Intel virtualizza il WiFi su Centrino2

A Santa Clara sfornano un hub per tutte le periferiche wireless. È la CPU che equipaggia i più recenti notebook: servirà a semplificare l'utilizzo dei device multimediali

Roma – Altro che server, router o access point: alla tecnologia Intel non serve alcun centro di collegamento esterno per fornire connettività wireless all’ecosistema digitale dell’utente. Il chipmaker di Santa Clara sta per trasformare ogni singolo laptop equipaggiato con la piattaforma Centrino 2 in un access point trasportabile , ideale centro di raccolta di una Personal Area Network (PAN) pratica ed efficiente nello streaming dei flussi di informazioni e dati.

In pratica, spiega il general manager di Intel Gary Muntz, “stiamo prendendo l’hardware LAN wireless esistente nei notebook Centrino 2 e stiamo virtualizzando una seconda interfaccia”: che avrà il compito di fornire funzionalità di accesso direttamente all’interno del portatile seguendo l’utente dovunque vada.

Nella PAN dell’utente possono trovare posto tutti i dispositivi dotati di interfaccia WiFi inclusi smartphone, player multimediali, cam e quant’altro. Per come la descrive Intel, l’access point diventa in sostanza un layer software che sfrutta il potente hardware di Centrino 2 per gestire e veicolare le connessioni, fornendo ovviamente anche l’accesso diretto alla rete Internet laddove possibile.

In arrivo su ogni Centrino 2 entro marzo, il WiFi PAN di Intel si chiama “My Wi-Fi” e si concretizzerà nella forma di software e driver di periferica gratuiti: nel frattempo la corporation ha mostrato all’opera la tecnologia gestendo il collegamento tra software multimediale iTunes, il player iPhone, il set-top box televisivo Apple TV, le console videoludiche di Sony e Microsoft e altri dispositivi digitali.

In un ipotetico scenario di impiego pratico della rete PAN, i flussi in streaming vengono trasferiti “in presa diretta” da iTunes ad Apple TV senza passare per un router , con tutti i vantaggi che la cosa comporta dal punto di vista dell’efficienza del trasferimento.

Oltre al software per Centrino 2 fatto in casa, l’iniziativa “My Wi-Fi” di Intel include un’azione di persuasione nei confronti dei produttori di dispositivi elettronici, “caldamente” invitati a implementare la compatibilità con la tecnologia PAN attraverso driver di periferica e update all’hardware. Muntz si dice convinto del fatto che “entro i prossimi due o tre anni” gli access point tradizionali saranno obsoleti e il WiFi diventerà il regno dei network PAN . Meglio, naturalmente, se al centro dei suddetti network ci sarà hardware marcato Intel.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Dedrisproject scrive:
    al cinema già lo tengono !!
    è da oltre 2 anni che i cinema nella mia zona lo tengono attivo per impedire che all'interno delle sale cinema possano squillare i telefoni, non è una novità lo usavano anche 20 anni fa , e lo ritrovate pure nel primo gioco metal gear soldi :Dnon è la prima volta che viene usato e non sarò l'ultima 2 anni fa se trovo l'articolo lo posto , si parlava di metterlo nelle scuole e nei ristoranti !! qualè la novità in questa notizia???
  • Skywalker scrive:
    ..jammer
    Poi arriverà il giorno che quello con il jammer in tasca, decide che la XXXXXXXXXX salita a Milano senza mai staccare la bocca dal telefono, invece che con la "persuasione morale" diretta di gruppo, sia da "convincere" con un'azione di eroica tecnologia: accende il jammer e via....poi sui giornali ci si chiede quale misterioso evento abbia causato la frenatura di emergenza del Freccia Rossa diretto a Roma! per chi ha voglia di approfondire:http://it.wikipedia.org/wiki/GSM-Rhttp://it.wikipedia.org/wiki/ERTMS
  • Pippo Franco scrive:
    E il timer?
    Scusa maaaaa cosa serve la bomba comandata a distanza, non basta un semplice timer? Che ci fai col jammer se la bomba ha un timer?A me sembra che questa cosa del jammer contro gli ordigni controllati da remoto non mi convince neanche un po!Come dire che il luogo della cerimonia non è stato passato al setaccio per un area di 1Km almeno prima della cerimonia.boh
  • Stefano Zanobi scrive:
    Notizia disturbante...
    Già...
  • jobb scrive:
    disturbate
    io ne conosco tante di disturbate che vivono in chat ma non esiste alcuna cura al momento..
  • ZioBilly scrive:
    Nelle scuole italiane
    Sarebbe un'ottima soluzione da adottare all'interno delle scuole italiane. Peccato che si limiti a inibire il segnale GSM/UMTS, l'ideale sarebbe bloccare anche le altre funzioni, tipo MP3 ecc.Magari i nostri studentelli si impegnerebbero un po' di più.
    • ackermann scrive:
      Re: Nelle scuole italiane
      - Scritto da: ZioBilly
      limiti a inibire il segnale GSM/UMTS, l'ideale
      sarebbe bloccare anche le altre funzioni, tipo
      MP3E dì, come pretendi di bloccare i lettori mp3? [img]http://xs233.xs.to/xs233/08460/picard-no-facepalm995.jpg.xs.jpg[/img]
      • Monsieur Duball scrive:
        Re: Nelle scuole italiane
        - Scritto da: ackermann
        - Scritto da: ZioBilly

        limiti a inibire il segnale GSM/UMTS, l'ideale

        sarebbe bloccare anche le altre funzioni, tipo

        MP3

        E dì, come pretendi di bloccare i lettori mp3?
        [img]http://xs233.xs.to/xs233/08460/picard-no-faceSe viene usato durante le ore di lezione e se dipendesse da me, con la mazzetta da 5 Kg :D
        • bob scrive:
          Re: Nelle scuole italiane
          - Scritto da: Monsieur Duball
          - Scritto da: ackermann

          - Scritto da: ZioBilly


          limiti a inibire il segnale GSM/UMTS, l'ideale


          sarebbe bloccare anche le altre funzioni, tipo


          MP3



          E dì, come pretendi di bloccare i lettori mp3?


          [img]http://xs233.xs.to/xs233/08460/picard-no-face
          Se viene usato durante le ore di lezione e se
          dipendesse da me, con la mazzetta da 5 Kg
          :DESAGERATO...basta quella da 750grammi...ti assicuro
          • alexarnz scrive:
            Re: Nelle scuole italiane
            - Scritto da: bob
            - Scritto da: Monsieur Duball

            - Scritto da: ackermann


            - Scritto da: ZioBilly



            limiti a inibire il segnale GSM/UMTS,
            l'ideale



            sarebbe bloccare anche le altre funzioni,
            tipo



            MP3





            E dì, come pretendi di bloccare i lettori
            mp3?






            [img]http://xs233.xs.to/xs233/08460/picard-no-face

            Se viene usato durante le ore di lezione e se

            dipendesse da me, con la mazzetta da 5 Kg

            :D
            ESAGERATO...basta quella da 750grammi...ti
            assicuro
          • alexarnz scrive:
            Re: Nelle scuole italiane
            - Scritto da: bob

            Se viene usato durante le ore di lezione e se

            dipendesse da me, con la mazzetta da 5 Kg
            ESAGERATO...basta quella da 750grammi...ti
            assicuroQuella da 750g sul lettore, quella da 5kg sugli zebedei.
    • Beppe scrive:
      Re: Nelle scuole italiane
      - Scritto da: ZioBilly
      Sarebbe un'ottima soluzione da adottare
      all'interno delle scuole italiane. Peccato che si
      limiti a inibire il segnale GSM/UMTS, l'ideale
      sarebbe bloccare anche le altre funzioni, tipo
      MP3
      ecc.
      Magari i nostri studentelli si impegnerebbero un
      po' di
      più.Ma, io mi domando perchè la gente non usi più il cervello e si fidi ciecamente di ciò che gli viene proposto, forse è un circolo vizioso, se andate a vedere come funziona un telefonino e i suoi effetti sul cervello, forse usereste meno il cellulare e più il cervello, il wi-fi e i celluri funzionano a micro onde, le stesse con cui scaldate o cuninate i cibi/bevande da dentro, per interromepere o disturbare questi segnali, ne servono altri più forti e su altre frequenze vicine, quindi si andrà ad aggiungere altre microonde a quelli esistenti.Se volete concentrare i sintomi infilate una mano nel micronde e capirete.Io trovo pazzesco che la gente si metta in casa dei modem wi-fi, siete dei pazzi, pensate che sono paranoico?, vi rispondo subito, no, sono solo informato e bene, chiedete a quelli che li fanno se ne conoscete qualcuno.
      • Alessandrox scrive:
        Re: Nelle scuole italiane
        i telefoni cordless sono anche peggio
        • Beppe scrive:
          Re: Nelle scuole italiane
          - Scritto da: Alessandrox
          i telefoni cordless sono anche peggioCertamente, infatti anche quelli sono banditi da casa mia, ho degli amici che pur essendo in zona tranquilla non riuscivano a riposarsi bene la notte,si alzavano "stanchi", non per rumori stradali o di vicinato, dormivano male e basta, me lo avevano detto ma io non sapendo le loro abitudini non gli dissi niente, finche un giorno si parlava proprio di micronde a scopo militare, allora gli feci un esempio con cose di comune utilizzo, lui quella sera "ormai disperato" di questo sonno non riposante,ragionando a letto su quello che gli avevo detto portò il telefonino in cucina e tolse dal comodino la base del cordless, stacco anche il telefonino della moglie, comodini sbombri, pazienza disse "se mi chiamano mi dovrò alzare dal letto".Bene mi ringrazia ancora adesso quando si cade sull'argomento, niente disturbi del sonno, ochiaie o alzarsi stanchi, anche se tra un po si ripeterà per via di bimbi in arrrivo!!!lol
      • wlaricerca scrive:
        Re: Nelle scuole italiane
        ELETTROSMOG ?Parli di elettrosmog?Non esiste!Fa più danni il principio di precauzione applicato all'elettrosmog che il presunto elettrosmog... Un esempio? L'incidente a Linate a causa di un radar mancante, oltre ai 5 anni di ritardo, gli ultimi 10 mesi sono da imputare alla legge contro l'elettrosmog.http://www.galileo2001.it/materiali/pubblicazioni/galileo2001_precauzione.php
      • lufo88 scrive:
        Re: Nelle scuole italiane
        Vorrei che certa gente studiasse un minimo di fisica. Sai la potenza usata dal micronde e quella usata dal wi-fi? Quelle dell'elettrodomestico sono circa mille volte piu' potenti: tra 800 e 1000 W per i forni, mentre per i segnali wi-fi (router e schede wireless) si parla di decimi di watt! MEntre per i cordless usano bande diverse da quelle del forno a micronde 1880 e 1900 Mhz per la precisione.Quello che invece nessuno dice e' di mettere cordless e cellulari lontani dalla testa quando possibile, cioe' quando non li usi. Cominciamo con questo, eventualmente
        • Beppe scrive:
          Re: Nelle scuole italiane
          - Scritto da: lufo88
          Vorrei che certa gente studiasse un minimo di
          fisica. Sai la potenza usata dal micronde e
          quella usata dal wi-fi? Quelle
          dell'elettrodomestico sono circa mille volte piu'
          potenti: tra 800 e 1000 W per i forni, mentre per
          i segnali wi-fi (router e schede wireless) si
          parla di decimi di
          watt!
          MEntre per i cordless usano bande diverse da
          quelle del forno a micronde 1880 e 1900 Mhz per
          la
          precisione.

          Quello che invece nessuno dice e' di mettere
          cordless e cellulari lontani dalla testa quando
          possibile, cioe' quando non li usi. Cominciamo
          con questo,
          eventualmenteGuarda che so esattemente la potenza erogata da entrambi gli apparecchi, sono stato anche un radioamatore, quindi so che si parla di piccole potenze rispetto a un micronde, peccato che nell'utilizzo di quelle poche onde ti provochino nella scatola cranica un effetto eco che causa un surriscaldamento del cervello di alcuni gradi rispetto la normalità, che questo faccia bene... non credo, tu tieni pure wi-fi e telefoni accesi a casa tua, che mi frega, puoi ignorare il problema, ma ignorandolo non sparisce!!!!
        • ZioBilly scrive:
          Re: Nelle scuole italiane
          Fammi capire: quindi usare il forno a microonde per telefonare può provocare seri danni al cervello ? :) In compenso ho notato che il mio Motorola non mi scongela i surgelati. Nemmeno selezionando la rete UMTS! Bah
          • lufo88 scrive:
            Re: Nelle scuole italiane
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Per il cell, prova con un paio di Nokiz, forse ce la fanno :)
      • tuba scrive:
        Re: Nelle scuole italiane
        - Scritto da: Beppe
        Ma, io mi domando perchè la gente non usi più il
        cervello e si fidi ciecamente di ciò che gli
        viene proposto, forse è un circolo vizioso,già me lo chiedo pure io, tu ne sai qualcosa vero?
        se
        andate a vedere come funziona un telefonino e i
        suoi effetti sul cervello, forse usereste meno il
        cellulare e più il cervello,fonti? sai com'è non dipende solo dall'essere esposti alle onde ma alla quantità, la potenza, la direzione, la frequenza eccecc
        il wi-fi e i celluri
        funzionano a micro onde, le stesse con cui
        scaldate o cuninate i cibi/bevande da dentro,stesso discorso di prima, diversi fattori influsiscono il comportamento
        per
        interromepere o disturbare questi segnali, ne
        servono altri più fortifalso, ne servono di uguali ed opposti. cara e vecchia fisica vai pure nel wc vero?
        e su altre frequenzegià se tu sei su una corsia in autostrada e io passo contromano in quella accanto finiamo tutti e 2 morti vero? oppure bisogna essere sulla stessa corsia per interagire?
        vicine, quindi si andrà ad aggiungere altre
        microonde a quelli
        esistenti.altro giro nel wc per la fisica, stiamo parlando di onde elettromagnetiche, non di pressione(aka suoni)
        Se volete concentrare i sintomi infilate una mano
        nel micronde e
        capirete.
        peccato che il microonde è fatto apposta per quell'effetto ed è tarato su potenze superiori di almeno due ordini di grandezza
        Io trovo pazzesco che la gente si metta in casa
        dei modem wi-fi, siete dei pazzi, pensate che
        sono paranoico?, no solo ignorante
        vi rispondo subito, no, sono
        solo informatole leggende metropolitane non valgono :D
        e bene,chi lo decide? tu?
        chiedete a quelli che li
        fanno se ne conoscete
        qualcuno.chi? gli ingegneri che progettano i microonde? conosco un tipo che di mestiere fa l'ingegnere delle telecomunicazioni che ti dice di andare a studiare seriamente e poi di pensare alle XXXXXte che spari.ps quell'ingegnere sono io
        • Beppe scrive:
          Re: Nelle scuole italiane
          Be allora l'altro ingeniere mi ha detto cagate, io non sono ingeniere e tolta una base molto bassa nel campo non posso controbbatere ciò che affermi, uno dei due racconta balle di brutto, forse tutti e due un pochino, bo.Io so solo che lui in casa s'è fatto la rete cablata con i pc, che il cellurare lo usa solo con il bluetooth, perchè non vuole trovarsi il cervello cucinato, mi ha spiegato un paio di cosine, ti dovrebbe rispondere lui qui, ma adesso è a Singapore, quindi...Se ce ne fossero altri chiederei a loro, poi lui è ingegnere davvero, per tu puoi essere un fisico, un ingnere, un banfone, come faccio a saperlo?
          • ullala scrive:
            Re: Nelle scuole italiane
            - Scritto da: Beppe

            Io so solo che lui in casa s'è fatto la rete
            cablata con i pc, che il cellurare lo usa solo
            con il bluetooth, perchè non vuole trovarsi il
            cervello cucinato, mi ha spiegato un paio di
            cosine, ti dovrebbe rispondere lui qui, ma adesso
            è a Singapore,
            quindi...il bluetooth?(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Davvero?http://it.wikipedia.org/wiki/Bluetooth"Il protocollo Bluetooth lavora nelle frequenze libere di 2,45 GHz"Abbhe!Un vero espertone! la stessa frequenza del Wi-Fi e del forno a microonde da te citati prima....Basta questo a capire quanto ne sapete tu e il tuo "ingeniere" (qui o a Singapore)...Facevi miglio figura ad ammettere che ne tu ne lui sapete granché di ciò di cui parlate!
          • ZioBilly scrive:
            Re: Nelle scuole italiane
            Io per sicurezza uso una rete basata su bicchieri di plastica legati tra loro da spago. L'ho imparati nel manuale delle giovani marmotte. Lo svantaggio è che spesso ci inciampo e così facendo riduco la banda. Si tratta di rete a commutazione di spaghetto.Per il telefonino invece faccio rispondere mia nonna che mi grida addosso quello che dicono e a mia volte le grido cosa rispondere, A volte è ridondante (devo ripetere più volte perché è sorda) ma evito la vicinanza a pericolosissime fonti elettromagnetiche. Altro che blu-tut !Anche il microonde l'ho sostituito con una centrifuga di legno manuale manuale che ruotando mette in moto le molecole d'acqua provocando la necessaria agitazione termica.
          • ullala scrive:
            Re: Nelle scuole italiane
            - Scritto da: ZioBilly
            Io per sicurezza uso una rete basata su bicchieri
            di plastica legati tra loro da spago. L'ho
            imparati nel manuale delle giovani marmotte. Lo
            svantaggio è che spesso ci inciampo e così
            facendo riduco la banda. Si tratta di rete a
            commutazione di
            spaghetto.

            Per il telefonino invece faccio rispondere mia
            nonna che mi grida addosso quello che dicono e a
            mia volte le grido cosa rispondere, A volte è
            ridondante (devo ripetere più volte perché è
            sorda) ma evito la vicinanza a pericolosissime
            fonti elettromagnetiche. Altro che blu-tut
            !

            Anche il microonde l'ho sostituito con una
            centrifuga di legno manuale manuale che ruotando
            mette in moto le molecole d'acqua provocando la
            necessaria agitazione
            termica.(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Un miglioramento potrebbe essere applicando la famosa ruota per criceti!Però il anche il criceto mangia ... e di conseguenza "espelle"...Morale anche il criceto inquina!come ogni essere vivente (trasforma il cibo in energia e non è un proXXXXX molto efficiente....)Che volemo fà?
          • ZioBilly scrive:
            Re: Nelle scuole italiane
            - Scritto da: ullala
            Un miglioramento potrebbe essere applicando la
            famosa ruota per
            criceti!
            Però il anche il criceto mangia ... e di
            conseguenza
            "espelle"...
            Morale anche il criceto inquina!In alternativa usare dei criceti usa e getta ? Resta il problema dello smaltimento :( Ma sono riciclabili ?Mi chiedevo se controllando opportunamento la frequenza e la modulazione delle microonde del forno ominimo, mantenendo la porta aperta (ovviamente) posso costruirmi uno jammer fatto in casa :) Avrei il vantaggio di avere uno jammer che mi prepara anche i pop corn... il massimo durante la visione del film: nessuno rompe al cell e pop corn freschi ...
        • Manto scrive:
          Re: Nelle scuole italiane
          - Scritto da: tuba
          - Scritto da: Beppe

          Ma, io mi domando perchè la gente non usi più il

          cervello e si fidi ciecamente di ciò che gli

          viene proposto, forse è un circolo vizioso,
          già me lo chiedo pure io, tu ne sai qualcosa vero?


          se

          andate a vedere come funziona un telefonino e i

          suoi effetti sul cervello, forse usereste meno
          il

          cellulare e più il cervello,
          fonti? sai com'è non dipende solo dall'essere
          esposti alle onde ma alla quantità, la potenza,
          la direzione, la frequenza
          eccecc



          il wi-fi e i celluri

          funzionano a micro onde, le stesse con cui

          scaldate o cuninate i cibi/bevande da dentro,
          stesso discorso di prima, diversi fattori
          influsiscono il
          comportamento



          per

          interromepere o disturbare questi segnali, ne

          servono altri più forti
          falso, ne servono di uguali ed opposti. cara e
          vecchia fisica vai pure nel wc
          vero?


          e su altre frequenze
          già se tu sei su una corsia in autostrada e io
          passo contromano in quella accanto finiamo tutti
          e 2 morti vero? oppure bisogna essere sulla
          stessa corsia per
          interagire?



          vicine, quindi si andrà ad aggiungere altre

          microonde a quelli

          esistenti.
          altro giro nel wc per la fisica, stiamo parlando
          di onde elettromagnetiche, non di pressione(aka
          suoni)



          Se volete concentrare i sintomi infilate una
          mano

          nel micronde e

          capirete.


          peccato che il microonde è fatto apposta per
          quell'effetto ed è tarato su potenze superiori di
          almeno due ordini di
          grandezza



          Io trovo pazzesco che la gente si metta in casa

          dei modem wi-fi, siete dei pazzi, pensate che

          sono paranoico?,
          no solo ignorante



          vi rispondo subito, no, sono

          solo informato
          le leggende metropolitane non valgono :D


          e bene,
          chi lo decide? tu?



          chiedete a quelli che li

          fanno se ne conoscete

          qualcuno.
          chi? gli ingegneri che progettano i microonde?
          conosco un tipo che di mestiere fa l'ingegnere
          delle telecomunicazioni che ti dice di andare a
          studiare seriamente e poi di pensare alle XXXXXte
          che
          spari.

          ps quell'ingegnere sono ioQuoto e anch'io sono ingegnere.Inoltre i campi magnetici diminuiscono in maniera esponenziale all'aumentare della distanza. (detto in parole povere se raddoppia la distanza allora l'intensità non rimane uguale ma diminuisce di molto più del 50%).Gli amici stavano meglio dopo aver disattivato tutto in casa? Può darsi, dato che non sono medico, ma può anche darsi che si tratti di effetto placebo. Comunque qui passo la parola a un medico (uno vero però!).
          • Beppe scrive:
            Re: Nelle scuole italiane

            Quoto e anch'io sono ingegnere.
            Inoltre i campi magnetici diminuiscono in maniera
            esponenziale all'aumentare della distanza. (detto
            in parole povere se raddoppia la distanza allora
            l'intensità non rimane uguale ma diminuisce di
            molto più del
            50%).

            Gli amici stavano meglio dopo aver disattivato
            tutto in casa? Può darsi, dato che non sono
            medico, ma può anche darsi che si tratti di
            effetto placebo. Comunque qui passo la parola a
            un medico (uno vero
            però!).Come vi invidio, siete tutti ingegnieri, bello, adesso mi diverto, premetto che per me, siete l'elite dell'umanità, che come il mio grande amico, vi elevate al di sopra di essa perdendo però alcune volte il contatto con il terreno.Bene, spiegatemi se una bassa quantità di micronde prolungata nel tempo, corrisponde ad una alta ma a breve esposizione, se vi sono delle tabelle in cui sia specificato secondo dei test su umani o animali fino a quanto tempo e in che quantità si possono tollerare, le cause di un overesposizione al cervello, sugli organi interni ed ecc.Dopo che mi avrete risposto vi dimostrerò che avete torto scientificamente.Sbaglio o non esiste una tabbella di test ufficiale, ma solo uno studio dell'esercito americano usata naturalmente a scopi militari insieme alle onde soniche e laser?
          • ullala scrive:
            Re: Nelle scuole italiane
            - Scritto da: Beppe

            Sbaglio o non esiste una tabbella di test
            ufficiale, ma solo uno studio dell'esercito
            americano usata naturalmente a scopi militari
            insieme alle onde soniche e
            laser?Dato che lo chiedi... esistono tabelle e test (ad esempio ETSI) in europa va googla e leggi (e magari la prossima volta informati) quindi...Sbagli in questo caso!come hai sbagliato prima sul bluetooth e il tuo amichetto che è a singapore e non sa che il bluetooth usa le stesse frequenze del wifi (e del forno a microonde)...Più insisti a fare disinformazione più fai pessima figura!
          • tuba scrive:
            Re: Nelle scuole italiane
            ah beh allora se facciamo queste uguaglianze fatti prendere a leggeri buffetti tutti i giorni.poi fatti dare un XXXXXtto da un mike tyson qualunque.le somme delle forze che ricevi magari è la stessa ma capisci da solo qual'è quella che lascia danni e quale no
          • Manto scrive:
            Re: Nelle scuole italiane
            - Scritto da: Beppe

            Quoto e anch'io sono ingegnere.

            Inoltre i campi magnetici diminuiscono in
            maniera

            esponenziale all'aumentare della distanza.
            (detto

            in parole povere se raddoppia la distanza allora

            l'intensità non rimane uguale ma diminuisce di

            molto più del

            50%).



            Gli amici stavano meglio dopo aver disattivato

            tutto in casa? Può darsi, dato che non sono

            medico, ma può anche darsi che si tratti di

            effetto placebo. Comunque qui passo la parola a

            un medico (uno vero

            però!).

            Come vi invidio, siete tutti ingegnieri, bello,
            adesso mi diverto, premetto che per me, siete
            l'elite dell'umanità, che come il mio grande
            amico, vi elevate al di sopra di essa perdendo
            però alcune volte il contatto con il
            terreno.?????Ma che stai a dire? Io e tuba ti abbiamo solo dato delle informazioni e fatto notare alcune tue inesattezze.Ma non ci siamo mai elevati a " élite dell'umanità" o cavolate del genere! Ragionare su basi scientifiche NON significa elevarsi a chissà-che-cosa! Contatto con la realtà? Cioè basare le proprie affermazioni su solide leggi fisiche significa perdere il contatto della realtà? Allora è meglio ragionare ad occhio, ad intuizione?Uno cerca di dare il suo contributo e questo è il risultato... :|
            Bene, spiegatemi se una bassa quantità di
            micronde prolungata nel tempo, corrisponde ad una
            alta ma a breve esposizione, se vi sono delle
            tabelle in cui sia specificato secondo dei test
            su umani o animali fino a quanto tempo e in che
            quantità si possono tollerare, le cause di un
            overesposizione al cervello, sugli organi interni
            ed
            ecc.Come ho già scritto nel mio post precedente chiedilo a un medico perchè quel campo non è di mia competenza e non mi va di fare affermazioni sul "sentito dire".
        • Beppe scrive:
          Re: Nelle scuole italiane
          Mi scuso per la seconda replica ma qua niente edit, quindi volevo dire ancora due cosine, per prima che l'utilizzo intensivo del cellure provoca un alteramento della tempaeratura del cervello, questo è scientificamente provato dalle università che ne hanno testato gli effetti, cercate con google e valutate voi, provoca inoltre diverse altre patologie minori su una cerchia bassa di persone, usa di fatto le microonde per comunicare, poi come dice "l'ingegnere" a potenze irrisorie per provocare danni, bene, di certo non ho ancora sentito che si sia trovato uno con il cervello cotto, ma le cavolate che sparate sono inaudite, non vi sono studi fatti sui danni causati ad una alta e continua esposizione alla micronde o magnetismo causati all'uomo, voi se sparate una bomba all'uranio impoverito dicendo "ma non è una bomba atomica", bene lo so anche io questo, ma se mi viene un bel cancro a chi devo dire grazie?Noi siamo esseri influenzati ed influenzabili come gli abitanti di questo pianeta da ciò che ci circonda, le lobby o multinazionali ci vietano di pensare infilando nell'informazione una marea di boiate atte a confonderci le idee, ci dicono che le balene si spiaggiano da sole perchè sono rinXXXXXXXXte, le onde "di qualunque tipo" non fanno male, state tutti bene, io sarò ignorante ma non fesso e meno stupido di quel che pensi, se vedo che vicino alle antenne c'è una moria di uccelli casuata dal disonrientamento elettro...ecc. , che nelle case posizionate a meno di 20 metri dai pali dell'alta tensione c'è un incremento dei malati di leucemia del 8000% rispetto alla zona campione, mi viene da pensare che tutto questo faccia male ad alte dosi e anche a piccole dosi ma prolungata nel tempo, forse siete voi ignoranti,da tali non avete ancora scoperto cosa va ad alterare l'elettromagnetismo o come si chiama, ma i fatti parlano, fanno male, non so come, non so perchè, ma fanno male e i fatti ne danno conferma.Chiudo qui e non replicherò oltre,faccio solo un esempio al mio livello di ignoranza, se io sparo a un indigeno con una pistola, chi sta vicino a lui dirà che io ho usato un aggeggio che faceva un suono che uccideva, tu gli potrai dare dell'ignorante dicendo che il rumore era provocato dal priettiettile che fendeva l'aria e dall'esplosione della polvere da sparo nel bossolo, che lo ha ucciso il priettile "che lui non poteva vedere" e non il rumore, ma alla fine il tutto è stato causato dalla pistola da lui definita oggetto, quindi io da ignotrante guardo solo causa ed effetto, tu da ingegniere devi spiegare il perchè, non deviando il discorso in precisazioni dicendo che sono ignorante, anche tu ignori cose che sono evidenti, oppure peggio, non le ignori ma ci vuoi far credere che non faccia male, in questo caso ci dai pure degli stupidi.
          • ullala scrive:
            Re: Nelle scuole italiane
            - Scritto da: Beppe
            Chiudo qui e non replicherò oltre,faccio solo un
            esempio al mio livello di ignoranza, se io sparo
            a un indigeno con una pistola, chi sta vicino a
            lui dirà che io ho usato un aggeggio che faceva
            un suono che uccideva, tu gli potrai dare
            dell'ignorante dicendo che il rumore era
            provocato dal priettiettile che fendeva l'aria e
            dall'esplosione della polvere da sparo nel
            bossolo, che lo ha ucciso il priettile "che lui
            non poteva vedere" e non il rumore, ma alla fine
            il tutto è stato causato dalla pistola da lui
            definita oggetto, quindi io da ignotrante guardo
            solo causa ed effetto, tu da ingegniere devi
            spiegare il perchè, non deviando il discorso in
            precisazioni dicendo che sono ignorante, anche tuPeccato che appunto manchi proprio il presupposto del tuo ragionamento ovvero il rapporto tra causa ed effetto nel caso del tuo indigeno il rapporto c'è (anche se non la spiegazione) nel caso del wifi invece il rapporto manca e sei tu a doverlo provare non il contrario.
          • LordAzuzu scrive:
            Re: Nelle scuole italiane
            Oddio, guarda:studiati la grammatica italiana, impara a scrivere su una tastiera, studiati un po' di fisica e poi ne riparliamo.Per ora mi meraviglio solamente che qualcuno abbia perso tempo a risponderti.
      • pip scrive:
        Re: Nelle scuole italiane
        - Scritto da: Beppe
        pensate che
        sono paranoico?Hmm, si, decisamente. Penso anche che dovresti studiare un po' di fisica e chiarirti le idee riaguardo alla natura delle cose che temi.
  • Monsieur Duball scrive:
    Esiste sempre un'alternativa
    http://it.wikipedia.org/wiki/Piccione_viaggiatoreVoglio vedere come lo disturbano questo :D
    • Stein Franken scrive:
      Re: Esiste sempre un'alternativa
      Vecchi sistemi vecchie soluzioni :D fucile da caccia
      • Cattivo a prescinder e scrive:
        Re: Esiste sempre un'alternativa
        - Scritto da: Stein Franken
        Vecchi sistemi vecchie soluzioni :D fucile da
        cacciaO un falco, sai che divertimento (rotfl)
    • pentolino scrive:
      Re: Esiste sempre un'alternativa
      http://en.wikipedia.org/wiki/Dastardly_and_Muttley_in_Their_Flying_Machinesanche in questo caso un vecchio sistema :-D
    • jobb scrive:
      Re: Esiste sempre un'alternativa
      facile...gli sparano, dopo sara' leggermente disturbato nel volo
    • guast scrive:
      Re: Esiste sempre un'alternativa
      Beh, l'idea c'è. Adesso manca solo un piccolo particolare, gli devi insegnare come azionare il detonetore
      • io io scrive:
        Re: Esiste sempre un'alternativa
        volendo ... si può fare ...
      • ullala scrive:
        Re: Esiste sempre un'alternativa
        - Scritto da: guast
        Beh, l'idea c'è. Adesso manca solo un piccolo
        particolare, gli devi insegnare come azionare il
        detonetoreE anche a schivare un falcone pellegrino addestrato per la caccia? :DMi pare più complicato che azionare il detonatore!
    • al bel scrive:
      Re: Esiste sempre un'alternativa
      se è per questo, l'alternativa è pure digitalizzata1!!!!!http://en.wikipedia.org/wiki/IP_over_Avian_Carriers
  • Fausto Leali scrive:
    dubbio
    scusate, ma cosa vieta a eventuali malintenzionati di usare le frequenze che non vengono disturbate?saluti
    • Kyashan scrive:
      Re: dubbio
      credo che i servizi potrebbero disturbare un ampio spettro di frequenze...poi se vogliamo alcune frequenze hanno particolari distanze di funzionamento
      • pip scrive:
        Re: dubbio
        - Scritto da: Kyashan
        credo che i servizi potrebbero disturbare un
        ampio spettro di frequenze...poi se vogliamo
        alcune frequenze hanno particolari distanze di
        funzionamentonon attribuire ai servizi dei poteri che non hanno..
Chiudi i commenti