Il sipario si apre su Twitter

Diversi teatri di Boston offriranno posti per utilizzare il servizio di microblogging durante gli spettacoli senza disturbare i vicini

Roma – Dopo le zone per fumatori, i luoghi pubblici iniziano a sperimentare quelle per twittatori: perché alcune volte il bisogno di interagire con la propria timeline è forte quanto quello di una sigaretta.

Secondo alcune fonti , infatti, a pensare alla novità sono stati alcuni teatri di Boston che stanno sperimentando “posti per Tweet” che permettono a chi ci si siede di utilizzare dispositivi mobile per esprimere in diretta i propri commenti sullo spettacolo.

Ciascuno ha diritto ai suoi 140 caratteri da critico teatrale. ( C.T. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Funz scrive:
    Così pochi?
    FB 150 milioni di utenti unici al mese?Ma non aveva mezzomiliardo di utenti? Vuol dire che 9 su 10 si collegano ben meno che tutti i giorni...
  • Mela avvelenata scrive:
    Sorprendente!
    PI non è ai primi posti!! Come mai??
    • Lesione scrive:
      Re: Sorprendente!
      - Scritto da: Mela avvelenata
      PI non è ai primi posti!! Come mai??No, è al primo posto, purtoppo il contatore era solo un bigint e benchè abbia sofondato il limite superiore per 999 volte nessuno se ne è accorto ...
Chiudi i commenti