IFA2015/ Intel Core, la sesta generazione è quella giusta

Santa Clara non si nasconde e punta forte sul nuovo processore. Novità per ogni form-factor e grandi ambizioni

Berlino – “Il miglior processore Intel di sempre”; e poi, “Il processore più importante per Intel da 10 anni a questa parte”. Kirk Skaugen, vicepresidente del chipmaker più importante del pianeta, gioca al rialzo nel presentare al pubblico la sesta generazione della piattaforma Core, da tempo ormai la piattaforma leader incontrastata del panorama computing desktop e laptop. Skylake, questo il nome in codice, garantisce un salto in avanti importante alle prestazioni (soprattutto grafiche), in particolare se parametrizzato come fa Intel ai prodotti in circolazione da qualche anno e ormai sull’orlo dell’obsolescenza: per questo costituisce un tassello importante della strategia di Santa Clara.

Kirk Skaugen

Cominciamo proprio da qui: secondo Intel sono decine e decine di milioni i PC nelle case e negli uffici con più di tre anni sulle spalle. Il confronto prestazionale viene fatto rispetto a un prodotto del 2010: Skylake è in grado di offrire 2,5 volte le prestazioni di un processore di cinque anni fa, 30 volte le perfomance della grafica integrata e tre volte la durata della batteria . Soprattutto, il confronto è impietoso quando si mettono a paragone le misure e il peso: sembra passata una vita quando si guarda un “vecchio” portatile del 2010, confrontato con gli ultrabook attuali privi di lettore ottico e con a bordo connettività USB 3.0 e Thunderbolt 3. Senza contare che oggi, in taluni casi, è possibile fare a meno delle ventole per il raffreddamento. In circolazione, dunque, ci sono tanti PC che potranno o dovranno essere sostituiti nel giro di pochi mesi.

Sul piano tecnico, messa da parte la questione strategica, ci sono vari elementi da considerare. Il processo produttivo a 14nm è uno di questi (anche se non è una novità assoluta), ma non va trascurata neppure la nuova unità grafica Intel Iris e Iris Pro: la grafica di nona generazione di Santa Clara, in particolare la versione GT4 con 72 unità elaborative con eDRAM (sarà identificata dalla sigla Intel HD Graphics 5xx), garantisce una prestazione comparabile a quella di una scheda grafica discreta di sole poche generazioni addietro, offrendo in hardware la possibilità di ottimizzare a livello di processore il decoding dei flussi 4K e H.265. Le dimostrazioni in tal senso non sono mancate sul palco, segno che rispetto al passato Intel sceglie di puntare su un tema decisamente più mainstream (la ultra-alta definizione) invece dei benchmark e del calcolo dei transistor nel die.

A guardare l’elenco delle CPU lanciate si rimane piuttosto colpiti, se non spiazzati: 48 nuove CPU , prodotti che spaziano dai 4,5 ai 91W di TDP e che sono destinati a equipaggiare sistemi di potenza crescente. Serie Y per i tablet e i convertibili, serie U per i laptop e piccoli All-in-one, serie H per i portatili di fascia alta e serie S per i desktop: interessante anche il fatto che, tra i vari cambi di denominazione, anche la linea Core M guadagni l’onomastica Core M3, Core M5 e Core M7 per chiarire al meglio la potenza crescente dei nuovi processori.

Da questo punto di vista c’è da apprezzare lo sforzo: quattro anni di lavoro hanno prodotto una sorta di “grande riunificazione” dell’architettura x86 di Intel, che spazia e scala ora dal basso consumo al desktop di livello workstation, con una spruzzata di Windows 10 che esalta le performance e i tempi di riavvio di queste nuove macchine. Un altro fattore da considerare è anche l’avvio della transizione verso DDR4 : è ancora prematuro forse per sancire il passaggio, ma chi intendesse fare un acquisto ponderato farà bene a prendere in considerazione le prime motherboard e i primi laptop che saranno lanciati da qui a breve con a bordo la nuova generazione di memorie.

generazioni a confronto

Il form-factor prediletto di Intel è comunque il 2in1 : questi convertibili con la tastiera staccabile, stando ai dati forniti, solo la classe di apparecchi col tasso di crescita più alto (e propensione al ricambio elevata), secondi solo ai phablet. Parliamo di apparecchi molto diversi da un comune laptop, il primo tentativo di offrire qualcosa di diverso dopo la rivoluzione dell’era post-PC: il sillogismo portato avanti da Skaugen è che avendo oggi la possibilità di acquistare un 2in1 con prestazioni decisamente superiori e autonomia comparabile a quelle di un tablet con processore non-Intel, i consumatori finiranno per scegliere il prodotto Intel Inside (ogni riferimento ad iPad non è assolutamente casuale).

Per differenziare ulteriormente il prodotto Intel ovviamente fa sfoggio delle fotocamere stereoscopiche RealSense, che aggiungono capacità interessanti al pacchetto, senza contare le altre innovazioni come il DMI 3.0 che si trovano sotto il cofano ma che poco o nulla dicono all’uomo della strada. Più accattivante per i più potrebbe risultare lo sforzo di Intel di tagliare i fili: WiDi, anche in versione Pro, WiGig, WiFi ovviamente . E poi anche la ricarica wireless, argomento di gran moda, e per la quale Intel sembra essere in grado di giocare un ruolo significativo col suo peso specifico e con le idee che sta mettendo sul piatto riguardo sia l’integrazione negli apparecchi che la costruzione di basi di ricarica facili da usare e installare.

Il resto delle novità erano state di fatto già anticipate allo scorso IDF , e consistono soprattutto in particolari tecnici: come il miglioramento nel parallelismo di esecuzione delle istruzioni , grazie anche a una rinnovata capacità di decostruzione delle stesse che permette di ottimizzare lo sfruttamento delle diverse componenti della CPU. Abbiamo poi già parlato di SGX e MPX, rispettivamente Software Guard Extensions e Memory Protection Extensions , due novità per quanto riguarda la sicurezza e il controllo di come il codice viene eseguito.

nuovi nuc e compute stick

La nuova tecnologia SpeedShift dovrebbe cambiare significativamente la gestione energetica della CPU: Skylake rispetto ai suoi predecessori dovrebbe essere più flessibile e ridurre i tempi di passaggio da uno stato energetico all’altro, offrendo tra l’altro pieno controllo di certe funzioni direttamente al sistema operativo. Infine, anche questo abbiamo già parlato, c’è la eDRAM che cessa di essere solo una cache L4 per la CPU e diventa una vera e propria memoria ulteriore che avvicina significativamente la RAM all’unità elaborativa a tutto vantaggio della velocità complessiva.

il wafer di skylake

Vale la pena in conclusione segnalare qualcosa: il cambio di strategia comunicativa di Intel, meno chipmaker e più azienda di elettronica di consumo , che addirittura ha un wearable fitness da annunciare (il BASIS ), e che con quest’ultimo e con la piccolissima piattaforma Curie spera di riuscire a farsi strada nella Internet delle cose. A giudicare da questi discorsi sembrerebbe quasi che Intel abbia ormai dato definitivamente per spacciato il PC e che il suo sguardo si rivolga altrove: non è così, in ogni caso, e come già successo più volte in passato il personal computer potrebbe risorgere dalle proprie ceneri anche grazie a tecnologie come l’ibrido d’archiviazione 3DXpoint da poco annunciato proprio da Intel stessa.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • GONNA scrive:
    prestito
    Buonasarà a tuttiSono molto contento stasera perché ho appena ricevuto il moi prestito da 5000 CINZIA signora Milani Avete che sono nel bisogno, contattare l'indirizzo: milanicinzia62@outlook.com
    • fesso chi ci casca scrive:
      Re: prestito
      - Scritto da: GONNA
      Buonasarà a tutti
      Sono molto contento stasera perché ho appena
      ricevuto il moi prestito da 5000 CINZIA signora
      Milani Avete che sono nel bisogno, contattare
      l'indirizzo:
      succhioXXXXX@outlook.comA un mio amico è capitata una proposta simile, e poi gli è capitato di non poter restituire i soldi.Gli hanno prima spezzato il pollice e poi, non potendo più lavorare e quindi guadagnare, gli hanno rapito i figli per venderne i reni.Tutto vero.Adesso vive nelle fogne di Calcutta chiedendo l'elemosina ai topi.
      • bubba scrive:
        Re: prestito
        - Scritto da: fesso chi ci casca
        - Scritto da: GONNA

        Buonasarà a tutti

        Sono molto contento stasera perché ho appena

        ricevuto il moi prestito da 5000 CINZIA
        signora

        Milani Avete che sono nel bisogno, contattare

        l'indirizzo:

        succhioXXXXX@outlook.com

        A un mio amico è capitata una proposta simile, e
        poi gli è capitato di non poter restituire i
        soldi.
        Gli hanno prima spezzato il pollice e poi, non
        potendo più lavorare e quindi guadagnare, gli
        hanno rapito i figli per venderne i
        reni.
        Tutto vero.
        Adesso vive nelle fogne di Calcutta chiedendo
        l'elemosina ai
        topi.forte cmq...... io credevo fosse il solito ritardato che passa per P.I. dopopranzo... invece e' uno spammer "professionista" (basta googolare 2 secondi) ...
        • panda rossa scrive:
          Re: prestito
          - Scritto da: bubba
          forte cmq...... io credevo fosse il solito
          ritardato che passa per P.I. dopopranzo... invece
          e' uno spammer "professionista" (basta googolare
          2 secondi)
          ...Del resto il market share dei sistemi operativi gli da' ragione.
  • facciacomei lculosuca scrive:
    Si ma........
    bello il campeggio salvo andare a dormire in albergo vero Calamà??Brutta roba l'età....E chi se lo poteva perdere il talk sui captatori informatici!!!Tutti insieme: paladini della privacy(Hermes), sbirri (rebusgabrini), gente che aveva appuntamento qualche mese prima con HackingTeam (Flora), pseudo giornalisti, tutti insieme per rivendicare l'uso di malware di stato in nome di Pedo-XXXXX-mafia-satanisti....un bello schifo e tutti sotto lo stesso tetto! Eh bhe ma voi siete ethical giusto??? Quelli che qualche anno prima citavano Benjamin Franklin nei loro talk...se foste stati sul palco principale vi avrebbero giustamente crocifisso...Mi sa che Cassandra è diventata Elena di XXXXX!!!
  • facciacomei lculo scrive:
    Si ma........
    Si ma....bello il campeggio salvo andare a dormire in albergo vero Calamà??Brutta roba l'età....E chi se lo poteva perdere il talk sui captatori informatici!!!Tutti insieme: paladini della privacy(Hermes), sbirri (rebusgabrini), gente che aveva appuntamento qualche mese prima con HackingTeam (Flora), pseudo giornalisti, tutti insieme per rivendicare l'uso di malware di stato in nome di Pedo-XXXXX-mafia-satanisti....un bello schifo e tutti sotto lo stesso tetto! Eh bhe ma voi siete ethical giusto??? Quelli che qualche anno prima citavano Benjamin Franklin nei loro talk...se foste stati sul palco principale vi avrebbero giustamente preso a calci...Mi sa che Cassandra è diventata Elena di XXXXX!!!
  • bubba scrive:
    ebbravo cala ...
    domande sparse...- qualche evento geeky/hackish ufficioso non lo racconti (in dettaglio)?- sono curioso di quali fossero i "3 speech penosi"... si puo' dire sia peccato che peccatore qui...- su r4dio non ho niente da dire xche "conoscevo" gia' hackrf (e il suo cugino stripped hackrf blue) e anche altro parentado vario.. sarebbe solo figo se iniziassero a venderlo (una corsa a chi-fa-l'SDR-piu'-cheap :P )
    • prova123 scrive:
      Re: ebbravo cala ...
      5500 XXXXXroli ... immagino che nemmeno uno di questi abbia mai fatto in vita sua hacking di sistemi radio o meglio abbia mai pensato in vita sua di fare hacking di sistemi radio e pure con tanto di stipendio e contributi inps! :D
      • bubba scrive:
        Re: ebbravo cala ...
        - Scritto da: prova123
        5500 XXXXXroli ... immagino che nemmeno uno di
        questi abbia mai fatto in vita sua hacking di
        sistemi radio o meglio abbia mai pensato in vita
        sua di fare hacking di sistemi radio e pure con
        tanto di stipendio e contributi inps!
        :De pensi male :)
        • prova123 scrive:
          Re: ebbravo cala ...
          è nella mia natura pensare male ... ho molti nomi e parlo lingue a me sconosciute e non sto dicendo il falso! :D
          • prova123 scrive:
            Re: ebbravo cala ...
            PS: mi sono espresso male, non si trattava di hacking ma di reverse engeenering.
          • hakker123 scrive:
            Re: ebbravo cala ...
            Materia di cui sei così esperto da non saperlo neppure scrivere...è proprio vero il mondo ha bisogno di te.(rotfl)(rotfl)
          • prova123 scrive:
            Re: ebbravo cala ...
            la mia era una battuta per loro non per me. Ma secondo te uno può fare reverse ed essere pagato regolarmente con i contributi inps ? Il reverse è più vicino ad una attività alchemica da notti di luna piena da farci un film. Il mondo non ha bisogno di nessuno ed ha cose più importanti a cui pensare e non certo ai commentatori di PI. :)
    • Marco Calamari scrive:
      Re: ebbravo cala ...
      Ciao,per gli eventi ufficiosi bisogna esserci ... od usare gli stessi canali non ufficiali ... contattami in pvtIl talk piu' penoso, date anche le potenzialita' che aveva ed il titolo azzeccato, secondo me e' stato "A Torifiyng Tale"Quello che ci azzeccava meno forse era quello sul formaggio vegano, ma non potrei dire se fosse di qualita' perche' ovviamente non sono andato a sentirlo.
Chiudi i commenti