremo che certi valori materiali non sono sempre importanti, ma sono solo mezzi essi stessi per la nostra evoluzione. In quanto al nostro corpo fisico, per ora e per il nostro livello evolutivo, è necessario che ad un certo punto il corpo cessi di vivere poichè il sistema "vita" sulla Terra ha dei cicli di vita-morte, ed il corpo ha bisogno di una scusa per morire. Poi è chiaro ce se una civiltà ha una buona amministrazione e le cure sono fatte per aiutare la guarigione e non per creare malati permanenti, si ha una migliore qualità di vita ed anche maggiori possibilità di dedicarci alla ricerca scientifica e spirituale.
          • Aleb scrive:
            Re: stupidità
            Corbezzoli, mi hanno cassato il post! Bon, eccone un remix.- Scritto da: ninjaverde

            Beh, io scelgo la civiltà industriale. Sai

            com'è... non credo che la spiritualità
            impedisca

            di crepare di dissenteria o altre

            amenità.

            La civiltà industriale è già in grave crisi. Per
            risolverla (con i parametri che si usano adesso)
            servirebbe una bella guerra, così si distrugge e
            poi si ricostruisce superando la
            crisi.
            Non è proprio un granchè come civiltà.Questa crisi non è la prima, e non sarà l'ultima; e non tutte le crisi sfociano in guerra.
            Anche la medicina industriale ha bisogno di
            malati e se sono cronici ancora meglio.
            Si può sempre scegliere di non affrontare certe cure, a proprio rischio.
  • Leguleio scrive:
    Per inquadrare il fatto
    Ricordiamo che Youtube è un'impresa privata, che ha fine di lucro. Non è in alcun modo legata alle organizzazioni come la Federal communications commission americana, o altre simili in Europa, che si occupano della neutralità della Rete. A nessuno piace come ha chinato la testa dopo la richiesta di governi indegni, ma è un suo diritto commerciale, per evitare di perdere inserzionisti in loco. Chissà quante volte lo ha fatto in precedenza, per non ledere la maestà del re della Thailandia, oppure per non urtare la suscettibilità della Cina nella questione del Tibet, o... Solo che non è stato reso noto.
    • painlord2k scrive:
      Re: Per inquadrare il fatto
      Di sicuro non ha mai censurato i video contro Berlusconi.La differenza è che quelli del PDL non ti decapitano se si sentono offesi.Il Titolo doveva essere "la repressione Islamica". L'Islam non si è rivoltato contro nulla, ha aggredito come sempre fa chi non si piega ai suoi dictat.
      • Leguleio scrive:
        Re: Per inquadrare il fatto
        - Scritto da: painlord2k
        Di sicuro non ha mai censurato i video contro
        Berlusconi.Nemmeno qui c'è stata censura. La parola "censura" viene usata come slogan a destra e a manca, senza avere idea di cosa fosse esattamente quando era davvero in vigore. Era la proibizione <B
        preventiva </B
        che gravava su un cittadino di pubblicare qualsiasi cosa per iscritto, sotto il vero nome e perfino sotto pseudonimo. Il tipografo che contravveniva alla disposizione rischiava pene molto pesanti.Qui hanno bloccato l'acXXXXX al video in alcuni Stati islamici (non tutti). E anche da lì, magari qualche tecnico ne sa più di me, si potrebbero raggiungere con un proxy server.
        Il Titolo doveva essere "la repressione
        Islamica". L'Islam non si è rivoltato contro
        nulla, ha aggredito come sempre fa chi non si
        piega ai suoi
        dictat.Vedere diktat in Paesi, come l'Egitto o lo Yemen, che non contano nulla a livello internazionale, fa sorridere.Ma forse il dictat, con la c, è una forma più mite di diktat, con la k. È un diktat emesso da un chihuahua, o da un cane pechinese capriccioso.
  • Surak 2.0 scrive:
    Benghazi?
    All'autore sfugge forse che c'è pure il nome italiano, anzi.. forse pure più corretto vista la storia tra i due Paesi (ultimo massacro compiuto compreso)? Bengasi.Quanto al console americano..in un certo senso si è suicidato
    • Leguleio scrive:
      Re: Benghazi?
      - Scritto da: Surak 2.0
      All'autore sfugge forse che c'è pure il nome
      italiano, anzi.. forse pure più corretto vista la
      storia tra i due Paesi (ultimo massacro compiuto
      compreso)?Anch'io preferirei la grafia italiana, ma sui quotidiani si vede anche di peggio, a cominciare da The Hague al posto de L'Aia. Comunque Benghazi è un abbozzo di traslitterazione dall'arabo. In arabo è بنغازي‎, la traslitterazione scientifica è Binġāzī o Benġāzī.
      • Surak 2.0 scrive:
        Re: Benghazi?
        - Scritto da: Leguleio
        Anch'io preferirei la grafia italiana,In fondo siamo in Italia ed ne esiste il termine corretto e diffuso
        ma sui
        quotidiani si vede anche di peggio, a cominciare
        da The Hague al posto de L'Aia.La sai no, quella della mamma sempre incinta? Ormai i giornalisti fanno concorrenza ai comici
        Comunque Benghazi
        è un abbozzo di traslitterazione dall'arabo.Lo è pure il termine italiano (magari più basato sulla pronuncia, non so)
        In
        arabo è
        بنغازي‎,Bisogna vedere come pronunciano la z gli arabi, ma resta il fatto che gli articoli in italiano, a meno di citazioni, dovrebbero usare termini italiani
        • Carletto scrive:
          Re: Benghazi?
          Ma è così importante la pronuncia di una sillaba? :s
          • Leguleio scrive:
            Re: Benghazi?
            - Scritto da: Carletto
            Ma è così importante la pronuncia di una sillaba?

            :sDi una parola, vorrai dire.Certo che è importante. È parte del bagaglio culturale. Chi pronuncia "le rene in spegne grecide in chempegne" fa trapelare immediatamente la sua origine sociale. Cfr <I
            My fair lady </I
            .
      • Funz scrive:
        Re: Benghazi?
        - Scritto da: Leguleio
        Anch'io preferirei la grafia italiana, ma sui
        quotidiani si vede anche di peggio, a cominciare
        da The Hague al posto de L'Aia.Interessante, avevo già sentito "La Hague" e mi ero vagamente chiesto che città fosse.. ma non avrei immaginato fosse l'Aia :)Io comunque sarei per chiamare tutte le città col loro nome nativo. Abolirei pure Londra e Parigi in favore di London e Paris, purché anche tutti gli altri dicano Roma e Firenze ;)Ad esempio, Torino ha fatto bene a farsi chiamare così durante le Olimpiadi, e malissimo ha fatto a mettere l'orrido cartellone "Turin Airport" in faccia a tutti quelli che sbarcano a Caselle... :(Ma so di essere forse l'unico sul pianeta a pensarla così :D
        • Leguleio scrive:
          Re: Benghazi?
          - Scritto da: Funz
          - Scritto da: Leguleio
          Interessante, avevo già sentito "La Hague" e mi
          ero vagamente chiesto che città fosse.. ma non
          avrei immaginato fosse l'Aia
          :)Per completezza, va detto che la città in olandese si chiama s-Gravenhage, puoi ascoltare la pronuncia qui:http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/6/6a/Nl-%27s-Gravenhage.oggDen Haag è una forma accorciata, per coloro che non vogliono studiare l'olandese.
          Io comunque sarei per chiamare tutte le città col
          loro nome nativo. Temo che l'etichetta "nome nativo" potrebbe essere un'arma a doppio taglio. Perché se nome nativo ha da essere, gli abitanti del comune di Cantello, in provincia di Varese, dovrebbero riprendere l'antica denominazione di XXXXXnne. E molti nomi in Alto Adige tornerebbero all'unica forma tedesca esistente prima del 1918: quanti sanno che Vipiteno in tedesco è Sterzing?
  • Alessio scrive:
    Rimozioni
    Se si trattava di materiale Mediaset non sarebbe scoppiata alcuna rivolta.
    • Franco scrive:
      Re: Rimozioni
      - Scritto da: Alessio
      Se si trattava di materiale Mediaset non sarebbe
      scoppiata alcuna
      rivolta.Per piacere non scrivere ca44ate!
      • Alessio scrive:
        Re: Rimozioni
        - Scritto da: Franco
        - Scritto da: Alessio

        Se si trattava di materiale Mediaset non sarebbe

        scoppiata alcuna

        rivolta.

        Per piacere non scrivere ca44ate!Ah perchè Mediaset non ha argomenti convincenti per far rimuovere materiali di sua proprietà da youtube, no no no...
        • Franco scrive:
          Re: Rimozioni
          - Scritto da: Alessio
          - Scritto da: Franco

          - Scritto da: Alessio


          Se si trattava di materiale Mediaset
          non
          sarebbe


          scoppiata alcuna


          rivolta.



          Per piacere non scrivere ca44ate!
          Ah perchè Mediaset non ha argomenti convincenti
          per far rimuovere materiali di sua proprietà da
          youtube, no no
          no...La rivolta sarebbe scoppiata comunque! Non mettiamola sempre sul piano politico.
        • Sgabbio scrive:
          Re: Rimozioni
          se tra i video rimossi, ci sono collage, video musicali e tributi vari che non violano nessun diritto d'autore, si.
  • Sam.. scrive:
    Mah
    La famosa libertà della rete, con tutte le sue riserve
  • Mario Ubaldi scrive:
    ...
    Per un film sul profeta Maometto i musulmani di tutto il mondo si ribellano, e non sarebbe la prima volta.Che cosa dovrebbero fare i cristiani allora, con tutti i film offensivi che sono stati prodotti contro il cristianesimo?E sulle violenze perpetrate dai musulmani nei confronti delle minoranze cristiane residenti nei loro territori che dovremmo fare, attaccare le ambasciate dei paesi arabi in occidente?Ma che vadano a quel paese, anzi quelli che sono qui se ne tornino al loro paese!
    • Alessio scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: Mario Ubaldi
      Per un film sul profeta Maometto i musulmani di
      tutto il mondo si ribellano, e non sarebbe la
      prima
      volta.

      Che cosa dovrebbero fare i cristiani allora, con
      tutti i film offensivi che sono stati prodotti
      contro il
      cristianesimo?
      E sulle violenze perpetrate dai musulmani nei
      confronti delle minoranze cristiane residenti nei
      loro territori che dovremmo fare, attaccare le
      ambasciate dei paesi arabi in
      occidente?

      Ma che vadano a quel paese, anzi quelli che sono
      qui se ne tornino al loro
      paese!Non ti viene il dubbio che esistano musulmani nati in Italia da famiglia italiana?
      • Mario Ubaldi scrive:
        Re: ...
        - Scritto da: Alessio
        - Scritto da: Mario Ubaldi
        Non ti viene il dubbio che esistano musulmani
        nati in Italia da famiglia
        italiana?Si si, ma anche per loro se tu non sei musulmano sei un essere umano di second'ordine. Basta leggere alcuni brani del Corano in merito.
    • Monti scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: Mario Ubaldi
      Per un film sul profeta Maometto i musulmani di
      tutto il mondo si ribellano, e non sarebbe la
      prima
      volta.

      Che cosa dovrebbero fare i cristiani allora, con
      tutti i film offensivi che sono stati prodotti
      contro il
      cristianesimo?
      E sulle violenze perpetrate dai musulmani nei
      confronti delle minoranze cristiane residenti nei
      loro territori che dovremmo fare, attaccare le
      ambasciate dei paesi arabi in
      occidente?

      Ma che vadano a quel paese, anzi quelli che sono
      qui se ne tornino al loro
      paese!Si straquoto XXXXX .. Paghiamoli con la stessa moneta...
    • troll detector scrive:
      Re: ...
      - Scritto da: Mario Ubaldi
      Per un film sul profeta Maometto i musulmani di
      tutto il mondo si ribellano, e non sarebbe la
      prima
      volta.Ti rispondo anche se sei un troll, perché comunque certe cose vale sempre la pena puntualizzarle.Musulmani di tutto i mondo? A me risulta siano quattro esagitati in alcuni paesi arabi.Non mi sembra di aver sentito di rivolte legate a quel video in Turchia, in Indonesia, in Marocco, e così via. Nemmeno in Italia, dove tuttavia di musulmani non ce ne sono pochi. Evidentemente la stragrande maggioranza degli islamici del film idiota se ne fregano, e giustamente.Per quanto riguarda gli attacchi armati, di terrorismo oltre a quello islamico ce n'è stato anche di cristiano (in Irlanda del Nord), di destra e sinistra (anni di piombo, bomba di Oklahoma City), di matrice etnica (Paesi Baschi, Kurdistan), di tipo criminale (bombe di mafia), anti-islamico (Breivik in Norvegia), ecc ecc.Non parliamo poi degli attacchi "terroristici" organizzati direttamente dagli stati, e anche qui se ne trovano di tutti i colori e posizioni.Bombe, mitra e lanciarazzi di solito si usano dove ci sono problemi politici o economici e la motivazione (o giustificazione) può essere di ogni tipo, religiosa, areligiosa, politica, ideologica, etnica.Ciao troll, stammi bene.
      • supertroll detector scrive:
        Re: ...
        Se uno ha un parere che tu non condividi è un troll...Io sono d'accordo con M.U. quindi tu sei un supertroll! (troll)(troll)(troll)
      • CHKDSK scrive:
        Re: ...
        4 esagitati? Sono centinaia di milioni. Non esiste l'islam moderato, c'è l'islam e basta e non conosce la separazione tra religione, stato e società.
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: ...
      contenuto non disponibile
      • rocky scrive:
        Re: ...
        battutona.....ripetila ai tuoi figli quando saranno costretti a pregare su un tappeto...
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: ...
          contenuto non disponibile
          • Carletto scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: rocky

            battutona.....

            Quale battuta.
            Quello è l'insegnamento di Cristo.
            Se non sei ni grado di accoglierlo, non sei
            cristiano.Non puoi prendere alla lettera questi insegnamenti. Il discorso del porgere l'altra guancia probabilmente era un'invito a non avere paura.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: ...
            contenuto non disponibile
          • Carletto scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: Carletto


            Non puoi prendere alla lettera questi

            insegnamenti.

            TROPPO COMODO prendere alla lettera ciò che piace
            ed intepretare ciò che non
            piace.Troppo comodo per chi?
            Nessuno può arrogarsi il diritto di mettere voce
            sul senso delle parole del
            Signore.
            Chi lo fa si sostituisce ad Esso e pertanto
            compie il peccato capitale di
            blasfemia.Lo dici tu che (a quanto ho capito) sei un ateo materialista? :|
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: ...
            contenuto non disponibile
          • Carletto scrive:
            Re: ...
            Ribadisco che non si può prendere alla lettera ogni riga della Bibbia, anche perchè molte parti di essa sono quasi incomprensibili e si prestano a molteplici interpretazioni anche da parte dei biblisti più esperti.Detto questo è evidente che il tuo intervento è di natura provocatoria. La frase: "ecco che si svela la vera natura del Giuda che è nel finto credente" è a dir poco offensiva. Quindi con te, caro troll loggato, il discorso termina qui! (troll)
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: ...
            contenuto non disponibile
          • Carletto scrive:
            Re: ...
            Troll. (troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)
          • troll detected scrive:
            Re: ...
            - Scritto da: unaDuraLezione

            TROPPO COMODO prendere alla lettera ciò che piace
            ed intepretare ciò che non
            piace.
            Nessuno può arrogarsi il diritto di mettere voce
            sul senso delle parole del
            Signore.
            Chi lo fa si sostituisce ad Esso e pertanto
            compie il peccato capitale di
            blasfemia.01/10.
    • MustafaKema l scrive:
      Re: ...
      Be', penso che si possa risolvere tutto consegnando a un gruppo islamico integralista il pastore Jones, e poi iniziando una bella crociata contro l'impero ottomano :P
      ;
      eheheheP.S. detto questo: se alcuni Paesi occidentali (USA inclusi) non avessero sostenuto qualla fesseria di ventata di c.d. libertà denominata "primavera araba" l'integralismo nord-africano sarebbe ancora _militarmente_ sotto controllo ..
      • nessuno2 scrive:
        Re: ...
        - Scritto da: MustafaKema l
        Be', penso che si possa risolvere tutto
        consegnando a un gruppo islamico integralista il
        pastore Jones, e poi iniziando una bella crociata
        contro l'impero ottomano :P
        ;

        ehehehe

        P.S. detto questo: se alcuni Paesi occidentali
        (USA inclusi) non avessero sostenuto qualla
        fesseria di ventata di c.d. libertà denominata
        "primavera araba" l'integralismo nord-africano
        sarebbe ancora _militarmente_ sotto controllo
        ..per quanto la battuta sia simpatica, temo purtroppo di averla capita solo io. Non ti angosciare a tentare di far capire tre cose in croce ai signori che leggono o che scrivono qui, la maggior parte sono dei troll senza cultura minima che non hanno nulla da fare se non inondare gli altri con il loro odio. Fattelo dire da una che ci ha provato per qualche anno, ma dopo dodici li vedi ancora qui, a sputare odio sul mondo intero, quindi non ti dar pena, non rispondergli e non tentare di fargli capire nulla, perchè se Dio avesse voluto che comprendessero anche solo una parola, dopo dodici anni avrebbero capito, anche prima...;)Il rispetto non è nella loro personalità, non sanno nemmeno cosa sia, quindi evita di perdere tempo, perchè questo sono, solo una perdita di tempo. che Dio ti benedica...
      • eleirbag scrive:
        Re: ...
        La primavera araba l'hanno cavalcata, ma solo in Libia,l'Inghilterra e la Francia per motivi di sfuttamentodelle enormi risorse di quel paese.Difatti in Egitto e in Siria come in Tunisia tutti sene sono tenuti ben alla larga, visto che erano paesiquasi impossibili da sfruttare, o comunque non cosìfacilmente sfruttabili.Per il resto concordo con te.La cosa bella e che il primo che denuncio pubblicamenteal mondo Osama Bin Laden come terrorista fu propio Mu'ammar Gheddafi. La cosa dovrebbe far riflettere enon poco.
Chiudi i commenti