Il telefonino che ti vippizza

In Giappone un servizio fruibile da cellulare per sapere a quale VIP si assomiglia. E quali accessori acquistare per sembrare ancora più simili al famoso di turno

Roma – A cosa serve un telefonino che dice all’utente a quale VIP somiglia? A nulla, se questi non ha l’ambizione di intraprendere una carriera da sosia. In Giappone, comunque, questo servizio è stato lanciato: si chiama kaocheki e c’è chi giura che stia riscuotendo un discreto successo.

A parlare delle nuove forme del vippismo è il Japan Times , che evidenzia la popolarità di questo singolare ed effimero test del viso (il significato di “kaocheki”, ndr): dal suo lancio, avvenuto due mesi fa, sarebbe stato utilizzato da oltre 22 milioni di persone.

Il kaocheki, l’identiVIP che utilizza una tecnologia di riconoscimento facciale sviluppata da Oki Electric Industry per ben più serie applicazioni di security, è un servizio offerto a costo zero: inviando una foto a male@kaocheki.jp (indirizzo valido per utenti maschili) o female@kaocheki.jp (femminili), in breve tempo si otterrà un risultato di comparabilità con il viso delle celebrità presenti nel database.

“A tutti, indipendentemente dal sesso e dall’età, interessa sapere se si ha il successo scritto in faccia” arriva a sostenere Tayuki Miyata, il 34enne fondatore della J-Magic che ha lanciato il nuovo passatempo di moda nel Sol Levante, che fonda la sua fortuna sull’integrazione, nei cellulari, di fotocamere digitali ad alta definizione.

L’azienda, peraltro, ha in cantiere un nuovo servizio destinato al single in cerca di un’anima gemella somigliante al divo o alla diva di cui è fan . Ma per il kaocheki si prevede già un business legato al mondo del marketing: Miyata ipotizza la possibilità di rendere il servizio un veicolo di messaggi pubblicitari: “Inviando la foto ad un determinato sito, si potrebbe essere classificati in determinate categorie e ricevere un messaggio che dice, ad esempio, Assomigli a Ebihara Yuri (nota modella giapponese, ndr), quindi ti consigliamo di scegliere questo tipo di abiti e di gioielli” arrivando a suggerire i punti vendita in cui sfogare la propria brama di emulazione.

Dario Bonacina

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Silvio scrive:
    007
    Questa studentessa o è l'agente 007 oppure sti poracci hanno preso un granchio enorme.Fatto sta che i genitori per qualsiasi stupidata vanno da giudici, Gilda o chi per essi. E se invece il cellulare ci fosse stato davvero? mah... Mi sembra la storia della prof portata in tribunale per aver fatto scrivere 100 volte de.... a un bambino che derideva altri in bagno. Beh, prima educhiamo i bambini e gli adolescenti poi iniziamo a lamentarci.+ potere agli insegnanti!!!!
  • 817te257019 scrive:
    Scuola, furbi, poveri ragazzi ...
    :@Sono scappato dalla scuola in cui insegnavo da 28 anni perchè non riuscivo più a lavorarvi come ritenevo giusto. La scuola deve insegnare metodi, dare nozioni, formare cittadini, educare, preparare alla vita che non sarà sempre nè facile, nè spensierata, nè indolore.So bene che soprattutto a certa parte non piacciono alcune parole come dovere e merito, mentre appare sempre impegnata a pretendere diritti, libertà totale anche di fare e farsi male, appoggiando leggi sempre più lassiste e perdoniste.La rovina di questa scuola che non sa più educare ma solo sfornare agli esami finali quasi il 100% di ragazzi incapaci di leggere e far di conto, come si diceva, spesso arroganti quanto i loro genitori e convinti che la vita sarà tutto un ballo, assolutamente impreparati ad affrontare fatica e sofferenza, e a guadagnarsi quanto gli serve, risale agli anni 60 e 70, anche grazie ad alcuni personaggi (don Milani ...) magari onesti, ma a gioco lungo dannosissimi alla scuola, di cui hanno contribuito ad affondare serietà, autorità, funzione, soprattutto svalutando fino all'insulto la figura di chi vi lavora.Molte sono le colpe dei genitori, spesso sessantottini, che talvolta preferiscono sostenere anche insensatamente i loro pargoli viziati, piuttosto che la scuola, e con la scuola le istituzioni e il vivere civile nelle regole che la società si è data o dovrebbe darsi.Sapete perfettamente che il giorno della seconda prova alle 9.30 già giravano testi e soluzioni dei temi, e nelle chat dei vari siti frequantati dagli studenti era tutto un chiacchiericcio di maturandi che durante lo svolgimento del tema stavano chiedendo e chiedendo, evidentemente liberi di usare cellulari, palmari, e da quanto mi si dice, anche scanner e stampantine.Ma questo, come dicono alcuni illuminati commentatori intervenuti prima di me, è legale, e loro sono uomini d'onore, non certo le insegnanti che fanno sollevare una maglietta o quella che (presuntuosa!) osa un tentativo di insegnare educazione e rispetto, imponendo all'alunno stupidino e bulletto di scrivere la parola deficiente.Sono felice di non essere in questa scuola, e mi domando, ma nessuno degli addetti mi risponderà, come si comporteranno i miei ex colleghi quando si troveranno (anzi, in questo momento dovrei dire: si sono trovati) a giudicare i temi che sanno essere evidentemente frutto di vile cialtroneria.Serietà dovrebbe suggerire dimissioni in massa, o ripetizione dello scritto, in condizioni tali da assicurare risposte o soluzioni autentiche dei vari alunni.Ma non ci sarà serietà nè coraggio (coraggio, ecco uno dei tanti difetti degli insegnanti) e tutti fingeranno di credere che lo svolgimento delle prove è stato assolutamente regolare e corretto.Ne soffriranno quegli studenti, che "fessi", hanno presentato un tema frutto solo del loro studio e del loro impegno. Risulteranno certamente meno "preparati" dei furbi: spero almeno che ci sia qualche studente o qualche associazione di consumatori che denunci in tribunale uno svolgimento non congruo delle prove.E si chieda le dimissioni di un ministro che, sbandierando la sua limpida correttezza nell'astenersi dalla scelta dei temi perchè sua figlia sta presentandosi agli esami p), dopo aver commesso vari errori nell'organizzazione degli stessi (scuole private, commissioni d'esame ...), non ha saputo prendere le dovute precauzioni a un prevedibile, anzi, ampiamente preannunciato insulto alla regolarità di questi esami.
    • SirParsifal scrive:
      Re: Scuola, furbi, poveri ragazzi ...

      :@Sono scappato dalla scuola in cui insegnavo da
      28 anni perchè non riuscivo più a lavorarvi come
      ritenevo giusto. Perché non hai cercato di continuare? Perché sei scappato?
      La scuola deve insegnare metodi,
      dare nozioni, formare cittadini, educare,
      preparare alla vita che non sarà sempre nè
      facile, nè spensierata, nè indolore.Verissimo.Deve anche insegnare il rispetto delle regole e che nessuno può porsi al di sopra di esse.
      So bene che soprattutto a certa parte non[...]
      perdoniste.Vero. Ormai merito, disciplina, rispetto sono parole desuete mentre onore è quasi una parolaccia...
      La rovina di questa scuola che non sa più educare[---]
      lavora.Iniziando dalla selezione e finendo con l'assenza di unminimo controllo sulla qualità del loro operato, privilegiando i parassiti che tirano ad arrivare al 27 e demotivando coloro che invece si impegnano.
      Molte sono le colpe dei genitori, spesso
      sessantottini, che talvolta preferiscono
      sostenere anche insensatamente i loro pargoli
      viziati, piuttosto che la scuola, e con la scuola
      le istituzioni e il vivere civile nelle regole
      che la società si è data o dovrebbe darsi.Lacolpa è anche di molti professori che hanno accelerato questo sfascio e questa disgregazione.
      Sapete perfettamente che il giorno della seconda[...]
      mi si dice, anche scanner e stampantine.E chi lo ha permesso? Gli insegnati che, nella migliore delle ipotesi, hanno fatto finta di non vedere.
      Ma questo, come dicono alcuni illuminati
      commentatori intervenuti prima di me, è legale, e
      loro sono uomini d'onore, non certo le insegnanti
      che fanno sollevare una maglietta o quella cheSi tratta di due casi parecchio differenti e dovresti saperlo.Premesso ch non mi sembra di aver visto nessuno dire che faceva bene ad utilizzare il cellulare, ma semplicemente che i professori hanno sbagliato completamente abusando del loro potere ed arrogandosi funzioni che non possono spettere loro.Cadi in contraddizione laddove dici che compito della scuola è "insegnare metodi, dare nozioni, formare cittadini, educare" e poi pretendi di difendere un collega che ha apertamente e platealmente violato la legge. Non credo che tu possa acettare che chi dovrebbe insegnare il rispetto delle norme ed educare a diventare buoni cittadini violi uno dei principi cardine del vivere civile: il rispetto delle norme e della carta costituzionale.
      (presuntuosa!) osa un tentativo di insegnare
      educazione e rispetto, imponendo all'alunno
      stupidino e bulletto di scrivere la parola
      deficiente.E' stata assolta. Aspetto di leggere la motivazione, ma è comunque stata assolta.Resta il fatto che non condivido la scelta della frase "sono un deficiente" in quanto credo che saebbe stato più educativo un "solo i vigliacchi se la prendono con i più deboli", ma, stante la sua motivazione (deficiente nel senso che manca di sensibilità) si tratta di una scelta rispettabile.
      Sono felice di non essere in questa scuola, e mi
      domando, ma nessuno degli addetti mi risponderà,
      come si comporteranno i miei ex colleghi quando
      si troveranno (anzi, in questo momento dovrei
      dire: si sono trovati) a giudicare i temi che
      sanno essere evidentemente frutto di vile
      cialtroneria.Credo che esistano i mezzi per verificare se uno studente ha copiatoda un libro o da internet e che la copiatura possa essere ancora valutata con un 4 o un 2. Troppa fatica trovare la fonte? La mia prof ci riusciva sempre )spettacolare la volta che individuò la fonte in una vecchia antologia del '56. Fece i complimenti al mio compagno per lascelta, ma gli diede ugualmente 4.
      Serietà dovrebbe suggerire dimissioni in massa, o
      ripetizione dello scritto, in condizioni tali da
      assicurare risposte o soluzioni autentiche dei
      vari alunni.Sai benissimo che questo è impossibile. Basterebbe una maggiore serietà già nell'ammisione agli esami, ma tanto è facile lamentarsidegli altri.
      Ma non ci sarà serietà nè coraggio (coraggio,
      ecco uno dei tanti difetti degli insegnanti) e
      tutti fingeranno di credere che lo svolgimento
      delle prove è stato assolutamente regolare e
      corretto.Qui ti quoto.
      Ne soffriranno quegli studenti, che "fessi",
      hanno presentato un tema frutto solo del loro
      studio e del loro impegno. Risulteranno
      certamente meno "preparati" dei furbi: spero
      almeno che ci sia qualche studente o qualche
      associazione di consumatori che denunci in
      tribunale uno svolgimento non congruo delle
      prove.Personalmente ho smesso di studiare per il voto già in IV ginnasio. da allora ho sempre studiato solo per la mia preparazione. A ciò aggiungi che sempre più università non danno alcun valore al voto della maturità e vedrai che i furbetti hanno ben pochi vantaggi.
      E si chieda le dimissioni di un ministro che,
      sbandierando la sua limpida correttezza
      nell'astenersi dalla scelta dei temi perchè sua
      figlia sta presentandosi agli esami p), dopo
      aver commesso vari errori nell'organizzazione
      degli stessi (scuole private, commissioni d'esame
      ...), non ha saputo prendere le dovute
      precauzioni a un prevedibile, anzi, ampiamente
      preannunciato insulto alla regolarità di questi
      esami.Fosse solo questo.Visto l'andazzo dell'ultimo anno dovrebbe dimettersi il governo in toto e, se fossimo in Giappone, qualcuno dovrebbe fare anche seppuku...
      • 817te257019 scrive:
        Re: Scuola, furbi, poveri ragazzi ...
        - Scritto da: SirParsifal
        Perché sei scappato?Ad un certo punto ti accorge che non pui resistere con pochi altri ad un certo andazzo, mentre i più vi si adeguano, ti fai anche male. Ne prendi atto, e con molta amarezza se ne vai.

        La scuola deve insegnare metodi
        Deve anche insegnare il rispetto delle regole e che
        nessuno può porsi al di sopra di ..Teoricamente hai ragione; ma non posso non apprezzare almeno il tentativo maldestro di dare un almeno un segnale di serietà. Così facendo, uno poteva sperare che in futuro, temendo un controllo un po' più ravvicinato del ridicolo guardare in una borsa (magari tu ritieni che anche questo sia anticostituzionale) o del credere che i telefonini consegnati prima della prova siano i soli telefonini in possesso dei candidati, ci sarebbero stati meno furbetti in attività.Invece, vista la reazione indignata vostra, della stampa, del ministro, nel futuro i ragazzi avranno la certezza che mai più nessuno oserà fare un qualche controllo, e potranno tranquillamente riempirsi di strumenti sempre più miniaturizzati quanto efficienti.Quando ero commissario d'esame notavo che tutte le ragazze improvvisamente smettevano minigonne o jeans, e indossavano belle ed eleganti, ma soprattutto capaci, gonne: in confronto, coi loro bigliettini a fisarmonica, quelle ragazze appaiono oggi innocenti e patetiche!Già che ci sono, o tornerei alle commissioni tutte esterne, oppure, se non ci sono nè soldi nè fiducia nella professionalità dei commissari, abolirei l'esame.Lo dico da addetto ai lavori: come puoi pensare che dei docenti abbiano giudicato in un certo modo negli scrutini di giugno, e cambino il giudizio dieci giorni dopo solo perchè un tema è andato inaspettatamente troppo bene o troppo male? Si metterebero in contraddizione con se stessi; meglio concludere a questo punto con l'ultimo scrutinio. Naturalmente quanto dico è tanto più vero con le stupide commissioni fatte tutte di membri interni, ma vale altrettanto per queste commissioni formate da interni e da insegnanti comunque di quartiere ...

        So bene che soprattutto a certa parte non
        [...]

        perdoniste.
        Vero. Ormai merito, disciplina, rispetto sono
        parole desuete mentre onore è quasi una
        parolaccia...Sì!

        La rovina di questa scuola che non sa più
        [---]

        Iniziando dalla selezione e finendo con l'assenza
        di unminimo controllo sulla qualità del loro
        operato, privilegiando i parassiti che tirano ad
        arrivare al 27 e demotivando coloro che invece si
        impegnano.Hai ragione; ma non direi che ciò sia la causa prima di questa schifezza di scuola.

        Molte sono le colpe dei genitori, spesso

        sessantottini, ..

        che la società si è data o dovrebbe darsi.
        Lacolpa è anche di molti professori che hanno
        accelerato questo sfascio e questa
        disgregazione.Certo, "anche". E i politici? E la stampa? E le mamme? E i sindacati?

        Sapete perfettamente che il giorno della seconda
        [...]

        mi si dice, anche scanner e stampantine.
        E chi lo ha permesso? Gli insegnati che, nella
        migliore delle ipotesi, hanno fatto finta di non
        vedere.Qui non ci siamo; certo qualche insegnante sarà stato magari anche complice dei furbetti. Ma non dire "gli" insegnanti. Coll'autorità di cui godono oggi, non vedo proprio come avrebbero potuto esercitare i controlli. E la Legge ...? Non prendiamoci in giro.

        Ma questo, come dicono alcuni illuminati

        commentatori intervenuti prima di me, è legale,
        ..

        loro sono uomini d'onore, non certo le
        insegnanti

        che fanno sollevare una maglietta o quella che
        ..
        Si tratta di due casi parecchio differentiSempre di insegnanti si tratta, che, forse formalmente eccedendo, cercavano di fare il loro sgradevole dovere di controllo e di educazione.Ma forse i pali e i paletti e il garantismo sono tali che effettivamente è meglio non vedere, e lasciare che le cose rotolino rovinosamente.
        Cadi in contraddizione laddove dici che compito
        ..
        cittadini violi uno dei principi cardine del
        vivere civile: il rispetto delle norme e della
        carta costituzionale.Vabbè; mi sembrano eccessivi certi richiami. Io so che un paio di volte sono stato perquisito dai doganieri. Non mi sono sentito umiliato: era il loro dovere. E lo facevano anche per me e per te.

        stupidino e bulletto di scrivere la parola

        deficiente.
        Aspetto di leggere la motivazione, ma è comunque stata
        assolta.
        ..
        ma, stante la sua motivazione (deficiente nel senso che
        manca di sensibilità) si tratta di una scelta
        rispettabile.

        Sono felice di non essere in questa scuola, e mi

        domando, ma nessuno degli addetti mi risponderà,

        come si comporteranno i miei ex colleghi quando

        ..
        Credo che esistano i mezzi per verificare se uno
        ..Se uno, oltrechè furbetto è anche furbo, ti assicuro che sa "come" copiare senza dare nell'occhio.

        Serietà dovrebbe suggerire dimissioni in massa,

        ripetizione dello scritto, in condizioni tali da

        assicurare risposte o soluzioni autentiche

        ..
        Sai benissimo che questo è impossibile.
        Basterebbe una maggiore serietà già nell'ammisione agli
        esami, ma tanto è facile lamentarsi degli altri.

        ..

        Ne soffriranno quegli studenti, che "fessi",

        hanno presentato un tema frutto solo del loro

        ..
        Personalmente ho smesso di studiare per il voto
        già in IV ginnasio. da allora ho sempre studiato
        solo per la mia preparazione. A ciò aggiungi che
        sempre più università non danno alcun valore al
        voto della maturità e vedrai che i furbetti hanno
        ben pochi
        vantaggi.Complimenti per la tua serietà; ma non concordo che il voto finale non conti niente: posti pubblici, tasse universitarie ... E comunque è fortemente diseducativo per chi ha tirato la carretta, vedersi alla pari del furbetto cialtrone: si domanderà, perchè studiare, faticare, per avere le stesse opportunità del compagno cialtrone? Io stesso, talvolta mi domando se non ho sbagliato da insegnante, quando, lavorando con molto impegno, mi sentivo in obbligo di pretendere altrettanto dai miei alunni, anche dal lato educazione, mentre nell'aula vicina altri alunni studiavano molto di meno, si divertivano molto di più, si comportavano molto peggio, ma alla fine si ritrovavano all'università, con le stesse opportunità.


        E si chieda le dimissioni di un ministro che,

        ..

        preannunciato insulto alla regolarità di questi

        esami.
        Fosse solo questo.
        Visto l'andazzo dell'ultimo anno dovrebbe
        dimettersi il governo in toto e, se fossimo in
        Giappone, qualcuno dovrebbe fare anche
        seppuku.D'accordissimo.Anche se dirlo, perfino in questo sito pur interessante, è politicamente scorretto.
        • SirParsifal scrive:
          Re: Scuola, furbi, poveri ragazzi ...

          Ad un certo punto ti accorge che non pui[CUT
          vai.i capisco e credo che questo sia uno dei principali problemi della scuola: i migliori se ne vanno, restano i cialtroni...
          Teoricamente hai ragione; ma non posso non[...]
          anche questo sia anticostituzionale) o delNo non credi incostituzionale, ma deve essere fatto dalle FdO presenti. Ad ognuno i suoi compiti.
          Invece, vista la reazione indignata vostra, della
          stampa, del ministro, nel futuro i ragazzi
          avranno la certezza che mai più nessuno oserà
          fare un qualche controllo, e potranno
          tranquillamente riempirsi di strumenti sempre più
          miniaturizzati quanto efficienti.E se il controllo lo avessero fatto, correttamnte, gli agenti dell FdO non credi che sarebbe stata una lezione migliore?Il problema è che simili gesti maldestri favorisco solo i furbetti...
          Quando ero commissario d'esame notavo che tutte
          le ragazze improvvisamente smettevano minigonne o
          jeans, e indossavano belle ed eleganti, ma
          soprattutto capaci, gonne: in confronto, coi loro
          bigliettini a fisarmonica, quelle ragazze
          appaiono oggi innocenti e patetiche!Le mie compagne indossavano autoreggenti e sotto i bigliettini. Cosa avrei dato per copiare un po':P
          Già che ci sono, o tornerei alle commissioni
          tutte esterne, oppure, se non ci sono nè soldi nè
          fiducia nella professionalità dei commissari,
          abolirei l'esame.Ti quoto.
          Hai ragione; ma non direi che ciò sia la causa
          prima di questa schifezza di
          scuola.No le cause sono molteplici, non ultimo l'assenza di controlli e stipendi inadeguati.
          Certo, "anche". E i politici? E la stampa? E le
          mamme? E i
          sindacati?IMHO questi ultimi sono la rovina dell'Italia. hanno un potere enorme che orma utilizzano sempre più per tutelare i fannulloni a scapito dei lavoratori.
          Qui non ci siamo; certo qualche insegnante sarà
          stato magari anche complice dei furbetti. Ma non
          dire "gli" insegnanti. Coll'autorità di cui
          godono oggi, non vedo proprio come avrebbero
          potuto esercitare i controlli. E la Legge ...?Tramite la forza pubblica. Il ministero ha chiesto ed ottenuto il supporto della Polpost. Sarebbe bastato volerlo.
          Ma forse i pali e i paletti e il garantismo sono
          tali che effettivamente è meglio non vedere, e
          lasciare che le cose rotolino
          rovinosamente.No. Però non bisogna trascendere.
          Vabbè; mi sembrano eccessivi certi richiami. Io
          so che un paio di volte sono stato perquisito dai
          doganieri. Non mi sono sentito umiliato: era il
          loro dovere. E lo facevano anche per me e per
          te.Erano doganieri. E' il loro lavoro. Non erano insegnanti. Ribadisco se il presidente avesse chiesto l'intervento della Polizia e fatto perquisire la studentessa sarei stato d'accordo con lui (magari le motiovazionierano un pochino fiacche, eh).
          Se uno, oltrechè furbetto è anche furbo, ti
          assicuro che sa "come" copiare senza dare
          nell'occhio.Si, ma non è così semplice.
          Complimenti per la tua serietà; ma non concordo
          che il voto finale non conti niente: posti
          pubblici, tasse universitarie ... Ormai con il diploma fai ben poco :(
          E comunque è
          fortemente diseducativo per chi ha tirato la
          carretta, vedersi alla pari del furbetto
          cialtrone: si domanderà, perchè studiare,
          faticare, per avere le stesse opportunità del
          compagno cialtrone? L'importante è motivare gli studenti, far capire loro che non schola sed vita discimus... fatto questo si a posto con te stesso e puoi strafregartene dei furbetti.
          Io stesso, talvolta mi
          domando se non ho sbagliato da insegnante,[---]
          ritrovavano all'università, con le stesse
          opportunità.Proprio sicuro? Sai quanti 8 regalati ho visto cadere all'università. Sai quanti cocchi della prof si sono ritirati...Non credere se tu hai dato loro un metodo di studio e la voglia di utilizzaloli hai messi in condizione di farsi valere ben più che un ipotetico voto alla maturità...
          • 817te257019 scrive:
            Re: Scuola, furbi, poveri ragazzi ...
            Ti ringrazio per la chiacchierata. :)E' evidente che sei una brava persona, onesta, di grande sensibilità.E mi fa piacere, che, alla fine, sulle questioni più importanti la pensiamo alla stessa maniera.Purtroppo non siamo in tanti, o meglio, quelli che la pensano come noi non si fanno sentire quanto gli altri. :
          • SirParsifal scrive:
            Re: Scuola, furbi, poveri ragazzi ...

            Purtroppo non siamo in tanti, o meglio, quelli
            che la pensano come noi non si fanno sentire
            quanto gli altri.
            :La maggioranza silenziosa...Ciao
    • Solko scrive:
      Re: Scuola, furbi, poveri ragazzi ...
      Se l'insegnamento venisse fatto in maniera decente e con una struttura scolastica mirata e non improvvisata da qualche ministro ignorante di turno, preoccuparsi di come crescono i ragazzi non sarebbe un problemaPrimo, perchè queste decisioni non spettano ai professori, piuttosto a qualcuno che ha studiato psicologia e/o sociologia, senza contare che la formazione di una persona dipende dalla struttura familiare e dalla società in cui viveSecondo perchè un professore deve preoccuparsi semplicemente dell'istruzione dei suoi alunni, cosa già di suo parecchio difficile e sottovalutata (e direi che i risultati si vedono), senza arrivare a scremare solo all'esame di maturitàSe poi vogliamo parlare della validità che ha un diploma di media superiore inserito in un curriculum, aldilà della votazione, magari si preoccuperebbe molto meno di controllare una scopiazzatura in una FARSA di esame INUTILE
      • Sissi scrive:
        Re: Scuola, furbi, poveri ragazzi ...
        Ai ragazzi dovrebbe essere insegnata l'educazione con 4 calci in culo ogni tanto. Mica si può sempre sopportare tutto e farsi prendere per i fondelli da sti 4 sfigatelli.Gli insegnanti dovrebbero farsi furbi: rompi in classe? 1 avviso poi ti caccio fuori, secondo giorno 1 avviso e poi dal preside e se nn ti sospende ti faccio sospendere io perchè i presidi dovrebbero essere più dalla parte degli insegnanti che degli studenti... ma certo poi i genitori vengono a lamentarsi POVERINO MIO FIGLIO CHE BRAVO RAGAZZO NN ME LO POTETE SOSPENDERE... etc etc poi causa alla scuola, all'insegnante e via così. La scuola sforna solo ignornti perchè ai muri non puoi insegnare, purtroppo, nulla.
        • Solko scrive:
          Re: Scuola, furbi, poveri ragazzi ...
          Ovvio che chi disturba va buttato fuori classe o sospeso immediatamenteIl fatto che i professori non lo facciano già mi sorprendePersonalmente non sono per la rigidità dei provvedimenti, ma sappiamo tutti che un alunno che fa battute, da fastidio o altro influisce notevolmente sulla spiegazione o l'attenzione degli altri alunniC'è anche da dire che spesso il problema principale è l'approccio degli insegnanti o l'organizzazione dell'istitutoPer farti un esempio molto semplice, che ripeto più volte, il mio rendimento in matematica all'inizio delle superiori era decisamente ottimo, poi sia per l'adolescenza, che per compagni idioti, che per il professore di matematica cambiato 3 volte, senza contare i supplenti e il resto degli insegnanti, mi ha portato alla mediocrità (su votazione... su conoscenza era totalmente mancante) della mia preparazioneDifatti questa mancanza mi è totalmente caduta sulle spalle appena ho aperto un libro universitario...Per l'italiano è sempre stato un problema mio purtroppo :P
          • SirParsifal scrive:
            Re: Scuola, furbi, poveri ragazzi ...

            C'è anche da dire che spesso il problema
            principale è l'approccio degli insegnanti o
            l'organizzazione
            dell'istitutoPersonalmente ho incontrato due categorie di professori: quelli bravi, preparati e motivati in grado di rendere interessate anche la spiegaazione di un graffito del cesso e quelli troppo occupati a parlare male della scuola per insegnare...Poi c'erano i fancazzisti, ma quasi sempre appartenevano alla II categoria.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 giugno 2007 19.53-----------------------------------------------------------
          • Solko scrive:
            Re: Scuola, furbi, poveri ragazzi ...
            Anch'io ho trovato alcuni professori della prima categoriaUn'insegnante di matematica che successivamente ha avuto problemi ed è andata via Un docente che ha insegnato solo 3 anni e non ha potuto fare collegamenti con le altre materie perchè non le avevamo ancora studiate, essendo indietro col programma, non essendosi coordinati con i colleghi e soprattutto per astio interno con questi ultimiUn altro professore aveva la capacità di farsi seguire, ascoltare e capire, ma aveva difetti IMMENSI: al 5° anno studiavamo il programma del 3°, usciva di classe per andare alla sede di uno dei suoi altri impieghi privati ed anche qui collegamento con le altre materie nulloL'insegnante di diritto, sempre della prima categoria, era veramente in gamba e non aveva difetti, purtroppo il programma didattico era veramente miserrimo e non copriva l'insegnamento del nostro ruolo una volta ultimati gli studi, ma dava una semplice istruzione generica che ogni cittadino italiano dovrebbe averePoi bhe se devo elencare tutte le problematiche si fa notte =P
  • carobeppe scrive:
    Jammer...
    Utilizzare un Jammer è illegale più o meno quanto perquisire una persona senza mandato, per la legge italiana. O si cambia la legge o si cambiano sistemi.
    • Elettrocutt ato scrive:
      Re: Jammer...
      Si sono illegali, ma credo che con l'autorizzazione della questura sia possibile installare questi apparecchi tramite i loro tecnici o aziende preposte. Basta farne richiesta e specificare la motivazione. In questo caso più che giustificata.
  • stefano scrive:
    errore
    Come faceva ad avere il giorno prima la prova di matematica?Il giorno dopo della seconda prova di matematica non c'era nulla...Al massimo il giorno della terza prova ma è stato 3 giorni dopo.
  • mauronet scrive:
    Abolire gli Esami di Stato
    Secondo me bisogna abolire gli inutili esami di stato per elementari, medie e superiori.Sono costosi e rendono possibili ogni tipo d'imbroglio e raccomandazioni.Basta sostituirli con un sistema automatico che tenga conto dei voti ottenuti a fine anno in ogni materia per tutti gli anni del ciclo di studio.Così si eliminano inutili costi per lo Stato, imbrogli e raccomandazioni (difficile farsi raccomandare per tutti i professori in tutti i 5 anni!!) e inutili stress agli alunni, che se vorranno potranno provare l'ebrezza degli esami all'università.Questo è un paese vecchio che non sa più pensare in modo semplice e innovativo. Speriamo questo declino si arresti. Povera Italia
  • Elettrocutt ato scrive:
    Jammer
    Esistono da molto tempo ormai i cosidetti jammer che abbattono ampie gamme di frequenza radio, dalla sempicissima FM a quella dei cellulari, capaci di coprire l'intero edificio scolastico e oltre. Inoltre esistono pure i GSM detector; posizionati all'interno dell'aula dove si svolge la prova, sono in grado di individuare immediatamente una portante radio, se esiste ed eventualmente bloccarla (interceptor). Ma in Italia (nelle scuole) siamo rimasti al medioevo, alle perquisizioni corporali e magari anche rettali. Spero proprio che la famiglia della ragazza abbia denunciato le persone che l'hanno perquisita. Per la prossima volta sarà meglio che prendiate in considerazione la moderna tecnologia cari presidi retrogradi, l'elettronica ha fatto passi da gigante sapete?
  • MisterEmme scrive:
    Che c'entra?
    Che c'entra con PI?
  • uno qualsiasi scrive:
    avanti tutta
    ma che sono queste ca@@ate? :|
  • zorrito scrive:
    marie curie
    magari nel liceo dedicato alla famosa ricercatrice le radiazioni elettromagnetiche provocate dagli strumenti della ragazza l'hanno resa fosforescente come i coniugi curie
  • VisualC scrive:
    La ragazza gongola :P
    Pensate che figata se il giorno prima aveva copiato davvero usando il cellulare :PE il giorno dopo la perquisiscono e lei fa l'offesa, e la vittima.P.S.è sicuramente umiliante essere perquisiti soprattutto nel bagno della scuola, ma non credo cmq sia stata spogliata completamente (come faceva a usare un cellulare se lo aveva nelle mutande?)se aveva la vibrazione attiva non lo faceva per copiare ?.
    • DeMoN3 scrive:
      Re: La ragazza gongola :P
      - Scritto da: VisualC
      Pensate che figata se il giorno prima aveva
      copiato davvero usando il cellulare
      :P

      E il giorno dopo la perquisiscono e lei fa
      l'offesa, e la
      vittima.

      P.S.
      è sicuramente umiliante essere perquisiti
      soprattutto nel bagno della scuola, ma non credo
      cmq sia stata spogliata completamente (come
      faceva a usare un cellulare se lo aveva nelle
      mutande?)se aveva la vibrazione attiva non lo
      faceva per copiare
      ?.LoL...e poi perquisita nel bagno della scuola fa molto film porno...specie alla ricerca di qualcosa che vibra xD
    • Stargazer scrive:
      Re: La ragazza gongola :P
      E' esattamente andata cosìInsospettiti dai tentativi di copia nei primi giorni dìesame e continue assenze al bagno chi di dovere si sono insospettitima non hanno calcolato che in Italia i furbi trovano un modo per estorcere ai fessi dopoGià la parola civile indica che chi fa uso di codici e leggi sà dove mettere le mani per fregare il tonto (evidentemente il padre è avvocato)Già dai commenti qui dentro si capisce che ci sono molti furbi che sanno come interpretare le leggi a loro vantaggiocome dice il testola legge è uguale per tutti (e scritto molto in piccolo "gli idioti")
      • SirParsifal scrive:
        Re: La ragazza gongola :P

        Insospettiti dai tentativi di copia nei primi
        giorni dìesame e continue assenze al bagno chi di
        dovere si sono insospettitiEd allora si controlla al bagno o si chiama chi di dovere. Non ci si improvisa giustizieri.
        ma non hanno calcolato che in Italia i furbi
        trovano un modo per estorcere ai fessi
        dopoQui non si tratta di fessifurbi, ma delle elementari norme di convivenza civile. E non è nemmeno esseredi destra o di sinistra, è proprio il minimo rispetto delle nomative.
        Già la parola civile indica che chi fa uso di
        codici e leggi sà dove mettere le mani per
        fregare il tonto (evidentemente il padre è
        avvocato)Questa me la devi spiegare.Conoscere le leggi ed utilizzarle per difendere i propri diritti non è certo una vergogna.ergognoso è che chi si occupa di vigilare sul correttosvolgimento di un esame (presidente) compia simili abusi di potere e simili violenze.
        Già dai commenti qui dentro si capisce che ci
        sono molti furbi che sanno come interpretare le
        leggi a loro vantaggioMagari sono solo persone che hanno un minimo di educazione civica. La scelta ètra il diritto e l'anarchia, bhé scelgo il diritto e se lo scotto da pagare è che non potrò farmi giustizia da solo (salvo pagarne le conseguenze), bhé lo accetto di buon grado.In ogni caso sappi che la conoscenza della legge è a doppio binario avvantaggia sia gli onesti che i disonesti...
      • jfk scrive:
        Re: La ragazza gongola :P
        - Scritto da: Stargazer
        E' esattamente andata così

        Insospettiti dai tentativi di copia nei primi
        giorni dìesame e continue assenze al bagno chi di
        dovere si sono
        insospettiti

        ma non hanno calcolato che in Italia i furbi
        trovano un modo per estorcere ai fessi
        dopo

        Già la parola civile indica che chi fa uso di
        codici e leggi sà dove mettere le mani per
        fregare il tonto (evidentemente il padre è
        avvocato)

        Già dai commenti qui dentro si capisce che ci
        sono molti furbi che sanno come interpretare le
        leggi a loro
        vantaggio

        come dice il testo
        la legge è uguale per tutti (e scritto molto in
        piccolo "gli
        idioti")Perche non vai a vivere un po' in Turchia? Cosi' poi scrivi come ti trovi a punto informatico.Non meriti la liberta' che ti concede la costituzione.
        • FIRETORNADO scrive:
          Re: La ragazza gongola :P
          porc...tra censure,chi si arroga "diritti" e "doveri" che non ha,abusa di brutto della stupidita' degli italiani...a volte mi sembra di vivere in uno di quei sogni strani,dove e' tutto assurdo,ma nel sogno lo accetti passivamente perche e' cosi'....a volte penso di essere in coma...e aspetto di svegliarmi...
  • m00f scrive:
    Padre coglione
    Io avrei aperto il culo di quei docenti a forza di bastonate.E poi avrei esposto denuncia, tanto non faranno mai un c...o!
    • pippuzzo scrive:
      Re: Padre coglione
      - Scritto da: m00f
      Io avrei aperto il culo di quei docenti a forza
      di bastonate.mah.... per fortuna non ragionano tutti come te.
    • Keytwo scrive:
      Re: Padre coglione
      Ma, non lo so, prima di procedere mi sarei assicurato dell'innocenza e dell'estraneità della ragazza ai fatti.Non ho mai sopportato la moda dei genitori iperprotettivi. Quando un ragazzo si merita un ceffone è bene darglielo, o prima o dopo si scadrà in un atteggiamento bullistico. ...che sarà mai!
      • Sissi scrive:
        Re: Padre coglione
        Ma sei matto???? Se fai così chiamano il telefono azzurro oppure ti accusano di molestie! Al giorno d'oggi i ragazzi hanno il coltello dalla parte del manico e ti possono ricattare come e quando vogliono. Oramai devi solo abbassare le braghe e dargli i soldi della "paghetta" (almeno 100-150 euro mensili spese escluse)
    • jean-luc scrive:
      Re: Padre coglione
      - Scritto da: m00f
      Io avrei aperto il culo di quei docenti a forza
      di
      bastonate.

      E poi avrei esposto denuncia, Ti sei perfettamente definito col titolo del tuo post.Io stesso non avrei saputo definirti meglio.
    • Max scrive:
      Re: Padre coglione
      Io lo avrei aperto a te e a tutti quelli che stanno facendo dell'Italia la patria di rumeni e co. in nome della libertà... Quella ragazza avrà fatto così tante cazzate che meriterebbe 100 schiaffi solo per pareggiare.
  • Cavallo GolOso scrive:
    ma non ce l'aveva IL GIORNO PRIMA?
    a parte tutto (sono d'accordo che le perquisizioni sono esagerate ..l. in fondo bastava UN METAL DETECTOR ahahahah!!! va beh) ... ma se il cellulare ce l'aveva il giorno prima ... che senso ha fare la perquisizione il giorno dopo???
    • staza scrive:
      Re: ma non ce l'aveva IL GIORNO PRIMA?
      - Scritto da: Cavallo GolOso
      a parte tutto (sono d'accordo che le
      perquisizioni sono esagerate ..l. in fondo
      bastava UN METAL DETECTOR ahahahah!!! va beh) ...
      ma se il cellulare ce l'aveva il giorno
      prima ... che senso ha fare la perquisizione
      il giorno
      dopo???meglio tardi che mai :P :D
  • Aldo Smer scrive:
    Ma che ci azzecca?
    Qual'è il punto informatico di questa notizia?Il fatto che cercavano un telefonino e il telefonino è una cosa informatica?Mah...Vabbè ci penso io: Linux è più figo di windows.Maturità al tappeto.Filtri antipedoporno nelle scuole.Le perquisizioni agli studenti saranno effettuate da Logistep.I bigliettini durante l'esame erano scambiati via P2P.Così va meglio.
  • Guybrush scrive:
    C'era un modo MOLTO piu' semplice
    Per tutto l'anno hai avuto la ragazza in classe.Almeno una volta avrai avuto la possibilita' di chiamarla al cellulare, o in segreteria il numero del suo cellulare lo avranno... o lo avranno i suoi genitori.Senza scomodare la pulzella chiami casa, gli chiedi gentilmente il numero di cellulare e telefoni.Si sente lo squillo in classe? No? Tutto a posto.Senti lo squillo? La ragazza finisce dal preside, il cellulare e' sequestrato e potrebbe anche scattare la denuncia.Saluti & baciGTPS: quanto è accaduto e' inqualificabile e indegno di un paese civile. Oltretutto e' illegale.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 giugno 2007 06.04-----------------------------------------------------------
    • Super_Treje scrive:
      Re: C'era un modo MOLTO piu' semplice
      Modificato dall' autore il 28 giugno 2007 06.04
      --------------------------------------------------Non serve il sequestro del cellulare (visto che non si puo' fare manco quello), basta che la mandi la preside e le annulli la prova :)Con 1 prova annullata, con la cacciata del preside dalla sessione d'esame s'e' giocata tutto :)
    • Edo78 scrive:
      Re: C'era un modo MOLTO piu' semplice
      - Scritto da: Guybrush
      Si sente lo squillo in classe? No? Tutto a posto.
      Senti lo squillo? La ragazza finisce dal preside,
      il cellulare e' sequestrato e potrebbe anche
      scattare la
      denuncia.di sicuro è meglio questo che una perquisizione illegale ma anche se uno studente si tiene addosso il cellulare accesso o lo tiene con la vibrazione o silenzioso o è un vero pirla ...
    • MeX scrive:
      Re: C'era un modo MOLTO piu' semplice
      devi essere proprio PIRLA per non mettere il cellullare in modalità silenziosa :D
    • netnemo scrive:
      Re: C'era un modo MOLTO piu' semplice
      Ancora più semplice per tutti gli studenti, non solo per la ragazza. Segnalatore luminoso o a bip o a vibrazione di chiamate in arrivo di quelli di prossimità. In ogni banco. Cosi' chi fa il furbo viene beccato. Se poi la scuola spendesse bene i soldi, potrebbero installare in ogni aula o ogni tot aule un inibitore di onde elettromagnetiche per impedire non solo cellulari ma anche ricetrasmittenti. Non e' piu' semplice, non e' piu' economico, ma e' piu' legale e piu' efficace.
      • bzzzzt scrive:
        Re: C'era un modo MOLTO piu' semplice
        da quel che sentivo anche l'inibitore elettromagnetico è illegale (ma non sono sicuro... anzi, qualcuno ha conferme/sm entite?)
        • snarfino scrive:
          Re: C'era un modo MOLTO piu' semplice
          Una gabbia di Faraday, come nei cinema moderni:una retina metallica tutta intorno alla classe,certamente non e' illegale, ma e' efficacissima :)
      • staza scrive:
        Re: C'era un modo MOLTO piu' semplice
        vero quel che dicima credo che fossi stato io al tempo, avrei usato qualche stratagemma...cambio sim con relativo cambio numerovibrazione o meglio nullao forse qualche walkie talky (se scritto giusto :) )o altro che ora non mi viene in mente...ma le perquisizioni non le possono fare solo le forze dell'ordine e solo su flagranza di reato o su autorizzazione del maresciallo/giudice/nulla osta... ?
    • Enzo scrive:
      Re: C'era un modo MOLTO piu' semplice
      Con la vibrazione li avrebbe fregati
    • MGL scrive:
      Re: C'era un modo MOLTO piu' semplice
      E se avesse staccato la suoneria?
    • Pippo Caruso scrive:
      Re: C'era un modo MOLTO piu' semplice
      La prima cosa che uno pensa è di usare un telefono non suo... non ci vuole molto.
    • DeMoN3 scrive:
      Re: C'era un modo MOLTO piu' semplice
      Modificato dall' autore il 28 giugno 2007 06.04
      --------------------------------------------------Ehm...hanno inventato la vibrazione...e se uno usa un cellulare durante gli esami non credo che lasci la suoneria...piuttosto sarebeb stato carino se le avesse risposto xD "Pronto,chi è??" "Salve,sono il tuo presidente di commissione,potresti gentilmente portarmi il cellulare??" xDCmq,come specificato,il dubbio era che ha usato il cellulare durante la seconda prova...magari era l'unica su cui era impreparata e nella terza prova il cellulare non lo aveva neanche portato...mah
    • Tambu scrive:
      Re: C'era un modo MOLTO piu' semplice
      il fatto che avrebbe _ovviamente_ avuto la suoneria spenta non ti è balenato in testa, vero? ;-)
    • giacomo scrive:
      Re: C'era un modo MOLTO piu' semplice
      Ma se io telefono a casa tua e chiedo il numero del tuo cellulare me lo danno? se fosse cosi facile lo farei davvero per dirti che sei veramente "inteligente" e per finire il cellulare poteva averne un'altro PER ESEMPIO QUELLO PRESTATO DA UN CERVELLONE A CASO!!
      • Sissi scrive:
        Re: C'era un modo MOLTO piu' semplice
        Ciao Giacomo come stai? Tutto ok? Il cervello nuovo ho visto che non te l'hanno ancora spedito, qaundo arriva mi dai conferma? Buona serata.la tua Sissi
  • Stefano scrive:
    E' illegale
    Perquisire una persona contro la propria volontà e senza possesso di un mandato è una pratica completamente ILLEGALE... è come se un poliziotto vi intimasse di uscire di casa con la pistola in pugno perchè il giorno prima vi ha visto spendere na mazzetta di 1000 euro e sospetta siate uno spacciatore...Oppure se a un posto di blocco senza motivo vi perquisissero o vi intimassero di spogliarvi perchè convinti senza alcuna prova che siate in possesso di un'arma.Sta gente dovrebbe imparare che essere pubblici ufficiali non vuol dire poter fare quel che si pare....Da punire esemplarmente.
    • koog scrive:
      Re: E' illegale
      Non e' esatto quello che affermi."Oppure se a un posto di blocco senza motivo vi perquisissero o vi intimassero di spogliarvi perchè convinti senza alcuna prova che siate in possesso di un'arma."E' sufficiente il sospetto da parte di una agente di polizia / carabinieri / GdF per potere eseguire una perquisizione. Non e' necessario alcun mandato.
      • Cryon scrive:
        Re: E' illegale
        - Scritto da: koog
        Non e' esatto quello che affermi.
        "Oppure se a un posto di blocco senza motivo vi
        perquisissero o vi intimassero di spogliarvi
        perchè convinti senza alcuna prova che siate in
        possesso di
        un'arma."

        E' sufficiente il sospetto da parte di una agente
        di polizia / carabinieri / GdF per potere
        eseguire una perquisizione. Non e' necessario
        alcun
        mandato.Non è esatto.. per una perquisizione il "sospettato" deve essere portato in caserma.. non possono farlo dove capita!!!come anche sempre per strada non potrebbero(ma lo fanno) prendere in mano e controllare per esempio nel portafoglio... anche quello possono farlo solo in caserma!
        • Pippo scrive:
          Re: E' illegale
          Se si sospetta che uno abbia un arma un agente di polizia giudiziaria può procedere a perquisizione. Sul posto e non necessariamente in caserma. Anzi direi sul posto e basta. Io uno che sospetto essere armato non me lo porto mica in giro...
          • Cryon scrive:
            Re: E' illegale
            la perquisizione che intendi tu, per sospetto porto d'armi, non necessita la "denudazione" ma basta il semplice "tocco" :)
          • Sissi scrive:
            Re: E' illegale
            Questo vale in italia in svizzera ti perquisiscono e devi stare zitto altrimenti giù botte e fanno bene.Se ti droghi o ammazzi qualcuno: poverino.Se perquisisci una studentessa (cosa sbagliata ma nn così grave): ergastolo!Fate ridere.
      • jfk scrive:
        Re: E' illegale
        - Scritto da: koog
        E' sufficiente il sospetto da parte di una agente
        di polizia / carabinieri / GdF per potere
        eseguire una perquisizione. Non e' necessario
        alcun
        mandato.Si, e' vero, pero' dopo ti fai rilasciare il verbale di perquisizione in triplice copia, uno va a te uno al magistrato che entro, non ricordo se 24 o 48 ore, DEVE convalidare o meno la perquisizione, altrimenti sono CAZZI amari per gli agenti, ed uno rimane a chi ha fatto la perquisizione.Come vedi non e' che sia cosi' semplice la cosa.
    • shezan74 scrive:
      Re: E' illegale
      - Scritto da: Stefano
      Perquisire una persona contro la propria volontà
      e senza possesso di un mandato è una pratica
      completamente ILLEGALE... è come se un poliziotto
      vi intimasse di uscire di casa con la pistola in
      pugno perchè il giorno prima vi ha visto spendere
      na mazzetta di 1000 euro e sospetta siate uno
      spacciatore...
      Oppure se a un posto di blocco senza motivo vi
      perquisissero o vi intimassero di spogliarvi
      perchè convinti senza alcuna prova che siate in
      possesso di
      un'arma.
      Sta gente dovrebbe imparare che essere pubblici
      ufficiali non vuol dire poter fare quel che si
      pare....
      Da punire esemplarmente.In caso di dubbio avrebbero anche potuto allontanarla dall'esame. Hanno invece ritenuto di verificare la cosa, senza negare alla ragazza (magari senza motivo) la possibilità di svolgere l'esame.NON credo che le abbiano fatto un'ispezione anale o una visita ginecologica... Svuota le tasche e slacciati la camicia. DUE docenti (non uno), a garanzia della persona e la possibilità della ragazza di consegnare il compito in bianco se non avesse ritenuto il controllo di suo gradimento.Non si è trattato di uno STUPRO, nè di un sequestro di persona, ma di una richiesta (forse non legittima) a cui la ragazza ha deciso VOLONTARIAMENTE di sottoporsi. Di sicuro non l'hanno tirata in bagno per i capelli.
      • Sgabbio scrive:
        Re: E' illegale
        come fai a dire che abbia acconsentito se l'hanno obbligata?
      • SirParsifal scrive:
        Re: E' illegale
        - Scritto da: shezan74
        In caso di dubbio avrebbero anche potuto
        allontanarla dall'esame. Hanno invece ritenuto di
        verificare la cosa, senza negare alla ragazza
        (magari senza motivo) la possibilità di svolgere
        l'esame.Certo come no? Guardapare sembra si dice che tu abbia utilizzato un cellulare, vattene. No non abbiamo prove, ma che importa?
        NON credo che le abbiano fatto un'ispezione anale
        o una visita ginecologica... Svuota le tasche e
        slacciati la camicia. DUE docenti (non uno), a
        garanzia della persona Anche se avesse fatto la perquisizione mediante "tocco" non erano autorizzati a farlo.
        e la possibilità della
        ragazza di consegnare il compito in bianco se non
        avesse ritenuto il controllo di suo
        gradimento.Certo come no. O ti fai palpare da noi o te vai. Massima libertà di scelta.
        Non si è trattato di uno STUPRO, nè di un
        sequestro di persona, ma di una richiesta (forse
        non legittima) a cui la ragazza ha deciso
        VOLONTARIAMENTE di sottoporsi. Di sicuro non
        l'hanno tirata in bagno per i capelli.No hanno semplicemente abusato della propria posizione.Stupro forse no (ammesso che non abbiano esagerato con il tocco), ma violenza privata ed un'altra carrellata di reati si.
        • gerry scrive:
          Re: E' illegale
          - Scritto da: SirParsifal
          Certo come no? Guardapare sembra si dice che tu
          abbia utilizzato un cellulare, vattene. No non
          abbiamo prove, ma che
          importa?Beh, se fai ricorso al TAR dopo al 90% lo vinci...
          • SirParsifal scrive:
            Re: E' illegale


            Certo come no? Guardapare sembra si dice che tu

            abbia utilizzato un cellulare, vattene. No non

            abbiamo prove, ma che

            importa?

            Beh, se fai ricorso al TAR dopo al 90% lo vinci...IMHO con una motivazione del genere ottieni subito la sospensiva per fare gli orali e poi l'annullamento dell'esclusione per illogicità.A questo punto una bella causa civile contro la commisione ed il Ministero e sei a posto per qualche annetto.
      • gerry scrive:
        Re: E' illegale
        - Scritto da: shezan74
        Non si è trattato di uno STUPRO, nè di un
        sequestro di persona, ma di una richiesta (forse
        non legittima) a cui la ragazza ha deciso
        VOLONTARIAMENTE di sottoporsi. Di sicuro non
        l'hanno tirata in bagno per i
        capelli.In effetti il meglio che poteva fare era rifiutarsi di spogliarsi.Se non le facevano fare l'esame presentava un ricorso al TAR e la vinceva di sicuro. Probabilmente si portava a casa anche dei bei soldini.
  • anonimo scrive:
    Mah
    che roba
  • anonimo scrive:
    ddd
    un caso assolutamente vergognoso e contro ogni dignità umana. Siamo davanti a un caso di violenza a tutti gli effetti, (violenza non è solo lo stupro o prendere a schiaffi qualcuno/a, ma anche umiliare, e privare di ogni dignità la persona umana), ragion per cui auspico che i responsabili siano puniti secondo la legge e che fatti disgustosi e vergognosi come questi non si abbiano piu a ripetersi.Sarei curioso però di sapere sulla base di quali "prove" hanno avuto quei sospetti... visto e considerato che poi si sono rivelati del tutto infondati...
    • Anonimo Ligure scrive:
      Re: ddd
      ma non diciamo stronzate per favore; è sta perquisita da due docenti _donne_ non si è dovuta spogliare o fare strip-tease; non era obbligata ad andarci. Poteva allontanarla dall'esame cosi lo faceva l'hanno dopo.
      • SirParsifal scrive:
        Re: ddd

        ma non diciamo stronzate per favore; è sta
        perquisita da due docenti _donne_ non si è dovuta
        spogliare o fare strip-tease; non era obbligata
        ad andarci. Poteva allontanarla dall'esame cosi
        lo faceva l'hanno dopo.Con quale motivazione?Con questa?"Alcuni insegnanti presenti in Comissione - ha spiegato il presidente - avevano raccolto informazioni secondo le quali pareva che la ragazza avesse sostenuto la prova di matematica, il giorno precedente, utilizzando un telefonino o un microfono".Nota bene "alcuni insegnanti avevano raccolto informazioni secondo le quali pareva". Ti sembra un valido motiovo per allontamnare una studentessa ed impedirle di sostenere l'esame di maturità?
        • Sissi scrive:
          Re: ddd
          Se faceva lo stip tease di certo non si lamentava, i genitori in questa cosa hanno visto la possibilità di guadagnarci e di certo non se la faranno scappare.Certo il metodo è scorretto e poco ortodosso, la ragazza doveva semplicemente essere allontanata dalla sede d'esame oppure spostata nei pressi della cattedra, mica ci vuole un genio, no? -_-
          • SirParsifal scrive:
            Re: ddd

            Certo il metodo è scorretto e poco ortodosso, la
            ragazza doveva semplicemente essere allontanata
            dalla sede d'esame oppure spostata nei pressi
            della cattedra, mica ci vuole un genio, no?Allontanata con quale motivazione?
          • Sissi scrive:
            Re: ddd
            Con quella che copiava, la stessa che hanno addotto per perquisirla. Se non ne erano sicuri la spostavano semplicemente mica ci vuole uno scienziato nucleare.
          • SirParsifal scrive:
            Re: ddd

            Con quella che copiava, la stessa che hanno
            addotto per perquisirla. Se non ne erano sicuri
            la spostavano semplicemente mica ci vuole uno
            scienziato nucleare.Lo so che non ci vuole uno scienziato, ma hai letto la motivazione?Sembra una comica: no pareva, sembrava, mia cuGGina mi ha detto...
          • Solko scrive:
            Re: ddd
            Ma perchè vogliamo ignorare lo stress emotivo che si da al ragazzo/a in certi casi?Ok ci sono ragazzi cafoni, sfacciati e viziati, ma ci sono molte persone educate o ad ogni modo che si comportano entro i limiti, quindi perchè punire indistintamente???Ma soprattutto perchè un ragazzo che non si comporta educatamente, copia o altro dovrebbe arrivare agli esami di MATURITA', il che significa averlo sopportato per 5 anni o più??????????In ogni caso sia educato o meno, essere perquisito il giorno degli esami (che ti permettono di allontanarti da tutti quegli stupidi vincoli scolastici di una società italiana superficiale e di portarti verso l'indipendenza) penso sia lo stress più grande per tutti indistintamente
      • MorCeleb scrive:
        Re: ddd
        anche tu l'hai fatto l'HANNO dopo l'esame di maturità?se così non è, saresti dovuto essere tenuto più d'occhio tu! :-P
  • Il corsaro scrive:
    Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
    quoto
    • anonimo scrive:
      Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
      In realtà far intervenire la polizia avrebbe richiesto tempi esageratamente lunghi.L'aver eseguito la perquisizione facendo spogliare la ragazza rimane fuori luogo sarebbe bastato tenerla sott'occhio. Anche perchè come si leggeva sui quotidiani il sospetto era nato durante la 2° prova, quindi la commissione ha anche avuto tempo per pensare al daffarsi notte tempo..Sarebbe girare tra i banchi come fecero da noi invece di leggersi il giornale.Aggiungo anche che non ne farei un caso di stato. Ad un compagno sequestrarono il GAMEBOY, i genitori son andati a ritirarlo e tutto è finito lì (anche se il sequestro non è consentito) (anche se il sequestro poi è passato alla giurisdizione familiare) ...
      • Cryon scrive:
        Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
        - Scritto da: anonimo
        In realtà far intervenire la polizia avrebbe
        richiesto tempi esageratamente
        lunghi.
        L'aver eseguito la perquisizione facendo
        spogliare la ragazza rimane fuori luogo sarebbe
        bastato tenerla sott'occhio. Anche perchè come si
        leggeva sui quotidiani il sospetto era nato
        durante la 2° prova, quindi la commissione ha
        anche avuto tempo per pensare al daffarsi notte
        tempo..
        Sarebbe girare tra i banchi come fecero da noi
        invece di leggersi il
        giornale.

        Aggiungo anche che non ne farei un caso di stato.
        Ad un compagno sequestrarono il GAMEBOY, i
        genitori son andati a ritirarlo e tutto è finito
        lì (anche se il sequestro non è consentito)
        (anche se il sequestro poi è passato alla
        giurisdizione familiare)
        ...Quoto.. bastava controllarla.. come facevano quando l'ho fatta io.. se se qualcuno copia, se proprio vogliamo, è anche per colpa loro che non sono riusciti a tenerli d'occhio!
        • Udippuy scrive:
          Re: Non mi sembra del tutto sbagliato

          Quoto.. bastava controllarla.. come facevano
          quando l'ho fatta io.. se se qualcuno copia, se
          proprio vogliamo, è anche per colpa loro che non
          sono riusciti a tenerli
          d'occhio!Certo! E se i black bloc sfasciano tutto e' colpa della polizia che non sa fare il suo mestiere, come gli stessi black bloc giustamente affermano.
          • Cryon scrive:
            Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
            ma che stai dicendo?!?!?vuoi fare un esempio che non centra proprio nulla!i prof sono li anche per quello, girare tra i banchi e controllare NON è vietato e sicuramente è utile per beccare chi copia!se poi a te sembra la stessa cosa.. bhè.. O_o
          • Udippuy scrive:
            Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
            Voglio dire che di discorsi che distribuiscono le colpe fra chi si comporta incivilmente e chi non riesce ad impedirlo, ne ho le tasche piene. Chi si comporta incivilmente ha torto marcio, e basta. Vale per chi copia in classe, per chi scrive sui muri, per chi blocca i treni, per chi vuole violare le zone rosse, ecc. ecc.
          • anonimo scrive:
            Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
            e per chi umilia una povera ragazza che non stava facendo nulla di male no?? -.-
          • Udippuy scrive:
            Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
            Forse dimentichi che l'attivita' del controllo prevede anche la possibilita' di controlli con esito negativo. Chi ti controlla non lo sa mica da prima, che la tua coscienza e' pulita come la vestina d'un chierichetto.
          • SirParsifal scrive:
            Re: Non mi sembra del tutto sbagliato

            Forse dimentichi che l'attivita' del controllo
            prevede anche la possibilita' di controlli con
            esito negativo. Chi ti controlla non lo sa mica
            da prima, che la tua coscienza e' pulita come la
            vestina d'un chierichetto.Si, ma il controllo deve essere giustificato e non frutto di un arbitrio.Effettuare un'attività invasiva come una perquisizione sulla base di unsi dice è un abuso.
          • anonimo scrive:
            Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
            ci sono controlli e controlli.. non si puo PERQUISIRE una ragazza sulla base di un FORSE. e poi si ritorna sempre al discorso fatto prima. una perquisizione può essere comunque fatta solo dalle forze dell'ordine. e ti posso assicurare che almeno nella mia scuola (sto affrontando anche io l'esame di maturità ) almeno uno o due poliziotti e/o carabinieri sono presenti nell'isituto dutante l'esame
          • SirParsifal scrive:
            Re: Non mi sembra del tutto sbagliato

            ci sono controlli e controlli.. non si puo
            PERQUISIRE una ragazza sulla base di un FORSE. e
            poi si ritorna sempre al discorso fatto prima.
            una perquisizione può essere comunque fatta solo
            dalle forze dell'ordine. e ti posso assicurare
            che almeno nella mia scuola (sto affrontando
            anche io l'esame di maturità ) almeno uno o due
            poliziotti e/o carabinieri sono presenti
            nell'isituto dutante
            l'esamee non siete traumatizzati? ;)in bocca al lupo-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 giugno 2007 17.49-----------------------------------------------------------
          • Sissi scrive:
            Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
            Ci sono i carabinieri perchè ci sono i drogati, tossicodipendenti, comunisti, cannaioli, sindacalisti di sinistra etc etc. Mica perchè servono a garantirvi sicurezza! Ma se la perquisa la faceva un carabiniere donna cambiava qualcosa??? NO, non cmabiava nulla era sbagliato lo stesso. La ragazza come già detto doveva essere spostata o allontanata dalla sede d'esame. (punto)Tutto sto bordello quando ci sono ragazzi che bucano ruote delle auto ai loro insegnanti, gli rigano le portiere, gli bocciano il cofano, gli bruciano il cane (storia vera), li pestano in 2 o 3 fuori da scuola o mandano i propri genitori a farlo...Bella la vita dell'insegnante!!!
          • SirParsifal scrive:
            Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
            Ti xconsiglio una bella camomilla. La pressione alta fa molto male.Con il caldo poi è ancorapiù pericolosa.
          • Sissi scrive:
            Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
            Leggi con accuratezza quanto scritto e nota il tono ilare della prima parte, per la camomilla mo vada a magnarmi un bel piatto di bucatini che è meglio! :p
          • SirParsifal scrive:
            Re: Non mi sembra del tutto sbagliato

            Leggi con accuratezza quanto scritto e nota il
            tono ilare della prima parte, per la camomilla mo
            vada a magnarmi un bel piatto di bucatini che è
            meglio!
            :pAmatriciana?Che mo' vo a cena pur'io:P
          • anonimo scrive:
            Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
            - Scritto da: Sissi
            Ci sono i carabinieri perchè ci sono i drogati,
            tossicodipendenti, comunisti, cannaioli,
            sindacalisti di sinistra etc etc. Mica perchè
            servono a garantirvi sicurezza! Ma se la perquisa
            la faceva un carabiniere donna cambiava
            qualcosa??? NO, non cmabiava nulla era sbagliato
            lo stesso. La ragazza come già detto doveva
            essere spostata o allontanata dalla sede d'esame.
            (punto)
            Tutto sto bordello quando ci sono ragazzi che
            bucano ruote delle auto ai loro insegnanti, gli
            rigano le portiere, gli bocciano il cofano, gli
            bruciano il cane (storia vera), li pestano in 2 o
            3 fuori da scuola o mandano i propri genitori a
            farlo...
            Bella la vita dell'insegnante!!!si.. perdere l'esame senza uno straccio di prova.. ma CERTO!!! e cmq sarebbe cambiato moltissimo, sicuramente il poliziotto non avrebbe perquisito la ragazza senza un motivo valido.. anche loro poi devono rispondere delle loro azioni eh ;) .. per quanto riguarda i tossicodipendenti cannaioli che naturalmente sono di sinistra :| non ho davvero parole.. non so quanto tu segua il mondo dei giovani ultimamente... ma non credo che l'ideale politico centri molto visto che i drogati e i teppisti non sono certo solo quelli "di sinistra" ma anche i "destroidi"(forse anche di piu, senza tener conto del fatto che quelli non si fanno le canne ma le pasticche e chissa che altro)..si insomma.. quello che volevo dire è che ogni tanto bisognrebbe darsi una calmata e pensare a quello che si scrive.. tutto qua ;)
          • anonimo scrive:
            Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
            ok letto ora la risposta a sirparsifal :P.. pardon
          • anonimo scrive:
            Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
            - Scritto da: SirParsifal

            ci sono controlli e controlli.. non si puo

            PERQUISIRE una ragazza sulla base di un FORSE. e

            poi si ritorna sempre al discorso fatto prima.

            una perquisizione può essere comunque fatta solo

            dalle forze dell'ordine. e ti posso assicurare

            che almeno nella mia scuola (sto affrontando

            anche io l'esame di maturità ) almeno uno o due

            poliziotti e/o carabinieri sono presenti

            nell'isituto dutante

            l'esame
            e non siete traumatizzati? ;)
            in bocca al lupono nessun trauma ;) grazie mille! :)
          • SirParsifal scrive:
            Re: Non mi sembra del tutto sbagliato

            no nessun trauma ;) grazie mille! :)Figurati.Quano feci la maturità io il II giorno venne la GdF con i cani. Un mio compagno aveva la cagnetta in calore e, probabilmente, l'aveva tenuta in braccio.Il cane (uno splendido lupo) l'ha preso mooolto in simpatia ed ha cercatodi farne la sua sposa. Bhé è decisamente servito ad allentare latensione dll'esame.PSGoditi la tua ULTIMA estate di libertà ;)
  • Pretoriano scrive:
    Non mi sembra del tutto sbagliato
    Non trovo la cosa del tutto sbagliato. La maturità è l'Esame di Stato, un Documento, mica una sciocchezza!La commissione ha dimostrato serietà e scrupolosità. Pensate ad un geometra che si diploma grazie ad un cellulare nelle mutande e poi progetta un condominio che poi crolla.Tutto sommato non mi sembra che la ragazza in questione abbia subito chissa che cosa.Quindi tutto questo clamore è senz'altro dovuto al buonismo sinistroide che in questo periodo avvelena l'Italia.
    • Borghese scrive:
      Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
      - Scritto da: Pretoriano
      Pensate ad un geometra che si
      diploma grazie ad un cellulare nelle mutande e
      poi progetta un condominio che poi
      crolla.I geometri non progettano condimini! PIRLA!
    • mino pausa scrive:
      Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
      sinistroide?! guarda che nessuno mette in dubbio la legittimità del controllo, che deve però essere eseguito da chi di competenza, non da una prof improvvisata poliziotta,ma ovviamente a te basta sputare sentenze senza pensare, ciao cicci.
      • Udippuy scrive:
        Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
        Quindi secondo te dovevano chiamare anche la polizia?Lo chiedo perche' vorrei capire bene.
        • SirParsifal scrive:
          Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
          - Scritto da: Udippuy
          Quindi secondo te dovevano chiamare anche la
          polizia?
          Lo chiedo perche' vorrei capire bene.Esatto.LaCostituzione articolo 13 stabilisce:La libertà personale è inviolabile. Non è ammessa forma alcuna di detenzione, di ispezione o perquisizione personale, né qualsiasi altra restrizione della libertà personale, se non per atto motivato dall'autorità giudiziaria e nei soli casi e modi previsti dalla legge. In casi eccezionali di necessità ed urgenza, indicati tassativamente dalla legge, l'autorità di pubblica sicurezza (polizia) può adottare provvedimenti provvisori, che devono essere comunicati entro quarantotto ore all'autorità giudiziaria (GIP) e, se questa non li convalida nelle successive quarantotto ore, si intendono revocati e restano privi di ogni effetto. L'art. 13 della Costituzione, concernente le guarentigie supreme dell' habeas corpus, fondamento della convivenza civile in un regime democratico, afferma il principio della inviolabilità della libertà personale, e stabilisce che non é ammessa forma alcuna di ispezione o perquisizione personale, né qualsiasi altra restrizione, se non per atto motivato dell'Autorità giudiziaria e nei soli casi e modi previsti dalla legge.Il Cpp stabilisce:Art. 247 (Casi e forme delle perquisizioni) - 1. Quando vi è fondato motivo di ritenere che taluno occulti sulla persona il corpo del reato o cose pertinenti al reato, è disposta perquisizione personale. Quando vi è fondato motivo di ritenere che tali cose si trovino in un determinato luogo ovvero che in esso possa eseguirsi larresto dellimputato o dellevaso, è disposta perquisizione locale. 2. La perquisizione è disposta con decreto motivato. 3. L`autorità giudiziaria può procedere personalmente ovvero disporre che latto sia compiuto da ufficiali di polizia giudiziaria delegati con lo stesso decreto. Art. 248 (Richiesta di consegna) - 1. Se attraverso la perquisizione si ricerca una cosa determinata, lautorità giudiziaria può invitare a consegnarla. Se la cosa è presentata, non si procede alla perquisizione, salvo che si ritenga utile procedervi per la completezza delle indagini. 2. Per rintracciare le cose da sottoporre a sequestro o per accertare altre circostanze utili ai fini delle indagini, lautorità giudiziaria o gli ufficiali di polizia giudiziaria da questa delegati possono esaminare atti, documenti e corrispondenza presso banche. In caso di rifiuto, lautorità giudiziaria procede a perquisizione. Art. 249 (Perquisizioni personali) - 1. Prima di procedere alla perquisizione personale è consegnata una copia del decreto allinteressato, con lavviso della facoltà di farsi assistere da persona di fiducia, purché questa sia prontamente reperibile e idonea a norma dell`art. 120. 2. La perquisizione è eseguita nel rispetto della dignità e, nei limiti del possibile, del pudore di chi vi è sottoposto.Ci sono poi le perquisizioni di iniziativa della PGArt.352 (Perquisizioni)1. Nella flagranza del reato o nel caso di evasione, gli ufficiali di polizia giudiziaria procedono a perquisizione personale o locale quando hanno fondato motivo di ritenere che sulla persona si trovino occultate cose o tracce pertinenti al reato che possono essere cancellate o disperse ovvero che tali cose o tracce si trovino in un determinato luogo o che ivi si trovi la persona sottoposta alle indagini o l'evaso. 2. Quando si deve procedere alla esecuzione di un'ordinanza che dispone la custodia cautelare o di un ordine che dispone la carcerazione nei confronti di persona imputata o condannata per uno dei delitti previsti dall'art. 380 ovvero al fermo di una persona indiziata di delitto, gli ufficiali di polizia giudiziaria possono altresì procedere a perquisizione personale o locale se ricorrono i presupposti indicati nel comma 1 e sussistono particolari motivi di urgenza che non consentono la emissione di un tempestivo decreto di perquisizione. 3. La perquisizione domiciliare può essere eseguita anche fuori dei limiti temporali dell'art. 251 quando il ritardo potrebbe pregiudicarne l'esito. 4. La polizia giudiziaria trasmette senza ritardo, e comunque non oltre le quarantotto ore, al pubblico ministero del luogo dove la perquisizione è stata eseguita il verbale delle operazioni compiute. Il pubblico ministero, se ne ricorrono i presupposti, nelle quarantotto ore successive, convalida la perquisizioneQuindi deve essere un ufficiale di PG ad assumere l'iniziativa.Già la questione è complicata nel caso del guardie giurate, figuriamoci nel caso di insegnanti.Nona caso nei concorsi pubblici la vigilanza è sempre affidata alle FdO.
          • Udippuy scrive:
            Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
            In sostanza, se avessero interrotto il suo esame, chiamato la polizia, e questa fosse giunta (magari a sirene spiegate, per far prima), l'avesse portata in bagno e perquisita, tu non avresti avuto niente da obiettare. Posizione interessante. D'altra parte capisco che il preciso rispetto del dettato di legge garantisca il nostro sistema democratico dal rischio di azioni sovversive da pare del corpo docente delle scuole medie superiori. Certo, non c'e' mica da scherzarci su.
          • SirParsifal scrive:
            Re: Non mi sembra del tutto sbagliato

            In sostanza, se avessero interrotto il suo esame,
            chiamato la polizia, e questa fosse giunta
            (magari a sirene spiegate, per far prima),
            l'avesse portata in bagno e perquisita, tu non
            avresti avuto niente da obiettare. Posizione
            interessante. D'altra parte capisco che ilVediamo di chiarire: non avrei nulla da obiettare nella legittimità dell'operato dei docenti.Magari avrai notato che presso le sedi di esame è (quasi) sempre presente la forza pubblica. Quindi bastava chiamare uno di questi signori.
            preciso rispetto del dettato di legge garantisca
            il nostro sistema democratico dal rischio di
            azioni sovversive da pare del corpo docente delle
            scuole medie superiori. Certo, non c'e' mica da
            scherzarci su.No non c'è da scherzarci perché di "sceriffi" non ne abbiamo bisogno. Se permetti viviamo in un paese che dispone di autonome forze di polizia e non ha bisogno di cittadini che si improvvisano giustizieri della notte.Poi magari a te potrebbe anhe piacere in uno stato dove ognuno è in grado di farsi giustizia da solo, ma non è lasituaizone attuale del diritto italiano.
          • Udippuy scrive:
            Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
            - Scritto da: SirParsifal

            In sostanza, se avessero interrotto il suo
            esame,

            chiamato la polizia, e questa fosse giunta

            (magari a sirene spiegate, per far prima),

            l'avesse portata in bagno e perquisita, tu non

            avresti avuto niente da obiettare. Posizione

            interessante. D'altra parte capisco che il
            Vediamo di chiarire: non avrei nulla da obiettare
            nella legittimità dell'operato dei
            docenti.
            Magari avrai notato che presso le sedi di esame è
            (quasi) sempre presente la forza pubblica. Quindi
            bastava chiamare uno di questi
            signori.E secondo te sarebbe stato meno traumatico? Perche' e' di questo che si sta parlando se non te ne sei accorto, del genitore inferocito per il TRAUMA che la fanciulla avrebbe subito a causa della perquisizione.

            preciso rispetto del dettato di legge garantisca

            il nostro sistema democratico dal rischio di

            azioni sovversive da pare del corpo docente
            delle

            scuole medie superiori. Certo, non c'e' mica da

            scherzarci su.
            No non c'è da scherzarci perché di "sceriffi" non
            ne abbiamo bisogno. Se permetti viviamo in un
            paese che dispone di autonome forze di polizia e
            non ha bisogno di cittadini che si improvvisano
            giustizieri della
            notte.Perche' secondo te due insegnanti donne che chiedono ad una ragazza di mostrare il reggiseno e le mutandine in un bagno (senza ovviamente constringerla con la forza) per vedere se per caso c'e' un cellulare, sono giustizieri della notte? Scommetto che il senso del pudore della vittima non e' altrettanto forte quando va in spiaggia in bikini o a comperarsi un vestito in una boutique.
            Poi magari a te potrebbe anhe piacere in uno
            stato dove ognuno è in grado di farsi giustizia
            da solo, ma non è lasituaizone attuale del
            diritto
            italiano.Sono perfettamente d'accordo con te sul fatto che la forma sia sostanza, e che le regole vadano rispettate perche' garantiscono. Dopodiche', tutto va preso cum grano salis: a scuola gli insegnanti svolgono una funzione che e' simile a quella del genitore, in un certo senso lo sostituiscono. Il rapporto che c'e' fra insegnante e studente non e', ad esempio, lo stesso che c'e' fra datore di lavoro e dipendente. Gli insegnanti devono poter esercitare sugli studenti forme di coercizione tipicamente genitoriali, che al di fuori della scuola ovviamente non si danno. I genitori dovrebbero essere in questo alleati degli insegnanti. Se si nega questo, e si trasformano i genitori in sindacalisti degli studenti, la scuola e' finita.
          • SirParsifal scrive:
            Re: Non mi sembra del tutto sbagliato

            E secondo te sarebbe stato meno traumatico?Non credo di parlare arabo. Non sono entrato nel merito della reazione psicologica della ragazza, ma del DIRITTO a procedere a perquisizione da parte dei docenti.
            Perche' e' di questo che si sta parlando se non
            te ne sei accorto, del genitore inferocito per il
            TRAUMA che la fanciulla avrebbe subito a causa
            della perquisizione.Veramente si parla di umiliazione e non di trauma. Prescindedo da questo il padre si sarebbe pure potuto inferocire, ma avrebbe dovuto stare a cuccia e buono, visto che era stato fatto tutto secondo la legge.
            Perche' secondo te due insegnanti donne che
            chiedono ad una ragazza di mostrare il reggiseno
            e le mutandine in un bagno (senza ovviamente
            constringerla con la forza) per vedere se per
            caso c'e' un cellulare, sono giustizieri della
            notte? Si. Hanno, abusando della loro posizione, costretto un'altra persona a denudarsi.Poi se te sei disposto a subire vessazioni dal primo kapòche passa è anche quello un tuo diritto.
            Scommetto che il senso del pudore della
            vittima non e' altrettanto forte quando va in
            spiaggia in bikini o a comperarsi un vestito in
            una boutique.In nessuna buotique mi hanno mai hiesto di spogliarmi di fronte ad un commesso e, per quanto riguarda la spiaggia, il contesto ècompletamente differente. Ti sei mai chiesto perché puoi girare in costume in spiaggia e non in pieno centro storico?Questo a prescindere dal fatto che, in genere, tra un costume da bagno e la biancheria intima c'è una certa differenza. O forse tu vai in spiaggia in mutande?



            Poi magari a te potrebbe anhe piacere in uno

            stato dove ognuno è in grado di farsi giustizia

            da solo, ma non è lasituaizone attuale del

            diritto

            italiano.

            Sono perfettamente d'accordo con te sul fatto che
            la forma sia sostanza, e che le regole vadano
            rispettate perche' garantiscono. Dopodiche',
            tutto va preso cum grano salis: a scuola gli
            insegnanti svolgono una funzione che e' simile a
            quella del genitore, in un certo senso lo
            sostituiscono. Il rapporto che c'e' fra
            insegnante e studente non e', ad esempio, lo
            stesso che c'e' fra datore di lavoro e
            dipendente. Gli insegnanti devono poter
            esercitare sugli studenti forme di coercizione
            tipicamente genitoriali, che al di fuori della
            scuola ovviamente non si danno. I genitori
            dovrebbero essere in questo alleati degli
            insegnanti. Se si nega questo, e si trasformano i
            genitori in sindacalisti degli studenti, la
            scuola e'
            finita.
          • Udippuy scrive:
            Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
            - Scritto da: SirParsifal

            E secondo te sarebbe stato meno traumatico?
            Non credo di parlare arabo. Non sono entrato nel
            merito della reazione psicologica della ragazza,
            ma del DIRITTO a procedere a perquisizione da
            parte dei
            docenti.


            Perche' e' di questo che si sta parlando se non

            te ne sei accorto, del genitore inferocito per
            il

            TRAUMA che la fanciulla avrebbe subito a causa

            della perquisizione.
            Veramente si parla di umiliazione e non di
            trauma. Prescindedo da questo il padre si sarebbe
            pure potuto inferocire, ma avrebbe dovuto stare a
            cuccia e buono, visto che era stato fatto tutto
            secondo la legge.Cioe', tu stai dicendo che dell'umiliazione (quindi del motivo per cui esiste una reazione da parte dei genitori) non te ne importa nulla; ma invece che l'umiliazione avrebbe dovuto essere (ovviamente) maggiore, perche' perpetrata da sconosciuti in divisa. E stiamo parlando di una ragazzina. Non so, c'e' qualcosa nella tua logica che mi sfugge.
            Si. Hanno, abusando della loro posizione,
            costretto un'altra persona a
            denudarsi.
            Poi se te sei disposto a subire vessazioni dal
            primo kapòche passa è anche quello un tuo
            diritto.Ma non e' meglio che l'abbia fatto di fronte ad insegnanti che probabilmente conosceva, piuttosto che di fronte a poliziotti sconosciuti? Ti stai arroccando su un puntiglio che non ha senso. I tuoi argomenti valgono in generale, e per il mondo degli adulti, ma il rapporto fra insegnanti e alunni non e' e non puo' essere lo stesso che c'e' fra due adulti qualsiasi, dato che nessun adulto ha il diritto di esercitare su un altro lo stesso tipo di autorita' che un insegnante esercita su un suo studente.E infatti, cio' a cui giungi e' che tutto doveva andare esattamente come e' andato, ma peggio per la presunta vittima: che doveva essere fatta si' spogliare, ma da poliziotti in divisa.Quindi, la colpa degli insegnanti sarebbe stata quella di aver alleviato una sofferenza alla studentessa?
          • SirParsifal scrive:
            Re: Non mi sembra del tutto sbagliato

            Cioe', tu stai dicendo che dell'umiliazione
            (quindi del motivo per cui esiste una reazione da
            parte dei genitori) non te ne importa nulla; ma
            invece che l'umiliazione avrebbe dovuto essere
            (ovviamente) maggiore, perche' perpetrata da
            sconosciuti in divisa. E stiamo parlando di una
            ragazzina. Non so, c'e' qualcosa nella tua logica
            che mi sfugge.Non capisco cosa ti sfugga. Se io insegnante perquisisco un mio studente commetto un abuso. tutto il resto sono chiacchiere. Possiamo passare ore a discutere cosa sia giusto e se così facendo gli insegnanti non abbiano risparmiato un trauma alla ragazzina.Guarda mi ricordi un caso a cui ho assistito. Tizio becca un ragazzino a sfregiargli la macchina. Gli molla una sberla e lo manda via. Viene denunciato per percosse e condannato. Certo forse se avesse chiamato la polzia e denunciato il ragazzino per danneggiamento con conseguente accompagnamento alla locale stazione dei CC per l'identificaizone sarebbe stato un trauma maggiore per il teppistello, ma ciò non toglie che il nostro ordinamento NON consente al cittadino di farsi giustizia da solo.
            Ma non e' meglio che l'abbia fatto di fronte ad
            insegnanti che probabilmente conosceva, piuttosto
            che di fronte a poliziotti sconosciuti? Ti stai
            arroccando su un puntiglio che non ha senso. Premesso che non è detto che conoscesse gli insegnati (potrebbero essere stati membri esterni) la legge parla chiaro. Tu dici
            I tuoi argomenti valgono in generale, e per il
            mondo degli adulti, ma il rapporto fra insegnanti
            e alunni non e' e non puo' essere lo stesso che
            c'e' fra due adulti qualsiasi, dato che nessun
            adulto ha il diritto di esercitare su un altro lo
            stesso tipo di autorita' che un insegnante
            esercita su un suo studente.Ed un superiore nelle F.A., o sul luogo di lavoro. Spesso tendiamo a mitizzare, ma qua il discorso è molto semplice: gli insegnati hanno ignorato i limiti che l'ordinamento impone loro e si sono arogati il diritto di compiere un atto che la Costituzione riserva a specifiche categorie di persone. Hanno commesso un gravissimo errore ed è giusto che paghino. Se erano in buona fede potranno giocarsi la carta dell'erroneo convincimento di agire in presenza i un diritto, ma non mi si venga a dire che hanno fatto bene o che è un loro diritto far spogliare un alunno.
            E infatti, cio' a cui giungi e' che tutto doveva
            andare esattamente come e' andato, ma peggio per
            la presunta vittima: che doveva essere fatta si'
            spogliare, ma da poliziotti in
            divisa.Guarda del buonismo non so che farmene, ce né già troppo in giro. Hai il sospetto che una studentessa copi il compito tramite cellulare. Fai intervenire le FdO ed accerti l'illecito, ma non fai da solo.Tra l'altro avessero trovato realmente un cellulare si sarebbe trattato di prove illecitamente acquisite e quidni inutilizzabili. capisci dove sta il problema? a causa di una sceriffata non sarebbe stato possibile punire un illecito.
            Quindi, la colpa degli insegnanti sarebbe stata
            quella di aver alleviato una sofferenza alla
            studentessa?In estrema sintesi, se è questo quello che vuoi sentirti dire, si.O fai il tuo lavoro fino in fondo per quanto possa essere sgradevole o lasci perdere. SOluzioni di compromesso (faccio io così è meno traumatico) non sono utili a nessuno.
          • Udippuy scrive:
            Re: Non mi sembra del tutto sbagliato

            Non capisco cosa ti sfugga. Se io insegnante
            perquisisco un mio studente commetto un abuso.In punta di diritto, si. Dopodiche', se qualcuno pensa che si tratti realmente di un fatto grave, e che vada perseguito, secondo me ha perso completamente il senso delle cose. E' una questione di mentalita', non di diritto.
            tutto il resto sono chiacchiere. Possiamo passare
            ore a discutere cosa sia giusto e se così facendo
            gli insegnanti non abbiano risparmiato un trauma
            alla
            ragazzina.Sono solo chiacchiere perche' vogliamo che lo siano. Perche' di fronte ad un caso come questo, invece di liquidarlo come la sciocchezza che e', ci si impunta su dei cavilli. Al di la' di quello che la lettera della legge dice, secondo me gli insegnanti hanno fatto benissimo. E secondo te? Sei in grado di esprimere una valutazione indipendente dalla possibilita' che la ragazza ha di vincere in tribunale?
            Guarda mi ricordi un caso a cui ho assistito.
            Tizio becca un ragazzino a sfregiargli la
            macchina. Gli molla una sberla e lo manda via.
            Viene denunciato per percosse e condannato. Io gli avrei dato una medaglia. Anche qui, sei sicuro che la legge per come e' scritta (e interpretata) sia la misura di cio' che e' giusto e di cio' che e' sbagliato? Hai ancora un senso di cio' che e' giusto e di cio' che e' sbagliato, o vedi solo i cavilli che possono darti ragione all'occorrenza?

            I tuoi argomenti valgono in generale, e per il

            mondo degli adulti, ma il rapporto fra
            insegnanti

            e alunni non e' e non puo' essere lo stesso che

            c'e' fra due adulti qualsiasi, dato che nessun

            adulto ha il diritto di esercitare su un altro
            lo

            stesso tipo di autorita' che un insegnante

            esercita su un suo studente.
            [...]gli insegnati hanno
            ignorato i limiti che l'ordinamento impone loro e
            si sono arogati il diritto di compiere un atto
            che la Costituzione riserva a specifiche
            categorie di persone. Hanno commesso un[...]
            un diritto, ma non mi si venga a dire che hanno
            fatto bene o che è un loro diritto far spogliare
            un
            alunno.Ohi. Io dico che hanno fatto bene. D'altra parte, neppure la Costituzione e' l'arbitro del bene e del male. Al piu' del lecito e dell'illecito.

            E infatti, cio' a cui giungi e' che tutto doveva

            andare esattamente come e' andato, ma peggio per

            la presunta vittima: che doveva essere fatta si'

            spogliare, ma da poliziotti in

            divisa.
            Guarda del buonismo non so che farmene, ce né già
            troppo in giro. Hai il sospetto che una
            studentessa copi il compito tramite cellulare.
            Fai intervenire le FdO ed accerti l'illecito, ma
            non fai da
            solo.Scusami, qui non e' questione di buonismo. E' questione di buonsenso. Il risultato complessivo della faccenda e' che chi doveva controllare sara' punito, e chi deve essere controllato si sentira' sempre piu' libero di fare quello che vuole perche' tanto papa' e mamma' lo proteggeranno in tutti i modi.
          • SirParsifal scrive:
            Re: Non mi sembra del tutto sbagliato

            In punta di diritto, si. Dopodiche', se qualcuno
            pensa che si tratti realmente di un fatto grave,
            e che vada perseguito, secondo me ha perso
            completamente il senso delle cose. E' una
            questione di mentalita', non di
            diritto.Ok per te non è grave che una persona, che dovrebbe tra l'altro insegnare il rispetto delle regole, abusi in tale maniera della sua posizione. Questione di opinioni.
            Sono solo chiacchiere perche' vogliamo che lo
            siano. Perche' di fronte ad un caso come questo,
            invece di liquidarlo come la sciocchezza che e',
            ci si impunta su dei cavilli. Al di la' di quelloSe per te la Costituzione e la base del vivere civile è un cavillo, anche questo è un punto di vista rispettabile.
            che la lettera della legge dice, secondo me gli
            insegnanti hanno fatto benissimo. E secondo te?
            Sei in grado di esprimere una valutazione
            indipendente dalla possibilita' che la ragazza ha
            di vincere in tribunale?Hanno sbagliato anche moralmente ed indipendentemente dal profilo giuridico.Hanno sbagliato per due ragioni:1) il fatto era avvenuto il giorno prima, quini probabilmente hanno abito per vendetta;2) hanno abito sulla base di chiacchiere e senza alcuna prova.
            Io gli avrei dato una medaglia. Anche qui, sei
            sicuro che la legge per come e' scritta (e
            interpretata) sia la misura di cio' che e' giusto
            e di cio' che e' sbagliato? Hai ancora un senso
            di cio' che e' giusto e di cio' che e' sbagliato,
            o vedi solo i cavilli che possono darti ragione
            all'occorrenza?Scusa ma non capisco la polemica. NON è giusto che tu ti faccia giustizia da solo. Anche a me verrebbe voglia di uscire una bella spranga di ferro e sistemare un pò di feccia, ma (purtroppo o per fortuna) la legge me lo impedisce.Che ci vuoi fare? sono gli incommoda della società civile.
            Ohi. Io dico che hanno fatto bene. D'altra parte,
            neppure la Costituzione e' l'arbitro del bene e
            del male. Al piu' del lecito e dell'illecito.Su questo sono d'accordo.
            Scusami, qui non e' questione di buonismo. E'
            questione di buonsenso. Il risultato complessivo
            della faccenda e' che chi doveva controllare
            sara' punito, e chi deve essere controllato si
            sentira' sempre piu' libero di fare quello che
            vuole perche' tanto papa' e mamma' lo
            proteggeranno in tutti i modi.Scusami ma la tua mi sembra la classica lamentela del vigilantes frustrato. Non voi che il furbetto di turno la passi liscia? Ottimo fai le cosine per bene e gli fai passare la voglia. Non vuoi fare le cosine per bene, ti assumi il rischio di farti fare un mazzo tanto. Non centrano nulla mamma e papà è solo semplice rispetto delle regole.Se fai le cose pe bene non ci sono genitori che tengano, il problema è che qui si viole tutto, subito e senza fatica, con il rischio di abusi.
          • Udippuy scrive:
            Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
            - Scritto da: SirParsifal

            In punta di diritto, si. Dopodiche', se qualcuno

            pensa che si tratti realmente di un fatto grave,

            e che vada perseguito, secondo me ha perso

            completamente il senso delle cose. E' una

            questione di mentalita', non di

            diritto.
            Ok per te non è grave che una persona, che
            dovrebbe tra l'altro insegnare il rispetto delle
            regole, abusi in tale maniera della sua
            posizione. Questione di
            opinioni.L'abuso di posizione normalmente implica un vantaggio per chi lo commette. Qui non vedo un abuso di posizione, al massimo un po' di imprudenza, peraltro giustificata da altre considerazioni fatte in questa discussione. Ti ricordo ancora che la posizione dell'educatore e' una posizione un po' al limite, dato che l'educatore assume su di se', e deve assumere su di se', una parte del ruolo genitoriale (il quale a sua volta consente perquisizioni personali, punizioni corporali, privazioni della liberta', e tante altre cose che nel resto della societa' fanno orrore).

            Sono solo chiacchiere perche' vogliamo che lo

            siano. Perche' di fronte ad un caso come questo,

            invece di liquidarlo come la sciocchezza che e',

            ci si impunta su dei cavilli. Al di la' di
            quello
            Se per te la Costituzione e la base del vivere
            civile è un cavillo, anche questo è un punto di
            vista
            rispettabile.La Costituzione non e' alla base del vivere civile. E' alla base del nostro ordinamento giuridico, che non e' pero' l'unico possibile, ne' l'unico che consenta la vita civile.

            che la lettera della legge dice, secondo me gli

            insegnanti hanno fatto benissimo. E secondo te?

            Sei in grado di esprimere una valutazione

            indipendente dalla possibilita' che la ragazza
            ha

            di vincere in tribunale?
            Hanno sbagliato anche moralmente ed
            indipendentemente dal profilo
            giuridico.
            Hanno sbagliato per due ragioni:
            1) il fatto era avvenuto il giorno prima, quini
            probabilmente hanno abito per
            vendetta;Questa e' una tua supposizione, che aggiunge al fatto un dato del tutto non provato ne' ventilato. Io sono costretto ad assumere la buona fede delle docenti (peraltro due, immagino in accordo con altri - mi pare si desuma dall'articolo).
            2) hanno abito sulla base di chiacchiere e senza
            alcuna
            prova.Anche qui, parto dal presupposto - che mi sembra legittimo - che le due sapessero fare il loro lavoro, come io so fare il mio e tu sai fare il tuo. Se sono arrivate al punto di far spogliare una loro studentessa, devono averne avuto fondati, o almeno ragionevoli, motivi.
            Scusa ma non capisco la polemica. NON è giusto
            che tu ti faccia giustizia da solo. Anche a me
            verrebbe voglia di uscire una bella spranga di
            ferro e sistemare un pò di feccia, ma (purtroppo
            o per fortuna) la legge me lo impedisce.Che ci
            vuoi fare? sono gli incommoda della società
            civile.Certo riconoscerai la differenza fra dare uno schiaffo ad un ragazzo sorpreso a commettere un atto di vandalismo (oltrettuto contro un tuo bene) e mandare all'ospedale della non meglio precisata feccia, dopo essere usciti di casa con il preciso intento di farlo?

            Scusami, qui non e' questione di buonismo. E'

            questione di buonsenso. Il risultato complessivo

            della faccenda e' che chi doveva controllare

            sara' punito, e chi deve essere controllato si

            sentira' sempre piu' libero di fare quello che

            vuole perche' tanto papa' e mamma' lo

            proteggeranno in tutti i modi.
            Scusami ma la tua mi sembra la classica lamentela
            del vigilantes frustrato. Non voi che il furbetto
            di turno la passi liscia?Il problema e' che ormai la passano liscia tutti. Quello che piu' mi fa incazzare e' la perdita del senso di cio' che e' giusto e cio' che e' sbagliato, sostituito dal legalismo dei cavilli.Ad esempio, senti questo aneddoto: una mia amica, peraltro non stupida, voleva farsi annullare una multa per eccesso di velocita' perche' i vigili non l'avevano fermata, ma solo fotografata. Non e' che non volesse pagare. No! Lei sosteneva di avere ragione. E' chiaro che cosi' non si va piu' da nessuna parte.
            Se fai le cose pe bene non ci sono genitori che
            tengano, il problema è che qui si viole tutto,
            subito e senza fatica, con il rischio di
            abusi.Gli abusi sono quelli che la gente considera tali. Smettiamo di considerare una sciocchezza del genere un abuso, e sara' meglio per tutti.
          • SirParsifal scrive:
            Re: Non mi sembra del tutto sbagliato

            L'abuso di posizione normalmente implica un
            vantaggio per chi lo commette. Non necessariamente.
            Qui non vedo un[CUT]
            orrore).E' qui che sbagli. Il docente non è un genitore e non si può sostituire ad esso. Con la perquisizione è stato valicato un limite che è rappresentato dal rispetto dei diritti dell'altro ed il fatto che sia stato compiuto da un insegnante nell'esercizio delle sue funzioni rende il fatto ancora più grave.
            La Costituzione non e' alla base del vivere
            civile. E' alla base del nostro ordinamento
            giuridico, che non e' pero' l'unico possibile,
            ne' l'unico che consenta la vita
            civile.Perdonami, ma la costituzione ed il riconoscimento di diritti inviolabili sono alla base di ogni ordinamenti civili. Non può esistere unaciuviltà che non si fonda sul diritto.
            Questa e' una tua supposizione, che aggiunge al
            fatto un dato del tutto non provato ne'
            ventilato. Io sono costretto ad assumere la buona
            fede delle docenti (peraltro due, immagino in
            accordo con altri - mi pare si desuma
            dall'articolo).L'accordo non fa venire meno la gravità del fatto neppure la circostanza che abbiano agito dopo 3 giorni sulla base di voci non ben precisate.
            Anche qui, parto dal presupposto - che mi sembra
            legittimo - che le due sapessero fare il loro
            lavoro, come io so fare il mio e tu sai fare il
            tuo. Se sono arrivate al punto di far spogliare
            una loro studentessa, devono averne avuto
            fondati, o almeno ragionevoli, motivi.Dall'intervista del presidente della commissione:"Alcuni insegnanti presenti in Comissione - ha spiegato il presidente - avevano raccolto informazioni secondo le quali pareva che la ragazza avesse sostenuto la prova di matematica, il giorno precedente, utilizzando un telefonino o un microfono. Alla luce di queste informazioni ho ritenuto opportuno verificare che la studentessa non nascondesse nulla...".Pare, si dice, sembra. Non sono ragioni valide per compiere un atto di una tale portata.
            Certo riconoscerai la differenza fra dare uno
            schiaffo ad un ragazzo sorpreso a commettere un
            atto di vandalismo (oltrettuto contro un tuo
            bene) e mandare all'ospedale della non meglio
            precisata feccia, dopo essere usciti di casa con
            il preciso intento di
            farlo?E' una questione molto semplice: se riconosci il diritto alla giustizia privata, allora qualsiasi attacco alla tua sicurezza, ai tuoi beni o alla tua tranquillità giustifica un'aggressione.Il diritto deve porre dei limiti alla possibilità di farsi giustizia da soli e questilimiti non possono essere parametrati ad altro che ad elementi oggettivi (legittima difesa, stato di necessità). Al di fuori di questi due casi qualsiasi azione o reazione costituisce esercizio arbitrario delle proprie ragioni.
            Il problema e' che ormai la passano liscia tutti.Certo, finché si fanno le cose a membro dio segugio i furbetti troveranno sempre il modo di farla franca. Fai le cose per bene e vedrai che non la passano liscia. Qui da me c'era un tipo che da 20 anni faceva il comodo suo, scaricava le acque e le feci dei cani dal terrazzo al cortile condominiale, pasturava legioni di piccioni e nessuno riusciva a farlo smettere con i sistemi classici (minacce, insulti, dispetti...). E' bastata una sola lettera al comune e p.c. alla sua padrona di casa perché in meno di una settimana si scusasse e si rimettesse in carregiata. Ora, a distanza di un paio d'anni continua a tenere pulito. Secondo te ha vinto il furbetto?
            Quello che piu' mi fa incazzare e' la perdita del
            senso di cio' che e' giusto e cio' che e'
            sbagliato, sostituito dal legalismo dei cavilli.Non si discute di cavilli, ma del diritto a ledere la dignità di una persona. Non è un cavillo. Io per starda non posso chiederti i documenti, un poliziotto sì. Perché. Perché lui è deputato a ciò. Gli abbiamo affidato il ompito di vigilare sulla nostra sicurezza.
            Ad esempio, senti questo aneddoto: una mia amica,
            peraltro non stupida, voleva farsi annullare una
            multa per eccesso di velocita' perche' i vigili
            non l'avevano fermata, ma solo fotografata. Non
            e' che non volesse pagare. No! Lei sosteneva di
            avere ragione. E' chiaro che cosi' non si va piu'
            da nessuna parte.Il problema è di fondo. Si è perso il snsop dello Stato e della comunità Qui ognuno fa comune per conto suo e fa quello che gli passa per la testa. Proprio questoè il problema e il comportamento dei prof è indice di questa situzione. (Amndremmo OT, ma sulle multe con autovelox e T-RED ci sarebbe da dire)
            Gli abusi sono quelli che la gente considera
            tali. Smettiamo di considerare una sciocchezza
            del genere un abuso, e sara' meglio per
            tutti.E' qui che siamo su due opposte posizioni. La perquisizione effettuata con le modalitàindicate è un abuso. Su questo non ci sono dubbi.
          • gerry scrive:
            Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
            - Scritto da: Udippuy
            In sostanza, se avessero interrotto il suo esame,
            chiamato la polizia, e questa fosse giunta
            (magari a sirene spiegate, per far prima),
            l'avesse portata in bagno e perquisita, tu non
            avresti avuto niente da obiettare. Posizione
            interessante. Le perquisizioni possono essere fatte solo dalle persone autorizzate, nello specifico l'autorità di Pubblica sicurezza.Se la chiami sarà lei a decidere come agire: se arrivare a sirene spiegate, chiamare gli swat o mettere i cecchini sul tetto.La responsabilità è loro, loro decidono come agire prendendosi la responsabilità. E' lo stesso motivo per cui un comune cittadino non può arrestare nessuno.
          • Udippuy scrive:
            Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
            Guarda, non vorrei scadere eccessivamente, ma quando sento ragionamenti come questi, mi viene da auspicare che i vostri figli, se ne avete ora o in futuro, vengano perquisiti a scuola da poliziotti per un banale bigliettino o un cellulare. Giusto per vedervi chinare il capo disciplinatamente di fronte all'autorita' della legge.
          • SirParsifal scrive:
            Re: Non mi sembra del tutto sbagliato

            Guarda, non vorrei scadere eccessivamente, ma
            quando sento ragionamenti come questi, mi viene
            da auspicare che i vostri figli, se ne avete ora
            o in futuro, vengano perquisiti a scuola da
            poliziotti per un banale bigliettino o un
            cellulare. Giusto per vedervi chinare il capo
            disciplinatamente di fronte all'autorita' della
            legge.Molto semplicemente chiedereidi conoscere le ragioni per cui mio figlio è stato sottoposto a perquisizione personale. Se le stesse sono fondate: "l'ho visto mentre utilizzava un cellulare che poi si è infilato nei pantaloni. Gli ho chiesto di consegnarmelo ed al suo rifiuto ho chiesto alla polizia di perquisirlo. abbiamo trovato il cellulare". stai tranquillo che mio figlio passerebbe un gran brutto quarto d'ora, ma se le motivazioni fossero:"pare, sembra, alcune insegnanti mi hanno riferito che sembrerebbe avere utilizzato un cellulare o un microfono, non abbiamo trovato nulla" ti garantiscop che il brutto quarto d'ora lo passerebbe qualcun altro.
          • Udippuy scrive:
            Re: Non mi sembra del tutto sbagliato

            "pare, sembra, alcune insegnanti mi hanno
            riferito che sembrerebbe avere utilizzato un
            cellulare o un microfono, non abbiamo trovato
            nulla" ti garantiscop che il brutto quarto d'ora
            lo passerebbe qualcun
            altro.Perche'? Credevo che fosse dovere degli insegnanti controllare, e se la polizia avesse ritenuto di procedere con la perquisizione, avresti torto marcio.
          • SirParsifal scrive:
            Re: Non mi sembra del tutto sbagliato

            Perche'? Credevo che fosse dovere degli
            insegnanti controllare, e se la polizia avesse
            ritenuto di procedere con la perquisizione,
            avresti torto
            marcio.Capisco che devi difendere la categoria, ma un conto è controllare altro è far perquisire una persona sulla base di un "si dice".
          • Udippuy scrive:
            Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
            Ripeto: avresti torto marcio, anche secondo le tue stesse argomentazioni. Per inciso, non appartengo, ne' sono mai appartenuto, ne' probabilmente apparterro' mai alla categoria degli insegnanti o dei poliziotti. Ne' mi interessa difendere questa o quella.
          • SirParsifal scrive:
            Re: Non mi sembra del tutto sbagliato

            Ripeto: avresti torto marcio, anche secondo le
            tue stesse argomentazioni. Per inciso, nonSpiegami il perché. Ribadisco laperquisizione è un atto estremamente invasivo e la sua esecuzione deve essere motivata e non arbitraria. Lo stsso P.U. che effettua una perquisizione arbitraria è punibile ex art.609 cp. poi fai te.
            appartengo, ne' sono mai appartenuto, ne'
            probabilmente apparterro' mai alla categoria
            degli insegnanti o dei poliziotti.Non ci crederai, ma mi sento sollevato.
          • Udippuy scrive:
            Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
            - Scritto da: SirParsifal

            Ripeto: avresti torto marcio, anche secondo le

            tue stesse argomentazioni. Per inciso, non
            Spiegami il perché. Ribadisco laperquisizione è
            un atto estremamente invasivo e la sua esecuzione
            deve essere motivata e non arbitraria. Lo stsso
            P.U. che effettua una perquisizione arbitraria è
            punibile ex art.609 cp. poi fai
            te.Sarebbe motivata dalla richiesta dell'insegnante, la quale a sua volta non ne avrebbe la responsabilita' in quanto e' stata materialmente eseguita da un poliziotto.Come ho ricordato in altro post, d'altronde, l'essenza stessa del'attivita' di controllo contempla la possibilita' di controlli con esito negativo, dunque questo non puo' essere motivo sufficiente per protestare a controllo avvenuto.

            appartengo, ne' sono mai appartenuto, ne'

            probabilmente apparterro' mai alla categoria

            degli insegnanti o dei poliziotti.
            Non ci crederai, ma mi sento sollevato.Non altrettanto posso dire io, sapendo che la tua mentalita' e' diffusa ovunque. Conta il numero di persone che la pensano come te in questo forum, e poi guarda in che condizioni versa l'Italia. Per me le due cose sono in qualche modo collegate.Ciao.
          • SirParsifal scrive:
            Re: Non mi sembra del tutto sbagliato

            Sarebbe motivata dalla richiesta dell'insegnante,
            la quale a sua volta non ne avrebbe la
            responsabilita' in quanto e' stata materialmente
            eseguita da un
            poliziotto.C'è una fattispecie penale tagliata su misura. Del eato risponde chi ha indotto l'altro in errore, ergo l'insegnante.
            Come ho ricordato in altro post, d'altronde,
            l'essenza stessa del'attivita' di controllo
            contempla la possibilita' di controlli con esito
            negativo, dunque questo non puo' essere motivo
            sufficiente per protestare a controllo
            avvenuto.Ad nauseam: il controllo invasivo come la perquisizione deveesere MOTIVATO.
            Non altrettanto posso dire io, sapendo che la tua
            mentalita' e' diffusa ovunque. Conta il numero di
            persone che la pensano come te in questo forum, e
            poi guarda in che condizioni versa l'Italia. Per
            me le due cose sono in qualche modo
            collegate.Magari lo fosse. Ti garantiscoche staremmo tutti molto meglio.Rileggiti con calma i mieipost e ti accorgeraiu che forse, probabilmente, sono molto più rigido di te per quanto riguarda il rispetto delle norme. E' solo che non faccio distinzioni.
            Ciao.Ciao
          • Udippuy scrive:
            Re: Non mi sembra del tutto sbagliato

            Conta il numero
            di

            persone che la pensano come te in questo forum,
            e

            poi guarda in che condizioni versa l'Italia. Per

            me le due cose sono in qualche modo

            collegate.
            Magari lo fosse. Ti garantiscoche staremmo tutti
            molto meglio.Rileggiti con calma i mieipost e ti
            accorgeraiu che forse, probabilmente, sono molto
            più rigido di te per quanto riguarda il rispetto
            delle norme. E' solo che non faccio
            distinzioni.Quello che mi spaventa in particolare del tuo modo di ragionare, non e' l'attaccamento alla forma, che in altre circostanze, piu' serie, condividerei appieno; e' invece la tua propensione, che mi pare traspaia, a considerare gli altri (i docenti, il preside, in questo caso) tendenzialmente come disonesti, vendicativi o stupidi, e sostanzialmente incapaci di fare il proprio lavoro. Non come persone che collaborano con te nella societa', ma persone dalle quali difendersi utilizzando la legge come un grimaldello, fino al punto di perdere completamente di vista il caso che origina il contenzioso. Qui c'e' una ragazza che si dice sostanzialmente traumatizzata, o umiliata, da una perquisizione. Tu ti unisci al coro di indignazione, ma per dire in sostanza che la perquisizione avrebbe dovuto essere piu' umiliante ancora. Perche'? Per punire quella che tu supponi essere la malafede dei docenti, invochi la lettera di una legge che in questo contesto, anziche' alleviare il caso, l'avrebbe sostanzialmente aggravato. E' come se, pur di colpire loro, fossi disposto a darti la zappa sui piedi.
          • SirParsifal scrive:
            Re: Non mi sembra del tutto sbagliato

            Quello che mi spaventa in particolare del tuo
            modo di ragionare, non e' l'attaccamento alla[...]
            contenzioso. Qui c'e' una ragazza che si diceSi tratta di carità pelosa.Si tratta di capire che leegole ci sono e sono uguali per tutti e che nessuno si può autonominare vigilantes.Si tratta di capire che chi sbaglia paga.Avrebbe pagato la ragazzina (ina? maturità vorà pure dire qualcosa!) se avesse sbagliato e devono pagare gli insenati che hanno abusato della loro posizione.Si tratta di un discorso molte semplice.
            sostanzialmente traumatizzata, o umiliata, da una
            perquisizione. Tu ti unisci al coro di
            indignazione, ma per dire in sostanza che la
            perquisizione avrebbe dovuto essere piu'
            umiliante ancora. Perche'? Non capisco. Ti è mai capitato di esser controllato dalla polzia? A me si e se agiscono correttamente non c'è nulla di umiliante: è il loro lavoro e sanno farlo bene. E' umiliante spogliarsi davanti ad una persona che non ha alcun diritto di importi di farlo, ma solo il potere di fartelo fare con la minaccia di allontanarti dall'esame.Guarda se non riesci a capire la differenza tra abuso ed esercizio di un potere è meglio lasciar perdere.
            Per punire quella che
            tu supponi essere la malafede dei docenti,
            invochi la lettera di una legge che in questo
            contesto, anziche' alleviare il caso, l'avrebbe
            sostanzialmente aggravato. E' come se, pur di
            colpire loro, fossi disposto a darti la zappa sui
            piedi.I miei piedi sono belli tranquilli. Non capisco cosa ci sia di scioccante ed umiliante nell'essere controllati da un agente delle FdO.Capisco che possa essere umuiliante essere perquisiti da un docente.Per i primi si tratta di un legittimo esercizio delle proprie funzioni e sono addestrati a farlo senza causare inutili imbarazzi per i secondi si tratta di un'attività a cui non sono Né preparati né addestarti e lasituazione, già di per sé, è fonte di imbarazzo.
          • gerry scrive:
            Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
            - Scritto da: Udippuy
            Guarda, non vorrei scadere eccessivamente, ma
            quando sento ragionamenti come questi, mi viene
            da auspicare che i vostri figli, se ne avete ora
            o in futuro, vengano perquisiti a scuola da
            poliziotti per un banale bigliettino o un
            cellulare. Guarda, non voglio scadere eccessivamente, ma è proprio quello che ho detto io.Se qualcuno deve perquisire un ragazzo, beh è proprio un poliziotto che he competenze, professionalità e soprattutto esperienza.Non un professore che si improvvisa poliziotto il giorno dell'esame, compiendo tra l'altro qualcosa che per legge non può fare.
        • ottomano scrive:
          Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
          - Scritto da: Udippuy
          Quindi secondo te dovevano chiamare anche la
          polizia?
          Lo chiedo perche' vorrei capire bene.Non "secondo lui"... secondo la Legge.Nessuno può improvvisarsi poliziotto. Si chiamano le forze dell'ordine, si tiene d'occhio la ragazza in modo che non passi il cellulare a qualcuno e, all'arrivo degli ufficiali preposti, si procede alla perquisizione.Per quanto questi professori possano essere in buona fede, hanno eseguito un abuso si potere, e devono essere sanzionati.bye
    • Il corsaro scrive:
      Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
      quoto pienamente d'accordo
    • Comet scrive:
      Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
      Ma sei fuori? Hai visto troppe puntate di Walker Texas Ranger. La ragazza in questione probabilmente si è stranita, giustamente, di essersi dovuta togliere pure il reggiseno... vorrei vedere te, sono il presidente di commissione, fammi vedere il buco del c**o che magari hai un auricolare...Non si tratta di buonismo sinistroide, per fortuna, ma di diritti costituzionali e di inviolabilità della persona, dell'intimità e della privacy. Lo stesso diritto che ti dovrebbe difendere, in un paese civile, se qualcuno per strada ti molesta. Purtroppo in Italia non sempre viene fatto rispettare.P.S. La prossima volta che devi criticare i sinistroidi, fallo su cose sensate.P.P.S. Come ti è stato già fatto notare, i geometri non progettano palazzi (per fortuna).
      • nelchael scrive:
        Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
        non è esattopossono proggettare palazzi fino ad una certa dimensione.Quello che non fanno è il calcolo strutturale, che è assegnato ad un ingegnere
        • Cryon scrive:
          Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
          otse non è cambiato.. sono max 4 piani :)/ot
        • .::UnO::. scrive:
          Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
          - Scritto da: nelchael
          non è esatto
          possono proggettare palazzi fino ad una certa
          dimensione.
          Quello che non fanno è il calcolo strutturale,
          che è assegnato ad un
          ingegnereE infatti è l'ingegnere il responsabile per la stabilità di un edificio...
    • Imenottero scrive:
      Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
      - Scritto da: Pretoriano
      Non trovo la cosa del tutto sbagliato. La
      maturità è l'Esame di Stato, un Documento, mica
      una
      sciocchezza!
      La commissione ha dimostrato serietà e
      scrupolosità. Pensate ad un geometra che si
      diploma grazie ad un cellulare nelle mutande e
      poi progetta un condominio che poi
      crolla.
      Tutto sommato non mi sembra che la ragazza in
      questione abbia subito chissa che
      cosa.
      Quindi tutto questo clamore è senz'altro dovuto
      al buonismo sinistroide che in questo periodo
      avvelena l'Italia.Oppure e' dovuto alle leggi che tutelano la dignita' delle persone, te e le tue sciocchezze comprese.Ma e' solo una vaga ipotesi, si intenda: le leggi scritte sicuramente sono meno affidabili delle tue sfolgoranti opinioni.
    • Gino Pino scrive:
      Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
      umh, quanto è importante questo esame di stato!solo 4 liceali da strapazzo possono pensare che nel 2007 conti ancora qualcosa....per piacere!
      • Marco Pigozzi scrive:
        Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
        - Scritto da: Gino Pino
        umh, quanto è importante questo esame di stato!
        solo 4 liceali da strapazzo possono pensare che
        nel 2007 conti ancora
        qualcosa....

        per piacere!HAHHAHA chissa' perche' gia' dal tuo primo intervento ci avrei giurato che tu piu' della terza media non sei riuscito a prendere!!!'Gnurant!
        • Yari aka nirvenik scrive:
          Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
          - Scritto da: Marco Pigozzi
          HAHHAHA chissa' perche' gia' dal tuo primo
          intervento ci avrei giurato che tu piu' della
          terza media non sei riuscito a
          prendere!!!
          'Gnurant!ahahah questa è bella
    • Yari aka nirvenik scrive:
      Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
      Sei solo un ignorante!Vorrei vedere te se quella ragazza fosse stata tua figlia oppure la tua ragazza!A me un pò le palle sarebbero girate!Quello che ancora non capisco è come la ragazza si sia fatta togliere tutto... io li avrei mandati a quel paese, e avrei chiamato i carabinieri.E' inutile che si cercano scuse, la scuola ha sbagliato e mi rattrista vedere al tg che le professoresse (ma andatevene in pensione pezze di vecchiaccie) difendono l'atto fatto dalle loro stesse college!Il caldo sta dando alla testa ma è anche vero che in italia non si ci capisce più una mazza!Stiamo diventando una nazione senza ragione!Ciao a tutti!
    • Udippuy scrive:
      Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
      Mi associo. Non ne posso piu' di questi italiani frignoni che ritengono che il proprio ombelico, o quello della loro prole, sia dimora della divinità.
    • leone2000 scrive:
      Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
      - Scritto da: Pretoriano
      Non trovo la cosa del tutto sbagliato. La
      maturità è l'Esame di Stato, un Documento, mica
      una
      sciocchezza!guarda, la scuola è tutta una sciocchezza, prima c'erano gli esami a settembre, almeno dovevi studiare durante l'estate e poi, magari, rischiavi di schiantare, poi li hanno tolti e hanno messo la buffonata dei corsi di recupero, poi han tolto (?) anche quelli e hanno messo i crediti/debiti... insomma, qui si impara poco e nn si boccia più...

      Quindi tutto questo clamore è senz'altro dovuto
      al buonismo sinistroide che in questo periodo
      avvelena
      l'Italia.certo, come no, peccato che l'esame di maturità sia stato sputtanato dal buonismo nel non-bocciare dalla cara moratti... ti riporto qualche fonte che dimostra che negli ultimi anni c'è stato un grandissimo sputtanamento della scuola e della serietà degli esami:(iltempo nn è certo di sinistra...)http://www.iltempo.it/approfondimenti/index.aspx?id=1217962&Sectionid=4&Editionid=5http://www.repubblica.it/2006/04/sezioni/scuola_e_universita/servizi/maturita-2006/maturita-primi-risultati/maturita-primi-risultati.htmlda repubblica.it del 19/06/07:Quasi 20 mila studenti non ce l'ha fatta. "In base a un monitoraggio effettuato sull'80 per cento delle scuole italiane - prosegue la Bastico - il numero degli ammessi agli esami è del 96 per cento". Cioè, quattro studenti dell'ultimo anno su 100 non sono stati considerati abbastanza preparati dai loro stessi professori e sono stati bloccati prima. Per loro si apre un altro anno si scuola e la speranza da parte delle famiglie di studiare di più. E' il primo l'effetto delle modifiche apportate dal Governo alla legge sugli esami di stato in cui è stata ripristinata l'ammissione agli esami. Tanto per avere un'idea del cambiamento, il numero di non ammessi alla maturità - cui occorre sommare i bocciati - del 2007 supera i bocciati dell'anno scorso: in tutto il 3,5 per cento.
      • .::UnO::. scrive:
        Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
        La cosa stupida è che si deve bocciare prima, durante i 5 anni di superiori, dove stai imparando veramente, non in una "lotteria" di un paio di giorni...Se i bocciati all'esame non fossero così bassi significa che il sistema scolasti ha fallito!Significa che non si è riusciti a fornire agli studenti gli strumenti per affrontare una prova del genere (o che la prova era troppo difficile).Tutti con questa voglia di bocciare credendo di rendere seria una prova che serve a poco...Le università non lo useranno più come metro, un 100 del liceo classico può essere superiore di un 80 di un istituto tecnico alle selezioni di una facoltà ingegneria?
        • leone2000 scrive:
          Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
          - Scritto da: .::UnO::.
          La cosa stupida è che si deve bocciare prima,
          durante i 5 anni di superiori, dove stai
          imparando veramente, non in una "lotteria" di un
          paio di
          giorni...infatti il mio discorso era ben più generale, non voglio che si bocci alla maturità, è proprio tutto il sistema scolastico che è diventato una ca**ata!volevo solo precisare al troll iniziale che la colpa non è del buonismo sinistroide ma semmai di chi ha reso sempre tutto più facile in questi ultimi anni...
    • rover scrive:
      Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
      Stato di ebrezza forzaitaliota da calura?
    • Beppe Bianchi scrive:
      Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
      Quoto
    • gerry scrive:
      Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
      - Scritto da: Pretoriano
      La commissione ha dimostrato serietà e
      scrupolosità. Le regole esistono o no?Se c'è una regola che dice che le perquisizioni le può fare solo l'autorità di PS la regola si segue.Se poi si vogliono investire i presidenti dell'autorità, si può anche fare... così come lo si vuole fare per gli stewart negli stadi o come è concessa in parte alle guardie giurate.Ma finchè non si fissa una regola i commissari sono persone come le altre, che non hanno diritto di perquisire nessuno.
    • pippo75 scrive:
      Re: Non mi sembra del tutto sbagliato
      - Scritto da: Pretoriano
      Non trovo la cosa del tutto sbagliato. La
      maturità è l'Esame di Stato, un Documento, mica
      una sciocchezza!La maturita' sono anni che e' solo un pro-forma e si puo' dimostrare.Dopo 5 anni i tuoi insegnanti hanno deciso che eri pronto per la maturita', come fanno in 3 giorni a cambiare idea, tranne nel caso in cui fai esami da schifo.Ricordo quando l'avevo fatta io, ancora un po e mi alzavo a dire di abbassare la voce.Un copia-copia da far paura e c'e' gente che e' riuscita a non fare bene tutto.O chiesto ad altri e non e' che la cose fosse tanto diversa.Poi il cellulare lo puoi nascondere in bagno e chi lo trova?
      La commissione ha dimostrato serietà e
      scrupolosità. Pensate ad un geometra che si
      diploma grazie ad un cellulare nelle mutande e
      poi progetta un condominio che poi
      crolla.Se e' stato ammesso all'esame di maturita' indica che lo meritava.ciao
  • incuso scrive:
    Certo che quelli della commissione...
    mica sono tanto svegli, si deve chiamare la polizia, ora rischiano il penale.
    • Me medesimo scrive:
      Re: Certo che quelli della commissione...
      Me lo auguro proprio...
      • anonimo scrive:
        Re: Certo che quelli della commissione...
        Questi pensavano di poter fare una persecuzione... ma roba da pazzi! Dove pensavano se lo fosse infilato il telefono?!?! Passeranno a buon titolo un sacco di meritatissimi guai.
        • Anonimo scrive:
          Re: Certo che quelli della commissione...
          'azzi loro..E poi questa poteva anche usare un metodo meno tecnlogico x copiare (newbie)
          • Sissi scrive:
            Re: Certo che quelli della commissione...
            Per me dovevano semplicemente sbatterla fuori dalla classe così non terminava l'esame, al posto di farla perquisire! Tanto avrà copiato nei giorni precedenti visto che tutti si erano insospettiti ed ora perdippiù l'hanno messa nella condizione di poter fare la vittima.
Chiudi i commenti