Incontro su tecnologia e inquinamento

CNR ed ENEA


Roma – Si terrà a Rimini ad Ecomondo il 28 ottobre una “giornata di trasferimento tecnologico” dedicato all’inquinamento atmosferico. Ne sono promotori gli Innovation Relay Centre CIRCE ed IRENE, rispettivamente coordinati dal CNR e dall’ENEA.

“L’evento, che si inserisce nell’ambito della fiera internazionale del recupero di Materia ed Energia e dello Sviluppo Sostenibile ECOMONDO 2005 – si legge in una nota – sarà l’occasione per presentare al mondo della piccola e media impresa le più promettenti tecnologie sviluppate a livello europeo in questo settore”.

CNR ed ENEA hanno individuato oltre 50 tecnologie sviluppate nei laboratori degli Enti di Ricerca, Università e aziende di tutta l’Unione Europea.

Per informazioni sono a disposizione le email: circe@dcas.cnr.it e irene@bologna.enea.it

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    I maiali imperversano
    Povera Patria.I maiali dei profitti imperversano.lasciateli fare e vedrete che tra un po' pur di ingozzarsi sti verri schifosi vi faranno pagare un cd online come un cd fisico (pensate a quante persone licenzieranno perche' non saranno necessarie le manifatture dei cd...) Ehi tu che mi leggi..! Il problema non ti tocca? Stai a casina al calduccio? beh, pensa che domani potrebbe toccare anche a te di avere le chiappe al freddo perche' tutti i settori vengono "tagliati" per limitare i costi e ingrassare sempre di piu' sti TRIPPONI PUTRIDI!Ciao Klingon A
  • Anonimo scrive:
    Supportiamo Steve Jobs!
    Supportiamo Jobs! Cancelliamo gli abbonamenti a tutti gli altri servizi online, e compriamo almeno un brano iTunes (in fondo sono solo 99 centesimi!). Devono capire che non possono spennarci impunemente.
    • gattosiamese scrive:
      Re: Supportiamo Steve Jobs!
      - Scritto da: Anonimo

      Supportiamo Jobs! Cancelliamo gli abbonamenti a
      tutti gli altri servizi online, e compriamo
      almeno un brano iTunes (in fondo sono solo 99
      centesimi!).

      Devono capire che non possono spennarci
      impunemente.
      nemmeno lui però....................nn si salva nessuno visti i prezzi
  • Anonimo scrive:
    Poveri illusi
    E' come lottare contro i mulini a vento, non capiranno mai il mercato.
  • Anonimo scrive:
    a quando le email a pagamento ?
    secondo voi quanto ci vorra prima che metteranno a pagamento anche le email ?
    • Anonimo scrive:
      Re: a quando le email a pagamento ?
      Se è per questo Gates ci ha già provato, con una scusa ridicola come la lotta allo spam.
    • Anonimo scrive:
      Re: a quando le email a pagamento ?
      - Scritto da: Anonimo
      secondo voi quanto ci vorra prima che metteranno
      a pagamento anche le email ?i servizi email sono tutti a pagamento (quelli che non ti riempono di spam e virus)
  • Anonimo scrive:
    Il piano
    La strategia mi sembra chiara.Dopo aver constatato che la vendita online di brani funziona, decidono di alzare i prezzi per aumentare da una parte il margine di profitto sugli utenti che pagano e dall'altra spingere nuovamente molti verso il p2p per poter continuare la caccia alle streghe.Poi, una volta sterminato completamente il filesharing a colpi di repressione anacronistica, venderebbero online agli stessi prezzi del CD, senza le spese di stampa e distribuzione, ma col DRM che ne impedisce qualunque utilizzo: margini di profitto più che decuplicati e utenti in pugno.Ci riusciranno?
    • Anonimo scrive:
      Re: Il piano
      Con queste regolo non ci sto.Se compro un canzone è mia per sempre e ci faccio quel ca@@o che voglio, quando voglio.Che mettano tutti i DRM che vogliono, a costo di mettere un registratore attaccato alla cassa stereo e farmi le compilation in quel modo, io non pago per musica che non posso gestirmi come voglio.'fanculo.
  • Anonimo scrive:
    e allora...
    P2P selvaggioooooooooooooooooooooooooooo!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Un peccato
    La cecità delle major è incredibile. Invece di favorire sistemi come Music di Yahoo (l'ho provato e non vedevo l'ora di averlo qui in Europa) che danno una valida alternativa al P2P, costringono tutti ad alzare i prezzi...A me non frega di comprare le canzoni a 99 centesimi ne da Apple, ne da nessun altro, ma la possibilità di avere un jukebox con milioni di brani da ascoltare a piacimento per pochi euro al mese m'intrigava e se poi risolvono sta storia del DRM te li puoi pure sentire nei lettori finchè sei abbonato al servizio.Se poi ora invece continuo ad usare il mulo non si lamentassero!
    • gattosiamese scrive:
      Re: Un peccato
      alcuni di questi sistemi sono già presenti in Europa (soprattutto Napster) ma escludo che arrivino da noi per il semplice motivo che è difficile sfondare in un mercato dove addirittura Itunes ha fallito.........
      • Anonimo scrive:
        Re: Un peccato
        - Scritto da: gattosiamese
        alcuni di questi sistemi sono già presenti in
        Europa (soprattutto Napster) ma escludo che
        arrivino da noi per il semplice motivo che è
        difficile sfondare in un mercato dove addirittura
        Itunes ha fallito.........Hai dei dati oggettivi per affermarlo?
  • Anonimo scrive:
    il mio negozio preferito
    non ha aumentato le tariffe, gli dò solo un po' di fieno e una carezza
    • Anonimo scrive:
      Re: il mio negozio preferito
      mmm... parli di quell'animale che ha le stesse prestazioni di una moderna automobile nel traffico medio italiano? (beppe grillo docet):D
    • Bombardiere scrive:
      Re: il mio negozio preferito
      Questa è l'ennesima prova che delle major non puoi fidarti, per chi non l'avesse capito   :p
      • Anonimo scrive:
        Re: il mio negozio preferito
        - Scritto da: Bombardiere
        Questa è l'ennesima prova che delle major non
        puoi fidarti, per chi non l'avesse capito :pè anche la prova che Yahoo è una ciofega asservita alla legge del $.
        • Anonimo scrive:
          Re: il mio negozio preferito

          è anche la prova che Yahoo è una ciofega
          asservita alla legge del $.Che fesseria, cosa credi che siano la Caritas?Se vendi qualcosa ad un prezzo inferiore di quello che pagherai ai "fornitori" come credi di fare dopo?
Chiudi i commenti