Interfaccia multi-modale per il settore radiologico

Due aziende italiane stanno portando avanti un progetto medicale basato su un'interfaccia a riconoscimento visivo/vocale. Il primo prototipo è atteso per novembre 2005


Milano – SR LABS , azienda italiana specializzata nello sviluppo di soluzioni e sistemi basati sulla tecnologia eye-tracking , in collaborazione con Fimi , divisione della Philips Medical Systems , leader mondiale nei monitor per applicazioni medicali, hanno recentemente presentato alla stampa I-Med. Una console che permette di interagire con apparecchiature medicali tramite sguardo e voce. Il settore di applicazioni principale sarà quello radiologico, semplificando l’attività di diagnostica per immagini.

Grazie a questa tecnologia, si potrà fare a meno di mouse e tastiera, e gestire facilmente immagini radiografiche e/o acquisite con altre modalità (Tac, risonanza magnetica, ecografia, endoscopia ecc). Semplicemente guardando il display e pronunciando comandi specifici sarà possibile gestire ogni tipo di operazione. Nella prossima versione hardware/software, già alla studio, si potrà disporre anche di un sistema “speech to text”, capace di trasformare la dettatura in testo scritto, e quindi in grado di redigere veri e propri referti.

Tecnicamente il team di ricerca di SR LABS ha integrato un eye-tracker con un sistema di riconoscimento vocale proprietario di Philips, per poi sviluppare e brevettare un’interfaccia multi-modale incredibilmente potente: la prima interfaccia multi-modale integrata a controllo sguardo/voce, a detta dell’azienda, mai vista su un computer.

Grazie a I-Med , quindi, il radiologo potrà “navigare” nell’applicazione PACS (Picture Archiving and Communication System) semplicemente con lo sguardo e la voce – facendo scorrere, ingrandire o rimpicciolire le immagini, cambiandone gli attributi di luminosità e contrasto, o attivando gli strumenti di misurazione – senza mai distogliere l’attenzione dalle immagini stesse. Questo modo semplice e intuitivo dovrebbe consentire di ottenere diagnosi più accurate e, nello stesso tempo, di velocizzare ogni processo elaborativo. Oltre a ciò, la soluzione I-Med potrà offrire un importante feedback al medico grazie alla mappatura delle zone e dei punti osservati, al tempo speso su ciascuno di essi e al percorso seguito durante l’analisi dell’immagine: tutti elementi in grado di aiutare a migliorare l’analisi delle immagini, oltre che un potente strumento di training.

I-Med era stata presentata da Fimi come “concept” funzionante lo scorso novembre in occasione dell’edizione 2004 di RSNA (Radiological Society of North America), il più importante evento mondiale in campo radiologico. L’obiettivo di SR LABS e Fimi è di mostrare un primo prototipo completo all’edizione 2005 di RSNA, che si terrà a Chicago nel novembre prossimo.

D.d.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: Loewe presenta TV LCD ad alta risoluzione
    Il 14/2 scorso ho acquistato il (costoso) Loewe concept 32 e sono rimasto veramente deluso - nonostante tutto quello che avevo sentito - dalle prestazioni delo schermo. Infatti la visione dei programmi anche via decoder satelllitare mostra immagini piatte e senza profondità.Inoltre nella riproduzione di fotografie direttamente da macchine digitali, queste appaiono pressocchè inguardabili in quanto sembrano quelle foto che vengono ritoccate con programmi di PC che simulano l'effetto spatola o acquerello. Adattate con programmi di elaborazione video alla risoluzione di 720 X 576, la problematica migliora sensibilmente, ma si notano sempre sgranature e puntinature che rendono la visione meno che nitida. Non è poi il caso di agire sul comando nitidezza del televisore che rende più problematica tutta la situazione. Le linee dritte, se non pefettamente orizzontali o verticali appaiono seghettate in modo evidente. In tutte le immagini manca la profondità di campo e, quindi, risultano mancanti della tridimensionalità.In definitiva il mio apparecchio, fatto controllare anche dal tecnico dell'assistenza (che sa solo suggerire di guardarlo da lontano) non ha soddisfatto per niente le mie aspettative.Cosa ne pensate?joyfull
Chiudi i commenti