Il contante costa più del POS agli esercenti: accettare pagamenti con carta conviene

Il contante costa più del POS agli esercenti: accettare pagamenti con carta conviene

Accettare i pagamenti con il POS comporta spese complessive inferiori rispetto ai pagamenti in contante come conferma un'indagine di Banca d'Italia.
Accettare i pagamenti con il POS comporta spese complessive inferiori rispetto ai pagamenti in contante come conferma un'indagine di Banca d'Italia.

La questione dei pagamenti al POS è sempre molto attuale. Un’indagine di Banca d’Italia, relativa ai dati del 2020, conferma, però, che per gli esercenti la scelta tra POS e contanti non è scontata. A differenza di quanto credono in molti, infatti, in media, per un esercente accettare pagamenti tramite carta è più conveniente che accettare pagamenti in contanti.

L’indagine conferma, infatti, che le spese legate all’accettazione del contante sono più alte del 53% rispetto a quelle legate all’accettazione di pagamenti tramite carte di pagamento (a parità di transato). Sulla questione, infatti, entrano in gioco vari fattori. Per i pagamenti al POS, infatti, bisogna considerare le commissioni applicate dall’istituto oltre a eventuali costi fissi per il dispositivo (solitamente molto ridotti).

Per i contanti, invece, ci sono vari oneri variabili di vario tipo da considerare come la sicurezza, con il rischio di furto sempre dietro l’angolo, il tempo necessario per contare l’incasso e le assicurazioni. Avere a disposizione un POS e accettare pagamenti con carta può, quindi, essere la scelta più conveniente per esercenti e professionisti, a prescindere dal volume di transato nel corso di un anno.

Scegliendo myPOS, ad esempio, è possibile azzerare i costi fissi e ridurre le commissioni fino a 1,2% del transato andando a beneficiare anche del bonus fiscale che garantisce un credito di imposta per gli esercenti che accettano pagamenti con carta.

Con myPOS si abbattono i costi per accettare pagamenti

Le soluzioni proposte da myPOS sono diverse. È possibile scegliere tra cinque diversi modelli di POS, con un costo d’acquisto a partire da 29 euro una tantum e, soprattutto, senza alcun canone mensile, abbattendo così i costi fissi legati all’utilizzo del POS.

Con le soluzioni di myPOS è, inoltre, possibile accettare pagamenti effettuati con carte di praticamente qualsiasi circuito di pagamento. Per quanto riguarda le commissioni, per i pagamenti con carte personali italiane, la commissione è di 1,2% + 0,05 euro per transazione.

mypos

Una soluzione di questo tipo, con commissioni ridotte e senza costi fissi, è ideale, quindi, sia per chi accetta pochi pagamenti durante l’anno che per chi, invece, effettua numerose transazioni e può utilizzare il POS in tutta tranquillità, riducendo, fino ad azzerare il costo del denaro.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 28 ott 2022
Link copiato negli appunti