Intel: il laptop di Negroponte fa acqua

Il chipmaker attacca il progetto di portatile per i paesi poveri messo a punto dal MIT Media Lab. Lapidario il CEO Craig Barrett: non è un computer, è un trabiccolo destinato al dimenticatoio


Colombo (USA) – Craig Barrett, CEO di Intel , non nutre dubbi sul computer portatile da 100 dollari sviluppato dal team di Nicholas Negroponte: “E’ un trabiccolo da 100 dollari, non un laptop da 100 dollari”, ha dichiarato all’agenzia Reuters , “e penso che il signor Negroponte dovrebbe ribattezzarlo”.

“Le persone hanno bisogno di strumenti che siano davvero utilizzabili”, continua Barrett, “riprogrammabili e versatili”. Il laptop del Media Lab, stando all’assalto frontale sferrato da Barrett, “è destinato al dimenticatoio come tutte le idee di questo tipo”. Nonostante Kofi Annan, segretario generale delle Nazioni Unite , abbia accolto con entusiasmo l’iniziativa del MIT, Barrett è dell’idea che “nessuno vuole avere un aggeggio a manovella praticamente inutilizzabile”.

Intel entrerà direttamente in competizione con Negroponte e sostenitori nella vendita di computer low-cost nei paesi in via di sviluppo, e Barrett ha colto l’occasione per sottolinearlo: “Noi produciamo computer a basso costo, completi e funzionanti”, incalza, “non trabiccoli colorati”.

Il CEO del chipmarker non ha solo criticato l’aspetto puramente tecnico del laptop, quanto lo stesso modello di business basato sulla vendita dei computer direttamente ai governi dei paesi interessati. “Cose di questo genere, nel mercato attuale, non funzionano”, ha specificato Barrett.

Sono in molti ad essersi scagliati contro il progetto proposto da Negroponte: Lee Felsenstein, considerato il padre dei laptop, ha elencato già da qualche mese i molti difetti dell’iniziativa, capaci di inficiarne la popolarità. Al di là di questi scogli, il sogno del MIT Media Lab continua a riscuotere un grande successo in termini di pubbliche relazioni, accompagnato da una massiccia presenza sui mezzi di comunicazione di massa.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Ma che stupidaggine
    Come da oggetto... :s
  • Anonimo scrive:
    Cavolata
    Esistono gli SMS Flash, li avete mai provati su nokia ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Cavolata
      Ci stavo pensando anch'io !!!!Solo che non ricordo se e' possibile salvarli, magari con cellulari più avanzati (che utilizzano Symbian o MS)... non ho mai provato. Ad ogni modo sai che sbattimento ricevere il link, copiarlo e incollarlo nel browser, connettersi (=spendere) .... (...) ( !!!) Tanto vale usare servizi di messaggistica istantanea (msn, icq, mail...) facilmente utilizzabili nei telefoni di ultima generazione e con la possibilita' di criptare il testo (e' comunque possibile gia' criptare gli sms con qualche programma che gira su symbian).A meno di altri dettagli importanti che non sono riportati nell'articolo, e' solo acqua riscaldata....
      • Anonimo scrive:
        Re: Cavolata
        concorso è una cavolata, di solito si mandano gli sms proprio perchè le informazioni vengono lette in differita, con gli stealth invece se non memorizzi (a livello di mente) tutto in 40 secondi sei fregato, mah
        • Anonimo scrive:
          Re: Cavolata
          Ma scusa, puoi sempre leggerlo in differita. nasta aprire il link quando ti pare.A livello di intelligence può certo offrire qualche vantaggio, ma non sembra enorme...
          • Anonimo scrive:
            Re: Cavolata

            A livello di intelligence può certo offrire
            qualche vantaggio, ma non sembra enorme...A livello di intelligence si usano sistemi piu' sicuri da tempo
Chiudi i commenti