Il tuo Windows è pirata? Sì, no... forse

Riconoscendo che il proprio controllo antipirateria non è infallibile, Microsoft ha fatto in modo che, nei casi dubbi, Genuine Advantage ammetta la propria incertezza anziché bollare una copia di Windows come illegale

Roma – Che nel mondo informatico non vi siano certezze lo sanno anche gli sviluppatori di Windows Genuine Advantage ( WGA ), il noto e controverso tool antipirateria di Microsoft che, nella sua ultima versione, adotta un approccio più prudente nell’identificare le copie irregolari di Windows.

In precedenza, alla domanda “questa copia di Windows è autentica?”, WGA si limitava a rispondere con un secco “sì” o “no”: ora, con un pizzico in più di modestia, il programmino contempla come risposta anche “forse” . Finiscono in questo limbo tutte quelle copie di Windows di cui WGA non sia in grado di stabilire con certezza se siano autentiche o craccate. In tale situazione Microsoft fornisce quindi agli utenti il beneficio del dubbio, riservandosi di chiarire la loro posizione con future evoluzioni di WGA.

Questa sorta di Purgatorio di Windows arriva dopo che, nelle scorse settimane, il programma di validazione made in Redmond ha erroneamente identificato come piratate centinaia di installazioni di Windows Vista. In passato questi incidenti si sono più volte verificati anche con Windows XP, e questa è certamente una delle ragioni per cui, ad oltre un anno dal suo rilascio, WGA rimane un download opzionale. Opzionale ma non del tutto superfluo visto che, senza il suo benestare, l’utente (regolare o irregolare che sia) viene interdetto dalla stragrande maggioranza dei downlod gratuiti presenti sul sito di Microsoft.

Fonti vicine a BigM affermano che il gigante ha intenzione, presto o tardi, di distribuire WGA come update obbligatorio . In tale evenienza non è per altro ben chiaro in che modo verrebbe “punito” chi si rifiutasse, nonostante tutto, di eseguire il controllo.

Tra le altre novità introdotte dall’ultima versione di WGA, la 1.7.0017, Microsoft cita il nuovo installer, ora più ricco di informazioni e in grado di visualizzare il risultato del check immediatamente alla fine dell’installazione; un’interfaccia utente più gradevole e funzionale; e un help contenente un maggior numero di informazioni e link.

Microsoft Italia ha pubblicato diverse informazioni su WGA in questa pagina .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Non buttate i soldi... investiteli.
    I siti linkati sono relativamente utili... a parte change che è una stronzatawww.kiva.orgEcco qualcosa che può veramente cambiare il mondo ;)
Chiudi i commenti