Il videofonino a ridotto impatto ecologico

Con una iniziativa dedicata, TRE propone apparecchi igienizzati e ricondizionati. Per ogni videofonino venduto, assicura l'azienda, saranno piantati alcuni alberi in un parco

Milano – Ecologici, riciclati e rigenerati. Non si tratta di rifiuti, ma di telefoni cellulari. Anzi, di videofonini, dal momento che si parla di TRE , che lancia l’iniziativa “Rigenerazione3” proponendo apparecchi UMTS presentati come “ad impatto ambientale zero”.

Ad un telefonino non serve certo avere la marmitta catalitica e molto spesso chi fa uso di suonerie ad altissimo volume o sbraita durante una conversazione telefonica si rende colpevole di inquinamento acustico. TRE, tuttavia, presenta una nuova iniziativa che si propone quale contributo al contenimento delle emissioni di anidride carbonica, il primo tra i gas serra , tradizionalmente legata anche allo smaltimento dei rifiuti tecnologici .

TRE offre dunque videofonini usati , igienizzati e rigenerati anche attraverso l’eventuale sostituzione di componenti e parti estetiche danneggiate. Nei punti vendita TRE e nei centri della Grande Distribuzione Organizzata sono già disponibili modelli come gli LG U8110, U8120 e U8130, al prezzo di 29 euro, gli LG U8138 e U8330 a 39 euro e il videofonino U8180 a 49 euro.

Obiettivo dichiarato dell’iniziativa, varata in collaborazione con AzzeroCO2 , è “contribuire concretamente alla lotta contro il cambiamento climatico, allungando il ciclo di vita dei terminali UMTS, in un’ottica di maggior rispetto per l’ambiente”.

“Per produrre un terminale UMTS e rigenerarlo vengono prodotti circa 24 chili di anidride carbonica (CO2) – ha spiegato Vincenzo Novari, amministratore delegato di TRE – Coerentemente con le linee-guida introdotte dal Protocollo di Kyoto cui da tempo aderisce, 3 Italia ha deciso di compensare tali emissioni attraverso un intervento di forestazione di un parco dell’area a Nord di Milano. TRE pianterà alcuni alberi per ogni Videofonino Rigenerazione3 prodotto”.

“In un mondo caratterizzato da troppi prodotti usa e getta, riciclare e rigenerare rappresentano i primi passi verso un ambiente più sostenibile – ha detto Mario Gamberale, amministratore delegato di AzzeroCO2 – Per ogni albero piantumato sarà assorbita mediamente una tonnellata di anidride carbonica, sufficiente per compensare le emissioni di gas serra di 40 videofonini rigenerati”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • L'Italia del monopolio scrive:
    L'erba del vicino e non solo
    Tutto molto bello ... esempi da seguire, ma qua in Italia siamo sempre al solito punto. L'interesse di pochi contro il beneficio di tutti.L'erba del vicino è sempre più verde, ma sono solo. Le favole , non scoriamoci, che le raccontava il nonno di Heydi ... e gli svizzeri in fatto di montagne e di Heydi stanno bene. Siamo noi che dobbiamo fare i conti con i lupi (nano tronchetto et simili ndr).Saluti dal Bel Paese (in questo caso, proprio la pezza di formaggio molle che siamo. Una paese di invertebrati che si sta facendo calpestare continuamente da tutti).
  • Gigi scrive:
    Vediamo come stanno le cose
    In svizzera Swisscomm e' una (ex) Azienda pubblica monopolista e ormai privatizzata che non ha nessuna voglia di portare tutti i servizi di connessione adsl ecc ... anche nei più sperduti paesini di montagna (e qua di differenze con l'Italia non se ne vedono).Il risultato e' che una commissione ministeriale ha obbligato Swisscomm ha fare anche questo lavoro a partire dall'anno prossimo.In pratica di differenze con l'Italia ne vedo poche, se non il fatto che il governo s'è finalmente deciso ha obbligare Swisscomm a fare il suo dovere (che altrimenti non avrebbe mai fatto).
    • verdi scrive:
      Re: Vediamo come stanno le cose
      nessuna differenza.avanti... l'talia di è fermata agli anni 60 !quand'è che vogliamo renderci conto? l'adsl funziona meglio in spagna, portogallo, grecia....per favore...
    • bof scrive:
      Re: Vediamo come stanno le cose
      - Scritto da: Gigi
      In svizzera Swisscomm e' una (ex) Azienda
      pubblica monopolista e ormai privatizzata che non
      ha nessuna voglia di portare tutti i servizi di
      connessione adsl ecc ... anche nei più sperduti
      paesini di montagna (e qua di differenze con
      l'Italia non se ne
      vedono).
      sbaglio o la confederazione rimane azionista?sbaglio o la copertura del territorio è molto alta?perché a sentire te sembra di essere nel terzo mondo.
      Il risultato e' che una commissione ministeriale
      ha obbligato Swisscomm ha fare anche questo
      lavoro a partire dall'anno
      prossimo.
      scusa, ma ti riferisci alla liberalizzazione dell'ultimo km o ad altro? non ho colto il riferimento
      In pratica di differenze con l'Italia ne vedo
      poche, se non il fatto che il governo s'è
      finalmente deciso ha obbligare Swisscomm a fare
      il suo dovere (che altrimenti non avrebbe mai
      fatto).mah io una qualcuna la vedo eccome...
  • .::UnO::. scrive:
    Anche in Italia si potrebbe fare...
    Basterebbe scorporare l'infrastruttura da Telecom;annullare tutti i contratti di vendita degli edifici Telecom che Tronchetti SI E' VENDUTO a Pirelli RE per conflitto di interessi;e obbligare la nuova società a fornire la connettività a banda larga, magari con un contratto di servizio;e sopra le società dei servizi a scannarsi con le tariffe.Una cosa simile era il "piano Rovati", ma ci fu una polemica sterile tale da non far comprendere che cosa si voleva fare veramente...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 25 giugno 2007 14.43-----------------------------------------------------------
    • Fede scrive:
      Re: Anche in Italia si potrebbe fare...
      negli usa il problema era simile al nostro, cioè una grande società possedeva i cavi del telefono/adsl...come si è risolto il tutto??Beh la grande azienda è stata divisa in 5 (non sono sicurissimo del numero)aziende e i cavi per comunicare sono stati resi di tutti,cioè diciamo che i cavi erano li, tutti li potevano usare ma in caso di congestione della linea, per potenziarla tutti pagavano una quota in base al loro traffico in quella zona...niente di più semplice...NB negli usa c'è anche + concorrenza xkè anche i padroni delle linee ferroviarie hanno iniziato a vendere connessioni a internet/telefono, contando sul fatto che loro i cavi li avevano già messi a terra(usavano quelli dei treni!)
  • Alessandro scrive:
    interessante
    Si ok ma i costi?
    • bof scrive:
      Re: interessante
      - Scritto da: Alessandro
      Si ok ma i costi?www.bluewin.ch per dirne una...oppure ci sono alternative come sunrise.ch tele2.ch cablecom.checcun comparativo lo puoi fare credo sul sito comparis.chspero sia ancora free come servizio
  • teo scrive:
    Servizio universale
    Da noi no potrebbe funzionare. Vuol dire che le compagnie che forniscono connessione dovrebbero onorare per davvero i contratti e nel caso pagare per mancato guadagno chi basa il poprio business su internet. Ora invece se ti lasciano a piedi per due mesi per vie legali al limite si riesce a non pagare il mancato servizio :@
  • aghost scrive:
    Cose dall'altro mondo (quello civile)
    Per noi italiani è qualcosa dellaltro mondo. Qui da noi abbiamo un monopolista (oggi privato grazie a Prodi-DAlema) che smantella perfino le cabine pubbliche del servizio universale, e che da mezzo secolo fa il bello e il cattivo tempo frenando lo sviluppo telematico dellintera nazione.Non contento di aver di aver goduto del privilegio del monopolio per 50 anni, grida allesproprio proletario quando qualcuno osa ipotizzare lo scorporo della rete (pagata dagli italiani). E governi e authority sono lì, da sempre, a tenergli su le brache.http://aghost.wordpress.com/
    • gabarria scrive:
      Re: Cose dall'altro mondo (quello civile)
      Non sono completamente d'accordo con questo commento perchè da noi se telecom fosse costretta per legge a fare una cosa del genere sorgerebbero tutti gli altri ISP lamentandosi che Telecom è favorita e che invece bisogna mettere tutti in grado di poter fornire il servizio (salvo poi non farlo nessuno perchè non conveniente)
      • aghost scrive:
        Re: Cose dall'altro mondo (quello civile)
        gabarria, cioè che dici è impossibile, e per una semplice ragione: tutta l'infrastruttura è in mano a telecom (il famoso doppino che arriva in tutte le case). Nessun gestore alternativo puà pensare di fare una rete alternativa a quella di telecom per via dei costi altissimi (che come dici tu giustamente non conviene), e che solo telecom ha potuto sostenere grazie al fatto di essere monopolio statale per quasi mezzo secolo.http://aghost.wordpress.com/-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 25 giugno 2007 10.02-----------------------------------------------------------
    • Demi scrive:
      Re: Cose dall'altro mondo (quello civile)
      cioè, tra tutte le cose di cui ti puoi lamentare, lo fai proprio delle cabine pubbliche che non servono a niente da ormai diversi anni?
      • aghost scrive:
        Re: Cose dall'altro mondo (quello civile)
        sei proprio sicuro che non servono a niente? Negli USA puoi telefonare da qualsiasi angolo di qualsiasi strada con pochi spiccioli.Certo se per te è meglio farsi tosare dai gestori della telefonia mobile... :)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 25 giugno 2007 17.01-----------------------------------------------------------
  • Adriano scrive:
    swisscom=telecom italia
    Confermo,abbiamo sofferto a lungo, pagando sempre più per 1 minuto di telefonata e ancora oggi paghiamo più di 30 euro per la connessione meno cara e 18 euro al mese solo per la connessione del telefono... con swisscom!Cablecom offre con 14euro di telefonare gratuitamente tutto il giorno, altro che 18! Inoltre con 20 euro al mese si può già navigare (anche se solo 500kb/s) ma se bastano vanno benissimo.Tutte le altre companie, come Tele2, Sunrise,... devono pagare una tassa assurda a Swisscom, e quindi non possono essere competitive.Questo purtroppo é il problema di ditte che possiedono non solo il monopolio, ma purtroppo pure il sostegno dello stato (come telecom Italia), e a noi poveri cittadini tocca pagare 2 volte!!!!! Una volta la connessione molto cara e una volta le tasse che vanno a sostenere queste companie ciuccia-soldi!
    • Tizio scrive:
      Re: swisscom=telecom italia
      - Scritto da: Adriano
      Confermo,
      abbiamo sofferto a lungo, pagando sempre più per
      1 minuto di telefonata e ancora oggi paghiamo più
      di 30 euro per la connessione meno cara e 18 euro
      al mese solo per la connessione del telefono...
      con
      swisscom!
      Cablecom offre con 14euro di telefonare
      gratuitamente tutto il giorno, altro che 18!
      Inoltre con 20 euro al mese si può già navigare
      (anche se solo 500kb/s) ma se bastano vanno
      benissimo.
      Tutte le altre companie, come Tele2, Sunrise,...
      devono pagare una tassa assurda a Swisscom, e
      quindi non possono essere
      competitive.

      Questo purtroppo é il problema di ditte che
      possiedono non solo il monopolio, ma purtroppo
      pure il sostegno dello stato (come telecom
      Italia), e a noi poveri cittadini tocca pagare 2
      volte!!!!! Una volta la connessione molto cara e
      una volta le tasse che vanno a sostenere queste
      companie
      ciuccia-soldi!Io credo che il senso dell'articolo fosse un altro: banda per tutti !!!Provate a stare un mese col 56K poi vediamo se parlate ancora dei 14 o 18 euro.
    • bof scrive:
      Re: swisscom=telecom italia
      - Scritto da: Adriano
      Confermo,
      abbiamo sofferto a lungo, pagando sempre più per
      1 minuto di telefonata e ancora oggi paghiamo più
      di 30 euro per la connessione meno cara e 18 euro
      al mese solo per la connessione del telefono...
      con
      swisscom!ma non è vero...per le telefonate ogni operatore ha le proprie fasce orario vantaggiose e i propri abbonamenti vantaggiosi in funzione delle esigenzeper l'adsl...non è vero vi sono abbonamenti minimali da 15 euro per chi si accontenta di un uso minimo della rete.per quello basic da 30euro circa...non siamo poi tanto peggio di altri paesi...forse solo della Francia.se poi consideri la differenza dei salari che ci sono tra CH e altri paesi...mi sa che è più cara l'Italia ammesso che ovunque hai il servizio
      Cablecom offre con 14euro di telefonare
      gratuitamente tutto il giorno, altro che 18!
      Inoltre con 20 euro al mese si può già navigare
      (anche se solo 500kb/s) ma se bastano vanno
      benissimo.se permetti ne pago 30 al mese e viaggio con 2000 eh.
      Tutte le altre companie, come Tele2, Sunrise,...
      devono pagare una tassa assurda a Swisscom, e
      quindi non possono essere
      competitive.
      maddai...che devono pagare a swisscom è vero ma per l'ultimo km.se non fossero competitive sarebbero già fallite e non è così.sono solo arrivate dopo quando swisscom da azienda pubblica disponeva di una copertura quasi totale del territorio...per cui o spendi per farti la tua rete oppure passi da quella attuale pagando la tua quota relativa.
      Questo purtroppo é il problema di ditte che
      possiedono non solo il monopolio, ma purtroppo
      pure il sostegno dello stato (come telecom
      Italia), e a noi poveri cittadini tocca pagare 2
      volte!!!!! Una volta la connessione molto cara e
      una volta le tasse che vanno a sostenere queste
      companie
      ciuccia-soldi!la fai troppo semplice..
  • Steno1966 scrive:
    Swisscom
    Guardate che in Svizzera ci vivo e non è tutto rose e fiori. L'ADSL è in mano esclusiva di Swisscom e la concorrenza che lo vende non fa altro che rivendere il prodotto Swisscom. Quindi i prezzi sono alti.L'unico vero concorrente che ha fatto si che a parita' di canone raddoppiasse la velocita' è Cablecom, che tramite la sua rete proprietaria è riuscita a rompere le scatole al monopolista.
    • fulmine scrive:
      Re: Swisscom
      - Scritto da: Steno1966
      L'ADSL è in mano esclusiva di
      SwisscomFalso: Per citarne altri ci sono Tele2, Sunrise e Ticinocom.
      e la concorrenza che lo vende non fa
      altro che rivendere il prodotto Swisscom.Falso: Cablecom ha la sua infrastruttura totalmente scollegata dalla rete Swisscom.
      Quindi i prezzi sono alti.45.- al mese per una 3Mbit non mi pare eccessivo. E ci sono offerte ancora migliori.
      L'unico vero concorrente che ha fatto si che a
      parita' di canone raddoppiasse la velocita' è
      Cablecom, che tramite la sua rete proprietaria è
      riuscita a rompere le scatole al
      monopolista.Vedi che quindi quel che hai detto sopra è falso ;) ?
      • mike p scrive:
        Re: Swisscom
        - Scritto da: fulmine
        - Scritto da: Steno1966

        L'ADSL è in mano esclusiva di

        Swisscom

        Falso: Per citarne altri ci sono Tele2, Sunrise e
        Ticinocom.
        sbagli tu: l'infrastruttura (modem) è della swisscome sta nelle sue centrali = buona fetta del canone va a loroGli operatori ci mettono sopra il proprio servizio

        e la concorrenza che lo vende non fa

        altro che rivendere il prodotto Swisscom.

        Falso: Cablecom ha la sua infrastruttura
        totalmente scollegata dalla rete
        Swisscom.


        Quindi i prezzi sono alti.

        45.- al mese per una 3Mbit non mi pare eccessivo.
        E ci sono offerte ancora
        migliori.


        L'unico vero concorrente che ha fatto si che a

        parita' di canone raddoppiasse la velocita' è

        Cablecom, che tramite la sua rete proprietaria è

        riuscita a rompere le scatole al

        monopolista.

        Vedi che quindi quel che hai detto sopra è falso
        ;)
        ?Cablecom ha sudato anni prima di avere la concessioneper l'ultimo chilometro, e mi risulta che sia ora l'unicaalternativa al monopolio swisscom
        • fulmine scrive:
          Re: Swisscom
          - Scritto da: mike p


          L'ADSL è in mano esclusiva di


          Swisscom



          Falso: Per citarne altri ci sono Tele2, Sunrise
          e

          Ticinocom.


          sbagli tu: l'infrastruttura (modem) è della
          swisscom
          e sta nelle sue centrali = buona fetta del canone
          va a
          loroNo, loro è solo l'ultimo miglio (E non per molto !)
          Cablecom ha sudato anni prima di avere la
          concessione
          per l'ultimo chilometro,Cablecom c'entra come i cavoli a merenda sull'ultimo miglio, dato che i "cavi" sono di sua proprietà e totalmente indipendenti da quelli di Swisscom (Coassiale contro doppino).
          • lupo lupone scrive:
            Re: Swisscom


            Cablecom ha sudato anni prima di avere la

            concessione

            per l'ultimo chilometro,

            Cablecom c'entra come i cavoli a merenda
            sull'ultimo miglio, dato che i "cavi" sono di sua
            proprietà e totalmente indipendenti da quelli di
            Swisscom (Coassiale contro
            doppino)...c'è anche l'azienda elettrica che propone un collegamento ad internet, quindi ci sono già 2 alternative. Inoltre la cablecom va a rompere le balle a swisscom con il collegamento ad internet e la telefonia, a sua volta swisscom va a rompere le balle a cablecom con la trasmissione di programmi televisivi, se ne vedranno delle belle
        • harrx scrive:
          Re: Swisscom
          Ma sunrise non sfrutta la rete in fibra ottica della ex Diax?
          • Adriano scrive:
            Re: Swisscom
            No, la Diax usava la rete di Swisscom
          • harrx scrive:
            Re: Swisscom
            Avevo letto che la Diax aveva il punto di forza nella rete in fibra posata lungo le linee ferroviarie, mi staro' confondendo con qualcos'altro.
          • bof scrive:
            Re: Swisscom
            - Scritto da: harrx
            Avevo letto che la Diax aveva il punto di forza
            nella rete in fibra posata lungo le linee
            ferroviarie, mi staro' confondendo con
            qualcos'altro.non c'è più...ha fusionato con la Sunrise per l'asta delle licenze UMTS...quanche anno faperò hai ragione avevano approfittato della struttura delle ferrovie per la posa dei loro cavi. hai fatto bene a ricordarlo!
        • bof scrive:
          Re: Swisscom
          - Scritto da: mike p
          - Scritto da: fulmine

          - Scritto da: Steno1966


          L'ADSL è in mano esclusiva di


          Swisscom



          Falso: Per citarne altri ci sono Tele2, Sunrise
          e

          Ticinocom.


          sbagli tu: l'infrastruttura (modem) è della
          swisscom
          e sta nelle sue centrali = buona fetta del canone
          va a
          loro
          falso...gli altri operatori pagano a Swisscom l'ultimo km che non è ancora liberalizzato de facto anche se de jure lo è stato deciso
          Gli operatori ci mettono sopra il proprio servizio
          questo si ci mancherebbe...ma non pagano a swisscom x tutta l'infrastruttura.


          e la concorrenza che lo vende non fa


          altro che rivendere il prodotto Swisscom.



          Falso: Cablecom ha la sua infrastruttura

          totalmente scollegata dalla rete

          Swisscom.




          Quindi i prezzi sono alti.



          45.- al mese per una 3Mbit non mi pare
          eccessivo.

          E ci sono offerte ancora

          migliori.




          L'unico vero concorrente che ha fatto si che a


          parita' di canone raddoppiasse la velocita' è


          Cablecom, che tramite la sua rete
          proprietaria
          è


          riuscita a rompere le scatole al


          monopolista.



          Vedi che quindi quel che hai detto sopra è falso

          ;)

          ?
          Cablecom ha sudato anni prima di avere la
          concessione
          per l'ultimo chilometro, e mi risulta che sia ora
          l'unica
          alternativa al monopolio swisscomma Cablecom fornisce servizi tv via cavo e via questa sua rete di distribuzione fornisce anche l'adsl.ma che vai cianciando?
    • bof scrive:
      Re: Swisscom
      - Scritto da: Steno1966
      Guardate che in Svizzera ci vivo e non è tutto
      rose e fiori. L'ADSL è in mano esclusiva di
      Swisscom e la concorrenza che lo vende non fa
      altro che rivendere il prodotto Swisscom. Quindi
      i prezzi sono
      alti.
      L'unico vero concorrente che ha fatto si che a
      parita' di canone raddoppiasse la velocita' è
      Cablecom, che tramite la sua rete proprietaria è
      riuscita a rompere le scatole al
      monopolista.è così solo perché de facto non è ancora entrata in vigore la liberalizzazione sull'ultimo km....ma tolta quella col cavolo che gli altri operatori dovranno pagare la tassa base a swisscom/bluewin
  • Crusca scrive:
    Un po' piu di sano lavoro agrario...
    Incumbent... e che diamine significherebbe?Ma possibile che non si riesca a fare a meno di rimpinzare ogni articolo di termini messi li solo per fare tanta scena? E il vocabolario italiano? Chi se lo fila ancora...?
  • pierob scrive:
    viva la Telecom
    ma noi abbiamo la Telecom ed altri nani in più una "destra" ed una "sinistra" che dio ci scambi e liberi e per in più pure grillo.Ciao Piero
  • Pascal scrive:
    link a ComCom
    potevate almeno mettere il link in italiano invece di quello in lingua tedesca! :)http://www.comcom.admin.ch/index.html?lang=it
  • Mauro scrive:
    Cosa vorreste che facessero?
    Cioè voi vorreste che Telecom Italia facesse lo stesso? In un Paese come il nostro. Questa richiesta non ha senso, nel nostro Paese non ci sono i presupposti per fare ciò per almeno tre motivi:1) la situazione economica dell'Incumbent non è tale da consentire investimenti chiaramente in perdita come la copertura delle comunita montane con reti ADSL2) esistono da noi già soluzioni alternative in molti posti non raggiunti dalla rete ADSL in corso di sperimentazione/uso (non ho idea di come sia la situazione al Sud, ma in Lombardia esistono sistemi basati su Hiperlan wireless per l'eliminazione del Digital Divide)3) da noi le comunità montane, tanto per dirne una, stanno a 38 mt di altitudine sul livello del mare (comuni in Calabria, Sardegna, Puglia che si dichiarano tali per ricevere i finanziamenti Statali)...dovrebbero forse mettere dei DSLAM anche lì?
    • Lopippo scrive:
      Re: Cosa vorreste che facessero?
      la telecom vende gli immobili (pagati con decenni di tasse) con le centrali per avere il bilancio in attivo un anno in più, chissà quanti mesi di affitto ci vorranno per mangiarsi i ricavi della vendita e tornare in rosso peggio di primascontato che di investire in nuove infrastrutture non se ne parlaanche perché un ammodernamento e razionalizzazione gli manderebbe all'aria tutti i piani industriali fatti finora per continuare a spremere gli utenti con i mezzi attuali, e faciliterebbe anche la concorrenza che avrebbe modo di inserirsi in un'infrastruttura più aperta e facilmente gestibilecomunque sia, il management di telecom italia non sembra passarsela male, al contrario della società, ed anche se fallisse domani per loro non sarebbe un problemada notare come nelle telecomunicazioni non siano le aziende ad avere successo in base a come riescono a soddisfare il mercato, ma da come riescano ad imporre le loro strategie agli utenti, con pubblicità ingannevoli, contratti ed offerte numerose, complicate, poco chiare, regimi monopolistici degni del secolo passato, e favoritismi anche a livello legislativo
    • Virgio scrive:
      Re: Cosa vorreste che facessero?

      1) la situazione economica dell'Incumbent non è
      tale da consentire investimenti chiaramente in
      perdita come la copertura delle comunita montane
      con reti
      ADSLIl servizio universale lo finanziano tutti gli utenti. Non è una tassa solo per Telecom. E' un costo aggiuntivo per gli operatori con una presenza significativa sul mercato (Telecom, Wind, Vodafone). E' già previsto nella definizione di servizio universale che va garantito un accesso efficace ad internet. In Svizzera ritengono che nel 2007 efficace significhi alcune centinaia di kbit, in Italia l'Authority pensa che bastino ancora poche decine di kbit.Se non siamo d'accordo, facciamoglielo sapere:http://www.agcom.it/faq_.htm
      • cirifischio scrive:
        Re: Cosa vorreste che facessero?
        - Scritto da: Virgio
        Se non siamo d'accordo, facciamoglielo sapere:
        http://www.agcom.it/faq_.htmCosa gli vuoi far sapere che già non sanno?L'ultimo balzello accordato a Telecozz, sulle linee solo dati, non ti dice niente?Agcom e Antitrust, non sono al servizio della legge e del cittadino, sono sottomesse ai poteri politici, i quali a loro volta controllano le grandi aziende che ci spremono.Un'altra azienda con i debiti di telecozz avrebbe dichiarato fallimento cinque anni or sono, invece sta ancora in piedi, come mai?Prova tu ad aprire un'attività ed andare in rosso come telecozz e guarda quello che ti succede dopo!Bisogna rinnovare tutta la classe politica, ormai marcia, e riprendere il cammino pensando alla famiglia che è quella su cui si basa una nazione, con leggi chiare e regole certe, e, sopratutto pochi "onorevoli" nei palazzi, soltanto il minimo necessario.
        • Demi scrive:
          Re: Cosa vorreste che facessero?

          Un'altra azienda con i debiti di telecozz avrebbe
          dichiarato fallimento cinque anni or sono, invece
          sta ancora in piedi, come
          mai?
          Prova tu ad aprire un'attività ed andare in rosso
          come telecozz e guarda quello che ti succede
          dopo!questo si che si chiama conoscere l'economia, hai preso il master alla Bocconi?
          • DuDe scrive:
            Re: Cosa vorreste che facessero?
            - Scritto da: Demi
            questo si che si chiama conoscere l'economia, hai
            preso il master alla
            Bocconi?Sono ignorante e il mio piccolo cervello mi dice che se non ho soldi per pagare il lattaio il lattaio non mi vende il latte, lo stesso mio piccolo cervello mi dice che se ho il C/C in rosso, la banca mi leva le mutande e approfitta di me sessualmente, ergo, perche' cio' accade per me ma non pe le industrie? Tu che sembri saperne, mi spieghi come funziona? P.S. ripeto sono ignorante
          • Demi scrive:
            Re: Cosa vorreste che facessero?
            Telecom non ha il c/c (liquidità) in rosso, ha un certo ammontare di debiti che comunque in relazione al suo valore/capitalizzazione non sono una quantità tremenda... certo sarebbe molto meglio averne di meno, ma da qui a fallire ce ne passa.
          • bof scrive:
            Re: Cosa vorreste che facessero?
            - Scritto da: Demi
            Telecom non ha il c/c (liquidità) in rosso, ha un
            certo ammontare di debiti che comunque in
            relazione al suo valore/capitalizzazione non sono
            una quantità tremenda... certo sarebbe molto
            meglio averne di meno, ma da qui a fallire ce ne
            passa.telecom ha distribuito i dividenti invece di autofinanziare il rinnovamento dell'infrastruttura....ha de facto ingrassato agli azionisti e gli amici degli azionisti...per non parlare delle vendite degli immobili.logica finanziaria Vs logica contabile
          • Mauro scrive:
            Re: Cosa vorreste che facessero?
            Telecom fa utili per 7,3 miliardi di ogni anno. Ok ha 40 miliardi di di debiti, ma questo non significa che non sia in grado di assolverli. Se non generassero utili avresti ragione, ma visto che di utili ne generano a palate...Il problema vero se vogliamo è come investire quegli utili per ridurre il tempo necessario a coprire i debiti. Sicuramente la fornitura di ADSL come servizio universale NON è un modo intelligente di investire perché se spendi x mila per adeguare la rete di un paese montano con 50 abitanti quei soldi non li recuperi più (perché in manutenzione spendi di più di quello che ti pagano gii abbonati). Io abito in provincia di Como e da noi esistono parecchi paesi non raggiunti da ADSL. Telecom ha effettuato dei sondaggi richiedendo quanti avrebbero voluto abbonarsi prima di procedere con i lavori e i riscontri sono stati bassissimi. A Brunate+Civiglio (paese di montagna sopra Como) si chiedeva un minimo di 100 abbonati su 4000 famiglie. Hanno firmato in meno di 50. Si è comunque provveduto a impiegare HiperLan 2 per coprire l'area con tecnologia Wireless. Inoltre quando sarà regolamentato WiMAX ci sarà un ulteriore modo per offrire ubiquitous connectivity. Che gli Svizzeri facciamo quello che gli pare, da noi non ha senso parlare di certe cose e questo articolo sembra una provocazione atta ad alimentare un flame.
          • bof scrive:
            Re: Cosa vorreste che facessero?
            - Scritto da: Mauro
            Telecom fa utili per 7,3 miliardi di ogni anno.
            Ok ha 40 miliardi di di debiti, ma questo non
            significa che non sia in grado di assolverli. Se
            non generassero utili avresti ragione, ma visto
            che di utili ne generano a
            palate...
            Il problema vero se vogliamo è come investire
            quegli utili per ridurre il tempo necessario a
            coprire i debiti. Sicuramente la fornitura di
            ADSL come servizio universale NON è un modo
            intelligente di investire perché se spendi x mila
            per adeguare la rete di un paese montano con 50
            abitanti quei soldi non li recuperi più (perché
            in manutenzione spendi di più di quello che ti
            pagano gii abbonati). Io abito in provincia di
            Como e da noi esistono parecchi paesi non
            raggiunti da ADSL. Telecom ha effettuato dei
            sondaggi richiedendo quanti avrebbero voluto
            abbonarsi prima di procedere con i lavori e i
            riscontri sono stati bassissimi. A
            Brunate+Civiglio (paese di montagna sopra Como)
            si chiedeva un minimo di 100 abbonati su 4000
            famiglie. Hanno firmato in meno di 50. Si è
            comunque provveduto a impiegare HiperLan 2 per
            coprire l'area con tecnologia Wireless. Inoltre
            quando sarà regolamentato WiMAX ci sarà un
            ulteriore modo per offrire ubiquitous
            connectivity. Che gli Svizzeri facciamo quello
            che gli pare, da noi non ha senso parlare di
            certe cose e questo articolo sembra una
            provocazione atta ad alimentare un
            flame.ma che vai dicendo...quello che perdi in investimento per garantire copertura nelle regioni discoste lo recuperi sulle grandi città.secondo te come le calcolano le tariffe dei servizi?
    • Tizio scrive:
      Re: Cosa vorreste che facessero?
      - Scritto da: Mauro
      1) la situazione economica dell'Incumbent non è
      tale da consentire investimenti chiaramente in
      perdita come la copertura delle comunita montane
      con reti
      ADSLSe evitassero di imbrattare giornali, cartelloni pubblicitari, e rincoglionirci ogni 2 spot in TV risparmierebbero miliardi di euri.
      2) esistono da noi già soluzioni alternative in
      molti posti non raggiunti dalla rete ADSL in
      corso di sperimentazione/uso (non ho idea di come
      sia la situazione al Sud, ma in Lombardia
      esistono sistemi basati su Hiperlan wireless per
      l'eliminazione del Digital
      Divide)Tecnologie inutili, a partire dal wifi che se hai la sfiga di avere di mezzo un bosco, in inverno vedi il traliccio e in primavera no. RIDICOLO.
      3) da noi le comunità montane, tanto per dirne
      una, stanno a 38 mt di altitudine sul livello del
      mare (comuni in Calabria, Sardegna, Puglia che si
      dichiarano tali per ricevere i finanziamenti
      Statali)...dovrebbero forse mettere dei DSLAM
      anche
      lì?Certo. Considerando che la rete l'hanno avuta in regalo dal governo (chi governava all'epoca?) fanno il favore di muoversi che han proprio rotto il caXXo.
  • ASDF scrive:
    me ne vado...
    tanto appena avrò finito l'uni andrò a specializzarmi all'estero e così mi potrò liberare di questo paese di ....bip...Però il paese è bello...sono gli abitanti e soprattutto che li governa che fa schifo...sotto tutti i fronti e punti di vista...
    • TNT scrive:
      Re: me ne vado...
      "Però il paese è bello...sono gli abitanti e soprattutto che li governa che fa schifo...sotto tutti i fronti e punti di vista..."QUOTO. La cosa deprimente e' che la gente (quando va bene) si lamenta un po' e basta, a volte neanche quello; e' quasi come se ormai si fossero quasi tutti abituati alla corruzione ed alle false promesse fatte costantemente dalla classe politica italiana.Altra cosa triste e' che alcuni non si rendono conto che questo squallore assoluto della classe politica (a tutti i livelli) nei Paesi "avanzati" e' assolutamente SOLO tipico dell'Italia, per lo meno a questi livelli. Certo, capita anche all'estero di vedere politici corrotti e incapaci, ma UN'INTERA CLASSE POLITICA COMPLETAMENTE ALIENA ALLE PROBLEMATICHE DELLA GENTE "LAVORATRICE" COMUNE e' roba che esiste solo in Italia.
      • Lopippo scrive:
        Re: me ne vado...
        in italia perdura perché molta gente spera di entrare nel giro, non di abbatterlosono milioni gli italiani che vivono dentro e attorno la politica, e tanto più i danni allo stato aumentano tanto più il bacino di graziati e di conseguenza la volontà di mantenere il sistema salee questo oltre a costare troppo rende anche la burocrazia artificiosa, contraddittoria, lenta e inefficace, dato che per giustificare molte poltrone si creano compentenze multiple o ambigue, che spesso si risolvono in pratica in uno scaricabarile istituzionaleclientelismo e conflitto d'interessi sono un'istituzione tanto quanto la famiglia
      • DuDe scrive:
        Re: me ne vado...
        - Scritto da: TNT
        "Però il paese è bello...sono gli abitanti e
        soprattutto che li governa che fa schifo...sotto
        tutti i fronti e punti di
        vista..."

        QUOTO. La cosa deprimente e' che la gente (quando
        va bene) si lamenta un po' e basta, a volte
        neanche quello; e' quasi come se ormai si fossero
        quasi tutti abituati alla corruzione ed alle
        false promesse fatte costantemente dalla classe
        politica
        italiana.

        Altra cosa triste e' che alcuni non si rendono
        conto che questo squallore assoluto della classe
        politica (a tutti i livelli) nei Paesi "avanzati"
        e' assolutamente SOLO tipico dell'Italia, per lo
        meno a questi livelli. Certo, capita anche
        all'estero di vedere politici corrotti e
        incapaci, ma UN'INTERA CLASSE POLITICA
        COMPLETAMENTE ALIENA ALLE PROBLEMATICHE DELLA
        GENTE "LAVORATRICE" COMUNE e' roba che esiste
        solo in
        Italia.La classe politica italiana rispecchia l'italiano.Guardati intorno, tutti a cercare di fregarsi l'uno con l'altro a cominciare dal collega di ufficio che ti fa le scarpe per salire di grado a finire al grande evasore che viene osannato in quanto a detta del popolino, un "fico" Con una mentalita' del genere cosa ti puoi aspettare?
        • Stargazer scrive:
          Re: me ne vado...
          - Scritto da: DuDe
          La classe politica italiana rispecchia l'italiano.
          Guardati intorno, tutti a cercare di fregarsi
          l'uno con l'altro a cominciare dal collega di
          ufficio che ti fa le scarpe per salire di grado a
          finire al grande evasore che viene osannato in
          quanto a detta del popolino, un "fico"

          Con una mentalita' del genere cosa ti puoi
          aspettare?Sembra quasi che sia giusto che i vigili o carabinieri stanghino i furbi con multe retate ecc :Dla cosa assurda che in cina o alri paesi chi viene giuducato colpevole viene eliminato (tipo la storia dei medicinali scaduti e pericolosi)qui i politici indagati per frode bancarotta, mafia continuanano a governare, molti stanno pure all'opposizioneCi sarà mica un nesso con la moratoria sulla pena di morte che si vuole tanto abolire. Così tutti i delinquenti con immunità parlamentare potranno vivere agiati per il resto dei loro giorni Come con il buonismo che inculacano in temi come termovalorizzatori rigassificatori sotto altra fonte allo stesso modo fanno capire che la pena di morte è sbagliata in un paese civile. Di che diritto civile si parla non si sà imho peròEvviva l'Italia
    • myPoint scrive:
      Re: me ne vado...
      - Scritto da: ASDF
      tanto appena avrò finito l'uni andrò a
      specializzarmi all'estero e così mi potrò
      liberare di questo paese di
      ....bip... non farci spendere altri soldi per la tua laurea, vattene all'estero adesso.
  • franco gogo scrive:
    in casa nostra....
    in casa nostra....l'unico diritto certo è la speculazione sui prezzi ! @^ @^
    • Aldo Bianchi scrive:
      Re: in casa nostra....
      - Scritto da: franco gogo
      in casa nostra....l'unico diritto certo è la
      speculazione sui prezzi ! @^
      @^Ma che te ne fai di tutta questa interazione? vuoi internet? meglio il digitale terrestre. Lì guardi la tv, è gratis ed hai tutta l'interazione che vuoi. Internet: roba vecchia.Per una volta ancora abbiamo investito bene il nostro denaro al contrario degli svizzeri.
      • Giovanni scrive:
        Re: in casa nostra....
        spero sia pura ironia questa :)- Scritto da: Aldo Bianchi
        - Scritto da: franco gogo

        in casa nostra....l'unico diritto certo è la

        speculazione sui prezzi ! @^

        @^

        Ma che te ne fai di tutta questa interazione?
        vuoi internet? meglio il digitale terrestre. Lì
        guardi la tv, è gratis ed hai tutta l'interazione
        che vuoi. Internet: roba
        vecchia.
        Per una volta ancora abbiamo investito bene il
        nostro denaro al contrario degli
        svizzeri.
        • Ale scrive:
          Re: in casa nostra....
          Il Digitale terrestre tu la chiami tecnologia?Siamo passati da vedere la tv in analogico a vederla in digitale per lo piu' con gli stessi canali e poca robetta in piu'. E' una mossa strategica fatta solo per vendere i pacchetti di calcio e le serie televisive ecco cos'e' il digitale terrestre. Dov'e' l'interazione?Internet e' la vera interazione: tv, telefonia e soprattutto CULTURA e informazione non passiva(tv), possibilita' di scambiarsi idee e molto altro ancora!
      • Marco Tagliabue scrive:
        Re: in casa nostra....
        Ciao, scrivo dal Canton Ticino,volevo solo precisare che il digitale terrestreè una realtà (per il vero poco sfruttata) anche alle nostre latitudini.Dallo scorso Novembre è a disposizione la TV su internet e la radiodigitale DAB.Cordiali salutiMarco
      • bof scrive:
        Re: in casa nostra....
        - Scritto da: Aldo Bianchi
        - Scritto da: franco gogo

        in casa nostra....l'unico diritto certo è la

        speculazione sui prezzi ! @^

        @^

        Ma che te ne fai di tutta questa interazione?
        vuoi internet? meglio il digitale terrestre. Lì
        guardi la tv, è gratis ed hai tutta l'interazione
        che vuoi. Internet: roba
        vecchia.
        Per una volta ancora abbiamo investito bene il
        nostro denaro al contrario degli
        svizzeri.bah il digitale terrestre c'è anche in CHe oltre a questo hai pure la TV via la retese poi secondo te è meno bene avere alternative...ti dico solo che l'entrata della bluewin sul mercato della tv online ha fatto abbassare i prezzi della tv digitale...
Chiudi i commenti