IMDb sa quanti anni hai

L'archivio di Amazon batte in aula l'attrice di origini asiatiche Junie Hoang. Che aveva chiesto una multa da un milione di dollari per la pubblicazione online della sua data di nascita
L'archivio di Amazon batte in aula l'attrice di origini asiatiche Junie Hoang. Che aveva chiesto una multa da un milione di dollari per la pubblicazione online della sua data di nascita

Nata a Saigon nel luglio 1971, l’attrice texana Huong Junie Hoang ha perso la sua causa da un milione di dollari contro il celebre archivio cinematografico IMDb. Una giuria al tribunale federale di Seattle ha infatti liberato la piattaforma di Amazon dalle grinfie legali della donna, che aveva chiesto un risarcimento personale da 75mila dollari per la pubblicazione online della sua vera data di nascita .

Alla fine del 2011 l’archivio gestito dal retailer statunitense si era rifiutato di eliminare l’età anagrafica dell’attrice di origini asiatiche, che aveva sguinzagliato i suoi avvocati per la presunta violazione della privacy dopo la sua registrazione al servizio per professionisti IMDb Pro . Hoang aveva volontariamente omesso la data di nascita per paura di risultare troppo vecchia per certi ruoli a Hollywood.

A parte i suoi ruoli di punta nel cinema che conta – è nel cast della serie televisiva Non Sapevo di Essere Incinta e in quello del poco fortunato Gingerdead Man 3: Saturday Night Cleaver , sulle gesta di un biscotto assassino – Hoang aveva coinvolto l’associazione di categoria Screen Actors Guild (SAG) per chiedere al giudice di Seattle una multa da un milione di dollari contro il colosso di Jeff Bezos .

Come sottolineato dagli avvocati della difesa alla fine dell’udienza di primo grado, l’attrice di origini asiatiche non è riuscita a dimostrare l’effettivo collegamento tra la pubblicazione della sua data di nascita e i mancati profitti nella carriera di celluloide . La giuria ha pertanto ritenuto eccessive le richieste della donna, sulla base di un dettaglio che non si è rivelato cruciale per il prosieguo del suo lavoro. Ci sarà comunque un ricorso in appello da parte dei legali dell’attrice.

Mauro Vecchio

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

18 04 2013
Link copiato negli appunti