Infomobility Telematics Forum 2004

10 e 11 novembre


Torino – Si terrà al Centro Congressi Lingotto di Torino la nuova edizione di Infomobility Telematics Forum 2004 , evento organizzato da Centro Sviluppo SpA con la collaborazione della Camera di Commercio di Torino e la fondazione Torino Wireless.

L’appuntamento, che si terrà il 10 e 11 novembre, si propone, come si legge in una nota, quale “punto di riferimento per il mondo della telematica e dell’infomobilità, fotografando un mercato complesso e con dinamiche molto vivaci”.

In questa terza edizione del Forum sarà attivata anche una nuova area interamente dedicata alle start-up.

Tutte le informazioni sulla due giorni di Torino sono qui

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Terminologia stupida
    "Sotto la superficie del trolleggio cazzeggiante endemico sulla rete si cela una montagna di informazioni.".... ma scrivete in maniera decente!"trolleggio" ? .... ma vai a vendere asparagi insieme al resto delle persone che usano questi termini.....
  • Anonimo scrive:
    La rete come coscienza comune
    Trovo che l'articolo sia forse un po' avanti nei tempi, dopotutto c'è ancora molta gente qui in Italia che non sa accendere un PC, ma comunque azzeccato, diciamo lungimirante.La rete è un semplice strumento di comunicazione, e in quanto tale è in grado di corto-circuitare le coscienze dei singoli individui che ne vengono in contatto. Uno strumento del genere sicuramente può risultare destabilizzante, almeno dal punto di vista dei potenti... un popolo deve essere tenuto in una condizione di ignoranza per poter essere manovrato comodamente, ma per noi, gli utenti, la rete è un'occasione imperdibile per riappropriarci di quella piccola fetta di potere che le nostre democrazie ci hanno da sempre promesso e mai effettivamente riconosciuto. Una coscienza comune, costituita di una moltitudine di individui e in grado, talvolta, di agire come una sola entità.Cxar
  • Anonimo scrive:
    Re: Un piccolo passo...
    - Scritto da: wup
    La rivoluzione che viene dal nulla, le menti
    che si fanno domande, i cacciatori di
    notizie, la blogosfera, donne e uomini di
    ogni età e ceto sociale affratellati
    da un sogno, essere liberi di pensare e
    agire secondo la propria coscienza......e spararsi dei segoni mentali mica da ridere......... pippe spaziali per sognatori della "città del Sole" e sessantottini in ritardo di una trentina d'anni.Cuntent vualter............
  • masterofcluster scrive:
    Conoscere? Perchè no?
    Perchè acquistare una marca di dischi fissi se una famosa azienda ne ha immessi sul mercato numerosi campioni difettosi senza alcun richiamo (vedi automobili)?Perchè acquistare un videogioco se ogni anno è la stessa solita solfa?Perchè spendere in beni scadenti?Perchè acquistare riviste quando il forum di una testata è solo un trollaggio continuo?Dimmi chi sei prima di dirmi cosa vendi.Tutti si informano su cosa, soprattutto su chi.Chi c'è dietro.Una nota casa editrice vende ogni sei mesi un libro su 3D Studio Max?Che se lo tenga: posso trovare tutorial e lezioni gratis.Tanto dopo sei mesi quel libro è già vecchio.Perchè dovrei finanziarli?E' una roulette ed ognuno di noi è una pallina.Se mi dai informazione falsificata via tv, tipo il collegamento al direttore della Gazzetta dello Sport nel Processo del Lunedì, spacciato per diretta ma registrato, mi rivolgo al web per trovare informazione utile.Dirò di più.Se in un forum leggo dieci troll ed un intervento serio, al diavolo, mi fa perdere tempo.Se quel forum tenta di vendermi qualcosa, ma sono un branco di cerebrolesi, peggio per loro.Il problema oggi non è tanto il sonno delle coscienze, ma il tempo dedicato alla veglia.L'informazione può funzionare se sintetica e veritiera.Se falsa e prolissa, affonderà a picco.Per cui questi signori meditino; perchè il loro intrattenimento da scimmie da circo oggi può anche funzionare.Ma domani possono benissimo ritrovarsi a lanciarsi le noccioline a vicenda.
    • Anonimo scrive:
      Re: Conoscere? Perchè no?
      - Scritto da: masterofcluster
      Perchè acquistare una marca di dischi
      fissi se una famosa azienda ne ha immessi
      sul mercato numerosi campioni difettosi
      senza alcun richiamo (vedi automobili)?Perché non tutti sono sfigati.
      Perchè acquistare un videogioco se
      ogni anno è la stessa solita solfa?Perché a qualcuno piace così.
      Una nota casa editrice vende ogni sei mesi
      un libro su 3D Studio Max?
      Che se lo tenga: posso trovare tutorial e
      lezioni gratis.Sbagliate, approssimative, cialtronesche e piene di strafalcioni, ma gratis: eh, vuoi mettere la soddisfazione...
      Se mi dai informazione falsificata via tv,
      tipo il collegamento al direttore della
      Gazzetta dello Sport nel Processo del
      Lunedì, spacciato per diretta ma
      registratoOddio. E' un crimine ORRENDO ! Spacciare una registrazione per diretta in una trasmissione che parla di pallone... BRRRRRRRR. Eh, ci vorrebbe la pena di morte per cose così serie e gravi............ :'(
      Il problema oggi non è tanto il sonno
      delle coscienze, ma il tempo dedicato alla
      veglia.Ecco, probabilmente dovresti dedicare più tempo al riposo e magari smetterla con le anfetamine...
      Per cui questi signori meditino;
      perchè il loro intrattenimento da
      scimmie da circo oggi può anche
      funzionare.
      Ma domani possono benissimo ritrovarsi a
      lanciarsi le noccioline a vicenda.Questi signori CHI ? Pensi di poter far fallire Murdoch, la IBM, la Nestlè e tutto l'establishment ? :D:D:DUn posto a Zelig non te lo leva nessuno............
      • Anonimo scrive:
        Re: Conoscere? Perchè no?
        chi ha fatto il post precedente è un (troll)uno tenta di svegliarlo e lui vuole continuare a dormire
  • Anonimo scrive:
    *** SEI UN GENIO ***
    Complimenti a te, Saverio, e anche alla redazione, per questa analisi "scomoda" ma realistica .....Sono completamente d'accordo con te !speriamo che migliorino le coseelPiotr
  • Anonimo scrive:
    Consapevolezza...
    "Siamo immersi in un insieme di "notizie" come mai prima nella nostra storia." Il cui risultato è esattamente identico alla quasi totale mancanza di notizie di 50 anni fa. Chi sa, sa: chi non sa se le inventa, vedi blog o "controinformazione", qualsiasi cosa voglia dire."La molteplicità di fonti disorganiche mi provoca e mi emancipa attraverso la conoscenza: mi consente di scegliere diventando via via sempre più padrone di ciò che faccio e, soprattutto, di come consumo". E questo è il più ghrande successo di chi ama l'alluvione informativa e ci sguazza appieno: a quelli come te regalano un bella sensazione di falsa consapevolezza, uno "sballo" intellettuale che inebria con una autonomia del tutto inventata. In realtà vai sempre e solo a sbattere il naso contro la solita disinformazione, contro chi si limita a dire "nero" appena sente dire "bianco", o con quelli che scrivono "tutte/i" o "tutt*" e usano termini come "strategia resistenziale" parlando con convinzione di quale farina o merendina è meglio comprare al supermarket. Il trionfo del ridicolo: e più si prendono sul serio, più sono ridicoli. Povero monsieur Chignon, inconsapevole icona di questo inizio di millennio digitale, di questa interminabile cena degli scemi del villaggio globale.Insomma, l'immaginazione che s'immagina finalmente al potere, con appena trent'anni di ritardo e un capellino di autistica autoreferenza alla Hofstadter.............
    • Anonimo scrive:
      Risposta ad un post inutile
      Grazie per avermi fatto perdere tempo a leggere il tuo post :(
    • The_GEZ scrive:
      Re: Consapevolezza...
      - Scritto da: Anonimo ... SNORT ! :|
      "Siamo immersi in un insieme di "notizie"
      come mai prima nella nostra storia." Il cui [...],
      vedi blog o "controinformazione", qualsiasi
      cosa voglia dire.Non ho capito ...Cioe' quello che vuoi dire e' che e' meglio che le informazioni vengano da un unica fonte in un unica direzione (lascio a voi l' interpretazione del termine "direzione") piuttosto da molteplici fonti e direzioni perche' questo genera confusione nel povero ascoltatore ?
  • Anonimo scrive:
    Bellissimo articolo
    Direi che questo articolo riassume veramente bene gli effetti benefici dell'informazione a portata di mano, al posto del bombardamento passivo che al contrario spinge a non ragionare e scegliere a seconda di quello che ci viene detto ma mai con un motivo veramente valido, siamo tutti più consapevoli, ecco cosa :)Eddie
  • Anonimo scrive:
    hai ragione
    Scontentando i tanti che, come sempre, aprono la bocca solo per criticare (e non hanno la capacita/voglia di scrivere nulla a PI xche sia pubblicato) ti dico HAI RAGIONE!Io GODO quando compro dopo aver MOLTO cercato e molto riflettuto.GODO a scrivere mail di protesta (che a volte sortiscono effetti incredibili al limite della fantascenza consumistica) quando un prodotto non rispetta le promesse del produttore.GODO a collegarmi ad internet e poter sapere tutto su una cosa...E' una rivoluzione confrontabile all'invenzione della stampa.Ci sarà sempre il "prima" e "il dopo" e noi lo abbiamo vissuto...
  • Anonimo scrive:
    GIANNI! l'ottimismo è il sale della vita
    :):):):):)
    • The_GEZ scrive:
      Re: GIANNI! l'ottimismo è il sale della
      - Scritto da: Anonimo
      :):):):)
      :)Una volta sulle isole deserte ci mandavano i prigionieri politici ... oggi ci mandano Merola !!!!!!MA COME SI FA A NON ESSERE OTTIMISTI !!!!!!!!!!!!!!!!:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D
  • The_GEZ scrive:
    Re: Un piccolo passo...
    Ciao !- Scritto da: wup
    Mi piace quest'articolo, mi viene la goduria leggendolo. Concordo in pieno.E quello che stanno facendo i governi e la major per cercare di arginarlo in tutti i modi ... dimostra che e' TUTTO VERO !
  • Anonimo scrive:
    Questo articolo? Aria fritta
    Mah, che dire.... un articolo inutile pieno di cose dette e stradette, note ed arcinote. Possibile che non ci sia altro da pubblicare?Termino qui il commento per non fare lo stesso errore.
    • The_GEZ scrive:
      Re: Questo articolo? Aria fritta
      Ciao !- Scritto da: AnonimoPer la riga sopra guardate gli altri miei post .....
      Mah, che dire.... un articolo inutile pieno
      di cose dette e stradette, note ed arcinote.
      Possibile che non ci sia altro da
      pubblicare?Cosa intendi dire, che se e' un semplice spunto per una discussione e non una news non vale la pena leggerlo ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Questo articolo? Aria fritta
        Intende che lui sa senz'altro illuminarci con concetti ben piu' interessanti e capaci di smuovere le coscienze.Attendiamo con ansia.
  • Anonimo scrive:
    più speranza che realtà
    bell'articolo, molto fluido e che condivido in pieno, ma credo che siamo ancora una minoranza, mentre la maggior parte (basta guardare le statistiche dell'uso di IE vs Mozilla: non è più questione di pro o contro MS, ma solo di INFORMAZIONE e buonsenso .... e riguarda quella fetta di popolazione che naviga, già una scrematura del totale) della gente non usa nè abusa del potere che a disposizione .... rimane muta sorda e cieca.Per come li stanno nutrendo, sembra una popolazione destinata ad aumentare piuttosto e anzichenò!Però l'articolo mi è piaciuto davvero!
    • Anonimo scrive:
      Re: più speranza che realtà
      Intendiamoci, l'articolo e' carino da matti, ma... Gia'... temo anche io che sia cosi'... Non perche' ci siano complotti, grandi fratelli che ci fanno il lavaggio del cervello... ci provano, come credo che sia normale nella jungla che e' questo pianeta. Il fatto e' che con qualcuno non ci riescono (quelli di Usenet, quelli che guardano Report, che leggono Limes, ecc. ecc. ecc. non me ne vogliate dell'incompletezza assoluta), ma con moltissimi si'... e come vedete, senza fare grandi sforzi di censura.Allora la mia opinione e': questa massa e', ahime', funzionale al sistema jungla, quindi e' impossibile che prima o poi saremo tutti quanti cittadini coscienti del mondo dell'informazione. La gente sa gia' tutta quanta leggere, eppure rimane ignorante. VUOLE rimanere ignorante. Il limite e' strutturale, fa parte della legge della jungla, e' biologico. Oltre un 15/20% di persone consapevoli non si va.Consoliamoci col fatto che, noi tutti lettori di Punto Informatico vendiamo informatica (o quasi). Gia' vendiamo poco, se non avessimo quella massa a disposizione dovremmo fare i necrofori... di noi stessi.
      • Anonimo scrive:
        Re: più speranza che realtà
        - Scritto da: Anonimo
        Il fatto e' che con qualcuno non ci riescono
        (quelli di Usenet, quelli che guardano
        Report, che leggono Limes, ecc. ecc. ecc.attento a quello che dici, l'ultima cosa di cui abbiamo bisogno e' una manica di improvvisati che fa queste cose per sentirsi alla moda..
  • gerry scrive:
    L'esperienza degli altri
    Chi non consulta l'esperienza degli altri prima di acquistare un abbonamento alla telefonia mobile o un accesso ad Internet L'esperienza degli altri non è sempre utile però. Mio fratello (abita due piani sotto di me, stessa centrale) si è trovato bene con Alice ADSL. installata e funzionante in 7 gg.Ho seguito l'esempio e sono due mesi che me la litigo col 187, dell'ADSL nemmeno l'ombra.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'esperienza degli altri
      se vuoi spuntarla con telecom devi usare la parola segreta....lo sai quale è questa parola? "Avvocato"Vedrai che una volta pronunciata, improvvisamente tutto inizierà a funzionare a meraviglia! :D
    • Anonimo scrive:
      Re: L'esperienza degli altri

      L'esperienza degli altri non è sempre
      utile però. Mio fratello (abita due
      piani sotto di me, stessa centrale) si
      è trovato bene con Alice ADSL.
      installata e funzionante in 7 gg.
      Ho seguito l'esempio e sono due mesi che me
      la litigo col 187, dell'ADSL nemmeno
      l'ombra.Hai seguito l'esperienza di 1Vai su Usenet o cerca nei forum di PI, non avresti mai commesso questo errore.
      • gerry scrive:
        Re: L'esperienza degli altri
        - Scritto da: Anonimo
        Hai seguito l'esperienza di 1
        Vai su Usenet o cerca nei forum di PI, non
        avresti mai commesso questo errore.Il fatto è che sui forum di solito addebitano le grane a centrali vecchie, centrali non servite anche se pubblicizzate, centrali malfunzionanti o intasate.Io ho fatto la pensata "beh, la mia centrale è a posto, mi è andata bene che ho un test affidabile"Ragionamento errato, purtroppo.E comunque la maggior parte dei provider alternativi non fornisce servizi fuori dall città, o li fornisce solo business.Per esempio io ero intenzionato a fare mclink al posto di telecom, ma dalle mie parti offrono solo la aziendale da 1024kb/64 Euro al mese... un po' troppi!
    • Anonimo scrive:
      Re: L'esperienza degli altri

      L'esperienza degli altri non è sempre
      utile però. Mio fratello (abita due
      piani sotto di me, stessa centrale) si
      è trovato bene con Alice ADSL.
      installata e funzionante in 7 ggtira un cavo ethernet dalla sua finestra alla tua e dividete l'abbonamento, vedrete che sarete soddisfatti tutti e due.
      • gerry scrive:
        Re: L'esperienza degli altri
        - Scritto da: Anonimo


        L'esperienza degli altri non è
        sempre

        utile però. Mio fratello (abita
        due

        piani sotto di me, stessa centrale) si

        è trovato bene con Alice ADSL.

        installata e funzionante in 7 gg

        tira un cavo ethernet dalla sua finestra
        alla tua e dividete l'abbonamento, vedrete
        che sarete soddisfatti tutti e due.Magari... Ha fatto alice Time, io volevo la Flat. E il contratto non lo puoi cambiare se non dopo un anno!L'idea era di fare il contrario, io mettevo la FLAT, lui disdiceva la time alla fine dell'anno e tiravamo il famoso ethernet. Così avevamo anche il tempo di installare il tutto e testarlo per bene...
        • Anonimo scrive:
          Re: L'esperienza degli altri


          Magari... Ha fatto alice Time, io volevo la
          Flat. E il contratto non lo puoi cambiare se
          non dopo un anno!con alice lo puoi cambiare sempre, non è che è tin.it?
    • Anonimo scrive:
      Re: L'esperienza degli altri
      - Scritto da: gerry
      Chi non consulta l'esperienza degli altri
      prima di acquistare un abbonamento alla
      telefonia mobile o un accesso ad
      Internet

      L'esperienza degli altri non è sempre
      utile però. Mio fratello (abita due
      piani sotto di me, stessa centrale) si
      è trovato bene con Alice ADSL.
      installata e funzionante in 7 gg.
      Ho seguito l'esempio e sono due mesi che me
      la litigo col 187, dell'ADSL nemmeno
      l'ombra.La rete di appunto l'opportunità che tu non hai sfruttato... la possibilità di ascoltare una grande quantità di pareri sullo stesso argomento... tu ti sei limitato a chiedere UN parere a tuo fratello... e cosa c'entra questo con la rete? Forse solo perchè gliel'hai chiesto via email? =))Magari nemmeno quello...
  • naevus scrive:
    commentino
    1. a forza di andare a caccia di info, se ne diventa tossici... (io cerco di limitarmi)2. secondo wired di di agosto i maschi tra i 18 e i 35 guardano sempre meno tv e fanno sempre più playstation, internet, mp3 downloading, etc...
    • Anonimo scrive:
      Re: commentino
      - Scritto da: naevus
      2. secondo wired di di agosto i maschi tra i
      18 e i 35 guardano sempre meno tvMeno male! :D
    • The_GEZ scrive:
      Re: commentino
      Ciao !- Scritto da: naevus
      1. a forza di andare a caccia di info, se ne
      diventa tossici... (io cerco di limitarmi)Per ogni cosa esiste sia l' uso che l' abuso, ma questa e' un' altra storia ... nel senso che anche l' abuso me lo faccio IO e non me lo fanno gli altri.
      2. secondo wired di di agosto i maschi tra i
      18 e i 35 guardano sempre meno tv e fanno
      sempre più playstation, internet, mp3
      downloading, etc...Siamo poroprio sicuri che sia un male ?
    • Anonimo scrive:
      Re: commentino
      beh .... chiediamo a wired quanti maschi tra i 18-e i 35 invece scop*no ....:-)
  • Anonimo scrive:
    AHAHAHAHAHAHAHAH
    Gran belle battute, ma TOTALMENTE distante dalle verità del comune tonto.La realtà dei fatti è che la gente, forse proprio perchè bombardata da milioni di informazioni inutili ( sinceramente, dell' ennesimo tifone, o ciclone che dir si voglia, in qualche sperduto luogo del globo non me ne frega niente ....), TIENE IL CERVELLO SPENTO.E compra tutto quello che gli capita fra le mani senza pensare assolutamente. Altrimenti come giustificare le merendine ( vere schifezze dietetiche), MC Donald ( attentato al fegato e alla salute ), la CocaCola ( il contenuto di caffeina fà schizzare un tossico ....), la TV ( spazzatura per il cervello... e come si dice, Garbage in Garbage out ....), e tutte le schifezze che la vita quotidiana ci propina ???? Per non parlare del fumo, dell' alcool eccetera eccetera.......Mi piacerre pensare che evolveremo, ma non credo.Più che il regno dei cieli, vedremo il regno dell' ignorante ......
    • soulista scrive:
      Re: AHAHAHAHAHAHAHAH
      - Scritto da: Anonimo
      Gran belle battute, ma TOTALMENTE distante
      dalle verità del comune tonto.
      La realtà dei fatti è che la
      gente, forse proprio perchè
      bombardata da milioni di informazioni
      inutili ( sinceramente, dell' ennesimo
      tifone, o ciclone che dir si voglia, in
      qualche sperduto luogo del globo non me ne
      frega niente ....), TIENE IL CERVELLO
      SPENTO.
      E compra tutto quello che gli capita fra le
      mani senza pensare assolutamente. Altrimenti
      come giustificare le merendine ( vere
      schifezze dietetiche), MC Donald ( attentato
      al fegato e alla salute ), la CocaCola ( il
      contenuto di caffeina fà schizzare un
      tossico ....), la TV ( spazzatura per il
      cervello... e come si dice, Garbage in
      Garbage out ....), e tutte le schifezze che
      la vita quotidiana ci propina ???? Per non
      parlare del fumo, dell'
      alcool   eccetera
      eccetera.......
      Mi piacerre pensare che evolveremo, ma non
      credo.
      Più che il regno dei cieli, vedremo
      il regno dell' ignorante ......Forse perchè sono ancora in pochi a sfruttare pienamente internet. Bisogna entrare nell'ordine di idee che una rete che mette in contatto diretto ogni utente é l'unica vera arma da usare per difenderci dalle autarchie.
      • Anonimo scrive:
        Re: AHAHAHAHAHAHAHAH

        Forse perchè sono ancora in pochi a
        sfruttare pienamente internet. Bisogna
        entrare nell'ordine di idee che una rete che
        mette in contatto diretto ogni utente
        é l'unica vera arma da usare per
        difenderci dalle autarchie.Non condivido quello che ha detto il tizio, sopratutto come lo ha detto, ma l'idea di fondo si, e cioé che nonostante le idee contenute nell'articolo siano belle, rassicuranti di un futuro migliore, quel pensiero si applica ad una ridottissima minoranza della popolazione.Vuoi perché chi usa Internet è ancora una minoranza, vuoi perché anche tra chi lo usa sta crescendo sempre di più la fetta di quelli che lo usano in modo passivo come la televisione, e credo che questi ultimi crescreranno sempre di più.I media sono sempre più coscenti del mezzo e giorno dopo giorno cercano di ridurlo ad un surrogato della televisione.Quanto ci metteranno ad arrivarci non saprei dirlo, ma i segnali ci sono tutti, a cominciare da vari gruppi di persone pro censura mediatica su Internet che appaiono nei vari forum.Quando esisterà il Moige per Internet sarà ora di pensare ad un nuovo mezzo di comunicazione.
        • The_GEZ scrive:
          Re: AHAHAHAHAHAHAHAH
          Ciao !
          Non condivido quello che ha detto il tizio,
          sopratutto come lo ha detto, ma l'idea di
          fondo si, e cioé che nonostante le
          idee contenute nell'articolo siano belle,
          rassicuranti di un futuro migliore, quel
          pensiero si applica ad una ridottissima
          minoranza della popolazione.Vero ma il pezzo parlava di come le cose potrebbeso e possono (io aggiungerei dovrebbero) essere.Il fatto e' la maggiorpare della gente non sappia usare internet e' un dato di fatto ma forse a questa cosa possiamo cercare di di dare una mano, si proprio noi che scriviamo in questo forum.Quando l' amico ci chiede "come si fa ad entrare in internet" speghiamogli prima come si usa Usenet, a cosa serve Google ... ovviamente la mia e' solo una proposta.
          in modo passivo come la televisione, e credo
          che questi ultimi crescreranno sempre di
          più.Vedi sopra, bisogna fare capire che il WEB e' solo la facciata, internet e' molto di piu' !
          Quando esisterà il Moige per Internet
          sarà ora di pensare ad un nuovo mezzo
          di comunicazione.Internet stesso non ha precedenti, non puo' essere accomunato a nessun mezzo di comunicazione preesistente, e un mezzo che cambia in continuazione e' un mezzo che virtualmente chiunque puo' cambiare, e i cui sviluppi sono al di fuori della prtata di qualunque previsione.Un esempio, se non molto tempo fa aveste chiesto ad un amministratore di rete la possbilita' di distribuire files ad un numero illimitato di persone senza saturare la banda del server vi avrebbe madato a gagare ... e invece oggi c'e' BitTorrent ....(Ok, e' un po' campato per aria ... ma era solo un esempio !)
    • Anonimo scrive:
      Re: AHAHAHAHAHAHAHAH
    • wup scrive:
      Re: AHAHAHAHAHAHAHAH
      ti vedo, lassù in alto, seduto in cima al tuo altissimo piedistallo, e sottolineo piedi..., insieme alla eletta schiera di quelli che hanno capito tutto, e guardano ironici noi poveri mortali che non abbiamo perso la capacità di gioire quando è il momento, e di piangere quando è il momento, e ballare, urlare, cantare, soffrire, seguire le emozioni e sentirci esseri umani anche, talvolta Dei, tal'altra Animali, vivi insomma. Beato te...==================================Modificato dall'autore il 29/09/2004 12.18.08
    • Anonimo scrive:
      Re: AHAHAHAHAHAHAHAH

      Più che il regno dei cieli, vedremo il regno dell' ignorante ......Ecco bravo....Tu sareari un perfetto suddito, anzi IL perfetto suddito, del regno dell'ignorante.Sei semplicemente ridicolo.... :(
      • wup scrive:
        Re: AHAHAHAHAHAHAHAH
        Ecco, appunto, come volevasi dimostrare... più che pensare ragli, ma va bene così, il mondo è bello perchè è vario diceva il poeta, e c'è bisogno anche di quelli come te... continua a divertirti, lassù...- Scritto da: Anonimo

        Più che il regno dei cieli,
        vedremo il regno dell' ignorante ......
        Ecco bravo....Tu sareari un perfetto
        suddito, anzi IL perfetto suddito, del regno
        dell'ignorante.
        Sei semplicemente ridicolo.... :(
    • Mijato scrive:
      Re: AHAHAHAHAHAHAHAH
      L'articolo parlava di persone che attraverso l'uso di questi media esce da "parco buoi" tanto caro alle aziende distributive di massa e acquista una sua consapevolezza. Come me, ad esempio. E soprattutto come te.Che poi ci sia gente che abbocca ai dialer, spende una fortuna in suonerie e loghi del cellulare, guarda il Grande Fratello e ne acquista i servizi a pagamento ... beh, è un fatto.Per fortuna non siamo tutti così.
  • kanna scrive:
    Re: Un piccolo passo...
    -==================================Modificato dall'autore il 29/09/2004 8.43.13
  • kanna scrive:
    Re: Un piccolo passo...
    Una cosa non e` citata nell'articolo: noi non viviamo solo immersi nelle informazioni, ma anche nelle emozioni (che a ben vedere sono un tipo particolare di info).L'umanita` e` sempre stata percorsa da onde emozionali, vibrazioni che coinvolgono intere popolazioni. Ma nel passato erano lente a muoversi. Nell'era dei mass media il processo e` piu` rapido, ma centralizzato, e facilmente manipolabile.Ed ora, Internet: le emozioni si spostano rapide, fanno turbine insieme alle informazioni, alle opinioni, alle notizie ed alla fantasie, si partecipa ad umori collettivi, ma di gente che manco sai dove stia. Mai come ora la teoria della farfalla che sbatte le ali in Giappone e provoca un uragano in Florida e` stata valida.....Anche io leggendo l'articolo mi sono detto: questo e` quel che si dice iniziare una giornata col piede giusto :)Buongiorno a tutti :D
  • Anonimo scrive:
    E' il potere immenso..........
    .............di Usenet.Terra sconosciuta per i niubbi, e non solo per loro.Bravo Manfredini! Finalmente qualcuno l'ha portato a conoscenza delle masse ruminatrici..........
    • The_GEZ scrive:
      Re: E' il potere immenso..........
      Ciao ANONIMO !
      .............di Usenet.
      Terra sconosciuta per i niubbi, e non solo
      per loro.Infatti ! :)Per questo bisogna INSEGNARE alla gente ad usare internet il pui' possibile ... a tutto tondo !!Molti vedono internet solo attraverso i browser WEB, bisogna fare capire che esiste altro, i newgroup, i forum altrimenti si rischia di trasformare in fumo delle grandi opportunita' di crescita sociale.... Intanto io a tutti quelli che anno comperato il compueter e mi chiedono "come si fa ad andare internet ?" cerco sempre di spiegare anche come si usa Outlook (anzi meglio gli installo thunderbird :-) ) e non solo IE/Google ...
    • Anonimo scrive:
      Re: E' il potere immenso..........

      .............di Usenet.

      Terra sconosciuta per i niubbi, e non solo
      per loro.eh già... ma anche li, purtroppo, la massa di ruminanti populisti censori cerca in tutti i modi di ficcarci il naso proponendo moderazione dei gruppi ovunque... il modello continuerà a tenere finché prima o poi non inizieranno ad apparire leggi che vietano i gruppi senza moderazione o comunque ai provider di non tenere i log
  • matro scrive:
    mi piacerebbe che fosse già così
    mi piacerebbe, ma non sono convinto che quello che descrivi è già il nostro tempo; credo che somatizzare cambiamenti così forti come quello che ci offre internet sia un'esperienza che richiede anni ed anni, e lasciamo stare quelli (come noi) che lo usano da prima che nascesse e che sono quindi preparati almeno per partire un po' avvantaggiati.oggi l'importanza del sapere sta calando per far posto all'importanza del cercare, del discriminare: e ti pare poco... a me sembra anche più difficile del sapere.certo, oggi possiamo apprendere tante notizie prima di fare una scelta, prima di formarci un'opinione; ma quanto siamo in grado di verificare le fonti, dare i giusti pesi? e quanto tempo occorre per farlo?
    • Anonimo scrive:
      Re: mi piacerebbe che fosse già così
      - Scritto da: matro
      mi piacerebbe, ma non sono convinto che
      quello che descrivi è già il
      nostro tempo; credo che somatizzare
      cambiamenti così forti come quello
      che ci offre internet sia un'esperienza che
      richiede anni ed anni, e lasciamo stare
      quelli (come noi) che lo usano da prima che
      nascesse e che sono quindi preparati almeno
      per partire un po' avvantaggiati.Ti correggo: che lo usano da prima che si diffondesse.Non so quanti di noi usavano Internet da prima del 1969.
      oggi l'importanza del sapere sta calando per
      far posto all'importanza del cercare, del
      discriminare: e ti pare poco... a me sembra
      anche più difficile del sapere.

      certo, oggi possiamo apprendere tante
      notizie prima di fare una scelta, prima di
      formarci un'opinione; ma quanto siamo in
      grado di verificare le fonti, dare i giusti
      pesi? e quanto tempo occorre per farlo?
  • Anonimo scrive:
    Dopo la rivoluzione industriale....
    Dopo la rivoluzione industriale sta' per succedere un nuovo cambio epocale...La rivoluzione delle menti...Sono completamente d'accordo con te e anche io faccio le mie scelte ponderando attentamente le informazioni in mio possesso.
  • Anonimo scrive:
    Uuhh! "Trolleggio Cazzeggiante Endemico"
    Wow! Finalmente si puo` dire CAZZO senza autocensure?O forse la licenza e` limitata all'aggettivo "cazzeggiante"?Comunque, commentando piu` in-topic, la lettera e` una bella testimonianza. Oh, i governi, in effetti, sembrano rendersene conto abbastanza bene, specialmente i regimi... gli altri fanno finta di niente ma credo lo sappiano cosa sta succedendo da diversi anni a questa parte...
    • Anonimo scrive:
      Re: Uuhh! "Trolleggio Cazzeggiante Endem

      Oh, i governi, in effetti, sembrano rendersene
      conto abbastanza bene, specialmente i
      regimi... gli altri fanno finta di niente ma
      credo lo sappiano cosa sta succedendo da
      diversi anni a questa parte...forse è solo per difesa dello status quo o forse appunto perchè hanno capito, che se cerca da più parti di portare la gente verso media tipo sky o digitale terrestre dove l'unica libertà è scegliere il canale che ALTRI hanno deciso che tu puoi vedere, con le pubblicità dei prodotti che dovrai comprare e con le notizie che hanno deciso che potrai sapere
      • Anonimo scrive:
        Re: Uuhh! "Trolleggio Cazzeggiante Endem

        forse è solo per difesa dello status
        quo o forse appunto perchè hanno
        capito, che se cerca da più parti di
        portare la gente verso media tipo sky o
        digitale terrestre dove l'unica
        libertà è scegliere il canale
        che ALTRI hanno deciso che tu puoi vedere,
        con le pubblicità dei prodotti che
        dovrai comprare e con le notizie che hanno
        deciso che potrai sapereCome in Cina con google... o come vogliono fare in America con la legge sui tagli nei film...
  • Anonimo scrive:
    Ma io qui in Italia
    continuo a vedere gente che compra le cose x fare scena non xchè gli servono o vanno bene o si sono informati su internet, basta solo che sia trendy, di moda ecc e la gente lo compra.Han tutti megatelefonini di cui non sanno usare neanche una minima parte delle funzioni solo perchè fa fico, la macchina x perchè è di moda , la suoneria y perchè la fanno senire in radio., la gente che usa internet e si informa è una minima parte della popolazione, qui è tutto guidato dal marketing, dalla moda e dal consumismo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma io qui in Italia
      - Scritto da: Anonimo
      continuo a vedere gente che compra le cose x
      fare scena non xchè gli servono o
      vanno bene o si sono informati su internet,
      basta solo che sia trendy, di moda ecc e la
      gente lo compra.
      Han tutti megatelefonini di cui non sanno
      usare neanche una minima parte delle
      funzioni solo perchè fa fico, la
      macchina x perchè è di moda ,
      la suoneria y perchè la fanno senire
      in radio., la gente che usa internet e si
      informa è una minima parte della
      popolazione, qui è tutto guidato dal
      marketing, dalla moda e dal consumismo.Ti stupisci poi che l'italietta perda posizioni nel mercato globale?
  • Anonimo scrive:
    piccola rapsodia dell-ape
    Bene:- questo articolo e' ben fatto- questo articolo provoca in me soddisfazione- questo articolo mi piace- questo risveglia il mio ottiimismo:) grazie Saverio
  • Anonimo scrive:
    Bella questione...
    Faccio un sondaggio e lo rivolgo agli utenti.se non ci fosse i peer-to-peer, comprereste la musica che ora scaricate?Se sì, quanti CD al mese?Personalmente no, quasi mai. Il p2p non cambia il mio comportamento relativamente all'acquisto della musica. Credo che l'articolo non vada troppo lontano dalla realtà.Del resto, anche ai tempi delle cassette, si duplicavano le canzoni e mi pare che le Major non si lamentassero come fanno ora. Credo che a frenare le vendite non sia il p2p, ma il supporto. Per parecchi euro hai un misero cd. Una volta, quando si comprava un "trentatrè" era quasi un evento. Un prodotto di una certa presenza fisica, disegni grandi, foto grandi, testi leggibili. A volte c'era anche qualche gadget. E che sorpresa, trovare un LP colorato! Capitava anche che la sola copertina bastasse a giustificare l'acquisto "alla cieca" del vinile di un artista sconosciuto. L'ellepì era un oggetto serio, di spessore, facilmente danneggiabile e quindi da trattare con cura. Prezioso, dunque. E con un prezzo ragionevole, almeno in rapporto alla sua qualità complessiva.Il CD è piccolo, pacchiano, nelle custodie non c'è nulla di interessante, le scritte sono illeggibili, le copertine hanno spesso una sola pagina, lo puoi portare ovunque, non si danneggia mai ma alla fine sì, le custodie di plastica sono volgarotte, si graffiano, si rompono e sono più alte di un LP. Tutto per avere un suono perfetto che, a detta di chi ha orecchio, è freddo da far spavento. Comodo, eh... Ma...||()?T?
    • Anonimo scrive:
      Re: Bella questione... [OT]
      Sono d'accordo su tutto tranne che sulla questione del suono. Chi lo definisce freddo è solitamente un nostalgico dei vinili, affascinato dai lievi fruscii e sfumature più delicate dei suoni, tipiche appunto di questo supporto, che tuttavia, pur sempre difetti rimangono. Io son cresciuto coi cd e nonostante ritenga più interessante questa tecnologia con tutti gli accessori e le cure che necessita, preferisco comunque il suono pulito del cd.
    • The_GEZ scrive:
      Re: Bella questione...
      Ciao ANOMINMO !
      Se sì, quanti CD al mese?Io ho sempre usato un suo multiplo il CD/Anno ! :D
      Personalmente no, quasi mai. Il p2p non
      cambia il mio comportamento relativamente
      all'acquisto della musica. Credo cheCondivido in pieno, anche se una leggera "dimiuzione" nel mo caso c'e' stata ... NON COMPRO PIU' LE CIOFECHE !!!!Voglio dire un disco per essere comperato da ME ( che e' un grande onore per LUI ) deve essre bello, almeno in gran parte, se e carina la prima canzone e le altre fanno cagare il disco resta sullo scaffale ...
      Credo che a frenare le vendite non sia il
      [...]
      Il CD è piccolo, pacchiano, nelle
      custodie non c'è nulla diBe' che le custodie siano brutte, piccole, pacchiane, spoglie ... non e' certo colpa del CD !!!!!!Il CD e' il cd, poi il confezionamento dipende da chi lo fa, puo' stare in un sacchetto da frigo come in un baule "Luigi XVI" ...
      • Anonimo scrive:
        Re: Bella questione...
        - Scritto da: The_GEZ
        Ciao ANOMINMO !


        Se sì, quanti CD al mese?

        Io ho sempre usato un suo multiplo il
        CD/Anno ! :D


        Personalmente no, quasi mai. Il p2p non

        cambia il mio comportamento
        relativamente

        all'acquisto della musica. Credo che

        Condivido in pieno, anche se una leggera
        "dimiuzione" nel mo caso c'e' stata ... NON
        COMPRO PIU' LE CIOFECHE !!!!
        Voglio dire un disco per essere comperato da
        ME (che e' un grande onore per LUI)
        deve essre bello, almeno in gran parte, se e
        carina la prima canzone e le altre fanno
        cagare il disco resta sullo scaffale ...


        Credo che a frenare le vendite non sia
        il

        [...]

        Il CD è piccolo, pacchiano, nelle

        custodie non c'è nulla di

        Be' che le custodie siano brutte, piccole,
        pacchiane, spoglie ... non e' certo colpa
        del CD !!!!!!
        Il CD e' il cd, poi il confezionamento
        dipende da chi lo fa, puo' stare in un
        sacchetto da frigo come in un baule "Luigi
        XVI" ...I prodotti di certi artisti "accreditati" li compro a scatola chiusa (es. Takeshi Kitano).Per il resto, prima scarico, valuto e forse compro (la media degli acquisti è sul 30-35% ) ;)Bye
        • The_GEZ scrive:
          Re: Bella questione...
          Ciao !
          I prodotti di certi artisti "accreditati" li
          compro a scatola chiusa (es. Takeshi
          Kitano).YEAH ! :) 8)Be' ovviamente ci sono anche questi casi limite (e meno male che ci sono !!), ma io parlavo dell' acquisto "standard" ....8)
    • Straha scrive:
      Re: Bella questione...
      - Scritto da: Anonimo
      Faccio un sondaggio e lo rivolgo agli utenti.

      se non ci fosse i peer-to-peer, comprereste
      la musica che ora scaricate?no
      Se sì, quanti CD al mese?nemmeno uno


      Personalmente no, quasi mai. Il p2p non
      cambia il mio comportamento relativamente
      all'acquisto della musica. Credo che
      l'articolo non vada troppo lontano dalla
      realtà.non cambia nemmeno il mio, dato che non compro da oltre 10 anni.
      Del resto, anche ai tempi delle cassette, si
      duplicavano le canzoni e mi pare che le
      Major non si lamentassero come fanno ora.infatti.
      Credo che a frenare le vendite non sia il
      p2p, ma il supporto. Per parecchi euro hai
      un misero cd. Una volta, quando si comprava
      un "trentatrè" era quasi un evento.
      Un prodotto di una certa presenza fisica,
      disegni grandi, foto grandi, testi
      leggibili. A volte c'era anche qualche
      gadget. E che sorpresa, trovare un LP
      colorato! Capitava anche che la sola
      copertina bastasse a giustificare l'acquisto
      "alla cieca" del vinile di un artista
      sconosciuto. L'ellepì era un oggetto
      serio, di spessore, facilmente danneggiabile
      e quindi da trattare con cura. Prezioso,
      dunque. E con un prezzo ragionevole, almeno
      in rapporto alla sua qualità
      complessiva.questo è il punto, un prezzo ragionevole!!
  • Anonimo scrive:
    il punto e' fatto
    resta (semplicemente) di farlo capire ai piu' "refrattari";)
    • Anonimo scrive:
      Re: il punto e' fatto
      - Scritto da: Anonimo
      resta (semplicemente) di farlo capire ai
      piu' "refrattari";)Cosa non semplice, perchè qui siamo veramente nella fattoria degli animali.Ancora devo riuscire a convincere un mio collega che Internet, no, non l'ha inventata Bill Gheitz... fai tu, a volte mi cascano le braccia...
      • Anonimo scrive:
        Re: il punto e' fatto
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        resta (semplicemente) di farlo capire ai

        piu' "refrattari";)

        Cosa non semplice, perchè qui siamo
        veramente nella fattoria degli animali.

        Ancora devo riuscire a convincere un mio
        collega che Internet, no, non l'ha inventata
        Bill Gheitz... fai tu, a volte mi cascano le
        braccia...Missione impossibile ?
        • Anonimo scrive:
          Re: il punto e' fatto
          - Scritto da: Anonimo

          Ancora devo riuscire a convincere un mio

          collega che Internet, no, non l'ha
          inventata

          Bill Gheitz... fai tu, a volte mi
          cascano le

          braccia...


          Missione impossibile ?Fai tu, ho ricevuto queste risposte nell'arco della settimana a domande varie:1) Il già citato binomio Internet-Internet Explorer2) Senza windows il computer non funziona!3) Perchè non posso incidere dati sul cd-rom? Il nostro masterizzatore non è abbastanza buono?(Nota: il cd-rom era già stato masterizzato una volta...)4) Word salva solo in .doc, non te lo posso mandare in .rtf5) Non posso vedere una pagina internet (cioè html) senza connessione!(Questo ad una mia richiesta di guardarsi i file di help in html)Come detto, fai tu. Quasi quasi l'ecdl non è una cassata come tutti pensano...
          • Anonimo scrive:
            Re: il punto e' fatto
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo


            Ancora devo riuscire a convincere
            un mio


            collega che Internet, no, non l'ha

            inventata


            Bill Gheitz... fai tu, a volte mi

            cascano le


            braccia...





            Missione impossibile ?

            Fai tu, ho ricevuto queste risposte
            nell'arco della settimana a domande varie:

            1) Il già citato binomio
            Internet-Internet Explorer

            2) Senza windows il computer non funziona!

            3) Perchè non posso incidere dati sul
            cd-rom? Il nostro masterizzatore non
            è abbastanza buono?
            (Nota: il cd-rom era già stato
            masterizzato una volta...)

            4) Word salva solo in .doc, non te lo posso
            mandare in .rtf

            5) Non posso vedere una pagina internet
            (cioè html) senza connessione!
            (Questo ad una mia richiesta di guardarsi i
            file di help in html)

            Come detto, fai tu. Quasi quasi l'ecdl non
            è una cassata come tutti pensano...Decisamente missione impossibile!!
          • sinadex scrive:
            Re: il punto e' fatto
            http://www.soft-land.org/cgi-bin/doc.pl?doc=storie/index:D :'(
        • Anonimo scrive:
          Re: il punto e' fatto

          Ancora devo riuscire a convincere un mio
          collega che Internet, no, non l'ha inventata
          Bill Gheitz... fai tu, a volte mi cascano le
          braccia...Bill Gheits??? Ma va' là...Anche se si vocifera che il vero artefice sia Bin Laiden, ma sono solo voci, tutto porta a pensare che in realtà Internett l'abbia inventata Stiv Giobbs.
    • Anonimo scrive:
      Re: il punto e' fatto
      beh, a buttarla li, saranno una cinquantina di milioni sti "refrattari".......che vuoi che sia!basta stupirli con effetti speciali!AHAHAHAHAHAHAHAHAHA!
    • The_GEZ scrive:
      Re: il punto e' fatto
      - Scritto da: Anonimo
      resta (semplicemente) di farlo capire ai
      piu' "refrattari";)Non mollare !!Ognuno di noi puo' fare qualcosa in merito !!!:)"Beati coloro che hanno saputo vedere oltre al WEB, perche' di essi e' il regno di Usenet ...."8)
Chiudi i commenti