Intel Alchemist: dettagli dell'architettura Xe-HPG

Intel Alchemist: dettagli dell'architettura Xe-HPG

Intel ha svelato nuove dettagli sull'architettura Xe-HPG e la GPU Alchemist che sarà disponibile nel primo trimestre 2022.
Intel ha svelato nuove dettagli sull'architettura Xe-HPG e la GPU Alchemist che sarà disponibile nel primo trimestre 2022.

Intel ha recentemente annunciato il brand che verrà utilizzato per le future GPU di fascia alta. Durante l'evento Architecture Day 2021 sono stati forniti maggiori dettagli sull'architettura Xe-HPG e quindi del primo membro della famiglia, noto con il nome in codice Alchemist, che arriverà sul mercato nel primo trimestre 2022.

Alchemist: prima GPU Intel di fascia alta

Alchemist (nota in precedenza come DG2) verrà prodotta da TSMC con tecnologia N6, come parte della nuova strategia IDM 2.0. La GPU è costituita da quattro Xe-core, ognuno dei quali con 16 motori vettoriali a 256 bit e 16 motori matriciali (XMX) a 1.024 bit. Ci sono inoltre quattro unità per il ray tracing e varie unità per le funzionalità delle DirectX 12 Ultimate.

Intel Xe-HPG

Rispetto alla microarchitettura Xe-LP, le frequenze e le prestazioni per Watt sono fino a 1,5 volte superiori. Intel ha già comunicato i nomi in codice delle future GPU: Battlemage, Celestial e Druid. Ponte Vecchio è invece il nome in codice della GPU per supercomputer basata sulla microarchitettura Xe-HPC.

Intel ha infine svelato alcune informazioni sulla tecnologia Xe Super Sampling (XeSS) che, sfruttando i motori matriciali XMX, consente di incrementare la risoluzione dei giochi e la qualità delle immagini. Si tratta di una tecnologia di upscaling che utilizza il machine learning per “ricostruire” i subpixel dai pixel adiacenti e dai frame precedenti, raddoppiando le prestazioni (fps). XeSS sarà disponibile anche per le GPU integrate.

Fonte: Intel
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

19 08 2021
Link copiato negli appunti