Il Googleplex è sempre più verde

Google rinforza il proprio parco macchine aggiungendo nuovi modelli di veicoli elettrici. In arrivo anche altre colonnine di rifornimento per i googler che hanno scelto il trasporto ecologico
Google rinforza il proprio parco macchine aggiungendo nuovi modelli di veicoli elettrici. In arrivo anche altre colonnine di rifornimento per i googler che hanno scelto il trasporto ecologico

L’impegno di Google per l’energia pulita si manifesta anche dentro i cancelli di Mountain View. Quest’ultima ha infatti rinforzato il proprio parco di auto elettriche aggiungendo più di 30 veicoli a quelli già presenti.

Si chiama Gfleet il programma di car-sharing verde inaugurato da BigG nel 2007 in collaborazione con Honda. Oltre a prevedere veicoli ibridi aziendali, esso provvede anche a rifornire di energia elettrica gratuita le macchine elettriche dei dipendenti del Googleplex.

Ora , il parco macchine sarà arricchito di Nissan Leaf e Chevrolet Volt , utilizzate per eseguire le commissioni e svolgere altre attività aziendali che richiedono il trasporto in macchina.

Come spiegato sul blog ufficiale, quando Google ha lanciato, nel 2007, l’iniziativa RechargeIt , sul mercato non esistevano ancora veicoli elettrici. I primi modelli di automobile acquistati per il parco macchine verde di Mountain View sono stati la Toyota Prius e la Ford Escape riequipaggiate con batterie Hymotion A123. Col tempo, il programma Gfleet è diventato un valido strumento per i googler che utilizzano le navette biodiesel per recarsi al lavoro e i veicoli elettrici per lavorare.

Cristina Sciannamblo

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti