Il Googleplex è sempre più verde

Google rinforza il proprio parco macchine aggiungendo nuovi modelli di veicoli elettrici. In arrivo anche altre colonnine di rifornimento per i googler che hanno scelto il trasporto ecologico

Roma – L’impegno di Google per l’energia pulita si manifesta anche dentro i cancelli di Mountain View. Quest’ultima ha infatti rinforzato il proprio parco di auto elettriche aggiungendo più di 30 veicoli a quelli già presenti.

Si chiama Gfleet il programma di car-sharing verde inaugurato da BigG nel 2007 in collaborazione con Honda. Oltre a prevedere veicoli ibridi aziendali, esso provvede anche a rifornire di energia elettrica gratuita le macchine elettriche dei dipendenti del Googleplex.

Ora , il parco macchine sarà arricchito di Nissan Leaf e Chevrolet Volt , utilizzate per eseguire le commissioni e svolgere altre attività aziendali che richiedono il trasporto in macchina.

Come spiegato sul blog ufficiale, quando Google ha lanciato, nel 2007, l’iniziativa RechargeIt , sul mercato non esistevano ancora veicoli elettrici. I primi modelli di automobile acquistati per il parco macchine verde di Mountain View sono stati la Toyota Prius e la Ford Escape riequipaggiate con batterie Hymotion A123. Col tempo, il programma Gfleet è diventato un valido strumento per i googler che utilizzano le navette biodiesel per recarsi al lavoro e i veicoli elettrici per lavorare.

Cristina Sciannamblo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • fRCYlqzGKQq dMberg scrive:
    hHIfbaAQeFjPjeQd
    http://buyprednisone.nu/#7900 prednisone, http://rogaineformen.ml/#4357 click for source, http://wwwsamedayloanscom.tk/#3157 quick deed forms,
  • vuoto scrive:
    Fine dello stato
    e meno male che hanno fatto loro la rivoluzione.Investimento per entrare nel mercato dei brevetti e tutelare i piccoli??? Ridurre tutto ai soldi significa che chi ne ha di piu' vince, altro che tutelare i piccoli.Bastano due righe di leggina a costo zero per tutelare i piccoli e i grandi e restituire ai brevetti la loro utilita' sociale: se il brevetto software risolve un problema che e' risolvibile da due laureati in informatica nel giro di un mese, il brevetto non lo si assegna.Gia' basterebbe.Se poi si hanno due anni per commercializzare un prodotto coperto da brevetti e la richiesta di danni da violazione di brevetto non puo' superare i danni calcolati sui volumi di vendita, voglio vedere quanti patent trolls possono campare.
    • cotton scrive:
      Re: Fine dello stato
      mi spieghi come modifichi le leggi sul copyright internazionali con una leggina francese ?si fa prima ad acquistare i brevetti e cederli (o venderli) alle piccole imprese al fine di tutelarle dai soliti colossi... prima che se ne impossessino loro (strategia che applicano da anni)....era questo il succo del discorso...
      • jfk scrive:
        Re: Fine dello stato
        - Scritto da: cotton
        mi spieghi come modifichi le leggi sul copyright
        internazionali con una leggina francese
        ?
        E perche' mai dovrebbero modificare le leggi sul copyright?
        si fa prima ad acquistare i brevetti e cederli (o
        venderli) alle piccole imprese al fine di
        tutelarle dai soliti colossi... prima che se ne
        impossessino loro (strategia che applicano da
        anni)....era questo il succo del
        discorso...Ah, ho capito. Allora, copyright da brevetti.Intanto i brevetti software in Europa non esistono e quindi andra' sanzionata la Francia, con buona pace del Governo d'oltralpa.
        • Mario scrive:
          Re: Fine dello stato
          lo sai che se brevetti qualcosa negli USA, se un cittadino USA brevetta la stessa cosa ti ci puoi pulire il sedere con il tuo brevetto?La cosa bisogna tenerla d'occhio, ma se lo scopo è dare "appoggio" ai piccoli contro i Patent Troll Internazionali l'idea non è malvagia...
        • cotton scrive:
          Re: Fine dello stato
          - Scritto da: jfk
          - Scritto da: cotton

          mi spieghi come modifichi le leggi sul copyright

          internazionali con una leggina francese

          ?



          E perche' mai dovrebbero modificare le leggi sul
          copyright?
          ma leggere il post appena sopra .... no è ? che pazienza ...
  • cotton scrive:
    Grandissimi
    I presupposti sono ottimi .. complimenti ..
Chiudi i commenti