ImCoSys, il Linux Smartphone svizzero

Dalla svizzera arriva uno smartphone con sistema operativo Linux che, almeno sulla carta, non ha nulla da invidiare ai colleghi con marchio più blasonato
Dalla svizzera arriva uno smartphone con sistema operativo Linux che, almeno sulla carta, non ha nulla da invidiare ai colleghi con marchio più blasonato

Hannover – La svizzera ImCoSys AG presenta al CeBIT il suo nuovo Smartphone, dotato di sistema operativo Linux e di funzionalità interessanti.

ImCoSys, che ha sviluppato tutte le applicazioni presenti nel telefonino, prevede che sarà commercialmente disponibile in Europa e USA nel mese di giugno. Con misure di 125x64x18 mm, leggero e di design moderno, lo Smartphone ha alcuni plus non trascurabili come il modulo GPS, le connettività USB e Bluetooth e il supporto WiFi.

Il Linux smartphone Ma eccone le caratteristiche principali: il processore è un Omap 730 Texas Instruments ; per quanto riguarda reti e connettività è un Quadband GSM (850/900/1800/1900), GPRS classe 10, EDGE; la memoria è di 64 MB Flash, 64 MB SDRAM, e sono possibili espansioni grazie alla presenza di uno slot SD. Il display touchscreen è da 240×320 pixel, TFT-LCD a 260mila colori.

In aggiunta, funzionalità di e-mail push compatibile con sistemi con Lotus ed Exchange server, e supporto SyncML, protocollo sviluppato come standard aperto per la sincronizzazione di informazioni, come appuntamenti in agenda ed e-mail, tra telefoni mobili e computer.

Lo Smartphone consente inoltre la visualizzazione di file di vari formati (Word, Excel, PowerPoint, PDF, JPG, GIF, PNG) e dispone di vivavoce integrato e suonerie polifoniche a 40 voci.

Il prezzo previsto dello Smartphone è di 298 euro, stando a quanto dichiarato da Adrian Steinmann, direttore marketing e vendite di ImCoSys e sarà disponibile per la vendita dal sito ImCoSys e dai rivenditori.

Dario Bonacina

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

12 03 2006
Link copiato negli appunti