Il discorso di Mattarella: Repubblica, Italia, Dignità

Il discorso di Mattarella: Repubblica, Italia, Dignità

Ecco le parole usate dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione del discorso al Parlamento per l'inizio del suo nuovo mandato.
Ecco le parole usate dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione del discorso al Parlamento per l'inizio del suo nuovo mandato.

Il discorso del Presidente Mattarella durante il giuramento che dà il via al suo nuovo mandato può essere seguito nelle registrazioni video o letto integralmente. Oppure se ne possono trarre le sfumature in questa word cloud, uno strumento sempre valido per un tratteggio impressionista di quello che è un intervento tanto importante:

Il discorso di Mattarella in word cloud

Il discorso del presidente Mattarella in word cloud

Dignità, Istituzioni, Paese, Costituzione, Repubblica, Parlamento, Democrazia: questi i cardini quantitativi del suo intervento. Ma a margine c’è anche quel “Magistratura” che è riecheggiato con forza tra i banchi della Camera.

Sono tre i passaggi più interessanti relativi al mondo dell’innovazione. Il primo legge questo aspetto come un ingrediente fondamentale: “Ma questa ripresa, per consolidarsi e non risultare effimera, ha bisogno di progettualità, di innovazione, di investimenti nel capitale sociale, di un vero e proprio salto di efficienza del sistema-Paese“. Il secondo legge l’innovazione come strumento: “Siamo i maggiori beneficiari del programma Next Generation e dobbiamo rilanciare l’economia all’insegna della sostenibilità e dell’innovazione, nell’ambito della transizione ecologica e digitale“. Il terzo la individua come nuovo e immediato pericolo, con riferimenti chiari alla Gig Economy ed a tutte le distorsioni che può riversare sulla società: “Tanti, troppi giovani sono sovente costretti in lavori precari e malpagati, quando non confinati in periferie esistenziali“.

Una stoccata al digital divide, inoltre, finalmente elevato a vera e propria questione di dignità: “Dignità è diritto allo studio, lotta all’abbandono scolastico, annullamento del divario tecnologico e digitale“.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 3 feb 2022
Link copiato negli appunti