Internet Explorer 7 all'ultimo chilometro

Microsoft ha rilasciato la prima e forse ultima release candidate del nuovo browser: pur non sfoggiando novità visibili all'occhio, secondo MS aumenta performance e affidabilità

Redmond (USA) – A metà dell scorsa settimana Microsoft ha rilasciato la Release Candidate 1 (RC1) di Internet Explorer 7, probabilmente ultima tappa nello sviluppo del nuovo browser. BigM ha confermato l’intenzione di completare IE7 in autunno, in tempo per il lancio delle edizioni business di Windows Vista.

Dal lato estetico e funzionale la RC1 di IE7 non introduce alcuna novità rispetto alla precedente Beta 3 , tuttavia Microsoft afferma di aver migliorato aspetti quali performance, stabilità, sicurezza e compatibilità.

“Abbiamo apportato alcuni cambiamenti che, sebbene non visibili agli utenti, incrementano l’agilità e la velocità di IE7”, ha affermato Margaret Cobb, group product manager per IE di Microsoft.

In IE7 RC1 è stato inoltre migliorato il supporto allo standard CSS (Cascading Style Sheets), anche se gli sviluppatori ammettono che l’implementazione non è ancora completa: uno degli scogli da superare, secondo quanto riportato nel blog di Markus Mielke, program manager di IE7, è raggiungere il giusto compromesso fra conformità alla specifiche CSS e compatibilità con i siti web preesistenti.

Se il feedback di tester e sviluppatori sarà positivo, quella attuale potrebbe essere la prima e ultima release candidate del nuovo browser.

IE7 RC1 può essere scaricato , per il momento solo in lingua inglese, da questa pagina : i sistemi operativi compatibili sono Windows XP SP2, Windows XP Pro x64, Windows Server 2003 SP1, Windows Server 2003 x64 e Windows Server 2003 ia64.

Come riportato alla fine di luglio, IE7 verrà distribuito nella sua forma finale come aggiornamento ad alta priorità: gli utenti delle attuali edizioni di Windows avranno facoltà di scegliere se installarlo o meno, ed eventualmente potranno bloccare permanentemente l’update attraverso un apposito tool . In Windows Vista, IE7 farà invece parte integrante del sistema operativo.

La roadmap del maggior rivale di IE7, Firefox 2.0 , è stata modificata proprio di recente: la Beta 2 del browser open source è ora attesa per il 30 agosto, mentre il lancio della release finale è stato fissato per il 24 ottobre.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • reXistenZ scrive:
    Linspire? Fa schifo se solo ...
    lo confrontate con Xandros.Entrambi si rivolgono a quel mercato di potenziali utenti aziendali che vorrebbero passare da Windows a Linux in modo indolore. Linspire è una distro Linux, senza infamia e senza lode. Ma se solo provate a scaricarvi Xandros, capite che vale dieci volte il primo. Ha un File Manager curatissimo che mima fedelmente il gestore risorse di Windows ma è anche meglio. Anzi, forse è addirittura meglio di Konqueror. E' chiuso, sì, ma è fatto veramente coi fiocchi. Solo per questo Linspire sarebbe da buttare via. Se poi considerate che Xandros permette di unire il pc a domini Windows, il discorso si può chiudere senza commentare oltre.
    • Angelone scrive:
      Re: Linspire? Fa schifo se solo ...
      - Scritto da: reXistenZ
      chiuso, sì, detto questo detto tutto...
    • Nick Carter scrive:
      Re: Linspire? Fa schifo se solo ...
      Ma tu lo sai che la Xandros ha comprato la Linspire?http://www.xandros.com/news/press_releases/xandros_acquires_linspire.htmlVedere per creddere!
  • Anonimo scrive:
    Casi persi
    Su questo forum, quando si parla di Linux o di Windows, c'è il solito pollaio inutile ed infantile. Che stress notare che le idee dei frequentatori siano tutte di stampo "Tu la pensi così? Allora sei un decerebrato", oppure "Tu non capisci un cavolo", oppure "Tutti gli utenti Win sono deficienti", o ancora "Tutti gli utenti Linux sono scemi".Credo che di tutto ciò che abbiate scritto in tanti (non tutti), l'unica novità che faccia notizia sia quanto sia potente l'utilizzo della comunicazione e quanti incapaci nel ruolo di comunicatori ci siano in giro.Forse Windows farà schifo o forse no. Forse Linux farà schifo o forse no. Forse... forse.... Ma una certezza ce l'ho sempre: sono indubbiamente disprezzabili coloro che sanno solo vomitare insulti costanti, proprio come avviene in un luogo che dovrebbe essere di discussione e che invece si trasforma nella solita bettola per birrocciai. Congratulazioni a chi si è attenuto a simili standard, tipici di Analisi 2 by Amici di Maria De Filippi; congratulazioni ai casi persi che pullulano in tanti post su questa news e sulla pre-RC1 di Vista. Che monnezza!Oh, nessuno che si sia posto dubbi... che so... sulle performance e sulle particolarità di 'sto Linspire... Ah... Sarebbe chiedere troppo.Iuls
    • Anonimo scrive:
      Re: Casi persi
      - Scritto da:
      Su questo forum, quando si parla di Linux o di
      Windows, c'è il solito pollaio inutile ed
      infantile. Che stress notare che le idee dei
      frequentatori siano tutte di stampo "Tu la pensi
      così? Allora sei un decerebrato", oppure "Tu non
      capisci un cavolo", oppure "Tutti gli utenti Win
      sono deficienti", o ancora "Tutti gli utenti
      Linux sono
      scemi".
      Credo che di tutto ciò che abbiate scritto in
      tanti (non tutti), l'unica novità che faccia
      notizia sia quanto sia potente l'utilizzo della
      comunicazione e quanti incapaci nel ruolo di
      comunicatori ci siano in
      giro.
      Forse Windows farà schifo o forse no. Forse Linux
      farà schifo o forse no. Forse... forse.... Ma una
      certezza ce l'ho sempre: sono indubbiamente
      disprezzabili coloro che sanno solo vomitare
      insulti costanti, proprio come avviene in un
      luogo che dovrebbe essere di discussione e che
      invece si trasforma nella solita bettola per
      birrocciai.

      Congratulazioni a chi si è attenuto a simili
      standard, tipici di Analisi 2 by Amici di Maria
      De Filippi; congratulazioni ai casi persi che
      pullulano in tanti post su questa news e sulla
      pre-RC1 di Vista. Che
      monnezza!

      Oh, nessuno che si sia posto dubbi... che so...
      sulle performance e sulle particolarità di 'sto
      Linspire... Ah... Sarebbe chiedere
      troppo.
      IulsE' arrivato il galletto nero saggio superesperto che quatto quatto cammina dietro la fila del pollaio...
      • Anonimo scrive:
        Re: Casi persi

        E' arrivato il galletto nero saggio superesperto
        che quatto quatto cammina dietro la fila del
        pollaio...
        Il galletto nero? Saggio? Superesperto? Che quatto quatto cammina dietro la fila del pollaio?Non sono sicuro di aver capito dove vai a parare e non ho problemi ad ammetterlo. Ma le tue frasi sembrano prive di buonsenso, un pretesto per tentare - invano - di essere provocatorio. Forse convinto ch'io sia proprio uno dei galletti che fa pollaio. E che si prenderà la briga d'insultarti. Non mi passa nemmeno per la testa.Non mi sento come mi definisci, ma ognuno ha i suoi mezzi e tu hai fatto quel che potevi per scrivere ben tre righe proprio secondo le regole del pollaio. Wow!Spero tu non abbia l'ADSL, altrimenti sarebbe connettività sprecata. Se è per questo, per dire assunti meri come il tuo, la tecnologia sarebbe sprecata, i browser sarebbero sprecati, pur se si trattasse di IExplorer 3. Ed è tutto dire. Fa' te. Non si può utilizzare uno strumento importante come internet con tanta leggerezza.Nella vita non è il caso di offendere le persone, né ritengo che tu mi abbia leso in tal senso, quindi credo di potere con tranquillità esprimere quanto tu sembri negato per il confronto ed il parlare. Fai dell'altro se non sai usare con cautela il mezzo dialettico, perché proprio non ci sai fare. Non prendertela, non c'è offesa. Perciò spero che tu non ricada nell'ennesimo pollaio di cui è intriso pure il tuo post precedente.Con cordialità.Iuls.
    • Anonimo scrive:
      Re: Casi persi
      Sono assolutamente d'accordo con te. Questo forum, nonostante gli interventi di PI, continua a pullulare di persone che evidentemente non hanno nulla da fare se non perdere tempo in post sterili di contenuti e ricchi di insulti. Sempre più spesso provo la sensazione di perdere tempo su questo forum, raramente si trova una discussione portata avanti civilmente e con un sano confronto di idee.hai completamete ragione. Spero che la redazione di PI riesca a trovare una soluzione a questo degeneramento.SalutiDavide
  • Anonimo scrive:
    Aiutatemi please...
    Salve a tuttisono nuovo del sito..volevo sapere se qualcunodi voi mi poteva aiutare.ho un problema con il mio notebook ibm r50da qualche giorno non si accende più cioè mi l'indicatore del power e della batteria sono a posto ma lo schermo è nero (non si accende) e la ventola resta sempre accesa...qualcuno può suggerrirmi cosa fare?stavo lavorando al mio ultimo album e tra poco ricomincerò a lavorare e non avrò più tanto tempo libero.Grazie
  • Anonimo scrive:
    e allora ubuntu?
    [quoto articolo]Freespire si basa, come Linspire, sulla distribuzione Debian ma, a differenza di quest'ultima, non ha tabù nei confronti del software proprietario[/quoto]be' non e' proprio l'unica - ubuntu e' un'altra che ha nei repositori sw proprietario 'chiuso' e anch'essa discende da debian ed e' sempre stata free
    • Anonimo scrive:
      Re: e allora ubuntu?
      si ma te li devi apt-gettare dopo che hai attivato il repo, li invece ci sono subito...il risultato e' uguale, cambia la "filosofia" che ci sta dietro
  • Anonimo scrive:
    perchè nuove distro?
    Perchè è utile e comodo personalizzare il proprio OS.PEr esempio, la LAVORO abbiamo necessità di creare le immagini dei PC che installiamo. E'il metodo più comodo per preparare il PC.Prima avevamo un CD basato su PC-DOS con supporto di rete per lanciare norton Ghost, fare o caricare un'immagine in rete.Con l'avvento dei drive SATA norton-ghost non funzionava più. Così abbiamo dovuto aggiornarci ad una versione successiva (pagando).Solamente che la versione successiva era un CD bootable basato su una qualche customizzazione windows impiegava 5 minuti a caricare, poi bisognava caricare il supporto di rete (altrim minuti), poi finalmente potevamo ricercare l'immagine in rete. Senza contare che il CD licenziato era una solo, e si poteva usare su un solo PC alla volta.Così ho deciso di fare il salto di qualità:ho ricercato una versione linux adeguata. Ho trovato un distro RIPlinux con le cose che mi servivano.Ora per preparare un PC nuovo, lo accendo, lui esegue un boot da network e mi carica una versione personalizzata di RIPlinux (32MB).eseguo uno script semplicissimo che ho creato e mi attiva il supporto di rete e mi mappa le unità condivise dove tengo le immagini in rete ( su windows, quindi con tutte le autorizzazioni del caso di una share in un dominio).Infine un semplice script per salvare l'immagine o un'altro per caricarla basata su NTFSutils... et voilà... posso prepare decine di PC contemporaneamente senza problemi di licenze varie e molto più velocemente. le immagini raggiungono anche i 5Gb senza problemi.Il boot viene preparato caricando una immagine del Kernel monolitica basata sull'ultimo kernel ed infine tutto il resto su un immagine ramdisk.Se RIPlinux non dovesse essere più supportata, non importa. Ci sono le importazione per configurare il kernel, e male che vada, potrò ricompilarmelo io.Sono pronto a cambiare sistema e tornare su un sistema di immagini basato su windows se qualcuno me ne propone un'altro più efficente.altrimenti... inutile lamentarsi o ironizzare sul fatto che ci sono sempre nuove distro.Spesso magari le usano in pochi. Ma spesso, c'è anche un motivo molto pratico per farne diverse.
    • Anonimo scrive:
      Re: perchè nuove distro?
      Uno spettacolo usare dei driver beta non ufficiali per accedere ad NTFS ... favoloso.. sai che professionalità e sicurezza !Molto meglio Acronis TrueImage Enterprise 9.1 su un CD di boot fatto con BartPE usando il WinPE di Windows2003.- Scritto da:
      Perchè è utile e comodo personalizzare il proprio
      OS.
      PEr esempio, la LAVORO abbiamo necessità di
      creare le immagini dei PC che installiamo. E'il
      metodo più comodo per preparare il
      PC.
      Prima avevamo un CD basato su PC-DOS con supporto
      di rete per lanciare norton Ghost, fare o
      caricare un'immagine in
      rete.

      Con l'avvento dei drive SATA norton-ghost non
      funzionava più. Così abbiamo dovuto aggiornarci
      ad una versione successiva
      (pagando).
      Solamente che la versione successiva era un CD
      bootable basato su una qualche customizzazione
      windows impiegava 5 minuti a caricare, poi
      bisognava caricare il supporto di rete (altrim
      minuti), poi finalmente potevamo ricercare
      l'immagine in rete. Senza contare che il CD
      licenziato era una solo, e si poteva usare su un
      solo PC alla
      volta.
      Così ho deciso di fare il salto di qualità:
      ho ricercato una versione linux adeguata. Ho
      trovato un distro RIPlinux con le cose che mi
      servivano.

      Ora per preparare un PC nuovo, lo accendo, lui
      esegue un boot da network e mi carica una
      versione personalizzata di RIPlinux
      (32MB).
      eseguo uno script semplicissimo che ho creato e
      mi attiva il supporto di rete e mi mappa le unità
      condivise dove tengo le immagini in rete ( su
      windows, quindi con tutte le autorizzazioni del
      caso di una share in un
      dominio).
      Infine un semplice script per salvare l'immagine
      o un'altro per caricarla basata su NTFSutils...
      et voilà... posso prepare decine di PC
      contemporaneamente senza problemi di licenze
      varie e molto più velocemente. le immagini
      raggiungono anche i 5Gb senza
      problemi.

      Il boot viene preparato caricando una immagine
      del Kernel monolitica basata sull'ultimo kernel
      ed infine tutto il resto su un immagine
      ramdisk.
      Se RIPlinux non dovesse essere più supportata,
      non importa. Ci sono le importazione per
      configurare il kernel, e male che vada, potrò
      ricompilarmelo
      io.

      Sono pronto a cambiare sistema e tornare su un
      sistema di immagini basato su windows se qualcuno
      me ne propone un'altro più
      efficente.

      altrimenti... inutile lamentarsi o ironizzare sul
      fatto che ci sono sempre nuove
      distro.
      Spesso magari le usano in pochi. Ma spesso, c'è
      anche un motivo molto pratico per farne
      diverse.
      • Anonimo scrive:
        Re: perchè nuove distro?
        - Scritto da:
        Uno spettacolo usare dei driver beta non
        ufficiali per accedere ad NTFS ... favoloso.. sai
        che professionalità e sicurezza
        !Mi hai tolto le parole di bocca. Meno male che non è il mio sistemista... :D
        • Anonimo scrive:
          Re: perchè nuove distro?
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          Uno spettacolo usare dei driver beta non

          ufficiali per accedere ad NTFS ... favoloso..
          sai

          che professionalità e sicurezza

          !

          Mi hai tolto le parole di bocca. Meno male che
          non è il mio sistemista...
          :DSapresti dirmi quali sono i drivers "ufficiali" fornit da M$ per accedere a exfs3 o 2 o a jfs o a reiser filesystem o qualunque che possa accedere a partizioni o FS Linux? o Unix? o Mac o qualunque sistema operativo ?Grazie...p.s.Per SCELTA e non per fortuna tu non sarai mai un sisstemista nella mia azienda!Saluti
        • Anonimo scrive:
          Re: perchè nuove distro?
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          Uno spettacolo usare dei driver beta non

          ufficiali per accedere ad NTFS ... favoloso..
          sai

          che professionalità e sicurezza

          ! ntfsclone è stable e non in beta. inoltre (ne parla il sito) ntfsfix alcune volte ti permette di risolvere problemi su file che nemmeno windows riesce a risolvere. Cmq, fatto stà che abbiamo una base di circa 400PC installati. Da quando uso questo, nessun problema di sorta. Ovviamente non sono l'unico che lavora, ed anche i miei colleghi hanno apprezzato questo nuovo metodo. Prima anch'io usavo un Bart boot CD, ma con norton ghost.Come detto, tu puoi tranquillamente bootare da CD (anche norton usa una versione di windows per bootare).Io però collego 5/6 PC, faccio un boot contemporaneo da rete che dura dai 30 ai 40 secondi, lancio uno scriptino e parte il restore dell'immagine.E appena me ne capita l'occasione, mi studio meglio l'initRC così faccio in modo che parta un servizio SSH con cui posso collegarmi da remoto. In questo modo, basta che collego il cassone e la scheda di rete (senza tastiere, mouse e monitor) e posso restorare immagini seduto dal mio PC.Se ti preoccupi della sicurezza, male che vada, rifai il PC. Tanto sono PC nuovi in cui devo solamente installare un immagine che abbiamo preparato in precedenza. Sai che problema di sicurezza installarli con un prodotto oppure con un'altro

          Mi hai tolto le parole di bocca. Meno male che
          non è il mio sistemista...
          :DBeh, per me non farebbe differenza, tanto dai commenti non mi sembra che superiate il livello medio di utontaggine di quelli che lavorano con noi.Di media, gli utenti migliori sono quelli che sanno di non sapere niente di computer e lo ammettono. I peggiori quelli che pensano di sapere e sono quelli che combinano i peggiori disastri....
          • Anonimo scrive:
            Re: perchè nuove distro?
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:


            Uno spettacolo usare dei driver beta non


            ufficiali per accedere ad NTFS ... favoloso..

            sai


            che professionalità e sicurezza


            !

            ntfsclone è stable e non in beta. inoltre (ne
            parla il sito) ntfsfix alcune volte ti permette
            di risolvere problemi su file che nemmeno windows
            riesce a risolvere. Cmq, fatto stà che abbiamo
            una base di circa 400PC installati. Da quando uso
            questo, nessun problema di sorta. Ovviamente non
            sono l'unico che lavora, ed anche i miei colleghi
            hanno apprezzato questo nuovo metodo. Prima
            anch'io usavo un Bart boot CD, ma con norton
            ghost.
            Come detto, tu puoi tranquillamente bootare da CD
            (anche norton usa una versione di windows per
            bootare).
            Io però collego 5/6 PC, faccio un boot
            contemporaneo da rete che dura dai 30 ai 40
            secondi, lancio uno scriptino e parte il restore
            dell'immagine.
            E appena me ne capita l'occasione, mi studio
            meglio l'initRC così faccio in modo che parta un
            servizio SSH con cui posso collegarmi da remoto.

            In questo modo, basta che collego il cassone e la
            scheda di rete (senza tastiere, mouse e monitor)
            e posso restorare immagini seduto dal mio
            PC.

            Se ti preoccupi della sicurezza, male che vada,
            rifai il PC. Tanto sono PC nuovi in cui devo
            solamente installare un immagine che abbiamo
            preparato in precedenza. Sai che problema di
            sicurezza installarli con un prodotto oppure con
            un'altro





            Mi hai tolto le parole di bocca. Meno male che

            non è il mio sistemista...

            :D

            Beh, per me non farebbe differenza, tanto dai
            commenti non mi sembra che superiate il livello
            medio di utontaggine di quelli che lavorano con
            noi.
            Di media, gli utenti migliori sono quelli che
            sanno di non sapere niente di computer e lo
            ammettono. I peggiori quelli che pensano di
            sapere e sono quelli che combinano i peggiori
            disastri....E tu devi essere fra i primi della tua stessa definizione allora vista l'arroganza mentre oltretutto vuoi far credere che dei driver non ufficiali che implementano malamente solo una parte delle specifiche del filesystem NTFS sarebbero addirittura migliori di quelli ufficiali per gli OS Microsoft... Bisogna essere dei pazzi per scrivere dati su macchine aziendali o per uso professionale comunque con quei driver su filesystem NTFS. Se i dati si corrompono poi che fai, li riprendi da un'immagine ? E da quale ? Neanche il RAID ti risolve il problema perchè da un punto di vista dell'hardware è tutto ok, ma se il driver di gestione ha dei bug e ti corrompe i dati in una qualsiasi condizione anomala che si presenta il cliente perde il lavoro !
          • Anonimo scrive:
            Re: perchè nuove distro?


            E tu devi essere fra i primi della tua stessa
            definizione allora vista l'arroganza mentre
            oltretutto vuoi far credere che dei driver non
            ufficiali che implementano malamente solo una
            parte delle specifiche del filesystem NTFS
            sarebbero addirittura migliori di quelli
            ufficiali per gli OS Microsoft...Come fai a dire che sono state implementate malamente? NTFSprog sono talmente buone che sembra che vengano implementate direttamente nel kernel linux. Inoltre, se vai sul forum, nessuno ha mai segnalato un bug su ntfsclone. Al contrario, invece, non so se sia mai capitato a qualcuno che il file system di windows si sia corrotto...
            Bisogna essere dei pazzi per scrivere dati su
            macchine aziendali o per uso professionale
            comunque con quei driver su filesystem NTFS. Ma scrivo un'immagine "vergine". Se fosse corrotta ci si accorge subito.
            qualsiasi condizione anomala che si presenta il
            cliente perde il lavoroPrima di tutto il cliente sono i nostri utenti. Che sanno benissimo che devono salvare i dati in rete e non in locale sul PC. Inoltre, finora dati locali persi sono stati dovuti a:a) rottura di harddiskb) settori danneggiatic) cancellazione dei dati accidentale da parte dell'utente.Io ho scelto una strada per il restore delle immagini dei PC. I miei colleghi, dopo un'iniziale titubanza (siamo un'azienda windows based) anno apprezzato sia per la semplicità che per la velocità.Il mio capo, ha apprezzato perchè la soluzione è gratuita (vabbè, non era comunque una grossa spesa)Tu dici che non funziona perchè è LINUX. Io dico che funziona perchè alla prova dei fatti, ho visto che funziona.Dimmi tu chi obbiettivamente sarebbe arrogante....
          • Anonimo scrive:
            Re: perchè nuove distro?
            - Scritto da:




            E tu devi essere fra i primi della tua stessa

            definizione allora vista l'arroganza mentre

            oltretutto vuoi far credere che dei driver non

            ufficiali che implementano malamente solo una

            parte delle specifiche del filesystem NTFS

            sarebbero addirittura migliori di quelli

            ufficiali per gli OS Microsoft...
            Come fai a dire che sono state implementate
            malamente? NTFSprog sono talmente buone che
            sembra che vengano implementate direttamente nel
            kernel linux. Inoltre, se vai sul forum, nessuno
            ha mai segnalato un bug su ntfsclone.

            Al contrario, invece, non so se sia mai capitato
            a qualcuno che il file system di windows si sia
            corrotto...Se hai l'hard disk rotto o la memoria difettosa o la motherboard difettosa o sbalzi di tensione sull'alimentatore, altrimenti non succede.Non segnalano i bug perchè nessuno lo usa e non viene fatto un beta testing professionale, chi usa Linux e Unix semplicemente non accede, salvo raramente, a partizioni NTFS, quindi che lo includano nel kernel direttamente non vuol dire nulla.

            Bisogna essere dei pazzi per scrivere dati su

            macchine aziendali o per uso professionale

            comunque con quei driver su filesystem NTFS.
            Ma scrivo un'immagine "vergine". Se fosse
            corrotta ci si accorge
            subito.E come ? I programmi di immagine dai tempi di Ghost e Partition Magic hanno meccanismi di controllo degli hash come CRC32/MD5 per verificare che i dati siano corretti. Ma se il driver che legge e scrive sulla partizione è fallato, il controllo serve a poco,farà apparire al programma per validi codici di controllo che non lo sono.

            qualsiasi condizione anomala che si presenta il

            cliente perde il lavoro
            Prima di tutto il cliente sono i nostri utenti.
            Che sanno benissimo che devono salvare i dati in
            rete e non in locale sul PC.In rete che significa ? Che tutti gli utenti salvano su un rack NAS con RAID 5 o 6 ?In quali aziende in Italia si usano dischi di rete ? Il 90% dei posti lavora in locale.
            Inoltre, finora dati locali persi sono stati
            dovuti
            a:
            a) rottura di harddisk
            b) settori danneggiati
            c) cancellazione dei dati accidentale da parte
            dell'utente.Rottura di hard disk e settori danneggiati sono la stessa cosa, forse la seconda è peggio per chi deve perderci tempo a tentare il ripristino su un disco difettoso. Oltretutto se uno poi lo fa utilizzando dei driver non ufficiali per accedere alle partizioni NTFS... oh, bhè.. grande professionalità, sicuro, grandi esperti Unix.. mah!
            Io ho scelto una strada per il restore delle
            immagini dei PC.

            I miei colleghi, dopo un'iniziale titubanza
            (siamo un'azienda windows based) anno apprezzato
            sia per la semplicità che per la
            velocità.
            Il mio capo, ha apprezzato perchè la soluzione è
            gratuita (vabbè, non era comunque una grossa
            spesa)

            Tu dici che non funziona perchè è LINUX. Io dico
            che funziona perchè alla prova dei fatti, ho
            visto che
            funziona.
            Dimmi tu chi obbiettivamente sarebbe arrogante....I problemi che tu causi utilizzando driver non ufficiali per accedere alle partizioni NTFS poi dici che sono causati da altro, probabilmente in buona fede perchè non te ne accorgi proprio. Vuoi fare il saputello con i tuoi colleghi a quanto sembra usando Linux ad ogni costo anche per accedere ad NTFS quando basterebbe un CD BartPE con Acronis 9.1 Enterprise, che un'azienda come la vostra potrebbe permettersi la licenza senza farti ricorrere all'uso della copia pirata. Però, no, Linux fa figo, quindi chissenefrega dei casini che poi puoi causare, tanto dopo i clienti ed i colleghi devono sbatterci, tu sei ad un livello superiore, sono pochezze per te.. ehh.. il modesto.
          • Anonimo scrive:
            Re: perchè nuove distro?
            - Scritto da:
            - Scritto da:


            E tu devi essere fra i primi della tua


            stessa definizione allora vista


            l'arroganza mentre oltretutto vuoi far


            credere che dei driver non ufficiali che


            implementano malamente solo una parte


            delle specifiche del filesystem NTFS


            sarebbero addirittura migliori di quelli


            ufficiali per gli OS Microsoft...

            Come fai a dire che sono state implementate

            malamente? NTFSprog sono talmente buone che

            sembra che vengano implementate direttamente

            nel kernel linux. Inoltre, se vai sul forum,

            nessuno ha mai segnalato un bug su

            ntfsclone.

            Al contrario, invece, non so se sia mai

            capitato a qualcuno che il file system di

            windows si sia corrotto...
            Se hai l'hard disk rotto o la memoria
            difettosa o la motherboard difettosa o
            sbalzi di tensione sull'alimentatore,
            altrimenti non succede.Succede anche con macchine con il dual boot, e succede sempre quando sta girando windows.... Chissa' perche'...
            Non segnalano i bug perchè nessuno lo usa e
            non viene fatto un beta testing professionale,
            chi usa Linux e Unix semplicemente non accede,
            salvo raramente, a partizioni NTFS, quindi che
            lo includano nel kernel direttamente non vuol
            dire nulla.Io ci tengo gli mp3 e ci accedo per ascoltarli circa 12 ore al giorno... Mai avuto problemi.


            qualsiasi condizione anomala che si


            presenta il cliente perde il lavoro

            Prima di tutto il cliente sono i nostri

            utenti.

            Che sanno benissimo che devono salvare i

            dati in rete e non in locale sul PC.
            In rete che significa ? Che tutti gli utenti
            salvano su un rack NAS con RAID 5 o 6 ?
            In quali aziende in Italia si usano dischi di
            rete ? Il 90% dei posti lavora in locale.Tutti i posti con piu' di 50 dipendenti salvano in cartelle di rete... Non diciamo eresie...In che posti hai lavorato ???

            Inoltre, finora dati locali persi sono stati

            dovuti

            a:

            a) rottura di harddisk

            b) settori danneggiati

            c) cancellazione dei dati accidentale da

            parte dell'utente.A me e' anche successo che win 2000 lavasse via la partizione in fase di boot; e' un problema noto di una particolare versione di NTFS.
            Oltretutto se uno poi lo fa utilizzando dei
            driver non ufficiali per accedere alle
            partizioni NTFS... oh, bhè.. grande
            professionalità, sicuro, grandi esperti Unix..
            mah!Se Microsoft facesse driver ufficiali per accedere alle sue unita' attraverso altri SO a me andrebbe bene e li testerei anche.

            Io ho scelto una strada per il restore delle

            immagini dei PC.

            I miei colleghi, dopo un'iniziale titubanza

            (siamo un'azienda windows based) anno

            apprezzato sia per la semplicità che per

            la velocità.

            Il mio capo, ha apprezzato perchè la

            soluzione è gratuita (vabbè, non era

            comunque una grossa spesa)

            Tu dici che non funziona perchè è LINUX. Io

            dico che funziona perchè alla prova dei

            fatti, ho visto che funziona.

            Dimmi tu chi obbiettivamente sarebbe

            arrogante....Su questo sono daccordo anche io: semplicemente funziona e pure bene.
            I problemi che tu causi utilizzando driver non
            ufficiali per accedere alle partizioni NTFS
            poi dici che sono causati da altro,
            probabilmente in buona fede perchè non te ne
            accorgi proprio. Pr fortuna ci sei tu che da li' dove sei riesci a vedere nei dischi altrui.Sara' ma fatto sta che su windows personalmente ho avuto varie volte problemi con dischi che si perdevano delle partizioni, su linux mai.Il tutto a parita' di dischi fisicamente guastatisi.
            Vuoi fare il saputello con i tuoi colleghi a
            quanto sembra usando Linux ad ogni costo
            anche per accedere ad NTFS quando basterebbe
            un CD BartPE con Acronis 9.1 Enterprise, che
            un'azienda come la vostra potrebbe permettersi
            la licenza senza farti ricorrere all'uso
            della copia pirata. Però, no, Linux fa figo, Sei tu che continui a dire che linux fa fico, ma secondo te dovrei spendere soldi per avere una cosa che adesso ho gia' e mi funziona bene, spiegami : dovrei passare a Bart PE perche' secondo te fa piu' fico che usare Linux ?
            quindi chissenefrega dei casini che poi puoi
            causare, tanto dopo i clienti ed i colleghi
            devono sbatterci, tu sei ad un livello
            superiore, sono pochezze per te.. ehh..
            il modesto.Mai avuto ne' visto i problemi che tu paventi usando Linux, chissa' forse semplicemente sono capace di usarlo... E non vedo perche' dovrei cambiare visto che funziona bene checche tu ne dica.
          • Anonimo scrive:
            Re: perchè nuove distro?

            Se hai l'hard disk rotto o la memoria difettosa o
            la motherboard difettosa o sbalzi di tensione
            sull'alimentatore, altrimenti non
            succede.ah... scusa... dovevo intuirlo che tutti i bug segnalati per ntfs erano stati scritti da gente ignorante... erano solamente banali errori hardware... come avrò fatto a non pensarci prima....
            Non segnalano i bug perchè nessuno lo usaSe lo dici tu....
            viene fatto un beta testing professionale, Se lo dici tu....
            chi usa Linux e Unix semplicemente non accede, salvo
            raramente, a partizioni NTFS, Penso che la maggioranza usi un dual boot e acceda normalmente alla partizione windows.
            In rete che significa ? Che tutti gli utenti
            salvano su un rack NAS con RAID 5 o 6
            ?abbiamo diverse aziende dislocate in Italia e all'estero. Tutte in rete e con il loro bel file server, printer server, backuppato regolarmente.E se qualcuno perde dati perchè li salva in locale, oltre che perdere i dati, verrà anche cazziato inesorabilmente.E poi mi sembra il minimo per un'azienda anche piccolissima salvare i dati su un file server raid, backuppato regolarmente.
            In quali aziende in Italia si usano dischi di
            rete ? Il 90% dei posti lavora in locale.Ma 'ste percentuali te le inventi o hai dati precisi? Perchè io, almeno per la mia esperienza, non ho mai visto un'azienda senza un server.... (a parte il fruttivendolo sotto casa)
            Oltretutto se uno poi lo fa utilizzando dei
            driver non ufficiali per accedere alle partizioni
            NTFS... oh, bhè.. grande professionalità, sicuro,
            grandi esperti Unix..
            mah!Ripeto... è una tua opinione che driver non ufficiali non funzionino. Io, ho verificato che funzionano
            I problemi che tu causi utilizzando driver non
            ufficiali per accedere alle partizioni NTFS poi
            dici che sono causati da altro, probabilmente in
            buona fede perchè non te ne accorgi proprio. E' da un'annetto che usiamo questi sistemi, e vuoi perchè i PC sono nuovi, non c'è stato nessun problema. I problemi sono stati riscontrati su PC più vecchi, non clonati usando questo sistema.
            accedere ad NTFS quando basterebbe un CD BartPE
            con Acronis 9.1 Enterprise, che un'azienda come
            la vostra potrebbe permettersi la licenza senza
            farti ricorrere all'uso della copia pirata. Io avevo esigenza di bootare i PC da clonare tramite network.l'UNICA soluzione che ho trovato è stata quella di usare una distro Linux.Se mi indichi un'altro sistema non linux per bootare e clonare da rete un PC grazie. Altrimenti smettila di tirare fuori il tuo Acronis che NON E' la soluzione che cercavamo, e che avevamo già valutato quando abbiamo preso la decisione di abbandonare Norton Ghost.
          • Anonimo scrive:
            Re: perchè nuove distro?

            E tu devi essere fra i primi
            della tua stessa definizionee tu allora, che non sai neppure quotare ?spostati su asilo.it no ?
    • reXistenZ scrive:
      Re: perchè nuove distro?

      Perchè è utile e comodo personalizzare il proprio
      OS.
      PEr esempio, la LAVORO abbiamo necessità di
      creare le immagini dei PC che installiamo. [very long cut]
      Sono pronto a cambiare sistema e tornare su un
      sistema di immagini basato su windows se qualcuno
      me ne propone un'altro più
      efficente.Ridisegna la tua rete mettendo dei terminal server (windows o linux, non mi interessa) e gestisci l'accesso dei tuoi client con 2X. Elimini la necessità di creare immagini e tante altre cose.
    • reXistenZ scrive:
      Re: perchè nuove distro?

      Perchè è utile e comodo personalizzare il proprio
      OS.
      PEr esempio, la LAVORO abbiamo necessità di
      creare le immagini dei PC che installiamo. E'il
      metodo più comodo per preparare il
      PC.E poi scusa, va bene usare linux, ma non penso proprio che creare delle immagini di pc windows necessiti la creazione di nuove distro.
    • ermes scrive:
      Re: perchè nuove distro?
      com'è che nessuno sa quotare?
  • Anonimo scrive:
    Oh che palle, cosa monto?
    Insomma, volete dirmi una volta per tutte quale sia la distribuzione più adatta per un utonto che deve partire da zero?Ma poi fa lo stesso, cosa lo chiedo a fare.Come al solito mi si dirà tutto e il contrario di tutto: "usa la distro Proottete , no usa la Sproinzsproinz che è molto meglio, nooo se usi la Gnigognago vai sul sicuro, macchè, usa la Tispiezzindue che è difficilissima ma se prendi appunti su un quadernino a 90 anni ti puoi scrivere un programmino blocco appunti da solo e sei indipendente e fai a meno di quel capitalista di Bill e di questa sporca umanità bastarda."
    • Anonimo scrive:
      Re: Oh che palle, cosa monto?
      - Scritto da:
      Insomma, volete dirmi una volta per tutte quale
      sia la distribuzione più adatta per un utonto che
      deve partire da
      zero?
      Ma poi fa lo stesso, cosa lo chiedo a fare.
      Come al solito mi si dirà tutto e il contrario di
      tutto: "usa la distro Proottete , no usa la
      Sproinzsproinz che è molto meglio, nooo se
      usi la Gnigognago vai sul sicuro, macchè,
      usa la Tispiezzindue che è difficilissima
      ma se prendi appunti su un quadernino a 90 anni
      ti puoi scrivere un programmino blocco appunti da
      solo e sei indipendente e fai a meno di quel
      capitalista di Bill e di questa sporca umanità
      bastarda."Di solito ti danno tre risposte sensate:OpensuseUbuntuMandrivaVai a simpatia o prova le live cd delle tre prima di installarne una. E' come fare la prova su strada di un'automobile prima di comprarla.
      • Anonimo scrive:
        Re: Oh che palle, cosa monto?
        Installane una a caso.
        • Anonimo scrive:
          Re: Oh che palle, cosa monto?
          - Scritto da:
          Installane una a caso.per i linari installare e disinstallare OS è un passatempo, ecco perchè non lavorano e non sanno fare nulla (rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: Oh che palle, cosa monto?
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Installane una a caso.

            per i linari installare e disinstallare OS è un
            passatempo, ecco perchè non lavorano e non sanno
            fare nulla
            (rotfl)sempre meglio dei winari che formattano ogni 6 mesi
          • Anonimo scrive:
            Re: Oh che palle, cosa monto?
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Installane una a caso.

            per i linari installare e disinstallare OS è un
            passatempo, ecco perchè non lavorano e non sanno
            fare nulla
            (rotfl)Dici?Eppure io il mio sistema l'ho installato l'ultima volta 4 anni fa. Poi una volta l'anno o ogni anno e mezzo faccio un upgrade (senza dover formattare o reinstallare nulla, solo un semplice upgrade) del sistema in una mezz'oretta.Io sapevo che erano i poveri winari che formattavano ogni 2 mesi perché il sistema diventava inutilizzabile (virus, programmi tolti e messi, registro ridotto a gruviera, ...) e l'unico modo per recuperarlo (a detta persino di mamma MS) era un bel formattone.
          • Anonimo scrive:
            Re: Oh che palle, cosa monto?
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:


            Installane una a caso.



            per i linari installare e disinstallare OS è un

            passatempo, ecco perchè non lavorano e non sanno

            fare nulla

            (rotfl)

            Dici?
            Eppure io il mio sistema l'ho installato l'ultima
            volta 4 anni fa. Poi una volta l'anno o ogni anno
            e mezzo faccio un upgrade (senza dover formattare
            o reinstallare nulla, solo un semplice upgrade)
            del sistema in una
            mezz'oretta.

            Io sapevo che erano i poveri winari che
            formattavano ogni 2 mesi perché il sistema
            diventava inutilizzabile (virus, programmi tolti
            e messi, registro ridotto a gruviera, ...) e
            l'unico modo per recuperarlo (a detta persino di
            mamma MS) era un bel
            formattone.io non formatto da 4 anni e mezzo (marzo 2002) e uso win2k
          • Anonimo scrive:
            Re: Oh che palle, cosa monto?
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:



            Installane una a caso.





            per i linari installare e disinstallare OS è
            un


            passatempo, ecco perchè non lavorano e non
            sanno


            fare nulla


            (rotfl)



            Dici?

            Eppure io il mio sistema l'ho installato
            l'ultima

            volta 4 anni fa. Poi una volta l'anno o ogni
            anno

            e mezzo faccio un upgrade (senza dover
            formattare

            o reinstallare nulla, solo un semplice upgrade)

            del sistema in una

            mezz'oretta.



            Io sapevo che erano i poveri winari che

            formattavano ogni 2 mesi perché il sistema

            diventava inutilizzabile (virus, programmi tolti

            e messi, registro ridotto a gruviera, ...) e

            l'unico modo per recuperarlo (a detta persino di

            mamma MS) era un bel

            formattone.

            io non formatto da 4 anni e mezzo (marzo 2002) e
            uso
            win2ki casi sono 2:o sono 4 anni che non installi e disinstalli nullaoppure hai un registry sporchissimo che ti sega almeno 50% delle prestazioni
          • Anonimo scrive:
            Re: Oh che palle, cosa monto?
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:







            - Scritto da:




            Installane una a caso.







            per i linari installare e disinstallare OS è

            un



            passatempo, ecco perchè non lavorano e non

            sanno



            fare nulla



            (rotfl)





            Dici?


            Eppure io il mio sistema l'ho installato

            l'ultima


            volta 4 anni fa. Poi una volta l'anno o ogni

            anno


            e mezzo faccio un upgrade (senza dover

            formattare


            o reinstallare nulla, solo un semplice
            upgrade)


            del sistema in una


            mezz'oretta.





            Io sapevo che erano i poveri winari che


            formattavano ogni 2 mesi perché il sistema


            diventava inutilizzabile (virus, programmi
            tolti


            e messi, registro ridotto a gruviera, ...) e


            l'unico modo per recuperarlo (a detta persino
            di


            mamma MS) era un bel


            formattone.



            io non formatto da 4 anni e mezzo (marzo 2002) e

            uso

            win2k

            i casi sono 2:
            o sono 4 anni che non installi e disinstalli nulla
            oppure hai un registry sporchissimo che ti sega
            almeno 50% delle
            prestazioniOppure uso Linux che non ha quell'abominio chiamato "registro di sistema".Software ne installo e provo di continuo.Tanto per fare un esempio, giusto ieri su questa macchina da cui ti sto scrivendo ho installato Xorg versione 7.1, l'ho provato, non mi è piaciuto (non ha risolto il problema che avevo, che invece ho scoperto poi dipendere dai driver nvidia e mi toccherà aspettare la prossima versione di settembre) e sono tornato alla 6.9.Tanto per intenderci Xorg è il server grafico della distribuzione che uso. Un po' come GDI su Windows.Fammi sapere se su Windows riesci a fare un upgrade delle GDI e poi un successivo downgrade delle stesse. Magari fallo sapere anche alla MS se ci riesci, potrebbero assumerti come mago.
          • Anonimo scrive:
            Re: Oh che palle, cosa monto?
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:







            - Scritto da:




            Installane una a caso.







            per i linari installare e disinstallare OS è

            un



            passatempo, ecco perchè non lavorano e non

            sanno



            fare nulla



            (rotfl)





            Dici?


            Eppure io il mio sistema l'ho installato

            l'ultima


            volta 4 anni fa. Poi una volta l'anno o ogni

            anno


            e mezzo faccio un upgrade (senza dover

            formattare


            o reinstallare nulla, solo un semplice
            upgrade)


            del sistema in una


            mezz'oretta.





            Io sapevo che erano i poveri winari che


            formattavano ogni 2 mesi perché il sistema


            diventava inutilizzabile (virus, programmi
            tolti


            e messi, registro ridotto a gruviera, ...) e


            l'unico modo per recuperarlo (a detta persino
            di


            mamma MS) era un bel


            formattone.



            io non formatto da 4 anni e mezzo (marzo 2002) e

            uso

            win2k

            i casi sono 2:
            o sono 4 anni che non installi e disinstalli nulla
            oppure hai un registry sporchissimo che ti sega
            almeno 50% delle
            prestazioniPer non parlare dei bug, che se ha tenuto il WindowsUpdate automatico per gli hotfix ha il sistema più instabile che mai visto che SP4 ha creato una marea di problemi.
          • reXistenZ scrive:
            Re: Oh che palle, cosa monto?

            i casi sono 2:
            o sono 4 anni che non installi e disinstalli nulla
            oppure hai un registry sporchissimo che ti sega
            almeno 50% delle
            prestazioniEsagerato. Se conosci benissimo Linux, ma non altrettaneto Windows, non fare ipotesi azzardate. Le persone di buon senso riescono a lavorare bene nell'uno e nell'altro caso.
          • Anonimo scrive:
            Re: Oh che palle, cosa monto?
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:



            Installane una a caso.





            per i linari installare e disinstallare OS è
            un


            passatempo, ecco perchè non lavorano e non
            sanno


            fare nulla


            (rotfl)



            Dici?

            Eppure io il mio sistema l'ho installato
            l'ultima

            volta 4 anni fa. Poi una volta l'anno o ogni
            anno

            e mezzo faccio un upgrade (senza dover
            formattare

            o reinstallare nulla, solo un semplice upgrade)

            del sistema in una

            mezz'oretta.



            Io sapevo che erano i poveri winari che

            formattavano ogni 2 mesi perché il sistema

            diventava inutilizzabile (virus, programmi tolti

            e messi, registro ridotto a gruviera, ...) e

            l'unico modo per recuperarlo (a detta persino di

            mamma MS) era un bel

            formattone.

            io non formatto da 4 anni e mezzo (marzo 2002) e
            uso
            win2kSai come funziona bene...
          • Anonimo scrive:
            Re: Oh che palle, cosa monto?
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:



            Installane una a caso.





            per i linari installare e disinstallare OS è
            un


            passatempo, ecco perchè non lavorano e non
            sanno


            fare nulla


            (rotfl)



            Dici?

            Eppure io il mio sistema l'ho installato
            l'ultima

            volta 4 anni fa. Poi una volta l'anno o ogni
            anno

            e mezzo faccio un upgrade (senza dover
            formattare

            o reinstallare nulla, solo un semplice upgrade)

            del sistema in una

            mezz'oretta.



            Io sapevo che erano i poveri winari che

            formattavano ogni 2 mesi perché il sistema

            diventava inutilizzabile (virus, programmi tolti

            e messi, registro ridotto a gruviera, ...) e

            l'unico modo per recuperarlo (a detta persino di

            mamma MS) era un bel

            formattone.


            Ma non dire cavolate ! Manco i servizi di web
            hosting tengono su un sistema Linux per 4 anni
            senza toccarlo
            !Toccarlo?Lo aggiorno (come ho scritto). Lo uso. Ci installo e disinstallo programmi.Lo spengo la sera e lo riaccendo al mattino.A volte lo lascio acceso settimane (il PC che uso a lavoro con su la stessa distro resta acceso per mesi).Ma sono 4 anni che non formatto per reinstallare il sistema.Fattene una ragione.Windows non è la regola dei sistemi operativi. È l'eccezione.
          • Anonimo scrive:
            Re: Oh che palle, cosa monto?
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:







            - Scritto da:




            Installane una a caso.







            per i linari installare e disinstallare OS è

            un



            passatempo, ecco perchè non lavorano e non

            sanno



            fare nulla



            (rotfl)





            Dici?


            Eppure io il mio sistema l'ho installato

            l'ultima


            volta 4 anni fa. Poi una volta l'anno o ogni

            anno


            e mezzo faccio un upgrade (senza dover

            formattare


            o reinstallare nulla, solo un semplice
            upgrade)


            del sistema in una


            mezz'oretta.





            Io sapevo che erano i poveri winari che


            formattavano ogni 2 mesi perché il sistema


            diventava inutilizzabile (virus, programmi
            tolti


            e messi, registro ridotto a gruviera, ...) e


            l'unico modo per recuperarlo (a detta persino
            di


            mamma MS) era un bel


            formattone.





            Ma non dire cavolate ! Manco i servizi di web

            hosting tengono su un sistema Linux per 4 anni

            senza toccarlo

            !

            Toccarlo?
            Lo aggiorno (come ho scritto). Lo uso. Ci
            installo e disinstallo
            programmi.

            Lo spengo la sera e lo riaccendo al mattino.
            A volte lo lascio acceso settimane (il PC che uso
            a lavoro con su la stessa distro resta acceso per
            mesi).

            Ma sono 4 anni che non formatto per reinstallare
            il
            sistema.

            Fattene una ragione.

            Windows non è la regola dei sistemi operativi. È
            l'eccezione.Sì, vabbè. In pratica al massimo tu usi un editor di testi e qualche banale programma, grande super esperto. Altrimenti Linux rallenta come Windows se tu ne facessi un uso da professionista.
          • Anonimo scrive:
            Re: Oh che palle, cosa monto?
            BUUUM !!!questa e' troppo grossa ..
          • Anonimo scrive:
            Re: Oh che palle, cosa monto?


            Ma non dire cavolate ! Manco i servizi di web
            hosting tengono su un sistema Linux per 4 anni
            senza toccarlo
            !te credo i serverfam sono i primi a essere attaccati e bucati se nn l'aggiorni ogni 6 mesi vedi openssl php i vari wircsrv di ki so figlie di winzzoz? :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Oh che palle, cosa monto?
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Installane una a caso.

            per i linari installare e disinstallare OS è un
            passatempo, ecco perchè non lavorano e non sanno
            fare nulla
            (rotfl)Tu invece? Il tuo lavoro consiste nel rompere i OO qui sui forum? Ma vaà
      • Anonimo scrive:
        Re: Oh che palle, cosa monto?

        Di solito ti danno tre risposte sensate:
        Opensuse
        Ubuntu
        Mandriva

        Vai a simpatia o prova le live cd delle tre prima
        di installarne una. E' come fare la prova su
        strada di un'automobile prima di
        comprarla.Grazie.
    • Anonimo scrive:
      Re: Oh che palle, cosa monto?
      - Scritto da:
      Insomma, volete dirmi una volta per tutte quale
      sia la distribuzione più adatta per un utonto che
      deve partire da
      zero?
      Ma poi fa lo stesso, cosa lo chiedo a fare.
      Come al solito mi si dirà tutto e il contrario di
      tutto: "usa la distro Proottete , no usa la
      Sproinzsproinz che è molto meglio, nooo se
      usi la Gnigognago vai sul sicuro, macchè,
      usa la Tispiezzindue che è difficilissima
      ma se prendi appunti su un quadernino a 90 anni
      ti puoi scrivere un programmino blocco appunti da
      solo e sei indipendente e fai a meno di quel
      capitalista di Bill e di questa sporca umanità
      bastarda."Prova Windows.A giudicare da quello che scrivi, per un essere protosenziente mononeurale dovrebbe essere il sistema operativo perfetto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Oh che palle, cosa monto?

        Prova Windows.
        A giudicare da quello che scrivi, per un essere
        protosenziente mononeurale dovrebbe essere il
        sistema operativo
        perfetto. Gnegnegne, buuuuuh, hueeeee!! Cativo bambino tu!! Tu ofeso linuss, hueeee!! Si vede che ci sei incollato giorno e notte! :s
        • Anonimo scrive:
          Re: Oh che palle, cosa monto?
          - Scritto da:

          Prova Windows.

          A giudicare da quello che scrivi, per un essere

          protosenziente mononeurale dovrebbe essere il

          sistema operativo

          perfetto.


          Gnegnegne, buuuuuh, hueeeee!! Cativo bambino
          tu!! Tu ofeso linuss,
          hueeee!!

          Si vede che ci sei incollato giorno e notte!
          :sPoverino, da mattina a sera ripete a memoria la sintassi dei comandi per poter poi fare il fighetto "super esperto Linux/Unix" .. eh! Non può dormire, deve "lavorare" .. eh!
      • Anonimo scrive:
        Re: Oh che palle, cosa monto?

        Prova Windows.
        A giudicare da quello che scrivi, per un essere
        protosenziente mononeurale dovrebbe essere il
        sistema operativo
        perfetto.Sei penoso, come ti permetti di offendere. Chi ti credi di essere. Purtroppo la sua è una constatazione di un fatto oggettivo: gli utenti normali, ed oserei dire anche quelli più "informatizzati" hanno serie difficoltà a confrontarsi con il mondo linux, il quale è già andato ben oltre il limite della sopportazione ed è entrato in una nicchia inaccessibile al comune mortale. Fortuna che la maggior parte degli amanti di linux non è presuntuosa come lo sei tu. Almeno si può tentare di avere dei dialoghi civili, dove un momento di ra viene accolto meno ironicamente.
      • Anonimo scrive:
        Re: Oh che palle, cosa monto?

        Prova Windows.
        A giudicare da quello che scrivi, per un essere
        protosenziente mononeurale dovrebbe essere il
        sistema operativo
        perfetto.Sei penoso, come ti permetti di offendere. Chi ti credi di essere. Purtroppo la sua è una constatazione di un fatto oggettivo: gli utenti normali, ed oserei dire anche quelli più "informatizzati" hanno serie difficoltà a confrontarsi con il mondo linux, il quale è già andato ben oltre il limite della sopportazione ed è entrato in una nicchia inaccessibile al comune mortale. Fortuna che la maggior parte degli amanti di linux non è presuntuosa come lo sei tu. Almeno si può tentare di avere dei dialoghi civili, dove un sfogo di scoramento viene accolto meno ironicamente.
    • mda scrive:
      Re: I computer devono essere gratis
      - Scritto da:
      Insomma, volete dirmi una volta per tutte quale
      sia la distribuzione più adatta per un utonto che
      deve partire da
      zero?
      Ma poi fa lo stesso, cosa lo chiedo a fare.
      Come al solito mi si dirà tutto e il contrario di
      tutto: "usa la distro Proottete , no usa la
      Sproinzsproinz che è molto meglio, nooo se
      usi la Gnigognago vai sul sicuro, macchè,
      usa la Tispiezzindue che è difficilissima
      ma se prendi appunti su un quadernino a 90 anni
      ti puoi scrivere un programmino blocco appunti da
      solo e sei indipendente e fai a meno di quel
      capitalista di Bill e di questa sporca umanità
      bastarda."Qui trovi una recensione dei Linuxx per scegliere il migliore :http://drudo.altervista.org/index.phpCiao
    • mda scrive:
      Re: I computer devono essere gratis
      - Scritto da:
      Insomma, volete dirmi una volta per tutte quale
      sia la distribuzione più adatta per un utonto che
      deve partire da
      zero?
      Ma poi fa lo stesso, cosa lo chiedo a fare.
      Come al solito mi si dirà tutto e il contrario di
      tutto: "usa la distro Proottete , no usa la
      Sproinzsproinz che è molto meglio, nooo se
      usi la Gnigognago vai sul sicuro, macchè,
      usa la Tispiezzindue che è difficilissima
      ma se prendi appunti su un quadernino a 90 anni
      ti puoi scrivere un programmino blocco appunti da
      solo e sei indipendente e fai a meno di quel
      capitalista di Bill e di questa sporca umanità
      bastarda."Guarda qui:http://drudo.altervista.org/index.phpCiao
      • reXistenZ scrive:
        Re: I computer devono essere gratis

        Guarda qui:
        http://drudo.altervista.org/index.php
        CiaoA me sembrava lui volesse il contrario. Un NOME, non un CATALOGO.
        • Anonimo scrive:
          Re: I computer devono essere gratis
          - Scritto da: reXistenZ

          Guarda qui:

          http://drudo.altervista.org/index.php

          Ciao

          A me sembrava lui volesse il contrario. Un NOME,
          non un
          CATALOGO.ahhhh!!! voui dire come questo???http://tinyurl.com/sx8jk(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: I computer devono essere gratis
            "Ubuntu" è un'antica parola africana, dal significato "umanità agli altri". Un ulteriore significato è: "io sono ciò che sono per merito di ciò che siamo tutti". La distribuzione Ubuntu Linux migra lo spirito di Ubuntu nel mondo del software. :'( Sigh, sigh! Visto che non so cosa scegliere mi faccio guidare dal cuore!Grazie a tutti per i vostri consigli! :) "io sono ciò che sono per merito di ciò che siamo tutti".(newbie)Quindi se la mia vita è uno schifo e ho un brutto carattere è anche colpa vostra...Bastardi ve la farò pagare cara!!![img]http://punto-informatico.it/images/emo/7.gif[/img]
    • Anonimo scrive:
      Re: Oh che palle, cosa monto?
      la risposta è banale...monti quello che ha lo "zigozago" che serve di più al TUO scopo.... 8) 8) 8) 8) 8)Se invece NON sai quale sia il tuo scpo ma lo vuoi ottenere lostesso appartieni alla categoria del troll(troll)(troll1)(troll2)(troll3)(troll4)
    • reXistenZ scrive:
      Re: Oh che palle, cosa monto?

      Insomma, volete dirmi una volta per tutte quale
      sia la distribuzione più adatta per un utonto che
      deve partire da
      zero?
      Ma poi fa lo stesso, cosa lo chiedo a fare.
      Come al solito mi si dirà tutto e il contrario di
      tutto: "usa la distro Proottete , no usa la
      Sproinzsproinz che è molto meglio, nooo se
      usi la Gnigognago vai sul sicuro, macchè,
      usa la Tispiezzindue che è difficilissima
      ma se prendi appunti su un quadernino a 90 anni
      ti puoi scrivere un programmino blocco appunti da
      solo e sei indipendente e fai a meno di quel
      capitalista di Bill e di questa sporca umanità
      bastarda."LOL :) Ti capisco. :)Però non so risponderti, o meglio la mia risposta sarebbe alquanto soggettiva. Io, seguendo i suggerimenti degli amici su PI, ho montato OpenSuse, però ho visto un sacco di altre distro. Quella che mi è piaciuta di più è Mepis, che però nell'ultima versione si è "ubuntizzata". Quindi fossi in te proverei anche Kubuntu (che non ho provato).Riepilogando: OpensuseSimplyMepisKubuntuProva i livecd e poi decidi. Spero di averti risposto in modo soddisfacente. :)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 29 agosto 2006 14.09-----------------------------------------------------------
      • reXistenZ scrive:
        Re: Oh che palle, cosa monto?

        Si' dai mi sono spiegato male volevo sapere se
        Linspire e' piu' facile da usare rispetto alleIMHO, sono tutti uguali all'incirca.
        altre versioni di linux e se si avvicina
        all'aspetto di
        windows...Se ti interessa che si avvicini all'aspetto di Windows, assicurati una versione con il DE (desktop environment) KDE.Quasi tutte le più famose lo usano. Nella famiglia di Ubuntu, Kubuntu monta KDE.
        • gafran scrive:
          Re: Oh che palle, cosa monto?
          C'è un test interessante per stabilire quale è la versione di Linux più congeniale alle proprie esigenze.Lo trovi qui:http://www.zegeniestudios.net/ldc/
  • Anonimo scrive:
    Invasion di distribuzioni linux
    BASTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA
    • Anonimo scrive:
      Re: Invasion di distribuzioni linux
      - Scritto da:
      BASTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAPosso consigliarti una distribuzione perfetta per chi ne ha abbastanza di mille distribuzioni... (rotfl)
  • Anonimo scrive:
    Ennesima distribuzione inutile di linux
    Quando impareranno i pinguini a capire che fare un OS non significa avere un kernel + un ammasso disomogenero di applicazioni messe a caso? Quando impareranno i pinguini a capire che usare un OS non significa dover per forza conoscere i suoi meccanismi interni? Fino a che linux sarà così, mai potrà sostituire Windows.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ennesima distribuzione inutile di li
      - Scritto da:
      Quando impareranno i pinguini a capire che fare
      un OS non significa avere un kernel + un ammasso
      disomogenero di applicazioni messe a caso? Quando
      impareranno i pinguini a capire che usare un OS
      non significa dover per forza conoscere i suoi
      meccanismi interni? Fino a che linux sarà così,
      mai potrà sostituire
      Windows.ennesimo post inutile contro linuxsi vede che te o non ti sei mai preso il disturbo di provare qualche distribuzione o che non ci hai capito una mazzaio ho sostituito in toto windows con linux per il lavoro di tutti i giorni e l'unica cosa che manca a linux e' la possibilita' di avere giochi di un certo livello e un programma per l'editing video avanzato ma per il resto windows non mi manca per nulla, anzi...
      • Anonimo scrive:
        Re: Ennesima distribuzione inutile di li
        - Scritto da:
        - Scritto da:

        Quando impareranno i pinguini a capire che fare

        un OS non significa avere un kernel + un ammasso

        disomogenero di applicazioni messe a caso?
        Quando

        impareranno i pinguini a capire che usare un OS

        non significa dover per forza conoscere i suoi

        meccanismi interni? Fino a che linux sarà così,

        mai potrà sostituire

        Windows.

        ennesimo post inutile contro linux
        si vede che te o non ti sei mai preso il disturbo
        di provare qualche distribuzione o che non ci hai
        capito una
        mazza
        io ho sostituito in toto windows con linux per il
        lavoro di tutti i giorni e l'unica cosa che
        manca a linux e' la possibilita' di avere giochi
        di un certo livello e un programma per l'editing
        video avanzato ma per il resto windows non mi
        manca per nulla,
        anzi...1) Manca un supporto driver professionale da parte dei produttori--quello che c'è fa pena, quello non ufficiale è osceno.2) Mancano le API standard per programmare, così ognuno programma con alcune dipendenze ed i programmi funzionano solo su certe distro 3) Manca un installatore standard per tutte le distro, installare software è un grosso problema, un utente finale non dovrebbe neanche sapere che in Unix i programmi vanno compilati in mancanza di un formato binario standardizzato per dipendenze almeno4) Mancano i programmi professionali come Photoshop, Autocad e qualche altro migliaio.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ennesima distribuzione inutile di li
      - Scritto da:
      Quando impareranno i pinguini a capire che fare
      un OS non significa avere un kernel + un ammasso
      disomogenero di applicazioni messe a caso? Quando
      impareranno i pinguini a capire che usare un OS
      non significa dover per forza conoscere i suoi
      meccanismi interni? Fino a che linux sarà così,
      mai potrà sostituire
      Windows.Ma vedi... forse non hai ancora capito la differenza che esiste tra USARE un OS e FARE un OS come la comunità ha fatto e sa facendo!A questo mondo c'è posto per tutti per chi usa e per chi fa... se tu pensi che il "fare" sia riservato ad una unica azienda al mondo non posso che compatirti...che pena!:'(
    • Anonimo scrive:
      Re: Ennesima distribuzione inutile di li
      Linux non è così. Non più. Io lo uso da due anni e non so niente di informatica *fatta*, ma solo *usata*. Non so neanche un tag di HTML! E mi trovo più che bene. Qualche problemino può essere sopportato, ne ha anche Win! E garantisco che di giono in giorno è sempre più comodo e facile. Non dico che Linux oggi sia la vera alternativa per tutti, ma lo può diventare e, credo, lo diventerà, in poche mosse.
  • Anonimo scrive:
    Linspire ha scoperto la gallina dalle...
    ...uova d'oroi muli sviluppano freespire e il meglio di quel che ne esce se lo cucca linspire e lo rivende nella carissima distro pinguinacontenti voi... :$
  • Anonimo scrive:
    ma qualcuno di voi l'ha provata?
    ma qualcuno di voi l'ha provata? Preferirei avere una recensione di qualcuno che si è preso la briga di provarla, piuttosto che assistere a questi sterili dibattiti sulla necessità di avere n-mila distribuzioni diverse...GraziePS: io non l'ho provata per mancanza di tempo e spazio fisico sul mio pc.
    • Anonimo scrive:
      Re: ma qualcuno di voi l'ha provata?
      - Scritto da:
      ma qualcuno di voi l'ha provata? Preferirei avere
      una recensione di qualcuno che si è preso la
      briga di provarla, piuttosto che assistere a
      questi sterili dibattiti sulla necessità di avere
      n-mila distribuzioni
      diverse...

      Grazie

      PS: io non l'ho provata per mancanza di tempo e
      spazio fisico sul mio
      pc.

      Il cd ti permette di provarla anche in modalità live senza installare nulla. L'installazione non porta via più di 10 minuti.Premesso che non sono un fan di linspire, m'è parsa una distro molto pulita e reattiva e tenendo conto che è una prima versione alcuni problemucci sono accettabili, la prima fedora per intenderci era molto più pastrocchiata.Se piace come genere di distro sicuramente da provare tanto più che puoi anche non installarla.
  • Anonimo scrive:
    Cambiate scrittore
    Va che lame e' un codec MP3 ed e' pure opensource, vai a fare il giornalaio invece di scrivere porcate
  • Anonimo scrive:
    mepis
    un'altra debian basata su kd3 (tipo la ubuntu e la mepis)
  • Anonimo scrive:
    Un'altra
    Che :-o :-oDov'è la notizia?
    • Anonimo scrive:
      Re: Un'altra
      - Scritto da:
      Che :-o :-o

      Dov'è la notizia?è come per i pokemon, acchiappale tutte.C'è gente che ci fa la collezione non lo sai?
      • Anonimo scrive:
        Re: Un'altra
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Che :-o :-o



        Dov'è la notizia?
        è come per i pokemon,
        acchiappale tutte.
        C'è gente che ci fa la collezione non lo sai?Ci sono altri che preferiscona la noi dello stesso Os per 4-5 anni...
        • Anonimo scrive:
          Re: Un'altra
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          Che :-o :-o





          Dov'è la notizia?

          è come per i pokemon,

          acchiappale tutte.

          C'è gente che ci fa la collezione non lo sai?

          Ci sono altri che preferiscona la noi dello
          stesso Os per 4-5
          anni...Devi capirli: è gente che ha di meglio da fare nella vita. Poveretti.
  • Anonimo scrive:
    ho perso il conto delle distro
    quante sono? 12340832?
    • Anonimo scrive:
      Re: ho perso il conto delle distro
      - Scritto da:
      quante sono? 12340832?Tu non contarle, vedrai che non perderai il conto, e nemmeno il tuo tempo :D ... Comunque si tratta solo di una distro satellite a al vecchio Lindows, quindi non è che sia del tutto nuova...Curiosamente io spesso mi domando quanti siano gli esseri umani nel mondo, e se per caso non siano troppi...poi penso che il mondo sarebbe molto più noioso con qulche miliardo di uomini in meno! Credo che lo stesso si possa applicare per le distribuzioni Linux (della serie: vivi e lascia vivere...)
      • Anonimo scrive:
        Re: ho perso il conto delle distro

        Curiosamente io spesso mi domando quanti
        siano gli esseri umani nel mondo, e se per caso
        non siano troppi...poi penso che il mondo sarebbe
        molto più noioso con qulche miliardo di uomini in
        meno! Credo che lo stesso si possa applicare per
        le distribuzioni Linux (della serie: vivi e
        lascia
        vivere...)gli esseri umani sono di 2 tipi, uomini e donne. Se vuoi trombare ti basta trovare una persona del sesso opposto.Pensa invece se esistessero 500 tipi di esseri umani e tu per trombare ti devi portare un taccuino e perdere 60 minuti per capire se chi ti sta davanti e compatibile con il tuo uccello
        • Anonimo scrive:
          Re: ho perso il conto delle distro

          gli esseri umani sono di 2 tipi, uomini e donne.
          Se vuoi trombare ti basta trovare una persona del
          sesso
          opposto.
          Non necessariamente, ci sono sempre le "sorprese"... :D :D :D . La tua argomentazione semplifica un pò troppo la realtà...
          Pensa invece se esistessero 500 tipi di esseri
          umani e tu per trombare ti devi portare un
          taccuino e perdere 60 minuti per capire se chi ti
          sta davanti e compatibile con il tuo
          uccelloTalvolta occorre perdere più tempo per stabilire chi è compatibile con il TUO uccello (a proposito, io no di certo...).
          • Anonimo scrive:
            Re: ho perso il conto delle distro

            Talvolta occorre perdere più tempo per stabilire
            chi è compatibile con il TUO uccello (a
            proposito, io no di certo...).visto, ci hai messo un attimo.secondo te è possibile che un utente linux possa passare la vita a provare distro?la troppa scelta di fatto limita le possibilità10 distro ok, 300 no
          • Anonimo scrive:
            Re: ho perso il conto delle distro

            visto, ci hai messo un attimo.
            secondo te è possibile che un utente linux possa
            passare la vita a provare
            distro?
            la troppa scelta di fatto limita le possibilità
            10 distro ok, 300 no Sono d'accordo che di fatto è impossibile provarle tutte, ma il fatto che ne esistano tante (quante esattamente non so...) è una cosa piuttosto positiva; inoltre molte distribuzioni sono specializzate in compiti specifici, perciò non sono adatte al grande pubblico, per quello ci sono le classiche Madriva, Suse, Red Hat, e poche altre...supportate da grandi aziende, intendo...poi ci sono altre distribuzioni, più o meno di nicchia, che se qualcuno usa allora continueranno ad essere portate avanti e sviluppate, altrimenti cadranno nell'oblio...Mi sembra semplice! Possibile che la possibilità di scegliere sia ancora considerato un handicap per il mondo Linux?
          • Anonimo scrive:
            Re: ho perso il conto delle distro

            Sono d'accordo che di fatto è impossibile
            provarle tutte, ma il fatto che ne esistano tante
            (quante esattamente non so...) è una cosa
            piuttosto positiva; inoltre molte distribuzioni
            sono specializzate in compiti specifici, perciò
            non sono adatte al grande pubblico, per quello ci
            sono le classiche Madriva, Suse, Red Hat, e poche
            altre...supportate da grandi aziende,
            intendo...poi ci sono altre distribuzioni, più o
            meno di nicchia, che se qualcuno usa allora
            continueranno ad essere portate avanti e
            sviluppate, altrimenti cadranno nell'oblio...Mi
            sembra semplice! Possibile che la possibilità di
            scegliere sia ancora considerato un handicap per
            il mondo
            Linux?troppe distro creano diversi problemi1)non si uniscono gli sforzi per migliorare le distro importanti2)provando le stesse distro si trovano i bug e si possono correggere3)se invece di far distro si facesse software si avrebbe qualcosa da usarequesta è la sindrome del programmatore di videogiochi alle prime armi.Partono tutti sparati: facciamo un gioco insieme, cominciano, si stufano e si dividono creando altri progetti. A me pare che la maggior parte dei programmatori open si stufino non appera il progetto perde interesse. Gli unici prodotti buoni sono quelli pagati dalle multinazionali
          • Anonimo scrive:
            Re: ho perso il conto delle distro
            - Scritto da:

            Sono d'accordo che di fatto è impossibile

            provarle tutte, ma il fatto che ne esistano
            tante

            (quante esattamente non so...) è una cosa

            piuttosto positiva; inoltre molte distribuzioni

            sono specializzate in compiti specifici, perciò

            non sono adatte al grande pubblico, per quello
            ci

            sono le classiche Madriva, Suse, Red Hat, e
            poche

            altre...supportate da grandi aziende,

            intendo...poi ci sono altre distribuzioni, più o

            meno di nicchia, che se qualcuno usa allora

            continueranno ad essere portate avanti e

            sviluppate, altrimenti cadranno nell'oblio...Mi

            sembra semplice! Possibile che la possibilità di

            scegliere sia ancora considerato un handicap per

            il mondo

            Linux?

            troppe distro creano diversi problemi
            1)non si uniscono gli sforzi per migliorare le
            distro
            importantiOgni distro è importante a seconda di quello che ci devi fare, non sei nel mondo win.
            2)provando le stesse distro si trovano i bug e si
            possono
            correggereI bug sono dei singoli programmi o del kernel è indifferente quale distro usi, anzi il fatto che ci siano più distro differentemente specializzate permette di provare programmi e kernel in situazioni anche poco frequenti, aumentando la qualità generale di tutte le distro.
            3)se invece di far distro si facesse software si
            avrebbe qualcosa da
            usarePerchè una distro notoriamente non è software... se non esistesse RH non avremmo gli rpm, se non esistesse suse non avremmo yast, se non esistesse slackware non avremmo mai avuto le distro personalizzabili e non sarebbe mai nata gentoo e così via

            questa è la sindrome del programmatore di
            videogiochi alle prime
            armi.Mi sembra più la sindrome dell'utente windows che di fronte alla scelta consapevole non vuol fare la fatica di capire cosa gli serve, tanto sceglie Bill.
            Partono tutti sparati: facciamo un gioco insieme,
            cominciano, si stufano e si dividono creando
            altri progetti. A me pare che la maggior parte
            dei programmatori open si stufino non appera il
            progetto perde interesse. Gli unici prodotti
            buoni sono quelli pagati dalle
            multinazionaliSi chiama selezione naturale quel che è utile sopravvive il resto muore. 8)
          • Anonimo scrive:
            Re: ho perso il conto delle distro
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            3)se invece di far distro si facesse software si

            avrebbe qualcosa da

            usare

            Perchè una distro notoriamente non è software...
            se non esistesse RH non avremmo gli rpm, se non
            esistesse suse non avremmo yast, se non esistesse
            slackware non avremmo mai avuto le distro
            personalizzabili e non sarebbe mai nata gentoo e
            così
            viaDi tutte le cavolate che hai scritto questa è la più assurda in assoluto. Ma credi davvero a ciò che hai scritto lì ? "Perchè una distro notoriamente non è software..." No.. dico.. ma che cavolo stai dicendo ??
          • Anonimo scrive:
            Re: ho perso il conto delle distro
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            - Scritto da:


            3)se invece di far distro si facesse software
            si


            avrebbe qualcosa da


            usare



            Perchè una distro notoriamente non è software...

            se non esistesse RH non avremmo gli rpm, se non

            esistesse suse non avremmo yast, se non
            esistesse

            slackware non avremmo mai avuto le distro

            personalizzabili e non sarebbe mai nata gentoo e

            così

            via


            Di tutte le cavolate che hai scritto questa è la
            più assurda in assoluto. Ma credi davvero a ciò
            che hai scritto lì ?


            "Perchè una distro notoriamente non è
            software..."

            No.. dico.. ma che cavolo stai dicendo ??L'affermazione è tua:
            3)se invece di far distro si facesse software
            si


            avrebbe qualcosa da


            usare(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Per la serie non ho la più pallida idea di cos'è una distro linux....
          • Anonimo scrive:
            Re: ho perso il conto delle distro
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:


            - Scritto da:



            3)se invece di far distro si facesse
            software

            si



            avrebbe qualcosa da



            usare





            Perchè una distro notoriamente non è
            software...


            se non esistesse RH non avremmo gli rpm, se
            non


            esistesse suse non avremmo yast, se non

            esistesse


            slackware non avremmo mai avuto le distro


            personalizzabili e non sarebbe mai nata
            gentoo
            e


            così


            via





            Di tutte le cavolate che hai scritto questa è la

            più assurda in assoluto. Ma credi davvero a ciò

            che hai scritto lì ?





            "Perchè una distro notoriamente non è

            software..."



            No.. dico.. ma che cavolo stai dicendo ??


            L'affermazione è tua:


            3)se invece di far distro si facesse software

            si



            avrebbe qualcosa da



            usare

            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)

            Per la serie non ho la più pallida idea di cos'è
            una distro linux....Eh sì, una distro non è software ma un'ideologia.. eh! Ma per favore !
          • Anonimo scrive:
            Re: ho perso il conto delle distro
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:



            - Scritto da:




            3)se invece di far distro si facesse

            software


            si




            avrebbe qualcosa da




            usare







            Perchè una distro notoriamente non è

            software...



            se non esistesse RH non avremmo gli rpm, se

            non



            esistesse suse non avremmo yast, se non


            esistesse



            slackware non avremmo mai avuto le distro



            personalizzabili e non sarebbe mai nata

            gentoo

            e



            così



            via








            Di tutte le cavolate che hai scritto questa è
            la


            più assurda in assoluto. Ma credi davvero a
            ciò


            che hai scritto lì ?








            "Perchè una distro notoriamente non è


            software..."





            No.. dico.. ma che cavolo stai dicendo ??





            L'affermazione è tua:




            3)se invece di far distro si facesse software


            si




            avrebbe qualcosa da




            usare



            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)



            Per la serie non ho la più pallida idea di cos'è

            una distro linux....

            Eh sì, una distro non è software ma
            un'ideologia.. eh! Ma per favore
            !Mi sa che non hai capito che stiamo dicendo la stessa cosa... prendi un vocabolario e controlla alla voce "ironia" ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: ho perso il conto delle distro
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:







            - Scritto da:




            - Scritto da:





            3)se invece di far distro si facesse


            software



            si





            avrebbe qualcosa da





            usare









            Perchè una distro notoriamente non è


            software...




            se non esistesse RH non avremmo gli rpm,
            se


            non




            esistesse suse non avremmo yast, se non



            esistesse




            slackware non avremmo mai avuto le distro




            personalizzabili e non sarebbe mai nata


            gentoo


            e




            così




            via











            Di tutte le cavolate che hai scritto questa
            è

            la



            più assurda in assoluto. Ma credi davvero a

            ciò



            che hai scritto lì ?











            "Perchè una distro notoriamente non è



            software..."







            No.. dico.. ma che cavolo stai dicendo ??








            L'affermazione è tua:






            3)se invece di far distro si facesse software



            si





            avrebbe qualcosa da





            usare





            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)





            Per la serie non ho la più pallida idea di
            cos'è


            una distro linux....



            Eh sì, una distro non è software ma

            un'ideologia.. eh! Ma per favore

            !

            Mi sa che non hai capito che stiamo dicendo la
            stessa cosa... prendi un vocabolario e controlla
            alla voce "ironia"
            ;)Se volevi essere ironico non si era capito.. :) Ti avevo preso un per un fanatico pro-Linux che voleva far credere che le distro fossero qualcosa di magico o chissà che e non del software.. :)
          • Anonimo scrive:
            Re: ho perso il conto delle distro
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:







            - Scritto da:









            - Scritto da:





            - Scritto da:






            3)se invece di far distro si facesse



            software




            si






            avrebbe qualcosa da






            usare











            Perchè una distro notoriamente non è



            software...





            se non esistesse RH non avremmo gli rpm,

            se



            non





            esistesse suse non avremmo yast, se non




            esistesse





            slackware non avremmo mai avuto le
            distro





            personalizzabili e non sarebbe mai nata



            gentoo



            e





            così





            via














            Di tutte le cavolate che hai scritto
            questa

            è


            la




            più assurda in assoluto. Ma credi davvero
            a


            ciò




            che hai scritto lì ?














            "Perchè una distro notoriamente non
            è




            software..."









            No.. dico.. ma che cavolo stai dicendo ??











            L'affermazione è tua:








            3)se invece di far distro si facesse
            software




            si






            avrebbe qualcosa da






            usare







            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)







            Per la serie non ho la più pallida idea di

            cos'è



            una distro linux....





            Eh sì, una distro non è software ma


            un'ideologia.. eh! Ma per favore


            !



            Mi sa che non hai capito che stiamo dicendo la

            stessa cosa... prendi un vocabolario e controlla

            alla voce "ironia"

            ;)

            Se volevi essere ironico non si era capito.. :)
            Ti avevo preso un per un fanatico pro-Linux che
            voleva far credere che le distro fossero qualcosa
            di magico o chissà che e non del software..
            :)Mi sa che non hai capito di nuovo :) , l'ironia era chiara era un commento alla tua seguente affermazione:"3)se invece di far distro si facesse software si avrebbe qualcosa dausare"evidentemente per te come per noi una distro è software....
          • Anonimo scrive:
            Re: ho perso il conto delle distro

            evidentemente per te come per noi una distro è
            software....Si.. è software.. che non serve a niente, non è utile, non produce niente.
          • Anonimo scrive:
            Re: ho perso il conto delle distro
            - Scritto da:

            Sono d'accordo che di fatto è impossibile

            provarle tutte, ma il fatto che ne esistano
            tante

            (quante esattamente non so...) è una cosa

            piuttosto positiva; inoltre molte distribuzioni

            sono specializzate in compiti specifici, perciò

            non sono adatte al grande pubblico, per quello
            ci

            sono le classiche Madriva, Suse, Red Hat, e
            poche

            altre...supportate da grandi aziende,

            intendo...poi ci sono altre distribuzioni, più o

            meno di nicchia, che se qualcuno usa allora

            continueranno ad essere portate avanti e

            sviluppate, altrimenti cadranno nell'oblio...Mi

            sembra semplice! Possibile che la possibilità di

            scegliere sia ancora considerato un handicap per

            il mondo

            Linux?

            troppe distro creano diversi problemi
            1)non si uniscono gli sforzi per migliorare le
            distro
            importanti
            2)provando le stesse distro si trovano i bug e si
            possono
            correggere
            3)se invece di far distro si facesse software si
            avrebbe qualcosa da
            usare

            questa è la sindrome del programmatore di
            videogiochi alle prime
            armi.
            Partono tutti sparati: facciamo un gioco insieme,
            cominciano, si stufano e si dividono creando
            altri progetti. A me pare che la maggior parte
            dei programmatori open si stufino non appera il
            progetto perde interesse. Gli unici prodotti
            buoni sono quelli pagati dalle
            multinazionaliIl tuo ragionamento vale oro colato.
          • Anonimo scrive:
            Re: ho perso il conto delle distro

            troppe distro creano diversi problemi
            1)non si uniscono gli sforzi per migliorare le
            distro
            importanti
            2)provando le stesse distro si trovano i bug e si
            possono
            correggere
            3)se invece di far distro si facesse software si
            avrebbe qualcosa da
            usareUn concentrato di ignoranza. 10 e lode.
          • Anonimo scrive:
            Re: ho perso il conto delle distro
            - Scritto da:

            troppe distro creano diversi problemi

            1)non si uniscono gli sforzi per migliorare le

            distro

            importanti

            2)provando le stesse distro si trovano i bug e
            si

            possono

            correggere

            3)se invece di far distro si facesse software si

            avrebbe qualcosa da

            usare

            Un concentrato di ignoranza. 10 e lode.Ottimo argomento!
          • Anonimo scrive:
            Re: ho perso il conto delle distro
            - Scritto da:


            Talvolta occorre perdere più tempo per stabilire

            chi è compatibile con il TUO uccello (a

            proposito, io no di certo...).

            visto, ci hai messo un attimo.
            secondo te è possibile che un utente linux possa
            passare la vita a provare
            distro?
            la troppa scelta di fatto limita le possibilità
            10 distro ok, 300 no L'utente linux sa che ogni distro ha delle caratteristiche peculiari prova solo quelle che per lui sono interessanti, o ne usa più di una a seconda di quello che ci deve fare o di dove la deve usare.
          • Anonimo scrive:
            Re: ho perso il conto delle distro
            - Scritto da:

            - Scritto da:




            Talvolta occorre perdere più tempo per
            stabilire


            chi è compatibile con il TUO uccello (a


            proposito, io no di certo...).



            visto, ci hai messo un attimo.

            secondo te è possibile che un utente linux possa

            passare la vita a provare

            distro?

            la troppa scelta di fatto limita le possibilità

            10 distro ok, 300 no

            L'utente linux sa che ogni distro ha delle
            caratteristiche peculiari prova solo quelle che
            per lui sono interessanti, o ne usa più di una a
            seconda di quello che ci deve fare o di dove la
            deve
            usare.Ma per favore !
          • Anonimo scrive:
            Re: ho perso il conto delle distro
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:






            Talvolta occorre perdere più tempo per

            stabilire



            chi è compatibile con il TUO uccello (a



            proposito, io no di certo...).





            visto, ci hai messo un attimo.


            secondo te è possibile che un utente linux
            possa


            passare la vita a provare


            distro?


            la troppa scelta di fatto limita le
            possibilità


            10 distro ok, 300 no



            L'utente linux sa che ogni distro ha delle

            caratteristiche peculiari prova solo quelle che

            per lui sono interessanti, o ne usa più di una a

            seconda di quello che ci deve fare o di dove la

            deve

            usare.

            Ma per favore !Un mondo a te alieno vedo (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Prima di far certi commenti almeno documentati.
          • Anonimo scrive:
            Re: ho perso il conto delle distro
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:








            Talvolta occorre perdere più tempo per


            stabilire




            chi è compatibile con il TUO uccello (a




            proposito, io no di certo...).







            visto, ci hai messo un attimo.



            secondo te è possibile che un utente linux

            possa



            passare la vita a provare



            distro?



            la troppa scelta di fatto limita le

            possibilità



            10 distro ok, 300 no





            L'utente linux sa che ogni distro ha delle


            caratteristiche peculiari prova solo quelle
            che


            per lui sono interessanti, o ne usa più di
            una
            a


            seconda di quello che ci deve fare o di dove
            la


            deve


            usare.



            Ma per favore !


            Un mondo a te alieno vedo
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
            Prima di far certi commenti almeno documentati.Ma documentati di che ? Della marea di documenti inesistenti su Linux che parlano della distro Xyyy o della Xyyy.0.0.0.1 o della yy.1.0Alpha o di che ? E' un tale caos Linux che c'è ben poco da documentarsi.
          • Anonimo scrive:
            Re: ho perso il conto delle distro
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:







            - Scritto da:










            Talvolta occorre perdere più tempo per



            stabilire





            chi è compatibile con il TUO uccello (a





            proposito, io no di certo...).









            visto, ci hai messo un attimo.




            secondo te è possibile che un utente linux


            possa




            passare la vita a provare




            distro?




            la troppa scelta di fatto limita le


            possibilità




            10 distro ok, 300 no







            L'utente linux sa che ogni distro ha delle



            caratteristiche peculiari prova solo quelle

            che



            per lui sono interessanti, o ne usa più di

            una

            a



            seconda di quello che ci deve fare o di dove

            la



            deve



            usare.





            Ma per favore !





            Un mondo a te alieno vedo

            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)

            Prima di far certi commenti almeno documentati.

            Ma documentati di che ? Della marea di documenti
            inesistenti su Linux che parlano della distro
            Xyyy o della Xyyy.0.0.0.1 o della yy.1.0Alpha o
            di che ? E' un tale caos Linux che c'è ben poco
            da
            documentarsi.Ma per favore, ogni distro ha delle caratteriste ben definite se non sei documentato è un problema tuo. Facciamo un piccolo test:Se ho bisogno di questa caratterista che distro scelgo ?1. Distro desktop di facile uso2. Distro per portatile 3. Distro che mi stia in un dischetto e mi faccia da router4. Distro con supporto multimediale nativo ai file wmv, wma 5.Distro modulare ottimizzata 6866. Distro che posso compilare da zero.7. Minidistro sui 50 M
          • Anonimo scrive:
            Re: ho perso il conto delle distro
            ovviamente era caratteristica/che
          • Ubu re scrive:
            Re: ho perso il conto delle distro
            - Scritto da:


            Talvolta occorre perdere più tempo per stabilire

            chi è compatibile con il TUO uccello (a

            proposito, io no di certo...).

            visto, ci hai messo un attimo.
            secondo te è possibile che un utente linux possa
            passare la vita a provare
            distro?
            la troppa scelta di fatto limita le possibilità
            10 distro ok, 300 no E curioso che a lamentarsi della quantità di distro disponibili non siano gli utenti di linux ma bensì gli utenti di windows.Comunque io sono d'accordo con te, 10 tipi di abiti, 10 tipi di auto, 10 tipi di case, 10 tipi di pietanze... perché la troppa scelta di fatto limita le possibilità.
          • Anonimo scrive:
            Re: ho perso il conto delle distro

            E curioso che a lamentarsi della quantità di
            distro disponibili non siano gli utenti di linux ma bensì gli utenti di windows.E' uno dei problemi della pseudo-comunità linux.. molta poca autocritica.
          • Anonimo scrive:
            Re: ho perso il conto delle distro
            - Scritto da:

            E curioso che a lamentarsi della quantità di

            distro disponibili non siano gli utenti di
            linux ma bensì gli utenti di
            windows.

            E' uno dei problemi della pseudo-comunità linux..
            molta poca
            autocritica.ipocrisia?
        • Anonimo scrive:
          Re: ho perso il conto delle distro
          - Scritto da:

          Curiosamente io spesso mi domando quanti

          siano gli esseri umani nel mondo, e se per caso

          non siano troppi...poi penso che il mondo
          sarebbe

          molto più noioso con qulche miliardo di uomini
          in

          meno! Credo che lo stesso si possa applicare per

          le distribuzioni Linux (della serie: vivi e

          lascia

          vivere...)

          gli esseri umani sono di 2 tipi, uomini e donne.
          Se vuoi trombare ti basta trovare una persona del
          sesso
          opposto.Si come no...Ogni tanto molla la tastiera e fatti un giro nel mondo reale, vedrai com'è facile applicare codesto teoremino. A ogni tanto l'ipod ed il cellulare mollatelo a casa se non altro vi renderete conto che di modelli ne esistono due giusto sui libri di biologia. :D :D :D :D

          Pensa invece se esistessero 500 tipi di esseri
          umani e tu per trombare ti devi portare un
          taccuino e perdere 60 minuti per capire se chi ti
          sta davanti e compatibile con il tuo
          uccelloPare il buon dio abbia optato per circa 6 miliardi di modelli differenti....
        • Anonimo scrive:
          Re: ho perso il conto delle distro

          gli esseri umani sono di 2 tipi, uomini e donne.
          Se vuoi trombare ti basta trovare una persona del
          sesso
          opposto.

          Pensa invece se esistessero 500 tipi di esseri
          umani e tu per trombare ti devi portare un
          taccuino e perdere 60 minuti per capire se chi ti
          sta davanti e compatibile con il tuo
          uccelloUsi il tuo taccuino per capire se una ragazza è un transessuale ben riuscito, od una Genuine Advance? di quelle, magari, con FGA (F*ca Genuine Advance incorporato?Oppure tiri fuori dei soldi per pagarle e capire se sono transessuali o no, facendotelo dire direttamente da loro?
        • Anonimo scrive:
          Re: ho perso il conto delle distro

          gli esseri umani sono di 2 tipi, uomini e donne.
          Se vuoi trombare ti basta trovare una persona del
          sesso
          opposto.

          Pensa invece se esistessero 500 tipi di esseri
          umani e tu per trombare ti devi portare un
          taccuino e perdere 60 minuti per capire se chi ti
          sta davanti e compatibile con il tuo
          uccelloLOL ROFTL e ancora LOL !!!!sai che ti dico? Che hai proprio ragione!Tutti gli sforzi che i linari hanno messo per diffondere il loro SO alla massa di utenti "non geek" (o semplicemente alla gente che non ha il tempo di mettersi a fare le seghe al pc dopo le quotidiane 10 ore di lavoro) è affondata miseramente a causa delle eccessive distro e del fatto che spesso le loro librerie sono incompatibili tra le diverse distro e purtroppo spesso non sono neppure retrocompatibili, come da insegnamento del buon zioBill.La tua metafora è azzeccatissima. :))LOL ROFTL e ancora LOL !!!!ciaoGianni
        • Anonimo scrive:
          Re: ho perso il conto delle distro


          gli esseri umani sono di 2 tipi, uomini e donne.
          Se vuoi trombare ti basta trovare una persona del
          sesso
          opposto.

          Pensa invece se esistessero 500 tipi di esseri
          umani e tu per trombare ti devi portare un
          taccuino e perdere 60 minuti per capire se chi ti
          sta davanti e compatibile con il tuo
          uccellono, sono sempre 2 tipi (o forse 4).solo che qualcuno ne prova 500 e altri si accontentano di 1.ciao!
        • Anonimo scrive:
          Re: ho perso il conto delle distro
          - Scritto da:

          Curiosamente io spesso mi domando quanti

          siano gli esseri umani nel mondo, e se per caso

          non siano troppi...poi penso che il mondo
          sarebbe

          molto più noioso con qulche miliardo di uomini
          in

          meno! Credo che lo stesso si possa applicare per

          le distribuzioni Linux (della serie: vivi e

          lascia

          vivere...)

          gli esseri umani sono di 2 tipi, uomini e donne.
          Se vuoi trombare ti basta trovare una persona del
          sesso
          opposto.

          Pensa invece se esistessero 500 tipi di esseri
          umani e tu per trombare ti devi portare un
          taccuino e perdere 60 minuti per capire se chi ti
          sta davanti e compatibile con il tuo
          uccelloInfatti è esattamente così NON TI BASTA AFFATTO che si del sesso opposto nella realtà tu scegli uno/a che ti piace e per qualche motivo la consideri "unica"... per fortuna siamo tutti uno diverso dall'altro e questo fa si che ci sia la probabilità di trovare persino qualcuno che abbia i neuroni in uno stato migliore di quello in cui li hai tu! :D :D :D :D :D :D :D
    • Anonimo scrive:
      Re: ho perso il conto delle distro
      - Scritto da:
      quante sono? 12340832?Bè, se tieni presente che Ubuntu = 1 versione, Gentoo = 1 versione...ti rimane solo da scegliere la versione che ti "calza" (vedi esigenze, competenze etc) magari prendendo una delle più blasonate e che hanno a capo una multinazionale e sei a posto nel senso che puoi farci praticamente tutto.Parliamo di Vista:Windwos Vista BusinessWindows Vista EnterpriseWindows Vista Home BasicWindows Vista Home PremiumWindows Vista UltimateE ora dimmi, l'utentone Windows che sceglierà? La "Ultimate" o la Home Basic oppure meglio ancora la Home Premium? Perchè se canni versione ti ritrovi con "qualcosa" che non ha alcune funzionalità e l'hai pure pagata un bel po' (perchè DOBBIAMO essere onesti)!CiaoL.
      • Anonimo scrive:
        Re: ho perso il conto delle distro
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        quante sono? 12340832?

        Bè, se tieni presente che Ubuntu = 1 versione,
        Gentoo = 1 versione...ti rimane solo da scegliere
        la versione che ti "calza" (vedi esigenze,
        competenze etc) magari prendendo una delle più
        blasonate e che hanno a capo una multinazionale e
        sei a posto nel senso che puoi farci praticamente
        tutto.
        Parliamo di Vista:
        Windwos Vista Business
        Windows Vista Enterprise
        Windows Vista Home Basic
        Windows Vista Home Premium
        Windows Vista Ultimate

        E ora dimmi, l'utentone Windows che sceglierà? La
        "Ultimate" o la Home Basic oppure meglio ancora
        la Home Premium? Perchè se canni versione ti
        ritrovi con "qualcosa" che non ha alcune
        funzionalità e l'hai pure pagata un bel po'
        (perchè DOBBIAMO essere
        onesti)!Io sceglierò Windows Vista anti-comunism
        • Anonimo scrive:
          Re: ho perso il conto delle distro


          Io sceglierò Windows Vista anti-comunismScusa l'ignoranza, che centra un sistema operativo con la politica?L.
          • Anonimo scrive:
            Re: ho perso il conto delle distro
            - Scritto da:



            Io sceglierò Windows Vista anti-comunism

            Scusa l'ignoranza, che centra un sistema
            operativo con la
            politica?

            L.Beh, linux è sviluppato nei centri sociali.
          • Anonimo scrive:
            Re: ho perso il conto delle distro
            - Scritto da:

            - Scritto da:





            Io sceglierò Windows Vista anti-comunism



            Scusa l'ignoranza, che centra un sistema

            operativo con la

            politica?



            L.

            Beh, linux è sviluppato nei centri sociali.Comunicalo a Silvio, il sito di FI gira sotto linux... (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: ho perso il conto delle distro


            Beh, linux è sviluppato nei centri sociali.Caspita, non lo sapevo, mi giri qualche link autorevole che attesti quanto dici?Te ne sarei enormemente grato!Sarei molto interessato ad approfondire quanto stai dicendo perchè mi sembra un'affermazione molto seria e non posso pensare che ci sia una persona così stupida da perdere tempo a scrivere un messaggio del genere senza avere una motivazione e una prova a sostegno.Attendo pertanto delucidazioni.Grazie milleL.
        • Anonimo scrive:
          Re: ho perso il conto delle distro
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          quante sono? 12340832?



          Bè, se tieni presente che Ubuntu = 1 versione,

          Gentoo = 1 versione...ti rimane solo da
          scegliere

          la versione che ti "calza" (vedi esigenze,

          competenze etc) magari prendendo una delle più

          blasonate e che hanno a capo una multinazionale
          e

          sei a posto nel senso che puoi farci
          praticamente

          tutto.

          Parliamo di Vista:

          Windwos Vista Business

          Windows Vista Enterprise

          Windows Vista Home Basic

          Windows Vista Home Premium

          Windows Vista Ultimate



          E ora dimmi, l'utentone Windows che sceglierà?
          La

          "Ultimate" o la Home Basic oppure meglio ancora

          la Home Premium? Perchè se canni versione ti

          ritrovi con "qualcosa" che non ha alcune

          funzionalità e l'hai pure pagata un bel po'

          (perchè DOBBIAMO essere

          onesti)!

          Io sceglierò Windows Vista anti-comunismTi verrà un colpo MA .. Bill Gates è un Democratico, è un '68ino , è di sinistra ed è stato grazie a Clinton che ha fatto fuori IBM dal mercato.
    • mda scrive:
      Re: I computer devono essere gratis
      - Scritto da:
      quante sono? 12340832?Sono qui:http://drudo.altervista.org/index.phpCiao
  • Anonimo scrive:
    Che successo 'sto Linux...
    ...se non si molla la roba gratis... nessuno la vuole... mah...
    • Anonimo scrive:
      Re: Che successo 'sto Linux...
      - Scritto da:
      ...se non si molla la roba gratis... nessuno la
      vuole...
      mah...perchè ti risulta che ci siano altri motivi per preferire linux?parla con qualsiasi linuxaroprima ti dirà le "fantastiche" caratteristiche di stabilità, assenza di virus (mentre lo fai vedrai i suoi occhi spenti)poi ad un certo punto dirà "e poi è gratis".In quel momento gli occhi gli brilleranno come le lampadine.Questa gente ormai la conoscoma tanto non lo ammetteranno mai.ps (un altro motivo è perchè microsoft secondo loro rappresenta il capitalismo)
      • Anonimo scrive:
        Re: Che successo 'sto Linux...
        E perchè non dovrebbe ammetterlo? Il fatto che sia gratis è un bell'incentivo a provarlo, se poi ti piace lo usi. Ci sono stati un sacco di ottimi OS alternativi che sono "morti" perchè non hanno avuto il coraggio di "fidarsi" degli utenti.
        • Anonimo scrive:
          Re: Che successo 'sto Linux...
          - Scritto da:
          E perchè non dovrebbe ammetterlo? Il fatto che
          sia gratis è un bell'incentivo a provarlo, se poi
          ti piace lo usi. Ci sono stati un sacco di ottimi
          OS alternativi che sono "morti" perchè non hanno
          avuto il coraggio di "fidarsi" degli
          utenti.Beh, windows funziona perchè M$, oltre a produrre OS, fà molto altro.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che successo 'sto Linux...
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            E perchè non dovrebbe ammetterlo? Il fatto che

            sia gratis è un bell'incentivo a provarlo, se
            poi

            ti piace lo usi. Ci sono stati un sacco di
            ottimi

            OS alternativi che sono "morti" perchè non hanno

            avuto il coraggio di "fidarsi" degli

            utenti.

            Beh, windows funziona perchè M$, oltre a produrre
            OS, fà molto
            altro.Windows funziona perchè è preinstallato su praticamente ogni computer del pianeta.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che successo 'sto Linux...
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:


            E perchè non dovrebbe ammetterlo? Il fatto che


            sia gratis è un bell'incentivo a provarlo, se

            poi


            ti piace lo usi. Ci sono stati un sacco di

            ottimi


            OS alternativi che sono "morti" perchè non
            hanno


            avuto il coraggio di "fidarsi" degli


            utenti.



            Beh, windows funziona perchè M$, oltre a
            produrre

            OS, fà molto

            altro.

            Windows funziona perchè è preinstallato su
            praticamente ogni computer del
            pianeta.PS. Funziona è una parola grossa :D :D :D :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Che successo 'sto Linux...
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:



            E perchè non dovrebbe ammetterlo? Il fatto
            che



            sia gratis è un bell'incentivo a provarlo,
            se


            poi



            ti piace lo usi. Ci sono stati un sacco di


            ottimi



            OS alternativi che sono "morti" perchè non

            hanno



            avuto il coraggio di "fidarsi" degli



            utenti.





            Beh, windows funziona perchè M$, oltre a

            produrre


            OS, fà molto


            altro.



            Windows funziona perchè è preinstallato su

            praticamente ogni computer del

            pianeta.

            PS. Funziona è una parola grossa :D :D :D :DGià, infatti il 95% dei PC nel mondo non funziona con Windows, vero ? Ehhh!
          • Anonimo scrive:
            Re: Che successo 'sto Linux...
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:







            - Scritto da:




            E perchè non dovrebbe ammetterlo? Il fatto

            che




            sia gratis è un bell'incentivo a provarlo,

            se



            poi




            ti piace lo usi. Ci sono stati un sacco di



            ottimi




            OS alternativi che sono "morti" perchè non


            hanno




            avuto il coraggio di "fidarsi" degli




            utenti.







            Beh, windows funziona perchè M$, oltre a


            produrre



            OS, fà molto



            altro.





            Windows funziona perchè è preinstallato su


            praticamente ogni computer del


            pianeta.



            PS. Funziona è una parola grossa :D :D :D :D

            Già, infatti il 95% dei PC nel mondo non funziona
            con Windows, vero ?
            Ehhh!Proprio così....
          • Anonimo scrive:
            Re: Che successo 'sto Linux...
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:


            E perchè non dovrebbe ammetterlo? Il fatto che


            sia gratis è un bell'incentivo a provarlo, se

            poi


            ti piace lo usi. Ci sono stati un sacco di

            ottimi


            OS alternativi che sono "morti" perchè non
            hanno


            avuto il coraggio di "fidarsi" degli


            utenti.



            Beh, windows funziona perchè M$, oltre a
            produrre

            OS, fà molto

            altro.

            Windows funziona perchè è preinstallato su
            praticamente ogni computer del
            pianeta.Funziona perchè Microsoft ha dato una marea di soldi ai produttori hardware e questi hanno costruito per Microsoft intere API come le DirectX con cui poter lavorare al meglio riducendo i tempi di sviluppo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che successo 'sto Linux...
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:



            E perchè non dovrebbe ammetterlo? Il fatto
            che



            sia gratis è un bell'incentivo a provarlo,
            se


            poi



            ti piace lo usi. Ci sono stati un sacco di


            ottimi



            OS alternativi che sono "morti" perchè non

            hanno



            avuto il coraggio di "fidarsi" degli



            utenti.





            Beh, windows funziona perchè M$, oltre a

            produrre


            OS, fà molto


            altro.



            Windows funziona perchè è preinstallato su

            praticamente ogni computer del

            pianeta.

            Funziona perchè Microsoft ha dato una marea di
            soldi ai produttori hardware e questi hanno
            costruito per Microsoft intere API come le
            DirectX con cui poter lavorare al meglio
            riducendo i tempi di sviluppo.
            Ah le directx le avrebbero "costruite" i produttori hardware (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Opengl suppongo non ti dica nulla.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che successo 'sto Linux...
            E allora ? Cos'è la fiere delle illazioni ? (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: Che successo 'sto Linux...
            - Scritto da:

            Beh, windows funziona perchè M$, oltre a produrre
            OS, fà molto
            altro.Sai che devo darti ragione?Infatti paga bustarelle nelle P.A. per fargli rinnovare le licenze.Ricatta i produttori di PC se non preinstallano solo winzozz.Fa regali ai commessi di ipermercati e catene dell'informatica se gli segnalano produttori che vendono PC senza winzozz.Continua a dire che lei è la meglio Linux è il cancro.Promuove "get the facts" con dati falsati o situazioni di aziende mirate per dimostrare a tutti i costi che winzozz costa meno.Ecc, ecc.Insomma fa moooolto altro oltre a Winzozz.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che successo 'sto Linux...
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            Beh, windows funziona perchè M$, oltre a
            produrre

            OS, fà molto

            altro.

            Sai che devo darti ragione?

            Infatti paga bustarelle nelle P.A. per fargli
            rinnovare le
            licenze.

            Ricatta i produttori di PC se non preinstallano
            solo
            winzozz.

            Fa regali ai commessi di ipermercati e catene
            dell'informatica se gli segnalano produttori che
            vendono PC senza
            winzozz.

            Continua a dire che lei è la meglio Linux è il
            cancro.

            Promuove "get the facts" con dati falsati o
            situazioni di aziende mirate per dimostrare a
            tutti i costi che winzozz costa
            meno.

            Ecc, ecc.

            Insomma fa moooolto altro oltre a Winzozz.
            Sarà anche vero, però windows XP funzia molto bene, è facile da usare ed è pure sicuro.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che successo 'sto Linux...
            - Scritto da:
            Sarà anche vero, però windows XP funzia molto
            bene, è facile da usare ed è pure
            sicuro.AhahahahSicuro dopo aver installato firewall, antivirus e antispyware di terze parti.Facile da usare per far cosa? Lanciare qualche applicazione. Nel momento in cui devi creare archivi compressi o collegarti con shell remote hai bisogno di molti software esterni spesso a pagamento. In Linux se usi KDE quasi tutto è integrato nella GUI.Funzionare bene poi, se sei una persona che ama provare diversi software prima di scegliere quello che fa al caso suo, dovrai formattare e reinstallare una o due volte l'anno perché si incasina il registry e il sistema diventa lento e/o instabile.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che successo 'sto Linux...
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            Sarà anche vero, però windows XP funzia molto

            bene, è facile da usare ed è pure

            sicuro.

            Ahahahah
            Sicuro dopo aver installato firewall, antivirus e
            antispyware di terze
            parti.Il firewall è integrato

            Facile da usare per far cosa? Lanciare qualche
            applicazione. Nel momento in cui devi creareCerto! E per cosa se no?
            archivi compressi o collegarti con shell I Files compressi li gestisci direttamente con windowsremote
            hai bisogno di molti software esterni spesso aE a cosa mi servono le shell remote?
            pagamento. In Linux se usi KDE quasi tutto è
            integrato nella
            GUI.

            Funzionare bene poi, se sei una persona che ama
            provare diversi software prima di scegliere
            quello che fa al caso suo, dovrai formattare e
            reinstallare una o due volte l'anno perché si
            incasina il registry e il sistema diventa lento
            e/o
            instabile.Formattare 1 volta ogni 2 anni è più che sufficiente.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che successo 'sto Linux...

            Il firewall è integratosi, proprio bello quel "firewall"...(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
            Certo! E per cosa se no?


            archivi compressi o collegarti con shell
            I Files compressi li gestisci direttamente con
            windows...si infatti...ma se io voglio spannarli su più cd?e se voglio cambiare il rapporto di compressione?e se io ho una iso, come la monto?e se voglio fare un backup?e se...
            remote

            hai bisogno di molti software esterni spesso a
            E a cosa mi servono le shell remote?...ad usare il computer, forse?ma credi che internet siano solo 4 o 5 (miliardi) di paginette web?(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)ecco appunto l'utente medio win(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)

            Formattare 1 volta ogni 2 anni è più che
            sufficiente.
            wow!"appena" 1 volta ogni 730 giorni...altro che gli uptime da 1000 e passa giorni...e si, win si che è innovazione! :D(rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: Che successo 'sto Linux...
            - Scritto da:

            Il firewall è integrato

            si, proprio bello quel "firewall"...
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Abbastanza, e se non ti piace ne installi un'altro.


            Certo! E per cosa se no?




            archivi compressi o collegarti con shell

            I Files compressi li gestisci direttamente con

            windows

            ...si infatti...
            ma se io voglio spannarli su più cd?
            e se voglio cambiare il rapporto di compressione?
            e se io ho una iso, come la monto?
            e se voglio fare un backup?
            e se...se non ti piace ne installi un'altro.


            remote


            hai bisogno di molti software esterni spesso a

            E a cosa mi servono le shell remote?

            ...ad usare il computer, forse?
            ma credi che internet siano solo 4 o 5 (miliardi)
            di paginette
            web?
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
            ecco appunto l'utente medio win
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Ripeto: E a cosa mi servono le shell remote?Sono un utente medio, non devo mica lavorare in remoto.




            Formattare 1 volta ogni 2 anni è più che

            sufficiente.



            wow!
            "appena" 1 volta ogni 730 giorni...
            altro che gli uptime da 1000 e passa giorni...

            e si, win si che è innovazione!
            :D(rotfl)Non mi pare una tragedia una volta ogni 2 anni.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che successo 'sto Linux...



            Il firewall è integrato



            si, proprio bello quel "firewall"...

            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
            Abbastanza, e se non ti piace ne installi
            un'altro.
            si parlava di applicazioni integrate

            ...si infatti...

            ma se io voglio spannarli su più cd?

            e se voglio cambiare il rapporto di
            compressione?

            e se io ho una iso, come la monto?

            e se voglio fare un backup?

            e se...
            se non ti piace ne installi un'altro. si parlava di applicazioni integrate...e per fare queste 4 banali cose, su win servono 4 programmi...mentre noi 2
            Ripeto: E a cosa mi servono le shell remote?
            Sono un utente medio , non devo mica lavorare in
            remoto.no, preferisci mandarti una mail...e se devi controllare il pc di casa?ha, ma forse non ti era mai saltato in mente che si può fare...





            Non mi pare una tragedia una volta ogni 2 anni.vallo a dire agli amministratori...se hai 50 pc da gestire cambieresti idea!
          • Anonimo scrive:
            Re: Che successo 'sto Linux...
            - Scritto da:



            Il firewall è integrato





            si, proprio bello quel "firewall"...


            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)

            Abbastanza, e se non ti piace ne installi

            un'altro.



            si parlava di applicazioni integrate



            ...si infatti...


            ma se io voglio spannarli su più cd?


            e se voglio cambiare il rapporto di

            compressione?


            e se io ho una iso, come la monto?


            e se voglio fare un backup?


            e se...

            se non ti piace ne installi un'altro.

            si parlava di applicazioni integrate...
            e per fare queste 4 banali cose, su win servono 4
            programmi...
            mentre noi 2



            Ripeto: E a cosa mi servono le shell remote?

            Sono un utente medio , non devo mica
            lavorare
            in

            remoto.

            no, preferisci mandarti una mail...
            e se devi controllare il pc di casa?
            ha, ma forse non ti era mai saltato in mente che
            si può
            fare...Se hai XP professional puoi farlo con desktop remoto, altrimenti il buon vecchio vnc.









            Non mi pare una tragedia una volta ogni 2 anni.

            vallo a dire agli amministratori...
            se hai 50 pc da gestire cambieresti idea!Basta impostare i PC in modo che possano installare solo il software autorizzato.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che successo 'sto Linux...
            - Scritto da:

            - Scritto da:




            Il firewall è integrato[...CUTTONE...]

            si può

            fare...

            Se hai XP professional puoi farlo con desktop
            remoto, altrimenti il buon vecchio
            vnc.appunto, ti installi il vnc...si deve sempre ricorrere a terzi produttori...che, dato la piattaforma (win) proprietaria, non fanno altro che scrivere software che non si integrano o (quantomento tentano di farlo) col sistema...e poi ti trovi il registro devastato, dll in giro per tutto l'hd...non parliamo dei trial, demo, shareware e altro, che vanno a nascondere robba in giro per le cartelle di sitema...


            Basta impostare i PC in modo che possano
            installare solo il software
            autorizzato.e avere il telefono che squilla ogni 5 min!"voglio installare questo""voglio installare quello""lo screensaver fa schifo""voglio lo sfondo così""mi cambi i suonetti?"e via così...
          • Anonimo scrive:
            hey!
            (win)= a win tra parentesi.......stupide icone....
          • Anonimo scrive:
            specifico
            ...data la piattaforma ( win ) proprietaria, non fanno altro che scrivere software che ...non era mia intenzione mettere l'icona......e non capisco xkè sia stata censurato il post in cui lo spiegavo...bho?
          • citrullo scrive:
            Re: Che successo 'sto Linux...
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:




            Sarà anche vero, però windows XP funzia molto


            bene, è facile da usare ed è pure


            sicuro.



            Ahahahah

            Sicuro dopo aver installato firewall, antivirus
            e

            antispyware di terze

            parti.
            Il firewall è integrato




            Facile da usare per far cosa? Lanciare qualche

            applicazione. Nel momento in cui devi creare
            Certo! E per cosa se no?
            Beh il multitasking di Windows e' penoso e ora si salva grazie alle CPU dual core.

            archivi compressi o collegarti con shell
            I Files compressi li gestisci direttamente con
            windows
            Ehm, su file molto grandi tende ad incartarsi. Opero su Windows 2003 e penso che il supporto zip sia uguale a XP. Beh ho dovuto installare Winzip dalla disperazione perché con file oltre il GB non va proprio e il SO era appena installato su un server. Fai un po' tu. Per quello che costano i SO M$ non mi pare valgano poi molto ma tocca usarli visto che in certe realtà c'è solo lui.
            remote

            hai bisogno di molti software esterni spesso a
            E a cosa mi servono le shell remote?


            pagamento. In Linux se usi KDE quasi tutto è

            integrato nella

            GUI.



            Funzionare bene poi, se sei una persona che ama

            provare diversi software prima di scegliere

            quello che fa al caso suo, dovrai formattare e

            reinstallare una o due volte l'anno perché si

            incasina il registry e il sistema diventa lento

            e/o

            instabile.

            Formattare 1 volta ogni 2 anni è più che
            sufficiente.

          • Anonimo scrive:
            Re: Che successo 'sto Linux...
            - Scritto da: citrullo

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:






            Sarà anche vero, però windows XP funzia
            molto



            bene, è facile da usare ed è pure



            sicuro.





            Ahahahah


            Sicuro dopo aver installato firewall,
            antivirus

            e


            antispyware di terze


            parti.

            Il firewall è integrato







            Facile da usare per far cosa? Lanciare qualche


            applicazione. Nel momento in cui devi creare

            Certo! E per cosa se no?



            Beh il multitasking di Windows e' penoso e ora si
            salva grazie alle CPU dual core. Ma che stai dicendo ? Ma di che parli ? NT è basato su VMS, l' OS più usato ai tempi delle CPU Alpha come alternativa a Unix. Guarda che non siamo più ai tempi delle schifezze di Win9x/ME che erano versioni aggiornate di Win3.x sopra il DOS !


            archivi compressi o collegarti con shell

            I Files compressi li gestisci direttamente con

            windows



            Ehm, su file molto grandi tende ad incartarsi.
            Opero su Windows 2003 e penso che il supporto
            zip sia uguale a XP. Beh ho dovuto installare
            Winzip dalla disperazione perché con file oltre
            il GB non va proprio e il SO era appena
            installato su un server. Fai un po' tu. Per
            quello che costano i SO M$ non mi pare valgano
            poi molto ma tocca usarli visto che in certe
            realtà c'è solo
            lui.E che vorrebbe dire ? Anche le versioni più vecchie di WinRAR e WinZip non supportavano file di grandi dimensioni. Il supporto per file giganteschi lo hanno messo da poco.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che successo 'sto Linux...
            - Scritto da:

            Ma che stai dicendo ? Ma di che parli ?
            NT è basato su VMS, l' OS più usato ai tempi
            delle CPU Alpha come alternativa a Unix.

            Guarda che non siamo più ai tempi delle schifezze
            di Win9x/ME che erano versioni aggiornate di
            Win3.x sopra il DOS
            !
            Per favore, non diciamo str@nzat#: ho lavorato sia con VMS che con OpenVMS e piuttosto che paragonarli ad NT, se proprio, li paragonerei a Linux.Se vuoi dire che M$ si è comprata alcuni degli sviluppatori Digital... ok, che hanno cercato di copiarne la struttura... ok, che OpenVMS sia paragonabile a Windows 2003 server... ORRORE!!!P.S.: li uso tuttora entrambi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che successo 'sto Linux...
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            Ma che stai dicendo ? Ma di che parli ?

            NT è basato su VMS, l' OS più usato ai tempi

            delle CPU Alpha come alternativa a Unix.



            Guarda che non siamo più ai tempi delle
            schifezze

            di Win9x/ME che erano versioni aggiornate di

            Win3.x sopra il DOS

            !



            Per favore, non diciamo str@nzat#: ho lavorato
            sia con VMS che con OpenVMS e piuttosto che
            paragonarli ad NT, se proprio, li paragonerei a
            Linux.

            Se vuoi dire che M$ si è comprata alcuni degli
            sviluppatori Digital... ok, che hanno cercato di
            copiarne la struttura... ok, che OpenVMS sia
            paragonabile a Windows 2003 server...
            ORRORE!!!

            P.S.: li uso tuttora entrambi.E ti pareva che non saltava fuori quello pseudo-esperto di VMS .. ehh!---------http://www.windowsitpro.com/Windows/Articles/ArticleID/4494/pg/2/2.htmlNT and VMSMost of NT's core designers had worked on and with VMS at Digital; some had worked directly with Cutler. How could these developers prevent their VMS design decisions from affecting their design and implementation of NT? Many users believe that NT's developers carried concepts from VMS to NT, but most don't know just how similar NT and VMS are at the kernel level (despite the Usenet joke that if you increment each letter in VMS you end up with WNT­Windows NT). . . . ---------
          • reXistenZ scrive:
            Re: Che successo 'sto Linux...

            Ehm, su file molto grandi tende ad incartarsi.
            Opero su Windows 2003 e penso che il supporto
            zip sia uguale a XP. Beh ho dovuto installare
            Winzip dalla disperazione perché con file oltre
            il GB non va proprio e il SO era appena
            installato su un server. Fai un po' tu. Lascia stare Winzip (che tra l'altro non è gratis) e monta IZArc.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che successo 'sto Linux...

            Il firewall è integratoè così "integrato" che esce una vulnerabilità CRITICA! al giorno (28 solo in agosto e siamo al 29 dello stesso mese)Il mondo dei winuser arranca sotto il peso di botnets spam e trojans ad ogni piè sospinto e tu mi parli di firewall "integrato".... Sarà anche integato ma ha ormai "disintegrato" (tra consumo di banda spese di aggiornamento applicazioni che non girano più e via elencando) il portafogli dei winusers!
            Formattare 1 volta ogni 2 anni è più che
            sufficiente.Vallo a dire a quelle aziende dove ormai hanno macchine linux in produzione da 5 o 6 anni!:-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Che successo 'sto Linux...
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            Sarà anche vero, però windows XP funzia molto

            bene, è facile da usare ed è pure

            sicuro.

            Ahahahah
            Sicuro dopo aver installato firewall, antivirus e
            antispyware di terze
            parti.

            Facile da usare per far cosa? Lanciare qualche
            applicazione. Nel momento in cui devi creare
            archivi compressi o collegarti con shell remote
            hai bisogno di molti software esterni spesso a
            pagamento. In Linux se usi KDE quasi tutto è
            integrato nella
            GUI.

            Funzionare bene poi, se sei una persona che ama
            provare diversi software prima di scegliere
            quello che fa al caso suo, dovrai formattare e
            reinstallare una o due volte l'anno perché si
            incasina il registry e il sistema diventa lento
            e/o
            instabile.Molto del software opensource viene compilato anche per Windows. Esiste molto freeware anche se non è opensource anche per Windows. Dire che è tutto a pagamento significa dire un'idiozia.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che successo 'sto Linux...
            - Scritto da:
            Molto del software opensource viene compilato
            anche per Windows. Esiste molto freeware anche se
            non è opensource anche per Windows.

            Dire che è tutto a pagamento significa dire
            un'idiozia.E' vero... e poi per Windows esiste anche molto software opencrack! :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Che successo 'sto Linux...

            Sarà anche vero, però windows XP funzia molto
            bene, è facile da usare ed è pure
            sicuro.Certo certo.. infatti la rete è soooommmmersa da sparaspam che sono TUTTI sistemi zombie (i cosiddetti winzombie e le botnet) mentre, come al solito la banda la paghiamo tutti!Per favore almeno un minimo di decenza!
        • Anonimo scrive:
          Re: Che successo 'sto Linux...
          Certo.... "fidarsi"... infatti hanno spesso rischiato la bancarotta a "fidarsi" perchè lavorando gratis si fallisce
      • Anonimo scrive:
        Re: Che successo 'sto Linux...

        Questa gente ormai la conoscoSì, certo.Ora chiamo gli infermieri e ti danno la pastiglia, tranquillo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Che successo 'sto Linux...

        poi ad un certo punto dirà "e poi è gratis".
        In quel momento gli occhi gli brilleranno come

        le lampadine.
        Questa gente ormai la conosco
        ma tanto non lo ammetteranno mai. praticamente quello che capitera' a te quando tra qualche mese (meglio anno) avrai la tua copia pirata di windows vista.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che successo 'sto Linux...

      ...se non si molla la roba gratis... nessuno
      la vuole... mah...
      E poi si meraviglano anche, e non capiscono, che dell&C preinstallano win anzichè testare e commerciare una serie di 323.584 alternative del so, perchè giustamente si deve poter scegliere di installare il proprio so ed è compito del produttore far si che funzioni.
      • Anonimo scrive:
        Re: Che successo 'sto Linux...
        http://www.dell.com/content/topics/global.aspx/alliances/en/linux?c=us&cs=555&l=en&s=biz(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: Che successo 'sto Windows
      Se non te lo preistallassero e TUTTI dovessero pagarlo, sai quanti passerebbero ad altro...Saluti..............Enrico (c64)(linux)
    • Anonimo scrive:
      Re: Che successo 'sto Linux...
      Più che altro nessuno la prova...
      • Anonimo scrive:
        Re: Che successo 'sto Linux...
        Direi che il motivo fondamentale di coloro che sostengono windows è più che altro la paura, vedi, in windows sono tutti maghi del computer, sanno fare di tutto, se poi tu un bel giorno gli sposti qualche icona o gli cambi qualche impostazione, vanno nel pallone...E' vero, linux è gratuito, e perchè vergognarsi? solo per questo andrebbe già provato e considerato... poi nessuno dice che Lin sia infallibile, è cmq fatto da esseri umani, ed errare è umano... ma provate voi che amate windows a dare un occhiata al vostro file system, se così si può chiamare, aprite la vostra bella cartella windows, o se amate il rischio spingetevi nei meandri di system32 e ditemi se quello è un sistema operativo... ci sono dll, immagini, giochi, crack, foto, video, abbonamenti dell'autobus, biglietti per il museo, le foto di bill da bambino, insomma ragazzi....... è un sistema operativo o un gardbage file?Secondo me non di parla tanto di + usato o meno usato, ma di migliore o peggiore, WIndows, appena installato è un buon sistema operativo, ma ripeto... appena installato, se poi iniziamo ad installare programmi bè..... dai... non si può chiedere più di tanto.... diventa il peggiore incubo di ogni persona... il registro di sistema sembra un vocabolario latino, per non parlare di ciò che un installer può fare... milioni di files sparsi in giro per l'hard disk, insomma bo....Comunque mi sento di dire una cosa a nome di tutta la comunità LInux!!!!!G R A Z I E W I N D O W Sgrazie di esistere, dopo tutto...."[...]ADORIAMO LA CONCORRENZA, PERCHE' ELLA CI PERMETTE DI FAR VALERE LA NOSTRA SUPERIORITA'"
        • Anonimo scrive:
          Re: Che successo 'sto Linux...
          Ha parlato il grande esperto di Unix.. ehh.. sì, si vede quanto siete preparati tecnicamente ad imparare a memoria qualche sintassi sulla linea di comando. Quello significa proprio essere esperti e bravi programmatori o sistemisti... ehhh! :(- Scritto da:
          Direi che il motivo fondamentale di coloro che
          sostengono windows è più che altro la paura,
          vedi, in windows sono tutti maghi del computer,
          sanno fare di tutto, se poi tu un bel giorno gli
          sposti qualche icona o gli cambi qualche
          impostazione, vanno nel
          pallone...

          E' vero, linux è gratuito, e perchè vergognarsi?
          solo per questo andrebbe già provato e
          considerato... poi nessuno dice che Lin sia
          infallibile, è cmq fatto da esseri umani, ed
          errare è umano... ma provate voi che amate
          windows a dare un occhiata al vostro file system,
          se così si può chiamare, aprite la vostra bella
          cartella windows, o se amate il rischio
          spingetevi nei meandri di system32 e ditemi se
          quello è un sistema operativo... ci sono dll,
          immagini, giochi, crack, foto, video, abbonamenti
          dell'autobus, biglietti per il museo, le foto di
          bill da bambino, insomma ragazzi....... è un
          sistema operativo o un gardbage
          file?

          Secondo me non di parla tanto di + usato o meno
          usato, ma di migliore o peggiore, WIndows, appena
          installato è un buon sistema operativo, ma
          ripeto... appena installato, se poi iniziamo ad
          installare programmi bè..... dai... non si può
          chiedere più di tanto.... diventa il peggiore
          incubo di ogni persona... il registro di sistema
          sembra un vocabolario latino, per non parlare di
          ciò che un installer può fare... milioni di files
          sparsi in giro per l'hard disk, insomma
          bo....

          Comunque mi sento di dire una cosa a nome di
          tutta la comunità
          LInux!!!!!

          G R A Z I E W I N D O W S

          grazie di esistere, dopo tutto....


          "[...]ADORIAMO LA CONCORRENZA, PERCHE' ELLA CI
          PERMETTE DI FAR VALERE LA NOSTRA
          SUPERIORITA'"
          • Anonimo scrive:
            Re: Che successo 'sto Linux...

            Ha parlato il grande esperto di Unix.. ehh.. sì,Sarai esperto di Linux ma non certo di quoting.
          • Anonimo scrive:
            Re: Che successo 'sto Linux...
            - Scritto da:

            Ha parlato il grande esperto di Unix.. ehh.. sì,

            Sarai esperto di Linux ma non certo di quoting.Eh sì, serve una laurea per fare citare/evidenziare i riferimenti.. ma per favore!
  • Anonimo scrive:
    Ma ce n'era proprio bisogno?
    C'era proprio bisogno di un'altra distribuzione? Un'intera comunità di volontari che si disperdono... perchè non aiutare direttamente altre distribuzioni già presenti e largamente usate come Debian o Ubuntu?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma ce n'era proprio bisogno?
      - Scritto da:
      C'era proprio bisogno di un'altra distribuzione?
      Un'intera comunità di volontari che si
      disperdono... perchè non aiutare direttamente
      altre distribuzioni già presenti e largamente
      usate come Debian o
      Ubuntu?Facciamo io e te una nostra distro, la chiameremo IOeTEoS, dove io sono prima di te.Poi tu ti incazzi e fai una distro per i fatti tuoi, io ne faro' quindi una per i fatti miei. Poi mi viene uno sdoppiamento di personalità e ne faccio due solo per me e cosi' via...finchè alla fine non ci saranno due SO uguali in tutto il mondo (linux)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma ce n'era proprio bisogno?
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        C'era proprio bisogno di un'altra distribuzione?

        Un'intera comunità di volontari che si

        disperdono... perchè non aiutare direttamente

        altre distribuzioni già presenti e largamente

        usate come Debian o

        Ubuntu?

        Facciamo io e te una nostra distro, la chiameremo
        IOeTEoS, dove io sono prima di
        te.
        Poi tu ti incazzi e fai una distro per i fatti
        tuoi, io ne faro' quindi una per i fatti miei.
        Poi mi viene uno sdoppiamento di personalità e ne
        faccio due solo per me e cosi' via...finchè alla
        fine non ci saranno due SO uguali in tutto il
        mondo
        (linux)Facciamo che io e te la pensiamo in modo diverso sull'implementazione di un os, ne facciamo due e poi il più promettente sopravvive.
        • Dark-Angel scrive:
          Re: Ma ce n'era proprio bisogno?
          - Scritto da:
          Facciamo che io e te la pensiamo in modo diverso
          sull'implementazione di un os, ne facciamo due e
          poi il più promettente
          sopravvive.peccato che poi il meno promettente scopiazza le caratteristiche del piu promettente e sopravvivono entrambe
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma ce n'era proprio bisogno?
      Sì ce n'era bisogno ,dal momento che ora anche linspire ha una comunità che l'aiuterà a diffondersi più rapidamente.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma ce n'era proprio bisogno?
        - Scritto da:
        Sì ce n'era bisogno ,dal momento che ora anche
        linspire ha una comunità che l'aiuterà a
        diffondersi più
        rapidamente.Sì, a diffondersi sui CD delle riviste che pagheranno qualche soldo da far spartire ai promotori e poi scomparirà nel dimenticatoio assieme alle altre 100mila distro linux.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma ce n'era proprio bisogno?
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          Sì ce n'era bisogno ,dal momento che ora anche

          linspire ha una comunità che l'aiuterà a

          diffondersi più

          rapidamente.

          Sì, a diffondersi sui CD delle riviste che
          pagheranno qualche soldo da far spartire ai
          promotori e poi scomparirà nel dimenticatoio
          assieme alle altre 100mila distro
          linux.Certo, certo se lo dici tu. Linspire è in ottima salute.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma ce n'era proprio bisogno?
      - Scritto da:
      C'era proprio bisogno di un'altra distribuzione?
      Un'intera comunità di volontari che si
      disperdono... perchè non aiutare direttamente
      altre distribuzioni già presenti e largamente
      usate come Debian o
      Ubuntu?Quoto, parole sante.. (linux)
    • mda scrive:
      Re: I computer devono essere gratis
      - Scritto da:
      C'era proprio bisogno di un'altra distribuzione?
      Un'intera comunità di volontari che si
      disperdono... perchè non aiutare direttamente
      altre distribuzioni già presenti e largamente
      usate come Debian o
      Ubuntu?Perchè esistono migliaia di motivi per avere una distribuzione centrata.Windows cerca di fare tutto, ma come vedi fa schifo su tutto.http://drudo.altervista.org/index.phpCiao
      • Anonimo scrive:
        Re: I computer devono essere gratis
        - Scritto da: mda

        - Scritto da:

        C'era proprio bisogno di un'altra distribuzione?

        Un'intera comunità di volontari che si

        disperdono... perchè non aiutare direttamente

        altre distribuzioni già presenti e largamente

        usate come Debian o

        Ubuntu?

        Perchè esistono migliaia di motivi per avere una
        distribuzione
        centrata.

        Windows cerca di fare tutto, ma come vedi fa
        schifo su
        tutto.

        http://drudo.altervista.org/index.php

        CiaoCome vede chi , tu ? O gli altri fanatici pro-Linux come te che si autoproclamano esperti Unix e poi quando uno gli fa notare che Linux è uno dei peggiori Unix esistenti rispetto a OS X, Sun Solaris, BSD, apriti cielo che Linux deve essere sempre osannato senza mai evidenziare gli enormi problemi architetturali che ha.
        • Anonimo scrive:
          Re: I computer devono essere gratis

          Unix e poi quando uno gli fa notare che Linux è
          uno dei peggiori Unix esistenti rispetto a OS X,
          Sun Solaris, BSD, apriti cielo che Linux deve
          essere sempre osannato senza mai evidenziare gli
          enormi problemi architetturali che
          ha.Va bene dimmi quali sono questi "enormi" problemi architetturali rispetto a Solaris!e rispetto a OSX (che è un BSD pari pari) e rispetto a BSD...(N.B. due sono comunque OS prodotti da chi fa e costruisce hardware per MISSIONE e core business e non girano certo su tutte le architetture su cui gira linux ... ovvero dal cellulare al mainframe e al supercomputer)...Sentiamo pure...da dove vuoi cominciare?
          • Anonimo scrive:
            Re: I computer devono essere gratis
            - Scritto da:



            Unix e poi quando uno gli fa notare che Linux è

            uno dei peggiori Unix esistenti rispetto a OS X,

            Sun Solaris, BSD, apriti cielo che Linux deve

            essere sempre osannato senza mai evidenziare gli

            enormi problemi architetturali che

            ha.

            Va bene dimmi quali sono questi "enormi" problemi
            architetturali rispetto a
            Solaris!
            e rispetto a OSX (che è un BSD pari pari)
            e rispetto a BSD...

            (N.B. due sono comunque OS prodotti da chi fa e
            costruisce hardware per MISSIONE e core business
            e non girano certo su tutte le architetture su
            cui gira linux ... ovvero dal cellulare al
            mainframe e al
            supercomputer)...

            Sentiamo pure...da dove vuoi cominciare?------http://www.softpanorama.org/Articles/Linux_vs_Solaris/conclusions.shtmlolaris vs. Linux: Framework for the Comparisonby Dr Nikolai Bezroukov Prev Contents Next8. ConclusionsThe main purpose of the paper is to structure large and complex topic "Solaris vs. linux" into key subtopics, subtopics the most relevant to large enterprise environment. Issues are complex and this discussion is only a initial limited attempt to explore them. Still the author hopes that the developed framework can be useful and further extended by other authors.The author does not claim that he completely understands either of the two OSes described: both are extremely large and complex products and the author experience with both is rather limited to several specialized areas. There are several often overlooks positive features of Solaris as an alternative to Linux in large enterprize environment: * Saving money in moving to a new flavor of Unix in large enterprize environment is a complex task that is heavily influenced by existing set of flavors. After magical number two any addition to the existing Unix flavors mix generally increases costs in large enterprize environment due to complex interplay of factors including but not limited to sharp deterioration of Unix administrators performance in case they are managing more then two. In this case Solaris represents huge advantage as it is already usually present in large enterprise Unix flavors mix. * Technically linux is very conservative OS (and in some respects backward OS). * The article presents some evidence that suggests that due Solaris might be one of the most interesting from the computer science point of view kernel among free Unix troika (Linux, FreeBSD/OpenBSD/NetBSD and Solaris). Also * The usual consequence of large enterprise adoption of linux is adoption not one but two major enterprize flavors of Linux (Red Hat and Suse). * There is a substantial fashion related component in enterprize Linux adoptions: such moves are most suitable to "beta addicts" type of Unix administrator personalities and IT managers. It is especially attractive to people who want to make a career on change for the sake of change as well as in "Alice in Wonderland" environment of highly Dilbertilized IT environments. The article tries to demonstrate that in large enterprise environment rewards for becoming "beta addict" are questionable and increasing the number of Unix flavors are very questionable indeed. Also due to the way top linux distributions vendors compete with each other they are always pushed to 'cutting edge": "the latest and greatest" version of the kernel and major subsystems. That means that compatibility suffers and upgrade are more of an adventure then in other, more conservative, flavors of Unix. While quite innovative in its own right that Solaris has much better compatibility record and more smooth patch cycle. The fact that Solaris 10 runs on commodity hardware (cheap Opteron servers) makes it an interesting alternative for more conservatively oriented IT managers. * Solaris is more stable, especially in network intensive tasks. It works as well if not better then Linux of cheap Opteron-based servers. New T1 CPUs make Solaris on SPARC more attractive and provide a clean migration path from older UltraSparc models that fall behind in price/performance ratio. * Due to the architecture of Solaris kernel and I/O subsystem there are several open source applications that can run on Solaris better then on Linux. Among them are all multithreading applications and open source databases. Solaris also significantly improves the security of open source applicators due to built-in protection from stack overflows. * Solaris 10 on Opteron has better security due to utilization of hardware stack protection mechanism, zones and RBAC implementations. * Solaris has superior virtualization capabilities (until full integration of Xen in Linux) * Solaris scales better then Linux and generally behaves better in configuration after 4 CPUS and memories after 16G. * Feature creep is less pronounced in Solaris: codebase is not that bloated. There is a single instance of OS that includes GUI and utilities not multiple competing distributions. Solaris is not suffering from this "split of personality" problem. As with Unix in general, any organization that deploys one flavor of Linux is risking to introduce the other as it can happen that some applications are certified only for Red Hat and other only for Suse.--------
          • Anonimo scrive:
            Re: I computer devono essere gratis
            - Scritto da:



            Unix e poi quando uno gli fa notare che Linux è

            uno dei peggiori Unix esistenti rispetto a OS X,

            Sun Solaris, BSD, apriti cielo che Linux deve

            essere sempre osannato senza mai evidenziare gli

            enormi problemi architetturali che

            ha.

            Va bene dimmi quali sono questi "enormi" problemi
            architetturali rispetto a
            Solaris!
            e rispetto a OSX (che è un BSD pari pari)
            e rispetto a BSD...

            (N.B. due sono comunque OS prodotti da chi fa e
            costruisce hardware per MISSIONE e core business
            e non girano certo su tutte le architetture su
            cui gira linux ... ovvero dal cellulare al
            mainframe e al
            supercomputer)...

            Sentiamo pure...da dove vuoi cominciare?-----------http://www.softpanorama.org/Articles/Linux_vs_Solaris/conclusions.shtmlThere are also several disadvantages of Solaris: * The author argues that a very important and often underestimated factor in comparisons of Solaris and Linux factor is the availability of precompiled and prepackaged open source applications and Solaris is inferior to Red Hat in this important area. Moreover due to new multiple core CPUs (T1 line) Sun needs to became the top packager of open source applications for Solaris to represent a viable alternative to Linux: o Linux became the major OS for developing open source applications (with FreeBSD as a distant second). o Currently this packaging of open source applications infrastructure is rudimentary on Solaris and that serves as a major deterrent for those who really can use Excel spreadsheets in calculation saving: it is open source applications not open source OSes who provide major savings, if any. That is especially true for multicore CPUs and large SMP configurations and database applications. o Sites that promote open source for Solaris need to be subsidies by Sun and their package selection should be enlarged. Even a small investment into such outfits can provide substantial and immediate improvement is the Solaris competitive position. The most bright spot for Solaris is http://www.blastwave.org, the site that has a very impressive list of up-to date packages versions of major open source applications and advanced package technology that automatically resolved dependencies). There is also older, more rudimentary but still very useful www.sunfreeware.com that contains large number of prepackaged applications but dependencies should be resolved manually and some packages are pretty old. Adopting BSD-style "compile on delivery" technology (used in linux space by Gentoo) is also important. Much better job can and should be done with "out-of-the-box" availability of major open source packages, for example packaging for Perl definitely should be better and ksh93 should be used as default shell instead of POSIX shell that is used now. Also it's probably time for Sun to drop Bourne Shell and switch all scripts to ksh93 as usage of Bourne shell is the source of unnecessary complexity and incompatibilities. The top dozen of the most popular enterprise-ready open source applications for Solaris ( including but not limited to apache, Postgress, bind, postfix, Sendmail and scripting languages) should probably be included in standard installation and supported out of the box. All others should be at least upgraded quarterly on Supplement CD. I would like to stress it again that the importance of solid infrastructure of both precompiled and "complied on delivery" ( BSD-style) open source applications can not be overestimated due to the multicore architecture of latest Sun CPUs (T1 line). This CPU essentially makes SUN a natural promoter of enterprise open source applications. o Maintenance of open source application is a problem of Solaris as new versions of precompiled packages are not widely available (and sometimes not available at all). * Linux has larger "knowledge space" especially noticeable in the number of published books. o While Solaris has much better OS level security, Linux has better "open source knowledge infrastructure" including the information about securing open source applications, especially those implementing key application level TCP/IP protocols (HTTP, DNS, SMTP, ssh, Kerberos, etc) o Most tech materials about open source applications are Linux oriented. Due to this superior knowledge space open source application are often deployed on Linux in a more advanced fashion ( examples are typical "out of the box" DNS configuration, Apache configurations, Postfix as Sendmail alternative, xinetd, firewall integration, etc.) Of course they all can be replicated on Solaris but it requires additional effort and sometimes higher qualification of sysadmins. ----------
          • Anonimo scrive:
            Re: I computer devono essere gratis
            - Scritto da:



            Unix e poi quando uno gli fa notare che Linux è

            uno dei peggiori Unix esistenti rispetto a OS X,

            Sun Solaris, BSD, apriti cielo che Linux deve

            essere sempre osannato senza mai evidenziare gli

            enormi problemi architetturali che

            ha.

            Va bene dimmi quali sono questi "enormi" problemi
            architetturali rispetto a
            Solaris!
            e rispetto a OSX (che è un BSD pari pari)
            e rispetto a BSD...

            (N.B. due sono comunque OS prodotti da chi fa e
            costruisce hardware per MISSIONE e core business
            e non girano certo su tutte le architetture su
            cui gira linux ... ovvero dal cellulare al
            mainframe e al
            supercomputer)...

            Sentiamo pure...da dove vuoi cominciare?--------------http://www.softpanorama.org/Articles/Linux_vs_Solaris/conclusions.shtml * Solaris suffers in several important for administrators productivity areas like. o "Out of the box" availability of scripting languages is inferior in comparison with Linux. o Quality of default shell (ksh88 in Solaris) is dismal. Solaris is probably the only major Unix which still uses Borne shell for scripting. Although ksh93 is available as dtksh it is seldom used and the version is very old. Bash is not fully integrated into the OS (cannot be used as role shell). o PAM availability and capabilities are lacking in comparison with Linux. o Availability of productivity enhancing command line tools, especially orthodox file managers is lower.Still the key message of the paper is that TCO reduction in the large enterprise environment is not directly connected with the quality of the OS or its real or imaginable advantages over existing Unixes be it AIX, HP-UX, linux or Solaris. The two key issues that affect the behavior of large organizations that are introducing new Unix flavor into the large enterprise are: * The influence of additional Unix flavor deployment on a number of supported flavors of Unix (Unix flavors proliferation). Excessive variety of Unixes is a chronic and costly disease that many large enterprises suffer from. The articles stresses that the importance of this issue simply can't be overestimated: the level of "Unix diversity" as an overriding factor in determining the TCO for large enterprise environments. Important advantage of Solaris is that it does not have problems connected with Linux fragmentation into several different distributions with at least two major enterprise-class distributions (Red Hat and Suse). * The frequency of patching also has disproportional effect on TCO of a particular OS in large organization environment. It also has great influence on the security of the infrastructure. Other things equal large enterprises benefit from an OS that can be used with less frequent patch cycle. Linux (at least as of early 2006) requires more frequent patching then any other major enterprise-ready flavor of Unix (AIX, HP-UX and Solaris). The paper point out that if linux patch cycle is artificially made equal to patch cycle of major enterprise OSes the level of security can generally deteriorate. The author argues that the length of patch cycle for linux should be probably equal to length of patch cycle for Microsoft OSes (typically one month). This fact significantly lessens that attractiveness of linux for large enterprise environment but can be mitigated by running firewall (which are well integrated into RH 4), as well as running linux under VMware or (with the forthcoming integration of XEN) in separate specialized "minimal" linux images created for a each major application (similar to Solaris zones partitioning). Due to those two issues Solaris 10 on Opteron definitely represents a viable alternative to deployment of Linux in any large enterprise that already has substantial Solaris presence and that wants to reduce the cost of hardware due to better cost/performance ration of Opteron CPUs and commodity pricing for Intel-compatible hardware. The Solaris is a quality product and in many technical areas is equal or superior to linux. The open source model that was adopted for the Solaris OS ensures this standard will be maintained. Most enterprise applications that are available on linux are also available on the Solaris. Sun also has a good reputation in terms of quality of support and training. In this area it is superior to offerings from Novell or Red Hat. Due to inherent limitations of scalability of open source development, linux might not grow much beyond its current market share of about 10%, leaving Red Hat and Novell with a cash flow problem that might negatively influence the quality of support of respective distributions. ------------
          • Anonimo scrive:
            Re: I computer devono essere gratis
            - Scritto da:



            Unix e poi quando uno gli fa notare che Linux è

            uno dei peggiori Unix esistenti rispetto a OS X,

            Sun Solaris, BSD, apriti cielo che Linux deve

            essere sempre osannato senza mai evidenziare gli

            enormi problemi architetturali che

            ha.

            Va bene dimmi quali sono questi "enormi" problemi
            architetturali rispetto a
            Solaris!
            e rispetto a OSX (che è un BSD pari pari)
            e rispetto a BSD...

            (N.B. due sono comunque OS prodotti da chi fa e
            costruisce hardware per MISSIONE e core business
            e non girano certo su tutte le architetture su
            cui gira linux ... ovvero dal cellulare al
            mainframe e al
            supercomputer)...

            Sentiamo pure...da dove vuoi cominciare?-----http://www.softpanorama.org/Articles/Linux_vs_Solaris/conclusions.shtmlIf you're currently using linux, it make sense taking a look at Solaris, as a more scalable alternative slightly biased toward higher end hardware. Security wise Solaris has a substantial lead over any Linux distribution and no amount of hardening can compensate for absence of stack overflow protection and RBAC implementation. That fact (combined with the necessity of more frequent patching for linux) means that maintaining the same level security on linux will always be more expensive for large enterprises. Of course other factors, like the qualification of staff can offset this disadvantage.All-in-all Solaris is powerful, stable, conformant to standards OS that can run many open source applications as well as Linux and some (mainly multithreaded applications) better then Linux. Like in the cases of Red Hat and Suse, the cost of support is extra, but it is more reasonably priced. Security patches are free which makes Solaris similar to Windows.While many of open source enthusiasts would prefer linux for everything they do, this paper suggest that Solaris as a brand did quite a lot of good for Unix. Currently Solaris 10 is the leader among Unix flavors in large enterprise space and while you don't have to love a leader, some respect would not hurt even for the most avid linux supporters.AcknowledgementsHP's Solaris to Linux Migration whitepaper served as a source of additional inspiration in version 0.4. IBM's "Migrating to Linux or AIX from Solaris OS" CD ROM helped to put Power5 family in proper perspective relative to UltraSparc and Opteron in version 0.89.Wiley Sanders (Yipes Enterprise Services) provided his valuable feedback about quality of X2100 as well as difficulties of switching from Solaris on Sparc to Solaris on Opteron. ---------
          • Anonimo scrive:
            Re: I computer devono essere gratis
            - Scritto da:



            Unix e poi quando uno gli fa notare che Linux è

            uno dei peggiori Unix esistenti rispetto a OS X,

            Sun Solaris, BSD, apriti cielo che Linux deve

            essere sempre osannato senza mai evidenziare gli

            enormi problemi architetturali che

            ha.

            Va bene dimmi quali sono questi "enormi" problemi
            architetturali rispetto a
            Solaris!
            e rispetto a OSX (che è un BSD pari pari)
            e rispetto a BSD...

            (N.B. due sono comunque OS prodotti da chi fa e
            costruisce hardware per MISSIONE e core business
            e non girano certo su tutte le architetture su
            cui gira linux ... ovvero dal cellulare al
            mainframe e al
            supercomputer)...

            Sentiamo pure...da dove vuoi cominciare?----------http://www.roughlydrafted.com/0506.mk1.html Unraveling the Mac OS X Microkernel MythAccording to proponents of this myth, Mac OS X is in grave danger because it has a microkernel and Linux doesn't. They're wrong; here's why.Page 1 | 2 | 3ImageWhy the Myth was WovenThis myth is the main thread holding together the Mac OS X Needs a Linux Kernel Myth. According to the Copy/Paste Development Myth, this should all be easy to fix: yank out that Mach stuff, and throw in Linux!The Myth WeaversThis myth is of the wishful thinking type, making it more of an irritating distraction from reality than devious misinformation, but it's also used in fanboyism that borders on FUD.Some Linux advocates insist that nothing compares to the pure genius of Linux, so everything should just adopt Linux. Some Mac OS X users worry that there's something evil lurking in their system that makes that dreaded beach ball spin; perhaps it's a microkernel, and perhaps replacing it with Linux (which doesn't even have a beach ball!) is the answer?Unraveled with Extreme PrejudiceTo properly unravel this myth, we need to answer a few questions: 1. What is a Kernel? 2. What is a Microkernel? 3. What is Mach? 4. What Caused the Spectacular Failure of the Mach Microkernel? 5. What is Linux? 6. Why is Apple Still Using the Mach Kernel After Mach Failed? 7. Does Mac OS X Need a Linux Kernel? What is a Kernel?The Unix Kernel is the master control program which governs all other programs, schedules access to hardware, and manages the file system and security model. The name kernel differentiates the core system (which runs as the root process with special privileges) from everything else on the system (which runs under restricted user accounts). Everything outside of the kernel space is called the userland.In the natural development of Unix, the kernel began to grow rapidly. For example, Berkeley's famous contribution to Unix was a fully functional TCP/IP networking stack. A rapid influx of other new functionality in the core kernel space has resulted in modern versions of Unix (and Linux, which is essentially a clean room rewrite of Unix) having 2-3 million lines of code in their kernel alone.What is a Microkernel?Microkernel refers to an approach to system design that began as a reaction to the rapid expansion of the standard Unix kernel into a fat, monolithic chunk of code.In Unix, system complexity is managed by breaking up functions into discreet components. Each component can then be linked together in logical ways to perform very complex tasks. This enables the individual components to be improved and refined in a manageable fashion.Microkernel development came to be seen as a way to apply this Unix design model, common in userland functions, to the kernel itself. During the mid 80s, academia plunged into microkernel development. One of the more famous projects that involved microkernel design principles was CMU's Mach project.---------
          • Anonimo scrive:
            Re: I computer devono essere gratis
            - Scritto da:



            Unix e poi quando uno gli fa notare che Linux è

            uno dei peggiori Unix esistenti rispetto a OS X,

            Sun Solaris, BSD, apriti cielo che Linux deve

            essere sempre osannato senza mai evidenziare gli

            enormi problemi architetturali che

            ha.

            Va bene dimmi quali sono questi "enormi" problemi
            architetturali rispetto a
            Solaris!
            e rispetto a OSX (che è un BSD pari pari)
            e rispetto a BSD...

            (N.B. due sono comunque OS prodotti da chi fa e
            costruisce hardware per MISSIONE e core business
            e non girano certo su tutte le architetture su
            cui gira linux ... ovvero dal cellulare al
            mainframe e al
            supercomputer)...

            Sentiamo pure...da dove vuoi cominciare?----------http://www.roughlydrafted.com/0506.mk2.htmlWhat is Mach?Mach intended to replace the old BSD kernel with a new, component based kernel with an emphasis on multiprocessing. In its first couple versions, Mach wasn't a microkernel at all; it was a redesign of the lower portions of BSD's kernel. The Mach kernel had to incorporate the remainder of the BSD kernel in order to do anything useful. The result was something larger than the standard Unix kernel, not smaller.Mach was also slower than the standard kernel that it intended to eventually replace. Even so, Mach's design was getting a lot of attention by the early 1990's because of its multi-processor support and easy portability. NeXT began using the Mach/BSD hybrid in its NeXTSTEP operating system, released in 1989.Shortly thereafter, it became the general perception that all operating systems would be microkernel based by the mid 90's. Major forces in the operating system development world appeared to be focusing all their resources on Mach related development. * A coalition of Unix vendors, who feared that the System V R4 collaboration between AT&T and Sun might take over the Unix world, got together and formed the OSF, and announced their support for OSF/1, an open and standard implementation of Unix running on Mach. * The GNU Project, which was building a clean room rewrite of Unix, chose Mach as the foundation of a new kernel called HURD. * IBM announced an initiative to transition their existing operating systems to a new Mach based Workplace OS, which would run everything from AIX to OS/400 to DOS and OS/2 software, and operate across a variety of hardware platforms. * Apple also used Mach, both in the mkLinux project, and in the protracted attempt to migrate the classic Mac OS to more modern underpinnings using Copland's NuKernel.What Caused The Spectacular Failure of Mach's Microkernel?Having met the initial design goals of working as a multiprocessing, distributed system capable of functioning on heterogeneous hardware, the Mach project moved on to the next step: weaning BSD out of the kernel space entirely. Mach 3.0 was intended to be a true microkernel system that could support an external operating system (like BSD) living outside the kernel space. Theoretically, Mach would be even able to host multiple external operating systems at the same time.Attempts to accomplish this failed spectacularly. The performance issues involved with pulling operating system functions out of the kernel developed into an intractable problem. Designing and optimizing a microkernel in general was found to be outrageously complex. Further, the basic concept of a microkernel was found to be poorly suited to the needs of general purpose computing.While some microkernels work very well for what they were designed to do, it became increasingly obvious by the mid 90's that the basic premise of Mach to act as a microkernel and host potentially any operating system as a personality outside the kernel... was at a technological dead end. Consequently, the Mach microkernel, and all the projects intending to use it as a microkernel, eventually faded into oblivion.The fat kernels that Mach intended to replace actually outpaced it instead. Today there are various flavors of BSD with its traditional fat kernel; Sun's Solaris (based on the AT&T Unix System V R4 fat kernel); and Linux, which like GNU, intended to write a clean room version of the Unix kernel, but without attempting to make use of a microkernel as GNU/HURD did.----------
          • Anonimo scrive:
            Re: I computer devono essere gratis
            - Scritto da:



            Unix e poi quando uno gli fa notare che Linux è

            uno dei peggiori Unix esistenti rispetto a OS X,

            Sun Solaris, BSD, apriti cielo che Linux deve

            essere sempre osannato senza mai evidenziare gli

            enormi problemi architetturali che

            ha.

            Va bene dimmi quali sono questi "enormi" problemi
            architetturali rispetto a
            Solaris!
            e rispetto a OSX (che è un BSD pari pari)
            e rispetto a BSD...

            (N.B. due sono comunque OS prodotti da chi fa e
            costruisce hardware per MISSIONE e core business
            e non girano certo su tutte le architetture su
            cui gira linux ... ovvero dal cellulare al
            mainframe e al
            supercomputer)...

            Sentiamo pure...da dove vuoi cominciare?----------http://www.roughlydrafted.com/0506.mk3.htmlWhat is Linux?Technically, Linux is really just a fat kernel, not a full operating system. That makes Linux directly comparable to the BSD kernel, or the vaporous HURD project, or XNU, the NeXT-Apple Mach-BSD hybrid kernel. Linux was written from scratch by a large community to provide a free alternative to AT&T's commercial Unix.There was a need for Linux in part because AT&T had embroiled BSDi in a lawsuit that left BSD Unix, the only complete and free Unix alternative, with a questionable future. By the time the lawsuit was resolved, Linux had established itself as a third major alternative.Since GNU's HURD kernel failed to materialize, the userland software completed by the GNU Project was paired with the Linux kernel. The most hardcore of nerds actually refer to the whole package as GNU/Linux; to everyone else, anything related such a distro is simply called Linux.Userland software designed for a Unix-based environment is highly portable, so software built for Linux is generally quite easy to port to BSD, Solaris, Mac OS X, or any other Unix-like system, regardless of the significant differences that may exist in their underlying kernel design. Apple's Darwin pairs the XNU kernel with a lot of the same userland software found in a common Linux distro.The portability of kernel specific components, such a device drivers, is a different story. Linux, BSD, and Apple's XNU all implement drivers in very different ways, so you can't use a SCSI driver designed for Linux in Mac OS X, or vice versa.Why is Apple Still Using the Mach Kernel After Mach failed?The Mach kernel didn't fail; it was the Mach microkernel project that failed. Neither NeXT nor Apple ever used Mach as a microkernel.Recall that at the time of NeXT's decision to use Mach in NeXTSTEP, Mach wasn't being developed as a microkernel with an external, operating system in userland. Rather, Mach 2.5 simply injected some new ideas on how a microkernel might work into an existing, fat kernel space.Mach 2.5 was a fat kernel, not the problematic microkernel with horrific performance problems that Mach 3.0 turned out to be.All the ideological criticisms lobbed back and forth between Linux creator (and fat kernel advocate) Linus Torvalds and Andrew Tanenbaum (the creator of the Minix microkernel) have nearly nothing at all to do with Mach as it is used in Mac OS X.More Nails in the CoffinOnce again, just for good measure: Mac OS X is not based on a microkernel architecture, and has never used Mach as a microkernel. Apple's XNU kernel is larger than many monolithic kernels, and does not suffer from the intractable performance failure the world associates with Mach microkernel research.Apple has incorporated progress the Mach project made in development of Mach 3.0, but nothing changed: Mac OS X still does not have a microkernel architecture. Its XNU kernel is not implemented as a microkernel. Apple does not use Mach as a microkernel.XNU incorporates many technologies from Mach which makes it different than traditional fat kernels such as BSD or Linux. The microkernel myth confuses the facts by associating [anything related to Mach] with [the failure of the Mach microkernel project], which sought to remove BSD from Mach. Since Mac OS X's version of Mach is full of BSD, this false association is rooted in either ignorance or FUD (or both), depending on who is reweaving the myth.So there you have it: the Mac OS X Microkernel Myth falls apart on the simple discovery that Mac OS X has no microkernel.Does Mac OS X Need a Linux Kernel?The idea that Mac OS X has a microkernel that desperately needs to be replaced is therefore based a rather shaky foundation. Regardless, myth weavers seem to present other, compelling reasons to replace XNU with Linux: * Linux is so buzzworthy * Linux is apparently so much faster * Linux has so much more support as a standardThese issues will be considered further in:Unraveling The Copy/Paste Development MythUnraveling The Mac OS X Needs a Linux Kernel Myth----------
  • Cobra Reale scrive:
    Un po' come succede tra OpenSUSE e SUSE
    Aggiungerei "come succede tra OpenOffice.org e StarOffice", penso che come paragone non sia male anche se i due programmi non sono S.O. ma suite per l'ufficio.
    • Anonimo scrive:
      Re: Un po' come succede tra OpenSUSE e S
      - Scritto da: Cobra Reale
      Aggiungerei "come succede tra OpenOffice.org e
      StarOffice", penso che come paragone non sia male
      anche se i due programmi non sono S.O. ma suite
      per
      l'ufficio.Non proprio magari quel confronto lo puoi fare con la versione oss di frespire.
    • Anonimo scrive:
      Re: Un po' come succede tra OpenSUSE e S
      Direi che ancora più azzecato dire... come fedora e red hat.Insomma.. tutti esempi per dire un'unica cosa: facciamo lavorare gli altri, incluso il lavoro di testing... poi quando il prodotto risulta finito e abbastanza stabile, includiamo qualche tool da 4 soldi, mettiamo un tema look&feel più accattivante, ed ecco la nostra distribuzione nuova nuova a prezzo zero !Non so perchè, ma tutta questa continua apertura di codice, x poi "richiuderlo" mi sa un po' di pesca a strascico.Meglio puntare la proprio scelta, e caso mai i propri sforzi, su distribuzioni che abbracciano a pieno la filosofia Free SoftwareDiffidare diffidare di questi ibridi
      • Anonimo scrive:
        Re: Un po' come succede tra OpenSUSE e S
        - Scritto da:
        Direi che ancora più azzecato dire... come fedora
        e red
        hat.

        Insomma.. tutti esempi per dire un'unica cosa:
        facciamo lavorare gli altri, incluso il lavoro di
        testing... poi quando il prodotto risulta finito
        e abbastanza stabile, includiamo qualche tool da
        4 soldi, mettiamo un tema look&feel più
        accattivante, ed ecco la nostra distribuzione
        nuova nuova a prezzo zero
        !


        Non so perchè, ma tutta questa continua apertura
        di codice, x poi "richiuderlo" mi sa un po' di
        pesca a
        strascico.

        Meglio puntare la proprio scelta, e caso mai i
        propri sforzi, su distribuzioni che abbracciano a
        pieno la filosofia Free
        Software

        Diffidare diffidare di questi ibridipreferisco diffidare dai trollini che scrivono qua
        • Cobra Reale scrive:
          Simbiosi
          Sinceramente penso che dalla collaborazione tra azienda e comunità possano nascere prodotti molto interessanti, ad esempio OpenOffice.Per me è come una simbiosi:l'azienda fornisce alla comunità il codice sorgente, frutto di studi che hanno richiesto tempo ed investimenti;la comunità ricambia, grazie a migliaia di volontari che usano i loro mezzi e le loro conoscenze per testare, correggere e migliorare il prodotto.Da questa collaborazione, possono trarre beneficio sia la versione gratuita (nata grazie all'azienda, e sviluppata sia dall'azienda stessa sia dalla comunità) che la versione a pagamento (perché il contributo dei volontari servirà ad aggiornare anche quella).
Chiudi i commenti